Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

Beualhforddissecherossella1900.rcassetta2cp2471967cristirumizlaboratoriotving.desantismicheledefra9francesco_defilippisgiovanni.poloni2015White_Feather_Xfondazione.foarasputin1964
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

 

VIESTE – Festambiente Sud chiude stasera con Chiara Civello e la pianista Rita Marcotulli Il Ago 2, 2021

Post n°28502 pubblicato il 02 Agosto 2021 da forddisseche

VIESTE – Festambiente Sud chiude stasera con Chiara Civello e la pianista Rita Marcotulli 

 
105
 

Chiude oggi la XVII edizione di FestambienteSud, che vedrà la presenza del Premio StregaEmanuele Trevi. Alle 10.30 lo scrittore e critico letterario romano – che con “Due vite” (Neri Pozza) si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento – sarà protagonista di un incontro letterario nel magico scenario della Foresta Umbra, sito patrimonio mondiale UNESCO con le sue vetuste faggete.
Ad accompagnarlo saranno le performance sonore di MAI MAI MAI, progetto audio/video di Toni Cutrone, messa in musica ed immagini di un viaggio oscuro nella tradizione dell’Italia meridionale. A precedere l’incontro con l’autore sarà la pratica di meditazione incentrata sul respiro, a cura della maestra di meditazione e yoga himalayano Francesca Maria Salerno.
Nel pomeriggio (alle 18.30 a La Ripa) Naomi Berrill – violoncellista, cantante e autrice irlandese capace di spaziare dalla musica barocca a quella folk – farà esplorare il tema delle migrazioni con il suo ultimo lavoro “Suite dreams”.
Energia, passione, un raro mix di radici messicane e andaluse saranno fuse con il colore del jazz contemporaneo nel concerto di Israel Varela & Karen Lugo. Il batterista, compositore e vocalist sarà sul palco (alle 21.00 a Marina Piccola) con la ballerina di flamenco acclamata per il suo stile passionale e l’integrazione di elementi di danza moderna.
Dulcis in fundo un concerto che non mancherà di emozionare, stupire, commuovere e divertire con la direttrice del Festival Chiara Civello e la pianista e compositrice Rita Marcotulli, tra i maggiori talenti del jazz italiano.
”Vieste sempre più epicentro della cultura pugliese – dichiara l’assessora al turismo Rossella Falcone -. FestambienteSud trova nella nostra città le location evocative, che saranno apprezzate in momenti particolari della giornata, come ad esempio il concerto al tramonto fra le rocce della Ripa o la performance sonora del Progetto Mai Mai Mai fra le maestose faggete della Foresta Umbra, fino ai concerti di Paolo Conte e Chiara Civello sull’ampia veranda vista mare di marina Piccola. Tre giorni d musica, cultura e spettacolo in una estate viestana ricca di eventi e con un cartellone che culminerà a settembre con la Veste in Love”

 
 
 

Lo spot “Puglia, una storia d’amore” premiato come il più bello d’Italia Il Ago 1, 2021

Post n°28501 pubblicato il 01 Agosto 2021 da forddisseche

Lo spot “Puglia, una storia d’amore” premiato come il più bello d’Italia 

 
114
 

Il video “Puglia, una storia d’amore”, nel quale c’è tanto di Vieste,  è stato votato “come lo spot migliore fra quelli proposti dalle regioni italiane” dagli esperti del sito “Gazzetta del Pubblicitario”, che si occupa di pubblicità e comunicazione. Lo rende noto con un post su facebook il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“La Puglia – scrive – è sul gradino più alto del podio anche per lo spot pubblicitario più bello d’Italia. La nostra regione quest’anno non è solo regina del turismo, con il mare più bello e pulito del Paese, ma è anche al primo posto per il video ‘Puglia, una storia d’amore’, prodotto da Pugliapromozione e realizzato dalla regista e sceneggiatrice di Nardò Francesca Muci“.
Il video, in onda dal 20 giugno sui canali tv nazionali, sul web e sui social, è stato realizzato nell’ambito della campagna di comunicazione per la stagione turistica. Racconta, sulle note della Taranta salentina, la storia di un bambino in vacanza in Puglia con la famiglia che, quando scopre che i genitori stanno preparando il rientro a casa, li lega al letto e corre in bici dalla sua innamorata che lo aspetta in riva al mare, promettendole che non partirà più. 
(ANSA).   

 
 
 

VIESTE – Domati gli incendi, azione di contrasto tempestiva ed efficace Ultimo aggiornamento Ago 1, 2021

Post n°28500 pubblicato il 01 Agosto 2021 da forddisseche

VIESTE – Domati gli incendi, azione di contrasto tempestiva ed efficace 

 
148
 
 

Non uno, ma ben tre incendi scoppiati quasi contemporaneamente nella mattinata di oggi nell’entroterra di Vieste. Grazie alla perfetta sinergia tra le squadre di emergenza e protezione civile, tutti e tre i focolai sono stati spenti, nonostante il vento forte e il caldo asfissiante.

 

L’incendio più grande (e per il quale sono tuttora in corso azioni di bonifica), ha riguardato la località “Piana della Battaglia – Mandrione), alle pendici della Foresta Umbra. Qui, secondo una primissima stima da parte dei carabinieri forestali, ben 15 ettari, tra macchia mediterranea e pineta d’Aleppo, sono stati percorsi dal fuoco. Danni più gravi si sarebbero avuti se non ci fosse stato il grande spiegamento di forze, composto da ben cinque squadre della Pegaso, due delle Gev, altrettante dell’Arif, assieme a Vigili del fuoco e carabinieri forestali, oltre che della polizia locale. Una sinergia che è riuscita, nonostante le evidenti difficoltà, ad arginare le fiamme ed evitare che si propagassero ulteriormente, favorite dal vento forte e caldo.

Quasi contemporaneamente sono scoppiati altrui due incendi. Il primo nella zona di “Focareto” e l’altro in località “Resega”. Ma anche in questi due casi, l’ottimo lavoro svolto dalle squadre antincendio e volontari ha permesso di arginare le fiamme.

 

Va detto altresì che i danni sono stati limitati anche grazie al lavoro preventivo svolto dalle squadre di volontari di Protezione Civile di Vieste che, in considerazione della particolare giornata, caldissima e ventosa, già da questa mattina presto erano all’opera per monitorare le zone più a rischio ed intervenire con immediatezza in caso di allarme. Così come si è poi verificato. Per cui va detto grazie a tutti i volontari e alle altre squadre antincendio per l’encomiabile lavoro svolto, in situazioni davvero difficili.

 

 
 
 

Procedure più veloci per tornare in edicola «Dopo anni di tribolazioni e sacrifici dei lavoratori» Il comitato di redazione

Post n°28499 pubblicato il 01 Agosto 2021 da forddisseche

Procedure più veloci per tornare in edicola«Dopo anni di tribolazioni e sacrifici dei lavoratori»

  
Cari Lettori della «Gazzetta», per il 29 prenotate una copia in più
 
 
 
 

BARI - La Gazzetta del Mezzogiorno non chiude, ma interrompe - speriamo sia un periodo il più breve possibile - le pubblicazioni in attesa di tornare dai nostri lettori più forte e rinnovata. Non essere in edicola domani - a causa della mancata accettazione della proroga dall’editore affittuario, ultimo capitolo di una vicenda travagliata iniziata circa tre anni fa tra procure e tribunali - rappresenta un impoverimento culturale del diritto costituzionale all’informazione dei cittadini di Puglia e Basilicata, un vulnus storico che non si era registrato nemmeno durante le due guerre mondiali.

 

Il comitato di redazione auspica che, nelle more dei tempi della procedura fallimentare nella quale è coinvolta la testata e la società editrice, alla quale afferiscono i giornalisti e tutti i lavoratori della Gazzetta, siano perseguite dal Tribunale di Bari e dalle curatele di Mediterranea e Edisud tutte le strade possibili per garantire ai cittadini pugliesi e lucani il più rapido ritorno dell’informazione della Gazzetta nelle edicola. Come? Approntando, grazie a procedure evidentemente straordinarie, la formula necessaria sul piano giuridico per un immediato ripristino della produzione, che garantisca la presenza della testata nelle edicole del territorio.

 

Dopo ormai anni di incertezze e tribolazioni, nonché di stipendi non ricevuti e di una sostanziale precarizzazione dell’esistenza dei giornalisti del Gazzetta, l’unica via per il rilancio della testata passa dal completamento della procedura fallimentare nel minore tempo possibile, affinché l’aggiudicazione della testata consenta ad una compagine imprenditoriale di garantire i livelli occupazionali e salariali dei giornalisti, la continuità del giornale e un serio piano di rilancio.

 

L’invito è quindi ad accelerare, ove possibile, i tempi sia del completamento delle varie tappe della procedura fallimentare sia della predisposizione delle formule adatte al ritorno temporaneo del giornale nelle edicole: ottemperando a questi due passaggi si darebbe una prospettiva alle 140 famiglie di giornalisti e lavoratori del nostro e vostro giornale. I lavoratori hanno subito l’ennesima tegola sulla testa con la beffa di apprendere, a poche ore dalla scadenza del contratto di affitto, la notizia della fine imminente delle attività editoriali. Riteniamo sia arrivato il tempo di dare certezze al giornale e di pretendere verità e correttezza da parte di tutti gli imprenditori interessati a rilevare la testata.

 

Federazione nazionale della Stampa Italiana e Associazioni di Stampa di Puglia e di Basilicata ribadiscono la necessità di moltiplicare gli sforzi da parte di tutti affinché la Gazzetta del Mezzogiorno torni al più presto in edicola.
Nel rispetto delle procedure di legge, il sindacato dei giornalisti ritiene indispensabile verificare senza indugi ogni possibilità e prendere in considerazione tutte le proposte utili a consentire la ripresa delle pubblicazioni. In queste ore, infatti, non sono mancate manifestazioni di disponibilità per assicurare la sopravvivenza del giornale fino alla definizione della procedura fallimentare. Come già in passato, i giornalisti sono pronti a fare sacrifici mettendo a disposizione il loro lavoro pur di garantire la continuità dell'informazione in Puglia e Basilicata.

 

Tocca al tribunale e alle curatele fallimentari verificare la fattibilità di soluzioni ponte dopo il diniego della Ledi alla prosecuzione dell'affitto. Riportare la gazzetta in edicola deve essere una priorità assoluta. Ogni giorno senza il giornale rappresenta un danno non soltanto per i giornalisti e le maestranze, ma anche e soprattutto per le comunità alle quali la Gazzetta dà voce da 134 anni.

 
 
 

Editoria: Moles, non disperdere Gazzetta Mezzogiorno Il sottosegretario auspica soluzioni immediate

Post n°28498 pubblicato il 01 Agosto 2021 da forddisseche

Editoria: Moles, non disperdere Gazzetta MezzogiornoIl sottosegretario auspica soluzioni immediate

Redazione online

31 Luglio 2021

Editoria: Moles, non disperdere Gazzetta Mezzogiorno

Il sottosegretario Giuseppe Moles

Contenuti correlati

Roma - «Sarebbe imperdonabile disperdere un patrimonio di libertà e identità quale la Gazzetta del Mezzogiorno, autorevole voce delle comunità del Sud Italia». Lo dice il sottosegretario all’Editoria Giuseppe Moles in relazione alla vicenda che vede a rischio da domani la prosecuzione delle pubblicazioni dello storico quotidiano. «Non si è difatti ancora conclusa la procedura fallimentare per l’affidamento della società editrice il cui contratto di gestione temporaneo è ormai scaduto. Celerità nella decisione e garanzia dei livelli occupazionali sono un’urgenza - aggiunge Moles - Mi auguro che in queste ore la situazione possa finalmente trovare giusta ed adeguata soluzione».

 
 
 

VIDEO | La Cattedrale di Vieste torna sicura e in tutto il suo splendore, grazie al restauro concluso in tempi record

Post n°28497 pubblicato il 31 Luglio 2021 da forddisseche

VIDEO | La Cattedrale di Vieste torna sicura e in tutto il suo splendore, grazie al restauro concluso in tempi record

VIDEO | La Cattedrale di Vieste torna sicura e in tutto il suo splendore, grazie al restauro concluso in tempi recordVenerdì 30 Luglio 2021
Poteva succedere l'irreparabile e invece la cattedrale di Vieste è stata messa in sicurezza ed è tornata a risplendere di nuova luce.

Grazie all'intuizione di don Gioacchino Strizzi, parroco della chiesa e la professionalità dell'architetto Pasquale Del Giudice che, ciascuno per le proprie competenze, hanno colto la necessità di intervenire sulla infrastruttura che rischiava di crollare, nella parte della copertura.


l'Attacco ha visitato la chiesa restaurata con una guida d'eccezione, l'architetto Del Giudice, che ha illustrato i dettagli dell'intervento. L'approfondimento nell'edizione odierna del quotidiano.
 
 
 

VIESTE – Malore in mare per giovane donna, salvata da annegamento Il Lug 31, 2021

Post n°28496 pubblicato il 31 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Malore in mare per giovane donna, salvata da annegamento 

 
196
 
 

Codice rosso sul lungomare di Vieste. In tarda mattinata una giovane donna affetta da Corea di Huntington ha accusato un malore mentre era in acqua, perdendo coscienza e sindrome da annegamento per l’abbondante penetrazione di acqua nei polmoni.
Intervenuta prontamente l’ambulanza medicalizzata del 118 con a bordo il dottor Matteo Mennea, l’infermiere Giovanni Lauriola e Antonio Colella con il recupero e il primo intervento.

 

Attivato immediatamente l’elisoccorso con il rianimatore Patrizio Rubcick e infermiera Jole Figurella che dopo aver stabilizzato la paziente dal punto di visto neurologico e garantita una adeguata ventilazione e perfusione, riducendo la compliance polmonare dopo l’arresto respiratorio transitorio, hanno tempestivamente ospedalizzato la donna presso Casa Sollievo della Sofferenza, accompagnandola fino alla sala emergenze del Pronto Soccorso.
Poteva essere una tragedia se non vi fosse stata la tempestività della catena dei soccorsi. Il fattore tempo e la professionalità degli operatori hanno letteralmente salvato una vita. (fonte: L’Immediato)


 
 
 

VIESTE – Concluso il festival “Il Libro Possibile”, grande successo di pubblico e di critica Il Lug 31, 2021

Post n°28495 pubblicato il 31 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Concluso il festival “Il Libro Possibile”, grande successo di pubblico e di critica 

 
104
 

Le voci dei maestri della Storia nel racconto di Roberto Saviano, un focus tra pandemia e medicina con Barbara Gallavotti e Antonella Viola, le regole dell’imprenditoria italiana nel dialogo tra Oscar Farinetti, Giuseppe Stigliano e Michele Andriani. E ancora: un progetto umanitario raccontato da Gherardo Colombo, Gabriella Nobile e Cecilia Strada e l’esordio letterario del rapper Blind.  Il festival del Libro Possibile, diretto da Rosella Santoro e presieduto da Gianluca Loliva, ha concluso alla grande ed enorme successo la sua XX edizione a Vieste, con un’ultima serata di presentazioni letterarie, lectio magistralis e dibattiti, ospitati in piazza di Marina piccola.

 

Un evento di rilevante spessore culturale e di saggia promozione turistica, voluto dal Comune di Vieste, in particolare dall’assessore alla Cultura, Graziamaria Starace, e sostenuto dalla Regione Puglia.

 

Proprio in accordo con l’amministrazione comunale si è voluto dedicare anche nell’ultima serata un focus sui temi della giustizia. E ad aprire gli appuntamenti è stato un giornalista e scrittore che si è sempre speso nel denunciare lo strapotere della criminalità: Roberto Saviano. Introdotto dalla direttrice artistica del festival Rosella Santoro, ha presentato il suo ultimo libro, Gridalo (Bompiani), racconto che incrocia le voci dei grandi maestri della Storia, tra cui Giordano Bruno, Anna Achmatova, Robert Capa, Jean Seberg, Martin Luther King e Francesca Cabrini.

 

E’ stata poi la volta della presentazione di un progetto umanitario con l’obiettivo di fermare le morti connesse alle grandi migrazioni in mare. Il sogno di ResQ – la nave che salva vite umane raccontato   attraverso le voci dei curatori, Gabriella Nobile, Cecilia Strada (in collegamento da bordo della ResQ) e Gherardo Colombo. Se ne è parlato con il caporedattore del Tgr Rai Puglia Giancarlo Fiume.

Quindi, a salire sul palco, con una lectio magistralis, la biologa Barbara Gallavotti sul tema Virus e Libertà. Uno sguardo al presente e alla pandemia di cui ancora avvertiamo la morsa sempre più stretta nella nostra quotidianità, ma anche un’analisi lucida del futuro che ci aspetta mentre in Italia si infiamma il dibattito su green pass e spostamenti.

 

A seguire, focus sul mondo dell’imprenditoria con il patron di Eataly Oscar Farinetti, il ceo dell’agenzia di marketing Wunderman Thompson Italy Giuseppe Stigliano, e Michele Andriani, eccellenza dell’innovation food pugliese con l’azienda Andriani spa. Tre importanti voci del settore che a Vieste hanno dibattuto sulle Regole per un mondo senza regole, con le idee innovative che hanno permesso loro di imporsi in un mercato in continua evoluzione.

 

E’ stata poi la volta dell’immunologa Antonella Viola, che ha accompagnato il vasto pubblico presente a Marian piccola o sintonizzato su Telenorba (che ha mandano in onda in diretta tutte e quattro le serate viestane) in un viaggio nella fragile perfezione del sistema immunitario. Raccontando tra le pagine di Danzare nella tempesta (Feltrinelli), nell’incontro presentato dal caporedattore del Tgr Rai Puglia Giancarlo Fiume, come il nostro organismo è capace di un’infinita potenzialità: affrontare qualsiasi nemico, codificandolo e costruendo la propria memoria. La stessa memoria che noi abbiamo imparato ad allenare con i vaccini.

 

A chiudere la serata e il Festival, il debutto letterario del rapper Blind che a Vieste ha porta “Cicatrici” (Mondadori), un racconto personale di rinascita e verità, tracciando tra le pagine un diario di questi suoi primi 21 anni. Muovendosi dalla vita difficile in strada nel mondo della droga al successo seguito alla partecipazione a X Factor, che lo ha consacrato come una delle proposte musicali più interessanti della sua generazione.

 
 
 

VIESTE – E da stasera “Festambiente Sud” con Paolo Conte e Chiara Civello Il Lug 31,2021

Post n°28494 pubblicato il 31 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – E da stasera “Festambiente Sud” con Paolo Conte e Chiara Civello

179
(

Nemmeno il tempo di archiviare il Festival de Il Libro Possibile, che nella capitale turistica del Gargano, approda  il festival nazionale di Legambiente “Festambiente Sud” in programma da oggi, sabato 31 luglio, a lunedì, 2 agosto. Anche in questa occasione ospiti internazionali sul palco di Marina Piccola.

 

La tre giorni, diretta da Chiara Civello e Franco Salcuni, sarà ricca di appuntamenti legati alla musica, alla letteratura e non solo. Si spazierà dai matinée con Mai Mai Mai in veste di sonorizzatore della Foresta insieme alle letture di Emanuele Trevi ed Elena Stancanelli, per poi guardare i tramonti con LNDFK, Simona Severini, Naomi Berril e la sera le stelle con Nicola Conte, Musica Nuda, Chiara Civello e Rita Marcotulli, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Israel Varela e Karen Lugo, Rachele Andrioli, ed infine ballare con le onde di Nu Genea, Nicola Conte e Populous.

 

Si partirà sabato 31 luglio alle 10.30 in Foresta Umbra (presso Trattoria Foresta Umbra, area Laghetto) dove Francesca Maria Salerno, maestra di meditazione e yoga himalayano, accompagnerà i presenti dal caos al silenzio con pratiche di meditazione per entrare in contatto con la natura. Si passerà poi dal silenzio alla musica con le intuizioni (non solo) musicali di Mai Mai Mai (Toni Cutrone), con un percorso sonoro attraverso la Foresta Umbra tra field recordings ambientali, synth e strumenti acustici.

 

Alle 18.30 ci si sposterà a Vieste, presso La Ripa – quartiere storico della città caratterizzato da un’alta falesia a picco sul mare – per il concerto di LNDFK (Linda Feki), producer e songwriter di origine italo-tunisina (attualmente impegnata nella lavorazione del suo LP d’esordio, che trae la sua espressività musicale dal jazz, del neo-soul e dall’hip-hop.

 

L’apertura ufficiale della tappa viestana è prevista alle 20.30 a Marina Piccola alla presenza della direttrice artistica Chiara Civello, del direttore culturale Franco Salcuni, del presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani, della vicesindaco del Comune di Vieste Rossella Falcone.

 

A seguire Nicola Conte con “People Need People”, spettacolo nato dalla collaborazione di Nicola Conte e Gianluca Petrella. Il musicista, compositore e deejay – che sarà affiancato da Carolina Bubbico, Filippo Bubbico, Dario Congedo, Logan Richardson e Luca Alemanno – chiuderà la prima giornata con il suo djset.

 

Domenica 1 agosto appuntamento alle 10.30 in Foresta Umbra sempre con la maestra di meditazione e yoga himalayano Francesca Maria Salerno, che guiderà i partecipanti nella pratica di respiro, meditazione, mindfulness e in una camminata con contatto consapevole e risveglio dei sensi. Il tutto sempre accompagnato dalle performance sonore inedite di Mai Mai Mai. Seguirà l’incontro con Elena Stancanelli, autrice di romanzi e racconti, alcuni dei quali pubblicati su riviste e rotocalchi (Max, Amica, Gulliver, Tutte Storie, Cosmopolitan, Marie Claire) e su quotidiani nazionali (Il Secolo XIX, Corriere della Sera), collaboratrice di Repubblica, Il manifesto e La Stampa.

 

Si continuerà al tramonto (18.30) a La Ripa con Simona Severini, cantautrice al suo primo EP da solista “Ipotesi”, nel quale mescola elementi di jazz e vintage pop all’interno di una dimensione cantautorale.

 

Doppio concerto a Marina Piccola, a partire dalle 21.00, con Rachele Andrioli in “Leuca” – spettacolo sintesi di innovazione e tradizione che è un tributo alla musica popolare e al Mediterraneo, alle influenze più lontane e alla musica come unica bandiera – e poi Petra Magoni con Ferruccio Spinetti, noti anche come Musica Nuda, dal titolo del loro primo album insieme.

 

A chiudere la seconda giornata saranno i Nu Genea, duo formatosi a Napoli e ora di stanza a Berlino, che si lascia ispirare dalla musica Disco, Jazz-Funk e Fusion Napoletana, unendo tali influenze al caratteristico suono che li contraddistingue per un djset che trascinerà sensi ed emozioni, come le onde del mare che accarezzeranno il lungomare di Marina Piccola, location dello spettacolo.

 

Lunedì 2 agosto sarà l’ultima giornata della XVII edizione di FestambienteSud, che vedrà la presenza del Premio StregaEmanuele Trevi. Alle 10.30 lo scrittore e critico letterario romano – che con “Due vite” (Neri Pozza) si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento – sarà protagonista di un incontro letterario nel magico scenario della Foresta Umbra, sito patrimonio mondiale UNESCO con le sue vetuste faggete.

 

Ad accompagnarlo saranno le performance sonore di MAI MAI MAI, progetto audio/video di Toni Cutrone, messa in musica ed immagini di un viaggio oscuro nella tradizione dell’Italia meridionale. A precedere l’incontro con l’autore sarà la pratica di meditazione incentrata sul respiro, a cura della maestra di meditazione e yoga himalayano Francesca Maria Salerno.

 

Nel pomeriggio (alle 18.30 a La Ripa) Naomi Berrill – violoncellista, cantante e autrice irlandese capace di spaziare dalla musica barocca a quella folk – farà esplorare il tema delle migrazioni con il suo ultimo lavoro “Suite dreams”.

 

Energia, passione, un raro mix di radici messicane e andaluse saranno fuse con il colore del jazz contemporaneo nel concerto di Israel Varela & Karen Lugo. Il batterista, compositore e vocalist sarà sul palco (alle 21.00 a Marina Piccola) con la ballerina di flamenco acclamata per il suo stile passionale e l’integrazione di elementi di danza moderna.

 

Dulcis in fundo un concerto che non mancherà di emozionare, stupire, commuovere e divertire con la direttrice del Festival Chiara Civello e la pianista e compositrice Rita Marcotulli, tra i maggiori talenti del jazz italiano.

 

”Vieste sempre più epicentro della cultura pugliese – dichiara l’assessora al turismo  Rossella Falcone -. FestambienteSud trova nella nostra città le location evocative, che saranno apprezzate in momenti particolari della giornata, come ad esempio il concerto al tramonto fra le rocce della Ripa o la performance sonora del Progetto Mai Mai Mai fra le maestose faggete della Foresta Umbra, fino ai concerti di Paolo Conte e Chiara Civello sull’ampia veranda vista mare di marina Piccola. Tre giorni d musica, cultura e spettacolo in una estate viestana ricca di eventi e con un cartellone che culminerà a settembre con la Veste in Love”

 
 
 

ECCELLENZA PUGLIESE – Massimo Olivieri alla guida dell’Usd Corato Calcio Il Lug 31, 2021

Post n°28493 pubblicato il 31 Luglio 2021 da forddisseche

ECCELLENZA PUGLIESE – Massimo Olivieri alla guida dell’Usd Corato Calcio 

 
55
 

L’Usd Corato Calcio ha scelto Massimo Olivieri. L’esperto trainer viestano guiderà la compagine neroverde nel prossimo campionato di Eccellenza pugliese, che avrà inizio il 12 settembre. Il club del patron Maldera si è congedato da Giuseppe Scaringella nelle ore precedenti all’annuncio del nuovo allenatore.
Toccherà quindi a Olivieri, timoniere esperto delle massime competizioni dilettantistiche, condurre il Corato nell’annata 21-22. Gli inizi sulla panchina dell’Atletico Vieste hanno preceduto il passaggio a San Severo e quindi l’esperienza di Agropoli con l’accesso – da sfavoriti – alla finale playoff dell’Eccellenza campana. La promozione in D l’ha invece conquistata al comando del Brindisi nel 2018-19.
“Sono entusiasta di poter guidare l’Usd Corato Calcio nella prossima stagione» ha commentato. «Cercherò di perseguire gli obiettivi posti dalla società, il prima possibile. Sarà questa una stagione di transizione, come già dichiarato dal presidente in precedenza, con una squadra giovane ma motivata, che cerchi sempre di raggiungere il massimo risultato. Non so se i tifosi coratini mi conoscono, ma vorrei conquistarli e riuscire ad avere la loro fiducia, con il lavoro quotidiano e con il perseguimento dei risultati. Sarebbe bello ripetere qui a Corato, l’esperienza vissuta a Brindisi, dove siamo riusciti nell’impresa di salire in Serie D”, ha concluso Massimo Olivieri

 
 
 

Si torna a volare su Foggia, al “Gino Lisa” arriva volo dalla Francia. La tratta per Milano-Malpensa entro fine anno

Post n°28492 pubblicato il 30 Luglio 2021 da forddisseche

Si torna a volare su Foggia, al “Gino Lisa” arriva volo dalla Francia. La tratta per Milano-Malpensa entro fine anno 

 

La Regione Puglia punta ad attivare il diretto Foggia-Milano Malpensa. L’auspicio è quello di partire nel periodo natalizio

   
 

Si torna a volare su Foggia. L’aeroporto “Gino Lisa” dopo il restyling della pista, ha dato il benvenuto ai passeggeri del volo di aviazione generale proveniente dalla Francia. Ne dà notizia Aeroporti di Puglia. Intanto, nelle scorse ore, la Regione ha annunciato l’intenzione di riattivare quanto prima i voli di linea da Foggia. L’obiettivo sarebbe quello di avere una tratta per Milano-Malpensa entro fine anno.

 
 
 

Goletta Verde: ecco le acque pugliesi eccellenti Legambiente, Arpa e Regione Puglia presentano i risultati del monitoraggio

Post n°28491 pubblicato il 30 Luglio 2021 da forddisseche

Goletta Verde: ecco le acque pugliesi eccellentiLegambiente, Arpa e Regione Puglia presentano i risultati del monitoraggio

  
Goletta Verde: ecco le acque pugliesi eccellenti
 
 
 
 

Bari - Presentati i risultati delle analisi dei campioni d'acqua prelevati dai volontari e dalle volontarie di Goletta Verde sulle coste pugliesi: tutti e 29 i campioni prelevati risultano entro i limiti di legge, ma nel 2020 sono 33 i depuratori che presentano criticità per la Direttiva comunitaria sul trattamento delle acque reflue urbane. 

 

Sono dunque 29 i punti monitorati, dal  12 al 15 luglio, lungo le coste della Puglia, 5 foci di fiumi e 24 punti a mare. Resta alta l’attenzione sulla depurazione delle acque reflue: dei 27 agglomerati originariamente interessati dalla procedura di infrazione ai danni dell’Italia per il mancato rispetto della direttiva comunitaria sul trattamento delle acque reflue urbane, la Commissione Europea ha confermato la non conformità per 14 agglomerati. Sono 3 invece gli agglomerati oggetto di condanne della Corte di Giustizia Europea in materia di collettamento, fognatura e depurazione delle acque reflue: Casamassima, Porto Cesareo e Taviano. In totale gli agglomerati pugliesi sotto procedura d’infrazione sono 25 per un totale di 1.725.347 abitanti equivalenti.

 

Ne hanno parlato Ruggero Ronzulli, presidente di Legambiente Puglia, Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente, Cristiana Biondo, portavoce di Goletta Verde, Raffaele Piemontese, assessore regionale alla Tutela delle acque, Vincenzo Campanaro, direttore scientifico Arpa Puglia, Vito Colucci, direttore generale Autorità Idrica Pugliese, Alessandro Ducci, capitano di vascello - Direttore Marittima di Bari e Marco Paolilli, responsabile Conou (Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati) Coordinamento Area Centro Sud.  

 

 

GLI OBIETTIVI DEL MONITORAGGIO - I monitoraggi lungo le coste che Goletta Verde effettua da anni non vogliono sostituire i dati ufficiali, ma vanno ad integrare il lavoro svolto dalle autorità competenti. I dati di Arpa sono gli unici che determinano la balneabilità di un tratto di costa a seguito di ripetute analisi nel periodo estivo. Le analisi di Goletta Verde hanno invece un altro obiettivo: andare ad individuare le criticità dovute ad una cattiva depurazione dei reflui in specifici punti, come foci, canali e corsi d’acqua che sono il principale veicolo con cui l’inquinamento generato da insufficiente depurazione arriva in mare. Le analisi sono state eseguite da laboratori individuati sul territorio pugliese. La presenza di batteri di origine fecale (enterococchi intestinali ed escherichia coli) è un marker specifico di inquinamento dovuto da scarsa o assente depurazione.

 

TUTTI I DATI NEL DETTAGLIO - Tutti i 29 punti campionati sono risultati entro i limiti di legge. In provincia di Foggia sono 3 i punti monitorati dai volontari e dalle volontarie di Goletta Verde: la spiaggia libera La Calenella in località Baia Monte Pucci a Peschici, la spiaggia libera di Torre Mileto a San Nicandro Garganico e la spiaggia di fronte Castello a Manfredonia. La foce del Torrente Carmosina nella Riserva Naturale di Salina e  la foce del fiume Ofanto a Margherita di Savoia, la spiaggia libera sulla Litoranea di Ponente a Barletta, la Colonna in Località Monastero e la spiaggia Verde a Trani e Ponte lama a Bisceglie sono i punti monitorati in provincia di Bat, 4 i punti monitorati in provincia di Bari: la spiaggia Riserva Torre Calderina a Molfetta, il canale Lamasinata a Bari, la spiaggia Lama Monachile a Polignano a Mare e la spiaggia Cala Porto Rosso.

 

In provincia di Brindisi sono stati monitorati la spiaggia libera in località Torre Canne a Fasano, la Spiaggia del Pilone a Torre San Leonardo a Ostuni, la Spiaggia presso la foce del Canale Reale in località Torre Guaceto a Carovigno, la spiaggia presso la foce del canale in contrada Posticeddu sul Litorale Apani e la spiaggia della Provincia di Giancola a Brindisi.  

 

In provincia di Lecce sono stati 6 i punti campionati. La spiaggia libera nella Riserva Naturale Le Cesine  Vernole, la spiaggia Madonna Alto Mare a Otranto, il canale di scarico in località Marina di Leuca a Castrignano del Capo, il mare presso scarico depuratore di Porto Gaio a Gallipoli, il Mare Punta presso Punta dell'Aspide al confine tra Santa Caterina e Santa Maria a Nardò e la spiaggia libera Le Dune a Porto Cesareo.

 

Nella provincia di Taranto sono stati monitorati la foce del Torrente Borracco in località Torre Borracco a Manduria, la spiaggia della Commenda a Campo Marino di Maruggio, la spiaggia presso la foce del Fiume Ostone a Taranto ,  foce del fiume Lenne e la spiaggia Chiatona a Palagiano.

 

Quest’anno nelle attività di monitoraggio al gruppo di volontari di Legambiente Puglia si sono uniti anche i ragazzi e ragazze dell’Aiat - Associazione Ingegneri per l’Ambiente e Territorio. «Siamo contenti dei risultati ottenuti dalla Puglia, ma non dobbiamo abbassare la guardia - dichiara Ruggero Ronzulli - Se è vero che la Puglia ha fatto grandi passi avanti nel settore della depurazione, è altrettanto vero che ci sono ancora 14 agglomerati urbani in Puglia sotto infrazione per una non conformità alle direttive europee. Così come si parla di economia circolare ma ancora tantissima acqua viene scaricata in mare invece di essere riutilizzata in agricoltura, facendo fronte alla siccità che sta mettendo in ginocchio interi comparti economici. Dal monitoraggio effettuato da Arpa Puglia nel 2020, inoltre, emerge che sono 33 i depuratori che nel 2020 hanno presentato una non conformità alla Direttiva comunitaria sul trattamento delle acque reflue urbane».

 

ACQUE ECCELLENTI - Tutti i 24 punti monitorati risultano balneabili con qualità delle acque eccellenti secondo il portale acque (un'applicazione realizzata dal Ministero della Salute che offre informazioni aggiornate sullo stato di balneazione di tutte le coste italiane). La foce del Carmosina a Riserva Naturale di Salina (Bat), quella  dell'Ofanto a Margherita di Savoia (Bat), la spiaggia al Canale Reale a Torre Guaceto (Brindisi) e il mare presso scarico depuratore a Porto Gaio a Gallipoli (LE) non sono campionati  risultando acque abbandonate. In nessuno dei 29 punti monitorati è presente il cartello di divieto di balneazione e solo in 3 punti sono stati trovati i cartelli di qualità dell'acqua, obbligatori per legge ormai da diversi anni.

 

FOCUS SULLA DEPURAZIONE PUGLIA 2021 - Sono 185 gli impianti di depurazione in esercizio a servizio degli agglomerati pugliesi, di cui 181 gestiti da Acquedotto Pugliese e 4 direttamente dai comuni (Biccari, Lesina Marina, Sannicandro Garganico-Torre Mileto e Volturara Appula). La scarsa disponibilità idrica superficiale naturale condiziona fortemente la tipologia dei recapiti finali nella nostra Regione. Ciò comporta che solo il 7% dei recapiti finali dei depuratori è costituito da corpi idrici superficiali, il 75% da lame e altri corsi d’acqua effimeri/episodici o dal suolo (attraverso trincee drenanti) e il 16% recapita a mare. Per tali peculiarità territoriali, l’aggiornamento del Piano di Tutela delle Acque, adottato con Delibera della Giunta Regionale 1333/2019, prescrive per metà degli impianti che il trattamento sia spinto fino a rendere possibile il riutilizzo delle acque reflue. Gli impianti che continuano a scaricare nel sottosuolo sono 2 (Lesina Marina e Manduria Vecchio), per i quali i procedimenti ambientali per la dismissione dello scarico contra legem sono rispettivamente concluso ed in itinere.

 

Dal monitoraggio effettuato da Arpa Puglia nel 2020 (2.222 controlli, su 176 impianti di depurazione a servizio degli agglomerati con carico generato superiore a 2.000 AE), emerge che sono 33 i depuratori che nel 2020 hanno presentato una non conformità alla Direttiva comunitaria (91/271) sul trattamento delle acque reflue urbane. Di questi: n.3 sono stati interessati da lavori in corso che hanno reso plausibile un decremento dell’efficienza depurativa (Bari Ovest, Corato e Monte Sant’Angelo B); su n. 9 sono stati programmati interventi di adeguamento/potenziamento da avviare tra il 2020 ed il 2023 (Bari Est, Cagnano Varano, Collepasso, Gioia del Colle, Monte Sant’Angelo A, Orsara di Puglia, San Severo, Serracapriola e Volturino); su n.2 sono stati programmati interventi di adeguamento/potenziamento post 2023 (Roseto Valfortore e San Marco la Catola); su n.1 è prevista la dismissione (Manduria Vecchio); per i restanti n.18 si procederà al miglioramento della gestione con interventi di manutenzione straordinaria (Altamura, Apricena, Bisceglie, Bitonto, Candela, Carapelle, Carpino, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio dei Sauri, Cerignola, Gravina in Puglia, Lesina, Lucera A, Molfetta, Ordona, Ruvo di Puglia, Sannicandro Garganico e San Paolo di Civitate). 

 

«Anche la Puglia fa parte delle regioni che hanno causato le procedure di infrazione all’Italia da parte dell’Unione Europea - dichiara Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente - due delle quali si sono trasformate in multe che stiamo già pagando e che ammontano a 60 milioni di euro all’anno: una cifra che si potrebbe utilizzare molto più utilmente aprendo cantieri e creando nuovi posti di lavoro per il ciclo integrato delle acque. Il corretto trattamento dei reflui fognari è un passaggio fondamentale per assicurare la salute dei cittadini e la protezione dell’ambiente e per non danneggiare l’economia turistica, in Puglia come nel resto del Paese. È arrivato il momento di sanare, una volta per tutte, questa ferita sanguinante sulle coste del nostro Paese, utilizzando anche le risorse economiche previste dal Piano Nazionale Ripresa e Resilienza».

 

L'ASSESSORE: «UN'ALTRA PUGLIA» -  «Il Focus Depurazione condiviso con Legambiente per la campagna Goletta Verde 2021 scatta una fotografia di un’altra Puglia rispetto solo a pochi anni fa - ha affermato Raffaele Piemontese - assessore al Bilancio, Infrastrutture e Tutela delle Acque della Regione Puglia - La Regione, in sinergia con l’Autorità Idrica Pugliese e l’Acquedotto Pugliese, sta marciando a tappe serrate verso l’obiettivo di chiusura definitiva del ciclo della depurazione delle acque con l’annullamento delle infrazioni comunitarie, attraverso il finanziamento e la realizzazione di oltre 160 interventi di potenziamento e adeguamento delle reti e dei presidi di depurazione, con investimenti per circa 700 milioni di euro. Abbiamo migliorato la qualità degli scarichi e della salvaguardia dei recapiti finali e dei corpi idrici: un obiettivo che, in attuazione alle misure del Piano di Tutela delle Acque, ha puntato a garantire la sostenibilità ambientale del sistema idrico pugliese e situazioni igienico-sanitarie ottimali per tutti i pugliesi. Il riflesso positivo è evidente sulla principale risorsa legata all’economia blu: il mare per cui la Puglia è, quest’anno, al primo posto in Italia tra le regioni costiere per qualità delle acque di balneazione, risultate “eccellenti” nel 99,8% del numero totale dei punti controllati».

 
 
 

Caso di COVID nel gruppo squadra del Foggia, subito in isolamento nel rispetto dei protocolli

Post n°28490 pubblicato il 30 Luglio 2021 da forddisseche

Caso di COVID nel gruppo squadra del Foggia, subito in isolamento nel rispetto dei protocolli 

   

”Il Calcio Foggia 1920 comunica che oggi è stata riscontrata una positività al Covid-19 all’interno del gruppo squadra.

Il calciatore in questione è stato immediatamente posto in isolamento, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza”. Lo riporta il club rossonero in una nota stampa.

 
 
 

Caldo record in Puglia e Basilicata, a Lecce si toccano i 43 gradi Temperature africane almeno per i prossimi dieci giorni

Post n°28489 pubblicato il 29 Luglio 2021 da forddisseche

Caldo record in Puglia e Basilicata, a Lecce si toccano i 43 gradi Temperature africane almeno per i prossimi dieci giorni

Bari - Coraggio! Il mese di luglio si chiude con un'altra ondata di calore. Colpa dell'anticiclone subtropicale sul Mediterraneo che porta caldo intenso su Puglia, Basilicata e Molise. Tra la fine di luglio e inizio agosto, le torride correnti africane si assoceranno a cieli lattiginosi per le cospicue concentrazioni di polveri sahariane in sospensione e temperature canicolari, fino ai 41-42°C sul Foggiano, oltre i 38-39°C su Collina Materana e alto Bradano e al di sopra dei 35-37°C anche sulla fascia adriatica. Afa molto accentuata lungo le coste interessate dalle brezze e nei grandi centri urbani, specie tra la sera e la notte. A Lecce tra domenica 1 e lunedì 2 agosto si toccheranno i 43 gradi.
 

 
 
 

Turismo, Vieste capitale dell’estate illumina notti pugliesi: 100 luminarie 100 notti e 10 artisti per magia di luce Di Re

Post n°28488 pubblicato il 29 Luglio 2021 da forddisseche

Turismo, Vieste capitale dell’estate illumina notti pugliesi: 100 luminarie 100 notti e 10 artisti per magia di luce

   
 
 

Un monumento luminoso ha invaso le strade di Vieste con una magia di luce e colori quale potente simbolo di rinascita e speranza, per l’evento “Luci su Vieste” che vede come protagonista assoluta la luminaria, un classico simbolo della tradizione pugliese, reinterpretato da giovani creativi. L’evento è promosso da Rossella Falcone, assessore al turismo del Comune di Vieste e ideato da Elio Colasanto, regista teatrale e attore.

    L’antichissima cittadina garganica, tra le mete predilette del turismo in Puglia, è stata avvolta da una magia di bagliori con migliaia di luci installate su cento luminarie, storico simbolo dell’arte pugliese, che illumineranno per cento notti le più importanti vie del centro della perla del Sud.  “Un evento del genere era impossibile da immaginare fino solo a qualche settimana fa, ma la speranza che tutto potesse ripartire era più forte”, commenta con orgoglio Elio Colasanto, direttore creativo di “Luci su Vieste”. “Ho fortemente voluto che il tema focale del nostro evento fosse il simbolo delle nostre feste patronali, la luminaria pugliese esportata ovunque nel mondo. Dal momento che tutte le feste patronali sono ferme da ben due anni mi sembrava un messaggio essenziale e doveroso”.

 
 
 

VIESTE – Mercato quindicinale, tutte le date del 2021 .

Post n°28487 pubblicato il 29 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Mercato quindicinale, tutte le date del 2021

6.543

PREMESSO CHE con Delibera di C.C. N° 9 del 01.02.2002 è stato approvato il Regolamento per il funzionamento del mercato quindicinale;
CHE, come previsto dall’art. 3 della succitata Delibera di C.C., il mercato quindicinale su posteggio di tipo “A”, che ha luogo nell’area di parcheggio del L.re Europa di questo centro urbano, si svolge nel lunedì ricadente a metà e fine di ogni mese;
CHE gli artt. 3 e 29 del Regolamento in argomento, prevedono che l’Amministrazione Comunale, all’inizio di ogni anno, dirami il calendario valevole per tutto l’anno di tutti i mercati che si terranno durante tale periodo;

 

(Omissis)

 

Ciò premesso
DETERMINA
per le ragioni espresse in narrativa,

 

– DI STABILIRE, nel modo seguente, il calendario di tutti i mercati che si terranno durante l’anno 2021:

 

GENNAIO – giorni 11 e 25;

 

FEBBRAIO – giorni 15 e 22;

 

MARZO – giorni 15 e 29;

 

APRILE – giorni 12 e 26;

 

MAGGIO – giorni 10 e 31;

 

GIUGNO – giorni 14 e 28;

 

LUGLIO – giorni 12 e 26;

 

AGOSTO – giorno 30;

 

SETTEMBRE – giorni 13 e 27;

 

OTTOBRE – giorni 11 e 25;

 

NOVEMBRE – giorni 15 e 29;

 

DICEMBRE – giorni 13 e 27;

 

– DI PARTECIPARE il contenuto del presente atto alle Associazioni di categoria degli esercenti del mercato quindicinale e alla cittadinanza a mezzo dei media locali;

 

Il Dirigente

 

Ing. RAGNO VINCENZO

 
 
 

VIESTE – Gran finale della XX edizione del Festival “Il Libro Possibile” con Fico, Borsellino, Crepet, Gomez, Saviano, Viola Ul

Post n°28486 pubblicato il 29 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Gran finale della XX edizione del Festival “Il Libro Possibile” con Fico, Borsellino, Crepet, Gomez, Saviano, Viola 

 
62
 

La ventesima edizione del ‘Libro Possibile’ si conclude a Vieste domani, 30 luglio. Il festival presieduto da Gianluca Loliva e diretto da Rosella Santoro giunge alla tappa conclusiva con le ultime due serate nella nuova location eXXtra, inaugurata quest’anno in occasione del XX anniversario. Oggi la terza serata viestana si apre alle 20 con Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo Borsellino: assieme al direttore de IlFattoQuotidiano.it, Peter Gomez, presenta il progetto editoriale La casa di Paolo (PaperFirst).

 

Alle 20.40 lo psichiatra Paolo Crepet racconta “come torneremo a stare insieme” e poi sud, cultura, ripartenza: tre temi cardine per e l’intervento del presidente della Camera, Roberto Fico. Alle 22 invece si va alla scoperta del Salentu d’amare (DeAgostini), con i Boomdabash. Lo strapotere della criminalità organizzata torna al centro dell’incontro in programma alle 22.40 con il vicedirettore de L’Espresso, Lirio Abbate, autore di Faccia da mostro (Rizzoli).

L’ultima serata (il 30 luglio) è dedicata ai temi della giustizia con il giornalista e scrittore Roberto Saviano alle 20 con il suo libro Gridalo (Bompiani). Segue alle 20.45 il racconto del nuovo progetto umanitario per salvare le vite in mare ovvero Il sogno di ResQ – la nave che salva vite umane attraverso le voci dei curatori, Gabriella Nobile, Gherardo Colombo e Cecilia Strada. Alle 21.25 una lectio magistralis condotta dalla biologa Barbara Gallavotti giornalista e divulgatrice scientifica. Poi focus sul mondo dell’imprenditoria con, tra gli altri, il patron di Eataly Oscar Farinetti e alle 22.55 l’immunologa Antonella Viola. “E’ sicuramente l’evento culturale più importante dell’estate pugliese – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Vieste, Graziamaria Starace, promotrice della manifestazione -. Lo dicono i numeri delle prime due giornate – aggiunge -, dagli ospiti intervenuti al numeroso pubblico presente, agli organizzatori, pronti a bissare l’appuntamento con Vieste anche il prossimo anno. Il Festival rappresenta un risultato di straordinario prestigio nell’offerta di cultura che la città è pronta ad offrire ai suoi visitatori unitamente al suo straordinario patrimonio di bellezze naturali. La manifestazione si inserisce nel percorso di valorizzazione del patrimonio culturale riscoperto e rilanciato da questa Amministrazione, che dal binomio radici-paesaggio ripone negli investimenti culturali un’aspettativa accattivante al pari della sua vocazione balneare.

 

Non c’era modo migliore – conclude Starace – per celebrare il ventennale del Festival del Libro Possibile anche nella prestigiosa e suggestiva cornice di Vieste, che con i suoi 2 milioni di presenze, è riconosciuta la regina del turismo in Puglia”.

 
 
 

VIESTE – Utenze non domestiche, esenzione delle ultime tre rate della tassa rifiuti Il Lug 27, 2021

Post n°28485 pubblicato il 27 Luglio 2021 da forddisseche

VIESTE – Utenze non domestiche, esenzione delle ultime tre rate della tassa rifiuti 

 
356
 dav 

Buone notizie per alcune attività economiche di Vieste: non pagheranno le ultime tre rate della Tari. Lo ha deciso l’Amministrazione comunale che, in merito, ha apportato una modifica al relativo  Regolamento. Di seguito il comunicato dell’Ufficio tributi.

 

“Con modifiche apportate all’art. 24 del Regolamento Tari vigente saranno riconosciute d’ufficio, a condizione che siano state pagate le rate già scadute non oggetto di esenzione , le seguenti esenzioni TARI per il solo anno 2021:

 

ESENZIONE delle ultime tre rate in scadenza 31.07 – 30.09 – 30.11 ai contribuenti appartenenti alle seguenti categorie:

 

-ATTIVITA’ ECONOMICHE-

 

01. – solo associazioni e scuole ( danza, musica);
04. – solo distributori di carburanti e impianti sportivi;
11. Agenzie, Uffici
12. Banche e Istituti di Credito, Studi Professionali
13. Cartolerie, Librerie, Negozi di Beni Durevoli, Calzature, Ferramenta
17. Barbiere, Estetista, Parrucchiere
18. Attività Artigianali tipo Botteghe (Elettricista, Fabbro, Falegname, Idraulico)
19. Autofficina, Carrozzeria, Elettrauto
20. Attività Industriali con Capannoni di Produzione
21. Attività Artigianali di Produzione Beni Specifici
22. Osterie, Pizzerie, Pub, Ristoranti, Trattorie
23. Birrerie, Hamburgerie, Mense
24. Bar, Caffè, Pasticceria

ESENZIONE dell’ultima rata in scadenza 30.11 ai contribuenti appartenenti alle seguenti categorie:

 

-STRUTTURE RICETTIVE –

 

04. – solo campeggi;
05. Stabilimenti balneari;
07. Alberghi con ristorante – strutture ricettive con ristorante;
08. Alberghi senza ristorante – Appartamenti per vacanze – Case per ferie.

 

Coloro che avvessero già pagato le rate Tari esentate dovranno comunicare all’Ufficio Tributi entro e non oltre il 16 agosto 2021, con nota da inviare al protocollo dell’Ente: protocollo @pec.comune.vieste.fg.it, l’IBAN per il bonifico del rimborso spettante.

 

Vieste 27.07.2021

 

Il Responsabile del Servizio Tributi
f.to Dott.ssa Gelsomina Scattino

 
 
 

Chiarezza sul futuro della «Gazzetta» Alla vigilia di un momento molto delicato e importante

Post n°28484 pubblicato il 27 Luglio 2021 da forddisseche

Chiarezza sul futuro della «Gazzetta»Alla vigilia di un momento molto delicato e importante

Redazione online

27 Luglio 2021

Emiliano La Gazzetta del Mezzogiorno

BARI - Apprendiamo con stupore dell’ipotesi di retrocessione dei lavoratori della Gazzetta al Fallimento Edisud Spa, a partire, dal 1° agosto senza dover prestare attività lavorativa e senza retribuzione. Tutto ciò sarebbe conseguenza del termine al 31 luglio del contratto di fitto, termine che comporterebbe la cessazione delle pubblicazioni del giornale. 

L’editore, insieme ai giornalisti e a tutti gli altri dipendenti, dando atto dell’ottimo lavoro fin qui svolto da tutte le parti in causa per la continuità del giornale, auspica che gli organi delegati alla gestione della procedura assumano con chiarezza e senza indugio le determinazioni necessarie alla prosecuzione delle procedure, così come stabilito dai provvedimenti già adottati dal Tribunale di Bari. Tutto questo nella consapevolezza che la continuità editoriale, con godimento dei beni fallimentari a terzi, non può prescindere da gare competitive come è stato in occasione dell’acquisizione in godimento dell’azienda editoriale nello scorso novembre.

 
 
 

Giorno del ricordo: musica e riflessioni su 17 mesi di pandemia VICO DEL GARGANO (Fg)

Post n°28483 pubblicato il 26 Luglio 2021 da forddisseche

Giorno del ricordo: musica e riflessioni su 17 mesi di pandemia 

VICO DEL GARGANO (Fg) – “La pandemia che non ti aspettavi: storie, protagonisti e speranze”: è questo il titolo dell’evento organizzato dal Comune di Vico del Gargano, in collaborazione con la Pro Loco di Vico, per ricordare 17 mesi di vita sospesa, un anno e mezzo di emergenza pandemica vissuto tra lotta e sofferenze, il dolore per le persone scomparse e la gioia per le donne e gli uomini che ce l’hanno fatta.

 
 
 
Categorie
Argomenti
 
 

Data:
26 Luglio 2021

 
   Giorno del ricordo: musica e riflessioni su 17 mesi di pandemia  
 
VICO DEL GARGANO (Fg) – “La pandemia che non ti aspettavi: storie, protagonisti e speranze”: è questo il titolo dell’evento organizzato dal Comune di Vico del Gargano, in collaborazione con la Pro Loco di Vico, per ricordare 17 mesi di vita sospesa, un anno e mezzo di emergenza pandemica vissuto tra lotta e sofferenze, il dolore per le persone scomparse e la gioia per le donne e gli uomini che ce l’hanno fatta.Giovedì 5 agosto 2021, dalle ore 21, in piazza San Domenico si vivrà una serata del ricordo, ma anche della gioia di vivere che apre l’orizzonte alla possibilità di superare definitivamente un momento epocale di difficoltà per tutto il genere umano.Per questo motivo ci saranno la musica, il canto, la poesia e diversi momenti di intrattenimento ‘leggero’ accanto a una doverosa e utile riflessione su quanto accaduto.Saranno premiate le persone che hanno combattuto in prima linea nel contrastare l’avanzata della pandemia e supportare la popolazione e un riconoscimento andrà a coloro che continuano a impegnarsi quotidianamente nella campagna vaccinale.“L’emergenza non è ancora finita”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino, “ma la campagna vaccinale ci ha restituito concretamente la voglia e la speranza di ripartire, di tornare a vivere, di vedere riaperte le tante attività costrette a chiudere i battenti durante i mesi più duri e più bui. Vico del Gargano ha vissuto e continua a vivere grandi difficoltà a causa della pandemia, ma ha reagito da Comunità, soprattutto grazie a chi si è impegnato per gli altri e assieme agli altri”, ha ricordato il primo cittadino.“Il Covid 19 è un nemico che non è ancora stato sconfitto”, ha aggiunto Vincenzo Azzarone, consigliere comunale delegato agli Eventi, “ma ora stiamo affrontando una nuova fase, con una accresciuta consapevolezza e uno strumento potente ed efficace qual è la vaccinazione di massa. La serata del 5 agosto servirà anche a questo: ribadire l’utilità e la necessità di completare le vaccinazioni”.Al momento delle riflessioni interverranno il sindaco Michele Sementino, il medico-chirurgo Antonio Giuliani e il giornalista Michele Lauriola. La musica e le voci della serata prenderanno corpo attraverso Francesco Canestrale (tenore), Yvonne Silvestri (pianoforte), Marcella Cipriani (violoncello) e Michela di Perna (voce narrante), con la partecipazione straordinaria di Matteo della Malva “Stastà”.Sarà dato spazio anche a un racconto per immagini: i camion di Bergamo, gli ospedali tra emergenza ed eroismo civico, le tute ‘spaziali’ degli operatori sanitari, il silenzio surreale nel cuore delle città, i canti e i messaggi dai balconi, bambini e ragazzi davanti ai computer per la scuola a distanza, il terrore e la speranza dei pazienti e dei loro parenti, le mascherine e il distanziamento che cambiano il nostro modo di vivere e, ancora, la voglia di lottare e ripartire espressa dalle file davanti ai centri vaccinali e dal lavoro del personale medico e infermieristico e dai volontari.Il 5 agosto, alle ore 18, sarà inaugurato un cippo commemorativo nel cimitero cittadino dedicato a tutte le vittime del Covid di Vico del Gargano, con una cerimonia a cui parteciperà l’assessore Vincenzo Murgolo. “E’ un lungo percorso che non è ancora terminato, ma ora, a differenza di quanto accaduto all’inizio, abbiamo finalmente gli strumenti per determinare una nuova fase e cominciare a ricostruire il futuro. Lo dobbiamo fare anche per tutte quelle persone che hanno lottato e non ce l’hanno fatta. Non possiamo dimenticare quelle persone, la loro sofferenza e il dolore di chi, a causa del Covid, ha perso i propri affetti più cari”, ha concluso Sementino.

 
 
 
Successivi »