Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvvita.perezmovidabeachanmicupramarittimawild.waterg.paolo05hemel_0Unacottailtuocollegaprefazione09vecchietto0Paola_avzeronuvolettaSifacredito
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Messaggi del 24/10/2020

Vieste, tavolini gratis all’esterno dei locali. Niente tassa fino al 31 marzo 2021

Post n°27227 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

Vieste, tavolini gratis all’esterno dei locali. Niente tassa fino al 31 marzo 2021 

   
 
Niente tassa di occupazione del suolo  pubblico fino al prossimo 31 marzo 2021 per tutte quelle attività commerciali in regola con i pagamenti. La risposta del Comune di Vieste al perdurare dell’emergenza sanitaria, non si fa attendere.
La giunta comunale  ha deliberato di prorogare fino al 31 marzo del prossimo anno l’autorizzazione temporanea all’ampliamento dell’area di dehors per le imprese in regola con il pagamento della COSAP fino al 2019. La proroga mantiene invariate le condizioni, ovvero i titolari delle imprese sono esonerati dal pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico fino a marzo.
“L’amministrazione è vicina alle attività commerciali della città – spiega l’assessore alle Attività produttive Rossella Falcone – e sta adottando diverse misure per contribuire a sostenere il sistema economico locale anche in questa nuova fase dell’emergenza sanitaria. Non nascondo una forte preoccupazione per la tenuta futura del tessuto economico, ed è per questo che lavoreremo ancora di più a contatto con le associazioni di categoria, in modo da mettere in campo tutte le risorse e le iniziative possibili. Grazie a questo provvedimento le pizzerie al taglio, le gelaterie, le pasticcerie e le altre attività artigianali del settore alimentare, i ristoranti, i bar ed in generale i pubblici esercizi e gli esercizi di vicinato non dovranno pagare il suolo pubblico fino al 31 marzo 2021.
Dopo i provvedimenti a sostegno delle imprese approvati a giugno, oggi una nuova misura che favorirà le aperture invernali delle attività che vorranno coglierne l’opportunità.
Alla luce di questo provvedimento, invito i titolari delle varie attività commerciali a tenere aperti i propri esercizi, in un periodo che registra comunque dei flussi significativi di turisti, al fine di garantire alla città l’immagine di una destinazione pronta ed accogliente anche nel fuori stagione”.

 
 
 

CALCIO/ECCELLENZA – Atletico Vieste: invertire il trend negativo Il Ott 24, 2020 101

Post n°27226 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

CALCIO/ECCELLENZA – Atletico Vieste: invertire il trend negativo 

 
101
 
 

Vincere per invertire il trend negativo che ha caratterizzato l’inizio di stagione. È con questo obiettivo che l’Atletico Vieste sfiderà domani pomeriggio (fischio d’inizio previsto per le ore 14:30) sul sintetico del “Riccardo Spina” il Manfredonia Calcio 1932, nel derby valevole per la 4° giornata del Girone A del campionato di Eccellenza pugliese.
Viestani e sipontini di fronte per la terza volta in stagione dopo i due incroci in Coppa Italia Dilettanti che hanno premiato la formazione allenata da Danilo Rufini (2-2 a Vieste, 2-1 Donia al “Miramare”).
Domani appunto, le due squadre più rappresentative del Gargano si sfideranno nuovamente, questa volta in palio ci sono però i tre punti. Per la truppa di Bonetti l’obiettivo è quello di riscattare la sconfitta di misura patita domenica scorsa sul campo del Corato (4-3), Manfredonia chiamato invece a dare seguito al brillante avvio di campionato che ha proiettato i “Delfini” in vetta al torneo.
Ignazio Silvestri

 
 
 

COVID. Sindaco Rodi Garganico “Stop scuole fino all’8 novembre 2020” IL SINDACO DI RODI GARGANICO, CARMINE D'ANELLI (frame video

Post n°27225 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

COVID. Sindaco Rodi Garganico “Stop scuole fino all’8 novembre 2020”

AUTORE

PUBBLICATO IL

Rodi Garganico, 24 ottobre 2020. Con recente ordinanza, il sindaco di Rodi Garganico, Carmine D’Anelli, “preso atto dei casi di positività al COVID-19 accertati tra gli alunni e il personale docente dei plessi di piazza Padre Pio dell’Istituto Comprensivo Statale “P. Giannone”, ha ordinato la chiusura del plesso scolastico di piazza Padre Pio, padiglioni A e B, dell’Istituto Comprensivo Statale “P. Giannone” fino a tutto il giorno 08.11.2020 con l’inibizione, presso detti luoghi, di qualsivoglia attività; “la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le classi del plesso scolastico dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “M. del Giudice”, ivi comprese quelle della scuola secondaria di primo grado, fino a tutto il giorno 08.11.2020″.

 
 
 

I dubbi sull’apertura del Cimitero nei giorni dei Morti e di Ognissanti a Foggia. “Difficile controllare lo stazionamento”

Post n°27224 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

I dubbi sull’apertura del Cimitero nei giorni dei Morti e di Ognissanti a Foggia. “Difficile controllare lo stazionamento”

“Se il cimitero sarà aperto si dovrà prevedere anche al mercato dei fiori un accesso contingentato”, è la richiesta. Intanto arriva dal tenente e sindacalista Stefano Berardino la richiesta di un’ordinanza ad hoc contro i delatori

Le ultime ordinanze del sindaco Franco Landella, che con il divieto di stazionamento in alcune zone della movida foggiana sta tentando di non gravare sui locali e sulle attività commerciali, lascia alcune zone d’ombra, che gli sono state dettagliate da più di un consigliere di minoranza.

Se l’ordinanza colpisce in maniera chiara i ragazzini che si assembrano nei diversi slarghi col cocktail in mano, non riesce però del tutto a cogliere cosa sia lo “stazionamento”.

6 amici che attendono il loro turno al tavolo stanno stazionando?

C’è chi teme che non ci siano abbastanza forze e controlli per far rispettare le regole e sanzionare i trasgressori. “È difficile capire cosa significhi stazionare, lo struscio alla fine è consentito e non è detto che in luoghi affollati anche quello non possa provocare contagi”, dice un campione di consensi del consiglio comunale.

Intanto cresce l’ansia per le festività dei Morti e di Ognissanti. Alcuni Comuni pugliesi e in particolare Gravina di Puglia, che insieme a tutta la Murgia ha visto un exploit di contagi, hanno regolamentato l’afflusso contingentato per coloro che intendono far visita ai cari defunti.

A Foggia, non sono ancora chiare le regole. Dall’Ataf fanno sapere che ancora non sono attivate le corse speciali per il Cimitero e neppure la Polizia Municipale sa ancora come intende muoversi il sindaco. Del resto il governatore Michele Emiliano ha già chiesto il confinamento, i numeri sono allarmanti.

Chiudere il Camposanto? Contingentarlo ad un numero preciso di persone, con computo all’ingresso?

L’incertezza sta già creando delle perdite per i fiorai. Le consuete composizioni di fiori che vengono ordinate qualche giorno prima sono per ora bloccate. Il timore da parte di tanti è che poi, come accadde col lockdown, quei fiori freschi restino sulla tomba a marcire per settimane.

“Se il cimitero sarà aperto si dovrà prevedere anche al mercato dei fiori un accesso contingentato”, è la richiesta.

Intanto arriva dal tenente e sindacalista Stefano Berardino la richiesta di un’ordinanza ad hoc contro i delatori, sul modello di quella emanata dal sindaco leghista di Borgosesia in Piemonte, che colpisce e sanziona chi crea inutili allarmismi.

“Già nel primo giorno di ordinanza, quando in strada avevamo appena due pattuglie, sono giunte al comando delle segnalazioni dai cittadini che ci indicavano degli assembramenti. Siamo andati sul posto e non era vero, c’erano solo 2 persone che fumavano con la mascherina abbassata. Dobbiamo limitare l’allarmismo, se vogliamo procedere al meglio. Le nostre forze non sono illimitate e pattugliare una città estesa come la nostra con tante zone calde non è semplice”, spiega a l’Immediato.

 
 
 

Da domani sarà più buio, torna l’ora solare Il Ott 24, 2020 98

Post n°27223 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

Da domani sarà più buio, torna l’ora solare 

 
98
 

Cambia l’ora: torna l’ora solare, dopo sette mesi di quella legale. Domani, domenica 25 ottobre alle ore 3.00 si dovranno spostare un’ora indietro le lancette degli orologi. A ricordarlo è Terna, precisando che l’ora legale sarà di nuovo in vigore dal prossimo 28 marzo 2021. Naturalmente, le lancette (se non si dispone di orologi automatici) possono essere spostate anche prima delle 3, magari al momento di andare a letto. Secondo le stime preliminari registrate dalla società che gestisce la rete elettrica nazionale, dal 29 marzo, grazie proprio all’ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l’uso della luce artificiale, l’Italia ha risparmiato complessivamente 505 milioni di kilowattora (quanto il consumo medio annuo di elettricità di circa 190 mila famiglie), un valore corrispondente a minori emissioni di CO2 in atmosfera per 250 mila tonnellate.

 

Considerando che nel periodo di riferimento un kilowattora è costato in media al cliente domestico tipo (secondo i dati dell’Arera) circa 20 centesimi di euro al lordo delle imposte, il risparmio economico per il sistema è stato notevole.

 
 
 

VIESTE – Orario di funzionamento del cimitero comunale Il Ott 23, 2020 426

Post n°27222 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

VIESTE – Orario di funzionamento del cimitero comunale 

 
426
 

In occasione della Commemorazione dei Defunti ed in particolare da lunedì 26 ottobre a martedì 03 novembre, gli orari di apertura e chiusura del cimitero comunale sono i seguenti:
– Dalle ore 7.00 alle ore 17.00.
Ai sensi dell’ art. 92 del Regolamento di Polizia Mortuaria- Sospensione dei lavori in occasione della Commemorazione del Defunti, entro e non oltre sabato 24 ottobre 2020 le imprese devono sospendere tutte le costruzioni non ultimate e provvedere alla sistemazione dei materiali, allo smontaggio di armature e ponti, per poi riprendere le attività il 04 novembre 2020.
A far data dal 04 novembre 2020, si dispone che gli orari di apertura e chiusura del Cimitero di Vieste nel periodo invernale, siano i seguenti:
– Mattina dalle ore 7.30 alle 12.00;
– Pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 16.30;
– Domenica e Festivi: dalle ore 7.00 alle ore 13.00.
In relazione all’emergenza sanitaria da Covid 19, si dispone che gli utenti che faranno visita ai cari defunti, il personale della Notaro Group Servizi srl, nonché della Polizia Locale di questa Città, dovranno esseri dotati di mascherina, gel disinfettante mani o guanti e, ottemperare al distanziamento sociale evitando assembramenti sui luoghi dei sepolcri.

IL DIRIGENTE
Dott.   Angelo Raffaele Vecera

 
 
 

Emergenza Covid, Emiliano: “Si deve uscire di casa solo per lavorare, istruirsi o per altre gravi necessità”

Post n°27221 pubblicato il 24 Ottobre 2020 da forddisseche

Emergenza Covid, Emiliano: “Si deve uscire di casa solo per lavorare, istruirsi o per altre gravi necessità” 

 

Aumentano i casi in Puglia. Il governatore in tv: “Se noi non abbiamo posti letto bisogna prendere decisioni difficili ma evidenti a tutti”. Lopalco a Sky: “Gli italiani devono limitare i contatti”

   
 

“Rallentare il contagio per permettere alle strutture ospedaliere di smaltire i ricoveri. Se questi dovessero aumentare il sistema potrebbe saturarsi. Dunque occorrono sacrifici per alcune settimane. Gli italiani devono limitare i contatti”. Lo ha detto a Sky Tg24 Pierluigi Lopalco, assessore alla Sanità della Regione Puglia.

 

È intervenuto in tv anche il governatore Michele Emiliano a Titolo V in onda su Rai 3. “A questa seconda ondata moltissimi non credevano – ha dichiarato il presidente -. Immaginate, ci hanno fatto fare persino le elezioni, noi come presidenti di regione chiedevamo di farle a luglio perché temevamo questo, e il Cts, il comitato tecnico scientifico che appoggia il Governo in queste scelte, ci ha spostato a settembre. Questo ha determinato che nella mia regione si siano infettati persino i candidati presidente (Fitto, ndr). Si è sparso dovunque un innesco in maniera sconsiderata”.

 

“Noi siamo preoccupati, non perché questo virus uccide ma perché non abbiamo posti letto sufficienti per gestire questa ondata che è il doppio di quella di marzo e aprile”, ha spiegato il governatore. “Io sono sicuro che il trend andrà avanti così. Se noi non abbiamo posti letto bisogna prendere decisioni difficili ma evidenti a tutti”.

 

Poi sui social, Emiliano ha rimarcato il concetto: “Servono misure severe ovunque in Italia prima che i nostri ospedali siano sopraffatti. I numeri dei contagiati sono troppo alti e serve diminuirli rallentando la circolazione delle persone. Si deve uscire di casa solo per lavorare, istruirsi o per altre gravi necessità. La nostra vita sociale e familiare deve essere prudentissima.
Si può accettare qualche rischio in più solo per garantire la sopravvivenza economica a tutti.
Se si colpiscono attività economiche, la regola deve essere che la sopravvivenza di quelle famiglie va garantita da tutti quelli che continuano a lavorare e a produrre reddito. Dobbiamo uscirne con unità, solidarietà e attenzione”.