Creato da omerostd il 16/05/2008
06101928

Area personale

 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

Ultime visite al Blog

 
mangiosemprenina.monamouromerostdaleksej2010NonnoRenzo0la.cozzamassimocoppaciubini.enricolicsi35peSONIA.58cbecattinimontanaro.linoalf.cosmosmoniabaionigretatestarda
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

 
Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

Post N° 685

Post n°685 pubblicato il 23 Luglio 2018 da omerostd
Foto di omerostd

Carissimi amici Vi ringrazio dellapiacevole compagnia che mi avere regalato durante 

questi anni.

Sabato mattina 21 Luglio 2018, ho intrapreso, mio malgrado, un nuovo viaggio

verso altre mete e sono timoniere verso questa nuova " ODISSEA ".

Un saluto ed un abbraccio dal vostro Omero.

A D D I O

 

 
 
 

ciao papa OMERO

Post n°684 pubblicato il 22 Luglio 2018 da omerostd

a tutti gli amici che hanno reso piacevole le conversazioni con mio padre Omero,

vorrei comunicare che sabato mattina  ci ha laciato.

Era a casa sua, nel suo letto circondato da tutti noi e quindi ci ha lasciato felice.

Vi ringrazio di cuore, avete contribuito a far trascorrere pomeriggi piacevoli con tutti i post condivisi, commenti ed altro.

Non voglio chiudere questa pagina, la lascio aperta così sarebbe stata la volonta di papà

Un saluto ed un abbraccio a tutti

Roberto Santandrea 

 
 
 

09/06/1951-09/06/2018

Post n°683 pubblicato il 08 Giugno 2018 da omerostd

E’ passato un altro anno, per noi assai difficile. Mia moglie, il 3 aprile u.s. è caduta e si è fratturata il femore.- E’ stata operata il 3 aprile ed il 10 aprile è stata dimessa.

Due anni  fa è successo a me. La sua vicinanza e la sua assistenza, unita a quella dei nostri cari, mi ha consentito di superare quel brutto periodo.

Ora, la mia vicinanza, la mia assistenza,seppur limitata per ovvi motivi, e quella dei nostri cari, in particolare di mia figlia e mio genero, ci ha consentito di superare quasi del tutto questo  periodo.

 Tutto quanto sopra mi ha tenuto lontano dal blog  anche perché non ero e non sono ancora nello stato d’ animo per scrivere.

Ma non potevo  mancare di ricordare, così  come fatto gli anni scorsi, l’ anniversario del nostro matrimonio. E sono

                               SESSANTASETTE


                                        Risultati immagini per anniversario matrimonio 67

 


 
 
 

MEDITATE GENTE

Post n°682 pubblicato il 28 Marzo 2018 da omerostd

In questi ultimi giorni tre persone morte
sono salite  agli onori della cronaca.
In un'epoca di superficialità  televisiva,
una viene ricordata con paginate della
stampa de no'antri; le altre due solo con
trafiletti.
In ordine di tempo: 

1) ARNAUD BELTRAME, tenente co-
lonnello della Gendarmeria, morto dopo
essersi offerto come ostaggio  al posto
di una donna durante il sanguinoso
sequestro di persona messo in atto dal
solito islamico portatore  di pace.

2) JOSE ANTONIO ABREU, inventore
di “El Sistema”,  programma di
educazione musicale che ha cambiato
in meglio la vita a migliaia di bambini e adolescenti   provenienti dalle aree più
povere e degradate del Venezuela.

3) FABRIZIO FRIZZI, conduttore televisivo.

[Il Gatto Giacomino]

 

 

 
 
 

A U G U R I

Post n°681 pubblicato il 25 Marzo 2018 da omerostd

A TUTTI I PARENTI ED AMICI VICINI E LONTANI

               B U O N A   P A S Q U A

 

              Risultati immagini per buona pasqua

 
 
 

PERPLESSITA'

Post n°680 pubblicato il 17 Marzo 2018 da omerostd

Mi è successo un fatto che mi ha lasciato perplesso, e
con questo post chiedo ai miei amici del web se sono
in grado di chiarirmi.

Premesso che mia moglie, effettivamente, soffre di for-
ti dolori sia alla schiena che agli arti, sta di fatto che è
un continuo lamento, particolarmente durante i pasti.

Quando sta male è una litania: " mi fa male qua, mi fa
male la, mi fa male giù, mi fa male su, ecc."- Se i dolo-
ri si attenuano è un'altra litania: "oggi sto un po' meglio,
ma che male mi faceva qua, mi faceva la, ecc. ".

Alcuni giorni fa le dissi sorridendo: " mi ricordi un tizio
che a Milano frequentava il bar dove andavo a giocare
al biliardo. Un giorno che era seduto dietro un tavolo
ove quattro persone giocavano a carte continuava ripete-
re: " mio Dio che sete che ho, mio Dio che sete che ho".

Ad un certo punto uno dei giocatori, scocciandosi di sen-
tirlo, chiamò il cameriere e gli ordinò una birra che il ti-
zio tracannò avidamente.

Dopo un poco ricominciò: " mio Dio che sete che avevo,
mio Dio che sete che avevo ..."

A questo punto mia moglie scattò in piedi e tutta offesa
disse: " BASTA !! NON DICO PIU' NULLA ".- Non so se
era una promessa o una minaccia. Sicuramente una pro-
messa perchè non è stata mantenuta.

A questo punto chiedo a tutti voi:
" MA CHE HO DETTO DI MALE PER AVERLA OFFESA ? "

Valle a capire le donne.


 
 
 

VECCHI RICORDI

Post n°677 pubblicato il 09 Marzo 2018 da omerostd

Correva l’anno 1948, esattamente il 6 ottobre, giorno del mio
ventesimo compleanno ed era  da poco finita la seconda
 guerra mondiale.

Mi trovavo ricoverato all’ ospedale di Niguarda, a Milano, per
una  pleurite contratta durante un bagno a mare in occasione
di una gita  a Spotorno, sulla riviera ligure.

Mio padre,  venuto a trovarmi, insieme ad alcuni miei amici, tra
cui  la mia allora fidanzata ed oggi mia moglie, mi portò in regalo
il  romanzo di Dickend “ David Copperfield “ con la seguente
dedica:

Al mio Omero nel suo ventesimo compleanno con
l’augurio di  un  immediato ritorno a casa ben ristabilito
e possa trascorrervi  una  infinità di anni in perfetta salute.
Tuo babbo.”

Perché racconto tutto questo che non interessa a nessuno ?
Per una  constatazione ed una riflessione che faccio ogni
qual volta prendo  in mano il libro e leggo le parole di mio
padre.

 Sono passati 70 anni ma per me è come fosse ieri leggendo
quelle   parole, vedendo la sua scrittura è come averlo
davanti agli occhi e   il libro che ho in mano, è come uno
scrigno che raccoglie queste mie   sensazioni. Sono passati
ben 70 anni ma per me è come fosse ieri.

Oggi, più nessuno legge e, tantomeno scrive.  I libri, i giornali, le lettere, la
penna non esistono più. Così come non esistono più i valori. Anche le
 emozioni e i sentimenti che noi provavamo una volta non esistono  più.
 La realtà non esiste. Tutto è virtuale.

Il  progresso ha portato tanto , ma ha anche tolto tanto.
 I giovani non sanno  quello che hanno perso e, forse,
è meglio così perché se lo sapessero ne soffrirebbero.

SCUSATE LO SFOGO DI UN VECCHIO NOSTALGICO CHE
NONOSTANTE TUTTO  E’ AMANTE DEL PROGRESSO.
         


                                 Risultati immagini per david copperfield libro

                                                      

 

 
 
 

SOLUZIONE INGEGNOSA

Post n°676 pubblicato il 03 Marzo 2018 da omerostd

Un agricoltore si reca in città per fare acquisti per la fattoria. Come prima cosa acquista un secchio e uno sgabello. Poi, al mercato, compra due polli e un'oca. Ma dato che è arrivato in città a piedi, si chiede come può portare tutto in mano fino alla fattoria.


La venditrice gli consiglia:
"Metta lo sgabello nel secchio e tenga il tutto con la mano sinistra. Passi uno dei polli sotto l'ascella sinistra, l'altro sotto l'ascella destra e con la mano destra tenga l'oca..."


Il fattore ringrazia e si incammina.


Ad un certo punto incontra una bellissima donna che gli chiede un'indicazione stradale:


"Oh, guardi, è semplice: al quarto incrocio a destra, e poi al semaforo a sinistra... Ma se vuole conosco una scorciatoia, venga con me che l'accompagno."


"Già, sì. E come faccio a sapere che lei non vuole approfittarsi di me, spingermi contro il muro e palpare i miei meravigliosi seni?"


"Si fidi signora! Non vede come sono carico? Ho le mani impegnate, anche se volessi come potrei fare?"


"Beh... potrebbe appoggiare l'oca per terra e la copre con il secchio, appoggia sopra lo sgabello e io le terrei i polli!"                   

(dal WEB )

 

 

Risultati immagini per contadino disegno

 

 
 
 

PENSANDOCI BENE

Post n°675 pubblicato il 14 Febbraio 2018 da omerostd

 
 
 

GRANDE NAPOLI

Post n°674 pubblicato il 13 Febbraio 2018 da omerostd

Una volta piangeva il telefono, adesso piange anche il microfono e la noia per forza di cose è raddoppiata. Il lacrimatore per antonomasia è Sarri, al quale non va mai bene niente e quando non si lamenta brontola, sembra una pentola di fagioli in ebollizione. Sentirlo ogni giorno in televisione lagnarsi dà un po’ sui nervi, soprattutto perché i motivi delle sue recriminazioni sono totalmente astrusi, cioè infondati. 

LE PAROLE DI SARRI

A lui non stanno bene i calendari delle competizioni internazionali e neppure quello del campionato italiano. Dice che il Napoli è penalizzato perché scende in campo 30 ore e passa prima della Juventus, la quale pertanto sarebbe favorita conoscendo in anticipo il risultato ottenuto dalla concorrente partenopea. A parti rovesciate, Sarri si abbandonerebbe comunque al piagnisteo, sostenendo la tesi opposta. Non è mai contento, non lo è nemmeno se la sua squadra vince favorita dal fatto che le è stato convalidato un gol di Mertens in fuori gioco.

(   dal  Web  )                 Risultati immagini per sarri maurizio         

 

 
 
 
Successivi »