Creato da: 72rosalux72 il 04/06/2004
"Confermo i miei atti e rido dei miei castighi. E adesso condannatemi".

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Ultime visite al Blog

merizeta21almatalPrimosirevenere_privata.xliberantetirripitirriossimoramattonelladgIlilith_0404dominjusehellahansa007bon.pierriktoyouje_est_un_autreleopardi9
 

 

 
« .. »

.

Post n°547 pubblicato il 23 Aprile 2010 da 72rosalux72

 


Non so come si possa stare in un partito col quale non si è d'accordo su niente. Di solito una persona normale sceglie di non rinnovare più la tessera, poi di non partecipare più alle iniziative, infine di non votarlo più. Io quando il pds si trasformò in ds feci così.
Altri, tipo fini o rutelli, se escono da un partito devono fondarne un altro, oppure fare il capetto di una minoranza in nome della libertà di dissenso.
Purtroppo per fini in un partito del quale fai parte e si presume senza costrizione, le decisioni vengono approvate a maggioranza – a larghissima maggioranza, a quanto si è visto- per cui non ha senso fare il capopopolo con quattro amici al seguito.
Fini potrebbe obiettare che il pdl è un partito un po' strano, si convocano gli organismi quando decide il berlusca, si fa un congresso quando decide il berlusca. Eh sì, lui decide come fosse casa sua, e il problema è che è casa sua. Ci ha messo i soldi, le persone, le televisioni, i giornali, insomma ci ha investito tutto. Strano che fini non se ne sia accorto.
Ovvio che non tolleri un fini che osa esprimere dissenso. Quel fini che senza di lui farebbe ancora opposizione al 5/6percento, lo ringrazi piuttosto.

Poi uno che ci ha messo 16 anni per capire che il berlusca non vuole essere contraddetto, e ci ha pure ammazzato il suo partito, secondo me deve fare un lavoro diverso dal politico di professione.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
lupopezzato
lupopezzato il 24/04/10 alle 11:58 via WEB
Mmmmmm, penso che la questione sia diversa. Fini, visto che nessuno sembra essersene accorto nel PdL, non ha fatto altro che analizzare i dati dai quali risulta il consenso enorme che sta guadagnando la Lega al Nord ed ora perfino in Emilia e Toscana. Ha analizzato quei dati e li ha sbattuti sotto al muso a Berlusconi ed a tutto il partito. Fini, a differenza di tutto il resto del partito è una testa pensante, gli altri leccano solo il culo.
Ora se guardi bene al vero risultato politico dello scontro ti accorgi che poche ore dopo la Lega ha messo il PdL alle corde minacciando l'alleanza di governo se non si va dritti alle riforme. Quelle che vogliono loro naturalmente.
Cos'è successo allora? E' successo proprio quello che Fini sta sbattendo sotto al muso del premier da un pò di tempo: attenzione, la Lega sta diventando più forte del Governo e lo tiene saldamente per le palle.
Cara Rosa, in questo scontro, l'unico sconfitto è proprio Berlusconi perchè la reazione della Lega dimostra che Fini aveva ragione. Adesso senza l'unica opposizione reale che c'era in Parlamento (quella di Fini assieme a quella dell'IdV) saranno cazzi ancora più amari per noi perchè a Berlusconi interessa solo la giustizia mentre per tutto il resto decide la Lega.
(Rispondi)
 
 
ilvecchiodelmare
ilvecchiodelmare il 25/04/10 alle 00:28 via WEB
Ciao lupetto, non sapevo che i "finiani" non fossero più 4 gatti bensì 5..dopo la tua conversione sulla via per damasco al "finismo"..:))
(Rispondi)
 
 
fattodiniente
fattodiniente il 25/04/10 alle 10:44 via WEB
Quoto. Al Berlusca interessano solo giustizia & gloria personale (=Quirinale), del resto gli frega una cippa, federalista o centralista che sia, che del resto manco sa governare.
(Rispondi)
 
 
72rosalux72
72rosalux72 il 26/04/10 alle 22:01 via WEB
io penso invece che il berlusca e la lega sian legati a refe doppio, da soli non sopravvivono. ancora è il momento del gioco politico, della voce grossa, ma figurati se il bossi manda tutto a puttane, l'ha fatto una volta e gli è rimasto in mano un seipercento. fini ha sbagliato molto, troppo per essere uno dei politici più in vista. e lui l'opposizione finora non l'ha fatta. ciao lupo.
(Rispondi)
 
 
 
lupopezzato
lupopezzato il 27/04/10 alle 15:32 via WEB
Diciamo cose diverse, Rosa. Io mi riferisco al discorso di Fini per quello che è e non per quello che si vuole farlo essere. Quel discorso riguarda solo ed esclusivamente un problema interno al PdL e non c'entra nulla il governo, non c'entra nulla l'opposizione, non c'entrano nulla le eventuali elezioni anticipate. In tutto il suo discorso Fini non esprime nessun dissenso ma solo una critica aperta, trasparente, documentata e soprattutto preoccupata verso la sudditanza politica che sta subendo il PdL dalla Lega.
Questo il succo di un’ora di discorso che, da quel punto di vista, io condivido anche nelle virgole perché la sudditanza del PdL ed il ricatto della Lega sono sotto gli occhi di tutti.
Sugli eventuali sbagli di Fini invece, io politicamente, stimo più uno come lui che ha sempre valorizzato un pacchetto di voti che al massimo arrivava ad un misero 10% piuttosto che qualche "coglione politico" che oltre a dilapidare un capitale di un bel 30% di voti è arrivato perfino a togliere alla sinistra ogni sua identità.
Ciao :o)
(Rispondi)
 
macosavuoidallavita
macosavuoidallavita il 29/04/10 alle 16:36 via WEB
MI RITROVO NELLE TUE CONSIDERAZIONI ED ESSENDO PIU' VECCHIO LA TESSERA DOPO QUELLA DEL PCI NON L'HO PIU' AVUTA, ANCHE SE MI PIANGE IL CUORE
(Rispondi)
 
zucchero_blu
zucchero_blu il 04/05/10 alle 20:15 via WEB
credo che sia ora che facciano anche loro le primarie ...cosi sara' la gente a scegliere il leader
(Rispondi)
 
giammaria4
giammaria4 il 04/05/10 alle 21:29 via WEB
non è cosa nuova che da noi si usi la politica per fini personali. dici bene che quando è cambiato il pds in ds non l'hai più votato, io invece votai come socio fondatore dei ds, poi deluso ne uscii per non votare più. mentre chi è uscito ha creato il proprio partitino a sua immagine, vedi mastella, oltre a rutelli che hai già menzionato, vedi pecoraro scanio, vedi di pietro col suo partito, e tanti altri ancora, che servono solo a fortificare il potere assoluto che ha il capo del pdl, e usa bene il potere assoluto, perchè gli altri che sono con lui sono solamente una masnada di scagnozzi ai suoi ordini e fanno finta di avere in testa di federalismo che non sanno nemmeno cosa sia, mentre le loro intenzioni sono solo quelle di far entrare i loro figli e accoliti in politica come oggi ci stanno essi. la mangiatoia è ancora bassa. finiremo peggio della Grecia e dei Greci. povera Italia. ciao da giammaria4
(Rispondi)
 
vangg
vangg il 03/08/10 alle 14:26 via WEB
Quello del politico non è lavoro !Ma opportunità ..!Quale lavoro ti darebbe una superpensione dopo due anni? l'auto Blu e grigia , 4000 euri di portaborsa , guardia del corpo ( ma chi se li fila..), calze di seta...per chi ? ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. per cortesia non chiamarlo più lavoro , Ok?
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.