Peter Harf nuovo Ceo di Coty

E3DF0B08-9102-48D3-BF8E-94DC04A14A37 05178F68-DFA3-4D1E-B8DE-BFF1D88FCFA7 CCFC1D03-6E24-4DFA-A8D8-46641C522F1A 0101B977-B83D-4E44-9617-9A528104463A
Come riportato nel comunicato stampa del primo di giugno del marchio Coty il presidente Peter Harf ha assunto anche il ruolo di amministratore delegato al posto di Pierre Laubies. che ha dato le dimissioni.

Coty è presente sul mercato nel settore dei profumi e dei prodotti cosmetici e controlla marchi come Rimmel e Max Factor.

I cambiamenti al vertice seguono un accordo stipulato fra Coty e Kkr per la cessione della maggioranza del pacchetto di brand come Wella, Claiton, OPI. Coty rimarrà proprietaria del 40% ma usufruirà di un notevole incremento di capitale.

Kkr è un fondo che gestisce ingenti cifre come operatore internazionale di private equity,  acquisendo azioni di imprese.

Coty controlla anche molti marchi nel settore della moda come Gucci, Hugo Boss, Calvin Klein e al momento conta ventimila dipendenti.

Peter Half è già stato Ceo dell’azienda dal 1990 al 2001. Farà parte di un comitato esecutivo composto da altre due persone che insieme ai dirigenti avrà il compito di guidare l’azienda verso un maggio profitto accelerando i processi decisionali ed esecutivi.

(foto da internet)

Attilio Runello

La Luiss Business School acquisisce scuola di moda olandese

F6D98944-B27C-4A08-B452-5080AF95AA23
20FACCAE-A371-4536-9787-E5CB0E83EDE5 478E5699-ABEF-4F09-9281-A0632069E4FD 3FDE76B8-DA18-4DB2-85C3-DE6DC751B74B E548D15D-AE6D-4C4A-A84E-BBED364444A5

1101E611-58EF-4981-B975-A976469D95EBLa Luiss nel suo sito ha comunicato di aver acquisito la Amsterdam Fashion Academy. La notizia è stata ripresa dall’Ansa.

B8177F22-B4D8-4CB6-95BB-81629A9AAB54

La Amsterdam Fashion Academy rappresenta la prima acquisizione da parte della Luiss all’estero e in un ambito che bon è quello strettamente manageriale. Infatti, la Luiss è nata a Roma e successivamente ha creato un hub a Milano e nell’area di Belluno.

La scuola di Amsterdam è l’unica in Olanda che rilascia un titolo universitario nel settore della moda e del lusso. Ha circa duecento studenti provenienti da venti paesi.

(foto da internet)

Attilio Runello

Roberto Cavalli comprato da un miliardario del Dubai

C5C200D2-4FB0-404E-B9EC-90F62B96EB8D 50479AF3-D447-465E-B428-AEB1FDA3D6F4 F723CFB1-50A4-429E-9D7C-596E77A1FAC5 8A70E65C-3CD7-4C54-994C-309945F2E91C CE0B6051-2C20-4B63-A6D6-F763589B31D9 95EAC2EE-E0F6-4FAB-80B8-0D69DE19B9D8
Il marchio Roberto Cavalli è stato comprato dalla società Vision Investments, di HussainSajwani, presidente della Dubai Damac.

In precedenza la maison fiorentina era controllata dal fondo italiano Clessidra, a sua volta gestito da Italmobiliare che fa capo alla famiglia Pesenti.

Allo stilista era rimasto un pacchetto azionario del dieci per cento. L’azienda attraversava un periodo di crisi da qualche anno e la famiglia Pesenti aveva investito centinaia di milioni senza successo.

Il brand aveva attivato una collaborazione in precedenza con la Vision Invedtments nell’ambito dell’arredamento di alberghi di lusso.
Le foto si riferiscono all’ultima sfilata di Milano.
(foto per gentile concessione CNMI)

Attilio Runello