Creato da carmen46c il 27/06/2007

CARMEN AULETTA

I ricordi, certi ricordi, sono come tatuaggi, non vanno più via, sono parte della tua anima, della tua vita.

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

annarusso.87fosco6wanda.didarimario1985rmvercingetorige25305my_way70santiago.gamboasilenzioso.cuorekiwaiste.ale_2009carmen46clubopopantaleoefrancalumil_0tobias_shuffle
 

ULTIMI COMMENTI

Anatroccolo? Si...
Inviato da: carmen46c
il 13/03/2016 alle 07:25
 
Socrate52....non riesco a modificare il post e nemmeno a...
Inviato da: carmen46c
il 13/03/2016 alle 07:04
 
Eh si....hai centrato il punto! C'è qualcosa che bolle...
Inviato da: carmen46c
il 12/03/2016 alle 13:32
 
Carissima Carmen ! Dire che sono contento per te è...
Inviato da: socrate52
il 12/03/2016 alle 13:17
 
BUON ANNO....c'è la speranza che sia un po'...
Inviato da: fosco6
il 31/12/2013 alle 11:27
 
 
 

 

« Messaggio #98Messaggio #100 »

NUN CE PENZA'

Post n°99 pubblicato il 26 Gennaio 2008 da carmen46c
 

 

Nun ce penzà

     

   E maje nu suonno è stato accussì ddoce

comm'a quanno me diciste:

"Assiettete cca, stamme vicino,

guardammo chistu cielo ca ce cummoglie,

'ncopp'a riva ‘e stu mare ca ce ‘nvonne ‘o core,

 sta lacrima è salata e dancella 'o mare ca ce piace.

 

Vien'accà...azzicca 'o core tuojo ‘ncopp'  ‘o core mio,

nun vide ca songono na cosa sola

 e tu nun ce può ffà niente?

 

Falle ‘e stà accussì,  staje sentenne pure tu

chello ca se stanno dicenno sti dduje core?”

 

“ Si,   e stongo sentenno ,

 famme mettere ‘a rrecchia cchiù vicino,

zitto, famme sentì, 

nun me voglio perdere na parola.

E comme se fa mò?

Mò ca chisti dduie core s'hanno a lascià?

 

E tu me diciste:

 “Nun ce penzà ,

 nun tenè stu pensiero,

 niente e nisciuno ce l'ha dda levà chistu mumento,

guardame...  aizza ‘a capa,

 sta vocca toja sta tremmanne 'e passione

 e io … nun ce'a faccio a nun te vasà!”

 

 Carmen Auletta

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/Carmelandia/trackback.php?msg=3984321

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
tuttiscrittori
tuttiscrittori il 26/01/08 alle 12:04 via WEB
c'è la tutta la musicalità struggente del linguaggio napoletano che esprime alla perfezione la disperazione della consapevolezza di un attimo che è destinato a passare. ma è un attimo capace di rendere dolce anche quella lacrima, che avrà il sapore dell'amore, della passione. e resterà per sempre nel cuore. (ovviamente sperando di aver capito bene tutte le espressioni, ma... forse non è neanche necessario!) un abbraccio carmen! elliy
 
 
carmen46c
carmen46c il 26/01/08 alle 15:13 via WEB
Sei grande Elliy....
 
eccelso86
eccelso86 il 26/01/08 alle 18:48 via WEB
In una parola:disarmante!!!
 
 
carmen46c
carmen46c il 26/01/08 alle 19:03 via WEB
Non capisco se la parola "disarmante" la devo intendere in modo positivo o negativo. Ahahahahahahahaha...ciao Germano.
 
Temerius
Temerius il 26/01/08 alle 20:11 via WEB
Mamma mia Carmè quant'è bella!
 
 
carmen46c
carmen46c il 28/01/08 alle 15:10 via WEB
Sapevo che ti sarebbe piaciuta Nello.
 
socrate52
socrate52 il 26/01/08 alle 20:14 via WEB
Mi associo ad Elliy ! Certo che sono parole che vanno dritte al cuore e denunciano una bellezza di animo che senz'altro è dei napoletani , ma si esalta in te ed in autoreditesti. Tutto deve finire , compresa la vita , ma ciò che è stato rimarrà a testimoniare l'amore in eterno! Che sia questa l'immortalità?
 
nelluda2007
nelluda2007 il 27/01/08 alle 11:41 via WEB
bellissima Carmè..e che passione ..in questi stupendi versi....Buona Domenica. E passa a trovarmi:)))))))
 
pensieroinespresso
pensieroinespresso il 27/01/08 alle 19:20 via WEB
Ci sono istanti di tale densità emotiva da essere in grado di proiettare la loro luce molto in là nel tempo e nello spazio. Racchiudono in sé frammenti della storia di un'anima e ne annunciano l'evolversi. Sono attimi in cui la relazione diventa interazione e i cuori amanti, battendo all'unisono, esprimono in pieno la magia dell'amore. Momenti che dicono, senza parole, il tutto a cui l’anima tende nel suo percorso di ricongiungimento alla parte mancante di sé. In questa lirica, in cui il dialetto napoletano risuona con il ritmo armonico di una ballata, hai descritto uno di questi istanti, che riverbera lucente nell’anima di chi legge con passione. Carissimi saluti. Marittiello
 
 
carmen46c
carmen46c il 28/01/08 alle 15:14 via WEB
Non potevi trovare parole migliori di queste per esprimere il tuo apprezzamento per questa poesia. Sono felice che una persona come te l'abbia saputa leggere ed ammirare.
 
cuoredigabbiano
cuoredigabbiano il 27/01/08 alle 21:05 via WEB
Molto bella, una danza di parole napoletane che insieme rendono la tua poesia dolce, un invito all'amore, quello che aiuta a superare anche i momenti più difficili. Carmen mi hai scritto che sei partita, ma dove sei andata? Spero un viaggio di piacere. A presto.
 
 
carmen46c
carmen46c il 28/01/08 alle 15:25 via WEB
Grazie Maria...tu sei quella che mi legge diritto dentro. Il viaggio...ti ho spiegato che era un pretesto per incuriosirti e ci sono riuscita. ahahahahahah
 
philrep
philrep il 28/01/08 alle 07:10 via WEB
Buongiorno Carmen.. come stai? ..ti auguro un meraviglioso lunedì tutto da vivere .. un abbraccio e un bacio Phil ..
 
 
carmen46c
carmen46c il 28/01/08 alle 15:26 via WEB
Ciao Fhilrep...coma va..tutto bene?
 
 
carmen46c
carmen46c il 29/01/08 alle 08:30 via WEB
Ciao Tonia, sono contenta che ti sia piaciuta.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.