shake the world

il buio inghiottì il girasole...e nel buio si rigenerò..

Creato da magie1980 il 25/04/2006

FACEBOOK

 
 

mi trovi anche su..

twitter

https://twitter.com/magie1980

facebook

https://www.facebook.com/magie1980

 

 

chiaro di luna di debbussy...

http://youtu.be/FG9aWvSxtMU

 

Area personale

 

Contatta l'autore

Nickname: magie1980
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 34
Prov: CT
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

Ultime visite al Blog

Vento.caldo.del.Sudbybenny2009escapefromthepassionjackal_7BeltrA_85biancorossoegElemento.ScostanteArs_Punitivaleggenda2009FOIE_GRASSONO.CONNESSOamici.futuroierialiciona96more470sicilianodgl10
 

Ultimi commenti

Buona sera, se ti va puoi visitare il mio blog e anche...
Inviato da: leggenda2009
il 04/10/2014 alle 23:22
 
Non si dice distratta....ma impegnata.:-)))
Inviato da: luxio73
il 25/09/2013 alle 09:43
 
ma che bel commento..e che ragazza distratta la...
Inviato da: magie1980
il 24/09/2013 alle 23:20
 
POLEMICO ED IRONICO, NON POTREI ESSERE DIEVRSO DA...
Inviato da: luxio73
il 16/09/2013 alle 09:23
 
polemicamente ironico :P
Inviato da: magie1980
il 14/09/2013 alle 19:35
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

sono tornata e adesso vi racconto...

Post n°552 pubblicato il 23 Gennaio 2014 da magie1980

un sogno chiamato librotour - prima parte

quando un viaggio di lavoro low cost non è avventura ma comoda vacanza

L'essere anticonformista spesso è solo una moda o un modo per farsi notare, ma nel mio caso era necessità e fare un viaggio con autobus e treno si preannunciava come un calvario d'altri tempi. Dovevo girare l'Italia facendo tappa in tante città e soprattutto il budget era limitatissimo quindi non mi restava che escludere l'aereo e cercare di risparmiare in ogni modo senza rinunciare completamente ai confort.

 Il mio libro , "La tredicesima dimensione", era uscito a fine luglio ma non mi sentivo ancora sazia: la pubblicazione era un punto di partenza e non d'arrivo, a me interessava che il libro fosse conosciuto letto acquistato e poter pubblicare al più presto il seguito. Avevo deciso di organizzare delle presentazioni, nel mio paese, nella mia città natale, nella mia regione, ma ancora non mi bastava, volevo di più; mentre preparavo la pianificazione delle presentazioni ho cominciato a pensare ad un giro più largo e così è nato il librotour. 

Taranto, Chieti, Bologna, Rimini, Forlimpopoli, Milano, Torino, Asti, Roma e Pescara le città dove avevo trovato agganci ed ospitalità, un mese di tempo per poter fare tutto e tanta adrenalina che spingeva il mio operato; la prima presentazione qui a Viagrande fu un grande successo, un vero evento, poi buona partecipazione a Marineo ed Enna, meno a Giarre ma me ne importava poco perchè intanto prenotavo viaggio e pernottamento lungo l'intero stivale e questo era galvanizzante al massimo.

dopo tanta frenesia durante il giorno per trovare sponsor e partnership la sera mi dedicavo agli acquisti di biglietti e prenotazioni di b&b ma non mi aspettavo certo grandi cose da viaggi in autobus di 10 ore, biglietti del treno a 9euro e stanze a 25euro, mi ero rassegnata ad essere poco più di una clochard. 

Non vi dico la partenza che mix emozione ed ansia caricando le valigie nella pancia del bus e nel guardare le facce dei compagni di viaggio; mi ero preparata mp3, netbook e cruciverba ma non ho usato nulla di tutto ciò se non per pochi minuti. 10 ore sono tante, lo ammetto, ma trovando la giusta compagnia passano in un lampo e così fu. Incoraggiata da questa, la seconda tratta l'ho affrontata con meno ansia ed ho avuto comunque una sorpresa; con 9 euro avevo un posto al tavolo di un intercity con presa elettrica ed anche qui ottima compagnia, oltre che acquirenti per il libro.

lo stesso è stato per tutti gli spostamenti in treno con l'unica variante che da bologna in poi ho viaggiato in freccia bianca e mi sono sentita proprio snob e coccolata; vanno anche menzionati i regionali del piemonte che funzionano come gli eurostar agli stessi prezzi dei carri bestiame che conosco benissimo qui in terronia.

Stupiti? be' allora voglio proprio stendervi parlandovi degli alloggi.

Come premesso, avevo diversi agganci che mi hanno anche ospitata in buona parte delle città ma, dove così non è stato, ho trovato posticini deliziosi e molto curati che mi hanno fatto ricredere sul discorso "meno paghi e peggio stai".

I due esempio più lampanti sono stati Torino ed Asti.

Nella prima capitale d'Italia ho alloggiato nell'hotel Due Mondi, massacrato sui siti tipo tripadvisor in cui le persone hanno scritto tante di quelle scemenze che chiunque dei miei amici internauti che leggevano della mia scelta mi consigliava di cambiare posto ma, come ben noto a chiunque mi conosca, sono troppo testarda ed orgogliosa per cambiare idea o dire d'aver torto senza essere andata fino in fondo. Reception fine ed accogliente, personale gentile e discreto, camera pulita e graziosa e, non per ultimo, la colazione in camera perché la signora addetta alla sala breakfast sapendo che avevo fatto tardi mi ha preparato un vassoio e  lo ha salito su per non farmi partire a stomaco vuoto; internauti..attenti alle bufale che girano su internet!!

Vi parlo anche di Asti perché, oltre ad essere una cittadina deliziosa con tante piccole attrazioni e curiosità da scoprire, mi ha stupita con un B&B piccolo e curatissimo, adornato da fregi ed abiti medioevali in onore del palio cittadino e dei vari pali Italici visto che il proprietario è presidente delle associazioni che si occupano di queste affascinanti manifestazioni. 

Ah! dimenticavo la cosa più importante, sono alloggi vicinissimi alla stazione ferroviaria, altro mito sfatato. 

Insomma, sono partita pensando di lavorare per pubblicizzare/vendere il mio libro e mi sono ritrovata a fare la turista affascinata e coccolata dalla mia amata penisola.

Antonella Giannone 

 

 

 
 
 

continua il librotour...

Post n°551 pubblicato il 24 Novembre 2013 da magie1980
Foto di magie1980

 photo librotourDATE.jpg" alt="librotour" />

 
 
 

4a ed ultima tappa sicula...la tredicesima dimensione approda a giarre!! :D

Post n°550 pubblicato il 15 Novembre 2013 da magie1980

 photo giarre-1.jpg" alt="giarre" />

 
 
 

3a tappa...Enna mon amour ^_^

Post n°549 pubblicato il 07 Novembre 2013 da magie1980

 photo enna.jpg" alt="" />

 
 
 

la seconda tappa de "La tredicesima dimensione in tour" :D

Post n°548 pubblicato il 13 Ottobre 2013 da magie1980

 photo marineo.jpg" alt="" />

 
 
 

la prima...

Post n°547 pubblicato il 27 Settembre 2013 da magie1980

 photo traarteefollia3.jpg" alt="" />

 
 
 

al mio amato drago...

Post n°546 pubblicato il 23 Settembre 2013 da magie1980

Vetiver

 

Il ticchettio che sento in lontananza non preannuncia nulla di buono, sono due giorni che piove e non intende smettere. La città con la pioggia diventa una bolgia di macchine e ingorghi mentre i mezzi si svuotano un po’ per riservare il pienone solo alla metro delle 6, quella è sempre un casino assoluto.

Sospiro un attimo poi chiudo il giubottino e metto nel taschino della camicia gli occhiali, odio gli occhiali bagnati; l’ombrello mini è già fuori dalla piccola custodia e col dito sul pulsante a scatto sono pronta ad uscire a spruzzo dentro l’onda umana di cui faccio parte.

Sincronizzati tutti gli ombrelli scoppiano come i pop corn e creano un variopinto tetto ondeggiante che si disfa in pochi istanti appena finiti i gradini; che spettacolo visto dall’alto, mi dicevo mentre controllavo di far bene la scala per non arrivare sul marmo con le gengive invece che coi piedi e, finito di contare, saltello sul marciapiede come quando arrivi alla base dell’un due tre stella!

- Ma stia più attenta signorina!! -

Una voce seccata ma armoniosa da uomo serio ma di sicuro affascinate mi rimprovera per il saltello un po’ sbilenco che ha schizzato acqua ovunque avendo preso in pieno una pozzanghera.

- scusi -

Dico in fretta e vorrei sprofondare; davanti i miei occhi un paio di scarpe bellissime, rifinite con cura, di sicuro fatte su misura, alzando piano lo sguardo vedo un pantalone scuro leggermente satinato ma non troppo lucido sotto ad un cappottino leggero in tinta e dalla manica, perfettamente al polso, una mano fa capolino così curata e morbida che quasi sentivo la sua carezza dolce sul viso.

Non avevo il coraggio di alzare lo sguardo e cercavo una via d’uscita fra la folla che sembrava essersi messa di proposito a barriera davanti a me, me che ero come impietrita ed assente col cuore in gola e gli occhi sbarrati. Faccio per andare ma qualcuno distratto mi colpisce da dietro il piede d’appoggio ed io perdo l’equilibrio come un sacco vuoto, chiudendo gli occhi sentivo già il bagnato dell’asfalto contro le mani nude ed il peso della vergogna che da quando ero piccola mi assale violento quando inciampo e non riesco a tenermi su in nessun modo arrendendomi alla gravità.

- attenta…ma è ubriaca? Si sente bene? -

Quella mano che sembrava di seta nascondeva un pugno forte e deciso che non solo evitò la mia caduta ma sorresse tutto il mio corpo come un puntello di ferro facendomi sentire leggera e piccola come una bimba di pochi anni. Avrei voluto abbandonarmi fra quelle braccia robuste e muscolose nascoste da quei capi eleganti e morbidi spruzzati di vetiver che ubriacavano i miei sensi e mi facevano sognare posti lontani e romantici.

- grazie - 

Ma solo questo riesco a dire? Eh sì dannazione! Senza alzare lo sguardo mai sul suo viso che tutt’ora è un dolce mistero mi rimetto bene in piedi e scappo via da quel vortice di emozioni e sogni che per un attimo fa vacillare la mia sicura marcia verso casa, la voglia di girarmi e corrergli incontro provando ad invitarlo per un caffè o per qualsiasi altra cosa avrebbe potuto farlo restare accanto a me anche un solo minuto. Cammino svelta, non mi devo voltare, ma chissà se mi guarda o se neanche si è accorto di me oltre al fastidio, mi giro, si solo un attimo, uno sguardo cosa può fare di male?

Come in un film immaginavo lui che mi fissava e sorrideva al mio girarmi così ingenuo e allo stesso tempo malizioso, lui lì che col suo iphone in mano e l’orologio da un milione di dollari si era soffermato a guardarmi e aspettava che io tornassi da lui; non sentivo neanche la pioggia sul viso che era completamente scoperto fuori dall’ombrello, lo cercavo con lo sguardo ma non c’era, eppure non l’avevo immaginato, sentivo ancora la stretta delle sue dita sul mio braccio ed il suono sottile della sua voce mi ronzava in testa come il chiaro di luna di debussy. Mi ricordava tanto la scena di dracula di coppola quando lui elegantissimo e super figo la incontra per strada e passano assieme il pomeriggio, solo che io non sono winona ryder e non sono elegante nemmeno la metà di lui con la mia gonna lunga da zingara e la canottierina in microfibra.

Sospiro e vado via verso casa come se sulle spalle avessi il peso di dieci sacchi di cemento che con la pioggia si fanno più pesanti, più fastidiosi; il portoncino scatta veloce aprendosi in un cigolio, entro e scrollando l’ombrello do un ultimo sguardo, nessuno mi aveva seguita o si vedeva all’orizzonte, nessuna speranza che il mio dracula venisse a corteggiarmi e baciarmi con la sua eterna promessa d’amore.

 

Salgo svelta le scale e sbattendo la porta mi spoglio all’ingresso per evitare di bagnare tutta casa e, mentre tiro via dalla tasca l’abbonamento della metro, cade un bigliettino, uno di quelli da avvocato o cose simili, rigido e ruvido; nome e numero non mi dicevano nulla ma appena lo avvicinai al viso capì di chi era, vetiver. 

 
 
 

autocelebrazione

Post n°545 pubblicato il 05 Luglio 2013 da magie1980

sono molto lieta ed emozionata di annunciarvi che è finalmente prenotabile

 
http://www.caosfera.it/libri/la-tredicesima-dimensione/


nato da questo blog...cresciuto coi vostri consigli e critiche...maturato nel tempo...


spero sia all'altezza delle vostre aspettative!!!  

 
 
 

se vuoi la favola...

Post n°544 pubblicato il 24 Maggio 2013 da magie1980

 

sei piccola e ti piace leggere..guardare le figure nei libri..i cartoon...e cosa ti dicono?

vai insegui i tuoi sogni..arriverà un principe e la tua vita sarà stupenda...

poi sei grande e ci sono i film..puoi realizzarti col lavoro per cui hai studiato..anzi no anche senza studiare..ma sì sti cazzi..puoi avere tutto..il mondo è tuo...

ma certo!!!

così incontri il primo rospo che trovi e speri diventi un principe..quando resta rospo dici pazienza piangi ti ammazzi di pianto scrivi poesie deprimenti..un diario con pupazzetti scemi e dici che l'amore fa schifo..

mentre passi da paninara punk dark emo eccentrica vintage e il mondo attorno a te esplode e passi da una manifestazione per la pace ad un per le stragi di mafia...da un corteo anti moratti ad uno anti gelmini...incontri altri uomini ma nessuno mai all'altezza di quel principe...troppo bello poco intelligente..troppo brutto..troppo stupido..troppo normale..troppo fuori..

studi perchè se non puoi avere il tuo uomo perfetto avrai almeno la carriera perfetta..quel piano attico stupendo col mega terrazzo ed i divanoni rossi...un lavoro che ti faccia viaggiare per il mondo e ti dia la possibilità di fare shopping sfrenato ovunque..

ma c'è qualcosa che non va'..batti i tacchi delle tue scarpette rosse...abracadabra...bibidibobidibù...agiti la tua bacchetta magica..mangi 100 mele...ti buchi peggio di una tossica con aghi fusi e forchette...pianti fagioli e bevi intrugli puzzolenti...

niente

ma dove cazzo è la mia favola scusate???

hai 30anni passati una laurea una valigia piena di ricordi orrendi e fallimenti ispiegabili...odi buona parte del mondo ed il resto lo schifi...non hai un lavoro e vivi come a sedici anni nella cameretta accanto ai tuoi dopo 8anni di vita autonoma a 800km da casa..i tuoi uomini sono stati tutti un errore e ti accorgi che pure de andrè t'ha tradita con quel smetti di farti scegliere e scegli tu...minchia che scelte da paura!!!

sì di sicuro c'è una via d'uscita ma cazzo se mi hanno fregata co'ste favole de' merda!!

 
 
 

il mio mistero

Post n°543 pubblicato il 12 Maggio 2013 da magie1980

ti confido un segreto...anche se leggessi il mio blog ed io ricominciassi a scriverlo tutti i giorni nn riusciresti cmq a svelare il mio mistero...ciò ke c'è dietro i miei occhi nn esce fuori a parole..lo puoi assaggiare dalle mie labbra o inspirare dalla mia pelle..puoi ascoltarlo dal sospiro notturno del mio sonno breve ed intenso..è un mistero fitto che neanche io riesco a percepire..chissà se un giorno qualcuno potrà..

 
 
 

scrivo perchè...

Post n°542 pubblicato il 09 Maggio 2013 da magie1980

le persone ti deludono sempre..anche quando sono proprio loro a dirti ke sanno cos'è la delusione..sn triste davvero oggi..e allora scrivo..

le mie emozioni su carte sembrano più reali

tutto ciò ke mi esplode dentro si depositi sul foglio e smetta di tornentare la mia povera anima fragile per diventare poesia.

grido il mio essere attraverso brevi sussurri che colpiscono come spade e cullano come baci..

da quando ho vissuto l'amore vero ho bisogno di sognare mille storie per non vivere quella mia in cui l'ho perso per sempre..

è l'unico modo x dire ciò ke ho dentro senza sembrare pazza..x andare avanti senza impazzire..x essere pazzamente me stessa..

 
 
 

causa..

Post n°541 pubblicato il 07 Maggio 2013 da magie1980

chi è causa del suo mal pianga se stesso...

io mi piango..mi detesto e mi faccio del male continuamente..ma poi capisco che in realtà mi amo e mi stimo e vorrei solo essere amata e stimata anche dagli altri allo stesso modo..ma come? chi potrebbe amarmi così? solo per ciò che sono..piena di difetti con pochi pregi nascosti bene e centelinati solo per pochi eletti...imperfetta come da definizione da dizionario garzanti...nn bella per scelta e per cocciutaggine..anche un po' di madre natura eh! :P chi può amare l'altro come ama se stesso? anzi no..di più..perchè io mi amo di più di quanto amo gli altri..eh sì..chi potrebbe??

lo so!!! ma come ho fatto a nn ricordarlo..c'è un essere che può ciò..lun cane..il mio cane..la mia piccola dolce tami..le sì che mi ama più di se stessa!!  

 

se abbandoni il tuo cane non fai un brutto gesto solo verso di lui..ma perdi anche la cosa più bella che hai..un essere che ti ama infinitamente anche se sei una persona di merda!

 
 
 

l'isostenibile incostanza del mio essere

Post n°540 pubblicato il 30 Aprile 2013 da magie1980
Foto di magie1980

 

non riesco ad essere costante..viaggio con la fantasia per sentieri sperduti dove nulla è perfetto ma la realtà è di sicuro assurda e vuota..mi culla il perdermi in ciò e per questo nulla ha più senso ed il contatto col mondo è rarefatto..torno per sparire ancora..oggi sn qui e vorrei restarci ma non me ne vogliate se poi svanirò ancora nelle giornate del vuoto..

 

spesso la realtà è un concetto astratto..uno stato d'animo..ognuno col suo! ;)

 

ps: vi lascio la foto dei miei pelosetti..un piccolo regalo x farmi perdonare 

 

 
 
 

un anno dopo

Post n°537 pubblicato il 05 Settembre 2012 da magie1980

tornare a scrivere dopo 1 anno non è per niente facile...

 
 
 

IL VADEMECUM DEL PERFETTO SPARAGLIAUS

Post n°536 pubblicato il 03 Settembre 2011 da magie1980
Foto di magie1980

1) lo sparagliaus non ha definizione certa

2) se sei uno sparagliaus non puoi dire noi ma sempre io e te

3) lo sparagliaus s'imbarazza delle effusioni in pubblico ma solo se ci pensa

4) quando decidi di essere lo sparagliaus di qualcuno non devi pretendere che l'altro capisca ma sperare che decida di essere il tuo sparagliaus a sua volta

5) gli sparagliaus dormono insieme ma non dividono il letto

6) progettano viaggi insieme ma uno sparagliaus non da mai per scontato di partire veramente e soprattutto col prorpio sparagliaus

7) lo sparagliaus non tradisce ma non si sente legato, non pensa ad altre persone ma vuole sapere di poterlo fare

8) la gelosia è concessa ma usata come arma per prendere in giro il proprio sparagliaus

9) il sesso è parte integrante del rapporto fra 2 sparagliaus ma non è obbligatorio ne facoltativo, solo ludico

10) patto basilare è non porre limiti ne distanze e tanto meno legami convenzionali

gli sparagliaus sono due persone che si frequentano assiduamente ed amoreggiano ma non stanno insieme, si coccolano e difendono ma non sono amici, hanno un rapporto tenero carnale e passionale ma non si dichiarano amore, vivono giorno dopo giorno il loro rapporto intensamente come se il domani non esistesse ma non sono malati terminali, sentono il bisogno di stare insieme e sentirsi ma non è obbligatorio...insomma tutto è facoltativo l'importante è esserci sempre...

 
 
 
Successivi »