In Australia l’Arca di Noè diventa realtà

arca-di-noè-australia

Come noto, l’Arca di Noè nella Bibbia è una grande imbarcazione realizzata su indicazione divina dal Patriarca Noè al fine di preservare la specie umana e gli altri esseri viventi dal Diluvio Universale. In realtà, un racconto simile, nell’ambito dell’epopea di Gilgamesh, affonda le sue radici anche nella mitologia mesopotamica. E potrebbe tornare oggi in Australia.

Qualcosa di simile voleva realizzarla anche Fidel Castro, la cui indole ambientalista è rinomata, avendo messo in guardia l’umanità contro i cambiamenti climatici già nel ’93 in un memorabile discorso all’Onu. Sebbene il progetto in questione, ideato nel 2009 e fortunatamente mai realizzato, di ambientalista non aveva nulla.

Infatti, Castro voleva importare 146 animali selvatici da Namibia, appartenenti a 23 specie. Leoni, elefanti, avvoltoi, leopardi e leoni avrebbero dovuto essere prelevati nella savana africana, sedati e poi trasportati via aereo a Cuba. Dove avrebbero dovuto essere chiusi in un recinto in quarantena e poi trasferiti nel Parco zoologico naturale alle porte dell’Avana.

Diverso invece il progetto previsto in Australia, davvero molto simile a quello biblico di Noè. Vediamo di cosa si tratta.

CONTINUA A LEGGERE

In Australia l’Arca di Noè diventa realtàultima modifica: 2019-10-02T09:43:05+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts

Leave a Comment