Lil Miquela la Influencer virtuale

D3739DE9-2DD7-4179-8053-2F33C178DA0F 40143336-D0D1-4665-8D4F-8920525D4E2A 617294E5-ADA7-4D83-94C1-45A95CB5E9B5 D7DB6753-F906-4EA8-9051-192BDF9D2A25
È stata creata da una start io tech nel 2016. La stare up si chiama Brud. Ha raggiunto milioni di follower e spopola in Instagram e Tik Tok. Si chiama Lil Miquela. La chiamano avatar o robot digitale.

Le grandi maison la vogliono perché è il nuovo modo per conquistare la next generazione.

Come ha riportato in un articolo Mffashion oltre a Miquela ne nascono altre.

A darle vita sono stati Trevor McFedries e Sara Decou, cofondatori della start up, che hanno sfruttato la tecnologia CGI, computer-generated imagery che opera nell’ambito della grafica computerizzata. Nel giro di pochi anni questa ragazza piena di lentiggini, con la frangetta, gli occhi color nocciola e un diastema tra i denti è diventata una celebrità.

Lil Miquela è un prodotto ben riuscito di una compagnia specializzata in realizzazione di avatar e robot che ha deciso di adottare una campagna marketing innovativa e simile ad una telenovela per la sua promozione. La strategia ha ottenuto a tutti gli effetti il risultato desiderato, facendo leva sulla propria abilità di storytelling e sulla curiosità delle persone, portandole a seguire con interesse la vicenda.

Miquela  è anche impegnata a livello sociale, supporta la comunità lgbtq+ e Black Lives Matter, “un movimento attivista internazionale, originato all’interno della comunià afroamericana, impegnato nella lotta contro il razzismo, perpetuato a livello socio-politico, verso le persone di colore”.

È stata ingaggiata da marchi del calibro di Prada, Dior, Calvin Klein, ma anche Ugg, Tommy Hilfiger e Samsung.

(foto da internet)

Attilio Runello

Cindy Crowford sta per diventare nonna?

26E9A18E-736E-4CFF-91F8-C56E7EDDF35C6D95A254-472A-4CEF-8D4E-33BEA44158BE 15A40310-AFA4-4028-8AE9-F7AC87AA0DC2 AC5FB226-9035-4AED-AF7F-704D6FA47DA7 392399F4-4B62-4671-94CF-DA60E8FD6E810FBEBDD1-2FA1-4D2B-9FE1-07D342DDAD8143A1DB64-43C9-4848-B130-C6BCDA951DB8 77976E62-B816-46B6-878D-01F562DCF43C
Su Instagram appaiono delle foto con una videochiamata della top model Kaia Berger al padre Rande  Gerber.

Kaia Berger, figlia di Cindy Crowford, appare con il pancione. Sta per fare diventare nonna Cindy Crowford?

Si tratta solo di uno scherzo.
Shorts lilla, maglietta bianca, cardigan colorato di Remain e, appunto, un ventre decisamente pronunciato: Kaia Gerber ha fatto proprio uno scherzo con i fiocchi al papà. Uno scherzo, sì, perché la modella non è intenzionata a rendere nonni Rande Gerber e Cindy Crawford. Si tratta solo di finzione, Kaia è infatti una delle protagoniste nella nuova stagione delle serie American Horror Story, dove interpreta una giovane rimasta incinta dopo un incontro alieno.


Nella vita reale Kaia è felicemente fidanzata con l’attore australiano Jacob Elordi, 24enne.

I due sono stati spesso paparazzati insieme a spasso per Los Angeles e New York (e anche al party organizzato dopo il Met Gala) ma l’ufficialità della loro relazione è arrivata solo di recente. Kaia e Jacob hanno infatti debuttato come coppia a fine settembre, all’Academy Museum of Motion Pictures Gala. Sul red carpet la Gerber, in un lungo abito di paillettes oro di Celine, era stretta al suo Jacob. Bellissimi e felici, gli innamorati non si sono mai tolti di occhi di dosso, svelando un’intesa da paura. E chissà che un giorno quella videochiamata col pancione non arrivi davvero a papà Rande.
(foto da internet)

Attilio Runello

 

Streetstyle: anche a Parigi si mostra l’ombelico

16CFA39D-3207-4C34-BB0B-617D427A201F7AD8838D-380A-43A5-9075-1E2ED3263D64F0DEA907-220B-4DB2-A686-838E1DE7F94E9EF99C75-BBE0-4304-A111-59008910DA4E6A271B39-7123-4B45-B59A-7069057DEA0C395FCE3E-0830-49DF-BA8A-1FD4185C3069E043A897-7046-4D3B-A5DF-DACC884C2861
Le foto scattate da Models.com a Parigi per strada alle modelle della Parigi Fashion Week mostrano il must dell’anno: mostrare l’ombelico.

Si tratta di un ritorno di una moda che si era affermata negli anni novanta nel mondo maschile per mostrare muscoli da palestrati.

Ma è piaciuta anche alle ragazze con un fisico sottile e snello che mostra una pancia piatta.

Si chiama crop top quella t-shirt corta che mette  in mostra l’ombelico. Ma non deve necessariamente essere una t-shirt, come mostrano le foto.

(foto per gentile concessione models.com)

Attilio Runello