Fanta inventata dai nazisti: la storia che pochi conoscono

Nach Kriegsende begann die unaufhaltsame Karriere von Fanta. Fanta wurde zum Inbegriff einer neuen Lebenskultur.
Die Verwendung dieses Bildes ist fŸr redaktionelle Zwecke honorarfrei. Abdruck bitte unter Quellenangabe: "obs/Coca-Cola"

Al regime nazista si devono, volenti o nolenti, diverse invenzioni. Tutte realizzate per scopi soprattutto militari e che poi hanno preso altre strade a regime concluso. Invenzioni anche di largo uso tecnologico oggi giorno, come i personal computer.

Rientra tra queste anche la Fanta, bevanda americana facente parte del gruppo Coca Cola dagli anni ’50 ma che fu ideata nella Germania nazista nel 1940.

Già, proprio così. E in occasione del suo anniversario dalla nascita della bevanda compiuti lo scorso anno, Coca Cola ha anche diramato uno spot che è stato sommerso di critiche sui social. Proprio perché richiamava anche, inevitabilmente, le origini naziste della Fanta. Con tanto di simbolo in bella mostra e pure all’inizio del video.

Ripercorriamo dunque la storia di questa bevanda, che in pochi conoscono. Pure perché, nella sua realizzazione, c’è un ruolo fondamentale anche di una città italiana: ossia Napoli. Che quanto a invenzioni e originalità, ha pochi eguali.

Oltretutto, il suo tocco decisivo per la realizzazione della Fanta, lo si deve proprio alla sua proverbiale “arte di arrangiarsi”.

CONTINUA A LEGGERE

Fanta inventata dai nazisti: la storia che pochi conosconoultima modifica: 2019-03-06T15:39:45+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts

Leave a Comment