Il mio ...mondo

Musica, commenti, riflessioni, considerazioni, anomalie e ...passionalità di un uomo del mare.......Vai dove ti porta il cuore

 

 

SENZA CAPRICCI E CON ...SEMPLICITÀ...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

angels1952lucre611sabry1954valentina.salvoldivolami_nel_cuore33ardizzoia.nataliakarma580lumil_0Elemento.ScostanteMarquisDeLaPhoenixstrong_passionchiarasanywanted_2013oscardellestelle
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIMI COMMENTI

Ti ringrazio per le tue belle parole e ti aggiungo che per...
Inviato da: angels1952
il 13/09/2021 alle 14:49
 
Angel recarsi in calabria con tua moglie è un gesto...
Inviato da: lucre611
il 04/09/2021 alle 19:56
 
grazie
Inviato da: angels1952
il 20/07/2020 alle 19:30
 
Angelo la tua enorme sensibiltà ^-^
Inviato da: lucre611
il 20/07/2020 alle 14:14
 
ciao mamma ti voglio bene anche se non sei piu con me
Inviato da: nunzia bullo
il 15/04/2011 alle 17:18
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

 

...una vacanza naturalista...

Post n°101 pubblicato il 19 Ottobre 2020 da angels1952

Navigando sui social network ho potuto contastare che oggi la vacanza naturalista riscontra sempre di più interesse e partecipazione, per cui, nonostante gli abietti ed ignobili pregiudizi, la gente preferisce vivere i suoi momenti di relax con spensieratezza e, soprattutto senza alcun vincolo. Per vacanza naturalista si deve intendere che le famiglie si recano nelle specificate ed attrezzate strutture turistiche, dove ottenendo tutti i dovuti e necessari comfort, possono anche affollare la spiaggia con naturalezza, quindi nudi, senza timore e paura. Perciò, anche se non c'è l'obbligo, piccoli e grandi nudi trascorrono, sotto i cocenti raggi del sole, il tempo con armonia, con allegria e con serenità. E' chiaro che chi decide di vivere una vacanza del genere deve essere consapevole di cosa potrebbe andare incontro e, quindi, mettendo da parte puritanismo ed ipocresia, deve accettare la situazione e, soprattutto, anche sguardi maliziosi, intriganti, invadenti e, in qualche caso, coinvolgenti.. Bisogna anche dire che in tali luoghi è obbligatorio avere un comportamento civile, ma, soprattutto, è fatto obbligo ristettare tutte  quelle regole fondamentali, che sono al di sopra di tutto. Chiaramente la tolleranza è zero e chi, con furbizia o dolo, cerca di trasgredire è messo alla.. gogna, nel senso che è invitato a lasciare senza mezzi termini il luogo che sta frequentando.

Sinceramente, abbronzarsi e rilassarsi nudi su di una sedia a sdraio, assaporando l’estasi dell’'estate, è un'esperienza che anche io ho vissuto l'anno scorso in Calabria, dove ho potuto magnificamente ritemprare il mio corpo, servendomi, soprattutto, dell’incantevole villaggio turistico, collocato in una grandissima raduna naturale, che, per certi versi, nascondeva l’immensa spiaggia, dove piccoli o grandi nudi passeggiavano, giocavano e si divertivano.

Perciò….VIVA L’ESTATE…….

 
 
 

La mala ...Sanità

Post n°100 pubblicato il 22 Luglio 2020 da angels1952

Credetemi amici sono molto sconcertato, sconvolto, scioccato, sbalordito, sconfortato, agitato e direi pure disgustato nell'apprendere ogni giorno che si possa morire per la negligenza o per l'inettitudine di gente che incapacemente occupano dei posti di notevole importanza e non hanno il riguardo di farsi da parte, permettendo ad altri che invece hanno i requisiti adatti a svolgere pienamente le loro funzioni e la loro professionalità. Io mi riferisco ai tanti casi di malasanità, ai tanti casi di persone che devono morire per l'incoscienza e per l'approssimazione di coloro che anche con presunzione ed arroganza si permettono di uccidere, paradossalmente, senza commettere il reato più grave, come quello dell'omicidio, contemplato nel nostro Codice Penale. Dal nord al sud è sempre la stessa storia e, purtroppo, la lista dei morti si allunga sempre di più. Forse le strutture ospedaliere come quelle private sono obsolete o non si sono adeguatamente attrezzate, ma certamente non è giusto che si debba morire perchè un bisturi non è sterilizzato o perchè la sala operatoria non è strutturata per la mancanza di energia elettrica o perchè gli addetti al lavoro non prendono le necessarie precauzioni o perchè......ecc.. ecc.. La nostra sanità avrà i suoi limiti, le sue pecche, avrà insomma dei problemi strutturali e finanziari però io credo che qualsiasi governo al mondo deve innanzi tutto privilegiare la salute pubblica e fare sempre in modo che il cittadino sia, non solo riconoscente, ma soprattutto soddisfatto a chi con competenza possa risolvergli i suoi malanni. Si spendono fior di miliardi di euro per opere pubbliche, che, chiaramente, hanno la loro  valenza civile e sociale, ma di fronte a tali inadempienze e gravità, che possiamo riscontrare nella nostra sanità, io penso che sia più giusto investire dove mancano quelle condizioni necessarie per  poter competere con gli altri popoli e definirci un popolo veramente civile. 
Avrei tante altre riflessioni da scrivere ma mi fermo qui ...per il momento.....
 

 
 
 

Arrabbiato...anzi arrabbiatissimo...

Post n°99 pubblicato il 22 Luglio 2020 da angels1952

Sì proprio così....sono molto arrabbiato. 
Forse il termine arrabbiato non è nemmeno giusto, però non trovo nessun'altra parola per poter estrinsecare un determinato malessere che ho dentro, una vergogna immane di sentirmi far parte di una società dove non c'è più rispetto per le leggi, o se vogliamo dirla ancora meglio una società che cerca sempre di sopraffarti in tutte le maniere, soprattutto con quelle maniere contemplate dal codice penale. Oggi, purtroppo, anche con rammarico e desolazione, devo ammettere che non splendono più quei sani e importanti valori che i nostri genitori con sacrifici e con fatica ci hanno insegnato. Mi sembra che il tutto oggi sia un fallimento....e dopo tale fallimento si cerca poi di trovare le idonee soluzioni, per cui non saranno mai soluzioni prese con razionalità e in alcuni casi si rilevano ancora più dannose delle precedenti. Insomma non se ne può più....non si può andare più avanti così..non è giusto che la gente debba vivere con paure e tensioni, per cui ci afferra quella particolare diffidenza trascinandoci in un percorso di egoismo e di ipocrisia. E' inutile che sto qui ad elencare fatti o esempi, basta sfogliare quotidianamente un giornale e possiamo constatare.....................
 

 
 
 

una vacanza...naturalista

Post n°98 pubblicato il 22 Luglio 2020 da angels1952

Navigando sui social network ho potuto contastare che oggi la vacanza naturalista riscontra sempre di più interesse e partecipazione, per cui, nonostante gli abietti ed ignobili pregiudizi, la gente preferisce vivere i suoi momenti di relax con spensieratezza e, soprattutto senza alcun vincolo. Per vacanza naturalista si deve intendere che le famiglie si recano nelle specificate ed attrezzate strutture turistiche, dove ottenendo tutti i dovuti e necessari comfort, possono anche affollare la spiaggia con naturalezza, quindi nudi, senza timore e paura. Perciò, anche se non c'è l'obbligo, piccoli e grandi nudi trascorrono, sotto i cocenti raggi del sole, il tempo con armonia, con allegria e con serenità. E' chiaro che chi decide di vivere una vacanza del genere deve essere consapevole di cosa potrebbe andare incontro e, quindi, mettendo da parte puritanismo ed ipocresia, deve accettare la situazione e, soprattutto, anche sguardi maliziosi, intriganti, invadenti e, in qualche caso, coinvolgenti.. Bisogna anche dire che in tali luoghi è obbligatorio avere un comportamento civile, ma, soprattutto, è fatto obbligo rispettare tutte  quelle regole fondamentali, che sono al di sopra di tutto. Chiaramente la tolleranza è zero e chi, con furbizia o dolo, cerca di trasgredire è messo alla.. gogna, nel senso che è invitato a lasciare senza mezzi termini il luogo che sta frequentando. Sinceramente, abbronzarsi nudi  è un'esperienza che anche io ho vissuto l'anno scorso in Calabria, in un incantevole paesaggio, dove ho potuto magnificamente ritemprare il mio corpo, approfittando anche di un villaggio turistico, collocato e nascosto tra piante ed alberi secolari, per cui ben recintato e lontano da occhi e sguardi indiscreti, era ben dislocato su un'immensa spiaggia piena di ombrelloni,  dove nudisti e non passeggiavano, giocavano o si divertivano.Indubbiamente però si deve sempre gridare con forza:  VIVAAAAAAAAAAAAA .........l'estate!!!!!!!!!! 

 
 
 

Il ...Tesoro nascosto

Post n°97 pubblicato il 20 Luglio 2020 da angels1952

Avete mai provato a rovistare nei vecchi bauli che si celano nella vostra soffitta impolverata da anni, ma che dico da decennni?

E' un'esperienza davvero unica, perchè vengono fuori delle cose che ormai non possono essere nemmeno annoverate come ricordi: sono dei veri e propri cimeli, roba che farebbe impallidire il più audace dei rigattieri, il più coraggioso degli archeologi, il più stoico dei storici. A casa mia c'è una soffitta che ricorda tanto quel film "Non aprite quella porta", dove devi far attenzione a mettere i piedi per la propria incolumità, dove di qua e di là è sparso di tutto, mercanzia di ogni genere ma dove soprattutto regna un disordine sovrano, tanto che perfino mostri,  pipistrelli ed animaletti hanno paura di entrarci. Ebbene, l'altra sera, armato di coraggio mi sono introdotta nella soffitta e saltando gli ostacoli con decisione mi sono diretto verso una cassapanca. Aveva un aspetto tetro, ricoperto da ragnatele e con un ragno grosso come un coniglio selvatico che ballava sul lucchettone arrugginito. Dopo avergli chiesto cortesemente il permesso con fare da Maciste sono riuscito ad aprirla e cosa ho trovato?.....Un paio di scarponi dell'anteguerra, da un maleodorante...profumo; un libro scritto da Nostradamus o qualcuno della sua comitiva, con le pagine ingiallite, che al confronto i denti del mio capo ufficio Peppino,(detto il turco, per quanto fuma), sono più candidi; un posacenere in granito del peso di circa 226 kg.; un mangiadischi, quei mobiletti incombranti e scomodi ma utili che si usavano tanto tempo fa per scampagnate o gite in autobus per ascoltare la musica ed infine pure un disco di Sandro Giacobbe. Sì, un 45 giri, come si facevano una volta...quelli in venile..."Gli occhi verdi di tua madre" il titolo del disco. Ho tentato allora a mettere su il disco, ma chiaramente Sandro Giacobbe ha preferito starsene zitto, un suo acuto avrebbe ulteriormente determinato guai maggiori al già distrutto ....mangiandischi. ...E allora? Poi?... Forse era meglio riporre tutto dentro e lasciare il ..Mondo come si trovava!!!!!....

 

 

 
 
 

Esagerazione ed....ironia

Post n°96 pubblicato il 20 Luglio 2020 da angels1952

Rispetto alla donna innamorata, l'uomo innamorato è ancora più allucinante.
L'uomo innamorato non mangia si sostenta. Insomma cerca di ingurgitare qualcosa, con riflesso incondizionato, giusto fra un sospiro ed un altro. L'uomo innamorato perde tutti i suoi istinti, vive in un altro mondo, aleggia in un'altra dimensione e perfino riesce a guardarsi interamente le puntate di "Uomini e Donne" di Maria De Filippi per cercare di capire qual è la strategia migliore per conquistare una donna.L'innamorato tipo oltre a perdere tutti i suoi istinti, generalmente perde pure un gran numero di amici, i quali mal sopportano il suo strano comportamento, con quello sguardo da passerottino o con quella vocina da "coro bianco" che gli viene fuori ogni qual volta che parla di lei, ma soprattutto ogni qual volta che parla con lei a telefono. L'innamorato tipo, oltre a perdere i suoi istinti e parecchi amici, generalmente perde anche un mare di soldi, perchè è costretto a ricordarsi di tutte le ricorrenze che riguardano la sua amata: compleanmno, onomastico, anniversari, Natale, Capodanno, Befana, insomma tutto compreso Halloween.L'innamorato tipo non riattacca mai prima il telefono, lui fa di tutto affinchè a riattaccare sia la sua amata. Così lei riattacca e lui ci resta molto male e allora......ritelefona. Lo fa con insistenza, con perseveranza e non ricevendo nessuna risposta gli scatta immediatamente la follia dell'innamorato tipo:
... E adesso perchè ha staccato il telefono?...Con chi sta?...Vuoi vedere che mi sta mettendo le corna?... Dal dire al fare e così va sotto casa della sua amata a vedere cosa sta facendo o meglio a vedere se le sue finestre hanno la luce accesa o spenta.Lei sta dormendo placidamente, forse russa pure con sazietà avendosi tolto un peso dallo stomaco....o forse no, ma si sveglia giusto in tempo per buttargli addosso un secchio d'acqua gelata e urlargli con quanto fiato ha in gola:.................(parole irrepetibili).......
.....Mi viene un dubbio...ma per caso vuoi vedere che  io molto probabilmente non sono stato mai amato nella giusta maniera?....Però una cosa è certa ..l'amore non ha età ed è fantastico, stupendamente meraviglioso, inconcepibilmente splendido essere...innamorato!!!

 

 

 
 
 

Orchestra Bagutti

Post n°95 pubblicato il 27 Giugno 2015 da angels1952
 
Tag: Musica

 
 
 

...Però....

Post n°94 pubblicato il 31 Marzo 2012 da angels1952
 
Tag: Musica

Stupenda........sempre e solo per chi la sà realmente apprezzare....non ha avuto il successo che meritava....ma forse meglio così è solo per i pochi che capiscono il suo significato!!!!

 
 
 

.......Non si può morire dentro....Per sempre ed ovunque con me......

Post n°93 pubblicato il 30 Marzo 2012 da angels1952
 

Quando tornava mio padre sentivo le voci dimenticavo i miei giochi e correvo li. Mi nascondevo nell'ombra del grande giardino e lo sfidavo a cercarmi: io sono qui. Poi mi mettevano a letto finita la cena lei mi spegneva la luce ed andava via io rimanevo da solo ed avevo paura ma non chiedevo a nessuno: rimani un po'. Non so piu' il sapore che ha quella speranza che sentivo nascere in me. Non so piu' se mi manca di più quella carezza della sera o quella voglia di avventura voglia di andare via di la'. Quelle giornate d'autunno sembravano eterne quando chiedevo a mia madre dov'eri tu io non capivo cos'era quell'ombra negli occhi e rimanevo a pensare: mi manchi tu. Non so piu' il sapore che ha quella speranza che sentivo nascere in me. Non so piu' se mi manca di piu' quella carezza della sera o quella voglia di avventura voglia di andare via. Non so piu' il sapore che ha quella speranza che sentivo nascere in me. Non so piu' se mi manca di più quella carezza della sera o quella voglia di avventura voglia di andare via...

 
 
 

......A' livella......ricordando.....

Post n°92 pubblicato il 23 Marzo 2012 da angels1952
 

La livella(Traduzione in italiano)
 

Ogni anno, il due novembre, c'è l'usanza

per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno deve fare questa gentilezza;
ognuno deve avere questo pensiero. 

Ogni anno, puntualmente, in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch'io ci vado, e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo di zia Vincenza.

Quest'anno m'è capitata un'avventura ...
dopo aver compiuto il triste omaggio
(Madonna!) se ci penso, che paura!
ma poi mi diedi anima e coraggio. 
 
Il fatto è questo, statemi a sentire:
si avvicinava l'ora di chiusura:
io, piano piano, stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.  

"Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l'11 maggio del '31".

Lo stemma con la corona sopra a tutto ...
...sotto una croce fatta di lampadine;
tre mazzi di rose con una lista di lutto:
candele, candelotte e sei lumini. 
 
Proprio accanto alla tomba di questo signore
c’era un'altra tomba piccolina,
abbandonata, senza nemmeno un fiore;
per segno, solamente una piccola croce.  

E sopra la croce appena si leggeva:
"Esposito Gennaro - netturbino":
guardandola, che pena mi faceva
questo morto senza neanche un lumino! 
 
Questa è la vita! tra me  e  me pensavo...
chi ha avuto tanto e chi non ha niente!
 Questo pover'uomo s'aspettava
che anche all’altro mondo era pezzente?  

Mentre rimuginavo questo pensiero,
s'era già fatta quasi mezzanotte,
e rimasi chiuso prigioniero,
morto di paura... davanti alle candele.  

Tutto a un tratto, che vedo da lontano?
Due ombre avvicinarsi dalla mia parte...
Pensai: questo fatto a me mi pare strano...
Sono sveglio...dormo, o è fantasia? 
 
Altro che fantasia! Era il Marchese:
con la tuba, la caramella e il pastrano;
quell’altro dietro a lui un brutto arnese;
tutto fetente e con una scopa in mano.  

E quello certamente è don Gennaro...
il morto poverello... il netturbino.
In questo fatto non ci vedo chiaro:
sono morti e si ritirano a quest’ora?  

Potevano starmi quasi a un palmo,
quando il Marchese si fermò di botto,
si gira e piano piano... calmo calmo,
disse a don Gennaro: "Giovanotto!  

Da Voi vorrei saper, vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir, per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato! 
 
La casta è casta e va, sì, rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava, sì, inumata;
ma seppellita nella spazzatura! 
 
Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d'uopo, quindi, che cerchiate un fosso
tra i vostri pari,tra la vostra gente". 

"Signor Marchese, non è colpa mia,
io non vi avrei fatto questo torto;
mia moglie è stata a fare questa fesseria,
io che potevo fare se ero morto? 
 
Se fossi vivo vi farei contento,
prenderei la cassa con dentro le quattr'ossa
e proprio adesso, in questo stesso istante
entrerei dentro a un'altra fossa".
 
 "E cosa aspetti, oh turpe malcreato,
che l'ira mia raggiunga l'eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!" 
 
"Fammi vedere! prendi 'sta violenza...
La verità, Marchese, mi sono stufato
di ascoltarti; e se perdo la pazienza,
mi dimentico che son morto e son mazzate! 

Ma chi ti credi d'essere...un dio?
Qua dentro, vuoi capirlo che siamo uguali?...
...Morto sei tu , e morto son pure io;
ognuno come a un altro è tale e quale".

"Lurido porco!... Come ti permetti
paragonarti a me ch'ebbi natali
illustri, nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?". 
 
"Ma quale Natale, Pasqua e Epifania!!!
Te lo vuoi ficcare in testa... nel cervello
che sei ancora malato di fantasia?...
La morte sai cos’è?... è una livella.

Un re, un magistrato, un grand’uomo,
passando questo cancello, ha fatto il punto
che ha perso tutto, la vita e pure il nome:
non ti sei fatto ancora questo conto?  


Perciò, stammi a sentire... non fare il restio,
sopportami vicino - che t'importa?
Queste pagliacciate le fanno solo i vivi:
noi siamo seri… apparteniamo alla morte!"

                                   
                                                       
Antonio De Curtis.........alias  Totò


Un pensiero particolare e speciale lo rivolgo a tutti quelli che per cause umanitarie...come guerre, calamità naturali, ecc. ecc. hanno dato la loro vita per svolgere, con coraggio,  con valore, senza alcuna  esitazione e timore, missioni molto pericolose....... ma se mi permettete un abbraccio fortissimo lo rivolgo ad una persona che con dignità, lealtà, distinzione e rispettabilità, superando notevoli difficoltà, avvalendosi  diligentemente del solo proprio lavoro ha  contribuito con forza e determinazione al cambiamento sociale..........MIO PADRE.......

 
 
 

Amorevolmente e ....Passionalmente

Post n°91 pubblicato il 25 Giugno 2011 da angels1952
 
Tag: Musica
Foto di angels1952

Ascoltando questa musica, emozionandoti, vieni trasportato con la mente in quel periodo dove il mondo molto probabilmente era, forse, più.......sano

 

 

 

 

 

 
 
 

Curiosando

Post n°88 pubblicato il 18 Luglio 2010 da angels1952
 

                                        Pompieri al Fuoco

I pompieri di una casermadi vigili del fuoco di Dallas. nel Texas, stavano comodamente seduti a prendere un caffè quando è arrivata una chiamata urgente. Hanno risposto immediatamente e sono usciti in missione, lasciando purtroppo la macchinetta in funzione e incostudita.
Quando sono tornati alla base, contenti di aver compiuto il proprio dovere, hanno purtroppo trovato la caserma incendiata

                      Polo taroccate 

Recentemente alla dogana italiana i finanziari si sono insospettiti al transito di un carico composto da ben 150 scatoloni provenienti dall'Oriente. Aprendoli per un'ispezione, hanno scoperto 5mila magliette contraffatte di una nota azienda che produce abbigliamento per teen-ager.quando ci si trova di fronte a fatti del genere, secondo prassi il materiale viene sequestrato e distrutto, mandandolo al macero. Stavolta invece la procura della Repubblica ha invece deciso - forse più opportunamente - di far rimuovere il logo fasullo e spedire tutto il materiale in Libano, Haiti, Afganistan e altri paesi colpiti da calamità naturali, dove certamente sarà più utile.

Storie di mamme

Parto record all'Ospedale ostetrico-ginecologico Sant'Anna di Torino. dove era ricoveratada una settimana: diventa mamma alla notevole età di 57 anni. L'intervento si è svolto senza problemi, anche se si è reso necessario il taglio cesareo. La donna ha messo alla luce una bambina che gode di ottima salutr. Il padre ha circa 70 anni. C'è stato, invece, allarme per i servizi sociali, dato che la scelta della signora di avere un figlio in età da menopausa aveva diviso anche la classe medica. Ora lei e il compagno saranno assistiti da una squadra di psicologi ed assistenti per garantire alla piccola una vita in un ambiente equilibrato.

Una madre della California ha invece ritrovato i due figli, scomparsi 15 anni prima, digitando il loro nome su Facebook. La donna aveva perduto di vista la sua bimba di 3 anni, il piccolo di 2 anni e il marito, da cui aveva divorziato nel 1995. Ormai sfiduciata, ha deciso di affidarsi al social network e in pochi secondi ha scoperto che vivevano tutti e tre in Florida.

Bacio in contemporanea

A Parigi, sotto l'arco della Defense, ben 1.188 persone hanno cercato di stabilire un record scambiandosi un bacio in contemporanea. Senza però battere gli 11.570 che si sono baciati a Budapest nel 2005.

Il senso della misura

Lei è Sheyla Hersey, una casalinga texana di 28 anni. Voleva il seno pià grande deò mondoe ci è riuscita. Per realizzare il suo sogno ha sfidato il parere del fidanzato e dei medici, è andata in Brasile (dove non esiste restrizioni di sorta)e si è sottoposta alla sua 9° operazione, facendosi impiantare ben 4 litri di silicone.Che taglia di reggiseno indossa ora? Un'incredibile 38kkk (misura anglosassone). Per lei le tabelle di conversione non bastano. Spessoperò, se una donna non sta bene con il proprio decolletè naturale, si dovrebbe pensare ad una protesi al  cervello, più che al seno. Ma a questo ancora non siamo arrivati.

 
 
 

19 giugno

Post n°87 pubblicato il 19 Giugno 2010 da angels1952

Mi è di obbligo oggi,  riccorrenza del suo compleanno, rivolgere un rilevante, un considerevole, un'autorevole, un'ineguagliabile e direi inestimabile pensiero e riguardo a mio Padre, che non c'è più. E' un giorno triste per me ma è ancor più un giorno che mi da un'ulteriore forza d'animo per poter continuare, in un modo più tenace, a superare tutti gli ostacoli e le prevalicazioni che quotidianamente viviamo .....AUGURI PAPA'....sei stato e .....lo sarai sempre..... la mia luce e la mia...vita......Grazie per tutto quello che hai fatto per me e che stai facendo per me  da....la su......!!!!!!!!!!!!!!!

 
 
 

Incredibile .....ma vero

Post n°86 pubblicato il 19 Giugno 2010 da angels1952
 

Crisi dell'auto? Macchè, arriva anzi la maxiconcessionaria. Sta per aprire ad Istanbul, in Turchia, un gigantesco punto vendita tutto riservato alle auto: 710mila metri quadrati di esposizione, 200 diversi autosaloni, pista di prova sul tetto, 56 punti ristoro e 24 banche. Il tutto per vendere in un solo luogo qualcosa come 2526 auto diverse, dalle super car alle utilitarie.
Questa maxiconcessionaria è talmente grande che per girarla da un punto all'altro si ha bisogno dei Segway, gli strani veicoli elettrici a 2 ruote che si guidano in piedi. Basterebbe ciò per presentare il più grande autosalone del mondo, una mostruoisa costruzione che sarà inaugurata subito dopo l'estate. I lavori sono già iniziati, ed è difficile credere che questa specie di aeroporto sia destinato solo ad un unico scopo: vendere auto; eppure è questa l'unica vera mission di Autopia Europia Auto Mall, il nome dell'azienda.
Il progetto coinvolge tutti gli importatori ufficiali della Turchia e tutti i principali dealer ed è davvero qualcosa di mai visto prima, nemmeno negli Usa, patria del gigantismo per autonomasia. Sotto questo colossale edificio infatti si cela un altrettanto gigantesco parcheggio multipiano che nasconde un garage infinito di modelli pronti per essere venduti, sia nuovi che usati. Non mancano poi gli sportelli bancari per effettuare tutte le possibili transazioni economiche, ma anche 56 fra bar e ristoranti, perchè, come è noto, spesso i migliori affari si fanno davanti ad un buon caffè. Non si tratta però di un gioco di fantasia, ma di un business molto serio.....gli investitori che hanno creato Autopia si aspettano almeno 6milioni di visitatori all'anno.  

 
 
 

...Eros

Post n°85 pubblicato il 12 Giugno 2010 da angels1952
 

Eros ha scosso la mia mente
come il vento che giù dal monte
batte sulle querce.

Dolce madre, non posso più tessere la tela
domata nel cuore dall'amore di un giovane:
colpa della soave Afrodite.

Sei giunta, ti bramavo,
hai dato ristoro alla mia anima
bruciante di desiderio.

                                        Saffo

 
 
 

La .....legalità

Post n°84 pubblicato il 05 Giugno 2010 da angels1952
 

Io credo che in una società sviluppata e tecnologicamente molto avanzata, non si deve perdere di vista il punto fermo e cardine di ogni democrazia che è la legalità. Dal mio modesto modo di vedere, per legalità io intendo quel principio secondo il quale l'ordinamento giuridico deve essere costituito da norme generali, le leggi, a cui i cittadini sono subordinati e che, indistintamente, dal ruolo che ricoprono e che svolgono devono rispettare. E' stato così creato un sistema di una rilevanza così importante, cui l'Amministrazione giurisdizionale (per Amministrazione giurisdizionale si intende tutti i fattori e i soggetti preposti all'applicazione dell legge) fa fronte indiscussamente ma che, purtroppo, non è abbastanza deterrente, affinchè non avvengano delitti o reati. Assistiamo, infatti, quotidianamente a tante ....illegalità, che sistematicamente sono impunite o, meglio, diciamo non sono facilmente risolvibili. Io non mi riferisco all'impietosa piaga della mafia, della camorra o della ndrangheta, che da quasi un secolo ha devastato il mondo, anche se tutto ciò è illegalità, ma, appunto, per comportamenti illegali voglio far presente il dilagante fenomeno della micro criminalità, che sta prendendo in Italia radici fertili. I codici prevedono tantissime norme, norme altamente democratiche, norme pluralistiche, rispettose delle parti, ma che in definitivo vengono applicate, se applicate, dopo interminabili procedure processuali. I cittadini sono presi da forme di particolari paure, da ansie e da inquietudini; forse non si sentono adeguatamente protetti e difesi e soprattutto non hanno nemmeno il diritto di poter avere giustizia. Molteplici sono i casi, le situazioni o gli eventi che determina tanta paura. Scippi, rapine, investimenti, truffe, furti, incidenti dolosi e tanto altro stanno prendendo una piega innarestabile e non credo che si debba attribuire le colpe solo a quei poveri disgraziati che emigrati da paesi vicini, per poter vivere delinquano o forse anche perchè assunti da varie cosche delittuose, devono pagare il pedaggio. Però a tutto c'è un limite, non è possibile che la gente per bene, che vive con sacrifici, possa sottostare e condividere ansietà e paure.
La mamma che attraversa le striscie pedonali con il bambino nel carrozzino che viene inarrestatamente investita da un'auto pirata o da un motorino impazzito....un vecchietto che viene scippato della sua pensione o truffato da pseudo faccendieri....villette o case che vengono giornaliermente sfasciate, devastate  e derubate di tutto....e qualche volta ci scappa pure il morto....e tanto ancora......insomma tutti questi misfatti non dovrebbero succedere o, quanto meno, non dovrebbero avere una regolarità giornaliera, ma soprattutto è necessario che al mafattore, una volta accertato la  responsabilità, gli venga inflitto la giusta pena o che gli venga, in sostanza, sanzionato la prevista norma giuridica.
 La giustizia fa il suo corso, le indagini lunghe e  particolari acciuffano il colpevole, ma potrebbe anche capitare che lo stesso colpevole, per una ragione o per un'altra, dopo poco tempo si ritrovi nella stessa situazione di prima...cioè a compiere gli stessi reati, perchè non ha ricevute la giusta punizione o le dovute ed adeguate misure di sicurezza.

In conclusione la legalità deve avere la sovranità su tutto, è un qualcosa di indispensabile affinchè le moderne società possano ottenere benessere e serenità.

Anche per quanto riguarda questo argomento così delicato... della legalità... che ho voluto, in maniera non troppo approfondita, affrontare ed interporre ai vari commenti ci sarenbbe tanto altro da dire. Mi fermo qui e lascio ad altri  che mi onoreranno di tracciare le loro considerazioni ed argomentazioni

 
 
 

Non è giusto

Post n°83 pubblicato il 05 Giugno 2010 da angels1952
 

Anche questa volta assistiamo alla solita farsa, per non dire pietose scene e commoventi spettacoli che i nostri ben amati uomini di politica e governanti ci riservano. Cambiano i musicisti, ma alla fine, poi  in sostanza, ....è sempre la stessa musica stonata ed inadeguata. Di bugie, di menzogne ne abbiamo piene le tasche, non possiamo più sopportare che chi deve dimostrare capacità, professionalità, competenza, intelligenza e direi soprattutto grande senso di responsabilità quotidianamente cerca, per poter avere propri tornaconti, di indebolire,di sopraffare, di reprimere, di fiaccare, di castigare, di soffocare e direi anche di distruggere tutta quella gente che  dignitosamente e con enormi sacrifici porta avanti i propri ideali e stile di vita.
Perciò dico che NON E' GIUSTO.......................

Non è giusto che colui che giornaliermente suda le famose"sette camicie" sacrificandosi all'inverosimile, risparmiando per poter poi realizzare suoi progetti, possa saldare il prezzo di nefandezze e misfatti di sfruttatori, di faccendieri, di avventuristi e di gente di mala fede che per decenni stanno devastando e mettendo allo sfascio il sistema economico italiano, senza subire, logicamente le dovute conseguenze.
Non è giusto che truffatori, evasori e persone senza scrupoli, consapevoli e coscienti di essere protetti non solo da una legislazione molto permissiva ma soprattutto da politici collusi, possano avere ancora privilegi ed onorificenze.
Non è giusto che si debba assistere al massacrante e continuo strapotere di coloro  che  del denaro pubblico ne fanno solo sperperi, con la conseguenza drammatica di rischiare la ......Bancarotta.....(come la Grecia).
Non è giusto che per non rischiare la BANCAROTTA....sono sempre gli stessi che si devono sacrificare e dare un aiuto o collaborare, pagando e pagando fino allo svenamento.
Non è giusto non poter usufruire di quegli aumenti contrattuali che con grandi lotte del sindacato e dei lavoratori si è ottenuto. Se non aumenta il reddito di tali lavoratori chiaramente il gas, l'energia elettrica, l'acqua, i vari servizi e tutto il resto come beni di prima necessità non DEVONO AUMENTARE, ma ciò è IMPOSSIBILE.
Non è giusto che io personalmente, pur avendo i requisiti e soprattutto gli anni di servizio per potermi godere in santa pace il frutto dei miei estenuanti anni di lavoro, non possa andare in pensione e debba ancora aspettare......
Non è giusto,quindi, continuare a percorrere ancora tale strada, come si dice..."sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico...."

Mi fermo qua, ma potrei dire tantissime altre volte ......NON E' GIUSTO.......

 
 
 

Fiction capri, la colonna sonora

Post n°82 pubblicato il 15 Aprile 2010 da angels1952
 
Tag: Musica

 

 
 
 

Con....nostalgia

Post n°81 pubblicato il 13 Marzo 2010 da angels1952
 
Tag: Musica

 
 
 

Festa della mamma

Post n°78 pubblicato il 12 Maggio 2008 da angels1952

Mi coglie l'obbligo in occasione di tale festività di inviare un caldissimo,  affettuoso e cordiale saluto a tutte le.......MAMME del mondo.........ma se permettente vorrei ringraziare e donare un bacio ed un'attenzione più particolare e riguardoso a colei che per me ha fatto immensi sacrifici, per colei che dannandosi la vita, trascurando i propri interessi e le proprie vogliosità...mi ha cresciuto dandomi fondamentalmente quei veri e sani valori della vita.........GRAZIE MAMMA....ti sarò sempre riconoscente etermamente...... 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: angels1952
Data di creazione: 19/10/2006
 

IO E....TE

Farò della mia anima
uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene. 
Ti amerò come le praterie
amano la primavera,
e vivrò in te la vita
di un
fiore sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come
la valle canta l'eco delle
campane;
ascolterò il linguaggio
della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.
                          

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: angels1952
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 70
Prov: SA
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

ABBRACCIAME....

 

 

AFFETTUOSAMENTE

 

SENSUALMENTE E CON ....AMORE

 

LE MIE.....

E' finita così senza un perchè.Io di notte ti sento con me e mi chiedo se anche tu, come me, resti sveglia e mi pensi con te. Non ha senso la mia vita vissuta così, se sei sola anche tu, anche tu come me, dimmi che io torni da te....Mi sento solo questa sera, questa stanza è sempre buia senza il tuo sorriso, guardo la poltrona vuota e sento tutta la solitudine del mondo. Se mi hai amato dovresti desiderare ancora di essere fra le mie braccia e.....allora se sei sola anche tu, come me, fai del tutto che io torni da te.  

 

SULLA SPIAGGIA 

Il vento geme e geme la ghiaia,
gemono gli sgangherati pali del molo;
un mare senile conta ogni singola
pietra impiastrata d'argento.
Dal lamentoso vento e dal più freddo
mare grigio lo avvolgo al caldo,
ne tocco la spalla dall'osso sottile
e il suo braccio infantile.
Attorno a noi paura, calante
tenebra di paura
e nel mio cuore quale profonda
fitta d'amore senza fine!

I tuoi occhi 

I tuoi occhi brillavano ancora per me,
     anche se vagavo solitario per terra e mare;
come quella lontana stella che vedo,
     ma che non vede me.
Stamattina sono salito sulla collina nebbiosa,
     ed ho percorso tutti i pascoli,
come brillava la tua forma lungo la mia strada
     fra la rugiada dagli occhi profondi!
Quando l'uccello rosso spiegò le scure ali,
     e mostrò il suo fianco acceso:
quando il bocciolo maturò in una rosa,
     in entrambi io lessi il tuo nome.