OROAREZZO è rimandata al 2021

985390E4-F9CC-4821-8965-ADEE30190F9EDFB9FF4A-312E-4D98-875D-B5E2CE07F992C10143EB-FAAD-4064-A02C-A634DE28BFD9F5B6BA49-4FA8-4EE1-8841-D66EB203D97A1F4ABFAB-049C-4C91-B6BA-65BA8B452FD4
Nel comunicato stampa del 26 maggio la fiera internazionale di oreficeria è stata rimandata al prossimo anno.

Si tratta dell’ennesima notizia di annullamento di fiere, Fashion Week, e altre manifestazioni di moda.

L’ultima è stata a Lisbona ai primi di marzo. Alcune si sono svolte in formato digitale: Mosca, Tokyo e Shangai.

Altre sono state rinviate a settembre. Per luglio non è previsto nulla. Al momento troppi paesi non hanno riaperto le frontiere.

La prossima in edizione non digital sarà a Copenhagen in agosto.

Oroarezzo promuove comunque una piattaforma digitale “on stage” . Il nuovo progetto permetterà agli espositori di potenziare la propria presenza online grazie all’organizzazione di una vetrina virtuale in grado di mostrare ai mercati mondiali le creazioni delle aziende clienti, aziende che saranno assistite nella realizzazione di servizi fotografici professionali per un catalogo potenziato con foto, video e novità di prodotto.

(foto da internet)

Attilio Runello

Baselworld perde famosi brand dell’orologio

DBF9AA4B-BAEF-4315-B64E-27CFF13FDAA7 0788510D-2CA9-4531-982E-2D1C029C199B topelement.jpg AE3ECFB7-03ED-49EC-A202-BF944FF8DEB6
Baselworld è stata per anni l’evento più importante d’Europa nel settore orologi e gioielli.

Il comparto svizzero degli orologi è uno di quelli con maggior tradizione, settore che oltre alla precisione ha sempre offerto anche eleganza. Per l’uomo come è noto l’orologio e l’automobile sono i principali status symbol.

Tutte le più importanti marche sono confluite per anni in Baselworld – fiera che si svolge a Basilea in primavera e che fa convergere buyer da tutto il mondo.

Ingenti somme erano state spese di recente per ristrutturare i padiglioni della fiera.

A Baselworld – sempre in Svizzera – si era affiancata un’altra manifestazione del settore, Watches & Wonders dove partecipavano i brand di maggiore prestigio con eventi rivolti soltanto ai buyer.

Invece Baselworld è aperta al grande pubblico (pagante) e all’interno di essa i grandi marchi hanno grandi stand chiusi al pubblico. Ospita in numerosi padiglioni espositori di differenti livelli e provenienze.

Normalmente conta su una affluenza di circa centomila persone e negli ultimi anni aveva raggiunto i duemila espositori.

L’anno scorso c’era stata la defezione di Swatch – gruppo con circa trenta seimila dipendenti nel mondo –  e adesso anche Rolex, Patek Philippe, Chanel, Chopard e Tudor lasciano la fiera.

Ufficialmente le ragioni sono dovute al rinvio della manifestazione a gennaio dell’anno prossimo a causa del coronavirus. Sembra che la data non sia stata concordata e non sono stati concordati gli importi da restituire, quelli da trattenere per i mancati guadagni e quelli da destinare al prossimo appuntamento.

In realtà sembra che in un mondo che cambia una fiera tradizionale come  Baselworld non è più abbastanza attraente. Oggi ci sono piattaforme digitali che offrono possibilità di scambi tutto l’anno e diventa necessaria anche una delocalizzazione per andare incontro a esigenze di buyer che magari in Svizzera non vengono.

I marchi pensano già di creare un evento a Ginevra, da affiancare a Waches & Wanders, e comunque sotto l’ombrello di quest’ultima, che di recente ha creato una manifestazione a Miami.

(foto da internet)

Attilio Runello

Gioielli Pomellato per la giornata della terra

 

221053D0-372C-47B9-997F-36F71E54FFC73F476434-AC79-46D3-8CDF-CCA9609204FAA315C4D8-3CEC-40F5-8B1B-DD8F6C4E3FA1
Il brand Pomellato è ricco di iniziative per promuovere i propri gioielli, ma anche per sottolineare e sostenere una produzione che non sfrutti i lavoratori

In passato si è rivolto a testimonial come Chiara Ferragni o Delfina Blaqier, di cui pubblichiamo alcune foto.

Il 22 aprile in occasione della giornata della terra promuove gioielli in lapislazzuli e oro rosa. I primi provengono dal Cile e il secondo è estratto in Colombia.

(foto da internet)

Attilio Runello

6E118648-8109-4E90-B6BE-A89842847C68

Chiara Ferragni, madrina di Pomellato

Chiara Ferragni, madrina di Pomellato

0BB949B3-C545-4D0D-9264-D8F291E4C3DFAD223E02-A578-45A9-A376-2E79CDEA5DE7

 

Francesca Sofia Novello porta ancora Alberta Ferretti a Sanremo

192980C5-FC50-42DE-AC04-F72B16DE8840 ED5AF4E2-A5F8-456C-AF15-D34B71419B7DA5995B26-B224-4A52-9D0B-C40AF4ED3AC5 FD0C3E15-A555-483A-87E8-FB4B84136795 DA709E7E-5D01-44F0-9B3F-B056445818B9
Per l’ultima serata di Sanremo la modella Francesca Sofia Novello ha indossato un abito Alberta Ferretti rimanendo fedele alla sua stilista di grande prestigio.

Si tratta di un abito azzurro, lungo che si spinge verso tonalità più chiare verso lo strascico. Senza spalline , con un vertiginoso spacco sul davanti,  pieno di luccichio e senza nulla che lo fermi sulla vita, la modella lo indossa con i consueti gioielli Damiani, cui si è aggiunto un bracciale.
(foto da internet)

Attilio Runello