Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvanimegemelle20Quivisunusdepopulolegrin2marzianadgl12pasquale.troiaalosi1poljekprefazione09alecilcarla.bossogualberto.fileniandypal.2018
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 24/01/2022

La viestana Mariangela Bucci entra nel Cda dell’Istituto degli Innocenti di Firenze Il Gen 24, 2022

Post n°29074 pubblicato il 24 Gennaio 2022 da forddisseche

La viestana Mariangela Bucci entra nel Cda dell’Istituto degli Innocenti di Firenze 

 
198
 

Si è riunito oggi per la prima volta il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto degli Innocenti composto da quattro consiglieri della precedente amministrazione (Maria Grazia Giuffrida, Francesco Neri e Giuseppe Sparnacci nominati dalla Regione Toscana, Loredana Blasi nominata dal Comune di Firenze) e da una new entry, Mariangela Bucci, nominata dalla Città Metropolitana di Firenze.
L’Istituto degli Innocenti di Firenze promuove i diritti attivi dell’infanzia e dell’adolescenza attraverso un insieme di servizi e attività. Alle attività di accoglienza residenziale e educative si affiancano le più recenti attività di ricerca e monitoraggio della condizione dell’infanzia.
Mariangela Bucci è nata a Vieste nel 1953 e svolge la professione di psicologa e psicoterapeuta. Ha lavorato per decenni nel campo della formazione e ritiene la formazione relazionale degli insegnanti un punto imprescindibile della programmazione scolastica. Per 10 anni è stata assessora a Santa Croce sull’Arno, suo comune di residenza, occupandosi di Politiche culturali, educative e giovanili.
Il nuovo CdA, con delibera numero 1 del 2022, ha confermato nella carica di presidente Maria Grazia Giuffrida. “La situazione di sostanziale continuità con il precedente Consiglio è una conferma degli importanti risultati raggiunti negli ultimi cinque anni – ha commentato Giuffrida – che hanno visto consolidarsi e svilupparsi le attività e i servizi dell’Istituto pur in un contesto di particolare complessità come quello che ha caratterizzato gli ultimi anni”. (fonte: Redattore Sociale)

 
 
 

VIESTE – Conferimento illecito di rifiuti: controlli da parte della Polizia Locale Il Gen 24, 2022

Post n°29073 pubblicato il 24 Gennaio 2022 da forddisseche

VIESTE – Conferimento illecito di rifiuti: controlli da parte della Polizia Locale

255

La Polizia Locale di Vieste, nell’ambito delle proprie competenze, sta effettuando un’attenta attività di controllo in tutto il centro abitato.
Tale attività consiste nell’effettuare ogni giorno servizi ben precisi per prevenire e reprimere conferimenti illeciti di rifiuti, per controllare il rispetto della normativa vigente e delle Ordinanze Sindacali sia in materia di raccolta differenziata, raccolta porta a porta (Centro storico e Borgo Ottocentesco) sia per controllare conduttori di cani e contrastare l’increscioso fenomeno del malgoverno e della mancata raccolta deiezioni canine.
“L’attività della Polizia Locale di Vieste – spiega il Comandante – è finalizzata al monitoraggio e osservazione di comportamenti illeciti che, dopo un primo periodo di prevenzione, saranno sanzionati secondo la normativa vigente in materia, al fine di ripristinare la legalità e il senso civico. In questi mesi è estremamente importante la collaborazione dei cittadini, a cui si chiede di rispettare poche semplici regole:
1) conferire i rifiuti nel rispetto della normativa vigente anche in materia di raccolta differenziata e attenersi scrupolosamente agli orari e modalità di conferimento indicati nei prontuari redatti dal Comune di Vieste.
2) Non lasciare i propri animali liberi e raccogliere le deiezioni canine;
3) Non lasciare in sosta le autovetture in Piazza Seggio e in altre Vie del Centro storico, violando la segnaletica di divieto di transito per alcune vie del Centro storico.
La Polizia Locale di Vieste raccomanda massima collaborazione, anche segnalando eventuali anomalie telefonando al numero 0884/708014”.

 
 
 

Scuole comunali Foggia, il Pd: “Revocare delibera di chiusura”. E chiede confronto tra commissari e città

Post n°29072 pubblicato il 24 Gennaio 2022 da forddisseche

Scuole comunali Foggia, il Pd: “Revocare delibera di chiusura”. E chiede confronto tra commissari e città

“Sono un presidio educativo e di legalità; le motivazioni addotte dalla dirigente sono inesatte, parziali e capziose”, si legge nella nota del Circolo dem


Il Partito Democratico di Foggia in una lunga nota esprime forte preoccupazione per la delibera della Commissione Straordinaria del Comune di Foggia relativa alla “riorganizzazione e razionalizzazione delle scuole dell’infanzia paritarie comunali”.

Ecco cosa si legge nella presa di posizione dei dem. “Nello specifico, riteniamo che il provvedimento della Commissione parta da premesse inesatte, parziali e capziose fornite dalla dirigente comunale del servizio della Pubblica Istruzione nella sua proposta di delibera. È inesatto far credere che i sindacati concordino sulle indicazioni fornite alla Commissione, tant’è che gli stessi, anche se con forme diverse, hanno espresso unanime contrarietà al provvedimento nei giorni successivi alla delibera.
È parziale fare leva sul calo degli iscritti delle scuole comunali dimenticando del tutto le politiche orientate all’abbandono e alla dismissione del servizio portate avanti dall’ufficio durante gli ultimi anni.
È capzioso affermare, come fatto dalla dirigente, che la chiusura – non il riordino, la riorganizzazione o il rilancio – di tutte le scuole comunali sia motivata dal “fine di soddisfare, in primis, le esigenze formative e didattiche del bacino di utenza fruitrice dei servizi educativi comunali”.

 

Il Pd considera la delibera il frutto di una sottovalutazione del valore sociale delle scuole comunali nella città di Foggia, perché non emerge in alcun modo che le stesse siano una positiva eccezione nel panorama dell’istruzione del Mezzogiorno e che allineino, con la loro presenza, la città di Foggia ai poli d’eccellenza del sistema educativo italiano, come Bologna e Milano.
È profondamente sbagliato non valutare il ruolo di educazione alla legalità che le scuole comunali svolgono in alcune aree della nostra città, che avrebbe bisogno di aumentare e non diminuire i presìdi educativi. Il contrasto all’illegalità, a nostro parere, si opera con l’indispensabile rafforzamento dei presìdi di giustizia e l’altrettanto indispensabile rafforzamento degli strumenti di prevenzione, qual è indubbiamente l’istituzione scolastica.

Il Pd di Foggia chiede alla Commissione Straordinaria di ritirare la delibera e cercare soluzioni meno drastiche, che potrebbero essere difficilmente rettificabili, fondate anche sulla riflessione civica relativa al ruolo delle scuole comunali.
“Per parte nostra ci impegniamo ad elaborare, in reale e leale collaborazione con gli attori educativi pubblici e privati, con le forze sindacali e le organizzazioni civiche e politiche, un piano per il rilancio delle scuole comunali così che la città di Foggia possa tornare a rivestire il ruolo che per lungo tempo ha avuto in questo campo e che le spetta in ragione dell’essere una delle più importanti città del Mezzogiorno e il capoluogo di una delle più estese province italiane”.

 
 
 

VIESTE – Basilica Cattedrale: un gioiello che si veste di luce nuova Il Gen 24, 2022

Post n°29071 pubblicato il 24 Gennaio 2022 da forddisseche

VIESTE – Basilica Cattedrale: un gioiello che si veste di luce nuova

38

Portato a termine un ulteriore intervento di valorizzazione della Cattedrale di Vieste, grazie all’intuito dell’intraprendente don Gioacchino Strizzi, parroco e vicario episcopale.
Dopo il recente restauro dei tetti e dell’artistico soffitto ligneo, era arrivato il momento di sostituire l’accrocchio di corpi illuminanti che non rendeva giustizia alla ricchezza dell’architettura e delle decorazioni che per prima cosa si nota entrando in Chiesa. Così si è pensato di rifare in toto l’impianto di illuminazione interna della nostra splendida cattedrale. Importante, a tal proposito, l’impegno economico assunto dal Comune di Vieste che ha deliberato un cospicuo contributo.
“L’intervento illuminotecnico – come evidenzia l’architetto Pasquale Del Giudice, progettista – si è posto l’obiettivo di sostituire il vecchio impianto alogeno ormai superato, con la tecnologia LED, per garantire la massima sostenibilità ambientale.
Per ottenere un risultato di altissimo livello scenico ci si è valsi, in fase di verifica preliminare, delle competenze di Linea Light Group, leader mondiale nel settore illuminotecnico. La giusta illuminazione parte dall’attenzione ai dettagli artistici e storici, fino ad arrivare soprattutto alla funzionalità degli ambienti che, se correttamente illuminati, possono creare scenari molto suggestivi e allo stesso tempo supportare i momenti dedicati al rito. Il gioco di luce indiretta e luci d’accento crea profondità nell’ambiente e guida la vista nella contemplazione e nella fruizione degli spazi.
Il nuovo impianto luci – conclude l’architetto Del Giudice – ci consegna finalmente una lettura armoniosa dell’intero spazio liturgico”.
Stasera, nel corso del Tg Gargano, ampio servizio in merito.