Creato da dolcesettembre.1 il 19/10/2010
notizie choc, curiose,strane,assurde, incredibili, dall'Italia e dal mondo

.

 

 

 

 

http://digilander.libero.it/trinity.dd/2355064frf7mnnteh.gif

 

https://lh3.googleusercontent.com/-N3fuTS3eNds/WFBiEqOzX3I/AAAAAAACBvM/fVS3rvBomyIh1jG4LjLf0HUXl0VCWlNnwCJoC/w500-h420/5802804_30273.gif

 

.

http://www.youanimal.it/wp-content/uploads/2013/06/531157_343825179046881_1933952483_n-480x330.jpg

http://4.bp.blogspot.com/-QUS02886ubs/UlDnVDY1DVI/AAAAAAAAF-M/IjWTaJbdE2k/s1600/Pink+Roses.gif

http://3.bp.blogspot.com/-OI1ulCO9M0k/UkAlbbkUOuI/AAAAAAAAFr8/--OFyb0ypTA/s1600/Funny+Baby.gif

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13321610_551590478381718_3894659090394924886_n.jpg?oh=e6d007fb1fb13b0ae5412919c92dad1a&oe=57C2D1DD

 

.

http://www.gifandgif.com/gif_animate/Gatti/Animali%20-%20Gatti%20%284%29.gif

http://www.lucianabartolini.net/gif/cavalli/cavallo-puledro.gif

 

 

 

 

Alda Merini

E' necessario

che una donna

lasci un segno

della propria anima

ad un uomo...di sè,

perchè a fare l'amore

siamo brave tutte.

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://www.umnet.com/pic/diy/screensaver/8%5Clove-candle-85550.gif

http://img87.imageshack.us/img87/3548/etoile0473ljqp8jv4.gif

https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-frc1/s403x403/1620521_739979402681798_1832568084_n.jpg


https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/p480x480/943149_453236554767471_656482959_n.jpg

http://i1112.photobucket.com/albums/k498/acop84/CrazyDiamond_zps0865da39.gif

 
Citazioni nei Blog Amici: 84
 

Ultime visite al Blog

dolcesettembre.1elyravapungi1950_2apungi1950francodidonee_d_e_l_w_e_i_s_sSpiky03apungi1950_1divinacreatura59c.mazzella_1935nina.monamourje_est_un_autreSono44gattinfilax6.2interlandia1davide.russiello
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I miei link preferiti

 

SUPERMERCATO CARREFOUR LICENZIA SU WHATSAPP

Post n°3717 pubblicato il 21 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

Con un messaggio su Whatsapp 52 lavoratori sono stati licenziati: accade a Crotone, dove i dipendenti del supermercato Carrefour a località Passovecchio hanno visto avviata la procedura di licenziamento, per giunta un giorno dopo che la struttura era stata chiusa perché non c'era più elettricità. A dare la notizia ai dipendenti è stato il direttore del punto vendita crotonese dalla società Grande distribuzione lametina di Francesco Perri, da cui dipende la struttura.

 

Dal canto suo la società Carrefour Italia ha fatto sapere di non essere coinvolta nella vicenda, perché il punto vendita era gestito in franchising da «un imprenditore esterno all'organizzazione», e di condannare le modalità di licenziamento, il messaggino su Whatsapp appunto. «Pur non entrando del merito delle decisioni di business, che afferiscono unicamente a questo imprenditore terzo, l'azienda si dissocia fermamente dalle modalità con cui questa decisione, che impatta negativamente su un'intera comunità, è stata gestita e comunicata», si legge.

 

«Tali modalità, inoltre - aggiunge Carrefour Italia nel suo comunicato - sono profondamente contrarie ai principi etici di business che contraddistinguono il nostro Gruppo in Italia. L'azienda ha pertanto chiesto immediatamente chiarimenti all'imprenditore ed è pronta ad intraprendere ogni azione necessaria alla tutela e al rispetto delle proprie procedure e del proprio modus operandi».

https://www.ilmessaggero.it/photos/MED/81/18/4808118_2028_carrefour.jpg

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IN SVIZZERA, CORROTTI I MEDICI PER PRESCRIVERE FARMACI INUTILI

Post n°3716 pubblicato il 18 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

La Novartis, la Multinazionale Farmaceutica Svizzera, è accusata di aver corrotto decine di migliaia di medici pur di far prescrivere i propri prodotti. E così, pazienti inconsapevoli e perfettamente sani sarebbero stati sottoposti a cure del tutto inutili. Coinvolti anche ministri e alti funzionari dello Stato, con l'accusa di essere stati al Libro Paga della multinazionale per omologare in Grecia nuovi farmaci a prezzi proibitivi. L'indagine è stata avviata dall'Fbi nel 2016 grazie alla collaborazione di informatori della sede greca. Ora, la trasmissione Falò andata in onda ieri sera su Rsi La1, nel documentario"La strategia", per la prima volta ha dato voce ai tre informatori che ha incontrato prima in Grecia e poi a New York, dove si sono recati per gli interrogatori delle autorità statunitensi. I tre ex manager che si autoaccusano di corruzione nei confronti di medici e funzionari dello Stato, hanno affidato ai giornalisti della tv pubblica svizzera, il racconto dettagliato delle pratiche illecite a loro dire utilizzate da Novartis per conquistare nuove fette di mercato in Grecia ed avanzare nel giro di pochi anni, dal quinto al primo posto in classifica. I tre, la cui identità per motivi di sicurezza deve restare nascosta, hanno rivelato a Falò l'esistenza di veri e propri programmi di "corruzione"camuffati da normali progetti di marketing, in parte finanziati direttamente dalla sede centrale di Basilea i Svizzera. Spetta ora a Novartis decidere se affrontare un processo o puntare ad un accordo. Il documentario sarà visibile sul Sito di Falò da venerdi 18 ottobre.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LE LAUREE PIù STRANE DEL MONDO

Post n°3715 pubblicato il 17 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

Sono una più attraente dell'altra le lauree più strane del Mondo. Ti fanno studiare cose super-interessanti e ti preparano ad un lavoro da sogno, a volte in senso letterale. Chi sogna di fare il clown può laurearsi in Circo Contemporaneo all'inglese Bath Spa University. Chi vuole diventare un puparo, in Puppet Arts all'Università del Connnecticut. Chi vuole solo una vita alla Lebowski, in Gestione e Tecnologia dell'Industria del Bowling alla Vincennes University. Perchè le lauree stravaganti sono spesso delle scommesse: una puntata da qualche decina di migliaia di euro su possibili lavori(e su un possibile Mondo)del futuro. I professori dell'Università del Michigan, per esempio, vedono tanti pacchi nel nostro futuro: pacchi alimentari, pacchi Amazon, pacchi ecosostenibili, e insegnano a farli agli studenti del dottorato in School of Packaging. Quelli dell'Università della Georgia vedono tanti polli. Talmente tanti da aver creato il corso di laurea in Scienze del pollame(anche se si studiano pure tacchini, uccelli e quaglie). I dirigenti dell'Università di Edimburgo, più che vedere sentono le voci, ed hanno creato un dottorato in Scienza del Paranormale. I Rettori del Kentucky hanno scommesso saggiamente su un Mondo sempre più anziano e alla ricerca crescente di tate: The Professional Nanny si chiama il corso annuale della Sullivan University. I loro colleghi veneziani della Cà Foscari si sono concentrati su un Mondo più meditativo, ed hanno sfornato il primo Master Europeo in Yoga Studies. Quelli di Teramo e Bari, invece, su un'umanità sempre più un armonia con gli animali. I primi hanno creato la Laurea triennale in Tutela e Benessere dell'animale, i secondi, in Scienze dell'Allevamento, Igiene e Benessere del cane e del gatto. I più concreti restano però gli scozzesi della Heriot-Watt University, grandi bevitori: loro, più semplicemente hanno creato la laurea in Produzione della Birra. Sono più pop i professori di Harvard che hanno proposto il corso The Real Game of Thrones: From Modern Myths to Medieval Models: un approfondimento sul Medioevo che parte dalla serie del Trono di Spade. All'Università di Baltimora, hanno creato addirittura un corso sulla Pop Culture, con esami ora sugli eroi della Marvel, ora sulla rappresentazione degli zombie al cinema. In California, invece, sono rimasti sui più classici Simpson, ma affiancati alle Teorie Filosofiche di Kant,Rousseau e Platone. All'Università di Liverpool, invece, il corso dedicato ai Beatles e alla loro influenza sulla Storia Mondiale. I più appassionati alla Storia Inglese possono approfondire ulteriormente nella vicina Staffordshire University, e partecipare al Corso obbligatorio per gli studenti in Scienze dello Sport dedicato al calciatore David Beckham: 12 settimane per sapere tutto del suo gioco, della sua storia con Victoria e persino dei suoi vari tagli di capelli.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°3714 pubblicato il 14 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1

BLOG CHIUSO PER QUALCHE GIORNO PER LUTTO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA BEFFA NELLE CASE POPOLARI NEL COMUNE DI MILANO

Post n°3713 pubblicato il 11 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

"Abiti in una casa popolare del Comune di Milano? L'ascensore non funziona e hai difficoltà a fare le scale? Chiama il numero verde,


sarai aiutato a fare le scale da volontari". Sembra di essere su Scherzi a Parte e invece siamo in una casa popolare in zona Piazza Abbiategrasso, che Palazzo Marino ha dato in gestione a MM-Metropolitana Milanese.

 

Uno stabile nel quale vivono molti anziani signori, anche disabili, che ha quattro scale, due da sette piani e due da dodici. "Servizio gratuito e attivo da lunedì a venerdì, dalle 8:00 alle 18:30, promosso dal Comune di Milano e MM, in collaborazione con Croce Rossa Italiana". Insomma, quando la toppa è peggio del buco. Ecco quanto si legge ancora nel volantino di avviso affisso vicino ai citofoni del condominio, in via Ulisse Dini. Un volantino (ora sparito) con il quale l'amministrazione meneghina di Giuseppe Sala sembra prenderli bellamente in giro.

 

"Nella mia scala un ascensore è rotto da mesi e l'altro funziona un giorno sì e l’altro no", ci ha raccontato un condomino, che si sente irriso dalle istituzioni. In sostanza, gli elevatori sono guasti e la soluzione, allora, non è aggiustarli, ma organizzare corsi di volontari per aiutare le persone a raggiungere il proprio appartamento. Però solo dalle 8 del mattino alle 6 e mezzo di sera, come se il sabato e la domenica, e in serata, l'ascensore non servisse (!).

 

La soluzione pensata per donne incinta, disabili e per chi ritorna a casa con un bambino in braccio e le buste della spesa dall'altra parte è chiamare il numero verde, aspettare che rispondano e che arrivino i volontari. Una genialata, targata Comune di Milano. 

v

 

 

 

 


 

 

 



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ERGASTOLO OSTATIVO, LA CORTE DI STRASBURGO RESPINGE IL RICORSO DELL'ITALIA. LA MAFIA RINGRAZIA

Post n°3712 pubblicato il 09 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

Cambiare la legge sull'ergastolo ostativo, cioè quella norma che non prevede benefìci nè sconti di pena per i condannati al carcere a vita. Lo ha deciso la Grande Camera della Corte Europea dei Diritti Umani, respingendo il ricorso presentato dall'Italia contro la sentenza del 13 giugno scorso. Con quella decisione, che riguardava il caso del boss di"ndrangheta" Marcello Viola, i giudici di Strasburgo hanno stabilito a maggioranza(un giudice era contrario)che la condanna al carcere a vita"irriducibile" inflitta al ricorrente Vìola l'articolo 3 della Convenzione Europea sui Diritti Umani. Si tratta di una sentenza storica perchè nelle condizioni di Marcello Viola ci sono alcune centinaia di boss mafiosi condannati per le stragi, per terrorismo che non hanno mai collaborato in alcun modo con la giustizia."Non condividiamo nella maniera più assoluta questa decisione della Cedu, ne prendiamo atto e faremo valere in tutte le sedi le ragioni del governo italiano di una scelta che lo Stato ha fatto tanti anni fa. Una persona può accedere ai benefìci a condizione che collabori con la Giustizia",commenta il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Oggi, la Corte di Strasburgo ci dice che l'ergastolo ostativo vìola i diritti umani e che dovremmo riformarla.Ma stiamo scherzando? Se vai a braccetto con la mafia, se distruggi la vita di intere famiglie e persone innocenti, ti fai il carcere secondo certe regole.Nessun beneficio penitenziario, nessuna libertà condizionata.Paghi, punto. Quì piangiamo ancora i nostri eroi, le nostre vittime, e ora dovremmo pensare a tutelare i diritti dei loro carnefici"? Ma come si arriva a questa sentenza? Marcello Viola, condannato a 4 ergastoli per omicidi plurimi, occultamento di cadavere, sequestro di persona e detenzione di armi, in base all'articolo 4 bis dell'ordinamento penitenziario, Viola non può accedere all'assegnazione al lavoro esterno, ai permessi premio e alle misure alternative alla detenzione visto che non ha offerto alcuna collaborazione, anche quella che risulta oggettivamente irrilevante alle indagini. Strasburgo gli aveva dato ragione: ora conferma quella decisione respingendo il ricorso dell'Italia. La Cedu, infatti, aveva definito"trattamento inumano e degradante"l'istituto giuridico dell'ergastolo ostativo.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNA MIA CURIOSITà DI INIZIO SETTIMANA

Post n°3711 pubblicato il 07 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1

Con quale combinazione di cibo fate partire la vostra giornata? Occhio, perchè la colazione è importante.


https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/71685031_10158545640007195_7687729784662523904_n.jpg?_nc_cat=102&_nc_oc=AQk8OjxWKyB4z0jD7NNxxqVhHKJJxVUpMK_wmhv7mCjVcBbK0CeAd22CzSpiIv1Lhas&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=205e1bc9fb52e254abe9212ce914b4b5&oe=5E36BFF1

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SMARTPHONE AI CONCERTI? NO GRAZIE,LASCIATELI A CASA

Post n°3710 pubblicato il 04 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1
 

C'erano una volta gli accendini che nel momento topico, appena partivano le prime note del pezzo più amato, si accendevano e scintillavano ondeggiando. Mani in alto per far vedere la fiammella, occhi sul palco, e la voce fuori assieme a quella di tutti gli altri. Corpo e cuore erano presenti, avvolti dalle note e dall'atmosfera pazzesca che si genera ad un concerto dal vivo. Poi c'è stata una rivoluzione copernicana: al posto degli accendini, tra le mani degli spettatori sono comparsi gli smartphone. Oggi, chiunque guardi le foto di qualche mega concerto può rendersi conto di come tutti siano impegnati a scattare foto, girare video, portare le immagini immediatamente sui social. Un fenomeno diventato talmente invadente da infastidire alcuni artisti. Ha fatto scalpore, per esempio, il comunicato di qualche settimana fa in cui Madonna vieta l'utilizzo di telefoni, fotocamere e apparati elettronici durante i suoi concerti. La signora Ciccone,sempre nel comunicato dichiara:"Siamo davanti a voi, non dentro ad uno schermo". La questione è diventata dilagante da aver suscitato la necessità di studi statistici. Una ricerca di Symantec offriva questo quadro relativo agli USA: il 92% dei moderni fan sosteneva di non poter rinunciare allo smartphone durante un concerto. Sull'Italia non esistono ricerche, ma episodi che parlano chiaro e dimostrano che anche i fan italiani sono in linea con quelli d'oltreoceano. Patty Smith che si esibiva al Teatro Antico di Taormina, sputò addosso a chi la filmava:"Siete quì, io sono quì, state vivendo uno spettacolo, perchè vederlo attraverso uno schermo?"Adele, all'Arena di Verona, apostrofò così una fan:"Puoi smettere di filmare? Perchè io sono veramente quì, nella vita reale". Bob Dylan fa cacciare chiunque tiri fuori un telefono. Francesco De Gregori vieta al pubblico di usare il telefono, mentre Ermal Meta a chi lo ha criticato per non essere disponibile a mettersi in posa per fare selfie con il pubblico durante i concerti ha replicato:" Non si va ai concerti per esibire delle foto sui propri social, ma per vivere un'esperienza. Mettete giù sti smartphone e godetevi queste esperienze".


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Buon Mercoledi

Post n°3709 pubblicato il 02 Ottobre 2019 da dolcesettembre.1

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/71453084_435080387128822_6917855372141133824_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_oc=AQlJRE12RUwvDmsBrhZsyeuA9OS17pKBSIPfAjVxeQfow3FzEghedTqTIfDkqxixnmA&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=03c85af2df9bb95f5855a670a24b2845&oe=5E31CF45

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GLUTINE, LA POLVERE MAGICA DELL'INDUSTRIA ALIMENTARE.SE NON FOSSE PER LA CELIACHIA

Post n°3708 pubblicato il 30 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Cosa hanno in comune un insaccato, uno yogurt, una birra, una baguette, un bastoncino di pesce, un barattolo di gelato, una salsiccia e una torta? Se lo chiedeva il giornale satirico e d'inchiesta francese Canard Enchainè qualche tempo fa. La risposta è:Sono tutti arricchiti di glutine. Una delle polveri magiche dell'industria alimentare che la usa come super colla per "legare"salse, agglomerare le proteine di pesce o carne, ma anche per dare il massimo volume ai prodotti da forno nel minor tempo possibile. Solo in Francia ogni anno, l'industria dell'amido produce 170 mila tonnellate di glutine per un fatturato di 2 milioni di euro. Tutto ciò sarebbe meraviglioso se non fosse per la celiachia. Gli scienziati sospettano che questa overdose di glutine possa causare una alto livello di intolleranza alimentare, che oggi colpisce in Italia, solo contando i celiaci(senza gli intolleranti) circa 600 mila persone. Tra i molti sintomi identificati dai medici:diarrea cronica, gas, gonfiore, dolori articolari, eruzioni cutanee, affaticamento, irritabilità e persino depressione. Accanto ai produttori di birra, yogurt e insaccati, il settore più goloso di glutine è senza dubbio l'industria molitoria. Poichè è già presente nel grano allo stato naturale, di norma, non è necessario aggiungere glutine per fare lievitare l'impasto, sopratutto considerato che il suo contenuto nel grano non fa che aumentare. Le varietà moderne, selezionate geneticamente per generare rese elevate, hanno il 12% di glutine rispetto al 7% delle varietà di frumento tradizionali dell'inizio del secolo scorso. Ma in questa corsa frenetica contro il tempo di fermentazione e di impasto, ci vuole sempre più glutine. Perchè farsi problemi? Dal momento che questa sostanza è etichettata come coadiuvante tecnologico e non come additivo, non esiste un limite normativo sulla quantità che può essere aggiunta. Senza contare che queste stesse farine, la maggior parte delle quali sono ultra raffinate, sono povere di sostanze nutritive e farcite con un sacco di additivi. Per uscire da questo pasticcio, il Ministero della Salute potrebbe stabilire una dose giornaliera di glutine da non superare, e con un livello massimo negli alimenti. Un'idea che dà l'orticaria ai grandi produttori di farina e amido, ma che farebbe senz'altro bene ai tanti intolleranti e potenziali futuri celiaci.

https://www.gruppomacro.com/data/upload//gluten-sensitivity.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA RAGAZZA ARMENA CHE PIANGE LACRIME DI CRISTALLO

Post n°3707 pubblicato il 27 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

 

Satenika, originaria del villaggio di Spandaryan, in Armenia, ogni giorno piange fino a 50 lacrime solide, che risultano simili a dei piccoli cristalli. Ma chi crede che sia una fortuna, si sbaglia. "È un inferno", sostiene infatti la ragazza, che spiega i dolori e i problemi legati allo strano fenomeno. Al Mirror, la 22enne ha raccontato la scoperta: "Ero dal dentista e sembrava che la polvere mi fosse entrata negli occhi. Mi ha fatto male. Sono andata dall’oculista e alcuni cristalli mi sono stati tolti dagli occhi. All’inizio i farmaci sembravano aiutare, ma ora le lacrime di cristallo sono più frequenti".

Il suo caso è stato studiato da diversi medici, che hanno anche fatto analizzare le lacrime di cristallo di Satenika. Fino ad ora, però, nessuno specialista ha capito quale sia il motivo che induce lo strano fenomeno. L'unico ad aver ipotizzato una spiegazione è l'oftalmologo russo Tatyana Shilova, che ha spiegato la rarità della patologia della ragazza, dovuta probabilmente all'aumento di sale nelle lacrime. Queste, infatti, sono composte da proteine, grassi, sale e microelementi. Se il sale aumenta, può causare la cristallizzazione e le proteine possono aumentare la densità. Il problema, però, è che i cristalli possono comparire anche altrove, nel fegato, nei reni e depositarsi negli organi: "Questo è pericoloso e richiede un'ulteriore indagine".

Satenika dovrebbe andare all'estero, per incontrare altri specialisti che possano aiutarla, ma la sua famiglia non può permetterselo. Nel frattempo, però, il caso viene studiato anche dalla sanità armena, sotto la supervisione del viceministro della Sanità: "Abbiamo in programma un altro incontro con Satenika con l’obiettivo di raccogliere ulteriori informazioni. Cercheremo di capire cosa sta succedendo alla paziente".

 


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DONNA AFRICANA DOPO IL PARTO CHIEDE DI NUOVO L'INFIBULAZIONE

Post n°3706 pubblicato il 25 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Amina ha 20 anni, è arrivata da poco nel nostro Paese dall'Africa. La visita dal medico in un ambulatorio della provincia di Treviso(Veneto) rivela una verità sconvolgente: i suoi organi genitali sono stati tagliati e poi ricuciti malamente. E' la pratica tribale dell'infibulazione(foto) con escissione che coinvolge milioni di donne al Mondo. Consente i rapporti sessuali, seppur dolorosi, ma nel parto si rischia la vita. Il medico la convince a riaprire la ferita per far nascere il bimbo e tentare di ricostruire in qualche modo la vagina martoriata. Dopo il parto, però, la donna chiede di tornare come prima, infibulata, forse sotto pressione del marito o sotto l'influsso di tradizioni millenarie che cozzano con il nostro Ordinamento Giuridico, con la Civiltà, con il buon senso. Difatti il medico si rifiuta. Le mutilazioni genitali che coinvolgono oltre 200 milioni di bambine e donne in 30 Paesi tra Africa, Medio Oriente e Asia stanno diventando un fenomeno crescente anche da noi. Lo testimoniano i casi emersi negli ospedali, nei consultori e nelle scuole. Raprresentano la punta di un iceberg, un tabù difficile da infrangere.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NELL'ULTIMO DECENNIO SONO AUMENTATE LE PERSONE CHE HANNO RAGGIUNTO E ANCHE SUPERATO IL SECOLO D'ETà

Post n°3705 pubblicato il 23 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Sono i custodi di due secoli e di due millenni. Sono sopravvissuti a due guerre mondiali e agli anni del terrorismo. Hanno visto l'uomo andare sull'Everest e sulla Luna. Gli Azzurri vincere 4 volte i Mondiali, cambiare i Papi, da Pio XI fino a Francesco, e talmente tanti governi che non basterebbe un pomeriggio di racconti sul divano per ricordarli tutti. Quanta vita c'è nei centenari d'Italia  inossidabili uomini e donne che negli ultimi 10 anni(2009-2019) sono aumentati da 11 mila a oltre 14 mila. I dati:I supercentenari, oltre i 110 anni, vivi, al 1°gennaio 2019 sono 21, più che raddoppiati rispetto al 2009 quando se ne contavano 10 evidenzia il Rapporto"Cent'anni e non sentirli"pubblicato dall'Istat. Alla stessa data sono 14.456 le persone residenti in Italia che hanno compiuto il secolo di vita, donne nell'84% dei casi, a conferma di una predominanza femminile nelle età estreme della popolazione. La maggior parte dei centenari risiede nel Nord Italia. Tra quelli di oltre 105 anni,(338)risiedono  o hanno risieduto nel Nordovest, 225 nel Nordest, 207 al centro, 230 al Sud e 112 nelle Isole. La Regione con il Rapporto più alto tra grandi anziani e totale della popolazione è la Liguria, 3,3 ogni centomila, seguita dal Friuli Venezia Giulia 3, Molise 2,6, ma si vive a lungo anche in Lombardia. Numeri che nel loro insieme ci pongono al top nel panorama Europeo insieme con la Francia, sottolinea l'Istat. Siamo un Paese sempre più vecchio, però questa è una partita che spetta al welfare e alla politica, noi ci limitiamo a fare gli auguri ai nostri "nonni".

https://www.istat.it/it/files//2019/07/Info100-ITA.png

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A ROMA è MODA DEL MAIALE AL GUINZAGLIO

Post n°3704 pubblicato il 20 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 


 

Il suo nome ormai è sulla bocca di tutti. Eppure Dior, il maialino più paparazzato della Capitale, è venuto al mondo come i suoi simili: lontano da flash e clamore, in una fattoria qualsiasi.

 

E proprio come gli altri sembrava destinato ad una fine scontata. Che si fosse trattato di braciole o salsicce poco cambia, il porcellino non avrebbe comunque avuto scampo. Le cose della vita, però, non sempre seguono percorsi lineari. E per Dior il rovescio della sorte ha significato salvezza e popolarità. Tutto questo grazie alla sua mamma adottiva, Paola, che lo ha accolto in casa come fosse un cane.

“Quando l’ho adottato era grande come uno smartphone”, ricorda scorrendo le foto del porcellino in fasce. Da allora è passato quasi un anno e quel fagottino rosa è arrivato a pesare cinquanta chili. Impossibile non accorgersi di lui. Sono iniziati così i primi avvistamenti in giro per le strade della Capitale, documentati da scatti e video rubati che hanno fatto il giro del web. L’ultimo in ordine di tempo è di un paio di giorni fa ed è rimbalzato dalla rete ai principali quotidiani. “Era una giornata orrenda, mi si era fermata la macchina mentre portavo Dior a villa Borghese ed ero alla disperata ricerca di un meccanico”, ricorda Paola. “Ad un certo punto – prosegue – un ragazzo mi si è accostato con l’auto ed ha preso a filmarmi, mi ha fatto mille domande ed aveva un atteggiamento canzonatorio”. Inutile dire che il filmato è finito su pagine come Welcome to Favelas e Roma fa Schifo.

Paola non si è scomposta: le attenzioni (anche quando non sono gradite) fanno parte del gioco. “È chiaro che vedere un maiale al guinzaglio desta stupore, quando ho iniziato questo percorso l’ho messo in conto”. L’autoironia è l’ingrediente necessario per sopravvivere. Lei ne ha da vendere. Non a caso ha scelto un nome che evoca eleganza e classe per il suo porcellino. “In realtà – ci svela – glielo hanno dato le commesse della maison una volta che sono entrata con lui nel trasportino”. Ma attenzione, questo non accade sempre. “Non possiamo entrare dappertutto – spiega la donna – anche nei locali dove i cani sono ammessi non è detto che Dior possa accedere”. Ed è su questo punto che Paola batte. La domanda è: perché i cani sì ed i porcelli no? Quello che rivendica è “il diritto di scegliere quale animale mettersi a casa”. Un problema non proprio di lana caprina se si considera che il fenomeno interessa ormai migliaia di persone in tutta Italia.

“Non ci sono solo io, sono sempre di più – ricorda la donna – quelli che scelgono il maiale come animale domestico”. Solo nel gruppo Paciokland (uno dei tanti che riunisce gli appassionati del genere) ci sono più di 4mila membri. Daisy, Alcide e Pesca sono gli ultimi porcellini approdati nella community e nelle rispettive famiglie. Nelle immagini postate dai loro padroni vengono raffigurati in ambienti domestici, mentre mangiano, dormono o fanno il bagnetto. Come fossero cuccioli di cane, gatto o furetto. Eppure per loro non esiste un’anagrafe, se non quella riservata alle aziende che iscrivono i capi destinati al macello. “Siamo costretti a vivere da fuorilegge e in caso di controlli – spiega Paola – il rischio è che l’animale venga sequestrato e abbattuto”. "Ma se facessero una cosa del genere - aggiunge - dovrebbero abbattere prima tutti noi".

http://www.ilgiornale.it/sites/default/files/styles/large/public/foto/2019/09/19/1568892704-progetto-1080.00-00-35-13.immagine001.jpg

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COSA SUCCEDE SE GLI HACKER PRENDONO DI MIRA IL CONTATORE DI CASA?

Post n°3703 pubblicato il 19 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

 Il recente Report Internet of Things in the Cybercrime Underground, accuratamente predisposto dai Ricercatori di Trend Micro, permette di vedere cosa stanno combinando gli hacker che si muovono nelle profondità della Rete. Il documento, particolarmente suggestivo, è il frutto di un meticoloso monitoraggio di quel che si dice nei forum telematici di chi alla superficie di Internet preferisce il Deep Web e la riservatezza degli anfratti meno frequenti e poco accessibili della connettività quotidiana. L'aver scandagliato discussioni in lingua russa, araba, inglese, spagnola e portoghese, ha permesso di individuare interessi, tendenze e orientamenti dei pirati hi-tech. Tra i bersagli spiccano i moderni contatori intelligenti impiegati per la misurazione dei consumi di energia elettrica, acqua e gas. Tra i turbolenti animatori dei ritrovi virtuali underground ci sono numerosi pirati informatici della grande Madre Russia, solleticati dal provvedimento legislativo che da quelle parti ha stabilito la sostituzione dei contatori tradizionali con "Smart Meters"collegati ad Internet e controllabili da remoto per esigenze sia tecniche sia amministrative. Emerge un quadro poco rassicurante, e non solo per chi eroga energia e teme di essere deufradato. Non sono più in gioco i semplici addebiti ai singoli utenti, le preoccupazioni vanno ben oltre e si estendono all'insieme delle operazioni che è possibile compiere su quei sofisticati aggeggi. Se l'accesso indebito e l'intervento fraudolento sui contatori fosse mirato all'interruzione dell'erogazione del servizio, le conseguenze si rileverebbero a dir poco drammatiche. Il pensiero che gli hacker abbiano la possibilità di interferire con le nostre più elementari caratteristiche del vivere quotidiano:cosa succede se qualcuno stacca la luce ad una utenza cui sono collegati apparati medicali che anche a casa svolgono indispensabili funzioni vitali per chi sta attaccato ad una macchina per sopravvivere?


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Buon Mercoledi

Post n°3702 pubblicato il 18 Settembre 2019 da dolcesettembre.1

https://i.pinimg.com/564x/12/df/e9/12dfe94756a9da337846cdfd0b1f8e43.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IN ITALIA I MORTI SUL LAVORO SONO AUMENTATI, SONO TRE AL GIORNO

Post n°3701 pubblicato il 16 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Precipitati dal tetto di un capannone, incastrati tra i rulli di un macchinario, folgorati da scariche elettriche, annegati dopo essere caduti in una vasca agricola. Sono tante le dinamiche di quella che i Sindacati hanno iniziato a chiamare la "strage inaccettabile". Ed è difficile dar loro torto sull'utilizzo del termine guardando ai numeri. Da gennaio a luglio del 2019, in Italia, 599 persone sono morte mentre si trovavano sul posto di lavoro, sono 3 vittime al giorno senza considerare gli incidenti gravi, commenta Rossana Dettori, responsabile nazionale della sicurezza sul lavoro per la Cgil. L'ultimo rapporto Inail, pubblicato in agosto, dice che le vittime nei primi 7 mesi del 2019 sono state 12 in più rispetto allo stesso periodo del 2018, con un aumento del 2%. In questo conteggio non rientrano i milioni di lavoratori di categorie non coperte da Assicurazione Inail come i Vigili del Fuoco. Tantissimi lavoratori stranieri, poco informati sui loro diritti, spesso non denunciano, sono impiegati in settori molto a rischio come l'agroalimentare e l'edilizia. L'agricoltura ha visto aumentare più di tutti il numero di denunce nel 2019: + 22(da 56 a 78) a fronte di 10 casi in meno nell'industria e servizi,(da 522 a 512). Ad aumentare, pur rimanendo molto basse, sono anche le denunce di infortuni mortali per lavoratori comunitari,(da 29a 40) ed extracomunitari,(da 64 a 71), mentre tra gli italiani si registrano 6 casi in meno.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BATTERIO NEW DELHI:L'ITALIA è TRA I PAESI CON TASSI PIù ELEVATI DI MORTE PER QUESTO FENOMENO

Post n°3700 pubblicato il 13 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Il New Delhi è un ceppo nuovo di Klebsiella, un batterio multiresistente ai farmaci che in passato ha colpito tanti nostri ospedali. Questi microrganismi si trasmettono attraverso le mani degli operatori sanitari o procedure mediche invasive, ferite, il contatto con dispositivi medici infetti o feci dei pazienti colonizzati. Anche un paziente che passa da un ospedale all'altro lo può diffondere, ha spiegato Giovanni Rezza, direttore del dipartimento Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità(Iss). I reparti più esposti al rischio contagio sono le Terapie Intensive dove i malati sono più fragili ed hanno le Difese Immunitarie molto basse. La minaccia dei Batteri Killer è molto seria da noi. L'Italia è tra i paesi europei con Tassi più elevati di Antibiotico-Resistenza e con il primato di morti per questo fenomeno:oltre 10 mila ogni anno su 33 mila circa secondo i Dati del Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle malattie. Impressionante anche il numero delle infezioni batteriche che rendono inefficaci gli antibiotici:200 mila ogni anno soltanto nei nostri ospedali, e 640 mila se consideriamo tutta l'Unione Europea. In Toscana, in meno di un anno ha già causato 31 morti e infettato 75 pazienti.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ACQUE RADIOATTIVE SARANNO VERSATE IN MARE?

Post n°3699 pubblicato il 11 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Il Ministro Giapponese dell'Ambiente Yoshiaki Harada, ha detto che per la Tepco, gestore della centrale nucleare di Fukushima danneggiata pesantemente dal terremoto del marzo 2011, non c'è altra soluzione che smaltire l'acqua radioattiva trattata nella Centrale, nell'Oceano Pacifico, aggiungendo in una Conferenza Stampa, che non c'è altra soluzione che liberarla e diluirla, precisando di parlare a titolo personale ma che della questione se ne occuperà il Governo. La Centrale Daichi(foto) fu colpita dall'onda devastante dello tsunami e successivamente dall'esplosione di Idrogeno, con il rilascio di materiale radioattivo nelle Unità 1, 2, e 3. Secondo gli esperti, servirebbero 7 anni e 4 mesi per riversare le acque contaminate in modo che si diluiscano, con un costo stimato pari a 28 milioni di euro. Ogni giorno, vengono usati oltre 200 metri cubi di acqua per raffreddare i reattori danneggiati ed evitare che fondano e producano nuove fughe di materiale radioattivo. L'acqua però rimane debolmente radioattiva e deve essere stoccata in appositi serbatoi(quelli azzurri che si vedono nella foto) costruiti sul Sito dell'impianto. Attualmente nulla è stato deciso per diluire queste acque in mare, perchè le concentrazioni di Trizio e altre sostanze radioattive sono al di là dei limiti."Bisogna rispettare standard internazionali prima di poter rovesciare in mare le acque". Ha dichiarato una Fonte Ministeriale. Si stima che ci vorranno 17 anni perchè questa contaminazione radioattiva sia abbastanza diluita per raggiungere un livello sicuro. E' un problema che riguarda il Mondo intero.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL DINOSAURO TESTIMONE DI NOZZE

Post n°3698 pubblicato il 09 Settembre 2019 da dolcesettembre.1
 

Il curioso avvenimento lo racconta Fox13News. La sorella della sposa doveva fare da damigella d'onore al matrimonio,che le aveva detto di vestirsi come voleva, e chissà se si aspettava la mise scelta dalla sorella. Quest'ultima si è presentata alla cerimonia vestita con un costume da dinosauro,il T-Rex. Ma come l'avrà presa la sposa?"Molto bene",ha commentato su Facebook.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

-

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
 

.

 

http://sweetmoments.altervista.org/images/gif_animate_cuori_glitter_16.gif

http://img3.dreamies.de/img/118/b/nxynipkn4w2.gif

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/t1/p370x247/1554612_796185940397325_381389677_n.jpg

http://image.blingee.com/images15/content/output/000/000/000/4d7/350154086_1041299.gif?4

https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/10942755_748864338541508_7209471204533447425_n.jpg?oh=6ab6d3c7efca3405a06425d74420ead8&oe=555B9329


 

Donna

Mentre urli alla tua donna

sappi che c'è un uomo

che dedidera parlarle all'orecchio.

Mentre la umili,

insulti,sminuisci,

sappi che c'è un uomo

che la corteggia

e le ricorda

che è una gran donna.

Mentre la violenti,

sappi che c'è un uomo

che desidera

fare l'amore con lei.

Mentre la fai piangere,

sappi che c'è un uomo

che le ruba sorrisi.

VIVA LE DONNE

MERAVIGLIE DELL'UNIVERSO!!   

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://digilander.libero.it/alleportedelsole/6fkg70j.gif

http://digilander.libero.it/cieli/cat_walking2-ani.gif

 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31