Creato da exietto il 06/03/2008

ezio brugali blog

Benvenuti in EZIOLANDIA

 

 

il GdB augura

Post n°1371 pubblicato il 18 Aprile 2019 da exietto

 

 

exietto

L' Associazione Culturale Giovanni da Busnago porge i suoi migliori auguri per una lieta Pasqua a tutti.

.. in special modo le amiche di blog di Ezio  :-))

"desidero porgere i migliori auguri per le Festività Pasquali con l’auspicio sincero di poter vivere tutti noi che ce lo meritiamo
questi giorni con la massima serenità." (ezio)

 
 
 

tradizionale oppure no ?

Post n°1370 pubblicato il 16 Aprile 2019 da exietto

 

 

 

exietto

La colomba pasquale ormai ha mille sfaccettature e mille ricette diverse. 
Anche da voi come dai miei il dolce della colomba non manca mai sulla tavola domenica ? 
A mio padre piace solo quella tradizionale, a tutti gli altri piacciono ogni tipo di modifica, da quella tutta al cioccolato, a quella ripiena al mascarpone, a quelle con i canditi di frutta, etc etc.
E voi ? Quali colomba preferite, oppur preferite altri dolci ?

 
 
 

nacque e morì sotto l'impero Romano

Post n°1369 pubblicato il 12 Aprile 2019 da exietto




Gesù nacque sotto l'Imperatore Augusto e morì durante l'impero di Tiberio.


Gesù non nacque nell'anno ZERO (ma nell'anno 3 a.C.  (che sfata quello del 6 a.C.)) e morì nel 33 d.C. (Gesù è morto in croce il "venerdì" 3 aprile ed è risorto la "domenica" 5 aprile, dell’anno 33 d.C). In quegli anni, e in quelli a seguire, L'impero Romano era padrone del mondo.
Chi erano gli imperatori ai quei tempi? Eccovi l'elenco:


Augusto (Imperatore Cesare Augusto). Figlio adottivo di Cesare, nacque il 23 settembre 63 a.C. e governò dal 16 gennaio 27 a.C. al 19 agosto 14. Morì per vecchiaia.
 
Tiberio (Imperatore Tiberio Giulio Cesare). Figlio adottivo di Augusto, nacque il 16 novembre 42 a.C; salì al trono il 19 agosto 14 sino al 16 marzo 37. Morì per malattia. 

Caligola (Gaio Giulio Cesare Germanico). Nipote paterno di Druso maggiore, fratello di Tiberio; bisnipote materno di Augusto. Nacque il 31 agosto 12, e salì al trono il 18 marzo 37; morì il 24 gennaio 41, assassinato dai pretoriani.

Claudio (Tiberio Claudio Druso Nerone Germanico). Figlio di Druso maggiore, usurpatore in Dalmazia. Nacque il 1º agosto 10 a.C., divenne Imperatori il 24 gennaio 41 sino al 13 ottobre 54quando fu avvelenato da sua moglie Agrippina minore.

Nerone Nacque il 15 dicembre 37, salì al trono il 13 ottobre 54 e morì il 9 giugno 68, suicida. Salì sul trono grazie agli intrighi di sua madre Agrippina minore, che fece poi uccidere; all'inizio governò sotto la tutela di Agrippina stessa e del tutore Seneca. Nel 68 fu dichiarato dal Senato "nemico pubblico"

QUINDI GESU'  nacque sotto AUGUSTO imperatore e morì quando era imperatore TIBERIO

 
 
 

tris di baci

Post n°1368 pubblicato il 10 Aprile 2019 da exietto

 

 " Se tu potessi la pelle baciarti
      solo per un istante con le mie labbra,
      ti accorgeresti dell'Amore mio per te,
      pronto a sfidare pure gli dei per averti "

 

                                Ezio Brugali 



" Calamitano le tue labbra accanto a sé le mie,
le profondità dei miei occhi soggioghi al tuo volere,
il respiro mio tremante pian piano assorbi 
e danno scacco matto ai miei propositi gl’ardori tuoi. "

  Ezio Brugali 

 
 
 

l'aperitivo che avanza

Post n°1367 pubblicato il 08 Aprile 2019 da exietto


 

 

exietto

Il Moscow mule è un long drink riconosciuto ufficialmente dall'IBA.

Viene preparato con:
4,5 cl Vodka
12 cl Ginger beer
0,5 cl succo di lime fresco
1 fetta di lime

Viene generalmente preparato e servito in un bicchiere di rame, miscelando tutti gli ingredienti direttamente nel bicchiere con ghiaccio e guarnendo con una fetta di lime e zenzero
In mancanza del boccale di rame si può ovviare con un bicchiere old fashioned.

https://it.wikipedia.org/wiki/Moscow_mule




Moscow Mule: un cocktail per nulla sovieticoChissà, magari è il fascino della Grande Madre Russia a spingervi in mano l’inconfondibile tazza di rame. Peccato che il “mulo di Mosca” non abbia nulla a che fare con il Cremlino, eccezion fatta per il distillato base, la vodka: tutto nacque infatti nel 1941 in un bar di New York, il Chatham, dove due imprenditori disperati si ritrovarono per tentare di risollevare le proprie attività.

Al di qua del tavolino John G. Martin, che non riusciva a distribuire negli Stati Uniti la vodka Sminoff, un alcolico ‘sovietico’ ancora poco amato. Dall’altra parte Jack Morgan, proprietario del Cock’n’Bull Tavern in Sunset Boulevard, il locale più cool di Hollywood, che stava cercando di lanciare senza successo la sua marca di Ginger Beer (un soft drink a base di zenzero).
Ai due venne un’idea: perché non combinare insieme i due ingredienti? Ci aggiunsero anche un po’ di lime e così nacque un cocktail che, con quel pizzico di asprino, in gola “scalciava come un mulo”. Qui forse ci siamo fatti prendere troppo dalla leggenda, perché la versione ufficiale associa l’origine del nome ancora una volta ad una necessità fatta virtù: a quel tavolino del Chatham infatti si sedette un terzo imprenditore, anzi un’imprenditrice, che aveva da smaltire un intero magazzino pieno di oggetti di rame… in particolare un intero stock di mug da 5 once con inciso sopra un simpatico asinello, in cui venne bevuto il primo sperimentale intruglio e da quel momento in poi tutti gli altri.

La cavalcata del mulo

Inizialmente però il cocktail fu conosciuto come Vodka Buck, poiché facente parte della famiglia dei Buck Cocktaildrink a base di Ginger Ale o Ginger Beer. Ma se il nome stentava a decollare, non si poteva dire lo stesso della bevanda: infatti di Moscow Mule negli anni ’50 se ne bevvero davvero molti, e da Los Angeles la moda si estese fino a Manhattan portando con sé al successo anche la vodka, che finalmente riuscì a conquistare l’America.
E al cocktail che fece la fortuna di quella piccola azienda che era allora, la Smirnoff restituì una volta per tutte il suo vero nome lanciando un bicchiere speciale dedicato, una tazza di rame con un mulo sopra in onore degli inventori.

Il mistero del cetriolo scomparso

Vodka, Ginger Beer, lime. Non c’era nient’altro nel bicchiere di John e Jack quella sera. Ma allora da dov’è saltato fuori il cetriolo? È molto probabilmente il tocco “russo” che qualche bartender originale ha voluto dare al Moscow Mule: una tradizione alcolica dell’est Europa è infatti quella di buttar giù bicchierini di vodka liscia sgranocchiando di tanto in tanto dei cetriolini in salamoia. Detto questo, vi possiamo assicurare che qualche fettina di cetriolo fresco nel bicchiere non sta affatto male; però a scanso di equivoci ecco la ricetta ufficiale dell’IBA (International Bartenders Association), che assegna al cocktail un grado alcolico di circa 38,8% Vol.



https://www.lacucinaitaliana.it/news/trend/moscow-mule-storia-di-un-cocktail-che-non-ha-nulla-che-fare-con-la-russia/

 
 
 

l'adunata nr 100

Post n°1366 pubblicato il 04 Aprile 2019 da exietto

 





L'Adunata nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini è una manifestazione che si svolge ogni anno nella seconda settimana di maggio in una città scelta, di volta in volta, dal Consiglio Direttivo Nazionale. La prima Adunata, che allora si chiamava Convegno nazionale, si svolse sul Monte Ortigara nel settembre 1920.

 

L’Associazione Nazionale Alpini ha stabilito che la prossima Adunata, la 92ª Adunata Nazionale Alpini, si terrà a Milano.

La scelta ha un significato profondo poiché si svolgerà nel centenario della fondazione dell’ANA, che nacque proprio nel capoluogo lombardo l’8 luglio 1919.

L’Adunata Nazionale Alpini a Milano si terrà come sempre nel secondo week end del mese, dal 10 al 12 maggio 2019. Per il capoluogo lombardo si tratta della quarta adunata dopo quelle del 1959, 1972 e 1992.

 
 
 

buon compi-poesia

Post n°1365 pubblicato il 31 Marzo 2019 da exietto

post poetico: Poetar di te
Post n°1250 pubblicato il 01 Aprile 2018 da exietto

 

 

Poetar di te

 

Cosa potrei mai io poetar di te,
sapendoti ora così illuminata d'ogni mio scritto,
tanto che, con maestria sopraffina,
sveli le trame più recondite dei miei tormenti?

Mai pensai, sin dal primo istante,
tu fosti Donna che si possa un giorno scordare. 
[come saggiamente tu mi avvisasti].

Non mi basti immaginarti accanto, 
non mi basta sorprenderti in qualunque gesto.

Come le spose mi farò trovar pronto,
quando busserai  vestita d'occhi neri e di sensualità;
allorché ti sentirò vicina seppur distanti, 
potrò dissetarmi, libero da nuvole e avvoltoi.

 

#brugaliezio 

 
 
 

sarà l'ultimo cambio ?

Post n°1364 pubblicato il 27 Marzo 2019 da exietto


 

 


 
exietto

Siete favorevoli all'inibizione del cambio dell'ora ?
votate:
a) che rimanga così come è stato sin d'ora
b) che sia sempre ora legale
c) che sia sempre ora sorale

Il cambio dell'ora nei giorni successivi al cambiamento sentite fiacchezza?   in questi ultimissimi anni io un po si' !

 
 
 

carampane a chi !?!!??

Post n°1363 pubblicato il 24 Marzo 2019 da exietto

 

 

exietto
dalle vostre parti si dice "carampane" ?
dal dizionario si trova la sua spiegazione:
"(region. sett.) donna volgare e sciatta | donna brutta e vecchia"
Ma come per tanti nomignoli italiani, dietro, c'e' una lunga storia.

- - - 

Nel 1319 morì a Venezia l’ultimo discendente della ricca famiglia dei Rampani; poiché era senza eredi e non aveva fatto testamento, tutti i suoi beni mobili e immobili passarono alla Serenissima, che li gestì come sua proprietà.

Una parte di questi edifici si trovava a San Cassiano, tra il sestiere di Santa Croce e quello di San Polo; nel 1421 il Governo, esasperato dagli sciami di “pubbliche meretrici” che a qualunque ora del giorno e della notte imperversavano in città, decise di trasferirle in blocco proprio nelle case ereditate dal Rampani – e perciò dette Ca’ Rampani – facendone delle “case chiuse”.

Fu così che le nuove residenti vennero chiamate sbrigativamente – anche nei documenti ufficiali – Carampane e perciò il termine divenne sinonimo di prostituta.

Il Governo emanò regole severe riguardanti il loro comportamento quotidiano.

Potevano uscire da casa, ma non allontanarsi dai ristretti confini del sestiere di “lavoro” e alla terza campana della sera dovevano tornare nei loro alloggi, pena 10 frustate.

Non potevano abbordare clienti nei periodi sacri (Natale, Quaresima, Pasqua), pena frustate 15; non potevano frequentare le osterie; in centro città potevano recarsi solo di sabato, indossando però un vistoso fazzoletto giallo al collo come segno di riconoscimento e la domenica, giorno del Signore, dovevano barricarsi nelle case gestite dalla “matrona”, che amministrava la contabilità e pagava regolamente le tasse.

Il loro quartiere oggi verrebbe definito a luci rosse. Per attirare la clientela, stavano affacciate per ore alle finestre delle loro abitazioni mostrando il petto completamente nudo; infatti il ponte che unisce Santa Croce a San Polo si chiama Ponte delle Tette,  visto il “paesaggio” che si offriva ai passanti (e Rio delle Tette si chiama il relativo canale).

In realtà pare che la morigerata Serenissima incoraggiasse l’esibizionismo delle Carampane per combattere l’omosessualità assai diffusa a Venezia tra il XV e il XVI sec., diventando un prolema di stato: i tribunali dell’epoca lavoravano indefessamente per punire le violenze nate da “atti contro natura”, decapitando e bruciando i malcapitati colpevoli.

Carampana” oggi significa solo (cfr De Mauro Paravia) “donna vecchia e allampanata”, caratteristica fisica quest’ultima che risale proprio a quel periodo.

Infatti allora le prostitute, oltre ad esibire capelli di quell’improbabile colore detto  “rosso veneziano”,  indossavano pure i calcagnini (o chopine), caratteristici zoccoli con la zeppa alta quasi 50 cm, che le rendeva mezzo metro più alte delle altre donne .

E nel Settecento, secolo particolarmente disinibito dal punto di vista morale, grazie a nuove leggi   che volevano incrementare il turismo nella città,  le prostitute giovani e belle poterono tornare indisturbate ad esercitare nel cuore di Venezia mentre a Ca’ Rampani rimasero solo le più anziane, che lì vivevano relegate come in ospizio continuando – se potevano – il loro antico mestiere a modicissimi prezzi imposti dal Governo, però con l’assoluta proibizione di mettere il naso per strada perché  sgradevoli alla vista.



( https://www.placidasignora.com/2011/10/03/storia-del-ponte-delle-tette-e-perche-si-dice-carampana/ )

 
 
 

è primavera

Post n°1362 pubblicato il 21 Marzo 2019 da exietto

 

 

exietto
ciaoo carissime amiche.
E' PRIMAVERA.
ne hanno scritte di poesie e canzoni sulla primavera.
Voi quale vi viene in mente a riguardo.
A me sicuramente questa che ho postato di Loretta Goggi
"maledetta primavera"
UN ABBRACCIO

 
 
 
Successivi »
 

LE EMOZIONI DONATE - EDIZ. SPECIALE-

la mia raccolta poetica rivisitata :
"Le Emozioni Donate - edizione speciale - "

è ora anche e-book , acquistabile presso i migliori siti di e-book italiani quali
ilmiolibro, Kobo, Amazon, BookRepublic  al prezzo speciale di 2.99 euro.

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

exiettoacer.250nina.monamourAudrey000yyyDarkMylaVampireMyla03das.silvialicsi35pedivinacreatura59Nuvola_volaambradistellecruelangelsmissely_2010DoNnA.Slaura1953
 
Citazioni nei Blog Amici: 71
 

CLICCA IL QUADRATO ROSA PER VOTARMI , GRAZIE

classifica

 

RICONOSCIMENTI AL MIO BLOG

In classifica

 

FINALMENTE IN EDICOLA IL MIO LIBRO

« E’ con grandissima soddisfazione che vi annuncio finalmente  in Edicola il mio libro!!:  
“Le emozioni donate” (di ezio brugali) –
La mia prima raccolta poetica e’ quindi disponibile per tutti quanti voi! 
»

La raccolta e’ acquistabile tramite :
- il sito ilmiolibro.it
[http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=912127]
qualora ne siate iscritti.
Oppure acquistabile online tramite :
-il sito lafeltrinelli.it
[http://www.lafeltrinelli.it/products/9788891037763/Le_emozioni_donate/Brugali_Ezio.html]
e in tutte le librerie FELTRINELLI richiedendo la sua ordinazione

 

"LE EMOZIONI DONATE": LIBRO E ANCHE EBOOK

“NEWS NEWS NEWS” "le emozioni donate" e' da ora anche un EBOOK !! ,acquistabile presso:
-il sito lafeltrinelli.it
[http://www.lafeltrinelli.it/products/9788891043535/Le_emozioni_donate/ezio_giovanni_brugali.html ]
oppure siti come amazon,bookrepublic
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

BY MYLA