Creato da dolcesettembre.1 il 19/10/2010
notizie choc, curiose,strane,assurde, incredibili, dall'Italia e dal mondo

.

 

http://oi56.tinypic.com/2ijp5hi.jpg

http://i49.tinypic.com/2ljt1kk.jpg

http://img96.imageshack.us/img96/125/miao.gif

http://digilander.libero.it/trinity.dd/2355064frf7mnnteh.gif

 

https://lh3.googleusercontent.com/-N3fuTS3eNds/WFBiEqOzX3I/AAAAAAACBvM/fVS3rvBomyIh1jG4LjLf0HUXl0VCWlNnwCJoC/w500-h420/5802804_30273.gif

 

.

http://www.youanimal.it/wp-content/uploads/2013/06/531157_343825179046881_1933952483_n-480x330.jpg

http://4.bp.blogspot.com/-QUS02886ubs/UlDnVDY1DVI/AAAAAAAAF-M/IjWTaJbdE2k/s1600/Pink+Roses.gif

http://3.bp.blogspot.com/-OI1ulCO9M0k/UkAlbbkUOuI/AAAAAAAAFr8/--OFyb0ypTA/s1600/Funny+Baby.gif

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13321610_551590478381718_3894659090394924886_n.jpg?oh=e6d007fb1fb13b0ae5412919c92dad1a&oe=57C2D1DD

 

.

http://www.gifandgif.com/gif_animate/Gatti/Animali%20-%20Gatti%20%284%29.gif

http://www.lucianabartolini.net/gif/cavalli/cavallo-puledro.gif

 

 

 

 

Alda Merini

E' necessario

che una donna

lasci un segno

della propria anima

ad un uomo...di sè,

perchè a fare l'amore

siamo brave tutte.

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://www.umnet.com/pic/diy/screensaver/8%5Clove-candle-85550.gif

http://img87.imageshack.us/img87/3548/etoile0473ljqp8jv4.gif

https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-frc1/s403x403/1620521_739979402681798_1832568084_n.jpg


https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/p480x480/943149_453236554767471_656482959_n.jpg

http://i1112.photobucket.com/albums/k498/acop84/CrazyDiamond_zps0865da39.gif

 
Citazioni nei Blog Amici: 80
 

Ultime visite al Blog

apungi1950dolcesettembre.1apungi1950_2nina.monamourthe_oracle73rudy51_2016sedisrl2010associazioneaniopavmulinogabbiano642014Joker_Jolly2012elyravmimmoblasirobertop.pandolfo
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

CHE INGIUSTIZIA!

Post n°3484 pubblicato il 23 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Nel campo della tutela dei diritti, un diritto meritevole di tutela dovrebbe uscirne intonso. Invece non sempre accade. Infatti, se si è necessitari a rivolgersi al giudice per domandare tutela, e poi la domanda viene accolta, ci si trova nella singolare e abberrante condizione di doversi pagare comunque le spese legali. Com'è possibile? Eppure l'articolo 91 del codice di procedura civile, sancisce al primo comma che" Il giudice, con la sentenza che chiude il processo davanti a lui, condanna la parte soccombente al rimborso delle spese a favore dell'altra parte e ne liquida l'ammontare insieme con gli onorari di difesa." E l'articolo 92 c.p,c. recita poi che"Se vi è soccombenza reciproca, ovvero, nel caso di assoluta novità della questione trattata o mutamento della giurisprudenza rispetto alle questioni dirimenti, il giudice può compensare le spese tra le parti parzialmente o per intero." Tale articolo è stato riformato tra il 2009 e il 2014 anche per  contenere la discrezionalità del giudice nella compensazione. Si pensi a chi ottenga una sentenza favorevole con il riconoscimento di un credito o per un risarcimento per 20 mila euro e poi si trovi a dover far fronte a spese legali(compresi gli oneri), e di consulenza tecnica per circa 10 mila euro, e che debba dunque attingere dalle proprie risorse poichè(pur risultando vittorioso), il giudice ha comunque deciso di malamente compensare le spese. Il suo credito si dimezzerebbe immediatamente. Un vulnus insostenibile! Dovrebbe donque costui impugnare la sentenza solo per la parte di compensazione delle spese legali, così dovendo affontare un nuovo giudizio(col rischio peraltro di soccombervi), con la condanna alle spese. Una situazione Kafkiana!


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PER LA NASCITA DEL ROYAL BABY ARRUOLATE 20 OSTETRICHE

Post n°3483 pubblicato il 20 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Ancora una volta l'organizzazione del parto reale è stata pianificata con efficienza militare. Per questa terza gravidanza la duchessa Kate si è affidata nuovamente dell'ospedale St Mary di Londra. Quì, nella Lindo Wing, la duchessa ha a disposizione una suite con menù personalizzato e lista dei vini,(champagne sopratutto), e una sala privata con una piscina per il parto in acqua. Il tutto per poco più di 12 mila euro. In sala parto, per Kate è sempre pronta una ventina di persone guidata dai 2 ginecologi reali. Ne fanno parte anche un piccolo esercito di ostetriche. I prescelti sono pronti ad intervenire da mesi, 24 ore su 24, e per questo non possono bere alcolici. L'annuncio della nascita viene dato rispettando la tradizione. Il documento, firmato dai ginecologi con informazioni sul sesso, il peso e la lunghezza del bimbo/a viene consegnato da un attendente a una limousine in attesa fuori dall'ospedale. Il prezioso foglio di carta, scortato dalla polizia arriva a Buchingham Palace dove viene affisso su un cavalletto dorato davanti al cancello principale. Subito dopo il protocollo secolare, lascia spazio alla modernità e l'annuncio viene pubblicato su Twitter.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL CANE SPORCA PER TERRA E LA PADRONA-SUORA NON PULISCE

Post n°3482 pubblicato il 19 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

L'avesse vista la polizia locale sarebbe stata sanzionata di 300 euro, ma gli agenti non l'hanno notata. Molti cittadini però hanno sorpreso la suora, anche fotograficamente, che ieri mattina, giorno di mercato a Cittadella(Padova), tenendo al guinzaglio un cane di piccola taglia, non si è curata di quello che l'incolpevole amico a quattro zampe aveva lasciato sul marciapiede. Del resto, la natura è natura, e quindi chi ha, o dovrebbe avere senso civico, non si dovrebbe porre il problema di raccogliere gli escrementi del proprio animale. Tanto più che esistono delle ordinanze comunali in merito. Nulla di tutto questo, nonostante ci si trovasse di fronte ad una persona che si vorrebbe attenta al prossimo in tutti i sensi. Una signora ha fermato la suora dicendole che doveva pulire le deiezioni del cane ma questa non ha risposto nulla ed ha tirato dritto. La suora è stata immortalata e il misfatto è finito in Rete.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRAZIE ALLA TECNOLOGIA LE PIANTE POSSONO COMPORRE MUSICA

Post n°3481 pubblicato il 16 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Concerto per violino e orchidea. Assistere ad uno spettacolo dal vivo con questa formazione è già possibile. Così come ascoltare un disco con una composizione musicale eseguita da strumentisti umani e da esseri vegetali. Sì, perchè le piante possono comporre musica. E oggi,grazie alla tecnologia è possibile ascoltare i suoni generati dalle piante e dagli alberi. Questo stupefacente fenomeno è possibile ascoltarlo direttamente sul proprio smartphone grazie a "Plants Play", un dispositivo presentato nei giorni scorsi a Casarano da Edoardo Taori, uno degli ideatori del progetto, e da Luca Borgia, l'ingegnere che ha sviluppato e assemblato il circuito. E' noto che le piante respirano, che sanno adattarsi alle condizioni ambientali in cui vivono, che sono esseri viventi, ma non ci si aspettava che comunicassero attraverso la musica. Grazie a due sensori posizionati sulle foglie della pianta o sul tronco dell'albero, "Plants Play" rileva i segnali elettrici e li converte in musica che viene inviata tramite bluetooth all'app per smartphone. La polifonia può arrivare ad un massimo di 5 note in contemporanea.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I TALENT STANNO STRAVOLGENDO I NOSTRI GUSTI GASTRONOMICI

Post n°3480 pubblicato il 13 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

A Masterchef ha vinto la cantante Anna Tatangelo, (foto), sfornando uno dopo l'altro primi, secondi e dessert molto chic, colorati, creativi, innovativi e sopratutto splendidamente impiattati, secondo le regole ferree. Peccato però che i piatti più buoni e golosi li avesse sempre fatti Orietta Berti con i suoi sughetti, orgogliosa rappresentante della tradizione emiliana, ma totamente incapace di sofisticherie visive. I giudici si pappavano i suoi manicaretti, ma poi erano costretti a premiare le "opere" della Tatangelo. Siamo diventati schiavi dell'impiattamento, più che una moda una malattia. Ormai, anche nelle trattorie più "alla mano" non può mancare lo "sbaffo di aceto balsamico, la decorazione colorata, la salsina particolare, la guarnizioncina sfiziosa, magari pure il sale dell'Himalaya, e la porzione mignon che fa tanto Nouvelle Cousine. Più si guarda all'estetica meno si pensa al gusto. Più energia si dedica alla decorazione, meno attenzione si dedica ai sapori. Questo è il vero danno provocato da una trasmissione di per sè strepitosa come Masterchef.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCARCERATI 3 RAGAZZI ACCUSATI DI STUPRO. FARANNO I PIZZAIOLI

Post n°3479 pubblicato il 12 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

La vittima li aveva riconosciuti su Facebook. Tre ragazzi, che all'epoca dei fatti il più grande aveva 17 anni, accusati di aver stuprato una loro coetanea sugli scogli di Marechiaro a Napoli. Erano stati tutti arrestati nell'Ottobre scorso, per aver partecipato, anche se con ruoli diversi, alla violenza sulla ragazza avvenuta qualche mese prima. Ora potranno lasciare il carcere minorile: saranno inseriti in un Programma di recupero per aspiranti pizzaioli. Secondo quanto scrive Il Mattino, la liberazione anticipata chiesta dal Legale e accolta dal Gip del tribunale di Napoli, è condizionata alla possibilità di reinserimento assistito dai Servizi Sociali. La sospensione del processo con "Messa alla prova", richiesta dall'avvocato è un istituto mediante il quale è possibile arrivare a una pronuncia di proscioglimento per estinzione del reato, se il periodo di prova a cui accedono gli indagati, in questo caso come pizzaioli, si conclude con esito positivo. Le indagini, coordinate dalla Procura per i minorenni, erano scattate subito dopo la violenza e sono partite dalle dichiarazioni rilasciate dalla ragazza nell'ospedale dove era stata portata dai genitori, e dove erano state prelevate le tracce biologiche per eseguire il test del DNA.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL RAGù DELLA DISCORDIA

Post n°3478 pubblicato il 09 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Una pentola di ragù rischia di sfociare in tragedia. Succede, quando una madre modenese doc ha una figlia vegana."Adesso ci penso io a farti smettere, se non la pianti di fare il ragù ti pianto il coltello nella pancia."Avrebbe detto la figlia 47enne disoccupata alla madre 68enne. L'assurda vicenda è stata raccontata dalla Gazzetta di Modena. Il diverbio tra madre e figlia è finito davanti al Giudice di Pace.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A PROCESSO PER UNA MELANZANA

Post n°3477 pubblicato il 06 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Perle di antica saggezza popolare:Chi ruba tanto fa carriera, chi ruba poco va in galera. Lo sa bene il signor S.S, 49 anni, che il 12 Ottobre 2009, a Carmiano(Lecce), colse una melanzana in un orto altrui, e per questo ha subìto un procedimento giudiziario durato 9 anni: 3 processi, 2 condanne in primo grado e in appello, quindi, il proscioglimento in Cassazione."Nel caso in oggetto", spiegano i giudici della Suprema Corte,"si doveva applicare l'articolo 131 bis del Codice Penale che esclude la punibilità per la particolare tenuità del fatto. C'è furto e furto e quella melanzana valeva al massimo 20 centesimi di euro." Peccato che lo Stato italiano accordando a S.S. il gratuito patrocinio, in quanto indegente, di euro ne abbia tirati fuori ben 9 mila solo di spese vive, per accorgersi infine che quei processi non avrebbero dovuto svolgersi, ma i giudici non hanno voluto sentire ragioni, l'hanno incriminato per furto aggravato e condannato a 5 mesi di reclusione e 300 euro di multa. Da premettere che S.S. era disoccupato, senza un centesimo in tasca, una compagna e un figlio piccolo a carico. In appello, il giudice ha riconosciuto che non di furto si era trattato, bensì di tentato furto, poichè la melanzana fu subito restituita al proprietario. Quindi la pena è stata ridotta a 2 mesi e 120 euro di multa. Ha dovuto impugnare la sentenza in Cassazione per avere giustizia.



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LE FOLLI NOTTI DEI VENTENNI DELLA "NAPOLI BENE"

Post n°3476 pubblicato il 05 Aprile 2018 da dolcesettembre.1
 

Per molti di loro la vita è un luna park. Serate, feste, fiumi di alcol e discoteche tutto l'anno. E ad inserire il gettone che poi mette in moto la giostra sono spesso i genitori. I ragazzi in prima fila, poi, sono quelli della "Napoli bene". Basta fare un giro nei locali più in voga della Città. E' un dato a peoccupare più degli altri:l'età di chi sballa è sempre più bassa. Perchè oggi avere il tavolo al centro della pista del locale con gli amici, è molto più di uno status symbol:50, 60 o anche 100 euro a testa per chiamare una Magnum di champagne diventa una cosa all'ordine del giorno, anzi, della sera. Una ricerca continua dell'eccesso, una gara con l'amico, il compagno di studi, il rivale in amore. Quando i ragazzi pensano davvero di essere invincibili, salvo poi rivelarsi più fragili che mai, anche perchè al loro fianco si ritrovano smarriti, a volte addirittura soli. E i genitori? Non è che stanno a guardare,ma quasi. Accontentare il desiderio del proprio figlio/a, oggi è diventato il loro primo lavoro con paghette da menager e auto da calciatori. E' tutto talmente facile per questi figli da sembrare quasi naturale. Al primo incidente dopo la discoteca,perchè un pò brilli, non segue una punizione, ma una macchina nuova, come fosse un premio. Inutile  provare a disturbarli durante la serata di sballo:alle migliaia di messaggi e telefonate, spesso e volentieri segue solo il silenzio. Una mera realtà, quella che rapidamente, anche troppo, sfugge quotidianamente di mano ai genitori.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°3475 pubblicato il 02 Aprile 2018 da dolcesettembre.1

https://www.keyforweb.it/wp-content/uploads/2018/04/Auguri-di-buona-Pasquetta_7.gif

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUGURI

Post n°3474 pubblicato il 01 Aprile 2018 da dolcesettembre.1

http://www.auguri.it/pics/pasqua-uova-b001.gif

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

OLTRE LE SBARRE DELLE GALERE

Post n°3473 pubblicato il 30 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

La vita dietro le sbarre può avere i colori della moda pronta, cucita dalle detenute di Milano, Bologna, Lecce. L'aroma del caffè torrefatto, alle Vallette o a Rebibbia. Ma anche i buoni sapori dei dolcetti sfornati nel carcere di Verbania, o dei menù gourmet preparati a Bollate, Volterra, Lecce. E' questa la scommessa che si gioca in molte Case di Reclusione Italiane. Dati statistici alla mano, si è visto, infatti, che il tasso di recidiva,(la percentuale di detenuti che tornano a delinquere usciti di prigione), crolla dal 70% al 19% se i condannati hanno avuto la possibilità,in carcere, di imparare un mestiere in modo che, scontatala pena, possano inserirsi nel Mondo di fuori. Ed ecco che si dà il via a laboratori di cucito, cucina, pasticceria e cartonaggio che possono essere seguiti e apprezzati anche da chi sta fuori e che per qualche ora può entrare tra le mura di una prigione. Nel carcere di Torino si cena al ristorante LiberaMensa,(LiberaMensa.org) A Bollate(Mi), si pranza e si cena nelle salette del ristorante InGalera,(InGalera.it), ma si seguono anche corsi di giardinaggio o si fa shopping di piante e fiori a Cascina Bollate,(Cascinabollate.org). A Verbania, si possono preparare Frollini, Baci di Dama e Lingue di Gatto nel laboratorio della Banda Biscotti, lavorando insieme ai reclusi,(Info@bandabiscotti.it). A Bologna, si assiste alle partite di rugby giocate dalla Giallo Dozza, la squadra del carcere della Dozza, coordinata dagli allenatori del Rugby Bologna 1928,(Bolognarugby1928.it). A Forlì è aperto il laboratorio CartaManoLibera, dove si realizzano prodotti di carta fatti a mano, dalle bomboniere ai quaderni,(direzione@mailtechne.org). Nella fortezza di Volterra, riparte l'appuntamento con CeneGaleotte: una volta al mese i migliori chef toscani guidano i detenuti ai fornelli destinando l'incasso in beneficenza,(cenegaleotte.it). Sempre a Volterra, si può assistere alle rappresentazioni teatrali della Compagnia della Fortezza(compagniadella fortezza.org). Così come a Roma, dove recitano gli attori del Teatro Libero di Rebibbia,(quelli che hanno lavorato con i fratelli Taviani in "Cesare deve morire",(EnricoMariaSalerno.it), mentre a Lecce si partecipa, detenuti e ospiti insieme alle "cene in bianco",(madeincarcere.it).




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNA PERSONA SU DIECI HA TRACCE DI DROGA SULLE DITA ANCHE SE NON NE HA MAI FATTO USO

Post n°3472 pubblicato il 28 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Una persona su dieci può avere tracce di droga sulle dita senza averla mai usata. La scoperta proviene dai laboratori dell'università del Surrey, Inghilterra, dove un gruppo di ricercatori è riuscito a distinguere l'assuntore di stupefacenti da chi entra in contatto con cocaina, eroina ed altre droghe di classe A, per contaminazione ambientale. Secondo lo Studio condotto su un campione di 50 persone non tossicodipendenti, il 13% dei volontari presentava tracce di stupefacenti(per lo più cocaina), sulle impronte digitali. Una percentuale molto alta, che indica il livello di diffusione delle droghe nel Regno Unito, ma sopratutto quanto siano contaminanti le sostanze contenute negli stupefacenti, che si trasmettono tramite le banconote, sui passamano di metro e autobus, o con una semplice stretta di mano. Come distinguere allora un abituale consumatore di droga, da uno che non ne ha mai fatto uso in vita sua? I ricercatori hanno sviluppato una specifica analisi chimica, la spettometria di massa, in grado di rilevare questa sostanziale differenza. Fondamentale se applicata in ambito forense, quando l'uso di droghe può determinare un aggravante nella commissione di un reato. Gli scienziati, hanno prelevato campioni di pelle dalle dita di 15 persone che avevano assunto sostanze nelle 24 ore precedenti e li hanno confrontati con quelli dei 50 non assuntori, che avevano scambiato una stretta di mano con il primo gruppo, senza aversi prima lavato le mani. Ed ecco che ritorna la percentuale del 13%. Un accurato lavaggio delle mani, e la percentuale dei non utilizzatori si azzera, mentre viene rilevata con estrema precisione quella dei tossicodipendenti. Le sostanze contenute nelle droghe infatti, subiscono da parte dell'organismo un processo di metabolizzazione che permane sulle impronte digitali, e che si diffonde attraverso il sudore. Basta un semplice contatto per mettere in atto, quello che i ricercatori dell'università del Surrey, hanno definito"trasferimento secondario."


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LUTTO NELLA TV ITALIANA

Post n°3471 pubblicato il 26 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

E' MORTO STANOTTE PER EMORRAGIA CEREBRALE,IL CONDUTTORE TV FABRIZIO FRIZZI, L'ETERNO RAGAZZO DELLA TV ITALIANA.





 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'UOMO CHE AVREBBE POTUTO SALVARE IL TITANIC

Post n°3470 pubblicato il 23 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Con i "se" e con i "ma" la Storia non si fa, recita un vecchio Adagio. L'avventura del Titanic, secondo alcune ricostruzioni, avrebbe potuto avere un altro epilogo. A fare la differenza è stata una chiave che invece di essere a bordo rimase nella tasca di un ufficiale rimasto sulla terraferma. Se la chiave fosse stata sul Titanic la notte del 1912, le vedette avrebbero invece potuto aprire l'armadietto e prendere il binocolo, utile ad individuare in tempo l'iceberg contro cui si stava scontrando il transatlantico britannico affondato nelle acque dell'Oceano Atlantico. Cos'è accaduto. Alla vigilia della partenza da Southampton per il viaggio inaugurale, la Compagnia Armatrice White Star Line riorganizzò infatti l'equipaggio nominando all'ultimo minuto, primo ufficiale Henry Tingle Wilde, già imbarcato su una nave gemella del Titanic. Con il suo arrivo, rimase senza incarichi David Blair, che era già stato nominato secondo ufficiale e fu costretto ad abbandonare la nave in fretta e furia, portando con sè per errore le famigerate chiavi, senza consegnarle al suo successore. Non immaginava certo quale sarebbe stato l'epilogo e nemmeno che conseguenze avrebbe avuto la sua distrazione, facendo trasparire il quadro di una sfortunata catena di eventi, che non ha a che fare solo con l'iceberg. La chiave, negli anni acqiusì un grande valore. Dopo il naufragio, Blair la tenne per ricordo. La ereditò poi la figlia Nancy, che negli anni 80 la donò alla British and International Sailors Society. Il 22 Settembre 2007, tuttavia, la chiave venne venduta all'asta. Se la aggiudicò, per 90 mila sterline(circa 100 mila euro), l'amministratore delegato di una casa produttrice di gioielli cinese.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCUOLA: LA SCOMPARSA DELLA GEOGRAFIA

Post n°3469 pubblicato il 22 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

La Geografia, almeno una volta all'anno diventa importante. Diventa protagonista, uscendo dal potenziale anonimato nel quale è stata confinata. Almeno nel triennio della scuola media. Una materia alla quale si dedica poco tempo. Una sola ora settimanale, fatta eccezione per casi particolari, legati perlopiù alla decisione del consiglio d'istituto di dedicare allo studio della disciplina anche l'ora approfondimento. Singola ora a disposizione di un professore, che può essere quello che si occupa anche di Storia, oppure, che ha in carico per intero, Lettere. Non solo, per allargare lo sguardo degli studenti con qualche lettura integrativa, proposta dal libro di testo, ma anche suggerita dal docente, magari prendendo spunto dall'attualità. Già, perchè la Geografia è anche questo: avere uno sguardo su quello che ci circonda. Sul vicino e sul lontano, senza dimenticare la conoscenza del posto in cui abitiamo, Città o Paese che sia. E poi i suoi dintorni, Provincia e Regione. E poi l'Europa e tutto il resto, legando alla Geografia la Storia. Gli studenti non sanno dove si trovino centri urbani e Paesi della nostra penisola, addirittura non sanno pronunciarli correttamente, scrive la redazione di OrizzonteScuola.it.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MUORE IN OSPEDALE, NESSUNO AVVERTE I FAMILIARI: ODISSEA PER TROVARE LA SALMA

Post n°3468 pubblicato il 19 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Muore in ospedale e nessuno avvisa la famiglia. E' il triste finale di Giovanni Giorgini, 90 anni, ricoverato da due settimane presso il reparto di Medicina Interna del San Salvatore di Pesaro. Ha dovuto vivere le sue ultime ore senza i suoi cari accanto. A raccontare la storia è la nipote Vida Giorgini, che per prima ha scoperto l'incredibile vicenda."Mio nonno era in condizioni gravi ma siamo sempre andati a trovarlo, volevamo stargli vicino e non farlo sentire solo, spiega la donna di ritorno dal funerale."Malgrado la neve, la pioggia e le strade disastrate lo abbiamo sempre seguito per mesi in tutti gli ospedali in cui è stato ricoverato. Fano, Urbino, Sassocorvaro e alla fine, Pesaro, dove l'ultima volta che lo abbiamo visto vivo era Martedì 13 Marzo, alle 17. Mercoledì 14 Marzo, per una serie di impegni che avevamo, non siamo riusciti a passare in ospedale, anche se ormai aspettavamo solo la chiamata che ci comunicasse il decesso, a qualsiasi ora del giorno e della notte. La mattina del 15, insieme a mia sorella siamo tornate al San Salvatore per vedere il nonno, ma al suo posto abbiamo trovato un'altra persona e siamo subito andate a chiedere dove fosse il paziente." Per le due donne inizia così una serie di rimpalli di responsabilità, versioni diverse, risposte parziali, fino alla scoperta della verità: Giovanni Giorgini era stato dichiarato morto alle ore 20:45 del 13 Marzo, ma per un'amissibile dimenticanza dell'infermiere di turno, nessuno aveva avvisato i familiari del decesso dell'uomo, e la salma era stata trasferita alla camera mortuaria, tanto che stavano per metterlo nella cella frigorifera come un ignoto qualunque.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LAVORO: ECCO I NUOVI"SCHIAVI" SFRUTTATI E SENZA DIRITTI

Post n°3467 pubblicato il 16 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Ci sono i lavoratori Amazon che spostano pacchi a ritmi infernali, pericolosi per la salute, e raccontano dei "controllori" che monitorano ora per ora la loro produttività rimproverando pubblicamente i meno produttivi. Ci sono i piloti Ryanair, senza ferie nè malattia, costretti a volare dopo pochissime ore di riposo per rispettare i turni, e l'operaio Fca, che si è urinato addosso perchè i capi gli avevano impedito di andare in bagno. Ma anche i dipendenti Lidl, che raccontano una routine fatta di turni extra in cui però si lavora gratis, e i rider del cibo a domicilio con retribuzioni a cottimo, senza alcuna tutela se si fanno male mentre pedalano sotto la pioggia o la neve, per consegnare pizze e sushi. Per non parlare degli operatori di call center che devono riuscire a riattaccare in meno di tre minuti e mezzo. Un Paese che lavora anche il doppio o il triplo di prima, per non perdere un posto non più fisso, e pazienza se gli stipendi si sono assotigliati e sono evaporate in un batter di ciglia tutele e garanzie che si pensavano acquisite per sempre. Tra i lavoratori della notte e di qualsiasi giorno festivo, nuovi operai-massa della logistica, addetti alle consegne delle merci e dei piatti che compriamo su Internet, al servizio"esclusivo ma indiretto" di aziende e app multinazionali. Testimonianze della negazione dei diritti più banali e fisiologici, in catena di montaggio o alla cassa, come quello di andare in bagno.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'INCUBO DELLA SETTA MACROBIOTICA: GLI EFFETTI DEVASTANTI DELLA DIETA IMPOSTATA DAL GURU

Post n°3466 pubblicato il 15 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Era arrivata a pesare 35 kg, faceva fatica persino a camminare. Eppure quella dieta, la dieta Ma.Pi, impostata tutti i giorni dal "Maestro" Mario Pianesi, capo di un impero dell'alimentazione, oltre 100 fra ristoranti e punti vendita in tutta Italia, doveva essere "miracolosa". Sarebbe stata in grado di guarire persino malattie incurabili per la medicina ufficiale. Così almeno Pianesi, guru dell'alimentazione, capo della setta macrobiotica smantellata dalla polizia ad Ancona, aveva fatto credere a lei e a tutti i suoi adepti."I medici tradizionali sono tutti assassini."Ripeteva. E invece, basta guardare queste foto per capire gli effetti devastanti che quel rigido regime alimentare aveva avuto sul suo corpo. Ha avuto il coraggio di denunciare e grazie a cui sono partite le indagini. Tante le vittime finite nella setta del noto imprenditore del settore macrobiotico e della sua setta. Schiavizzate, maltrattate, private dei propri soldi, allontanate dalla famiglia e amici, fino ad annullarsi. L'organizzazione era capillare. Attraverso i "capizona" e i "capicentri", dislocati in varie parti d'Italia, all'interno dei "Punti macrobiotici", il "Maestro" riusciva a manovrare a suo piacimento il mondo macrobiotico. Gli adepti venivano convinti ad abbandonare il loro lavoro e in genere ad abbandonare la precedente vita e a "lavorare" per l'associazione quale ringraziamento per il messaggio salvifico ricevuto: di fatto, si trattava di un incubo durato anni da cui ora sono fortunatamente usciti.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ORRORE SULLE SPONDE DI UN FIUME: PESCATORE TROVA 54 MANI IN UN SACCO

Post n°3465 pubblicato il 12 Marzo 2018 da dolcesettembre.1
 

Sulle rive del fiume Khabarovsk, nella punta est della Russia, normalmente, gli uomini con l'hobby della pesca si riuniscono per trascorrere alcune ore di relax in mezzo alla natura. E' stato proprio uno di loro a notare quella mano tra la neve. Un ritrovamento agghiacciante che di lì a poco avrebbe condotto la polizia al rinvenimento di un sacco con all'interno  54 mani. Al momento, come riferisce The Siberian Times, il caso rimane avvolto nel mistero, così come rimangono diversi punti di domanda sul perchè siano state amputate per poi essere abbandonate. Dai primi accertamenti, sono state individuate le impronte digitali su una mano, mentre continuano i rilievi sugli altri arti. Diverse le teorie che circolano sulla Stampa Russa in merito alle motivazioni che si nascondono dietro il ritrovamento. Le mani, potrebbero essere state tagliate come punizione per dei furti, così come resta in piedi l'ipotesi che siano state recise dai cadaveri in ospedale per poi essere vendute sul mercato nero. Accanto al sacco, infatti, sono state trovate garze e copriscarpe da ospedale. Infine, si pensa anche all'ipotesi che le mani siano state sottratte per impedire l'identificazione di alcuni cadaveri.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

.

 

http://sweetmoments.altervista.org/images/gif_animate_cuori_glitter_16.gif

http://img3.dreamies.de/img/118/b/nxynipkn4w2.gif

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/t1/p370x247/1554612_796185940397325_381389677_n.jpg

http://i37.tinypic.com/16hua37.jpg

http://image.blingee.com/images15/content/output/000/000/000/4d7/350154086_1041299.gif?4

https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/10942755_748864338541508_7209471204533447425_n.jpg?oh=6ab6d3c7efca3405a06425d74420ead8&oe=555B9329


 

Donna

Mentre urli alla tua donna

sappi che c'è un uomo

che dedidera parlarle all'orecchio.

Mentre la umili,

insulti,sminuisci,

sappi che c'è un uomo

che la corteggia

e le ricorda

che è una gran donna.

Mentre la violenti,

sappi che c'è un uomo

che desidera

fare l'amore con lei.

Mentre la fai piangere,

sappi che c'è un uomo

che le ruba sorrisi.

VIVA LE DONNE

MERAVIGLIE DELL'UNIVERSO!!   

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://digilander.libero.it/alleportedelsole/6fkg70j.gif

http://digilander.libero.it/cieli/cat_walking2-ani.gif

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30