I cambiamenti climatici sono davvero causati dalle emissioni CO2? Come stanno le cose

Sul web è nato un nuovo scontro. Quello relativo ai cambiamenti climatici in atto. In particolare, se sono o meno provocati dalle emissioni di Co2. Anche qui, come per l’Olocausto, sono sorte correnti di pensiero negazioniste. Le quali ritengono che si tratti di puro allarmismo, fomentato da climatologi e ambientalisti improvvisati.

Insomma, la rete ha generato una permanente caccia alle streghe. Un continuo rincorrersi tra fake news e contro-informazione. Un continuo smentirsi a vicenda, che altro non fa che produrre confusione e smarrimento nelle persone. A chi credere? Forse è giusto il suggerimento del grande Leo Longanesi? Ovvero: “Creda a me. Non creda a nessuno”.

Siamo in una nuova epoca. Quella post-scientifica. Successiva, appunto, a quella scientifica, partorita dall’Illuminismo. La quale, a sua volta, ne ha scalzata un’altra: quella basata sulle credenze religiose, sulla superstizione.

Qualcuno, non a caso, parla di un nuovo Medioevo del pensiero. Ma forse non è corretto. Semplicemente, i libri scolastici ed universitari, i giornali, i saggi, sono accolti con scetticismo. C’è voglia di cercare un’altra verità, alternativa a quella che ci viene imposta dalle istituzioni preposte all’istruzione. Dai media mainstream, dagli intellettuali veri o presunti.

Il che, tutto sommato, non è un male. Il beneficio del dubbio è sacrosanto. Sebbene, forse oggi come oggi, sia estremizzato. E rischia lo sforzo continuo di confutare qualsivoglia assunto.

Ma torniamo al clima. In particolare, ai cambiamenti climatici provocati dalle emissioni di Co2. E’ davvero così o si tratta di puro allarmismo? Cerchiamo di capirne di più.

CONTINUA A LEGGERE

I cambiamenti climatici sono davvero causati dalle emissioni CO2? Come stanno le coseultima modifica: 2019-03-26T09:47:28+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).