Creato da dolcesettembre.1 il 19/10/2010
notizie choc, curiose,strane,assurde, incredibili, dall'Italia e dal mondo

.

 

http://oi56.tinypic.com/2ijp5hi.jpg

http://i49.tinypic.com/2ljt1kk.jpg

http://img96.imageshack.us/img96/125/miao.gif

http://digilander.libero.it/trinity.dd/2355064frf7mnnteh.gif

 

https://lh3.googleusercontent.com/-N3fuTS3eNds/WFBiEqOzX3I/AAAAAAACBvM/fVS3rvBomyIh1jG4LjLf0HUXl0VCWlNnwCJoC/w500-h420/5802804_30273.gif

 

.

http://www.youanimal.it/wp-content/uploads/2013/06/531157_343825179046881_1933952483_n-480x330.jpg

http://4.bp.blogspot.com/-QUS02886ubs/UlDnVDY1DVI/AAAAAAAAF-M/IjWTaJbdE2k/s1600/Pink+Roses.gif

http://3.bp.blogspot.com/-OI1ulCO9M0k/UkAlbbkUOuI/AAAAAAAAFr8/--OFyb0ypTA/s1600/Funny+Baby.gif

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13321610_551590478381718_3894659090394924886_n.jpg?oh=e6d007fb1fb13b0ae5412919c92dad1a&oe=57C2D1DD

 

.

http://www.gifandgif.com/gif_animate/Gatti/Animali%20-%20Gatti%20%284%29.gif

http://www.lucianabartolini.net/gif/cavalli/cavallo-puledro.gif

 

 

 

 

Alda Merini

E' necessario

che una donna

lasci un segno

della propria anima

ad un uomo...di sè,

perchè a fare l'amore

siamo brave tutte.

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://www.umnet.com/pic/diy/screensaver/8%5Clove-candle-85550.gif

http://img87.imageshack.us/img87/3548/etoile0473ljqp8jv4.gif

https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-frc1/s403x403/1620521_739979402681798_1832568084_n.jpg


https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/p480x480/943149_453236554767471_656482959_n.jpg

http://i1112.photobucket.com/albums/k498/acop84/CrazyDiamond_zps0865da39.gif

 
Citazioni nei Blog Amici: 82
 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESApinti2004e_d_e_l_w_e_i_s_snina.monamourmediapentest0401apungi1950_2casillolegumidolcesettembre.1the_oracle73mirella.donadiog1b9jimi761vmulinoelyravgabbiano642014
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

IL LAVAPIATTI IN ITALIA NO,MA A LONDRA E' CHIC

Post n°3548 pubblicato il 20 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

Non solo cervelli, sono in fuga dall'Iitalia anche tante braccia. Tra gli Italiani che scelgono di cercare lavoro all'estero, infatti, almeno uno su due trova impieghi come bracciante, operaio o lavapiatti: circa 150 mila persone all'anno. lavori che in Italia non vengono presi in considerazione, perchè spesso non adeguati al livello di istruzione. All'estero assumono tutto un altro aspetto: da lì si spera di far carriera. Negli ultimi 10 anni, secondo dati Istat, gli emigrati Italiani sono passati dai 36 mila del 2007 ai quasi 120 mila del 2016: un fenomeno triplicato. Sono circa 81 mila gli Italiani adulti che si sono cancellati dall'Anagrafe nel 2016, e la maggior parte ha tra i 25 e i 39 anni: circa 38 mila persone. Uno su tre, il 28,5% ha una laurea. Secondo il Centro di Ricerche Idos, il numero andrebbe moltiplicato due volte e mezzo: circa 300 mila persone. Il migrante subisce da sempre una discesa sociale come accade ad esempio in Italia con i fornai Egiziani spesso laureati. In un Paese straniero si accettano lavori non adeguati al livello di istruzione perchè c'è l'aspettativa di far carriera. Accade che il giovane laureato vada a fare il barista a Londra, accettando di vivere in affitto in stanze sovrafollate, ma non lo farebbe mai nella provincia Italiana, o che vada a scaricare cassette di pesce in Australia, aderendo a progetti specifici che gli permettono di restare lì per un anno. Nel frattempo si fa esperienza e si spera di trovare lavori qualificati. Qualcosa come 150 mila persone l'anno. Gli stipendi? Sono più alti rispetto a quelli italiani, sopratutto nel Regno Unito, ma poi la vita costa di più. Quindi, l'unico vantaggio, ancora una volta, è l'apprendimento della Lingua e la possibilità di far carriera. Un aspetto da non sottovalutare, visto che in Italia non c'è.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MEDICO PULIVA LE SEPPIE IN UN BAGNO DELL'OSPEDALE

Post n°3547 pubblicato il 17 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

E' costato caro a un professionista dell'ospedale di Praia a Mare(Cosenza), è stato licenziato. Il medico, aveva acquistato delle seppie ed ha pensato bene di portarle in un bagno del nosocomio e, utilizzando un lavandino, provvedere a pulirle in modo da poterle portare a casa pronte per essere cucinate. Qualcuno però l'ha filmato con un cellulare ed ha postato il video in Rete. Del comportamento del sanitario è venuta così a conoscenza la Direzione dell'azienda sanitaria provinciale di Cosenza che ha deciso di non rinnovare il rapporto di convenzione che legava all'ente sanitario il medico protagonista. Il licenziamento è stato reso noto con un comunicato dalla stessa Asp.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PESTATO DAI COMPAGNI IN ORATORIO PERCHè TIFA MILAN

Post n°3546 pubblicato il 14 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

Cinque giorni di ricovero con una costola danneggiata.Vittima di un pestaggio di gruppo da parte dei compagni del Centro Estivo, 13 ragazzi tra i 7 e 13 anni lo hanno riempito di calci e pugni fino a lasciarlo a terra. Il pretesto ha dell'incredibile: la fede rossonera di un ragazzo appena 11enne. L'episodio, riportato dal Il Giorno, è avvenuto in un oratorio alla periferia di Cologno Monzese, a nord di Milano. All'ospedale Bassini di Cologno il ragazzo è stato preso in cura da uno psicologo e la famiglia denuncerà l'aggressione ai Carabinieri.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SI STENDE SUI BINARI PER SUICIDARSI MA IL TRENO LE PASSA SOPRA SENZA UCCIDERLA

Post n°3545 pubblicato il 13 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

Aveva litigato al telefono col fidanzato e presa dalla disperazione ha superato la sbarra del passaggio a livello e si è stesa sui binari aspettando l'arrivo del treno regionale. E' successo ieri nel tardo pomeriggio a Vedelago(Treviso), lungo la tratta Castelfranco-Istrana.Il convoglio le è letteralmente passato sopra sfiorandola. La giovane di 17 anni ha riportato solo una lieve ferita ad un ginocchio e tanto spavento.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CERCASI ACCAREZZATORE DI GATTI IN UN'ISOLA GRECA:35 MILA CANDIDATI

Post n°3544 pubblicato il 10 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

"Accarezzatore di gatti cercasi. Piccolo stipendio ma alloggio gratuito con vista mare sull'isola Greca di Siro, nell'Egeo". Fare le coccole a 50 mici per 4 ore al giorno che per questo singolare "lavoro" sono arrivate le domande di 35 mila candidati in un mese da 83 Paesi diversi. Il Web è impazzito seppur in fondo all'annuncio si precisava una remunerazione modesta ma in compenso la possibilità di vivere una vita diversa per 4 persone mentre guardano e accarezzano i gatti. Il "lavoro" inizierà a Novembre prossimo.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SUI SOCIAL SCOPPIA LA" GUERRA" DELLE PATATINE FRITTE

Post n°3543 pubblicato il 07 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

In Italiano non ci facciamo troppi problemi: le patatine fritte sono quelle tagliate a bastoncino che servono al ristorante o nei fast food, le patatine sono quelle che stanno nel sacchetto. Nei vari Paesi anglosassoni, invece, con i medesimi termini si intendono formati ben diversi. Non sembrerebbe un grosso problema, ma è bastato che un utente pubblicasse un tweet con le sue definizioni di patatina per far scoppiare una "guerra" internazionale sui social. Come segnalato dall'Indipendent, le tre tipologie e rispettivi nomi delle patatine nel Regno Unito sono: Chips per le patatine corte e larghe, Fries, per quelle lunghe e strette, e Crips, per gli snak in sacchetto. I più accaniti sull'argomento sembrano essere gli Americani: negli Stati Uniti le patatine sono definite rispettivamente, steak fries, french fries e chips. Gli Australiani le chiamano tutte chips senza distinzioni. Non esattamente a prova di errore quando si ordina il contorno al ristorante, ma senza dubbio una soluzione facile.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

STRAGE DI ELEFANTI PIù GRAVE DEGLI ULTIMI ANNI

Post n°3542 pubblicato il 06 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

I corpi di 87 elefanti sono stati rinvenuti dagli operatori di Elephants Without Borders, in Botswana, nell'area del Delta dell'Okavango. La macabra scoperta durante uno dei rilevamenti aerei che l'associazione tiene periodicamente per non disturbare gli animali. E' la più grande strage di elefanti di sempre registrata nel Paese. Le carcasse, molte delle quali nascoste dai bracconieri sotto la vegetazione, erano state private delle zanne e in diversi casi addirittura delle zampe. Le uccisioni, in base ai primi rilievi, risultano essere state effettuate in momenti diversi perchè alcuni esemplari presentavano segni più recenti di decomposizione. Secondo il censimento del 2015, risulta che, soltanto negli ultimi 10 anni, sono migliaia gli esemplari uccisi, pari ad un terzo dei circa 350.000 elefanti presenti nel continente. Moltissimi di questi soltanto in Tanzania. Dal 2007 al 2014 ne sono scomparsi oltre 144.000. Tutto grazie alla richiesta continua di avorio che arriva dai Paesi del Sud Est Asiatico come Vietnam, Cina e Thailandia. Il fenomeno del bracconaggio sta portando gli elefanti in una crisi mai registrata da decenni. In Botswana c'è la più grande popolazione di elefanti del Mondo e per i bracconieri la stagione della caccia è purtroppo ancora aperta.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ROMA: ABBANDONANO IN STRADA L'ARREDAMENTO DELLA CASA

Post n°3541 pubblicato il 03 Settembre 2018 da dolcesettembre.1
 

Scambiare la strada per una discarica a cielo aperto, e riempire un angolo della capitale di rifiuti. Vecchi mobili ed elettrodomestici. Succede in via del Torraccio al quartiere di Villa Verde a Roma, dove da giorni al bordo della strada staziona un intero salone arredato composto da divano, poltrone e mobili vari accompagnati da un televisore, un frigorifero, vestiario, suppellettili e altri oggetti che arredavano la casa di soggetti incivili. A denunciare il degrado è il Codacons che chiama in causa l'immobilismo dell'Ama e ricorda ai cittadini che possono aderire ad un'azione specifica:(https:/codacons.it/azione-rifiuti-roma-agisci-la-restituzione-delle-somme-percepite-illegalmente-dallama/) per chiedere al Comune di Roma e all'Ama stessa la restituzione di quanto versato per la tassa rifiuti ma non dovuto, a causa dei disservizi gravi e protratti nella gestione della raccolta dei rifiuti nella zona di residenza. "Da giorni, i cittadini del quartiere sono costretti ad assistere a questo scempio senza che nessuno intervenga" spiega il presidente Carlo Rienzi,"L'amministrazione ha il dovere di intervenire, non solo per rimuovere i rifiuti, ma anche per individuare i responsabili del danno creato all'ambiente e ai residenti".


https://foto.ilmessaggero.it/photogallery_img/MED/81/12/3948112_3.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MANGIA SUSHI E SI SCATENA UNA REAZIONE ALLERGICA.MANO AMPUTATA

Post n°3540 pubblicato il 31 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Mangia sushi e si ritrova con una mano amputata. E' accaduto ad un Sudcoreano di 71 anni. E' stato ricoverato d'urgenza in ospedale dopo aver mangiato pesce crudo in un ristorante. Ha rischiato la vita, e i medici per salvarlo hanno dovuto amputargli la mano. Lo riporta il New England Journal Medicine, che racconta la dinamica di una storia incredibile capitata a Jeonju, Corea del Sud. Dopo 12 ore aver mangiato sushi al ristorante, la mano dell'uomo ha iniziato a gonfiarsi oltre ogni misura, con la comparsa di vesciche e lividi. L'nfezione che gli hanno diagnosticato si chiama Vibrosi, causata dal batterio Vibrio Vulnificus che si contrae proprio mangiando pesce crudo non controllato. L'uomo ha anche accusato febbre molto alta.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALPINISTA SCOMPARSA 31 ANNI FA SU UN GHIACCIAIO RITROVATA MUMMIFICATA

Post n°3539 pubblicato il 30 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Elena Basykina, ritrovata a 31 anni dalla scomparsa, mummificata, incastonata nel ghiacciaio a 4.200 metri di altezza sulla via che porta alla cima del monte Elbrus, il più alto della Russia. E' la prima risposta ad uno dei più angoscianti e duraturi Gialli nella storia dell'alpinismo. I resti mummificati della donna, confermano la tesi dell'incidente: lei e i suoi 5 compagni di scalata del club dei turisti di Lenin vennero probabilmente travolti da una slavina. Senza esito le lunghe ricerche dell'epoca, quando a Mosca regnava Gorbaciov sull'allora Unione Sovietica. La mancanza anche della più piccola traccia della comitiva fece così ipotizzare il rapimento da parte di gruppi Indipendentisti attivi in quella allora turbolenta zona del Caucaso al confine con la Georgia. Uno scenario, racconta la Komsomol'skaja Pravda, che rendeva ancora più forte il dolore dei famigliari, macerati dall'assenza di notizie, tanto che la madre dell'alpinista si ammalò, non si riprese più fino a morirne. Nei giorni scorsi, la scoperta casuale da parte di un gruppo di apinisti di rientro dalla scalata dell'Elbrus, alto 5.642 metri. Immediata l'identificazione della donna che dentro ad una tasca dello zaino che portava in spalla è stato trovato il passaporto. Sono in corso le ricerche dei 5 compagni di scalata della donna.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PONTE MORANDI: I SENSORI PRIMA DEL CROLLO,SPARITI DA VENTIDUE ANNI

Post n°3538 pubblicato il 27 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

https://www.liberoquotidiano.it/resizer/610/-1/true/1535277257208.jpg--ponte_morandi__la_porcheria_tutta_italiana_sui_sensori_prima_del_crollo__spariti_da_22_anni.jpg?1535277358000

 

Quel che è certo da quanto emerge di giorno in giorno sul Ponte Morandi è che l'incuria nella manutenzione della struttura l'ha fatta da padrona. Un malvezzo durato per decenni, dimostrato da casi come quello ricostruito da Repubblica che risale al 1993, quando sono terminati i lavori di rinforzo degli stralli della pila 11. I tecnici di Autostrade e delle società che avevano svolto i lavori avevano installato un sensore per monitorare anche i tiranti della pila 9, che già all'epoca presentava un evidente stato di corrosione. Peccato però che quel sistema smise di funzionare nel 1996, appena tre anni dopo, e non venne mai sostituito. I lavori svolti 26 anni fa prima del crollo del ponte di Genova erano stati un compromesso, scegliendo la strada degli stralli di rinforzo esterni alla struttura, così da non dover interrompere il traffico sul quel tratto di A10, Ipotesi sempre scartata per l'importanza che rappresenta per Genova quel collegamento. L'idea del monitoraggio con i sensori avrebbe poi permesso di conoscere lo stato di salute anche delle pile non interessate dai lavori dei primi anni 90, almeno finchè hanno funzionato."Esisteva un sistema di monitoraggio, un sensore tradizionale di rilievi di deformazione esterno dei cavi, ricorda l'ingegner Gabriele Camomilla del politecnico di Milano."Funzionava con un modem collegato ad un computer. Doveva misurare l'intensità della tensione dei cavi. Se c'è, lo troveranno tra le macerie". Quel sensore però non verrà mai trovato, perchè non esiste più da 22 anni, come conferma il professor Carmelo Gentile, che nel 1992 seguì i lavori sulla pila 11:"I sensori sul viadotto Polcevera non ci sono più. Erano collegati alla sede di Bologna che monitorava i dati. Nel 1996 vennero messi fuori servizio. Quando abbiamo eseguito, nell'Autunno scorso le nostre misurazioni, non mi risulta ve ne fossero altri".

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GLI EFFETTI DELLE RIPETUTE NOTIZIE TRAGICHE

Post n°3537 pubblicato il 24 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Già 40 anni fa la professoressa Agata Piromallo Gambardella, docente universitaria e ricercatrice, aveva lanciato il suo segnale d'allarme. Aveva analizzato i dati raccolti mediante l'osservatorio"Violenza e media sui minori" e denunciato la gravità psicologica del reiterato bombardamento di informazioni negative o violente sugli adulti e sopratutto sulla  psiche in formazione dei bambini e dei ragazzi. Infatti, l'effetto era produrre e stimolare l'adozione di atteggiamenti e comportamenti emulativi e aggressivi, o al contrario, regressivi, caraterizzati da paure, fobie e dal progressivo ritiro da Mondo reale. Chissà se gli operatori della comunicazione radiotelevisiva sono consapevoli degli ansiogeni e allarmanti effetti psicologici causati in chi assiste al martellante bollettino di cattive notizie diffuse 24 ore su 24? E chissà se tengono conto del fatto che segnalare avvenimenti e fatti di cronaca in cui prevalgono in assoluto le violenze, gli abusi, i delitti, gli incidenti, le disgrazie, i fallimenti, le guerre e le catastrofi provocate anche dagli uomini produce ed enfatizza paure, insicurezze, sconforto, ansia e dubbi sul futuro personale e dell'umanità. Proprio il rincorrersi di questi sconvolgenti fatti di cronaca invade ogni spazio dell'informazione, lasciando ben poca luce alla speranza, alle buone notizie, ai successi dell'ingegno umano, alla gioia, alla fiducia.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NELL'AMBRA SPUNTANO I FORMICALEONI FEROCI INSETTI ESTINTI CENTO MILIONI DI ANNI FA

Post n°3536 pubblicato il 23 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Come i dinosauri, ecco la storia dei formicaleoni, insetti dalla bizzarra morfologia vissuti oltre 100 milioni di anni fa, nell'era del cosiddetto Cretaceo medio, che ora tornano alla ribalta grazie ad una scoperta. In alcuni esemplari di Ambra naturale pietrificata, trovata nell'area settentrionale del Myanmar(ex Birmania), un team di ricercatori dell'università degli Studi di Genova, ha ritrovato larve fossili di formicaleoni estinti,(Foto). Non si tratta di semplici zanzare rimaste intrappolate


  nell'Ambra, si parla delle terrificanti forme delle voraci larve di formicaleone che dotate di potenti mandibole cave come aghi da siringa, potevano serrarsi a scatto sulla preda, perforandola e succhiandone i tessuti. Un aspetto completamente diverso rispetto all'insetto adulto che cambiava fisionomia divenendo un insetto delicato, dalle grandi e spesso colorate ali che ricordano, per le fitte nervature un sofisticato merletto.(foto) Lo studio getta così
nuova luce sulla storia evolutiva, oltre che sulle temibili strategie di caccia di questi insetti. I risultati, suggeriscono che, durante il Cretaceo, forme moderne e tutt'ora presenti sulla Terra, vivessero insieme a forme arcaiche che non hanno lasciato discendenti moderni.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ANTIBIOTICO-RESISTENZA, IN ITALIA 7 MILA VITTIME DEI BATTERI OGNI ANNO

Post n°3535 pubblicato il 20 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Se la morte del neonato agli Spedali Civili di Brescia, causata da un batterio killer resistente agli antibiotici, poteva essere una tragedia evitabile sarà la Magistratura a stabilirlo. Intanto, quello che è certo è che il nostro Paese è tra quelli in Europa con i livelli più alti di antibiotico-resistenza, e il terzo per consumo di antibiotici. Ne usiamo troppi e male."Gli antibiotici sono armi potenti, vanno usati con moltissima cautela, avverte Pierluigi Viale, a capo del reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna."Se li prendiamo quando non servono oppure se sbagliamo o interrompiamo la terapia aumentano le resistenze dei batteri al farmaco. Quando usiamo gli antibiotici interagiamo con tutti i batteri presenti nel nostro organismo, non solo con quelli patogeni. Se noi alteriamo questo ecosistema, selezioniamo quelli resistenti". I super batteri multiresistenti ai farmaci oggi rappresentano una minaccia per la salute di tutto il Mondo finita sul tavolo all'Onu che stima 500 mila casi di infezioni antibioticoresistenti, un numero che potrebbe essere molto più grande visto che ad oggi sono disponibili i dati solo di 22 Paesi. Le vittime, secondo European centre for disease control sono 700 mila l'anno, di cui 99 mila negli Stati Uniti, e 25 mila in Europa. In Italia, le infezioni da germi multiresistenti uccidono più degli incidenti stradali: 7 mila morti contro i 3.378(dato 2017), oltre il doppio. Lo scorso Novembre, con imbarazzante ritardo rispetto al resto dei Paesi dell'Ue, anche noi ci siamo dotati di un Piano Nazionale per contrastare questa emergenza. L'obiettivo è ridurre entro il 2020 del 10% l'uso territoriale degli antibiotici,del 5% quello negli ospedali e del 30% quello in ambito veterinario.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL CAFFè ITALIANO ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Post n°3534 pubblicato il 17 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Ancora prima di berlo possiamo già gustare un buon caffè inebriandoci con il suo aroma. Quell'aroma che al mattino presto, dalla moka borbottante, si propaga in casa e riesce a tirar giù dal letto anche i più pigri. Il caffè non è soltanto buono, ma è anche un potente alleato nei momenti di stanchezza, perchè, e questo lo dice la Scienza, arriva al cervello e si lega ai recettori che ricevono l'Adenosina, sostanza chimica prodotta dall'organismo che induce sonnolenza, inibendola. E se qualche anno fa, gli amanti di questa bevanda avevano temuto facesse male al cuore e alla salute, sono stati rassicurati dalla Scienza: se non si superano le 3 tazzine al giorno è tutto a posto. Sarà forse per questo che sta primeggiando un pò in tutto il Mondo su altre bevande? Noi Italiani siamo tra quelli capaci di fare un ottimo caffè."Il nostro Espresso è apprezzato anche all'estero, tanto che l'Italia è il terzo esportatore dopo Stati Uniti e Germania. Molti bar e ristoranti in giro per il Mondo richiedono personale che sappia fare il caffè Italiano." Dice Carlo Odello, degustatore di caffè e docente dell'Iac,(Istituto internazionale assaggiatori di caffè).
http://www.caffe.it/wp-content/uploads/2016/02/caffe-it_moka.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

RABBIA INCONTROLLATA DI UN ROM IN SPIAGGIA

Post n°3532 pubblicato il 13 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

I bagnanti gli negano l'elemosina e il Rom per rabbia spacca l'attrezzatura balneare. E' successo sulla spiaggia di Levante,(Pesaro). Il giovane Rom di 25 anni si aggirava sull'arenile di ombrellone in ombrellone chiedendo l'elemosina, ma ad ogni rifiuto reagiva male e con rabbia danneggiando quello che trovava sottomano,lettini e ombrelloni, poi non soddisfatto ha iniziato con i dispetti spostando oggetti e vestiario dei bagnanti che erano in quel momento presenti. Non solo, perchè oltre ai danni ha mostrato pure i genitali dopo aver abbassato i pantaloni e insultando ripetutamente chi tentava di riprenderlo. E' stata chiamata la Polizia Municipale. La pattuglia è intervenuta immediatamente, ma il ragazzo nel frattempo si era allontanato dall'arenile rifugiandosi in una pizzeria sperando di passare inosservato. Molto nervoso e collerico è stato poi portato via dai Poliziotti per un controllo approfodito ed è satato denunciato per danneggiamenti e atti osceni in luogo pubblico.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ICTUS E PARALISI DOPO IL TRATTAMENTO DAL PARRUCCHIERE

Post n°3531 pubblicato il 10 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Doveva essere un giorno speciale, doveva uscire da quel salone di parrucchiere con un taglio e un colore nuovo di capelli grazie ad un trattamento da 200 sterline offertole da suo marito. Ne è uscita con un ictus che le ha devastato la vita fin dal primo istante, lasciandole conseguenze fisiche tali da non consentirle più di essere autosufficiente. Oggi, a due anni dall'accaduto, Adele Burns, 47enne di Glasgow, in Scozia(foto), ha deciso di portare in tribunale i responsabili del salone Rainbow Rooms chiedendo un risarcimento di un milione di sterline, visto che finora, le sue richieste sono rimaste inascoltate. Come hanno confermato anche i medici dell'ospedale in cui è stata ricoverata, durante il trattamento, durato 5 ore, ad Adele sono stati lavati i capelli per 6 volte, e ogni volta la sua testa è stata infilata con modi evidentemente non delicati, in un lavandino senza protezioni di gomma. Da quei lavaggi è uscita con un trauma al collo e un coagulo che ha impedito successivamente il normale afflusso di sangue al cervello provocando un ictus con conseguente paralisi al lato destro del volto. Nei documenti presentati in tribunale dagli avvocati, dove viene sottolineato che Adele non era fisicamente predisposta a ictus, e che nella sua famiglia d'origine non si erano mai registrati casi analoghi. Il salone viene accusato tra l'altro di negligenza visto che non le era stata assicurata una protezione per il collo durante il trattamento. Finora, Rainbow Rooms si è rifiutata di commentare la vicenda.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TRIANGOLO DELLE BERMUDA: SVELATO IL MISTERO, ECCO COSA AVVIENE

Post n°3530 pubblicato il 08 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Alcuni scienziati della University of Southampton, nel Regno Unito, sono infatti convinti di aver trovato una spiegazione alle misteriose sparizioni di alcune navi che sono passate nel tratto di Oceano Atlantico delimitato dai tre vertici del triangolo formato tra Florida, Porto Rico e le Bermuda. Spiegazione che sarebbe stata trovata nelle onde anomale di circa 30 metri di altezza che si formerebbero in quella zona, conosciuta anche come"Triangolo del diavolo". Gli scienziati hanno usato alcuni simulatori indoor per ricreare tali onde dalla "vita" brevissima, pochi minuti. Onde che sono state osservate per la prima volta da alcuni satelliti nel 1997, al largo delle Coste del Sud Africa. I ricercatori Britannici, sulla scia delle conoscenze del fenomeno, hanno così costruito un modello della USS Cyclops, nave militare Americana scomparsa in quella zona il 4 Marzo 1918, mentre era in Rotta dalle Barbados a Norfolk, in Virginia con 309 persone a bordo. Secondo quanto evidenziato dalla simulazione, a causa delle dimensioni e della forma dello scafo, non c'è voluto molto, prima che il modello dell'imbarcazione fosse "mangiato" dal muro d'acqua. In quell'area, ha raccontato un ricercatore impegnato nell'esperimento,"ci sono tempeste che si uniscono da Sud e da Nord, condizione che potrebbe creare le condizioni perfette per un'onda anomala capace di spezzare in due anche una nave delle dimensioni e della stazza della Uss Cyclops. Con un muro d'acqua di tale portata, in arrivo da ogni direzione, un'imbarcazione, se succede, può affondare in pochi minuti".


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LE VIENE IMPEDITO DI DIVORZIARE PER INFELICITà CONIUGALE

Post n°3529 pubblicato il 06 Agosto 2018 da dolcesettembre.1
 

Una signora Inglese di 68 anni, si è vista rifiutare il diritto a divorziare dal marito 80enne, nonostante dopo 40 anni di vita insieme non ne potesse più dell'infelicità che il matrimonio le aveva procurato. Per la Corte Suprema Britannica non si può divorziare anche se ogni giorno con il coniuge è una pena, se non ti piace il suono della sua voce, la sua presenza accanto a te, l'odore del suo corpo e la consistenza delle sue idee. Non si può, anche se gli anni più importanti della tua vita sono trascorsi senza amore, senza il piacere di una vicendevole e auspicabile adulta sessualità. Non si può, anche se vivere con il partner è stato di gran lunga peggiore della solitudine, che pur si deve affrontare quando ci si separa, e prima di potersi concentrare su una nuova relazione sentimentale. L'infelicità nella quale un rapporto può stagnare non è una colpa, è una disarmonia, che, in una coppia, è "a due," cosicchè, non può essere imputata ad uno solo dei due partner. Il marito della donna, infatti, non accetta di lasciarla e non vuole quel divorzio. Inoltre, non è stato un traditore, non l'ha mai picchiata, non ha mai fatto azioni a tal punto gravi da giustificare un'immediata fine del matrimonio. La donna, non chiedeva altro, se non che le fossero riconosciuti il valore e il diritto ad un ragionevole distacco, il rispetto del suo "Io non ne posso più, io non ti amo, io sono infelice". Ma la Corte Suprema Britannica non ha preso atto, ancora oggi nel 2018 del diritto alla felicità che alimenta ogni umana speranza di pace e benessere individuali e collettivi.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

.

 

http://sweetmoments.altervista.org/images/gif_animate_cuori_glitter_16.gif

http://img3.dreamies.de/img/118/b/nxynipkn4w2.gif

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/t1/p370x247/1554612_796185940397325_381389677_n.jpg

http://i37.tinypic.com/16hua37.jpg

http://image.blingee.com/images15/content/output/000/000/000/4d7/350154086_1041299.gif?4

https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/10942755_748864338541508_7209471204533447425_n.jpg?oh=6ab6d3c7efca3405a06425d74420ead8&oe=555B9329


 

Donna

Mentre urli alla tua donna

sappi che c'è un uomo

che dedidera parlarle all'orecchio.

Mentre la umili,

insulti,sminuisci,

sappi che c'è un uomo

che la corteggia

e le ricorda

che è una gran donna.

Mentre la violenti,

sappi che c'è un uomo

che desidera

fare l'amore con lei.

Mentre la fai piangere,

sappi che c'è un uomo

che le ruba sorrisi.

VIVA LE DONNE

MERAVIGLIE DELL'UNIVERSO!!   

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://digilander.libero.it/alleportedelsole/6fkg70j.gif

http://digilander.libero.it/cieli/cat_walking2-ani.gif

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30