Sanremo, perchè quella a Pino Daniele è stata un’offesa più che un omaggio

E anche questo Festival di Sanremo 2019 sta proseguendo incessantemente. E col solito canovaccio. Canzoni mediocri e presto dimentica, tanto spettacolo, ospiti di spessore (seppur praticamente ormai solo italiani) e diverse polemiche. Anche questo Baglioni bis sta comunque piacendo al pubblico, ripetendo lo stesso copione dello scorso anno.

In settimana è stato ricordato anche il grande cantautore napoletano Pino Daniele. Come noto, scomparso il 4 gennaio dopo l’ennesimo problema cardiaco. Aggravato dai soccorsi tardivi, visto che l’artista, pur vivendo a Orbetello, aveva preferito recarsi presso l’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Al fine di farsi curare dal proprio medico di fiducia. Tuttavia, giunto nel nosocomio, i vari tentativi di rianimazione sono risultati vani.

Pino Daniele è così scomparso a 59 anni. Ne avrebbe compiuti 60 di lì a poco. E proprio il 19 marzo, giorno di San Giuseppe. Il suo onomastico e festa del papà.

E proprio alle due figlie, Cristina e Sara (alla quale il grande Pino ha dedicato un brano più di vent’anni fa), è stato consegnato il premio alla carriera nel corso della kermesse ligure. Ma anche questo momento è stato criticato sui Social. In fondo, a ben vedere. Tre infatti sono i motivi che fanno ritenere questo a Pino Daniele un’offesa più che un omaggio.

CONTINUA A LEGGERE

Sanremo, perchè quella a Pino Daniele è stata un’offesa più che un omaggioultima modifica: 2019-02-09T09:43:48+01:00da LucaScialo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).