Blocco del Canale di Suez: non solo benzina, gli altri prodotti che potrebbero aumentare

canale-di-suez-blocco

Il Canale di Suez, che collega il mar Mediterraneo col Mar rosso senza dover passare per il Capo di Buona Speranza, da martedì è bloccato a causa di un nave portacontainer: la Ever Given.

Il danno è presto detto, visto che nel Canale di Suez transita circa il 12% del commercio mondiale, nonché circa un decimo del petrolio che soddisfa il fabbisogno mondiale e l’8% del gas liquidi mondiale. Di fatti, ha creato un ingorgo di circa 200 navi in attesa di passare.

Ma non c’è solo un allarme benzina relativo al blocco del Canale di Suez. Infatti, un altro pericolo del blocco riguarda altri prodotti, che rischiano così di vedere impennati i propri prezzi.

Con pesanti danni anche per il nostro Made in Italy, dato che dal Canale di Suez passa circa il 40% dell’import-export marittimo italiano. Praticamente 82,8 miliardi di euro.

Vediamo quali sono.

CONTINUA A LEGGERE

Blocco del Canale di Suez: non solo benzina, gli altri prodotti che potrebbero aumentareultima modifica: 2021-03-27T09:13:31+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts

Leave a Comment