Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechepetrastonelaboratoriotvsabryna.80mirko012fortuna2020alaettoregiandodonetsqumramoetaon.the.road1zooservicesrlresidencemichinosario974Missday
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Messaggi del 13/07/2020

Vieste - Ritornano anche quest’anno i ritiri al Centro di Spirituale SS. Salvatore. Il primo incontro mercoledì 15

Post n°26635 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Vieste - Ritornano anche quest’anno i ritiri al Centro di Spirituale SS. Salvatore. Il primo incontro mercoledì 15  

 
 
  
Pubblicato in Cultura
 
Download allegati:

 
 
 

Al comune di San Giovanni Rotondo130.000 euro dal Miur per l’adeguamento degli spazi didattici

Post n°26634 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Al comune di San Giovanni Rotondo130.000 euro dal Miur per l’adeguamento degli spazi didattici  

  
 

Sono online sul sito del Ministero dell’Istruzione i risultati del bando con cui il Miur ha destinato 330 milioni di euro per interventi di adeguamento e adattamento funzionale degli spazi didattici a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Al comune di San Giovanni Rotondo sono stati attribuiti 130.000 euro: la somma consentirà la riapertura in tutta sicurezza delle scuole a Settembre.

 

Appena saputo del Bando, ci siamo attivati immediatamente iscrivendoci alla piattaforma e facendo richiesta di finanziamento–ha fatto sapere l’Assessore all’Urbanistica Tommaso Dimartino-. Oggi sono felice di poter dire che il nostro comune potrà usufruire di 130.000 euro e attivarsi da subito per i lavori di edilizia leggera che garantiranno arredi e forniture scolastiche per l’adeguamento degli spazi didattici. Faremo tutto il possibile perché a Settembre i nostri ragazzi possano tornare nella massima sicurezza tra i banchi di scuola, riscostruendo il clima di classe che la didattica a distanza ha un po’ penalizzato”.

 

L’avviso, pubblicato il 24 Giugno, rientra nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.

 
 
 

ALIDAUNIA, NUOVA FERMATA A PESCHICI DELL'ELICOTTERO FOGGIA-TREMITI

Post n°26633 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

ALIDAUNIA, NUOVA FERMATA A PESCHICI DELL'ELICOTTERO FOGGIA-TREMITI  

  
 

Nuova fermata a Peschici dell'elicottero che da Foggia è diretto alle Isole Tremiti. Lo comunica l'assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Gianni Giannini. "Aumentano i collegamenti alternativi a quelli marittimi con le Isole Tremiti, pur con le difficoltà imposte dall’emergenza sanitaria. Su richiesta di Alidaunia e del Comune di Peschici è stato autorizzato l’inserimento nel collegamento elicotteristico Foggia-Tremiti di un nuovo scalo oltre a quello di Vieste, già attivo da tempo, e cioè quello di Peschici. Il servizio manterrà le medesime frequenze e intensificazioni estive, come da programma di esercizio annuale della società di trasporto aereo foggiana, senza oneri aggiuntivi per la Regione Puglia. La rete di elisuperfici pugliese è stata concepita proprio per raggiungere le aree di più difficile accesso e viabilità, tra cui le Isole Tremiti e il Gargano.

 

Il collegamento in elicottero si propone come alternativa ai collegamenti marittimi per velocità e anche per interesse turistico e culturale, per la possibilità di apprezzare dall’alto le bellezze paesaggistiche del territorio interessato. E naturalmente non potrà che avere positive ricadute in termini economici in un momento storico in cui si stanno ponendo le basi per la ripresa.”

 
 
 

Vico/ Riapre il Centro Estivo: attività dal 20 luglio. E’ possibile inoltrare domanda di partecipazione da oggi e fino al 17

Post n°26632 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Vico/ Riapre il Centro Estivo: attività dal 20 luglio. E’ possibile inoltrare domanda di partecipazione da oggi e fino al 17 luglio. Attività ludiche, motorie ed educative per bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni.  

  
 

Cominceranno dal prossimo 20 luglio le attività del Centro Estivo di Vico del Gargano rivolte a bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni. Da oggi, e fino al 17 luglio, potranno essere inoltrate le domande di partecipazione da parte delle famiglie. Per le informazioni, ci si può rivolgere al 320.9170562 e all’Ufficio Politiche Sociali del Comune di Vico del Gargano.

 

A promuovere la riapertura del Centro Estivo, l’Assessorato comunale alle Politiche per l’Infanzia guidato dall’assessore e vicesindaco Tiziana Casavecchia: “Voglio ringraziare l’ufficio dell’Ambito del Piano sociale di Zona, che ha partecipato all’ottenimento di questo importante risultato”, ha dichiarato Casavecchia. “Per le domande, saranno rispettate la priorità d’arrivo e quella inerente ai nuclei familiari con mamme lavoratrici.

 

Bambini e ragazzi potranno svolgere attività all’aperto, nel pieno rispetto delle norme e delle prescrizioni anti-Covid 19, dal lunedì al sabato e dalle 8.30 alle 12.30, guidati e accuditi da educatrici e educatori”.

 

La base del Centro Estivo sarà nei locali della struttura comunale San Marco, ma le attività potranno essere svolte in diversi luoghi all’aperto, compresi il parco giochi e il campo sportivo. Le famiglie dei bambini e dei ragazzi che parteciperanno alle attività del Centro Estivo contribuiranno con una quota settimanale di 15 euro.

 

“Anche la riapertura del Centro Estivo è un importante segnale di ripresa”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Sia per i genitori che per i bambini, si tratta di un’opportunità importante. L’estate 2020, a causa dell’emergenza sanitaria ancora in atto, sarà molto particolare e delicata. I vichesi e l’Amministrazione comunale di Vico del Gargano ce la stanno mettendo tutta per affrontare le difficoltà nel migliore dei modi”, ha concluso Sementino.

 
 
 

Psr in tilt/ Imprese a caccia di credito. Dalla Puglia domande per 25 milioni

Post n°26631 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Psr in tilt/ Imprese a caccia di credito. Dalla Puglia domande per 25 milioni  

  
 

La gestione della giunta Emiliano rischia di far perdere risorse al comparto che ripiega sugli aiuti Covid-19: oltre 1.200 richieste, più della Lombardia e prima nel Mezzogiorno

 


La Puglia del Psr (Piano di Sviluppo Rurale) è maglia nera in Europa nell’utilizzo dei fondi riservati alle imprese agricole. Il settore, governato da Michele Emiliano, fa acqua da tutte le parti e la deroga di un anno concessa dalla Ue non bloccherà il disimpegno delle risorse non spese. Eppure, il comparto è in crisi profonda e lancia un grido d’allarme. Basti considerare l’andamento delle domande presentate dalle imprese agricole nell’ambito degli strumenti del decreto liquidità. In particolare in quelli dei 25 mila euro concessi «per far fronte alle coltivazioni in atto, agli impegni presi con banche e fornitori, agli investimenti indispensabili per aumentare la redditività delle aziende». A gestire la misura è l’Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) che garantisce i prestiti fino al 100%. I risultati? In Puglia il flusso è particolarmente sostenuto. Al 7 luglio scorso gli operatori assetati di credito hanno fatto segnare 1.289 domande per complessivi 24,5 milioni.

 

Si tratta del dato più elevato del Sud e il quarto a livello nazionale. La Puglia dei finanziamenti è dietro solamente a Emilia Romagna (2.098 domande, per 40 milioni), Piemonte (1.768, 33,6 milioni) e Toscana (1.628, 31 milioni), ma avanti a Lombardia (1.286, 24,5 milioni) e Sicilia (1.099, 20,9 milioni). Gli operatori della regione chiedono di ottenere l’8,6% del totale dei finanziamenti nazionali. «I dati Ismea - afferma Giuseppe L’Abbate, sottosegretario alle Politiche Agricole - ci comunicano come, nel comparto agricolo, la richiesta di finanziamenti non sia legata al Covid-19 che dovrebbe seguire in maniera proporzionale l’andamento dell’accesso al credito in tempi ordinari, quanto piuttosto alla fame di credito. Le tabelle, infatti, vedono la Puglia superare addirittura la Lombardia e si denota tutta la drammatica necessità di ottenere liquidità a fronte di un digiuno sul Psr che nel tacco d’Italia perdura da oramai quattro lunghi anni»

 

Ma L’Abbate va oltre: «A fortificare questo ragionamento c’è anche il confronto con i dati elaborati dal Fondo Centrale di Garanzia, dove invece le attese di distribuzione dei finanziamenti sono state confermate dalle domande di accesso al credito effettivamente presentate dalle imprese italiane. Ci aspettiamo che l’andamento a cui stiamo assistendo si verifichi anche con l’accesso diretto al Fondo di Garanzia, la cui operatività è praticamente imminente a fronte dell’ultimazione delle problematiche tecniche. Grazie ad un emendamento al Decreto Cura Italia che ho fortemente sostenuto, infatti, è stata realizzata una nuova impalcatura che permetterà finalmente anche alle imprese del comparto primario di accedere direttamente al fondo gestito dal Mediocredito Centrale». In tema di agricoltura si segnala l’allarme lanciato da Paolo Frascella, Antonio Gagliardi e Pietro Buongiorno (rispettivamente segretari regionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil): «Il periodo di commissariamento dell’Arif (Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali) è scaduto. Siamo di fronte a un vulnus che va immediatamente sanato: c’è il concreto rischio che tutti gli atti amministrativi posti in essere dai Commissari a partire dal mese di giugno possano risultare annullabili».

 

 

 

Vito Fatiguso

 

corrieremezzogiorno

 
 
 

Attività di edilizia nell'abitato del Comune di Vieste. Limitazione nel periodo estivo.

Post n°26630 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Attività di edilizia nell'abitato del Comune di Vieste. Limitazione nel periodo estivo.  

   
Pubblicato in Notizie
 
Download allegati:

 
 
 

Puglia/ Dopo l’emergenza servizio sanitario rinnovato. Aumentano i posti letto nella terapia intensiva. Saranno 275 in più

Post n°26629 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Puglia/ Dopo l’emergenza servizio sanitario rinnovato. Aumentano i posti letto nella terapia intensiva. Saranno 275 in più, dalle riconversioni altri 282 nella semintensiva. In provincia di Foggia saranno allestiti 89 posti letto.  

  
 

Come preannunciato du­rante l’emergenza Covid, la Re­gione ha deciso di potenziare la rete della terapia intensiva e subintensiva in Puglia. In par­ticolare verranno formalmen­te riaperti i reparti di ria­nimazione in alcuni ospedali di base e saranno potenziati, raddoppiandoli, i reparti in maniera equa su tutto il ter­ritorio regionale.

 

«Abbiamo proposto al Mi­nistero una nuova strategia per rafforzare tutta la nostra rete ospedaliera,, cogliendo le opportunità concesse dal DL. 34/2020 fortemente voluto da tutte le Regioni italiane e in particolare dalla Puglia» spie­ga il presidente della Regione Michele Emiliano. In pratica si attua un superamento della lo­gica del DM70 (il decreto che aveva obbligato alla riclassi­ficazione come “ospedale di base" molti ospedali puglie­si) e vengono confermate le dotazioni preesistenti incre­mentandole.

 

In alcuni casi gli ospedali vengono dotati per la prima volta di reparti di te­rapia intensiva e sub intensiva che consentiranno di ripren­dere le attività chirurgiche elettive, cioè quella chirurgia programmata e non di urgen­za. «Non è stato semplice ot­tenere questo risultato dal mi­nistero della Salute, ma le no­stre argomentazioni - rimarca Emiliano - hanno convinto il Ministero della Salute ad ac­cettare il Piano ospedaliero proposto dalla Regione. Questo è il primo passo per il rie­quilibrio della distribuzione di tutti i posti letto previsti dal DM70».

 

«Il Coronavirus ha messo alla prova il sistema sanitario regionale ed i suoi professio­nisti di ogni ruolo che hanno dimostrato ai pugliesi - dice il direttore del Dipartimento Po­litiche per la Salute Vito Mon­tanaro- di possedere uno spi­rito di squadra vincente.

 

Ci sono tutte le condizioni per migliorare le performance quantitative e qualitative. L’opportunità di integrare la rete ospedaliera, la rete ter­ritoriale e l’attività di preven­zione, grazie alla eccellente in­terazione con il Ministero del­la Salute, consegnerà ai pu­gliesi un sistema sanitario re­gionale capace di rispondere tempestivamente ai bisogni as­sistenziali».

 

Il rafforzamento della rete di terapia intensiva prevede di passare dai 304 posti letto della fase pre emergenza a un totale di 579 posti letto, con un in­cremento di 275 posti distri­buiti sulla base della popola­zione residente. Per la terapia semi-intensiva sono invece 282 i posti letto da riconvertire. In particolare in provincia di Foggia saranno allestiti 89 po­sti letto di terapia intensiva e 44 saranno rincovertiti in se­mi-intensiva; nella Bat saran­no 56 i nuovi posti letto e 27 quelli riconvertiti; nel Barese saranno 180 le dotazioni di te­rapia intensiva e 88 quelle di semi-intensiva; nel Brindisino saranno 56 e 28; nella provincia di Taranto 83 i nuovi posti letto e 40 quelli riconvertiti; nel Lec­cese, infine, 114 e 56.

 

Da segnalare che anche ieri, sulla base dei 1.614 test ef­fettuati non sono stati regi­strati contagi e decessi in Pu­glia. Nella regione vi sono an­cora 71 casi positivi, mentre sono 3.942 i pazienti guariti.

 
 
 

GARGANO/BLITZ MOVIDA SICURA. STOP AD ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI, DROGA E UBRIACHI MOLESTI.

Post n°26628 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

GARGANO/BLITZ MOVIDA SICURA. STOP AD ASSEMBRAMENTI PERICOLOSI, DROGA E UBRIACHI MOLESTI.  

  
 

Nei recenti fine settimana, nel cuore del Gargano, in occasione della ripartenza della stagione turistica con in sottofondo l’emergenza coronavirus ancora in atto, la Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano ha svolto un ampio servizio di controllo del territorio finalizzato ad assicurare ai turisti e alla comunità garganica di vivere il periodo in tranquillità e sicurezza.

 

Tenendo conto della normativa di contenimento del contagio da coronavirus, con cui viene ricordato di non abbassare la soglia dell’attenzione, ma di continuare a seguire le basilari prescrizioni: tenere le distanze, lavarsi le mani, indossare la mascherina (ove è difficile distanziarsi) e per i titolari di esercizi pubblici, assicurare ai clienti il mantenimento della distanza dagli estranei e mettere a loro disposizione le informazioni e i materiali per l’igienizzazione.

 

I Carabinieri per tutelare la sicurezza sanitaria e far si che i frequentatori della zona avessero la possibilità di muoversi tranquillamente negli straordinari luoghi del Gargano, hanno posto particolare attenzione alla “movida” estiva, luoghi di aggregazione ove il divertimento e la voglia di stare insieme, puo’ portare a una minor prevenzione al coronavirus.

 

Per richiamare l’attenzione sulle norme anti coronavirus, alla mezzanotte dei week end, i Carabinieri hanno svolto nei centri storici, controlli mirati a piazze e vicoli ove, per la presenza di locali pubblici, si concentrano le persone e si snoda la movida.

 

I locali delle zone turistiche di Peschici, Rodi Garganico, Isole Tremiti, Ischitella, Carpino, Vico del Gargano e Cagnano Varano, sono stati obiettivo di un monitoraggio flash dei Carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano. In tutti i locali attraverso l’osservazione “mimetizzata” dei militari in abiti civili, veniva verificato preventivamente, a vista, il rispetto delle norme anticovid, in attesa della preparazione  dell’intervento dei Carabinieri in divisa: 10 i locali sanzionati per inosservanza della vigente ordinanza regionale e del decreto legge governativo, per cui è previsto il pagamento di 280 euro entro 5 gg e la misura accessoria della chiusura sino a 30 giorni. Le principali violazioni: mancanza di mascherine del personale dei locali, inadeguatezza della segnaletica e dei prodotti igienizzanti e scarsa organizzazione della distanza tra i clienti.

 

Nell’ambito dei blitz nei luoghi della movida, l’azione ha consentito anche di contrastare il fenomeno dello spaccio e dell’uso di stupefacenti nonchè l’abuso di sostanze alcoliche, che poi provocano comportamenti incontrollati e pericolosi, specie dove c’è un’elevata concentrazione di persone: 3 i segnalati alla Prefettura per uso personale di droga trovati in possesso di dosi di marijuana ed eroina e un denunciato per ubriachezza molesta. Uno degli assuntori, con gravi precedenti penali e proveniente da un lontano paese della provincia di Foggia è stato proposto per l’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Vico del Gargano.

 

Intensa la vigilanza per prevenire i sinistri stradali e accertare il rispetto delle primarie norme del codice della strada “salvavita” (uso cinture e seggiolini di sicurezza, velocità, utilizzo del cellulare alla guida, guida sotto l’influenza di alcol e stupefacenti).

 

95 le principali contravvenzioni al codice della strada elevate con conseguente detrazione di punti, riguardanti in particolare l’utilizzo delle cinture di sicurezza, del cellulare, il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini e la velocità non commisurata alle condizioni della strada.

 
 
 

Eccellenza e Promozione/ Via ai campionati il 20 settembre, la Coppa Italia dall'8 ottobre. L’Atletico Vieste ripartirà.

Post n°26627 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Eccellenza e Promozione/ Via ai campionati il 20 settembre, la Coppa Italia dall'8 ottobre. L’Atletico Vieste ripartirà.  

  
 

Eccellenza e Promozione pugliese giocheranno domenica 20 set­tembre la prima giornata del prossimo campionato. Lo ha deciso il Comitato regionale della Puglia che ha ufficializzato la ripartenza dei campionati regionali. Il via alla Coppa Italia giovedì 8 ottobre. Altra decisione del comitato il PREMIO COVID. Le tasse per partecipare ai campionati dilettantistici pugliesi po­tranno essere saldate in quattro rate e non più in due. Arrivano gli aiuti dalla Lnd il cosiddetto “premio covid-19.” Tasse ridotte, in arrivo contributi (400 euro per l’Eccellenza e 300 in Promozione). L’Atletico Vieste si è iscritta al campionato. Ora si confida in aiuti di sponsors e soprattutto nella vicinanza dei tifosi.

 

In PROMOZIONE il Manfredonia sceglie Olivieri per la panchina, lo Sporting Apricena chiude con Palmieri

 

Il Manfredonia ha rotto gli indugi, sarà Massimo Olivieri l’allenatore della prossima stagione, in Promozione o, com’è più probabile, in Eccellenza se il club sipontino verrà ripescato. Si comincia a muovere il mercato in Promozione, due delle quattro panchine delle compagini daune che militeranno in Promozione pugliese, potrebbero cambiare padrone. Sicura quella dello Spor­ting Apricena dove l’ex tecnico Vincenzo Ferrara farà posto a Costanzo Palmieri. Via ai primi movimenti di mercato, saranno quattro, forse cinque le squadre foggiane nel secondo campionato regionale per importanza, numero legato oltre che al possibile ripescaggio in Eccellenza del Manfredonia anche a quello che farà il Lucerà in Prima categoria. Ed allora ufficialmente ad oggi sono solo tre le squadre daune in Promozione: il Foggia Incedit (che ha vinto il campionato di Prima categoria) farà compagnia a Real Siti e Sporting Apricena. Dalla categoria inferiore (ma sono poche le possibilità) richiederanno il ripescaggio San Ferdinando e Trinitapoli per completamento organici.

 

In PRIMA CATEGORIA al via 10 squadre. L’Audace Cagnano pianifica la nuova stagione.

 

Attivissime, tra riconferme e prime trattative, le compagini daune che parteciperanno al prossimo campionato di Prima categoria. Forse una decina, ma con i ripescaggi anche qualcosa in più. Attivissime Audace (la­gnano e la matricola neopromos­sa Trinitapoli. L’Audace Cagnano conferma due degli uomini più esperti: il difensore Elia Carretto e il trequartista Davide Orfeo. In casa dell’Audace Cagnano dopo la riconferma del tecnico Gianlu­ca Scarnano si guarda alla nuova stagione con rinnovato ottimi­smo. I primi botti del mercato sa­ranno importanti e conforteran­no l’ambiente. Il Trinitapoli ri­parte con il tecnico Giuseppe Scaringella e la riconferma dei pezzi pregiati come Antonio Stefanini e Claudio Ragno. Sarà ancora il tec­nico Salvatore Pollino a guidare i ragazzi del Reai San Giovanni Ro­tondo. Separazione consensuale invece tra il tecnico Cesare Di Franco ed il Troia Calcio: ora i gialloverdi stanno sondando il terreno per un nuovo allenatore. Sul taccuino del «ds» Giovanni De Gennaro almeno tre nomi che po­trebbero fare al caso.

 
 
 

Rodi Garganico/ “Si ai bonus-vacanze, il nostro Gargano fa la cosa giusta”. Zangardi del Consorzio Gargano Ok: “Niente rincari

Post n°26626 pubblicato il 13 Luglio 2020 da forddisseche

Rodi Garganico/ “Si ai bonus-vacanze, il nostro Gargano fa la cosa giusta”. Zangardi del Consorzio Gargano Ok: “Niente rincari sproporzionati. Quando si parla di turismo bisogna farlo attraverso dati certi e rappresentativi: il Gargano c’è”  

  
 

“Non è vero che sul Gargano non abbiamo aderito al bonus-vacanze: da noi, 20 strutture ricettive su 20 accettano i bonus-vacanze”. E’ Bruno Zangardi, presidente del Consorzio degli operatori turistici “Gargano Ok” (www.garganook.com), a intervenire su una questione di cui si è discusso molto in questi giorni.

 

“Il nostro consorzio, che complessivamente unisce oltre 40 imprese del settore turistico, mette insieme 20 strutture ricettive del Gargano, da Rodi Garganico a San Menaio, Peschici, Vieste, Monte Sant’Angelo e Mattinata”, ha specificato Zangardi.

 

“Non avrebbe senso rifiutare i bonus-vacanze. E’ una misura che abbiamo valutato molto positivamente. Noi le tasse le paghiamo, quindi con il buono-vacanza non ci rimettiamo nulla e abbiamo una possibilità in più di riempire le nostre strutture”. Il Consorzio Gargano Ok l’anno scorso ha compiuto 10 anni. Nato nel 2009, a differenza di tanti altri consorzi si è rafforzato di anno in anno.

 

Dentro, ci sono aziende ricettive, imprese di servizi (solo una per ogni diversa tipologia) e produttori enogastronomici d’eccellenza di 16 diverse località: Monte Sant’Angelo, Rodi Garganico, Peschici, San Giovanni Rotondo, Vico del Gargano, Vieste, Isole Tremiti, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Apricena, Foggia, San Marco in Lamis, Ischitella, Poggio Imperiale, Bovino e Termoli.

 

E i prezzi? “Alle persone che sono nostre clienti da tempo abbiamo confermato i prezzi dello scorso anno, mentre per i nuovi l’aumento è pari al 5%”, ha risposto il titolare dell’Hotel Arianna Club di Lido del Sole.

 

“Per fare un esempio concreto: i ‘nostri’ stranieri sono tutti tornati”, ha aggiunto Zangardi, “da Belgio, Francia, Svizzera e più in generale da tutta Europa le persone e le famiglie che amano il Gargano sono tornate o stanno tornando. Per quanto riguarda gli italiani, stesso discorso: abbiamo confermato i prezzi anche alle prenotazioni fatte prima che scoppiasse in tutto il mondo l’emergenza della pandemia”, ha spiegato il presidente del Consorzio.  

 

“Io dico che, quando si parla e si scrive di turismo sul Gargano occorre avere dati certi e rappresentativi, non basarsi su singoli casi. Quest’area è quella che, in assoluto, detiene il maggior numero di posti letto disponibili di tutta la Puglia.

 

Quello garganico è il comprensorio che, ormai da anni, registra il maggior numero di arrivi e di presenze turistiche nella nostra regione, ponendosi ai primi posti in Italia. Il turismo è fondamentale perché qui significa occupazione, posti di lavoro qualificati, servizi, cultura, integrazione con il comparto primario. Gargano vuol dire 176 chilometri di costa, 40mila ettari di boschi, due siti Patrimonio dell’Umanità, borghi meravigliosi e città di grande bellezza, con siti archeologici e naturalistici di interesse mondiale.

 

Complessivamente, le nostre 20 strutture consorziate offrono oltre 6mila posti letto: tutte aderiscono al bonus vacanze e nessuna ha applicato rincari irragionevoli e sproporzionati. I turisti e la loro soddisfazione sono il nostro più importante patrimonio, un patrimonio di cui cerchiamo di avere cura facendo ogni sforzo per migliorare ogni anno. Venite sul Gargano, qui accettiamo i bonus vacanze e facciamo accoglienza e turismo ai massimi livelli”, ha concluso Zangardi.