Simpson, se Apu venisse eliminato potrebbe saltare tutta la serie: ecco perchè

I Simpson (titolo originale The Simpsons) è una popolare sitcom animata statunitense, creata dal fumettista Matt Groening nel 1987 per la Fox Broadcasting Company. In Italia sono giunti nel 1991 grazie alle reti Mediaset (all’epoca Finivest), grazie ad una intuizione di Giorgio Gori (attuale sindaco di Bergamo ed ex collaboratore di Renzi) che ne intuì il potenziale.

Da allora la serie viene trasmessa ininterrottamente. Fino al 1996 su Canale 5 ogni martedì alle 22.30, per poi passare su Italia Uno ad ora di pranzo. Una promozione inevitabile vista la crescente popolarità della storia dei gialloidi abitanti di Springfield. Non mancano poi episodi speciali, come quelli relativi a Halloween, nonché un film del 2007 a cui però non ha fatto seguito un sequel.

La serie ha visto anche la trasposizione di svariati personaggi famosi del mondo della musica, dello sport, dello spettacolo. In questi ormai quasi trent’anni di trasmissione in Italia sono anche cambiati i doppiatori, per la tristezza del pubblico più affezionato. Nonché non è mancata la dipartita di alcuni personaggi, come la morte di Maude Flanders, moglie del tanto odiato vicino di Homer, Ned. Nonché della maestra di Bart, la signora Edna Caprapall. In quest’ultimo caso, il ritiro del personaggio è stato deciso dopo la morte della doppiatrice originale.

In entrambi i casi, la morte è stata provocata da Homer. Sebbene solo nel caso di Maude si veda in quale modo, mentre nel caso della Caprapall lo si lascia intuire in alcuni episodi.

Inoltre, da alcuni anni è in corso una polemica riguardo il personaggio indiano Apu, il proprietario del Jet Market. Sul quale è stato dedicato tanto di documentario e se ne chiede il ritiro. Ritiro che potrebbe mettere in pericolo tutta la serie

apu-simpson

CONTINUA A LEGGERE

Simpson, se Apu venisse eliminato potrebbe saltare tutta la serie: ecco perchèultima modifica: 2018-11-02T09:15:21+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).