noingiustizie

Qualunque cosa si dica in giro, parole ed idee possono cambiare il mondo.

 

MAPPA DEI INCENERITORI ITALIANI

 

MA CHI È MORTO?..È MORTA LA GIUSTIZIA!

 

 

IL LAZIO E I SUOI INCENERITORI

 

NO INCENERITORE ALBANO

 

 

PENISOLA AVVELENATA

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

NON SPRECHIAMO L'ACQUA

Ecco 12 regole per risparmiare il consumo di acqua potabile. Rispettare queste regole significa imparare a considerare l’acqua come un bene prezioso che non deve essere sprecato

REGOLA 1 - Far riparare tempestivamente le perdite dell’impianto interno. Un rubinetto che gocciola al ritmo di 90 gocce al minuto spreca 4.000 litri di acqua all’anno.

REGOLA 2 - Non fare uso eccessivo di prodotti chimici per la pulizia della casa.

REGOLA 3 - Non usare la toilette come discarica di sostanze tossiche (vernici, lacche, prodotti chimici, sigarette, solventi) altrimenti si riduce la funzionalità del sistema fognario.

REGOLA 4 -  Contenere i lavaggi delle autovetture con un secchio piuttosto che con acqua corrente consente un risparmio di 130 litri ogni lavaggio.

REGOLA 5 - Innaffiare l’orto con acqua piovana raccolta precedentemente.

REGOLA 6 - Far funzionare la lavatrice o la lavastoviglie a pieno carico; si ottiene cosi’ un risparmio pari a 8.000 / 11.000 litri di acqua potabile all’anno per famiglia.

REGOLA 7 - Pulire i piatti subito dopo i pasti, togliere lo sporco più grossolano, condire la pasta nel tegame ancora caldo evitando di sporcare un’altra terrina.

REGOLA 8 - Usare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti e le stoviglie.

REGOLA 9 - Fare la doccia la posto del bagno in vasca, ciò consente un risparmio di 1.200 litri di acqua potabile all’anno.

REGOLA 10 - Chiudere il rubinetto mentre si lavano i denti e tappare il lavandino al momento di farsi la barba; questo permette di risparmiare fino a 7.500 litri l’anno per una famiglia di tre persone.

REGOLA 11 - Applicare un frangiflutto a un rubinetto per arricchire d’aria il getto d’acqua.

REGOLA 12 - Utilizzare per lo scarico del water un sistema a rubinetto o a manovella al posto di quello a sciacquone; si risparmiano così circa 26.00 litri all’anno.

 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Storia e leggende di BeneventoMessaggio #49 »

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 28 Aprile 2008 da Akire28

28 aprile: violazione di un’ordinanza dei Comuni di Sant’Arcangelo Trimonte e Paduli

Oggi alle ore 13:00 una cisterna di gasolio utilizzata per il rifornimento dei mezzi che lavorano alla discarica, ha violato un’ordinanza di circolazione di mezzi pesanti superiori a 7t emessa dai Sindaci di Sant’Arcangelo e Paduli alla contrada Nocecchie sito di discarica .

La cisterna è stata bloccata in attesa di un provvedimento “dall’alto” che revochi l’ordinanza dei sindaci.

Come se non bastasse scortata dalla Polizia!

Ci domandiamo: la Polizia difende il Colpo di Stato?

Domani 29 aprile ci sarà un’incontro tra il Commissario De Gennaro, il presidente del Codisam e i sindaci di Sant’Arcangelo e Paduli per discutere sulla discarica.

2008:

La nostra COSTITUZIONE compie 60 ANNI!

FALSO!

La COSTITUZIONE ITALIANA E' MORTA IN CAMPANIA !

Ben tornato regime totalitario, dove la polizia, le forze dell'ordine che dovrebbero far rispettare, e onorare a loro volta la legge dello STATO ITALIANO, di fatto ha il potere di comandare in modo assoluto e senza rendere conto a nessuno. Come le SS di Himmler, la polizia-stato-partito del totalitarismo Hitleriano!

Ben tornata RESISTENZA!!!:

"Quando anni fa giovani coppie venimmo a vivere ad Ardea facemmo una precisa scelta di vita. Pensavamo cioè che risiedere in un piccolo centro alle porte di Roma, avrebbe influito sulla nostra vita. Cosi è stato.

Chi poteva immaginare che da li in poi i nostri problemi sarebbero diventati le fogne, le buche, la mancanza di tutto e di più. Crescerà, ci dicevano, la città crescerà, e noi li a sperare.

Poi i figli, devi mandarli a scuola, già la scuola. Interminabili liste di attesa, poche aule sgabuzzino, le (non) aule dei (non) garage, bambini stipati fino all'inverosimile senza garanzia di sicurezza, senza alcunché di scuola.

E allora cerchi di capire il perché di questo, ne parli in giro, ti informi, segui i Consigli Comunali, non per una questione politica, ma per una questione di cittadinanza.

Essere Cittadini vuol dire svolgere un ruolo essenziale. Significa essere disincantati, riacquistare il valore della diffidenza, oltreché quello del limite. La diffidenza è un atteggiamento sano, chiede a chiunque di dimostrare che le cose che propone sono un bene.

C'è un momento nel quale si diventa consapevoli e, aldilà di ogni ideologia, capisci che la politica in questa città non esiste, è tutto un fatto privato. La politica qui è una attività da lungo tempo asservita agli interessi di coloro che sono sempre stati i "padroni di Ardea", quelli che la saggezza popolare ha sempre indicato come i "rognosi tra i più puliti" e che da troppo tempo dominano il campo puntando tutto sulla loro capacità menzognera, sul trasversalismo e sulla buona fede delle persone.


C'è un momento in cui capisci che resistere ad un certo tipo di politica fatta di artifici e tecniche è un dovere morale.

C'è un momento in cui capisci che la legalità in un paese come il nostro, sempre abituato ad aggirarla, è un valore da porre sempre al di sopra e che non si può e non si deve più essere sottomessi, che ci vuole una nuova partecipazione perché un paese senza cittadini che partecipano è per qualcuno il paese della cuccagna e per qualcun altro un incubo.

C'è un momento in cui capisci e dici basta.

Sei diventato un "cittadino partigiano".

(dalla lettera di un Anonimo trovata sul sito di Ardea (Roma)

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> Resoconto sopralluogo "Al Pantano -Acerra-" e disca... su Sale del mondo
Ricevuto in data 29/04/08 @ 19:30
Oggi pomeriggio io e Salvatore siamo stati nuovamente al Pantano. Abbiamo fatto da Cicerone ad un...

 
Commenti al Post:
maxsof1
maxsof1 il 28/04/08 alle 21:31 via WEB
La Costituzione è morta ormai da molti anni. Ci sono molti articoli delle Costituzione che sono ormai pura utopia. Che schifo vedere la polizia che in alcuni casi picchia i cittadini che stanno solo difendendo le loro terre e soprattutto la loro dignità. Sai essere considerato un cittadino di serie B è una brutta cosa. Ne so qualcosa abitando in un quartiere come Scampia.
 
 
Akire28
Akire28 il 28/04/08 alle 21:38 via WEB
Max,io ho studuato fino allo sfinimento tutti gli articoli della costituzione, per superare gli esami e perchè "è il libro più importante di un cittadino italiano", ma anche perchè ci credevo in quei principi giusti, in quelle regole illuminate: lavoro, giustizia, diritti! Non esiste più nulla di questo! E io in 4 anni che cavolo ho studiato, le favole dei fratelli Grimm! Ormai siamo tutti cittadini di serie B!!! Pensavo, ma scoppiera prima o poi una rivolta civile?...no, non credo, "purtroppo" in Italia non si muore di fame!!
 
   
maxsof1
maxsof1 il 28/04/08 alle 23:20 via WEB
Lavoro, giustizia e diritti sono solo illusioni purtroppo... :( La situazione italiana è deprimente. La guerra civile scoppierà non ti preoccupare...
 
joiyce
joiyce il 28/04/08 alle 21:41 via WEB
Ciao Erica :), è proprio questo il punto: non si capisce più dov'è il confine tra legalità ed illegalità: sul nostro martoriato territorio non si contano più le violazioni sanitarie, ambientali, amministrative proprio da parte di chi doveva sanzionare. Le popolazioni così si trovano a combattere due nemici: le organizzazioni malavitose che hanno, per ovvi motivi, molti interessi a gestire il business dei rifiuti e lo stato non solo "incapace e imnmobile" a contrastare le metastasi, la piovra dei rifuti, ma si rende complice di abusi nei confronti delle popolazioni residenti, sconfina nell'illegalità violendo i vincoli territoriali e di impatto ambientale con imposizioni di megadiscariche già bandite a suo tempo dall UE.
Paradossalmente il nemico da combattere è proprio il commissariato di governo con la sua fallimentare e disastrosa gestione dei rifiuti degli ultimi 15 anni.
 
 
Akire28
Akire28 il 28/04/08 alle 21:48 via WEB
Io resto ogni giorno che passa più sconcertata..il ladro e la guardia ormai vanno a braccetto..chissà se non ci sarà un nuovo 25 aprile da festeggiare.."la liberazione dal commissariamento e dalle sue escalation di poteri criminali!" Perchè qualcosa bisogna pur fare, non si può restare a guardare e basta!Questo è il mio paese, è il paese di chi lo ama, di chi rispetta la sua storia e onora le sue leggi, no di un manipolo di criminali e di uomini senza anima e dignità! Perchè chiunque, in qualsiasi luogo, svolgendo qualsiasi lavoro, si può opporre alle ingiustizie e fare obiezione di coscienza!
 
   
joiyce
joiyce il 28/04/08 alle 22:18 via WEB
msg pvt
Notte!!!
 
     
Akire28
Akire28 il 28/04/08 alle 22:26 via WEB
RSP! Sogni d'oro!
 
m.pesimena
m.pesimena il 29/04/08 alle 17:05 via WEB
siamo veramente alla frutta...
 
joiyce
joiyce il 29/04/08 alle 19:28 via WEB
Ciao Erica :), negli ultimi venti anni sapessi quante ne hanno fatte di violazioni: questa è sola la punta dell'icebrg. Una sciocchezza di fronte agli sversamenti di sostanze tossiche industriali del nord est, lo sapevano e facevano finta di non sapere; oppure il continuo ricorso ad aperture di nuove discariche per via di continua saturazione di quelle già aperte. La fibe sapeva che gli impianti che stava costruendo erano dei ferri vecchi come pure i pacchetti di immondizia spacciati per ecoballe: sapevano che non potevano mai essere bruciati da nessuna parte!!!!!. Ne hanno fatte di tutti i colori e continuano tutt'ora: nascondono i valori di inquinamento da metalli pesanti nel triangolo della morte nola-acerra-marigliano...m, le asl di competenza si rifiutano di passare gli esami per il monitoraggio della diossina nel sangue dei residenti interessati alle zone contaminate, potrei continuare sino a stasera alle 22.....
 
 
Akire28
Akire28 il 29/04/08 alle 19:51 via WEB
Ciao Michele..hai ragione, ne hanno fatte così tante da poterci scrivere un volumi su volumi!Solo che quando anche la polizia li difende, vuol dire che "di logica" non sono criminali, e allora noi siamo tutti una massa di visionari! O forse lo Stato stesso fa parte della criminalità o almeno la tollera e la difende. Perchè un criminale non è solo colui che viola la legge, ma anche chi fa finta che la legge non esiste! Non si stanno più regolando...anzi, non si sono mai regolati!
 
   
joiyce
joiyce il 29/04/08 alle 21:03 via WEB
Erica non esiste più un confine, una linea di demarcazione tra legalità ed illegalità, è diventato un tutt'uno...
Qualche settimana fa ho pubblicato la testimonianza di un residente del triangolo della morte intossicato da diossina: lui aveva scritto al mattino e io gli ho pubblicato la sua lettera sul mio blog, sai che mi ha mandato una mail con i valori dei metalli pesanti presenti nella zona incriminata, pregandomi di pubblicarli...
questo per dire in sintesi che ci sono vaste aree del casertano e del napoletano inquinate da pcb e diossine e chi di competenza nega..
appena posso cerco di pubblicare la mail
baci :))
 
     
Akire28
Akire28 il 29/04/08 alle 21:17 via WEB
E' terribile! In Campania stanno giocando con la vita di tutti noi! Sai, una giornalista del Mattino, Serena Romano, è stata costretta ad aprire un suo blog per poter comunicare le notizie vere, notizie che sul quotidiano non gli avrebbero mai permesso di scrivere!Lei è da un pò di mesi che sta portando avanti una inchiesta, un pò tipo la tua sui papponi di stato, intitolandola "Campania: olocausto rifiuti", paragonando la realtà della nostra regione a quello che succedeva nei lager nazisti. Come i tedeschi bruciavano gli ebrei nei forni, lo stesso stanno facendo, attraverso la scelta scellerata degli inceneritori. Solo che per la shoa ancora si piange e si piantano alberi, per i cittadini, perdon, per gli esseri umani della campania, l'indifferenza più totale. Dai,pubblicala presto, che sono curiosa...vediamo se riesco ad arrabbiarmi più di quanto non sono. Sicuramente si! Baci!!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Akire28
Data di creazione: 19/03/2008
 

COME ERA CONTRADA NOCECCHIE UNA VOLTA

 

LAVORI ALLA DISCARICA DI SANT'ARCANGELO

 

DISCARICHE INQUINATE

 

 

ULTIMI COMMENTI

Una piccola curiosità riguardante "Arike 28"......
Inviato da: LUIGI
il 25/11/2010 alle 20:48
 
Mi scusi, parla pure???? Non ha neanche il coraggio di...
Inviato da: Luigi
il 29/10/2010 alle 16:03
 
lavatevi la bocca nn siete neanche i peli del c...o di...
Inviato da: 1973
il 22/10/2010 alle 23:05
 
Bravo Nicola!!! Concordo perfettamnete con te, non mi...
Inviato da: Luigi
il 14/09/2010 alle 12:08
 
peccato che a distanza di un anno dalle elezioni...
Inviato da: nicolatucci66
il 17/05/2010 alle 14:56
 
 

BLOG di una

STREGA D.O.B.:

Di Origine Beneventana!!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mapungi1950_2carmensacrestanovanto06lagabbianellaeigattigianpiero_71claudio_leoncinifabry791AlexxGordonmaripi83piero.boarettirobertamonteleone90tecnoitalia.scarlAkire28vanna.ianna
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963