**TEST**
Creato da bimbarock il 12/05/2008
 

GESÙ TI CERCA!!

GESù è RISORTO ! NON è PIù APPESO ALLA CROCE. E HA PAGATO IL PECCATO..IL TUO PECCATO! IN CAMBIO TI HA DATO LA SALVEZZA E LA VITA ETERNA E HA PROMESSO DI DONARE LO SPIRITO SANTO A TUTTI COLORO CHE CREDONO IN LUI! GESù è RISORTO PER TE! PER DARTI UN AVVENIRE E UNA SPERANZA ,PER DARTI CIò CHE NESSUNO TI HA DATO,PER DARTI L AMORE CHE NON HAI MAI TROVATO,IL PERDONO CHE NON HAI MAI RICEVUTO...PER DARTI PACE AL CUORE ..QUELLA VERA E PER DARTI UNA COSA CHE NESSUN UOMO POTRà MAI COMPRARE:LA VITA ETERNA!!

 

 

EVANGELIZZAZIONE

Post n°40 pubblicato il 20 Aprile 2012 da bimbarock

 

Evangelizzazione deriva delsostantivo greco euangelizein, che indical’annuncio di una buona notizia, annunciare una vittoria.

Il termine euangelione derivati appare 76 volte nel NuovoTestamento e si riferisce sempre al trasmettere una notizia che haa che fare con Dio, più precisamente riferita alla morte alla resurrezione e al ritorno di Cristo.

IL primo a evangelizzare è stato Gesù, dopodichè seguirono gliapostoli e dopo ancora tutti quelli chehanno creduto al messaggio divino, finoad arrivare ai giorni nostri.

L’amore di Dio è la forza trainante nella vita di un cristiano.L’amore diDio ci spinge a parlare di lui agli altri e a vedere gli altri come personebisognose e afflitte.se oggi sei un cristiano e conosci Gesù è perché unapersona ripiena dell’amore di Dio ha avuto compassione di te, proprio come Gesù.

Amore pergli altri

Leggiamo Marco 6:34

Come Gesù fu sbarcato,vide una gran folla e ne ebbe compassione, perché erano come pecore che nonhanno pastore; e si mise a insegnare loro molte cose.

1. Quando hai deciso di seguireGesù, chi era la persona che ti ha parlato e ti haportato a questa decisione?

2. Cosa vide e sentì Gesù mentre visitavale città e i villaggi intorno a lui?

3. Cosa significa per te avere compassione?

4. Perché spesso non ci curiamo del bisogno urgentedella gente di conoscere Gesù?

 

Dobbiamo immedesimarci nell’ altra persona.

Quando io parlo di Gesù a qualcuno cerco dinon vedere la sua classe sociale, il suo carattere,la sua apparenza. Devoandare oltre il suo aspetto e oltre ciò che i miei occhi vedono. Se l’aspettodella persona che abbiamo davanti diventa per noi un impedimento noi non stiamoguardando essa con gli occhi di Dio.L’ unico impedimento nell’ annunciare il vangelo è quello che poniamo dentro di noi.

Ci sono persone che ai nostri occhi sembranonon avere bisogno di Gesù.

Ci sono persone che ai nostri occhi sembranotroppo arroganti per ascoltarci.

Ci sono persone che ai nostri occhi sembranogià persi in partenza.

A volte ci sentiamo impotenti e impauritidalla vita di chi abbiamo davanti,e ci sentiamo incapaci di aiutarli.

1. Hai mai avvertito tali situazioni nella tua vita?

2. E se si, quali? Come le hai affrontate?

A volte devi guardare indietro e ricordarti ilgiorno in cui hai accettato Gesù.Quando ti hanno annunciato la salvezzaprobabilmente non c’ era molta fede nel tuo cuore, probabilmente avevi pensiericontrastanti dentro di te, avevi delle paure.Ma noi sappiamo che tutte questecose sono normali e logiche. Quandoguardiamo gli altri dobbiamo ricordarci di come noi eravamo,delle nostre lotteinterne affrontate,dei pensieri e degli interrogativi che affioravano.

Gesù era in grado di immedesimarsi in chiunquee sapeva esattamente ciò che ognuno desiderava,sapeva ogni cosa della loro vitae conosceva perfettamente i loropensieri. Ma nonostante tutto non ha fatto mai nessuna distinzione, si curavadi tutti allo stesso modo, amava tutti allo stesso modo.

Siamo chiamati a fare lo stesso.

 

Leggiamo Marco 10:1
Poi Gesù partì di là e se ne andò nei territori dellaGiudea e oltre il Giordano. Di nuovo si radunarono presso di lui delle folle; edi nuovo egli insegnava loro come era solito fare.

 

Cogliere le opportunità

Dovunque tu sei, con chiunque tu sei , puoi essere un araldo, un oratore,una sentinella, un messaggero di Cristo. Mi capita spesso di parlare di Gesùnella mia vita giornaliera mentre faccio le “mie cose”, o sono al pc, o sonotra amici per un aperitivo,può capitare che parlerai di Gesù a fare la spesa, oal mare o anche in palestra;ogni posto è fertile per seminare.Cogli l’opportunità e nonfartela scappare perché Dio userà solo ciò che hai ,non pensare che ci sia un tempo più appropriato diun altro, il tempo giusto è sempre.

 

Evangelizzazione sempre

L’evangelizzazione non deve essere come il lavoro cheti tine occupato un tot di ore al giorno, come la scuola in cui tu entri e poi esci. Non può e non deve essere una cosa in più.Evangelizzazione è vita.Deve esser naturale e normale,non relegarla a unattività.

 

Fatti degli amici.

Nessuno può pensare di portare qualcuno a Cristo senzacoinvolgere la sfera emotiva.Qualcuno per strada potrà accettare un opuscolo…ma la differenza tra questo è diventare un amico per qualcunoè abissale. Quando un amico ti parla tu lo ascolti perché ti fidi di lui, unestraneo sarà per te sempre e comunque un estraneo.

A volte i credenti hanno timore di “mischiarsi “ colmondo per paura di cadere in cattive abitudini o anche di approvare le cose che il mondo fa.Ma leggiamo le parole di Paolo:

1Corinzi 9:19-23- Poiché, pur essendo libero da tutti, mi sono fatto servo di tutti,per guadagnarne il maggior numero; con i Giudei, mi sono fatto giudeo, perguadagnare i Giudei; con quelli che sono sotto la legge, mi sono fatto come unoche è sotto la legge (benché io stesso non sia sottoposto alla legge), perguadagnare quelli che sono sotto la legge; con quelli che sono senzalegge, mi sono fatto come se fossi senza legge (pur non essendo senza la leggedi Dio, ma essendo sotto la legge di Cristo), per guadagnare quelli che sonosenza legge. Con i deboli mi sono fatto debole, per guadagnare i deboli; misono fatto ogni cosa a tutti, per salvarne ad ogni modo alcuni. E faccio tuttoper il vangelo, al fine di esserne partecipe insieme ad altri.

1. Stai parlando di Gesù a un non credente oggi?

2.  E se si ,come si svolge questo tipo di evangelizzazione?

3. Puoi essere amico di un non credente senza perquesto perdere la moralità cristiana?

 

C’è una linea sottile che separa il piacere di starecon i fratelli e il menefreghismo per i perduti. La chiesa non è un circolochiuso, dobbiamo sapere che noi credenti non siamo sotto una campana di vetro eche abbiamo il santo dovere di faretutto ciò che è possibile per portarealtri a Gesù.

Sforziamoci di non chiuderci nella nostra spiritualitàper paura di venire “sporcati” perché questo è esattamente ciò che facevano ifarisei.

 

Impara a rispondere

 

Quando qualcuno ci domanda delucidazioni sullanostra fede è nostro dovere dargliele. Se hai l’occasione di fare la tuatestimonianza puoi fare così:

 

In primo luogo gli si deve dare un breve tracciato della nostra vita prima diaccettare Gesù;quindi per esempio il nostro stile di vita passato, le nostrepaure, i nostri vizi,i nostri fallimenti,tutto cio che riguarda la nostra vecchia vita è importante perl’interlocutore.Può succedere infatti che l’interlocutore si immedesimi proprionella vostra passata condizione e questo è un passo fondamentale che puòportarlo a continuare l’ascolto con una curiosità viva e ben predisposta. Dopoavendo fatto un tracciato di vita passata fate una pausa, guardate se lapersona davanti a voi vuole dirvi qualcosa, non siate un treno in corsa,maaspettate e ascoltate ciò che lei vuoledirvi. Dopodichè rispondete alle sue domande se ve le rivolge e continuateraccontando come Gesù ha toccato il vostro cuore e come la vostra vita ècambiata mettendo molta enfasi sulla vostra relazione personale con Dio esulla validità delle scritture.





Spiegare il vangelo

 

Se vuoi spiegare dettagliatamente il piano diDio per l’ uomo, che non è necessariamente la tua testimonianza, ci sono 3punti fondamentali.

1. Lachiamata di Dio: Dio ti ama e ha un piano per te

Questa per molti è unascoperta,nessuno gliene ha mai parlato,non lo sanno,ed è importante dirglielo.

 

2. Lacondizione dell’uomo: separato da Dio a causa del peccato

Tendenzialmente si pensache il peccato sia essere una cattiva persona che uccide ruba e fa bruttecose..ma noi sappiamo che il peccato è la condizione di tutti gli uomini senzaDio. Fai attenzione a non offendere o a mettere accenti non dovuti, rimani sulvago all’inizio,fai riflettere la persona che è imperfetta,fallace,incapace difare molte cose.Poi vedi come va ildialogo,se si può vedi di approfondire in modo più intimo.

 

3. Lasalvezza in Cristo Gesù: il rimedio.

Qui devi porre moltissimaenfasi,ma se avrai spiegato bene la condizione di peccato, la persona saràcertamente più propensa ad ascoltare della morte e della resurrezione diCristo;perché sarà curiosa di sapere in che modo può essere salvata. Loro nonconoscono Gesù,tu si,parla di lui,della croce, e di ciò che lui è in tutti igiorni della tua vita. Ricorda che le cose scontate per te possono portarerisveglio nella vita degli altri, non ti limitare.

 

Quando Gesù stava per ascendere al cielodisse queste parole:

Marco 16:15-16

 E disse loro:«Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avràcreduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto saràcondannato.

Questo è il grande mandato per tutti i suoi discepoli,per tutti i credenti, per tutti coloro che lo conoscono.Nessuno è escluso daquesto compito, nessuno deve pensare di essere scartato da Dio, nessuno deve sentirsi nonidoneo.

La chiamata a portare il vangelo è per ognuno di noi. 

Cosa rispondi a questa santa chiamata? 

 
 
 

DELUSIONE DOLORE DEPRESSIONE

Post n°39 pubblicato il 20 Aprile 2012 da bimbarock

Sonoveramente collegate tra loro queste tre condizioni?

L’uomo,essendo egli stesso creatura di Dio ,ama creare qualcosa.Lessere umano è stato progettato per ricevere e dareamore,realizzarsi.C’è la ricercacosciente o incosciente di essere capito e accettato.

Delusione = insoddisfazione, frustrazione, sconforto, fallimento.

Contrari = Successo e soddisfazione .

Può uncristiano essere deluso? Si. Può uncristiano vivere per molto tempo in uno stato di delusione? Si. Può uscirne? Si.

Le sferedella delusione sono la famiglia,il lavoro,la chiesa,gli amici. Lasciando starela delusione del mondo vorrei concentrarmi sulla delusione che alberga neicuori dei cristiani.

Un cristianodeluso è una persona che si è lasciata abbattere da una brutta notizia.

Esempi didelusioni riferite al tuo rapporto con gli altri.

Ti aspetti unaiuto che non arriva?Qualcuno ha svelato tue cose personali? In chiesa non seipreso in considerazione? Hanno parlato male di te? Ti sei fidato di una personainaffidabile? Nessuno ti chiede come stai? Sei stato ingannato?Nessuno di noisi aspetta di essere deluso dal proprio fratello ,ma dobbiamo sapere chenessuno di noi è perfetto,che anche il migliore amico sbaglia,e soprattutto chenon è detto che lo abbia fatto apposta.Quando riponiamo la nostra fiducia in qualcosa o su qualcuno, coinvolgiamo inostri sentimenti e le nostre aspettative. Quello che ci aspettiamo è di esserben ripagati e quando non succede veniamodelusi.Ci possono essere poi delusioni di amore,in cui ti butti in unasituazione pensando di fare bene e invece ti ritrovi ad aver fatto un enormesbaglio,ti ritrovi ad avere fatto male i conti e a pagare un’amaro fallimento;di solito questo tipo di delusione genera molto dolore perché la parteinteressata cioè il cuore è la parte più importante di noi stessi.

Leggiamo Prov4:23 Custodisci il tuo cuore più di ognialtra cosa,perché da esso provengono le sorgenti della vita.

Può succedereaddirittura che veniamo delusi da Dio.

Andiamo davanti a Dio con delle richieste e delle speranze e Dio ci rispondecon qualcosa di completamente diverso.A volte quello che Dio ci da non cisembra abbastanza buono.Abbiamo già in mente come Dio si dovrebbemanifestare e quando lo fa in un mododiverso da quello che ci aspettiamo veniamo amareggiati.Come cristiani dobbiamo imparare a capire che tuttociò che accade nella nostra vita è vagliato dalla grande mano di Dio,e tuttociò che ci capita anche se non sembra produrre gioia all’ inizio produrrà sicuramentedel bene per noi

LeggiamoRomani 8:28 Tutto coopera al bene di quelli che amano Dio .

Le parti sonosempre 2: la persona delusa e la personache delude.La delusione come risposta alla vita può renderti vuoto e privo disperanza.A differenza di una persona del mondo il cristiano però ha dellerisorse per affrontare la delusione. Devi capire che Dio vuole che tu escivittorioso da ogni situazione,e anche se vieni deluso devi aver fede erispondere con amore ;aggrappandoti a Gesù colui che non ti delude mai e tirende forte da superare qualsiasi amarezza.

Leggiamo Isaia 50:7 Ma ilSignore, DIO, mi ha soccorso; perciò non sono stato abbattuto; perciò ho resola mia faccia dura come la pietra e so che non sarò deluso . Romani9:33 «Ecco, io metto in Sion un sassod'inciampo e una pietra di scandalo;ma chi crede in lui non sarà deluso». Non ti aspettare perfezione dai tuoifratelli,nessun’uomo sarà mai completamente giusto da non sbagliare mai neituoi confronti. E ad ogni avvenimentodeludente rispondi con pazienza e amoreverso quella persona. Tu sei cristiano,conosci Gesù, quante volte tu hai delusoil tuo Dio? Quante volte Dio ti ha mostrato risentimento e volto accigliato neituoi confronti? Puoi rimanere nel circolo della delusione tutta una vita se nonsposti la lente da te a Dio,la delusione non è mai la risposta giusta nellavita, ma anche quando ci cadiamo sappiamo che possiamo rialzarci,perché abbiamoGesù che ci aiuta a fare ciò che per noi sembra impossibile. Ci aiuta aperdonare, a sopportare, ad amare proprio come fa lui per noi tutti i giorni.

Leggiamo 1corinzi 13:4-7 L'amore è paziente, è benevolo;l'amore non invidia; l'amore non si vanta, non si gonfia,  non si comportain modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, nonaddebita il male,  non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità;soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.

La delusioneè una risposta che possiamo dare alle circostanze, alle voci intorno a noi e aDio. Se facciamo così come conseguenza avremo dolore su dolore.

Dolore /tristezza profonda

Il doloreappartiene a quella ristretta sfera di esperienze che inquietano il pensieroumano. La sofferenza si direbbe innata nell’essere umano ,il dolore appartienead ognuno di noi, sebbene lasci tracce diverse e cicatrici più o meno profonde.Occorre sempre ricordare che la paura di una persona di soffrire genera unasofferenza maggiore di quella che la persona teme.Il dolore può essere unalleato o una malattia.Non tutto il dolore provoca depressione.

Dolore : sofferenza, amarezza, angoscia, tristezza

Contrari: consolazione, gioia, piacere

 

Il dolore è come una radice a livello del nostro cuore.Non sempre unadelusione porta dolore, perché si può essere delusi dal proprio datore di lavoroin seguito a un licenziamento e non per questo aver dolore.

Il dolore è una spina nel cuore. I fattori che possono portaretristezza profonda sono molti e tutti personali. Uno per esempio può essere lamancanza di perdono:

leggiamo 2 corinzi 2:7 quindi ora, al contrario, dovrestepiuttosto perdonarlo e confortarlo, perché non abbia a rimanere oppresso datroppa tristezza.

In questovediamo che può sorgere grande dolore nel cuore di una persona nonperdonata, addirittura oppressione. La sensazione di colpevolezza può portareaddirittura al suicidio quindi mai sottovalutare il perdono. Il perdono è comeun balsamo e non dobbiamo limitarci nel perdonare. Dio si compiace di chiperdona perché questa è l’attitudine di un cuore che ama. 

La perdita di una persona cara è certamentefonte di grande dolore è in questi casi è importante stare vicino e consolare la persona, non farla sentiresola,rendersi disponibili nelle sue necessità affinchè trovi conforto.Cerchiamoquindi di piangere con chi piange e ridere con chi ride, perché anche una solaparola gentile può sollevare qualcuno in difficoltà. Cerchiamo di “darci” alnostro fratello e certamente saremo ben ricompensati perché l’amore chiamaaltro amore.

Possiamo invece essere tristi per non riuscire a raggiungere i nostri obbiettivi,in questo caso dobbiamo smettere di concentrarci sulle nostre capacità e andaredavanti a Dio affinchè ci riempia della sua pace.

L’ amore di Dio ristora la nostra animaafflitta e ci da nuove forze e nuova vivacità per affrontare il futuro.Qualsiasi sia il motivo del tuo dolore devi sapere che Gesù cura i cuori rotti,dobbiamo averel’attitudine di andare a Dio ogni volta che qualcosa non va perché lui si curadi noi e ci darà anche le direttive daintraprendere. Non chiudiamoci nel nostro dolore,non culliamoci nei nostrifallimenti.

Ci può però essere anche un altro tipo didolore, quello sano.

Leggiamo 2 corinzi 7:9-10

ora mi rallegro, non perché siete stati rattristati,ma perché questa tristezza vi ha portati al ravvedimento; poiché siete statirattristati secondo Dio, in modo che non aveste a ricevere alcun danno da noi.Perché la tristezza secondo Dio produce un ravvedimento che porta allasalvezza, del quale non c'è mai da pentirsi; ma la tristezza del mondo producela morte.

Qui vediamo che c’è una tristezza positivache è quella che ci porta a ricercare di più Dio,la sua volontà ,la sua guida.Dio userà la tua tristezza per farsi conoscere affinchè tu possa crescere edessere più forte e simile a lui.Paolo si sta rallegrando di questo tipo didolore perché vede i frutti che ha lasciato.

Puoi essere triste per i perduti,perqualcuno in particolare che non conosce Dio,puoi addolorarti perché ti accorgiche tante cose ancora in te non vanno bene,perché vuoi essere cambiato daDio,perché vuoi somigliare a lui,perché vorresti che la tua famiglia siconvertisse. Tutto il dolore e la tristezza che ti porta con umiltà a guardaredirettamente al volto di Dio è buono ed efficace e Dio lo userà per farti delbene.

Ci sono stati momenti in cui ti sei persod’animo? Hai mai provato quel dolore sano?

Depressione = abbattimento, malinconia, scoraggiamento, 

Contrario = ottimismo, entusiasmo, vigore, 

 

Chiunque puòsoffrire di depressione! Abbiamo alcuni esempi nella Bibbia come Giobbe, Elia eDavide .

 

Leggiamo 1Samuele1:7

Così avveniva ogni anno; ogni voltache Anna saliva alla casa del SIGNORE, Peninna la mortificava a quel modo;perciò lei piangeva e non mangiava più.

 

Ladepressione è sia un problema emotivo che un problema spirituale.Non è quasimai una sola delle due cose.

A personadepressa lo è in ogni area della sua vita nella sua mente, nel suo spirito einevitabilmente anche nel corpo. Arrivando anche a cambiar identità.

La culladella depressione è principalmente la delusione e il dolore.

Ladepressione ti chiude in uno stato catatonico,spossato,proprio come se fossi al buio.

 

Si è depressiper vari motivi, uno certamente importante è il rapporto con Gesù.

 

E’ da Gesùche prendiamo forza, fiducia e consolazione.Se smettiamo di guardare a lui ededificare il nostro rapporto con lui ogni giorno,ci ritroveremo alla fine adessere deboli .

Può essereanche la mancanza di autostima aportarci alla disperazione,come comparandoci con altri, buttadoci giùcolpevolizzandoci di non riuscire a servire bene Dio.

Mancanza di prospettiva può renderci sordiall’incoraggiamento di Dio.Perdiamo di vita la prospettiva della nostra vita eci affievoliamo.

Ladepressione può prender vigore anche dai ricordi,daferite mai curate nell’ anima ,da amarezze o da peccati che hai sepolto nel tuo cuore..questo può essere un buonterreno per essere depresso.

 

Se seicaduto nella depressione sappi che c’ è un tragitto da percorrere per uscirne; Dio vuole che guardiamo bene infaccia il problema,che siamo sinceri e che gridiamo aiuto,solo allora egliinterverrà per guarire il nostro cuore.

Avere ilcoraggio di guardare in faccia il motivo per cui siamo depressi e nonnasconderlo più sarà una scelta decisiva.

Sarà Dio cheti guiderà esattamente fuori dalla fossa, ma può volerci poco o tanto tempo.

Ladepressione può essere per te la benedizione più grande della tua vita perché ènel buio che sperimenti la forte mano di Dio.Avolte la più grande opera di Dionella tua vita coincide proprio con il tuo più grande dolore.

 

 Fa molto bene anche condividere i nostri problemi con la chiesa perché è beneche noi portiamo i pesi gli uni degli altri. Allora vedremo che il peso sialleggerirà. 

Leggiamo il salmo 107:28 "Ma nell'angoscia gridano al SIGNORE ed eglili libera dalle loro tribolazioni".

 

E poi tidirò di più, quando sarai risalito dalla fossa della depressione con l’aiutodel Signore, altri lo vedranno e sarà motivo di incoraggiamento e di aiuto permolti. Sarà ciò che porterà altrepersone a glorificare Dio. La tua sventura provocherà gloria. Dalle tenebre nascerà luce.

Da depressione fiorirà grande forza e grande gioia. 

Leggiamo Salmo 40:1 Ho pazientemente aspettato ilSIGNORE,ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido

Aspetta l’intervento di Dio con pazienza ,la pazienza è sintomo di fiducia,e come dice la scrittura Dio ricompenserà sempre la fede.

Ti sei mai trovato in questacondizione ?Come hai reagito? Ripensa a come Dio ti ha aiutato.

Infine possiamo solo dire cheDio è buono e giusto e che ama enormemente.

Leggiamo Filippesi 1:6 "E ho questa fiducia: che colui che ha cominciato in voi un'operabuona,

la condurrà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù".

Confida sempre in Gesù!! Sara Simoni

 
 
 

Dio vuole guarire?

Post n°38 pubblicato il 18 Gennaio 2012 da bimbarock

Non sono i soli motivi esistenti, e non li elenco neanche nell’ordine di importanza,

ma sono comunque 5 potenti motivi che ci portano ad affermare come, ancor oggi,

sia la volontà di Dio guarire i malati. Anche se, purtroppo, non tutti i malati guariscono…

 Vediamo il primo motivo

 

Che Dio possa guarire i malati, è qualcosa che tutti i cristiani credono.

Ma che Dio voglia anche farlo, non altrettanti cristiani lo credono. “Dio guarisce solo se è la sua volontà farlo…”, affermano costoro, sottintendendo con ciò come Dio non voglia sempre guarire.

Eppure, in questo e negli altri scritti che seguiranno, vedremo 5 ottimi motivi per poter affermare come Dio non solo sia potente di guarire, ma voglia anche farlo.

Vedete, il problema nasce dalla confusione che molti fanno tra ciò che Dio vorrebbe operare, e quello che invece fà. Già, perchè non sempre la volontà di Dio è praticata, sulla terra, e questo certo non per scelta del Signore. Se la volontà di Dio si manifestasse appieno, allora state pur certi che non solo tutte le malattie sarebbero guarite, ma non farebbero nemmeno la loro comparsa!

 

Dio vorrebbe che tutti gli esseri umani fossero salvati dalla perdizione, eppure purtroppo non tutti approderanno al Cielo, e questo non certo per scelta di Dio: “Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come alcuni credono che egli faccia, ma è paziente verso di noi, non volendo che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento” (2^ Pietro 3:9). Qui è chiaramente descritto il desiderio di Dio, ossia ciò che Dio vorrebbe che accadesse per ogni essere umano.

Ma Gesù ha anche detto quello che realmente accadrà al riguardo: “Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa” (Matteo 7:13).

Gesù ha detto che molti (molti, non pochi) sarebbero andati in perdizione… cioè proprio il contrario di quello che il Padre desidera, lo vedete? Questa non è una contraddizione, ma è l’evidenza di come tra il desiderio di Dio riguardo certe benedizioni e quello che invece realmente accade, vi sia spesso una notevole differenza!

E questo, sia chiaro ancora una volta, non certo per colpa di Dio.

 Può, quindi, Dio salvare tutti gli uomini?

Sì, può farlo.

E’ Suo desiderio salvare tutti gli uomini? Cioè, Lui vorrebbe che tutti fossero salvati?

Sì, certo, lo abbiamo letto proprio ora.

E allora, tutti gli uomini saranno salvati?

No, purtroppo no, e dal momento che Dio vorrebbe che tutti siano salvati, è ovvio che questa perdizione non dipende dalla volontà di Dio, perchè la Sua volontà (è chiaramente scritto) è che tutti (non pochi, nè molti, ma tutti) siano salvati.

Così è per la guarigione divina.

Dimostreremo come sebbene sia volontà di Dio guarire tutti i malati, non sempre gli esseri umani adempiono alle condizioni per far si che la guarigione divina si manifesti.

In questo e nei successivi 4 scritti mostrerò 5 ottimi motivi che mi portano ad affermare che è volontà di Dio guarire i malati (in realtà i motivi sono molti di più, nel Corso Biblico ne illustriamo più di una trentina, ma qui voglio mostrarne solo 5) e se avrete la bontà di seguirmi in questa chiacchierata, sono certo che giungerete alla medesima conclusione anche voi.

Qualora, naturalmente, non ci siate giunti già da un pezzo… Glory!

 

1^ motivo

Il nome di Dio

 La prima ragione per cui affermo che Dio vuole guarire è a motivo del Suo stesso nome.

Non è interessante il fatto che tra i nomi di Dio vi sia anche quello di guaritore? Eccolo qua: “… Perchè io sono l’Eterno che ti guarisco” (Esodo 15:26). L’espressione ebraica tradotta con “L’Eterno che ti guarisco” è Jehôvâh Râfâh, che letteralmente significa l’Eterno il tuo guaritore.

Dio ha promesso di essere il guaritore del suo popolo a condizione che il suo popolo si impegni a fare quello che Egli ha prescritto.

Vedete, se Dio si fa chiamare guaritore, questo mi fa pensare al fatto che Egli voglia guarire le persone, e non solo che possa farlo. Un guaritore è qualcuno impegnato nella missione di guarire, e questo è uno dei compiti del nostro Padre Celeste. E’ stato Lui a scegliere di essere il Guaritore!

 “Ma Pastore, questa è una promessa dell’Antico Testamento - dicono alcuni - e siccome oggi siamo in un periodo diverso, allora questa promessa non è più valida”.

Beh, è vero che non ci troviamo più nel periodo dell’Antico Testamento, ma è anche scritto che il periodo in cui viviamo oggi è migliore di quello antico: Ma ora Cristo ha ottenuto un ministero tanto più eccellente in quanto egli è mediatore di un patto migliore, fondato su migliori promesse” (Ebrei 8:6). Oggi, dice la Bibbia, siamo in un patto migliore, un patto che ha promesse migliori.

Ora, se l’Antico Patto aveva questa bella promessa di guarigione infilata direttamente nel nome di Dio, non pensate voi che un patto migliore debba contenere almeno la stessa promessa di guarigione, se non delle migliori? E infatti la guarigione divina è presente anche in questo nuovo Patto, ed è addirittura presente con migliori promesse, come vedremo nel seguito di questo scritto. Il nuovo Patto non è peggiore del primo, ma è migliore, e se quindi nel vecchio patto vi erano promesse di guarigione, quante più dovrà contenerne un patto migliore!?

Io non dico che tutto il discorso della guarigione divina si racchiuda qui, ma è ovvio che il nome Guaritore la dice lunga sul desiderio di Dio riguardo i malati.

E del resto, Iddio non cambia. Lui rimane lo stesso “ieri, oggi e in eterno”.

E quindi, anche i suoi nomi, restano gli stessi, giusto?

E se restano gli stessi, allora Egli continua ancor oggi a chiamarsi “Il Guaritore”, no?. Alleluja!

 

Sì, Jehôvâh Râfâh c’è ancora oggi, e ogni malato può imparare a mettere fede su questa benedetta virtù del Creatore.

Ogni malato, al di là delle circostanze, può cominciare a vedere Dio anche come guaritore, come Colui che vuole guarire al punto da mettere questo Suo desiderio direttamente sul proprio biglietto da visita.

Non sempre i malati guariscono, è vero, e sappiamo bene come la guarigione divina non salvi affatto le persone dalla perdizione, ma rimane il fatto che Dio continua a farsi chiamare Il Guaritore, proprio come continua a farsi chiamare Il Salvatore. E se a nessuno verrebbe in mente di stabilire che Dio non voleva salvare quelli che hanno scelto la perdizione, allora è corretto credere anche che Dio desideri sempre guarire i malati anche quando le circostanze non Glielo consentono o quando le situazioni Lo portano a non intervenire affatto.

Dio desidera il bene di tutti, e desidera che ogni malato guarisca, ma purtroppo questo non sempre avviene, e se piace al Signore al termine di questo studio elencheremo anche alcuni motivi per cui le persone non ricevono la guarigione da Dio.

Eppure, nessuna circostanza, nè persona alcuna, dovrebbe mai giungere alla conclusione che Dio non desidera guarire, perchè questo mortificherebbe il motivo stesso del Suo nome.

foto luca e lucia per il ministero (con ombra)

Luca e Lucia Adamo

Pastore Luca Adamo – Ministero Vita Abbondante

 
 
 

SAPETE CHI SONO I TESTIMONI DI GEOVA?

Post n°37 pubblicato il 05 Dicembre 2011 da bimbarock

Chi sono i testimoni di Geova
Semplicemente dei cristiani che vengono alle nostre porte presentandoci il messaggio della bibbia della fine
del mondo e vogliono propagandare il loro credo religioso.
Sono cortesi  ben vestiti cordiali ma dietro tutto questo che cosa c è?
Esaminiamo ora le radici di questo movimento.
 Il mondo in cui viviamo può esser tetro e spaventoso un luogo dove cresce l avidità,
 il dolore la
malvagità,un incubo molto lontano dal grande sogno dell’umanità: il paradiso!
 Noi tutti saremo certamente felici alla prospettiva di sopravvivere alla fine di questo mondo malvagio,e dicontinuare a vivere nel nuovo giusto ordine di Dio;che grande futuro ci aspetta. Questa affermazione così
convinta,colma di speranza viene dalla pubblicazione della “società della torre di guardia”: potrete vivere per sempre su una terra paradisiaca!Questa promessa attira le persone a diventare testimoni di geova.La storia dei testimoni ha avuto inizio in Pennsylvania verso la fine del secolo scorso(1870con Charles Taze
Russell
,
 influenzato dagli insegnamenti di un cristiano avventista.
 Russel inizio la sua attività si divulgazione con un piccolo gruppo di studio della bibbia questo gruppocrebbe rapidamente e si trasformò nella Società della Torre di guardia.Russel attingendo direttamente alle
speculazioni profetiche  di N. H. Barbour avventista di New York affermò che nel 1799 il mondo era entrato nel tempo della fine e che nel 1874 Gesù Cristo era ritornato in modo invisibile  e che il mondo sarebbe finito nel 1914.
Matteo 24:27 ”infatti come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente così sarà la venuta del Figlio dell'uomo”.Nel 1879 Russel che aveva 27 anni era appassionatamente convinto della verità di queste  previsioni
profetiche che secondo lui furono date da Dio .
Talmente convinto da vendere la sua ben avviata ditta di abbigliamento e da lanciarsi in una nuova direzione.
 Sebbene avesse una scarsa istruzione e poca conoscenza teologica cominciò a stampare la rivista “la torre
di guardia di Sion”araldo della presenza di Cristo
,
che oggi è nota come la “ torre di guardia”
,
questa
pubblicazione è arrivata  a più di 288 milioni di copie annuali ha dettato le più importanti dottrine ai
testimoni di
Geova.Durante la sua vita Russel scrisse una gran numero di pubblicazioni compresa una serie di
volumi intitolati “gli studi delle scritture”.
Secondo Russel nessuno potrebbe comprendere la bibbia senza leggere questi libri
e leggere la bibbia  dasola porterebbe solo a alle tenebre spirituali.
Uno degli insegnamenti di Russel fu anche quello relativo alla grande piramide d’egitto
che secondo lui fu disegnata e costruita da Dio per esser il suo secondo testimone dopo la bibbia.
Questa piramide sarebbe lo strumento per rivelare il suo divino piano delle le età alle genti.Russel credeva che la sua cronologia fosse confermata dalle misure dei corridoi interni di questa grande
piramide
,
questi corridoi confermavano che il 1914 era l anno della fine del mondo.
Alla fine il 1914 venne….e se ne andò.
Russel e i suoi seguaci non furono rapiti dalla terra e la fine non venne.
John nite che aveva a quel tempo aveva 15 anni ricorda quello che successe dopo:”quando venne il 1914 e
non accadde nulla dovemmo cambiare i nostri insegnamenti e le nostre convinzioni.”La data fu prima spostata al 1915 poi al 1918(era certo che la battaglia di
Harmaggedom era alle porte)però nel 1916 C.T.Russel morì malato stanco e deluso.Rimane solo un enorme piramide di pietra sulla sua
tomba che ci ricorda in modo imbarazzante le sue false profezie.Nel 1917 grazie al suo pugno di ferro e ad un
abile strumentalizzazione politica Joseph Franklin Rutherford avvocato dello stato del Missouri che si faceva
chiamare “ il giudice”divenne il secondo presidente della Torre di guardia.Nel 1918 un discorso del
“giudice” Ratherford intitolato “milioni ora viventi non morranno mai” segno l inizio di un reclutamento
universale chiamato la campagna di milioni.Non sorprese la sua proclamazione della distruzione imminente
del mondo che sarebbe avvenuta nel 1925.Nel 1920  Ratherford diede alla stampa questo “libro dei
milioni” il quale sosteneva che la Bibbia afferma che nel 1925 Abramo Isacco e
Giacobbe sarebbero
resuscitati per regnare come principi nel nuovo paradiso in terra.Del tutto convinti della veridicità della
profezia di Ratherford molti testimoni vendettero la casa lasciarono la loro attività e si misero in viaggio per
diffondere le loro dottrine.Vivevano nelle auto e nei furgoni come divulgatori intineranti degli imminenti
avvenimenti.Il loro annuncio si diffondeva e all approssimarsi del 1925 diversi contadini decisero perfino di
non seminare i loro campi credevano che la fine fosse alle porte. Venne finalmente il 1925….e come nel
1914… non successe niente. Ancora una volta la profezia della Torre di guardia risultò falsa!Proprio come
Russel Ratherford continuò a sostenere che la fine era a portata di mano.Nel 1929 “ il giudice” fecE costruire un sontuoso palazzo che intestò ad Abramo Isacco e
Giacobbe affinchè questi  avessero un posto
per vivere dopo la loro resurrezione.L edificio sorse in una zona lussuosa di San Diego in California e fu chiamato col nome ebraico di Beth Sarim (casa dei principi
Il mondo entrò nella grande depressione ma
Ratherford viveva da miliardario passando i mesi invernali a Beth Sarim e le estati in Europa.mentre gli americani conoscevano le povertà e le privazioni
Ratherford se la godeva con due Cadillac a 16 cilindri.Sotto
Ratherford la società della Torre di guardia si traformò in una società commerciale perfettamente funzionante un fiume di nuovi libri pubblicazioni e opuscoli vari uscirono dalla casa editrice pronti per esser venduti di porta in porta dai fedeli testimoni.
Giovanni 5:43 Io sono venuto nel nome del Padre mio e voi non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome quello lo riceverete. Ratherford spingeva i suoi seguaci a lavorare sodo per il Signore consigliando addirittura i giovani di non
sposarsi ma mettere la loro energia per proclamare il Regno.Alla fine del 1933 in america c erano 403 stazioni radio che diffondevano invettive piene d insulti di Ratherford contro gli ecclesiastici i politici i capitalisti
avidi;per radio e sulla stampa continuava a insistere che  alla fine del mondo mancavano solo pochi mesi.Ma
la fine venne solo per Ratherford  che morì nel 1942 a Beth Sarim la casa che aveva costruito come una
lussuosa testimonianza al nome di Dio guardando in dietro  forse l unica testimonianza che questo palazzo
aveva dato era il valore in dollari delle false profezie.Nel 1948 la società vendetta in sordina questa
proprietà,dovendo seppellire un capitolo imbarazzante della sua storia.Oggi la maggior parte dei testimoni
non conosce neppure minimamente la storia di Beth Sarim ed alcuni sostengono erroneamente che la
lussuosa “villa dei principi” sia stata donata all associazione da un fratello affermazione smentita da un articolo originale dell epoca del “San diego sun
9 gennaio 1931”(Articolo ed una interessante intervista a Ratherford
sono consultabili a questo indirizzo internet  http://www.infotdgeova.it/storia/sarim.php
)
Dopo la morte di Ratherford finì pure l era appariscente di personaggi carismatici.Oggi sulla spinta delle ansie di un era nucleare La società della Torre di guardia è una grande multinazionale che diffonde il suo nuovo
messaggio di rovina in ogni angolo del globo e fra Dio e i milioni dei testimoni di
G
eova si frappone un
organo collegiale dittatoriale denominato “consiglio direttivo”.Siccome i testimoni di
Geova credono che la parola di Dio venga trasmessa all umanità soltanto attraverso questo comitato dei “migliori”,ogni testimone di Geova è soggetto al loro volere dalla culla alla tomba. Raymond Franz (autore del Libro “crisi di coscienza” Casa editrice:Atlanta, Commentary Press, 1983.)ha trascorso 60 anni con i testimoni di
Geova e  per 9 anni è stato membro del consiglio direttivo della società
Torre di guardia.”Pensavo che  il consiglio direttivo fosse composto da persone per le quali la Bibbia la parola di Dio fosse la forza che li guidasse in tutte le loro decisioni
che attingessero alle scritture per essere
certi che qualsiasi cosa facessero aveva come fondamento la Bibbia.Quando entrai nel consiglio mi accorsi che raramente si faceva riferimento alla Bibbia si usava raramente
per lo più si trattava di discutere
questioni di strategie organizzative e come metterle in pratica.In diverse occasioni ho potuto osservare che
nell affrontare i vari argomenti sebbene si potesse ricorrere a dei passi della Scrittura
doveva esser attuata la strategia organizzativa già deliberata che aveva la precedenza sulla Bibbia.Non potevo non pensare alle
parole di Gesù in matteo 23.Questi uomini annullavano la parola di Dio per fare osservare le loro tradizioni.”
Mentre l organizzazione non consulta quasi mai  la scrittura per decidere la propria linea d azione i testimoni
non esistano a citarla come prova unica e inconfutabile della loro autorità.La società della Torre di guardia
ritiene di essere proprio “lo schiavo fedele e saggio” o come i testimoni di
Geova traducono questo versetto lo schiavo fedele e discreto che si trova in matteo 24. Leonard e Marjorie Chretien autori del libro “Witnesses of Jehovah”,
 e son stati testimoni di G eova fedeliper 22 anni
Leonard era stato promosso alla carica di anziano e coordinatore direttivo.”All inizio si credeva
che loschiavo prescelto fosse C.T.Russel la società della torre di guardia insegnava che l amministrazione di Dio era stata tolta alle chiese cristiane e data a Russel.Quando Russel morì le loro convinzioni furono
modificate per esser in accordo con i nuovi elementi.Ora dicono che nel 1919 Cristo dopo esser venuto in modo invisibile in tutta la sua potenza(??
sulla terra ebbe bisogno di un organizzazione che annunciasse il
suo regno e  amministrasse  suoi affari quaggiu.Egli dopo aver esaminato con grande cura tutte le religioni cristiane le rifiutò a favore della società della torre di guardia. Significative son e riflessioni di Peter Gregerson
ex dirigente Torre di guardia per quasi 50 anni molto stimato
con incarichi di responsabilità;su questo argomento.Gli insegnamenti della Torre di guardia a quel tempo
furono pubblicati in un libro chiamato “Il mistero compiuto” .(per maggiori informazioni a riguardo
consultare questo sito http://www.testimonigeova.com/topsecret.htm)
Avevano detto che la fine del mondo sarebbe venuta nel 1914 ma in questo libro stampato da troppo poco
tempo perché Cristo avesse potuto leggerlo e valutarlo dicevano che entro la  primavera del 1918 milioni
di persone sarebbero morte per la strada in tutto il mondo ma non successe nulla
fosse Cristo era ancora intento ad esaminare questi scritti per poter decidere di assegnare alla torre di guardia il compito di
assegnare gli interessi di Dio sulla terra i suoi aderenti si erano però macchiti del peccato di falsa profezia.

 
 
 

DIFFERENZA TRA DIO E LE RELIGIONI

Post n°36 pubblicato il 30 Novembre 2011 da bimbarock

La gente non sa nulla ne di Dio ne della religione ,di nulla,ha solo delle lugubrazioni mentali che parton da loro e finiscon con loro..pensano che parlando di religione parli di Dio e che parlando di Dio parli di religione,il che è sintomo di  ignoranza..Dio è Dio e la religione è la religione.Dio non ha creato la religione ha mandato suo figlio Gesù x salvare il mondo perchè siamo  peccatori e quindi ha provveduto  alla nostra salvezza..nella religione è l' uomo che provvede alla propria salvezza con i propri meriti e le proprie idee(cosa cmq impossibile) mentre la vera fede è quella riposta in Dio no in se stessi/dio.Io non sono Dio, io Amo DIo!La gente parla solo per esternar cio che ha nel cuore..ma se nn può dire assurdità facendole passare x vere..solo perchè le pensa.Tutti parlano di Dio e nessuno lo conosce o per meglio dire si è mai interessato di conoscerlo, non c' è nessuno che cerchi Dio,nessuno che faccia il bene,nessuno uomo giusto al mondo che possa esser salvato x le sue opere,siamo persone fallaci,umane ,prive di  speranza..se non fosse per quel Dio di amore che ci ha perdonato in Cristo,e ci ha gratuitamente regalato la vita eterna ,ci ha preparato una casa celeste nei cieli e ci ha promesso che giorno x giorno sarebbe stato con noi per sempre.L'unico Dio,perchè ce n è solo uno;che ci ha fatto dono dello spirito santo che la maggior parte della gente non sa nemmeno cosa sia.Lo spirito santo è in atti capitolo 2 andatelo a leggere, e guarda un po una bibbia così vecchia si compie ancora oggi.Infatti ancora oggi ci son persone che credono in Dio davvero,leggono la bibbia,vengono salvate e ricevono lo spirito santo.Come può l' uomo scampare al giudizio?Deve esser perdonato dai propri peccati.Gli uomini che non comprendono il perdono di Dio è perchè si reputano giusti e saggi,ma nella loro pseudo/giustizia non han la benchè minima idea di quanto sia grande la loro ribellione.Uno che si reputa giusto per le propie forze non sa nemmeno che sbaglia.Perchè cito la Bibbia quando parlo?Perchè è davvero la parola di Dio.Non perchè un prete o il papa o qualcuno me l'ha detto;ma perchè solo la parola di Dio si compie davvero al 100 x100 e la puoi provar sulla tua pelle.Solo la parola di Dio cambia davvero il tuo cuore.Ma ti dirò di più, io conosco chi l'ha scritta!Conosco Gesù,il vero Dio e la vita eterna,lo conosco intimamente,cosa che nessuna religione può fare.E se dico a un cosidetto religioso che io parlo con Dio la stragrande maggioranza si scandalizza!Ma come,lavostra fede è solo per rimpire la vostra testa di dottrine o per conoscere Dio?Io non credo per il gusto di credere,io credo perchè ho avuto delle conferme nella mia vita, perchè Dio si è rivelato come ha promesso ..e non è una mia sensazione o presunzione.Dio non è venuto per portar un ideale così come lo conosciamo noi, è venuto a portare la vita.Alla gente basta dire:io la penso così.Ma non possono nemmeno loro dire al 100 x 100 che sia così ..è solo la probabilità che reputano più efficace..ma a loro stessi chiederei?Conosci Dio?Hai un rapporto con lui, come tra padre e figlio o come amico?Lui ti parla?Puoi credere che certamente sei salvato?Allora a questo punto i cosidetti religiosi( e qui ci mettono non solo i religiosi cristiani ma tutti..compresi i satanisti ,che anche loro son diciamo religiosi,compresi quelli che praticano occulto .. o esoterismo o altre sette che ce ne son un migliaio)..pensate che tutto dipenda da voi?Siete voi Dio, o dovete render conto al solo Dio che esiste?Non potete pensare di essere ne Dio ne alcun altra creatura che in se ha vita eterna..perchè lo spirito del'uomo è morto fino a che Gesù non entra nella tua vita e porta la vera vita.Gesù dice io sono la resurrezione e la vita chi crede in me non morirà mai.La gente pensa di sapere,ma non sa...crede di credere ma non crede, la vera fede(fiducia) non è nell'aver ognuno le sue idee.La fede è un dono di Dio e lui stesso ha messo nel cuore degli uomini il pensiero dell' eternità.Cio che cito è ciò che Dio ha detto..ed è cio che anche voi ogni giorno sperimentate.Gesù può esser preso in parola,cosa che nn potete fare con nessun altro pseudo/dio....nemmeno con voi stessi(parlo agli atei).Voi non potete dire ne cosa è, nè cosa accadrà,ne come fare x cambiar le cose.E' tutto già stato detto,rivelato,portato alla luce ,dall'unico Dio cioè Gesù Cristo.Un Dio che si rivela,si  manifesta, è fedele a cio che ha detto..ma che dice anche che senza fede è impossibile piacergli.Perchè? Perchè alla tua fede lui risponde davvero!La parola religione nella bibbia è nominata solo una volta e nel contesto dice:che la religione senza macchia è aiutar gli orfani e le vedove e conservarsi puri dal mondo.Ma in tutte le scritture cio che Dio si premura di far conoscere è se stesso e il grande piano che ha per l 'uomo..si premura di far capire all'uomo la  verità..c'è un urgenza di ravvedimento nelle scritture..perchè? Perchè l' uomo è testardo e nn sopporta di dipenderda Dio,nn sopporta che nessuno gli dica questo è giusto e questo è sbagliato..lui vuole solo  decidere x se.La verità però è una,Dio ha creato il mondo e Dio stesso non l' ha creato nessuno..altrimenti chi avrebbe creato dio sarebbe egli stesso Dio.L' uomo è cieco perchè haimè è solo una creatura e ha bisogno del suo creatore per esser completo..Se pensate che la vostra ideologia vi abbia creato e vi conosca fin nel profondo del cuore..e vi possa garantire che nn vi abbandona nelle avversità come un padre..allora credeteci.Ma la differenza è che una religione non è un padre,Dio è un Padre..le ideologie non son vive sono morte perchè son solo pensieri ma Dio è vivo..Dio ha un carattere.. io parlo di una persona che fa azioni,che ha intenzioni,che ama,che odia,che spera,che si addolora,che giudica e che chiama.E questo vi assicuro che nn lo può fare nessun altro..tanto meno delle vuote religioni/ideologie.Se sei davvero saggio..fai uno sforzo..e cerca Dio nelle scritture,ciò che troverai sarà Dio...non una forma di pensiero.

 
 
 

LA CHIESA DIVISA PERDE IL SUO INCARICO

Post n°35 pubblicato il 27 Novembre 2011 da bimbarock

Su internet i cristiani son talmente "presi" dallo zelo per Dio che si mettono a far guerra ai fratelli.No non sto parlando dei cattolici,dei testimoni di geova,dei mormoni..di tutte sta gente che si professa cristiana ma che in realtà non lo è.

Sto parlando di cristiani che hanno conosciuto Gesù,che son nati di nuovo,che lo amano, che non son certamente perfetti ma che cmq sono figli di Dio.Cristo non si compiace di ciò.Usate il vostro tempo a cercare le pecore perdute,usate il tempo, i blog, gli spazi web,il vostro zelo a proclamare la verità si,ma anche l'amore di Dio, voglio vedere amore,voglio vedere dolcezza,non voglio vedere persone che hanno conoscenza e basta.Solo il fatto di non sopportarci a vicenda ci porta fuori dal piano di Dio.No,certo io non adoro idoli,non mi faccio sconvolger la mente con discorsi vani.Ma ciò che fa pena è che mentre migliaia di critiani lottano tra loro, migliaia di persone muoiono senza aver conosciuto Gesù,senza aver ascoltato la parola vera,senza esser stati interpellati  in nessun modo.Si leggono versetti,su versetti,su versetti..come se stessero parlando a degli idioti!Io per prima son stata vittima di attacchi gratuiti da cristiani super zelanti conoscitori di Dio,della sua parola e della condotta da tenere.Riguardo all'evangelizzazione vi posso dire che Dio mi ha dato questo incarico,si esatto,proprio a me, non chiedetemi perchè.Un incarico particolare..quindi quando parliamo di evangelizzazione ,parliamo di ciò che mi riguarda da molto vicino!Chi l' ha detto che l'evangelizzazione deve venire fatta con musi lunghi,con lacrime,con quella serietà (tanto odiata poi dal mondo)?Io sono seria, io voglio portare anime a Cristo e un paio le ho anche portate grazio a DIO.Ma l'esser seri verso Dio non vuol dire che  ci si deve avvicinare alle persone con un metodo standard,con aria truce.La mia domanda è:

Ci interessa davvero portarli a Gesù?O ci interessa la nostra apparenza?Oppure per meglio dire..chi se ne frega che se ascolterebbero  cantando insieme a loro!O in un pub ,sorseggiando un cocktail(bibita diabolica...ma dove??)

Possodire che da appena convertità, ho evangelizzato in discoteca..e la persona è dopo venuta al culto..e li ha assaporato la verità.Non sto insinuando di lasciare i giovani liberi di fare qualsiasi cosa vogliano tanto va bene, sto dicendo di non esser bacchettoni,e che "anche la dove Satana abita" puoi portar la parola di DIO.Dobbiamo farci guidare da Dio,e vorrei che cercaste di capire bene il mio ragionamento non vorrei lo si interpretasse male..so che Dio esige santità e disciplina.Il messaggio di Cristo lo puoi portar dove vuoi..ed è ancora meglio nelle tenebre piu fitte o no??O abbiamo così tanta paura di sporcarci le vesti,che in certi luoghi ci fa schifo camminare?Io vengo da un passato di alcol e droghe pesanti,eroia..cocaina,pasticche.. e ho conosciuto le suddette persone.Come pensate di arrivare a loro voi che siete così "statici"?Fatevi guidare dallo Spirito.Dio mi ha insegnato che se voglio conquistare le anime devo usare ogni mezzo..ho cantato con alcune persone,e a volte una risata è l 'unica cosa che la persona accetta per ascoltarti.Non siamo tutti uguali.Non tutti han bisogno di sermoni allucinanti,e fiumi di lacrime.Nella bibbia la gente che si convertiva non piangeva tutta!C'era chi gioiva,chi saltava...e smettiamola di far conoscere al mondo un Gesù diverso da quelo che è!Lo sapete che Dio ha anche senso di Humor?Se dite di no..mi chiedo se vi siete persi dei passaggi della Scrittura.Il diavolo è subdolo e inventa tante cose x portar le sue prede sempre piu in basso...e noi cosa dobbiamo fare???Io sai cosa faccio?Prendo i lavori del diavolo e li demolisco.Prendo le sue armi e le uso a mio vantaggio,prendo ciò che crea x distruggere e lo trasformo!..ne faccio qualcosa che va contro di lui!Io da cristiana vi dico: Non ho paura di sporcarmi per cercare le anime..e di mettermi in ballo,perchè x me (e x DIO) questa è la cosa piu importante!Non me ne frega nulla della denominazione,di quello che mi dicono"si può fare o no" Io seguo Dio ..e per mia  esperinza questa è la cosa piu sana per ogni cristiano avanti nella fede.Si insegnano tante cose e molte volte si cade nella religiosità,credo che dobbiano obbedire ai conduttori ma anche ragionare, ma anche seguire lo spirito che Dio ci ha dato,non sottostiamo a un regime, a un' organizzazione, se  vediamo qualcosa che non torna ,leggiamo la bibbia, preghiamo,sentiamo che ne pensa Dio e poi parliamonecon loro.Non siamo pecore, o per lo meno, non  era questo il senso che Gesù pensava.Quanto è importante per voi predicare Cristo? E allora smettete di predicare contro i cristiani,e star chinati tutti i giorni ,per trovar nella bibbia qualcosa per vedere il fallo del nostro fratello.Si spara a zero verso le altre chiese, ci si  mette i bastoni fra le ruote per sciocchezze, per cose davvero inutili.Chissà Gesù cosa pensava quando ha detto che non dobbiam esser occasione di caduta per il fratello,chissà cosa pensava quando ha detto di sopportarci,ma alcuni san solo sfornare correzioni e per di piu senza amore!!E se ti sbagliassi tu?E se fossi tu in errore?No io sono santo.Io non ballo, io non canto, io non vado nei pub,io al mare ci vado vestito.E se fossi tu...questa volta,che deve imparare.Chiediamocelo sempre.Io son dell'idea che nella Bibbia ci siano cose che fanno da base alla nostra fede che non dobbiamo mai perdere,alcune cose che se le togli,hai tolto il senso  del cristianesimo;alcune posson essere il perdono in Cristo, il battesimo in acqua,il battesimo dello spirito santo,il ritorno di Gesù e magari qualcuna in piu.Ma non mi dite che esiste una dottrina specifica per portar il messaggio della croce, o per vestirsi, o per  saper i posti da frequentare e quelli no.Ecco gli esempi.L'evangelista che ha capito la sua mansione entrerebbe perfino in casa del diavolo per portare via le sue  vittime! E vidico una cosa?Potrebbe farlo!..se solo lo volesse..Se siamo luce..brilliamo molto nelle tenebre..se cio che ci spinge ad andare li è conquistare anime.Nei posti piu impensati la gente ti ascolta, nei posti meno "belli" la gente chicchiera con te,scambia pensieri, e nella tranquillità di una chiaccheierata o di un sorso di  vino, potrebbe anche chiederti: come posso essere salvato? Ve lo dico per esperienza, succede...e solo chi nn lo fa..nn vede che succede.

Cambiamo tema: Vestiamoci come le monache, o come le islamiche,allora conserveremo il nostro corpo in onore(allora le  2 citate sarebbero a posto da quel canto) mio Dio no..ci vuol equilibrio..la donna non si deve annichilire a tal punto ma deve aver la giusta misura.Se mi curo i capelli o mi trucco , o compro un bel paio di scarpe  con un bel tacco,non son peccaminosa, sono una donna..e sono viva.Dio parla di umiliazione, ma non di questa umiliazione.Se poi uno lo fa perchè è di suo gusto vestire così allora è un'altro discorso, ma mai farlo perchè Dio dice così.Leggete bene la Bibbia per favore.Io sto in mezzo:ne da un opposto di nudità,ne tantomeno dall'altra parte..non dobbiamo mica far concorrenza all'arabia saudita-(Lì la donna infatti vale zero).

La guerra ai santi la fa il diavolo, non i santi.Guardiamo bene che le nostre congetture o eccessi di zelo ,non ci facciano tremendamente peccare contro Dio.Dio ama la sua chiesa, totalmente, è imperfetta e cocciuta, ma la ama.E se tu guerrecci con il tuo compagno di lavoro,con il tuo prossimo,se tu sei per lui una spina dolorosa,se non gli dai tregua,se lo scandalizzi,se gli fai notare quanto è misero e tu quando sei santo,allora  temi,perchè Dio non si compiace di tali cose.La correzione sia senza astio,senza giudizio,fatta con amore e mansuetudine. Perchè altrimenti ,diventiamo solo delle nicchie,dei club a numero chiuso, e non impareremo mai ad amarci.Se ami chi ti ama,che premio ne hai?Facciamo attenzione a dire "pagano" a un fratello di un'altra denominazione.Ricordate quello che Cristo ha detto: Chi dice raca o pazzo a suo fratello va nella gienna.

Per Dio è importante ,e per noi lo è?Preoccupiamoci di non aver altro debito che di amarci gli uni e gli altri..mediante la parola,la buona conoscenza di Dio ma anche con spirito umile.E per favore poniamoci finalmente un obbiettivo giusto.L'obbiettivo per eccellenza.Sforziamoci di fare ciò per cui Cristo è morto.

Portiamo  questo nostro mondo a  Cristo.

 

 
 
 

CONCHIGLIE

Post n°34 pubblicato il 27 Luglio 2009 da bimbarock

Avetemai ringraziato Dio x il creato?Stavo passeggiando sulla sabbia..almare e stavo guardando a terra..mentre camminavo vedevo leconchiglie ..tante..tutte diverse..e ho pensato:guarda ,son di tuttele dimensioni ..di tutti i colori e sono qui..x noi.Pensavo che Dio ci ha creato un posto x farci vivere,lui aveva già un luogo dovestare ma ha voluto creare una terra in cui noi fossimo stati felicidi vivere.Io non ho mai ringraziato Dio per il suo creato,perchècome molti lo do sempre per scontato..ma la natura rivela la manoDio,se sei al mare senza troppi pensieri e osservi la terra su cuicammini vedi che un Creatore benevolo si è curato di te. Continuavoa guardare le conchiglie..e pensavo:Dio ha guardato al minimodettaglio,si è messo li ..e ha guardato ai particolari..Un Diogrande e potente ..immenso..si è messo seduto e ha formato con tuttala sua scrupolosità una conchiglia..nei minimi dettagli.Non ha fattole cose in modo frettoloso o tirato via..nemmeno in un granello disabbia..nemmeno nel più piccolo degli insetti..Questa cosa mi hafatto riflettere molto..Dio si è preso del tempo per fare il creato,nelle più piccole delle sfumature ci ha messo tutto a la suaprecisione..non ha lasciato nulla al caso..E poi ho pensato a quantevolte noi pensiamo che Dio non si cura d noi..solo perchè nn vediamosubito un opera fatta..o un esaudimento.Dio non è un Dio a grandilinee..ma il Dio dei particolari..delle varie sfaccettature..che siferma e si concentra a perfezionare la più piccola parte della tuavita.Noi non siamo conchiglie..inanimate..senza vita e senzaanima..messe li credo più che altro per ornamento alla spiaggia..ecmq Dio ha curato in loro ogni più piccola parte...Noi siam suifigli..sue creature..con un anima e uno spirito..e Dio si cura dinoi..non fa un lavoro tirato via nella nostra vita..o a grandilinee..ma lo fa nei dettagli..Lui è Dio che ha fatto un fiocco dineve diverso dall altro..tanto più si cura di noi..che siam ben piùimportanti.Pensate a questo quando non confidate in Dio ,quandoperdete la calma,quando siete impauriti,quando il nemico vi dice chesiete soli, pensate a Dio che si prende la briga di formareaccuratamente una conchiglia..che in un giorno può esser calpestatae frantumata,pensate al suo lavoro perfetto nei dettagli di una cosainanimata e che da un giorno all altro può scomparire.O gente dipoca fede,noi ci preoccupiamo di troppe cose,quando non pensiamo chesiamo nelle mani di Dio e che lui è piegato su di noi e ci staformando,e sta lavorando in noi e per noi,sta curando ogni piùpiccola parte della nostra vita senza tralasciar dettagli e piccolecose.Che cos è l uomo che tu te ne prenda cura?Per Dio è la cosapiù importante,più importante del cielo che lui ha dipinto o delmare che lui ha creato..che son cose maestose..!Questo può farcicomprendere quanto Dio si cura di noi,e quando satana viene da noiarrogante a dirci che non valiamo nulla rispondiamoci che Dio per noiha creato un mondo materiale e in cielo ci sta creando unacasa..che è morto per noi per salvarci ed è risorto per avercicome figli,che non siamo soli perchè nelle sue mani c è il ristoroe la benedizione,e se cadiamo Egli ci rialzerà perchè si cura dinoi nei dettagli..Amen.

 
 
 

Post N° 33

Post n°33 pubblicato il 16 Gennaio 2009 da bimbarock

GIOVANNI 15

Nella
bibbia è scritto che Dio pota il tralcio che da frutto:molto spesso
quest azione nella nostra vita è dolorosa,perchè Dio deve togliere
qualcosa da noi,da dentro di noi,e lo fa per renderci perfetti per il
suo tempio.Quando Dio dimora in noi compie un opera di
trasformazione,a volte il nostro orgoglio o il nostro individualismo
portano un freno all opera di Dio.Io so molto bene cosa significa
perchè Gesù mi sta facendo imparare l amore,e con la sottomissione
a Dio lui mi può potare,trasformare ancora di più.Amare è anche
perdonare quando non lo troviamo giusto o controllarsi in situazioni
dove vorresti esplodere.Faccio una gran fatica a seguir alcuni
comandamenti per via dell orgoglio ma Dio mi fa imparare ad obbedir
alla sua volontà,alla legge dell amore.Dio dice che questo processo
di perfezionamento avviene solo se noi dimoriamo in lui.per me è
fondamentale portar frutto perchè nella bibbia è scritto che noi
siam stati creati per portar frutto in eterno,non portar frutto
significa mancar l obbiettivo di Dio..non si può mancar l obbiettivo
di Dio perchè il suo obbiettivo deve esser anche il nostro,perchè
siamo suoi figli.In giovanni 15 dice che “ogni tralcio che in me
non da frutto,lo toglie via..”ciò significa che parla a persone in
Cristo.Quindi noi possiam esser ingannati,diventar religiosi e
credere che basti esser chiamati cristiani:possiam far della nostra
volontà la volontà di Dio e illuderci che siamo nel giusto.Possiam
far opere umanamente buone ma se non è Dio che te le chiede ,non è
nella sua volontà che lo stai facendo.A Dio non importa che siamo
indaffarati a Dio importa che ciò che facciamo sia ciò che ci
chiede,se no stiamo servendo noi stessi.non puoi portar nessun frutto
che piaccia a Dio se non dimori in Cristo.Dimorare vuol dire
:risiedere,abitare e vivere,quindi chi vive in Cristo porterà i
frutti che Dio vuole.nel versetto 8 è scritto che quelli che non
portan frutto non saranno dei discepoli.Nel dimorare nell amore di
Dio si comprende la mente di Cristo e piano piano ci si appropria dei
pensieri di Dio,i frutti che a Dio piacciono son quelli che partono
dal suo amore.Dio dice che ci pota e che veniamo raffinati come l
oro,son metodi dolorosi perchè l uomo deve imparare a piegarsi alla
volontà di Dio,Dio dice che corregge il figlio che egli ama,se non
ci facciam cambiare da Dio smetteremo di portar frutto.A volte Dio
permette circostanze difficili,prove che a noi sembran esagerate,ma
servono a Dio per raffinarci e per potarci affinchè cresciamo e
portiam frutto.Molto spesso chiedo a Dio di cambiarmi e
inevitabilmente lui inizia la sua strategia su di me,mi fa capitare
di tutto e sembra che tutto ciò che non voglio capiti proprio a
me.Incomincio adire:Signore,allontana questa prova,Signore, perchè
mi capita tutto questo?Signore come faccio a desso?Ma Dio ha
solamente ascoltato la mia preghiera.Quando poi tocca il mio orgoglio
non ne parliamo:ma come si permette quel tale di parlarmi così?non è
giusto..ecc.. ma Dio sta lavorando in me, magari nella sfera dell
umiltà e dell autocontrollo,ecco perchè fa male quando Dio pota i
tralci.Se Dio ti dicesse:tu vai bene come sei. E non ti
cambiasse..andrebbe contro la parola che lui stesso ha pronunciato e
secondo me non avresti lunga vita come cristiano,non ce la
faresti,non saresti abbastanza forte,e poi non ameresti Dio anche
perchè non vedresti la sua gloria su di te e questo sarebbe un
disastro.Ora vorrei collegarmi alla storia di Lot,quando gli angeli
dissero”metti la tua vita al sicuro,non voltarti indietro,non ti
fermare altrimenti perirai”,e la moglie di Lot si voltò e diventò
una statua di sale.Gesù dice che noi siamo il sale della terra e se
il sale diventa insipido non vale a nulla se non a esser calpestato
dagli uomini.Penso che la statua della moglie di Lot prima o poi si
sgretolò e fu poi calpestata dagli uomini,tutto perchè non ha
obbedito al comando di Dio;così anche per noi,per non esser il
tralcio che Dio toglierà perchè non da frutto bisogna
ubbidirgli,dobbiamo dipendere da Lui ed esser disposti a farsi
cambiare.Certamenrte se si dimora, si vive in Cristo pienamente e
porteremo frutto perchè questa è una promessa.se dimoriamo in lui
porteremo frutto.Dobbiam far vivere in noi le parole di Gesù,lasciar
vivere in noi i suoi sentimenti;perchè l amor di Dio non è il
nostro,il nostro è dipendente da troppe cose ,quello di Dio non muta
mai.Una cosa che Dio ha fatto nella mia vita,nel mio primo anno di
conversione è quello di darmi amore..amore per lui e per i
fratelli.Io mi sentivo diversa dai miei fratelli ero individualista e
non riuscivo a cambiare,io invidiavo l unione tra di loro e mi
sentivo sempre fuori e inadeguata,non riuscivo a ricevere da loro le
parole di conforto e mi sentivo vuota.Piano piano,pregando,conoscendo
sempre più Dio e la sua opera e vivendo in Cristo,Dio mi cambiava.Io
vedevo che ero mancante e anche Dio lo vedeva ,ma c era dentro di me
una resistenza,un orgoglio,individualismo,non mi sentivo parte del
corpo di Cristo e questo mi faceva arrabbiare e mi faceva male.Ora
non è più così ora amo i miei fratelli e il mio cuore è cambiato
e ho capito che in fondo ero io che non volervo esser cambiata,volevo
esser diversa,ma amando Dio lui lavorava in me.Ora il tempo che passo
con i miei fartelli è tempo di valore,il miglior tempo dopo quello
che passi con Dio,loro mi edificano molto e sopratutto ,li amo.C è
voluto un po' a Dio ma il risultato è arrivato.Dio deve toglier
tante cose in noi o cambiarle,e deve far in modo che il nostro
carattere sia conforme al suo,e questo è un processo a volte
difficile,ma se dimoriamo in lui ,lui ci cambierà e ci
perfezionerà,e sopratutto dopo,potremo darci la gloria che
merita.Quindi: lasciamo che Dio ci cambi, ci poti,ci raffini e ci
perfezioni!!

 
 
 

Post N° 32

Post n°32 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da bimbarock

D I S C E P O L I     V E R I




I
veri discepoli di Gesù non sono quelli che si vedono quando va tutto
bene,non son quelli che si vedono quando le acque son calme e le
giornate son limpide.Ricordate il passo della bibbia.quando Gesù
disse ai dodici se volevano andarsene anche loro?Bene,gli altri che
lo seguivano,gli altri seguaci che erano molti ,se ne erano
andati...quando videro che non era poi così semplice seguire Gesù e
che era rischioso per loro,se ne andarono.Il discepolo vero,quello
che ama Gesù,si vede nella burrasca,si vede quando c è la
persecuzione,si vede quando la situazione non è per nulla bella.Lì
si vedono i veri discepoli.Il vero discepolo non ha paura di perder
la sua vita per il vangelo,il vero discepolo non ha paura dell
opinione della gente nemmeno di quelli di casa sua.Al vero discepolo
non importa dar frutto al mondo ma darlo a Dio.Ci si accorge di esser
veri discepoli quando si capisce che non è il proprio piano quello
che deve attuarsi ,ma quello del Signore.Si capisce quando si è
disposti a tutto,a sacrificare ogni cosa,anche la propia vita per l
opera di Cristo.Il vero discepolo sa che lui non conta nulla ma che
può fare tanto se segue passo per passo il Maestro.Lui sa che tutta
la verità e tutta la conoscenza risiedono in Cristo.Il vero
discepolo è colui che in mezzo a venti contrari usa l autorità di
Cristo,e che guardando con gli occhi della fede,corre verso le cose
che stanno avanti al fine di raggiunger l obbiettivo di Dio,che poi
diventa anche il suo.Un vero discepolo di Gesù si riconosce dai
frutti.Si vede.La chiesa lo vede,ma la cosa stupefacente è che lo
vede anche il mondo.Quando una luce è posta tra le tenebre,specie se
è abbagliante,quelli che giacciono nelle tenebre la vedono;vengono
abbagliati,riconoscono che quella luce non è del loro habitat
naturale,riconoscono poi di esser al buio,è qualcosa che loro non
hanno,e lo vedono.Poi alcuni vanno verso la luce e altri scappano,ma
sepre per lo stesso motivo:perchè la vedono.Mi son messa a
riflettere sul discepolo,su come cammina un discepolo,non un
cristiano evangelico o di altra denominazione,ma un discepolo.Il
discepolo non ha denominazione..Discepoli non si nasce si
diventa.Discepoli è seguir i comandi del maestr.Gesù dice che il
discepolo non sarà più del Maestro ma sarà come il Maestro.Come un
figlio che imita le cose che il Padre fa così il discepolo farà le
cose che Cristo fa.Fare il discepolo non è aver dei momenti di
evangelizzazione e poi tornar alla propia vita,quello è esser
religiosi.Non è nemmeno leggere la bibbia tutti i giorni o andar ai
culti,questa è una cosa molto buona,ma se la tua conversione si
limita a orari,a giornate e a momenti,manca di qualcosa e non è
totale.Fare il discepolo è uno stile di vita,una scelta di vita
totale.Il discepolo vive del vangelo,vive nel vangelo e vive per il
vangelo.Una vita spesa per Dio,senza orari,senza limiti,con un sacco
di rinuncie ma anche con un sacco di benedizioni.Il discepolo è il
portavoce di Cristo,è la bocca di Cristo,è la mano di
Cristo...voglio dire che è in continua trasformazione e fa ogni cosa
per piacere al maestro Gesù.Il discepolo non si fa
intimorire,rischia tutto e non scende a compromessi.Forse non son
stata esauriente in ciò che ho detto,sicuramente ancora non so tante
cose sul discepolo...quello che è sicuro è che è una meta che ogni
buon cristiano deve voler raggiungere.Camminare come Cristo camminò,e
per questo ci vuole un cuore che ama totalmte Dio e che ha un peso
per le anime perdute.L amore è indispensabile,con l amore viene la
costanza e ogni opera buona.Questo mondo non ha bisogno di parole,non
ha bisogno di cristiani nominazionali,ha bisogno di discepoli,di
cristiani convinti,decisi ,che vanno avanti con la passione per l
opera di Cristo ,che danno tutto per lui senza trattenere
nulla,Cristiani che hanno capito il loro ruolo in questo mondo e che
han messo tutte le loro forze per Cristo,tutto il loro potenziale per
Cristo,e tutto quello per cui vivono è il piano di Cristo..che fanno
tremare le porte dell inferno!o come ha detto Corrado Salmè in una
predica:che fan venire la depressione al diavolo!!!

 
 
 

ADAMO & EVA (e i 2 alberi)

Post n°29 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da bimbarock

Adamo ed eva sono gli uomini di tutte le epoche..allora ti spiego:nel giardino dell Eden(significa delizie)non c era solo un albero..se vai a leggere c eran 2 alberi!straordinario non credi(non era nemmeno 1mela il frutto,non è specificato,pensa te).l albero della Vita e l albero della conoscenza del bene e del male.quello ke a tutti sfugge è che c era anche l albero della vita.esaminiamo sti 2alberi:

Albero della consocenza del bene e del male è praticamente l albero dell indIpendenza.cioè:IO SO GIà COSA è BENE E COSA è MALE,SO BENISSIMO COSA BISOGNA FARE SENZA CHE DIO ME LO DICA,HO TUTTA LA CONOSCENZA X CAVARMELA DA SOLO,SONO UNA PERSONA INTELLIGENTE E QUINDI FARò DA SOLO E DEL MIO MEGLIO.pressapoco è questa la condizione del genere umano no? non vuol dipender da Dio ma ne è indipendente.Nella sua indipendenza fa cose abominevoli,sbagliate,contro Dio,senza nessun senso,fa la guerra ecc..ma ti ricordo che questo albero non si chiama della conoscenza del male ma della conoscenza del BENE e del MALE.

L uomo oltre alle cose dette prima può anche far cose buone,opere buone..ma tutto viene dallo stesso albero."IO NON HO BISOGNO DI DIO SO CIò KE è GIUSTO E FARò TANTE COSE BUONE X QUESTO MONDO CHE STA MORENDO".anche questo tipo di persona è lontana da Dio perchè non ha voluto dipender da Dio ma dalla sua conoscenza del bene.sia la buona sia la cattiva provengon dallo stesso albero,quello dell indipendenza da Dio.è giusto fare opere buone ma dopo che hai deciso di dipender da Dio,sarà Lui a dirti e a farti conoscer la sua volontà.Lui ti dirà le opere buone da fare,e così dipenderai da lui e farai anche opere buone.Ora parliamo dell altro albero:

L albero della Vita:RAPPRESENTA GESù.la dipendenza da Dio,dai suoi comandi,dal suo amore.Adamo ed Eva sbagliarono ma lo stesso errore si ripete da secoli:L uomo vuol ciò che vuole,senza Dio, essene indipendente.Quindi la colpa del mondo cosi è dell uomo ,ma non di 2 uomini ,di tutti.
Ogni uomo ha davanti a se la scelta:scelgo di dipender da Dio?oppure no?MANGIO IL FRUTTO?OPPURE NO? capisci?la colpa è del genere umano non di 2 uomini.Ascoltare Gesù,avvicinarsi a lui leggendo la Bibbia,cercarlo col cuore,desiderar conoscerlo e far la sua volontà è MANGIAR DELL ALBERO DELLA VITA.Ognuno ha la scelta,come l avevano Adamo ed Eva,e non incolpiamo loro perchè il mondo è fatto di tanti Adamo e tante Eva.

Esiston però persone che decidono di cambiar rotta!Decidono di voler accettar Dio nella loro vita..non voglion esser indipendenti da Dio ma il contrario:UNITI A LUI.

A Dio dispiace di questo mondo infatti mandando Gesù ha provveduto al perdono dell umanità. Il mondo non era affatto meritevole di tale perdono,ecco perchè si chiama GRAZIA! é una grazia,una cosa non meritata,regalata..un gesto d amore,una chance che Gesù ci da "x CAMBIAR ROTTA"e tornar da Lui.Il giorno della salvezza è oggi,la tua scelta vale oggi e x l eternità!

 
 
 

ASCOLTA

Post n°28 pubblicato il 24 Settembre 2008 da bimbarock

NON SI SA QUANDO VERRà LA FINE DI TUTTO  MA DI SICURO SIAMO AGLI SGOCCIOLI..L UOMO NON PENSA,NON VEDE,NON CREDE,NON ASCOLTA,NON HA INTENDIMENTO NE CONOSCENZA.CHE FARAI SE GUADAGNI TUTTO IL MONDO E PERDI L ANIMA TUA. SAI COSA MI STUPISCE?CHE LA GENTE IMPAZZISCE X UN MAL DI DENTI..E SUBITO VA DAL DOTTORE X UN MAL DI PANCIA..MA SE LA PROPIA ANIMA BRUCIA ALL INFERNO X L ETERNITà NON SI DA PENSIERO.GODERSI LA VITA IN MODO SANO è GIUSTO MA FARSI DELLE DOMANDE SU DOVE PASSEREMO L ETERNITà è ANCORA PIù SAGGIO.GENTE CHE ACCUMULA E METTE SOLDI IN BANCA X IL FUTURO X ASSICURARSI LA VITA MATERIALE..E NON SI CURA DEL PROPIO SPIRITO NELLO STESSO MODO,MANDANDO A ROTOLI LA PROPIA VITA ETERNA .DIO CHIAMA L UOMO CON LA BIBBIA,CON PERSONE CHE TE NE PARLANO,CON CIRCOSTANZE,PARLA AL CUORE..MA L UOMO NON CI BADA.E NON SI TRATTA DI PEGGIORAR LA PROPIA VITA METTENDOCI GESù ,MA DI MIGLIORARLA..DIO NON TOGLIE,DIO DA..E L UOMO HA BISOGNO DI DIO E DELLA SALVEZZA..TUTTO IL RESTO HA MINORE RILEVANZA,QUANDO FINIRà TUTTO RIMARRà LA SCELTA CHE HAI FATTO OGGI IN BASE A CRISTO,SE L HAI ACCETTATO OPPURE NO. QUANDO LA FINE VERRà E CRISTO RITORNERà TI CHIEDERà CONTO DI COSA NE HAI FATTO DEL SACRIFICIO CHE CRISTO OFFERSE X TE.TUTTO QUELLO CHE CONTERà NON SARANNO LE TUE OPERE,LE TUE SCUSE,LA TUA INTELLIGENZA,CIò CHE HAI COSTRUITO IN QUESTA VITA..NON POTRAI DAR COLPA A EVENTI SUCCESSI...PERCHè QUI TU HAI TUTTO IL TEMPO E TUTTA LA LIBERTà DI DECIDERE DOVE PASSERAI L ETERNITà.CREDI A GESù?CREDI CHE SULLA CROCE è MORTO X TE?TI RENDI CONTO DI AVER BISOGNO DI CRISTO?LO ACCETTI COME PERSONALE SALVATORE NELLA TUA VITA?DIO è DISPOSTO,NONOSTANTE LA RIBELLIONE DELL UOMO NEI SUOI CONFRONTI,A TENDERTI LA SUA MANO.CIò CHE SPETTA ALL UOMO è COGLIERLA.TUTTO CIò CHE FAI,TUTTO CIò IN CUI CREDI ,TUTTO CIò CHE VUOI NON HA VALORE...SE PERDI POI LA TUA ANIMA.L ANIMA  è L UNICA COSA CHE TI RIMARRà.L UNICA COSA CHE TI PUò IMPEDIRE DI CONOSCERE DIO SEI TU! DIO HA GIà PAGATO X TE,CRISTO è GIà MORTO X TE!è RESUSCITATO E TI HA DATO LA VITA ETERNA....QUESTO MONDO GIACE NELLA MORTE SPIRITUALE.VUOI CONTINUARE A ESSER MORTO SPIRITUALMENTE?GESù DICE:IO SONO LA RESURREZIONE E LA VITA.SCEGLI CRISTO è VIVI..!

 
 
 

i fatti sono questi

Post n°27 pubblicato il 19 Settembre 2008 da bimbarock

Un giorno Satana e Gesù stavano conversando.Satana era appena ritornato dal Giardino di Eden,era borioso e si gonfiava di superbia. Diceva: 'Signore,ho appena catturato l'intera umanità,ho usato una trappola che sapevo non avrebbe trovato resistenza,e un'esca che sapevo ottima..e li ho presi tutti!'. 'Cosa farai con loro?',chiese Gesù.Satana rispose: 'Mi divertirò con loro! Gli insegnerò come sposarsi e divorziare; Come odiare e farsi male a vicenda;Come bere,fumare e bestemmiare;Gli insegnerò a fabbricare armi da guerra,fucili,bombe e ad ammazzarsi fra di loro..Mi divertirò tantissimo!!!'.'Ma presto ti stancherai,a quel punto cosa farai con loro?',chiese Gesù.'Li ucciderò!!!',esclamò Satana con superbia. 'Quanto vuoi per loro?',chiese allora Gesù. E Satana rispose: 'Ma va,non la vuoi questa gente,loro sono cattivi..Li prenderai e ti odiaranno,ti sputeranno addosso,ti bestemmieranno e ti uccideranno..Non puoi volerli!!!'. 'Quanto?',chiese di nuovo Gesù. Satana sogghignando disse: 'Tutto il tuo sangue,tutte le tue lacrime..Insomma la tua vita!!!'. Gesù disse: 'AFFARE FATTO'..e pagò il prezzo......>

 
 
 

il mio credo

Post n°13 pubblicato il 04 Settembre 2008 da bimbarock

credo in Gesù e prego solo il padre il figlio e lo spirito santo e non i santi(che son uomini)credo alla potenza di Dio nella vita delle persone che credono in Lui.credo alla salvezza che Cristo diede sulla croce e credo che un giorno(come lui disse)tornerà a portar in cielo la sua chiesa(quelli cioè che han creduto al suo sacrificio e son cosi nati di nuovo)credo che esista il diavolo e gli angeli di Dio e credo nell autorià che Gesù ha dato ai suoi figli x distruggere le opere del diavolo.credo alla bibbia comer la parola di Dio e credo ke il piano di Dio x l uomo è l unico ke sussiste in eterno.

 
 
 

Dio vuole che credi

Post n°12 pubblicato il 08 Agosto 2008 da bimbarock

Dio ha dato lo spirito di vita all uomo quando creò l uomo:""prima che la polvere torni alla terra com era prima,e lo spirito torni a Dio che l ha dato(ecclesiaste12.9)
Si deve credere in Cristo x avere la vita eterna:
 Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato ma chi non avrà creduto sarà condannato(marco 16.16)
perchè se con la bocca avra confessato Gesù come Signore,e avrai creduto col cuore che Dio lo ha resuscitato dai morti,sarai salvato(romani 10.9)
"Noi che abbiam creduto infatti entriamo in quel riposo(ebrei 4.3)
ma i figli del regno saran gettati nelle tenebre di fuori(matteo 8.12)
poichè come tutti muoiono in Adamo,così anche in Cristo saranno tutti vivificati(1corinzi 15.22)
..i giusti andranno a vita eterna(matteo 25.46)
poichè Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unico figlio affinchè chiunque crede in lui non muoia ma abbia vita eterna(giov 3.16)
in verità vi dico ,chi ascolta le mie parole e crede a colui che mi ha mandato ha vita eterna,e non viene in giudizio ma è passato dalla morte alla vita(giov 5.24)
in verità vi dico :chi crede in me,ha vita eterna(giov6.47)
siate pazienti,fortificate i vostri cuori, la venuta del Signore è vicina(giacomo 5.8)

 
 
 

Dubbi?

Post n°11 pubblicato il 07 Agosto 2008 da bimbarock

Se il mondo fa schifo non vuol dire che è Dio l autore dello schifo. Dio è buono e l uomo è stolto. é vero chi crede va in cielo e chi non crede all inferno questo è quello che sarà..siccome non ami Dio spiegami perchè dovresti passar l eternità in casa sua..se non ami Dio vai all inferno..cioè lontano da Dio.siccome Dio da libero arbitrio l uomo decide in chi credere e x quanto mi riguarda io ho fatto la mia scelta, gli altri scelgono da soli..certo e vero è che io professo quello in cui credo. Si professan tante idiozie a sto mondo che ci vuol più fede a credere al big bang che a un creatore che ha voluto crear tutto..i miei occhi son aperti.

 
 
 
Successivi »
 

ECCOMI

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

LA BUONA NOTIZIA

 

Gesù è la Via, la Verità e la Vita!

Il Signore Gesù ha pagato il peccato dell umanità..col suo sangue!

Accettalo nel tuo cuore.

Il tuo tempo è adesso…hai solo questo tempo a disposizione..questo è il tempo della tua salvezza….scegli CRISTO e VIVI perché solo in lui è la vita.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ange_nocturneivanminutoliQwertylol2002dani.00simon.muratfra67clele2dankleberPurezalina.scifogrec.nunGiuseppeLivioL2GiorgiaangelicaGraziellaManci85patrizia.pernice12mistersax0
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20