Creato da nicoletta17 il 18/04/2010

Rifugio

Nel mio rifugio... circondata dall'affetto dei miei amici...

 

Provo a scrivere un post

Post n°309 pubblicato il 16 Agosto 2012 da nicoletta17

Ci riprovo... anche se non so da dove iniziare... avrei tante cose da dire... ma pur conoscendo molto bene il calore che può emanare un monitor... pur sapendo di aver conosciuto delle persone eccezionali... ritengo che quando stai proprio male... quando sei al limite e' meglio rimanere in silenzio... Avevo perso i numeri di telefono di persone molto care... quello di tuono l'ho recuperato grazie ai suoi messaggi... quello di Stefy grazie ad ati che l'ha informata... quando e' arrivato il messaggio di Stefy... mi sono commossa... Scopro che sia lei che ati volutamente rimangono in silenzio rispettando la mia uscita dalle scene... l' amicizia e' anche questo... e non sentirsi non vuol dire dimenticarsi... Ogni giorno ci sono mille problemi... mille cose da fare... e tanti dolori ancora da metabolizzare... ed allora si sceglie il silenzio... Però volevo dire a Stefy che sono felicissima di averla di nuovo in rubrica... che non sarò lagnosa... e che non la devastero' con tutti i miei problemi... sono semplicemente felice di sapere che lei c'e'... Un caloroso saluto anche agli amici che non ho menzionato... A.Maria

 
 
 

Un abbraccio a tutti gli amici

Post n°308 pubblicato il 25 Giugno 2012 da nicoletta17

Sono scomparsa dalla rete è vero... bello il mondo virtuale anche per questo... puoi staccare la spina e sparisci... ho tanta voglia di scomparire per sempre anche nella vita reale... è tutto troppo difficile ed io sono al limite... ne parlo ma ognuno fa prevalere le sue motivazioni, odio e rancore... magari hanno ragione tutti... ma rendono le cose davvero difficili... peccato non si possa avere un mondo di pace.... le persone non amano la pace... e non si rendono conto che l'odio peggiora il loro stato d'animo... tutti sempre sul piede di guerra... parlo del mio piccolo mondo come in generale... sono stanca...

Non dimentico nessuno degli amici... questo post nasce da una risposta privata a tuono che mi ha inviato un messaggio... ma la allargo a tutti i vecchi amici... per far comprendere che vivo un momento davvero difficile...

Un bacio

A.Maria

 
 
 

Le mie creazioni

Post n°307 pubblicato il 30 Aprile 2012 da nicoletta17

Ho scoperto questo nuovo hobby... creare con le perline... antidepressivo al massimo... ho coinvolto anche mia nipote che per il momento mi segue... abbiamo avuto delle belle soddisfazioni... le nostre opere sono esposte nel negozio di mia sorella da una settimana... sono state vendute alcune collane... il principio era proprio quelle di venderle... ma non vedermele più intorno dopo che ci ho faticato tanto mi fa sentire nostalgia... anche se le cose da fare sono ancora tante e ancora tante le tecniche da imparare..

Ho postato le foto... vado come sempre di fretta... ma spero di collegarmi questa sera per fare una visitina a tutti... un bacio.

A.Maria

 
 
 

Buona Pasqua

Post n°306 pubblicato il 08 Aprile 2012 da nicoletta17

 

 

Serena e Santa Pasqua a tutti i miei amici...

un bacio...

A.Maria

 
 
 

E' primavera... svegliatevi bambine"...

Post n°305 pubblicato il 09 Marzo 2012 da nicoletta17

Non sono ne troppo felice... ne troppo triste da non avere il tempo di stare al blog... sono semplicemente e assolutamente apatica... Complice una linea di connessone fastweb che ci oscurava una settimana si e una no... e per riavere la linea dovevamo aspettare la classica prassi... "entro le 72 ore"... così ci siamo stufati e siamo ritornati alla telecom...

Diciamo pure che questo problema è risolto... aspetto la primavera...

"E primavera... svegliatevi bambine"...

perchè ultimamente sto proprio a dormire...

Un caro saluto a tutti...

A.Maria

 
 
 

Denuncia a Facebook... tuteliamo i minori...

Post n°304 pubblicato il 24 Febbraio 2012 da nicoletta17

... e visto che mi trovo denuncio anche la scuola... dove non arrivano le famiglie dovrebbero esserci le istituzioni...

Che Facebook mi stava sulle scatole non l'ho mai nascosto... ma oggi sono incazzata più che mai con sto social network... dove è palese che non esistono regole e controlli... soprattutto quando si tratta di minori...

La polizia postale tanto impegnata a scoprire siti di pedofilia... non dovrebbe ignorare una realtà altrettanto sconcertante che va a pari passo con sti siti...

Ci sono su facebook iscrizioni di milioni di minorenni... ragazzini tredicenni che pubblicano di tutto... foto indecenti... con atteggiamenti squallidi che poi si che attirano i pedofili... si fotografano mentre bevono e fumano... mentre arrotolano sigarette che mi chiedo se possono essere spinelli?...

Lesbiche di ventanni che accusano minorenni incapaci di avere esperienze diverse che se ne devono stare in culla e non nei loro letti... non ho niente contro le lesbiche... fin quando non vanno a rompere le scatole alle minorenni...

Tutto questo lo trovi su facebook... possibile che nessuno se ne renda conto?... possibile che non c'è un modo per denunciare ste cose avvertendo i genitori?...

Mia nipote quattordici anni... l'altra sera s'è staccata dal gruppetto di amiche di sempre... ed è andata con un gruppetto di ragazzini poco raccomandabili... visti da loro come veri e propri idoli... teste mezze rasate... capelli arancioni... femminucce travestite da uomo che si divertono a fare le lesbiche o che forse veramente lo sono... non lo so... non ci capisco più niente... so solo che questi personaggi hanno effetti devastanti su quelli più piccoli... che emulano come fossero padreterni...

Com'è finita?... al pronto soccorso... mia nipote è stata portata dal padre completamente ubriaca... siamo corsi tutti e quello che abbiamo visto dentro al letto era un esserino piccolo e indifeso che piangeva e chiedeva scusa a tutti... ci è andata bene... ha fatto delle flebo è stata tenuta in osservazione tutta la notte e sembra pentita... anche se mi fido poco... ha sempre dichiarato che la mamma doveva darle fiducia e poi la fiducia vuoi perchè è stata traspotata vuoi che ci ha messo buona parte della sua volontà è stata tradita...

Mio cognato ha denunciato il bar che ha venduto alcool ai minori... un bar già recidivo fatto chiudere in passato per lo stesso motivo... ma c'è poca legge ovunque...

Sono entrata su facebook con la password di mio nipote mio complice per cercare di scoprire che compagnia frequenta mia nipote e sono rimasta assolutamente schifata e allibita... sti ragazzini manco si nascondono... ancora parlano di bere e di allontanare le stupidine che vanno all'ospedale e denunciano...

Mia sorella non vuole intervenire perchè afferma che i genitori sono brava gente e che sono già abbastanza mortificati per quello che combinano i figli... la scuola permette che lesbiche ventenni(ripetenti)... importunino ragazzine di primo anno... che nei bagni si fumi di tutto... che entrino nelle classi teste rasate e colorate... non esiste più niente e questi dovrebbero essere i giovani del futuro?... Le mie nipotine sono arrivate alle superori... ma di queste persone ho paura... e tutto è tollerato sia dai presidi che dai professori... è allucinante...

Nel mio piccolo posso solo fare sto post... e denunciare... facebook e la scuola... dove i ragazzi non sono assolutamente tutelati...

Magari faccio ridere... ma sono pronta a prendermi la responsabilità di quello che ho scritto e se qualcuno della polizia postale è interessato sono pronta a guidarli all'inferno... perchè vedere adolescenti ridotti così è un vero e proprio inferno...

A.Maria

 

 
 
 

Riesumata dalla neve

Post n°303 pubblicato il 06 Febbraio 2012 da nicoletta17

Eccomi qua... riesumata dalla neve... ammazza che freddo in questi giorni... sopravvissuta a tutto... ho ripreso a lavorare... e questa è una grande cosa... anche se per due giorni la neve mi ha bloccata dentro casa... il primo giorno di neve è stata una grande festa... appena sveglia sono corsa in terrazza e ho fatto il mio pupazzetto... poi è saltata l'energia elettrica e d conseguenza anche  termosifoni... e il telefono... ma come prima serata anche il lume di candela è stato affascinante... solo che dopo tre giorni di freddo al buio e bloccati da minimo 50cm di neve ho iniziato a sbroccare e non avevo neanche le sigarette... abitando in una frazione c'era poco da incamminarsi per raggungere qualche negozio... e poi con le scarpette col tacco potevo fare ben poco...

Questa mattina dovevo lavorare... l'auto di mio marito era ancora sommersa dalla neve... ma ho insistito ad uscire perchè dovevo comprarmi le sigarette... ma poi piano piano abbiamo raggiunto anche il posto di lavoro... sono due giorni che mi accompagna lui e meno male... perchè le strade sono ancora ghiacciate... A giorni dovrei sbloccare anche la mia macchina... ma per l momento mi godo i passaggi...

Causa freddo abbiamo rimandato il divorzio... non se ne parla neanche più... ci siamo riscaldati vicini vicini sti giorni... quanto meno abbiamo un periodo di tregua...

Un bacio

A.Maria

 
 
 

Povera Italia... povere istituzioni... poveri noi...

Post n°302 pubblicato il 10 Gennaio 2012 da nicoletta17

Ieri...

Dall'avvocato del lavoro... arrivo in studio decisa e motivata... far valere i miei diritti di lavoratore...

Mi ascolta e sorridendo mi dice che siamo in meridione... che non mi conviene fare alcun passo se prima non ho in mano un altro lavoro...

Insisto...

Mi spiega la prassi dell'iter per agire "legalmente"... le virgolette sono obbligatorie... perchè in giro di legale ce n'è ben poco...

Le ribadisco che sono pronta a tutto... mi da una settimana di tempo per pensarci... di riprovare ad andare al lavoro e vedere come va...

Sono tre anni che ho visto l'andazzo dei pagamenti ritardati... in una settimana cosa potrebbe cambiare?

Mi lascia il suo biglietto da visita... le dico che sono rimasta delusa dall'incontro... e aggiungo che ci saremmo riviste... e volevo sapere se se la sentiva d'intervenire...

Un avvocato senza palle... non perchè era una donna... ma perchè poteva avere tra le mani una causa stimolante e poter fare finalmente un pò di giustizia ai danni di moltissimi lavoratori...

Non credo ritornerò...

Questa mattina...

Ispettorato del lavoro...

Peggio di ieri...

L'ispettore mi fa parlare e sorride... comprende e conosce la situazione... ma non sa cosa rispomdermi...

Chiama un altro collega che sembrava ne sapesse più di lui... ci spiega il procedimento...

idem...

Mi esorta prima di denunciare a trovarmi un altro posto di lavoro... stessa tiritera dell'avvocato...

e se queste sono le istituzioni gli imprenditori disonesti ci sguazzano...

Ridevano tutti in quell'ufficio... sembravo io l'extraterrestre... tutti adagiati ad una realtà che i loro stessi comportamenti da ispettori hanno determinato...

Tanto per darmi un motivo in più per mettermi l'anima in pace... hanno detto che loro stessi non possono uscire per espezionare perchè la regione non gli paga la benzina... e che sono stufi di anticipare la spesa considerato che per averi i rimborsi aspettano più di un mese e mezzo...

Mal comune mezzo gaudio... ho risposto...

No... a no lo stipendio lo danno...

Ok... arrivederci e grazie...

 

 

 

 
 
 

Dal web

Post n°301 pubblicato il 02 Gennaio 2012 da nicoletta17

cruzpesadacruzpesada2
  

cruzpesada3

cruzpesada4

Signore, è troppo pesante...
Per favore lasciami tagliarla un po’...

 

cruzpesada5

cruzpesada6

  
cruzpesada7cruzpesada8

Signore, per favore tagliala un altro po’...
Riuscirò a portarla.

 
cruzpesada9cruzpesada10

Meglio… Signore, grazie mille…

 
cruzpesada11cruzpesada12
 

Usala come ponte e passa dall’altra parte...

cruzpesada13cruzpesada14

Ahh! È troppo corta e non riesco ad attraversare…

 

C’è solo un’uscita per le sofferenze... passando attraverso di esse.
Dio non ti darà mai più di quello che puoi caricare.
Quindi, caricati la tua Croce e rallegrati per il premio.
Impariamo a caricare la nostra Croce senza protestare e chiediamo al Signore solo forza
per continuare e uscirne trionfanti.
Qualsiasi sia la tua Croce,
qualsiasi sia il tuo dolore,
ci sarà sempre uno splendore, un imbrunire,
dopo la pioggia...
Forse potrai inciampare,
forse perfino cadere...
Però Dio è sempre pronto a rispondere alla tua chiamata...
Dio ti invierà sempre arcobaleni dopo la pioggia.

 
 
 

Smettere la pausa è d'obbligo...

Post n°300 pubblicato il 30 Dicembre 2011 da nicoletta17

Per augurare a tutti gli amici un Buon

Nessuno di noi è stato immune alla sofferenza... che il nuovo anno sia un anno di riscossa per tutti... nonostante le previsioni catastrofiche... nonostante le persone che ci governano...

Spero di ritornare vittoriosa...

Vi voglio bene...

A.Maria

 

 
 
 

Avevo letto il tuo link carissima pat...

Post n°299 pubblicato il 27 Dicembre 2011 da nicoletta17

Gesù Pensaci Tu !

Perché vi confondete agitandovi?
Lasciate a me la cura delle vostre cose
e tutto si calmerà.
Vi dico in verità che ogni atto di vero,
cieco e completo abbandono in me,
produce l'effetto che desiderate
e risolve le situazioni spinose.
Abbandonarsi a me non significa
arrovellarsi, sconvolgersi e disperarsi,
volgendo poi a me una preghiera agitata, perché io segua voi,
e cambiare così l'agitazione in preghiera.
Abbandonarsi significa chiudere placidamente gli occhi dell'anima,
stornare il pensiero dalla tribolazione
e rimettersi a me perché io solo vi faccia trovare,
come bimbi addormentati nelle braccia materne, all'altra riva.
Quello che vi sconvolge e vi fa un male immenso
è il vostro ragionamento, il vostro pensiero,
il vostro assillo ed il volere ad ogni costo
provvedere voi a ciò che vi affligge.
Quante cose io opero quando l'anima,
nelle sue necessità spirituali e in quelle materiali,
si volge a me, mi guarda, e dicendomi
" PENSACI TU ",
chiude gli occhi e riposa !
Avete poche grazie quando vi assillate per produrle;
ne avete moltissime quando in preghiera
è un affidamento pieno a me.
Voi nel dolore pregate, perché lo tolga,
ma perché lo tolga come voi credete...
Vi rivolgete a me,
ma volete che io mi adatti alle vostre idee;
non siete infermi che domandano al medico la cura,
ma gliela suggeriscono.
Non fate così, ma pregate come vi ho insegnato nel Pater:
" SIA SANTIFICATO IL TUO NOME ",
cioè sii glorificato in questa mia necessità,
" VENGA IL TUO REGNO ",
cioè tutto concorra al Tuo Regno in noi e nel mondo;
" SIA FATTA LA TUA VOLONTA' ",
ossia pensaci Tu.
lo intervengo con tutta la mia onnipotenza
e risolvo le situazioni più chiuse.
Ecco, tu vedi che il malanno incalza invece di decadere ?
Non ti agitare, chiudi gli occhi e dimmi con fiducia:
"Sia fatta la Tua volontà, pensaci Tu".
Ti dico che io ci penso, e che intervengo come medico,
e compio anche un miracolo quando occorre.
Tu vedi che l'infermo peggiora ? Non ti sconvolgere;
chiudi gli occhi e dì: " PENSACI TU " !
Ti dico che io ci penso.
E' contro l'abbandono la preoccupazione, l'agitazione
e il voler pensare alle conseguenze di un fatto.
E' come la confusione dei fanciulli quando pretendono
che la mamma non pensi alle loro necessità,
e vogliono pensarci loro, intralciando con le loro idee
e i loro capricci infantili il suo lavoro.
Chiudete gli occhi
e lasciatevi portare dalla corrente della mia grazia,
chiudete gli occhi e lasciatemi lavorare,
chiudete gli occhi e non pensate al momento presente,
stornando il pensiero dal futuro come da una tentazione.
Riposate in me credendo alla mia bontà
e vi giuro per il mio amore che,
dicendomi, con queste disposizioni:
" PENSACI TU ", io ci penso in pieno,
vi consolo, vi libero, vi conduco.
E quando debbo portarvi in una via
diversa da quel che vedete voi,
io vi addestro, vi porto nelle mie braccia,
poichè non c'è medicina più potente
di un mio intervento d'amore...
Ci penso solo quando chiudete gli occhi.
Voi siete insonni, voi volete tutto valutare,
tutto scrutare, a tutto pensare,
e vi abbandonate così alle forze umane,
o peggio agli uomini, confidando nel loro intervento.
E' questo che intralcia le mie parole e le mie vedute.
Oh, come io desidero da voi questo abbandono per beneficarvi
e come mi accoro nel vedervi agitati !
Satana tende proprio a questo:
ad agitarvi per sottrarvi alla mia azione
e gettarvi in preda alle iniziative umane.
Confidate perciò in me solo, riposate in me,
abbandonatevi a me in tutto.
Io faccio miracoli in proporzione al pieno abbandono in me,
e del nessun affidamento in voi:
io spargo tesori di grazie quando voi siete nella piena povertà !
Se avete vostre risorse, anche in poco,
o se le cercate; siete nel campo naturale,
seguite quindi il percorso naturale delle cose
che è spesso intralciato da Satana.
Nessun ragionatore o ponderatore ha fatto miracoli,
neppure fra i Santi.
Opera divinamente chi si abbandona a Dio.
Quando vedi che le cose si complicano,
dì con gli occhi dell'anima chiusi:
" GESU' PENSACI TU ".
E distraiti, perchè la tua mente è acuta....
per te è difficile vedere il male.
Confidare in me stesso, distraendoti da te stesso.
Fa così per tutte le tue necessità.
Fate così tutti e vedrete grandi, continui e silenziosi miracoli.
Ve lo giuro per il mio Amore.
Io ci penserò, ve lo assicuro.
Pregate sempre con questa disposizione di abbandono,
e ne avrete grande pace e grande frutto,
anche quando io vi faccio la grazia dell'immolazione
di riparazione e di amore che impone la sofferenza.
Ti sembra impossibile?
Chiudi gli occhi e dì con tutta l'anima:
" GESU' PENSACI TU ".
Non temere ci penso io.
E tu benedirai il tuo nome umiliando te stesso.
Le tue preghiere non valgono un patto di fiducioso abbandono;
ricordalo bene.
Non c'è novena più efficace di questa:
"O GESU', MI ABBANDONO IN TE, PENSACI TU "
Abbandonati al mio Cuore.... e vedrai.
Voglio che tu creda nella mia onnipotenza,
e non nella tua azione:
che tu cerchi di mettere in azione me, non te negli altri.
Tu cerca la mia intimità, esaudisci il mio desiderio di averti,
di arricchirti, di amarti come voglio.
Lasciati andare, lasciami riposare in te,
lasciami sfogare su di te continuamente la mia onnipotenza.
Se tu rimarrai vicino a me
non ti preoccuperai di fare per conto tuo,
di correre per uscire, di dire di aver fatto,
mi dimostrerai che credi nella mia onnipotenza
e io lavorerò intensamente con te quando parlerai, andrai,
lavorerai, starai in preghiera o dormirai perchè
"ai miei diletti dò il necessario anche nel sonno"

Se starai con me senza voler correre,
nè preoccuparti di cosa alcuna per te,
ma la rimetterai con totale fiducia a me,
io ti darò tutto quello che ti necessita,
secondo il mio disegno eterno.
Ti darò i sentimenti che voglio da te,
ti darò una grande compassione verso il tuo prossimo
e ti farò dire e fare quello che io vorrò.
Allora la tua azione verrà dal mio Amore.
Io solo, non tu con tutta la tua attività,
potrò fare dei figli nuovi, che nascono da me.
Io ne farò tanti di più tanto più tu
vorrai essere un vero figlio quanto il mio Unigenito,
perchè lo sai che:
"se farai la mia volontà mi sarai fratello, sorella e madre"
per generarmi negli altri, perchè io produrrò nuovi figli,
servendomi di veri figli.
Quello che tu farai per riuscire è tutto fumo
in confronto a quello che faccio io
nel segreto dei cuori per quelli che amano.
" Rimanete nel mio amore... se rimarrete in me
e rimangono in voi le mie parole,
chiedete quello che volete e vi sarà dato. "
(Gv.15,7)
(Atto di abbandono)
(SALMO 126)

 
 
 

Continuazione del post precedente

Post n°298 pubblicato il 26 Dicembre 2011 da nicoletta17

Consapevole di tutto... consapevole dei sentimenti contrastanti che ho suscitato... aggiungo che domani non salto l'appuntamento con l'avvocato... si procede con la separazione... so che è la cosa giusta... e che me ne pentirei in futuro rimandare l'inevitabile...

Ma questi giorni sono bestiali... il mio mondo si sta sgretolando parlo anche di quello lavorativo... e la cosa che mi preoccupa di più e lasciare un uomo completamente solo... ora che so perfettamente che i suoi non se ne prenderanno cura... mi ha chiamato anche mia suocera e mi ha fatto capire che lei non può aiutare il figlio...

In questi giorni siamo andati a parlare col sacerdote che ci ha sposati... non lo vedavamo da 14 anni... gli ho spiegato la situazione e che ci stiamo separando... gli ho chiesto aiuto per mio marito e ci ha detto di ritornare dopo le feste... per affrontare questa cosa devo sapere che lui... senza di me può cavarsela... altrimenti a torto o a ragione la mia coscienza m'impedisce di fare i passi giusti per me...

I miei si sono messi in disparte... non mi dicono più niente a riguardo... ci sentiamo al telefono... ma parliamo di altre cose... conosco i loro sentimenti e l'odio ed il rancore che hanno per lui non mi fa ragionare serenamente... si finisce per litigare... e siccome quello che mi sta capitando è per me troppo doloroso... preferisco stare per conto mio... nella mia casa... insieme a lui fin quando sarà possibile... e dormire abbracciati così come stiamo facendo...

Consapevoli entrambi del male che ci siamo fatti... e che procedere per la separazione è la cosa più giusta... domani alle ore 16:00 firmeremo il nostro destino... ma credo di aver trovato il modo più civile per farlo... dimenticando i rancori e pensando solo che nel bene e nel male ho vissuto con quest'uomo 14 anni della mia vita...

Un bacio

A.Maria

 

 
 
 

Sto impazzendo

Post n°297 pubblicato il 26 Dicembre 2011 da nicoletta17

Da dove inizio?... il cervello mi sta scoppiando... ho tante di quelle cose da fare... da decidere... da riordinare che non ci sto capendo più niente...

Da dove inizio?... il mio cuore è diviso in due... si rifiuta di prendere decisioni drastiche che hanno come obbettivo una scelta... una cosa esclude l'altra e non c'è via di mezzo... la mia famiglia o mio marito...

Da dove inizio?... dal lavoro? che sono ferma da quasi due mesi e che l'altro giorno ho gridato alla caposala che mi chiedeva quando sarei rientrata... che dovevono essere loro a dirmi quando potevo rientrare... mettendomi  in condizione di rientrare...

Il tutto incorniciato da questi giorni di festa che quest'anno avrei saltato volentieri... perchè troppo dolorosi...

Ho le idee così confuse che posso iniziare dall'ematoma che ho sul braccio sinistro causato da un'agocannula che mi hanno posizionato quelli del 118 chiamato dalla mia famiglia e da mio marito...

Si... perchè per non prendere decisioni... per non aspettare il Natale avevo deciso di scomparire... perchè odiavo sentire le canzoncine di Natale ricorrenti in televisone che ci esortavano ad essere più buoni... altrimenti che Natale sarebbe stato... perchè anche se per me e la mia famiglia non era il solito Natale... saremmo stati comunque tutti insieme... perchè ero terrorizzata dall'idea che a tavola ci sarebbero stati due posti vuoti... il vuoto incolmabile di mio padre e quello meritato o meno di mio marito... non potevo sostenere tutto questo...

Così da grandissima ingrata ho iniziato a discutere con mia sorella minore... l'ho ringraziata dell'ospitalità ma stavo male... lo sapevo che sarei scoppiata... avrei voluto evitarlo... ma non ci sono riuscita... ero passata da casa mia per prendere alcune cose e rivedo la mia mansardina... le mie cose... la mia vita... che seppure non è il massimo è comunque la mia vita... forse c'era ancora qualcosa che potevo fare... così chiamo mio marito e gli dico di passare a prendermi...

Dentro di me il senso di colpa verso tutti... mia madre... mia sorella... mio marito e me stessa... sensi di colpa pesanti come macigni... così prendo l'automobile ancora senza assicurazione e decido di starmene per conto mio... non potendo andare lontano fermo l'auto... avevo con me i miei tavor... volevo dormire in macchina... ero completamente fuori di testa... però non mi piaceva il posto che avevo scelto... così rimetto in moto e fermo l'auto a qualche isolato poco distante da casa di mamma... qualche passo a piedi e salgo su a casa di mamma... come una matta e me lo dico sul serio... al buio... per non far notare la mia presenza dovevo trovarmi un nascondino per passare dormendo tutte le feste...

Dovevo tranquillizzare i miei ma non avevo con me il telefonino... così ho usato quello di casa sapendo che sarebbe comparso il numero che mi avrebbe tradito... dovevo rischiare e ho detto loro che me ne sarei stata per conto mio e che ero passata a prendere delle cose a casa di mamma... convinta che sarebbero passati.. mi nascondo in un armadio a muro molto profondo con due fila di vestiti... porto con me una bottiglia di cognac e i tavor... avrebbero conciliato subito il mio sonno... e avevo così la scorta per due giorni...

Prendo subito quattro tavor e un paio di sorsate di quell'orrendo liquore... e mi faccio spazio nell'armadio per stare il più comoda possibile considerato che non potevo allungarmi... con l'orecchio teso... da li a poco sarebbero venuti...

Se a qualcuno di voi leggendo fino a qua è venuto voglia di picchiarmi o mandarmi a quel paese... e lasciarmi perdere come emerita imbecille do perfettamente ragione... accetto tutto... consapevole di perdere anche qualche amico... perchè sono veramente una stupida...

Ritorno all'armadio... era veramente buio pesto... avevo con me l'accendino che ho acceso solo un paio di volte per vedere cosa avevo intorno... ero tra i nostri abiti da sposa... mio e delle mie sorelle e tra una pelliccia... mancava solo che prendessero fuoco ste cose... ma sono stata attenta... ancora non mi veniva sonno e così ho preso altri due... forse tre tavor con un altra sorsata di cognac...  ho controllato la scorta e mi sono messa la bottiglia vicina per non perderla...

Ho poi sentito aprire la porta di casa... hanno cercato in tutte le stanze... non capivo cosa dicessero... ma quando ho percepito che stavano andando via... ho pensato alla loro preoccupazione... e ho gridato il nome di mia sorella... così mi hanno trovato... parlavo con mia sorella... un amico di famiglia... la vicina di casa... mi dicevano tutti di uscire... ma io ho detto che senza mio marito non sarei uscita da quell'armadio... così l'hanno chiamato... mi ricordo di lui che mi ha allungato la mano... e poi quelli del 118 che mi hanno fatto flebo e che mi chiedevano come stavo...

Sono ritornata a casa con mio marito... l'ho realizzato solo qualche ora dopo... ho trascorso con lui le feste... son passati i miei nipoti con la cena pronta... avevo detto che non volevo niente... ma ho accettato... e questa mattina mia sorella minore è venuta per la prima volta a casa mia... mi hanno portato il pranzo di Natale...

Mi sono scusata... mi vergogno... ma ero al limite... vivevo appesa ad un filo... e quel filo per il troppo peso non ha retto... e so che ancora non è finita... mi chiedo se non era meglio addormentarsi per sempre... anzichè risvegliarsi d nuovo all'inferno...

Ho deluso tutti... ma questo è quello che sono... sto impazzendo...

A.Maria

 
 
 

Completamente fuori di testa... auguro un..

Post n°296 pubblicato il 25 Dicembre 2011 da nicoletta17

Un Natale di serenità a tutti...

con tutto il mio cuore...

A.Maria

 
 
 

Senza parole...

Post n°295 pubblicato il 21 Dicembre 2011 da nicoletta17

Se prima ero sui carboni ardenti per la sorte di mio marito senza di me... ora ho la certezza che è un uomo veramente solo... Come quella sera in cui sono andata via di casa... ho mandato un messaggio multiplo a mia suocera e mio cognato spiegando la situazione del figlio e del fratello... gli ho spiegato che non intendo abbandonarlo economicamente... ma che finchè non si sbloccano i miei pagamenti... di provvedere loro... solo ed esclusivamente per un breve periodo... e solo a lui... perchè io ho l'appoggio dei miei... ricordando loro che quest'uomo ha solo noi tre...

Mia suocera silenzio assoluto... mio cognato era meglio che non mi richiamava... ha detto categoricamente che a lui del fratello non gliene frega niente... che lui ha la sua casa... il suo lavoro e che molte volte gli ha consigliato di andarsene addirittura all'estero... che lui fa di testa sua e se gli dai consigli s'arrabbia e che per questo motivo ha chiuso definitivamente... facendomi capire che ha avvertito pure la madre a tenerlo distante...

Immagino mia suocera... vive con questo figlio da sempre... ha timore di lui ed infatti quella rarissima volta che ha aiutato il figlio l'ha fatto di nascosto... non so se avrà più compassione del figlio indigente o più timore del figlio che tiene le redini... la risposta credo di conoscerla... infatti non abbiamo mai avuto nessun aiuto da parte loro... mentre nella mia famiglia ci siamo sempre aiutati... i soldi hanno sempre girato... e pensare che dopo la morte di un figlio di 29 anni e la morte del padre la famiglia s'è ridotta a tre elementi... dovrebbero essere ancora più uniti.

Questo è tutto... mi chiedo come faccio a procedere in un qualcosa che è già talmente doloroso sapendo che la sua famiglia gli ha girato completamente le spalle... ed io che pensavo che l'avessero invitato per le feste di natale... non c'è un briciolo d'amore in queste persone...

Ho spedito una lettera al proprietario dove lavoro... gli ho chiesto almeno due stipendi... aspetto notizie... di sicuro non sarò di certo io ad abbandonare un uomo completamente solo... speriamo bene... Intanto resto dai miei e attendo gli eventi...

Un bacio

A.Maria 

 
 
 

Divorzio fantozziano

Post n°294 pubblicato il 20 Dicembre 2011 da nicoletta17

Questa mattina appuntamento alle 11.00 dall'avvocato... mi dispiace per la categoria ma è un genere che non sopporto... alle 7.00 ero sveglia ma abbastanza scoglionata... ieri sera per dormire ho preso un tavor... però non volevo passare la notte insonne a soffrire... mio cognato ha portato il caffè a letto a me e mamma... ho salutato mio nipote che andava a scuola e chiacchierato con mia sorella che indaffarata puliva casa prima di uscire per il turno a scuola di pomeriggio... ha aperto tutte le finestre ed io ancora in pigiama mi sono ficcata sotto le coperte... ho ripreso sonno... quando mia sorella è uscita ha raccomandato a mamma di svegliarmi perchè dovevo essere pronta per le 11:00... 

Intanto ho sognato tutta la scena... c'erano con noi altri parenti e mio marito va a prendere caffè e the bollenti in attesa di entrare dall'avvocato... sempre nel sogno verso, anzichè caffè, the e mio marito mi rimprovera ed io risentita rispondo che meno male che stavamo divorziando...
Conclusione mi sono svegliata alle 11:10... cercavo il telefonino che non trovavo per chiamare mio marito e solo dopo ho scoperto che sempre mamma rassettando aveva posato il cappotto col telefono incluso nell'armadio in corridoio... c'erano sette chiamate di mio marito che ha pensato gli avessi dato buca... ha chiamato anche il fisso a casa di mamma ma noi siamo ancora da mia sorella... fantozzi...
Chiedo a mamma per quale motivo non mi ha chiamato... mi guarda... aveva già preparato 14 carciofi imbottiti... la pasta e fagioli che mio cognato adora e sferruzzando guardava i suoi programmi televisivi... e  mi ha detto che non sapeva niente dell'orario e meno male che mia sorella l'aveva avvertita... preferisco però che sia indaffarata, altrimenti piange sempre...
Richiamiamo l'avvocato alle 11:30 che naturalmente ha approfittato ed è andato via e ci tocca richiamare nel pomeriggio alle 16:30 per un altro appuntamento...
Io puntuale fino all'esaurimento per chi mi sta intorno perchè arrivo sempre mezz'ora prima stavolta ho fatto tardi... mi volevo togliere sto pensiero... ho paura di ricambiare idea... speriamo di risolverlo in serata... 
Un bacio
A.Maria

 
 
 

Decisioni drastiche

Post n°293 pubblicato il 19 Dicembre 2011 da nicoletta17

Sono due giorni che sto con mamma a casa di mia sorella minore... mamma per il momento sta li e quindi anch'io... mia sorella con la famiglia sono felici di avermi li con loro... mi hanno offerto ospitalità per tutto l'inverno... così ho il tempo di organizzare la mia vita... gentilissimi tutti... i nipotini affettuosi... sono e mi sento amata... ma se rimango una giornata di più impazzisco realmente... 

Sono scappata via in fretta non ho preso neanche le mie cose... sono tra l'altro in malattia... senza macchina e chiusa in gabbia proprio come un animale ferito... Situazioni del genere non sono nuove per me... troppe ne ho vissute fino ad ora... ma ultimamente sono diventate intolleranti perchè tutto il mio mondo sta crollando... dove lavoro la situazione è molto critica... e di pagamenti non se ne parla... le bollette aumentano... tra un pò si ripresenta un altro affitto e mamma fa quello che può per aiutarmi... e così da quando dovevo essere io a sostenere lei la situazione s'è ribaltata... 

La cosa giusta da fare è separarmi... lasciare la mansardina... prendere mamma  e trasferirci definitivamente a casa di mamma... io... lei... e la cagnolina... mamma sarebbe al settimo cielo... primo perchè lascio mio marito e secondo perchè ritorna finalmente a casa sua dove ha vissuto una vita... A casa di mamma mi sento libera... meno condizionaa... e non c'è ombra di dubbio che è quello che farò...

Con mio marito ho portato tanto di quella pazienza che solo Dio sa... avevo accettato tutto per una questione di coscienza... addirittura bramavo a diventare santa portando una croce gigantesca... ma lui non mi ha aiutato per niente e quando inizia ad urlare che perde il controllo e lancia le cose in aria... e l'umiliazione l'altra sera della ciotola con l'insalata spiaccicata sul mio viso e non solo... uno schiaffo che tra l'altro lui poi ti nega... dice che non è un violento... ma in realtà lo sta diventando sempre di più ed il fatto che non se ne rende conto mi preoccupa moltissimo...

La sua famiglia in sicilia... sua mamma e suo fratello se ne sono lavate completamente le mani... neanche hanno risposto al telefono e tanto meno ai messaggi.... una famiglia a dir poco disumana e assurda... e sono sicura che mai accoglieranno questo loro figlio e fratello dentro casa... però a questo punto non è più affar mio... ho tante colpe anch'io in questo rapporto... ma mio marito non ha compreso che l'unica persona la mondo che l'ha sempre protetto anche da se stesso sono stata io... 

Ho rinunciato a tutto per lui... ad essere donna... mamma e moglie... ho tollerato le sue giornate trascorse al pc o ai videogiochi... scusandolo che era un depresso.... non ho mai avuto il suo appoggio fisico e morale neanche nei momenti peggiori della mia vita... ho abbozzato ogni volta che ha rinunciato ad una richiesta di lavoro perchè lui non si accontentava delle briciole... abbiamo campato nell'ultimo periodo solo mangiando pasta... e non mi vergogno a dirlo perchè comunque la mattina uscivo fuori di casa per andare a lavorare in un posto che lo stipendio lo vedi col cannocchiale....

Mi sento apposto con la coscienza e ultimamente solo perchè lo invogliavo a darmi una mano per tirare la carretta... erano sempre litigate... e conclusione... io... gli ho rovinato la vita... che ogni volta che ci mettiamo a tavola gli rinfaccio le cose... che lui non ci ha guadagnato niente da questo matrimonio... non capisco cosa intende per guadagno... per me il matrimonio e farsi una famiglia amandosi e rispettandosi... lui a rinunciato a tutto questo e man mano anche se non è finito l'affetto ho iniziato a rispettarlo sempre meno... sono rimasta con lui solo per un senso di responsabilità e perchè so che è un essere solo...

Andava all'università quando ci siamo sposati... ero io che gli pagavo le rate... doveva diventare infermiere... ma al secondo anno di università molla... così come tutte le cose che ha intrapreso nella sua vita e così come ha sempre fatto dai racconti di sua madre quando ancora avevamo un colloquio... ma sono talmente tante le cose che potrei raccontare che non mi basterebbe tutto lo spazio di libero... e poi sono avvero molto stanca...

Poco fa l'ho chiamato per dirgli di passare a prendermi alle ore 16:00... dobbiamo parlare... seriamente... sono decisa ad andare da un avvocato e non mi tiro indietro per gli alimenti... lui è in una situazione d'indigenza rispetto a me... lo so... e se gli tocca la casa e gli alimenti in base alla puntualità con cui pagheranno me... io pagherò lui... voglio concludere così anche perchè ho paura di lui e delle sue minacce... ho paura per la mia famiglia... lui non ha nulla da perdere... la sua vita l'ha buttata da molto tempo ormai... e temo che possa infierire su quelli che amo più della mia stessa vita... però sta storia deve finire... rivoglio la mia vita e la mia dignità... 

Grazie per i vostri cuori disposti ad ascoltarmi... mi dispiace le tensioni che riesco sempre a creare... sono una professionista in questo... ma sono anche esasperata da una serie infinita di problemi... e oggi più che mai avverto l'assenza di mio padre... e tra un pò è Natale... ed io sono sui carboni ardenti... Devo prendere serie decisioni che ancora una volta stravolgeranno la mia vita... non sarò immune da una sofferenza atroce... ma a questo punto inevitabile...

Vi terrò informati...

Un bacio

A.Maria


 
 
 

Politici italani... mi fate schifo... Vergogna...

Post n°292 pubblicato il 16 Dicembre 2011 da nicoletta17

LO STATO chiede di aumentare l’età
 delle pensioni perché in EUROPA tutti
 lo fanno.
 
NOI CHIEDIAMO IN CAMBIO:
 
- di arrestare tutti i politici
 corrotti , di allontanare dai pubblici
 uffici tutti quelli condannati in via
 definitiva perché in EUROPA tutti lo
 fanno, o si dimettono da soli per
 evitare imbarazzanti figure.
 
NOI CHIEDIAMO
 
- di dimezzare il numero di parlamentari
 perche’ in EUROPA nessun paese ha cosi’
 tanti politici !!
 
NOI CHIEDIAMO
 
- di diminuire in modo drastico gli stipendi
 e i privilegi a parlamentari e
 senatori, perché in EUROPA nessuno
 guadagna come loro.
 
NOI CHIEDIAMO
 
- di poter esercitare il “mestiere” di politico al
 massimo per 2 legislature come in
 EUROPA tutti fanno !!
 
NOI CHIEDIAMO
 
- di mettere un tetto massimo all’importo
 delle pensioni erogate dallo stato
 (anche retroattive), max. 5.000, 00
 euro al mese di chiunque, politici e
 non, poiche’ in EUROPA nessuno
 percepisce 15/20 oppure 37.000,00 euro
 al mese di pensione come avviene in
 ITALIA
 
NOI CHIEDIAMO
 
di far pagare i medicinali visite specialistiche e cure
 mediche ai familiari dei politici
 poiche’ in EUROPA nessun familiare dei
 politici ne usufruisce come avviene
 invece in ITALIA dove con la scusa
 dell’immagine vengono addirittura
 messi a carico dello stato anche gli
 interventi di chirurgia estetica, cure
 balneotermali ed elioterapioche dei
 familiari dei nostri politici !!
 
CARI MINISTRI
 
- non ci paragonate alla
 GERMANIA dove non si pagano le
 autostrade, i libri di testo per le
 scuole sono a carico dello stato sino
 al 18° anno d’eta’, il 90 % degli gli
 asili e nido sono aziendali e gratuiti
 e non ti chiedono 400/450 euro come gli
 asili statali italiani !!
 
IN FRANCIA
 
– le donne possono evitare di
 andare a lavorare part time per
 racimolare qualche soldo indispensabile
 in famiglia e percepiscono dallo stato
 un assegno di 500,00 euro al mese come
 casalinghe piu’ altri bonus in base al
 numero di figli .
 
IN FRANCIA
 
– non pagano le accise sui carburanti delle
 campagne di napoleone, noi le paghiamo
 ancora per la guerra d’abissinia!!
 
NOI CHIEDIAMO A VOI POLITICI
 che la smettiate di offendere la
 nostra intelligenza, il popolo
 italiano chiude 1 occhio, a volte 2, un
 orecchio e pure l’altro ma la corda
 che state tirando da troppo tempo si
 sta’ spezzando.

chi semina vento, raccoglie …..tempesta !!!
 
SE APPROVI
 
PUBBLICA E DIFFONDI QUESTO MESSAGGIO E CHIEDI AD ALTRI DI FARLO!!!!!
 

 
 
 

Povera Italia

Post n°291 pubblicato il 14 Dicembre 2011 da nicoletta17

Non ho voglia assolutamente di fare niente... apatia più totale... anche perchè affannarsi non serve... ci mettiamo  buoni buoni e aspettiamo che i grandi cervelli  decidano per noi... stanno scavando una fossa comune così in un colpo solo hanno dimezzato la popolazione... se il presente è incerto... sul futuro abbiamo grandi garanzie... tanto da poter scommetterci sopra... perchè di sicuro c'è solo che non ci sarà alcun futuro...

L'unica cosa che non hanno capito sti grandi cervelloni è che noi è da mò che lottiamo per arrivare a fine mese... sono loro che si devono preoccupare.. ma tanto spremendo a dovere ancora una volta i soliti poveracci... riusciranno a mantenere il loro stile di vita... ladri... truffatori ed evasori... e con le loro faccie da...""""... senza provare alcuna vergogna ci vogliono convincere che la crisi l'abbiamo provocata noi altri...

Mettere le loro luride mani sulle pensioni non si commenta... parlano di vita media allungata... ma quale vita?... quella dei nostri nonni che arrivano anche a toccare i cent'anni... ma loro hanno mangiato...  quando mangiavano in modo sicuramente più salutare di noi... il loro fisico è sano... noi mangiamo schifezze con conservanti... quando ci va bene... e con tantissime altre porcherie che ci fanno ammalare... e con la sanità che fa schifo nessuno ti cura e tanto meno puoi permetterti cliniche di lusso...

Quarant'anni di lavoro... parlo per me... ho iniziato a 28 anni... e mi ritengo già fortunata rispetto a chi ha più di trentanni e ancora non ha un lavoro... smetterò di lavorare a 68 anni... e tra i vari dolori per un lavoro a dir poco pesante... ho pazienti invalidi da alzare e rimettere a letto minimo due volte al giorno... mi auguro che il Signore mi dia la forza... ma la vedo dura... e se mi capita l'urgenza?... difficile correre ed avere la prontezza di riflesso di adesso... ma mi piacerebbe tantissimo avere come cavia uno di questi cervelloni... che se davvero non stanno attenti prima o poi si ritrovano si con gente malconcia in tutti i settori... così come per gli operai... o le maestre... mia sorella è passata di ruolo a  quarant'anni... arriverà alla pensione a 80 anni... come possono solo immaginare che una maestra possa correre dietro a trentadue bambini al di sotto dei cinque anni... a 80 anni...

Sanno benissimo che nessuno di noi arriverà mai alla pensione... per quanto riguarda i disoccupati... e quando ci arriveranno?... Si riempiono la bocca del sistema europeo... ma non si rendono conto che l'Italia è stata rovinata e ancora la stanno affossando da tutti i cari signori politici... e mò pure i cervelloni ci volevano...

Chiedo scusa... ma dovevo dirlo...

Un bacio

A.Maria

 
 
 

Eccomi

Post n°290 pubblicato il 13 Dicembre 2011 da nicoletta17

Mi sono resa conto solo ora che è passato un sacco di tempo dall'ultima comparsa sul blog... gli ultimi giorni sono stati veramente frenetici... uscivo di casa la mattina presto e rientravo la sera tardissimo... ma la soddisfazine del lavoro fatto è stata enorme... il negozio è davvero molto carino... e nonostante abbia avuto mio cognato e mia sorella col fiato sul collo per paura che esagerassi con le lucine e gli addobbi natalizi... sono andata per la mia strada ed ora sono proprio loro che si beccano tutti i complimenti... ed io di riflesso ne sono felicissima...

Il negozietto sta andando benino... per ora... quello che si nota di più appena entri... a parte le mie decorazioni... scherzo... sono i prezzi bassissimi... una vera lotta tra mia sorella e mia nipote che non vuole esagerare... e forse c'ha ragione lei... perchè con la concorrenza e la crisi è meglio non esagerare...

Mi sono per ora ritirata in buon ordine... naturalmente rimango a disposizione se hanno bisogno del mio aiuto...

Un caro saluto a tutti...

A.Maria

 
 
 
Successivi »