Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechefrancotrottaQuartoProvvisoriolaboratoriotvP_Vigosurfinia60CosmoMadamedony686bagant70giovannapiglionicaAliceSettequerceper_letterabibliofrancescanadomgrimaldi
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 25/09/2022

Poker Pescara: Foggia umiliato. Boscaglia adesso rischia di Mario Schena 25 Settembre 2022

Post n°30058 pubblicato il 25 Settembre 2022 da forddisseche

Poker Pescara: Foggia umiliato. Boscaglia adesso rischia
 
 
 

Il Pescara vince allo Zaccheria con un netto quattro a zero umiliando il Foggia aprendo di fatto la crisi. La squadra di Colombo si è rivelata decisamente superiore al Foggia sul piano tecnico, tattico e fisico.

 

Il primo tempo inizia con gli abruzzesi più propositivi ed in palla di un Foggia che a tratti sembra arrancare sulle folate offensive degli avversari. Al primo minuto Nobile è bravo a mettere in angolo in tuffo un colpo di testa di Lescano che però era in fuori gioco. Dopo diciassette minuti D’Ursi fa urlare al gol con un tiro a giro che sfiora l’incrocio dei pali. Il Foggia però soffre denunciando una carenza di interdizione nella zona nevralgica del campo. Quasi alla mezzora va vicinissimo al vantaggio con un colpo di testa di Vuthaj su pennellata di Petermann che termina di pochissimo sul fondo. La sensazione che si percepisce è quella che entrambe le squadre possano passare in vantaggio anche se il Pescara ha dato l’impressione di avere una marcia in più mentre il Foggia sembra essere troppo contratto tanto da sbagliare le cose facili. A tre dal quarantacinquesimo il Pescara passa. Una palla incredibilmente persa a centrocampo da Petermann innesca una ripartenza letale del Pescara che si concretizza con un tocco sotto porta di Lescano pescato con un traversone dalla destra. Il tempo di annotare un calcio di punizione di Costa tirato centrale ed il primo tempo si chiude con il Pescara in vantaggio. Ad inizio ripresa fuori Peralta per una botta rimediata a fine primo tempo e dentro Tonin. Si giochicchia con il Pescara che contiene il Foggia che continua a commettere errori imperdonabili come quello che al decimo consente a Milani di andare indisturbato in gol al termine di scambi veloci in area e con la difesa rossonera versione belle statuine. Cominciano a piovere i primi fischi dagli spalti. Piove sul bagnato al ventunesimo Di pasquale commette un brutto fallo su Cuppone e si becca il rosso. Il Foggia non sembra avere più la forza per cercare di raddrizzare una gara, mentre i Pescara forte del vantaggio giochicchia come il gatto con il topo aspettando di sferrare la zampata. Zampata che arriva al trentaduesimo grazie a Kraja che in area infila in diagonale Nobile.

 

Ormai è una disfatta e parte la contestazione con le curve che chiedono la testa di Boscaglia. È una sconfitta che a cinque dal novantesimo assume i connotati dell’umiliazione quando Vergani trova il quarto gol con un tiro che si spegne nell’angolo alla sinistra di Nobile. Cinque inutili minuti di recupero che servono solo ad allungare l’agonia dei rossoneri. Ora è davvero crisi per il Foggia con Boscaglia che vede la sua panchina perdere decisamente di stabilità.

 
 
 

VIESTE – Don Antonio de Padova nuovo parroco della “Buon Pastore”, stasera insediamento in diretta su Garganotv Il Set 25, 2022

Post n°30057 pubblicato il 25 Settembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Don Antonio de Padova nuovo parroco della “Buon Pastore”, stasera insediamento in diretta su Garganotv 

 
166
 

Don Antonio de Padova, attuale rettore del Santuario di Santa Maria di Merino, si insedia oggi quale nuovo parroco della parrocchia di Gesù Buon Pastore in Vieste. Don Antonio prende il posto di don Tonino Baldi, nominato a sua volta nuovo parroco del SS. Sacramento, dove ritorna dopo 12 anni.

  

La solenne concelebrazione di ingresso e presa di possesso di don Antonio de Padova, che rimane anche rettore del nostro santuario mariano, avrà luogo stasera, alle ore 19:00. La concelebrazione eucaristica, presieduta dal nostro arcivescovo, padre Franco Moscone, sarà trasmessa in diretta da Garganotv a partire dalle ore 18:50.