Blog
Un blog creato da pollon131.e il 29/07/2008

lieve

liberi pensieri in libero stile

 
 

V. Capossela - live - con una rosa

 

ECCO

senza memoria non c'è libertà

 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

lorenzo77dglogianor1alibi_divinolughe_sardamax_6_66Surfer143MARIONeDAMIELPECORAELETTRICAquagliaclaudiadaunfiorefabry_il_turcoDIAMANTE.ARCOBALENOstrong_passionpsicologiaforensesciarconazzi
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

OJOS DE BRUJOS LIVE - TODO TENDE

     

 

PASSANTI

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 
 

 

grandi manovre/ KABOOM KABOOM

Post n°258 pubblicato il 09 Settembre 2010 da pollon131.e

attenzione..Sporstarsi da qui; potreste essere coinvolti nell'esplosione del mio cuore. Mi brucia in petto da tempo immemore e gli ultimi eventi hanno accelerato la formazione di gas esplsivi altamente tossici.Siamo prossimi al botto.
Allontanarsi se impauriti o poco veloci.
Peace and love, visitatori. 

 

 

...KABOOM-KABOOM..

 
 
 

toc toc, ma che busso a fare?

Post n°257 pubblicato il 20 Agosto 2010 da pollon131.e

questa e` casa, quando il cuore fa male torno sempre qui. 

 
 
 

(quanto e` piccolo il mondo, come sempre..)

Post n°256 pubblicato il 27 Maggio 2010 da pollon131.e

Pollon e il * frullato dei pensieri di stagione*.. da bere fresco e non lasciare all`aria (senno` si ossida).

Due euro e sessantuno di liberta`
(Ieri alle 22.36 )
Il costo di una chiamata a Firenze NON HA PREZZO.
Fai buon viaggio

(Ieri alle 23.58)
dopo una serie -inutile- di parole ricamate su trame di sms mi sono decisa ed ho
RI-preso la cornetta.

trenta centesimi concisi e spesi bene.
Nella speranza siano gli ultimi.


Dovevo prendere una decisione, erano gia` dodici giorni che sapevo e non riuscivo a mettere ordine.
Ho cominciato con l`aprire le finestre e permettere agli elementi benefici di influire sul mio microclima.
Funziona.
Non stai bene subito, la luce ti fa strizzare gli occhi e all`inizio senti freddo : quasi punge l` aria fresca quando sei ancora piacevolmente sotto le lenzuola calde. Poi pero`entra in stanza e se ne impossessa, risveglia, aiuta la spO2 e mette in moto il cervello.

Con calma, please.

Il torpore delle lenzuola ha bisogno di tempo per svanire.


 
 
 

blind my mind

Post n°255 pubblicato il 16 Maggio 2010 da pollon131.e

no, non sono sono tornata..non me ne sono mai andata.
Sono sempre stata qui ma con una miriade di nastri che non potevo districare sul blog e nemmeno da sola. Ho avuto bisogno di sdoppiarmi, come faccio quando i pensieri diventano montagne:una strada io e una l'altra me, poi ci raccontiamo quale sia il cammino migliore per arrivare alla vetta.

Fatto sta che ne` io ne` l'altra me siamo riuscite ad arrivare alla vetta. Siamo ancora in cammino, in contatto cuore-a-cuore, che` non ci perdiamo mai.
Quando pensavamo di aver raggiunto la meta, solo allora ci siamo accorte fosse una illusione ottica dovuta alle goccioline di nebbia a rendere il rifugio cosi` vicino. Poco male, abbiamo da camminare ancora.

Cammmino dalla meta` di marzo, il 19, giorno in cui LUI mi ha incrociato, percorro il Suo sentiero solo da meta` aprile, da quel fine settimana lungo insieme, sul lago. Ripetuto non appena possibile, che i km sono mille e non si possono bruciare. Viene sul lago per me, non c'e` altro che lo porti qui, dice. ma io non so` perche` non riesco a credergli. Non riesco a credere parta da Firenze per me. Non capisco. Ora se n'e` appena andato : io ho nel cuore e nella testa la stessa nebbiolina di quando credevo sarebbe stato un  gioco di quattro giorni che termina con lo scadere del biglietto. Invece no, lui e` tornato ed e` tornato un'altra volta e io non capisco. e non mi capisco e non riesco nemmeno a farmi le domande giuste, quelle precise perche` in fondo non voglio avere risposta.

La prima volta ho avuto paura di tutta quella serenita` che mi regalava stare con lui quei giorni. La seconda sono andata in panico, tanto da non riuscire a toccarlo per tre ore, anche se nel cuore avevo solo tanta voglia di saltargli al collo e dirgli quanto fossi felice che fosse tornato. Ieri, quando l'ho visto ho lasciato che parlasse il mio corpo; difficilmente riesco a mentire con la pelle. Gioie e tensioni passano anche da li. E non ce n'erano di forzature, solo voglia della sua bocca.
Poi m'e` salita una paura folle, durante la notte:dopo essere rientrati. Io non lo so` perche` questa paura mi assalga chiedere il permesso, perche` si insinui nelle mie vene e percorra tutto il corpo fino ad arrivare al cervello. L'ho mandata via, a calci in culo e me lo sono stretto sotto le lenzuola e mi sono fatta stringere dal mio guerriero stanco.
Non so se sia stato mai un guerriero quando era giovane, io non c'ero, l'ho conosciuto ora.
Mi guarda e non capisco.
Stamane mi ha preso come non avesse voglia d'altro. Ma non e` sempre cosi`. E quei messaggi che non avrei dovuto vedere..
Talvolta si perde nei suoi pensieri ed io non ho il coraggio di chiedergli cosa siano quei fantasmi che vedo nella stanza.
Non vorrei prendessero anche me.

Nel pomeriggio m'e` presa ancora questa stretta allo stomaco, mentre riposava prima di ripartire. Ho visto una cosa che non avrei dovuto vedere, che non sarebbe stato lecito vedere, diciamo.  ma non ho resistito. e adesso cosa faccio??

Doveva essere un gioco, vorrei tornare indietro e ridistribuire le carte in modo che si possa ricominciare la partita a carte scoperte, chiedo troppo?

 
 
 

con uno sconosciuto

Post n°254 pubblicato il 25 Aprile 2010 da pollon131.e

Che fosse un azzardo l'avevo immaginato. Ma che mi avrebbe contaminato stomaco, pancia e cervello in una forma cosi` grave chi se lo sarebbe immaginato??
Ora, forse sto esagerando..questa sottile e fastidiosa sensazione di dipendenza si insinua, spinge l'acido a risalire  e stride contro le pareti della mia sopportazione.
Non sopporto l'attesa, non l'ho mai sofferta. Figuriamoci se mi ritrovo ad essere soggetto in attesa..
Questo era esattamente cio` che temevo potesse accadere.
Ho bisogno di un rimedio, urgente.

 
 
 

Ora, dopo le lezioni....sorridere e :

Post n°253 pubblicato il 30 Marzo 2010 da pollon131.e

COLPIRE FORTE-FORTE...

 
 
 

Times Like These

Post n°252 pubblicato il 25 Marzo 2010 da pollon131.e

 

Che succede?? che mi succede??

C'ammaffari??

 
 
 

io esco, buonanotte

Post n°251 pubblicato il 20 Marzo 2010 da pollon131.e

Camminavo vicino alle rive del fiume,nella brezza fresca degli ultimi giorni d'inverno
e nell'aria andava una vecchia canzone
e la marea danzava correndo verso il mare.

A volte i viaggiatori si fermano stanchi e riposano un poco in compagnia di qualche straniero.
Chissa dove ti addormenterai stasera e chissà come ascolterai questa canzone.

Forse ti stai cullando al suono di un treno, inseguendo il ragazzo gitano con lo zaino sotto il violino
e se sei persa in qualche fredda terra straniera
ti mando una ninnananna per sentirti più vicina.

Un giorno,
guidati da stelle sicure ci ritroveremo in qualche ancgolo di mondo lontano,
nei bassifondi, tra i musicisti e gli sbandati
o sui sentieri dove corrono le fate.

E prego qualche Dio dei viaggiatori
che tu abbia due soldi in tasca da spendere stasera
e qualcuno nel letto per scaldare via l'inverno
e un angelo bianco seduto alla finestra.

 
 
 

..

Post n°250 pubblicato il 19 Marzo 2010 da pollon131.e

Ed è così da una vita..

Sono nata con la tessera del club, vitalizia!

 
 
 

Leggende metropolitane

Post n°249 pubblicato il 03 Marzo 2010 da pollon131.e

  

 

Ti presto il mio cuore se me lo torni intatto (o in-tattoo??),

ancor meglio se dopo una rinfrescatina alle pareti..

 

 
 
 

prenditi un mio battito, mischialo col tuo

Post n°248 pubblicato il 02 Marzo 2010 da pollon131.e

              

 

 http://www.youtube.com/watch?v=o-ntGlH2nzg

VOGLIO UN BACIO, SOLO UNO.

 
 
 

scrivo poco, troppa nebbia

Post n°247 pubblicato il 28 Febbraio 2010 da pollon131.e

                  http://www.youtube.com/watch?v=yF-GvT8Clnk

 

(..) abbandonerò il mio cuore,
lo lascerò alle altre ragazze per giocare,
perché sono stata un tentatrice per troppo tempo.

Solo,
dammi una ragione per amarti,
dammi un motivo per essere,
una donna,
voglio soltanto essere una donna.

Da questo momento, liberi,
stiamo tutti guardando ad immagini diverse,
attraverso questa mente dalla struttura nuova,
un migliaio di fiori potrebbero sbocciare,
spostàti oltre, e lasciaci spazio

dammi una ragione per amarti,
dammi un motivo per essere,
una donna,
voglio soltanto essere una donna.

Perciò non smettere di essere uomo,
soltanto getta un sguardo dalla nostra parte quando puoi,
semina un po' di tenerezza,
non importa se piangerai.

Perché questo è l'inizio di qualcosa che durerà per sempre,
è tempo di muoversi,
così voglio essere.

Sono così stanca di giocare,
di giocare con questo arco e freccia,
abbandonerò il mio cuore,
lo lascerò alle altre ragazze per giocare,
perché sono stata un tentatrice per troppo tempo.

Soltanto,
dammi un motivo per amarti
(Portishead, Glory box)

 

 
 
 

ma uffiiii

Post n°245 pubblicato il 22 Febbraio 2010 da pollon131.e

...cosa ho combinato????

non riesco a modificare il post precedente, mi si sovrappone al post di ieri.. un casino!!

E' tutta colpa tua Lorenzo, sì tua, che vuoi saper cosa tramo!!!

mmm...chi mi aiuta??         il blog non mi risponde!!!!!!!!!

 

 
 
 

Domenica 14 marzo

Post n°244 pubblicato il 22 Febbraio 2010 da pollon131.e

 

“SOPRA LA PANCA... DELL'ACCOGLIENZA”

 

"Sopra la panca nasce” nasce perché urge una risposta a quanto sta accadendo nel nostro Paese: provvedimenti, dichiarazioni, proclami al solo grido di “dagli all'immigrato”. Si schedano case e persone, si chiudono spazi e progetti di dialogo, si emargina il diverso. Alla cultura dell'integrazione le nostre amministrazioni oppongono la dis-integrazione. Alla pacifica convivenza, lo stato di polizia. Esseri umani, persone, chiedono una vita migliore, una casa, un lavoro e in risposta… via pure le panchine!

 

Non ci sta bene, non ci stiamo. Le panchine sono nostre e questo è il nostro paese. Forse non siamo nati qui ma è qui che abbiamo scelto di vivere. “Sopra la panca” è un movimento meticcio e fiero di esserlo: siamo tutti stranieri, tutti estranei al clima di razzismo che avvelena l’Italia di oggi così come i nostri comuni. Italiani e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà.

 

Siamo stufi dell’intolleranza, della chiusura e del silenzio. Indignati dall'ipocrisia di chi sfrutta gli immigrati ma non vuole vederli, di chi li usa per poi gettarli quando non servono più. Esasperati dall'utilizzo strumentale dei “valori” della patria e della religione per giustificare politiche di discriminazione, esclusione, abbandono, disprezzo.

 

Il diritto a emigrare è riconosciuto dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. La violazione di questo e altri diritti fondamentali ferisce e offende la società nel suo complesso e non solo chi ne è direttamente colpito.

 

Da sempre gli immigrati sono i capri espiatori, puzzano, fanno paura, sono cattivi, rubano nelle nostre case, stuprano le nostre donne.... Non c’è proprio niente di originale in questo, ma c’è molto di infame. La grande maggioranza degli stranieri nel nostro Paese lavora duramente ed assicura la tenuta di servizi essenziali. Sono, siamo, parte integrante dell’Italia di oggi. Sbarrare occhi e orecchie di fronte a questa realtà è stupido e meschino. Se l’integrazione risulta difficile - ed è comprensibile -, se la strada della convivenza è tortuosa, le delibere o le leggi “poliziesche” non sono la soluzione.

 

La contrapposizione tra “noi” e “loro”, “italiani” e “stranieri” è destinata a cadere, è già caduta. Al suo posto deve subentrare la consapevolezza che siamo uniti, vecchi e nuovi cittadini impegnati a far progredire questo Paese e a costruirne il futuro.

 

 

“SOPRA LA PANCA...” E' UN MOVIMENTO APERTO A TUTTI A QUANTI SONO ESASPERATI DALL’ATTUALE POLITICA NAZIONALE E LOCALE IN TEMA DI IMMIGRAZIONE. NON SERVONO TESSERE NE’ ISCRIZIONI, BASTA ESSERCI

 

DICIAMO NO

alla politica dei due pesi e delle due misure

alle leggi che limitano le libertà invece di ampliarne i confini

al razzismo, al pregiudizio, all’intolleranza

VOGLIAMO ESSERE VISTI

VOGLIAMO ESSERE ASCOLTATI

VOGLIAMO CONTARE

 

DOMENICA 14 MARZO ALLE 14 DAVANTI AL COMUNE DI PREVALLE PRENDERA' IL VIA UNA “MARCIA PER L'ACCOGLIENZA” CHE SI CONCLUDERA' A GAVARDO (PIAZZA ZANARDELLI) CON UNA MANIFESTAZIONE INFORMATIVA

 

Si sottointende un comportamento civile, nel rispetto di ciò in cui crediamo.

Non sono gradite bandiere con colori o simboli politici, sono benvenute bandiere di provenienza, striscioni, e riferimenti al colore giallo ..scelto per la manifestazione nazionale contro il razzimo prevista per sabato 6 marzo a Milano.

Baci abbracci e saluti a tutti..

 

 
 
 

BBBBBuongiorno!!

Post n°243 pubblicato il 21 Febbraio 2010 da pollon131.e

che sia una buona  buona buona domenica di sole..

http://www.youtube.com/watch?v=vl9DAEwls0E

 
 
 

...

Post n°242 pubblicato il 14 Febbraio 2010 da pollon131.e

                                       

Perdonatemi, ultimamente sono di poche parole...

 
 
 

a.a.a.

Post n°241 pubblicato il 04 Febbraio 2010 da pollon131.e

Pollon sta cercando una via di fuga.

Accetta ospitalità disinteressata dal 12 al 14 febbraio.

No molesti e sconosciuti.

 
 
 

lo gnomo, quello voglio..

Post n°240 pubblicato il 01 Febbraio 2010 da pollon131.e

Sono poco qui in rete.
Primo fra tutti i motivi : ho un Supercazzutissimo esame da finire di preparare, Fondamenti di Anatomia e Fisiologia 1.
E se anche perdo concentrazione per ogni "filo e ventu", devo almeno provare a sedermi e studiare.
Si avvicina la settimana del ciclo e sono inquieta e insoddisfatta spero sia quello il motivo del mio stress; covo, mi preparo al malessere fisico che già abbozza in fastidiosissimi malditesta.
Data la premessa, sappiate nn sarà un super post rilassante..
In pausa pranzo sono stata sul lago.Oggi qui c'era un sole meraviglioso, l'aria limpida il lago mosso come piace a me. La neve sulle cime da cornice e qualche sparutissimo passante mi ha riportato al primo febbraio.. 

Non ero sola. Con me c'era il bibliotecario della biblioteca(appunto!) dove vado a studiare. Yes! Sono uscita a pranzo con A.
Da qualche tempo chiacchieriamo volentieri delle nostre passioni, dei viaggi e girachetirigira, vista la mia disponibilità alla chiacchiera, mi ha chiesto udienza. Fatto sta che ho aspettato una settimana a rispondere. Poi ieri sera ho deciso di accettare  ed oggi siamo andati a fare una passeggiata al lago..Due passi, bresaola e grana, spinaci..
Mi sa che gli argomenti interessanti li avevamo già trattati tutti prima perchè non me ne veniva alla mente uno.. mi sono ritrovata lontana un chilometro di chilometri...viaggi che sono viaggi suoi, nella sua mente; apertura che non lo è affatto, intolleranza a situazioni diverse dalle proprie, presunzione confinante con il perbenismo statico.
Sognatore inquieto di luoghi sconosciuti, ma solo sul planisfero..

E mi sono chiesta..."ma io che ci faccio qui invece di essere a casa a studiare??"

Non appena andato in bagno, mi sono alzata e fatta trovare al banco, con il giubbino infilato e il conto pagato. Non sarei potuta rimanere ancora seduta..avevamo un'altra mezz'ora di passeggio per tornare alla macchina! E sapete quante cose si dicono e si ascoltano in mezz'ora???

Uff.. me lo sono cercata, ben mi sta!!
Prossima volta seguo il mio istinto come con G. (cioè niente uscita se nn mi convince..nemmeno un the freddo) E adesso come glielo dico che mi sono annoiata da pazzi e che per me è troppo troppo rigido????
e poi, mi spiegate perchè attiro uomini cubici con spigoli nascosti sotto apparente morbidezza ?

O sarò io che non ho voluto guardare??? 
Mah... mistero!

Voglio tornare nell'istante in cui un ragazzino con i capelli lunghi mi faceva ascoltare questa :

                                                         

Ed io rimanevo  incantata e con la bocca aperta. Poi ci baciavamo e ci bastava per capirci.
Dai, lasciatemi sognare...

 
 
 

echeccaxxo

Post n°239 pubblicato il 26 Gennaio 2010 da pollon131.e

ho cancellato un post inutile e che avrebbe lasciato spazio a confusioni deleterie. tutto questo grazie a Pocorumore che mi ha fatto pensare..se nn capisce lei, che sveglia lo è per natura, immaginiamoci cosa può capire chi passa per caso.

Sia chiaro, lo zi nn c'emtra con le scuse.

Le scuse che ho ricevuto sono riferite ai post 235 e 226.
sono ancora indecisa se incazzarmi o lasciar perdere. Mi sa che opterò per la seconda..

baci a tutti, in particolare a Pocorumore, Sonico e allo Zio..

(torno all'anatomia che studio più o meno con qsta musica in testa)

http://www.youtube.com/watch?v=nW7C9lnTyWo

 

 
 
 

they leave me dry

Post n°238 pubblicato il 25 Gennaio 2010 da pollon131.e

torno a quest'ora immonda da una serata con Neruda, poesia e musica.

Che se non fosse stato per il vino buono  e l'ottima compagnia di Franco sarebbe terminata mezz'ora dopo essere uscita.

L'attore pareva un cane nell'atto straziante del latrare. Lei la copia sbiadita di una polimusicista che ha studiato ogni pausa.

Ho avuto voglia di chiedere all'uomo sul palco di stare zitto. Ho persino sentito l'istinto animale salire al punto di volergli togliere dalle mani il bastone della pioggia. E nn fatemi scrivere dove l'avrei riposto volentieri senza troppa gentilezza..

uff..uno strazio.
Non che io ami alla follia la ridondanza di Neruda, gli preferisco di gran lunga l'animale Bukowskiano,, ma sarebbe potuto comunque uscire un lavoro decente se solo quel cazzaro del mio amico titolare del locale avesse scelto qualunque altro attorucolo sconosciuto al posto del "grandegrandissimo" A.P.

 
 
 
Successivi »
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

LIEVE

versione  c.s.i. -giovanni lindo ferretti.

Forse,davvero,ci piace, sì ci piace di più
oltrepassare in volo,  in volo più in là

Meglio del perdersi in fondo all'immobile
Meglio del sentirsi forti nel labile.

Forse,sicuro,è il bene piuù radioso che c'è
Lieve svenire per sempre persi dentro di noi.

Meglio del perdersi in fondo all' immobile
Meglio del sentirsi forti nel labile.

Forse,davvero,ci piace,sì ci piace di  più              (testo marlene kuntz)

 

SAPORE DI MIELE

Marlene

 

LIBRO IN CORSO :

non identificato.

ricomincio domani

SOLO PER PALATI SOPRAFFINI :

L'eleganza del riccio. (Muriel Barbery)
I vivi. (Cristiano Godano)
Sentimento di una giostra che gira senza più bambini. (Paolo Veronese)

 

 

G.L.O.R.I.A.

 


P. Smith

 

INTERPRETARE..

Io dedico questa canzone
ad ogni donna pensata come amore
in un attimo di libertà
a quella conosciuta appena
non c'era tempo e valeva la pena
di perderci un secolo in più.

(...)

Allora nei momenti di solitudine
quando il rimpianto diventa abitudine,
una maniera di viversi insieme,
si piangono le labbra assenti
di tutte le belle passanti
che non siamo riusciti a trattenere.