Anche attentatori di Nizza passati dall’Italia: i tanti precedenti

Come non bastasse tutti i guai sanitari ed economici comportati dal nuovo Coronavirus Covid-19, tornano a colpire i terroristi. E sempre in Francia. Da anni diventato il bersaglio principale delle istanze degli integralisti islamici. E di nuovo Nizza, città scippata da Napoleone III all’Italia, posizionata sulla splendida Costa Azzurra. Già qualche anno fa vittima di un attentato per opera di un tir nero sulla Promenade des anglais.

A compiere il gesto un tunisino di 21 anni, Brahim Aoussaoui. Il quale avrebbe gridato “Allah Akbar“. Ora si trova ricoverato in terapia intensiva.

Gli inquirenti hanno scoperto che era sbarcato a Lampedusa meno di un mese fa prima di recarsi in Francia. Dunque, l’Italia torna crocevia del terrorismo islamico. Ecco i precedenti.

CONTINUA A LEGGERE

Anche attentatori di Nizza passati dall’Italia: i tanti precedentiultima modifica: 2020-11-02T13:11:24+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).