Monna Lisa

pensieri in disordine sparso

 

Foto: sempre più...moderna ^_^

Foto: sente freddo anche lei!  ^_^ <3

 

 

QUESTA ME LA REGALA DODOLO!!!!!!!!

 

MONNA LISA INVERSA

La mia Monna Lisa

per gentile concessione di Salvatore Vito

 

ECCOLA QUA!!!!

 

FA CALDO............

GRAZIE SERENA ......

COSI' STO PIU' FRESCA!!!!!!

 

La Gioconda annoiata,

dono della mia amica Serena

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 

ULTIME VISITE AL BLOG

simonanad18CiaoGi_57gioia58_roscardellestelleto_revivesybilla_cxxxl_tuttasuifianchidaniela_elalisa_msols.kjaerfrancy_62moon_IBridigalatiffany2021
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

di weekend e di feste.....

Post n°955 pubblicato il 25 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

..... di sfilate e altre amenità.....

che io pensavo, visto che il consorte è impegnato con la festa e negozio aperto fino oltre la mezzanotte da venerdì a domenica sera, visto che la Creatura e relativa morosa il fine settimana se lo passano al mare........ ahhhhhhh, mi faccio un po' i fatti miei........

Dunque ricapitoliamo:

venerdì pomeriggio devo assolutamente smaltire la pila di panni da stirare che si è accumulata in due settimane, caldo da schiattare, accendo il condizionatore...... ahhhhh!!!!!! presente la pubblicità di quell'invornito che declama la freschezza di un'acqua minerale?????? ahhhhhhh!!!!!! ecco, peccato che dopo un'ora sento uno strano scroscio d'acqua, alzo gli occhi: una cascata d'acqua sta uscendo dal condizionatore sopra gli amplificatori dell'impianto stereo del figlio!!!!!!!! Spegni tutto, asciuga in fretta, poi...... vabbè dai, apro la finestra e continuo, mica morirò per un po' di caldo.... ecco non sono morta, ma ho fatto una bella sauna aggratis........

Poi, finito di stirare, si è fatta l'ora della ricognizione da papi, un'oretta con lui, si parla del più e del meno con anche mia sorella, gli ricordo che domenica a pranzo deve venire da me, facciamo un salto in garage a prendere le verdure che ha raccolto nell'orto quella mattina e poi a casa. Preparo la cena, che Conan vuol mangiare presto per correre poi in negozio (notare che era in piedi dalle sette e non era nemmeno rientrato per il pranzo), lui mangia in fretta, si cambia e scappa, io riordino la cucina, do una spazzolata alla cucciola, mi faccio una doccia, mi cambio, carico la cucciola in auto e andiamo. Che la fortuna di avere una macchina piccina picciò è che puoi approfittare degli spazi minimi che gli altri schifano perché la loro auto e GROOOOOOSSA e non ci sta.

Il centro della cittadina è pieno stipato di gente, ci fermano come la solito millemila persone per fare le coccole alla cucciola, altre millemila mi chiedono se "poverina, ma non ha caldo????" "Sì signora, ha caldo, come me e come lei, e come tutti i cani!!!!" ufffff. Arrivo al negozio, prelevo Conan per fare un giro insieme, dopo dieci metri incontriamo qualcuno che conosce, poi ancora un altro e un altro.... se non ci fermano per la Niky, ci fermano per Conan........ è impossibile!!!!! poi la ressa è troppa, non mi fido ad inoltrarmi ancora  con lei, con il rischio che qualcuno la pesti, Conan è già tornato indietro, facciamo una strada alternativa che tagli fuori la calca e proviamo ad andare dove c'è meno ressa, lei vede un umano maschio che sa che le farà le coccole, gli si piazza davanti e da lì non ci schiodiamo più per mezzora, nel frattempo io chiacchiero amabilmente con la moglie.

Si fanno le undici e mezza, e io non ne posso veramente più, saluto Conan e me ne torno a casa, che ho un bel programmino per la mattina dopo.

Sabato mattina: piove, pulizie complete di TUUUUUUTTA la casa, finisco, doccia, e parrucchiere, torno a casa e mi dimentico la porta della cucina aperta cossicchè la mia amica pelosa possa agevolmente entrare con le zampe infangate e lasciarmi impronte per TUUUUUUTTO il pavimento appena lavato. Urla e sgridate e lei mi fa la faccia offesissima e si rintana nella sua buca (fangosa) in giardino. Non servirà a nulla dopo andare a cercarla e provere a fare pace: mi terrà il muso per tutto il pomeriggio.

Conan rientra per il pranzo, prova a riposarsi un po' (che alla fine la sera prima è rientrato dopo l'una) poi riparte prima che chiudano la strada alle auto. Gli chiedo se figliolina verrà a pranzo da noi il gorno dopo (sperando che mi dica di no), speranza delusa, vado a fare la spesa. Torno a casa, metto via tutta la spesa (che mi pareva di avere avuto bisogno solo del latte e delle uova, alla fine ho speso più di cento euri!!!!! mahhhhh), preparo una torta cioccolato e pere per il giorno dopo, e già che ci sono faccio anche un budino menta e cioccolato, avevo già messo a marinare il coniglio per il giorno dopo, il ragù per la pasta era già fatto, non mi restava da fare che ripulire la cucciola, che nel frattempo aveva tolto il muso, ripulire la sua umana, mettersi un po' carine e andare, che questa sera si cenava alla festa. La cena poi è stata un piatto di affettati, formaggi e pane, ma vabbè, io e lui da soli con la cucciola sotto al tavolo, un idillio.

Quando torniamo indietro, al negozio, lui e figliolina iniziano a parlare della sfilata del giorno dopo, sento il mio nome, chiedo e lui mi dice se do una mano anch'io la sera dopo durante la sfilata. Lì per lì non mi rendo conto delle conseguenze e abbozzo.

Ecco appunto la sfilata  della domenica: quattro ragazze una più bella e più gnocca dell'altra, con uno stacco di coscia che........ cinque ragazzi pure loro gnocchi la loro parte a cui dovevo infilare e sfilare braccialetti, collanine, orologi, orecchini, anelli, eppoi rimettere tutto nelle scatole giuste, io avevo i cinque ragazzi e una delle ragazze, finita la sfilata in dieci minuti ho rimesso tutto a posto, poi mi sono girata per dare una mano alla madre di figliolina e mi ha preso quasi un coccolone: sopra il suo banco c'era una montagna di scatole, in più punti c'erano mucchi di collane, bracciali, anelli, orecchini, tutto alla rinfusa, tutto da rimettere a posto, un bailamme infernale!!!!!! a mezzanotte, messo nell'ultima scatola, l'ultimo bracciale, con i piedi che mi mandavano insulti a tutto spiano, ho salutato la compagnia e mi sono avviata a dove avevo parcheggiato l'auto, almeno un chilometro distante........... ho ancora adesso i piedi che mi tengono il muso e mi lanciano chiari segnali che loro con me hanno avviato una vertenza sindacale......

...... e oggi pomeriggio devo pure andare ad un funerale

 
 
 

Weekend single mode

Post n°954 pubblicato il 22 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Che si sta preparando la tradizionale annuale Festa del Gelato, parte questa sera e finisce domenica sera.

Ci sarà il mondo intero, che se le temperature restano su questi livelli altro che gelato ci vuole..... le gelaterie della zona faranno affari d'oro, che già secondo me male non stanno, visto che a qualsiasi ora passi davanti ad una gelateria, c'è la fila di gente che aspetta il proprio turno....... immaginare in questa occasione, non sono mai riuscita a mangiare un gelato alla festa del gelato!!!!!!!!

Comunque per farla breve, il negozio di figliolina è collocato proprio al centro della location destinata alla festa, quindi si prevede apertura non stop da oggi, fino a domenica sera: tre sere fino a mezzanotte inoltrata. Conan mi ha già avvisata di non fargli storie che lui è impegnato, e quindi......... vabbè io me ne vado in giro per la festa con la compagnia della mia amica pelosa, e credo che con lei non mi annoierò.

Tere', quanti anni sono passati da quando ci siamo andate insieme???????

 

 
 
 

Ecchecaspita!!!!! ma non siamo nella Comunità Europea?

Post n°953 pubblicato il 20 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Che alla fine si parte, deciso, andiamo in Germania, quattro giorni, mille chilometri andata e mille al ritorno.

Papi ha detto che non mi devo preoccupare, che alla fine resta solo tre giorni, e forse nemmeno quelli, che sta aspettando la conferma da sua sorella, quella che vive a Latina, che lei e il marito lo vengono a trovare proprio in quel periodo.

Niky viene con noi, alla fine non c'è altra soluzione, non siamo in un albergo, ma in un appartamento, tipo B&B, quindi anche per lei è più comodo. Il viaggio spero che lo regga bene, del resto non ha mai avuto problemi in auto, certo il viaggio è lungo, ma faremo soste frequenti.........

.....però, e qui casca l'asino......... sapevo che per andare all'estero è obbligatoria la vaccinazione antirabbica fatta almeno tre settimane prima, ma quella l'ho fatta fare a inizio maggio e quindi siamo a cavallo...... sì di un somaro!!!!! perchè io ero convinta che bastasse portarsi dietro il libretto delle vaccinazioni, il suo certificato di iscrizione all'anagrafe canina, che in Comune mi hanno detto che è come la nostra carta di identità, e quindi per muoversi all'interno della Comunità Europea, nei miei pensieri, doveva bastare; e invece...... occorre il Passaporto!!!!!!!!! E quindi, ora chiamerò il servizio veterinario dell'ASL e chiederò cosa occorre, che già so che mi servirà una foto formato tessera, e già mi vedo alle macchinette automatiche con la Niky in braccio a tentare di farle 'sta benedetta foto (poi vi dirò come è andata).

AGGIORNAMENTO:

Ho telefonato all'ASL e una signora gentilissima mi ha fatto uno spiegone della madonna, ho preso appuntamento per la prossima settimana (che i passaporti li fanno il martedì e il mercoledì), mi ha mandato per mail l'elenco dei documenti che occorrono (che alla fine son due cose) il modulo da compilare (così si accorciano i tempi), mi ha detto che mi devo portare dietro la Niky (che devono verificare il microcip), e alla mia domanda se occorreva anche la foto della suddetta, per poco non mi casca dalla sedia (l'ho visto distintamente dal microfono del telefono che stava per fare un ruzzolone) dal ridere, giuro delle risate che poi una è pure felice che ha dato un momento di svago ad una persona che non conosce, ma che peraltro è stata gentilissima.

Che poi io ero convinta che la foto ci volesse, perchè mia sorella così mi aveva detto, quando aveva fatto il passaporto per il doby del suo compagno, e ora invece, la marpiona, mi dice che non è vero, che me lo sono sognato.... tzè!!!!!!!

 
 
 

di domenica succede che....

Post n°952 pubblicato il 18 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

....... magari tu hai una pila di camicie del marito da stirare (che tutte le cose del ragazzo rientrato dalla California, le hai stirate sabato pomeriggio), magari hai pure ancora qualche faccenda da fare, che se stiri, non pulisci, e viceversa, magari avresti voglia di trovare anche una mezzoretta per rilassarti e leggere un po', e invece, dopo qualche giorno in cui le temperature sono scese e si è  respirato un po', le previsioni per la domenica danno almeno trenta gradi, e allora decidi che no, è meglio andare su in montagna, poi c'è pure la Creatura con la sua morosa e allora ok, domenica si va su.

Questo vuol dire che la sottoscritta si è alzata alle sette (dopo che è andata a dormire all'una passata), ha pelato una quintalata di patate e le ha messe a cuocere nel forno, ha preparato un arrostino di maiale al latte, un po' di cipolline in agrodolce (il primo a base di tagliatelle al ragù era già praticamente pronto, solo da cuocere le tagliatelle), telefonato al papi per avvisarlo di arrivare prima che saremmo andati (lui comunque era già in preavviso), preparato tutto quanto e alle dieci e mezza io ero pronta per partire..... senonchè......... suona il cellulare di Conan e...........

"che cosa hai preparato per il pranzo?"

gli faccio l'elenco: tagliatelle con ragù, arrosto al latte, patate al forno, cipolline in agrodolce, e mi dispiace, niente dolce.........

lui riporta diligentemente, lo sento che discute un po', poi

"nelle patate cosa hai messo?"

"aglio, rosmarino, sale e pepe"......

"nel ragù c'è il pomodoro???"

"Certo hai mai sentito di un ragù senza pomodoro????"

"Quanto latte hai messo nell'arrosto????"

"un bicchiere.... ma scusa, non era guarita da tutte le sue intolleranze??????"

"ma ieri sera ha mangiato del parmigiano ed è stata male, e allora oggi vuole mangiare senza rischi, avrai una braciola per lei e dell'insalata????"

"no la braciola non ce l'ho e del resto non mi puoi dire le cose all'ultimo momento, te l'ho già ripetuto un sacco di volte, se lei viene a mangiare con noi, mi devi avvisare il giorno prima, così cucino in modo adatto a lei"

"insomma, non puoi fare sempre delle storie quando lei chiede di venire  con noi, sembra che lo fai apposta!!!"

"no, io semplicemente, non voglio che nessuno stia male, non voglio essere incolpata di averle dato qualche cosa che non poteva mangiare, ma se tu non  mi avvisi per tempo, io non lo posso sapere, e preparo quello che mi viene in mente, che tanto nessuno di noi ha problemi di allergie o intolleranze."

Comunque, per farla breve, appena arrivati, lui è corso nel negozietto del paese a comprare la famosa "braciola" che poi alla fine era una bistecca di manzo, le ho pulito un po' di insalata (che mi ero tenuta per me da mangiare oggi a pranzo, visto che per il momento quella dell'orto è finita e dobbiamo aspettare che ne cresca altra), le ho cucinato la sua bistecca, e poi alla fine si è mangiata pure le patate (con il pepe) e le cipolline (con l'aceto), i due ragazzi avevano portato dei pasticcini e ha mangiato pure quelli (con cioccolato e nocciole).......... poi ho scoperto che la sera prima aveva mangiato del peperoncino piccante!!!!!!!!!!! 

 
 
 

Notti magicheeeeeee.......

Post n°951 pubblicato il 14 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Mi sembra che così dicesse un inno in occasione di un qualche campionato internazionale.......

Ecco le mie ultime notti, "magiche" non  lo sono state. Non so che stia succedendo, ma mi sembra di essere tornata a quando la Creatura era neonato e non dormiva per più di dieci minuti di seguito e naturalmente nr rendeva partecipe la sua mamma.

Poi due anni fa, all'arrivo della cucciola c'è stato un periodo di attività notturne piuttosto intenso, ma poi, come era naturale che fosse, lei si è adattata e di solito si fa (si faceva) tutta la notte senza farsi sentire, tranne i periodi in cui va in calore...... e lì ci sta che le scappi la pipì più spesso e quindi viene di corsa in camera da letto e mi fa l'abbaio sommesso che sta a significare "mami, presto presto che mi scappa!!!"

Poi è arrivato il caldo torrido, ma proprio pesante ehhhh, quello che per l'afa ti toglie il respiro e ti tronca le gambe e lei con la sua pelliccia lo patisce davvero tanto e allora il pomeriggio la lascio in casa, che nel giardino al pomeriggio ci batte il sole, mentre in casa è relativamente più fresco. Cosa fa lei povera creatura per tutto il pomeriggio????? Dorme!!!!!!!! La porterei in giro la sera tardi per farla muovere un po', ma fino a oltre la mezzanotte la temperatura resta intorno ai 30 gradi e per lei è comunque una sofferenza andarsene in giro......... Quindi ricapitolando, di giorno un caldo assurdo e lei dorme, di notte in camera da letto accendiamo il condizionatore che sennò ci sciogliamo dal caldo e lei, che ha capito che si sta meglio, viene su. Ma questo sarebbe il meno, non ho nessun tipo di problema a farla dormire in camera con me, però, però, lei ha dormito tutto il giorno e quindi è riposata, fresca e pimpante, e mentre io cado dal sonno, lei VUOLE GIOCARE!!!!!!!!! Sono al luminicino!!!!!!!!

 
 
 

E allora dimmi quello che vuoi!!!!!!!

Post n°950 pubblicato il 08 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Nel senso che negli ultimi mesi fatico a capire Conan.

Non è certo una bella sensazione rendersi conto che l'uomo che hai accanto da quasi quarant'anni, è cambiato, sarà forse l'età, ma ogni volta mi prende proprio un senso di frustrazione che faccio sempre più fatica a controllare.

Prende decisioni e tu ti adegui, o cerchi di assecondarlo, per scoprire il giorno dopo che ha cambiato idea e vuole fare l'esatto contrario di quello che ha stabilito; sul lavoro è un incubo, un giorno ti dice di fare una cosa, poi dopo due giorni nega di avertelo detto, e quando gli fai vedere e gli dimostri che tu hai eseguito i suoi ordini, si inc..... pure; con il direttore tecnico è una lite continua, perchè fa e disfa e quell'altro va nei matti, con la Responsabile Amministrativa non ne parliamo, ieri pomeriggio è riuscito a farla piangere.

Ora c'è questa cosa: una delle coppie di nostri amici ha programmato di andare in Germania qualche giorno nei giorni del fine settimana di Ferragosto (lei è tedesca e là ha ancora due sorelle che è da un po' che non vede) e ci hanno chiesto se vogliamo andare con loro. Io ho tentennato un po', sapevo che la Creatura in quei giorni dovrebbe essere in Sardegna e pure mia sorella è via e quindi ci sarebbe il doppio problema della cucciola e di papi, che mi secca lasciare da solo con tutti lontani per quattro giorni.

Poi ieri ho parlato con il nostro amico che mi ha detto: "la cucciola la possiamo prendere con noi, in Germania i cani possono entrare ovunque, lei è così buona che non darebbe problemi, poi potremmo prendere una villetta in affitto così non ci sarebbero problemi, noi saremmo più liberi e lei starebbe sicuramente meglio che in una camera d'albergo".

Ho parlato allora con mia sorella, lei sì va via con il camper, ma non si allontana troppo, con il cane malato non si fidano ad andare troppo lontano, che se dovesse avere una crisi come l'anno scorso quando erano in Normandia e si son fatti 1500 chilometri tutti di seguito senza fermarsi mai, e quindi in caso di necessità per papi, (che è sì in gamba, perfettamente in grado di badare a se stesso, ma ha sempre e comunque 82 anni) sarebbe a casa in poco tempo.

Dunque ieri sera ho parlato con Conan e gli ho detto "se po' fa'", pensavo di avergli fatto una cosa gradita, e invece........

"ma 1000 chilometri in auto all'andata e altri 1000 al ritorno le vuoi far fare a quel povero cane?!?!?!?!?!?!?"

Miiiiiiii!!!!!!!!!!

Poi ho scoperto che ha programmato la sostituzione della caldaia del negozio di figliolina, proprio in quei giorni, ma così ha la scusa del cane che non può essere lasciato a casa .......................

 
 
 

cuccioli e veterinari

Post n°949 pubblicato il 06 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Sì lo so che ormai cucciola non lo è più, ma per noi mami di pelosi, loro saranno sempre i nostri cuccioli, anche quando arriveranno a sessanta chili di muscoli e pelliccia, così come per noi mamme di umani, i nostri figli saranno sempre i nostri bambini, anche quando avranno cinquantanni, i capelli bianchi o le stempiature, la pancetta o le smagliature.

La cucciola dicevamo patisce il caldo, come tutti i cani del resto, il problema è che si è fatta la muta del pelo tra febbraio e marzo (due mesi di pelo che vagava per ogni dove per casa nonostante l'ultramoderno aspiratore, nonostante la spazzolassi tre volte al giorno, ho riempito un sacco di pelo sufficiente per farci due cuscini), quindi era pronta per affrontare il caldo con solo il mantello estivo. Senonchè, nel frattempo ha fatto freddo un'altra volta e il suo metabolismo secondo me ha pensato: "ohibò, sta tornando l'inverno, aspetta che mi copro" e ora che ci sono trenta e passa gradi ha un mantello che basterebbe a riparare una temperatura di meno 20 gradi. Hanno un bel da dire gli esperti che il pelo ripara sia dal freddo che dal caldo, io la vedo che respira sempre a bocca aperta per rinfrescarsi, quando andiamo in montagna si rintana in tavernetta (che ha una temperatura pari alla cella frigorifera di una macelleria) e al pomeriggio si spiaggia davanti al ventilatore nel salone e non accenna a voler uscire, manco per fare pipì.

Ecco, appunto, il ventilatore....... deve essere sicuramente lui il colpevole di quello che è successo: lunedì al rientro dal lavoro mi è venuta incontro con la testa reclinata da un lato, l'orecchio sinistro abbassato, scrolli ripetuti, grattate compulsive. La prima cosa che ho pensato è stata: "porca paletta!!!!!! ha preso un forasacco!!!!" Ho ispezionato l'orecchio ma non ho visto nulla, non sembrava avesse dolore,ma l'orecchio era sempre basso. 

Poi è arrivato il suo umano maschio giovane che rientrava dal suo viaggio e la cosa è passata in secondo piano, poi in serata sembrava che andasse meglio, ma durante la notte è venuta su due volte a farsi grattare l'orecchio che evidentemente le dava fastidio.

Quindi ieri, finito il lavoro, corsa veloce a casa di papi, poi via, dal veterinario che tanto avevo tempo che l'ambulatorio chiude alle otto. E invece...... è estate, i dottori son stanchi, chiudono alle sette...... vabbè c'è l'Ospedale con il Pronto Soccorso e andiamo lì.........

In sala d'attesa c'è un cagnolino con una zampetta fasciata, una evidente frattura, che si agita appena entriamo, si vede che è spaventatissimo, Niky fa un tentativo per provare ad avvicinarlo, ma poi desiste, che lei capisce al volo quando non è cosa..... parlando poi con gli umani del cagnolino, che è sdraiato e non lo si vede, che hanno dovuto amputargli una delle zampe posteriori a seguito di un assalto di due labrador, si parla un po' tra noi umani e poi arriva la dottoressa che guarderà Niky.

Ci fa accomodare in uno degli ambulatori, chiede che cosa è successo, mi chiede se la può toccare o se diventa aggressiva, la rassicuro, mentre Niky non è tranquilla per niente, non ha nessuna voglia di salire sul tavolo per la visita e si fa peso morto.... venticinque chili di cane da sollevare, ecchevuoi che sia, ho fatto ben più grandi fatiche. La tiro su, la dottoressa la guarda e Niky guarda me con lo sguardo di chi mi lancia minacciosi messaggi subliminali. 

"Guardiamo prima l'orecchio che non le fa male, così si abitua allo strumento e non fa storie quando glielo metto nell'altro orecchio"

"Secondo me è meglio che guardi subito l'orecchio che ha problemi, per come la conosco, sarebbe meglio"

"ma no, non credo"

io penso, "il medico sei tu, fa un po' come credi"

E quindi guarda dentro l'orecchio "sano", poi passiamo a quello "malato"

AHAHAHAHHAHHAHAAHAHAHHAAHHAHA!!!!!!!!!!!

L'avevo detto io!!!!!!!!!! Provo a tenerla con tutte le mie forze, ma la "cucciola" si divincola e non si lascia ispezionare, si chiamano i rinforzi, la mettiamo sdraiata su un fianco e ci molliamo sopra di lei con tutte le nostre forze e tutto il nostro peso, mentre la dottoressa prova a farsi largo tra tutto il pelo per trovare l'orecchio e infilarci dentro lo strumento.

Niky non ha mai pianto in vita sua, nemmeno la prima notte passata a casa dopo che la sono andata a prendere all'allevamento, ieri sera ha, non dico pianto, però ci è andata vicino, molto vicino, e quando la dottoressa ha finito l'ispezione e l'abbiamo lasciata, mi è venuta vicino alla faccia con il muso e mi ha piantato un'abbaiata di protesta da farmi rizzare i capelli..... ero fradicia di sudore, piena di bava, senza più forze.

Comunque niente forasacco, nell'orecchio non c'è nulla, secondo la dottoressa la causa è sicuramente da imputare ad un "colpo d'aria" che si risolverà da sè.... e infatti oggi la marpiona sta benissimo, anch'io a dire il vero, mi mancano 74 euro però........

 
 
 

Magico Internet

Post n°948 pubblicato il 05 Luglio 2016 da CiaoGi_57

Che ce vo'?????? per sapere dove si trova esattamente l'aereo che sta portando un preziosissimo carico (il figliolo amatissimo n.d.r.), basta sapere il numero del volo e voilà ti si apre un mondo: puoi sapere il gate di imbarco, quanti minuti ha rollato sulla pista, a quali altri aerei deve dare la precedenza prima di decollare o atterrare, puoi perfino vedere sulla mappa quale punto del globo sta sorvolando in quel preciso istante, hai perfino accesso ai dati del giornale di bordo, velocità, altitudine, rotta, quanti minuti porta di eventuale ritardo...... una magata!!!!!!!

Però, però occorre sapere esattamente qual'è l'aereo giusto, che altrimenti ti trovi a seguire una figurina che invece di andare dove pensi tu che debba andare, magari ha preso l'altra direzione e tu subito pensi ad un dirottamento, Ecchecevo'?????? basta chiederlo al passeggero!!!!!!! Ecco, appunto, il passeggero, che se lo interroghi ben che vada ti dice quali scali farà, se è in buona il vettore,

"il numero del volo??????? Ma pensi che io lo sappia?????"

"E se non lo sai tu?!!?!?!?"

"ahhhhhh!!!!!! non mi stressare, non lo so!!!"

E così ti ritrovi a fare il segugio sui siti degli areoporti per capire qual è il volo giusto da seguire e così che ieri mi sono ritrovata a spulciare gli arrivi a Londra da Los Angeles e poi facendo una paziente ricerca, incrociando tutti i dati ho trovato anche il volo da Londra a Bologna e ho seguito tutto il viaggio in diretta, con la sagoma dell'aeroplanino che avanzava sulla Manica, in Francia e poi finalmente in territorio italiano per poi avere, sempre in diretta, la comunicazione di aereo atterrato, questo sotto lo sguardo meravigliato di papi mio che non si capacita di come tutto questo sia possibile..... e il suo commento è stato, in purissimo dialetto ferrarese, che tradotto in italiano è suonato così: "ma veh che c'è della brava gente al mondo ad inventare una roba così!"

 
 
 

Ansia

Post n°947 pubblicato il 04 Luglio 2016 da CiaoGi_57
 

Ho sempre vissuto i viaggi di mio figlio con serenità, come occasione, per lui, di arricchimento, un po' abbiamo contribuito anche noi a fargli amare i viaggi, fin da piccolissimo lo abbiamo portato ovunque. Ora si porta da solo, manco in areoporto si fa accompagnare.

Però quest'ultimo viaggio l'ho vissuto con ansia, gli mandavo mille raccomandandazioni, l'ultimo attentato poi ha scatenato la paura ancora di più.

Ora è in volo di ritorno, e sto monitorando con ansia lo stato del suo volo, che dovrebbe oramai essere in fase di atterraggio a Londra. Poi ci sarà il prossimo volo per Bologna e dovrebbe arrivare nel tardo pomeriggio.......... sono un po' in ansia...... un po'..... seeeeeee un bel po'!!!!!!!!

 
 
 

Andarsela a cercare

Post n°946 pubblicato il 30 Giugno 2016 da CiaoGi_57
 
Tag: pulizie

E' già da un po' che non c'è più nessuno che mi aiuta nelle pulizie di casa, dopo anni in cui si sono succeduti nell'ordine un filippino, una ragazza rumena, una signora italiana quasi settantenne, tutta una serie di signore ucraine (che la prima era stata raccomandata da un'amica, tutte le altre sono state sostitute e poi sostitute delle sostitute) e allora mi sono stufata e ho detto che avrei fatto da sola, eravamo rimasti in due in casa, poi ho perso il secondo lavoro, insomma avevo un po' più di tempo e un po' meno soldi e di necessità ho fatto virtù.

Però, però, anche se siamo soli la casa è comunque grande e pulirla porta via un sacco di tempo, di energie, nel frattempo, visto che non avevo più il secondo lavoro, qua si sono messi in testa di farmi aumentare le ore in ufficio, però senza aumentere lo stipendio, che mica ho capito, oppure ho capito benissimo..........

Qualche cosa devo per forza trascurare, nei momenti di delirio camicie e pantaloni li porto in lavanderia, che tra padre e figlio una decina di camicie a settimana ci vanno, a volte anche di più. Conan mi ha regalato la lavapavimenti, io mi sono comperata un aspirapolvere degno del nome che porta e insomma vabbè, io detesto i pavimenti sporchi, con quelli riesco a cavarmela. Quello che mi fa andare nei matti sono i vetri delle finestre e del porticato: al piano di sopra ho sei finestre, altrettante al piano di sotto, più due porte, a vetri naturalmente, più trentacinque per due metri quadrati di veranda a vetri.

Ieri pomeriggio ho deciso: basta, non potevo più rimandare e quindi al piano di sopra, via le tende, bacinella di acqua e detersivo e ho lavato le finestre, gli infissi, i cassonetti, mentre la lavatrice macinava senza sosta. Alle sei guardavo soddisfatta la mia opera: vetri splendenti, le tende montate che spandevano per le stanze profumo di pulito, ahhhhhhhhh!!!!!!!!!! che quando le cose son finite è una bella soddisfazione!!! che io fossi ormai sciolta nel mio sudore, con la camicia che indossavo ormai ridotta come uno degli stracci che avevo usato, con le gambe che mi facevano male a forza di andare su e giù per la scala, aveva poca importanza, il lavoro quando è fatto come vuoi, ti lascia davvero una bella sensazione, anche se è banale come la pulizia dei vetri.

Però, però....... caspita!!!!!! questa mattina proprio al suonar della sveglia mi ha preso un crampo dolorosissimo ad un polpaccio, la schiena che non mi teneva, mi sono alzata con la netta convinzione che fosse sabato ed è stata un'amarissima delusione dover prendere atto che è "solo" giovedì, che oggi pomeriggio vorrei fare anche le finestre e le tende del piano di sotto, ma non so se davvero ce la faccio..... uhhhhhh!!!!!!! una volta le facevo tutte in una volta sola!!! che ciofeca che sono diventata!!!!!!!!!

 
 
 

Chiacchiere e resoconti

Post n°945 pubblicato il 27 Giugno 2016 da CiaoGi_57

Dunque, dunque,

Sabato mattina ore cinque e qualche minuto, la cucciola comincia ad abbaiare come una forsennata al piano di sotto, ormai la conosco e il suo non è un abbaio di allarme, ma piuttosto la richiesta che le si apra la porta per fare festa a persone conosciute che sono nell'ordine: il suo umano maschio giovane, l'umana femmina giovane e tutto l'insieme dei loro umani giovani amici che lei adora e da cui adora farsi fare i grattini nella schiena. E' la torma dei ragazzi che sta caricando le valigie nelle auto delle ragazze che li accompagneranno in aeroporto per la partenza verso gli USA e più precisamente Las Vegas, che raggiungeranno dopo 24 ore di viaggio (che i pisquani per risparmiare il più possibile hanno fatto un piano di viaggio che li vede partire da Bologna per Madrid come prima tappa, poi volo fino a Charlotte che mi sembra stia nella Carolina del Nord, o del Sud.. vabbè, poi da lì nuovo volo fino a Las Vegas, un delirio...). Da lì poi partiranno dopo qualche giorno alla volta del Grand Canyon e poi tappa finale alla Città degli Angeli.

E così il mio sabato trascorre tra le solite faccende, intervallate dai controlli via internet dello stato dei voli, un caldo infernale, un bel temporale, la solita serata con gli amici, il messaggio del ragazzo che era regolarmente atterrato a Charlotte ed era in attesa di imbarcarsi sul volo per la meta finale.

Domenica mattina: finestre spalancate per cercare di carpire il minimo refolo d'aria in una giornata che si prevede ancora più calda della precedente e allora io mi alzo, preparo al volo qualche cosa per il pranzo, chiamo papi e gli lancio la proposta, e così poco prima di mezzogiorno caricate le provviste, la cucciola, il papi, il marito alla guida, partiamo verso la casetta su in collina, che lassù per quanto caldo possa fare ci sono sempre almeno cinque gradi di differenza rispetto a qua. Il dopo pranzo ci vede tutti e quattro (cucciola compresa) spiaggiati sui divani e poltrone a dormire con le finestre strategicamente aperte a cercare di immagazzinare il più possible fresco e aria pulita.

Dopo la pennica domenicale papi e marito si trasferisono al piano di sotto (che devono verificare alcuni lavori da fare, mentre io faccio finta di pulire un po' (voglia proprio zero), poi c'è l'incontro di papi con i vicini che non aveva più visto da prima che mancasse mammà, immancabile momento di commozione, che papi mio c'ha sempre le lacrime pronte in tasca, un po' di chiacchiere sotto il porticato, ci si aggiorna sulle novità mentre il figlio e il cuginetto giocano nel prato con la cucciola a cui non pare vero di aver trovato dei bambini che la coccolano.

Purtroppo la domenica finisce in fretta, arriva sera ed è anche ora del ritorno, la cucciola si sdraia stremata, papi è silenzioso, arriviamo in fretta a casa, una cena rapida e bon... finito...........

 
 
 

Tempestività

Post n°944 pubblicato il 23 Giugno 2016 da CiaoGi_57
 

Che questa sia un'estate anomala è oramai assodato, però siamo solo all'inizio e magari strada facendo le cose si sistemano e finisce questa alternanza tra sole e pioggia, nuvole e vento, temperature al massimo tiepide e fredde........... e questo si sta verificando proprio in questi ultimi tre giorni (proprio al ritorno dalle ferie, che vorresti che tutto filasse liscio per mantenere il più possibile a lungo quello stato di no stress che ti sei faticosamente procurato in quei pochi giorni che te ne sei rimasta lontana dall'ufficio).

Ecco, peccato che proprio ora il tempo si sia rimesso al bello, che il caldo si stia piazzando intorno ai trenta gradi, che i nostri uffici siano al secondo piano di un fabbricato con lastrico solare... in cemento, notoriamente accumulatore di caldo, che il mio ufficio sia un cubicolo senza finestre, e soprattutto che la macchina per il condizionamento abbia definitivamente tirato le cuoia e salutato la compagnia alla fine dell'estate scorsa.

Il capo supremo ha fatto arrivare la macchina nuova mentre eravamo in ferie, però hanno iniziato a piazzarla solo lunedì, poi ci sono i collegamenti, i collaudi..... martedì pomeriggio mi stavo sentendo male: mi mancava l'aria, la vista mi si annebbiava, quando sono finalmente uscita avevo un mal di testa che avrei morsicato il primo che mi avesse rivolto la parola. Ieri pomeriggio mi sono rifiutata di tornare in ufficio e così farò anche oggi, visto che ancora il condizionamento non è partito. A queste condizioni preferisco passare il pomeriggio a stirare camicie, magliette e altre amenità, patisco meno il caldo.

Ora che ci penso pure la caldaia ha esalato l'ultimo respiro proprio appena finito l'inverno, sono sicura che pure per quella arriveremo con i ghiaccioli che ci scendono dalle orecchie, prima che qualcuno decida che forse forse sarebbe il caso di sostituirla...... sempre tempestivi qua!!!!!!

 
 
 

Ferie Bagnate, ferie fortunate?????

Post n°943 pubblicato il 21 Giugno 2016 da CiaoGi_57

Mahhhhhh!!!!!!!! Che dire???????? Credo che in tutta la mia vita non sia mai capitata una cosa del genere, sì ok il fine settimana a Vienna durante il quale ha piovuto per tutto il tempo, ok le vacanze alle Canarie durante le quali è stato nuvoloso e ventoso per un'intera settimana (salvo poi lo spuntare di un sole splendente proprio il giorno della parteza pe ril ritorno), ok l'uragano di pioggia nel deserto in Tunisia (dove non pioveva da cinque anni), le pioggie tropicali in Kenia, che duravano al massimo un paio d'ore....... ma un'intera settimana, durante la quale non è mai mancato un giorno di pioggia, non mi era mai capitato, al mare poi, a giugno........ mahhhhhhhh!!!!!!!!!

Evvabbè, noi siamo positivi comunque, e invece di andare in spiaggia a rosolarci, ce ne siamo andati a zonzo: Pisa, Lucca, Viareggio le tappe principali, poi ci siamo spinti anche a visitare località più piccole, Pietrasanta, Sarzana, Bocca di Magra..... abbiamo macinato chilometri in auto e a piedi... un sacco di passi, uno dietro l'altro, attraverso paesi e città, in mezzo ad un sacco di turisti come noi, che invece di andare al mare hanno ben pensato di visitare città d'arte e luoghi caratteristici.

L'albergo era piccino, più una pensione gestita familiarmente da tre fratelli che un vero e proprio albergo, vecchiotto, un pochino malandato ma pulitissimo, con un cuoco da ristorante stellato (ma i titolari ci hanno raccomandato di non fargli troppi complimenti che sennò si sarebbe montato la testa), ospiti in maggioranza nonni con nipotini al seguito o mamme con bimbi piccolissimi (del resto giugno è il mese dei nonni e dei bimbi).

La spiaggia un deserto di bagnanti e una folla di cossidetti "vù cumprà": un'invasione, veramente uno dietro l'altro, nell'unica giornata che siamo riusciti a stare in spiaggia, tra uno scroscio e l'altro: hanno cominciato le massaggiatrici cinesi, poi sono arrivati i senegalesi con le borse, le ragazze con gli abiti, poi i sudamericani con gli asciugamani e nel pomeriggio i pakistani coni gioielli.... tutto rigorosamente griffato naturalmente..... poi è arrivato Samba con gli ombrelli (simpatico, cordiale, aspettava che riaprisse l'albergo dove aveva lavorato gli anni precedenti e intanto si arrangiava così), poi quello che ha fatto veramente male: un ragazzino, con negli occhi l'orrore che doveva avere visto nella sua breve vita, la disillusione per essersi reso conto che quello che lui pensava un luogo sicuro in cui costruirsi una vita dignitosa e tranquilla, era in realtà un luogo di sfruttamento, di miseria, di rinuncia, di umiliazione; si è messo davanti a noi con gli occhi bassi e ci ha pregato di dargli qualche cosa, io non volevo i suoi braccialetti, non mi interessavano, ma la pena che ho provato per lui mi ha fatto aprire il portafoglio e allungare qualche soldo, ma lui ha comunque voluto lasciarmi un paio di quei bracciali di fili colorati (" non posso prendere soldi da te senza darti qualche cosa in cambio, altrimenti mi vergogno"), terribile, mi sono sentita in colpa: essere lì, in vacanza, moderatamente spensierata, nullafacente, con la pancia piena, mentre questo ragazzino e chissà quanto come lui, attraversano in lungo e in largo le nostre spiagge, sempre più disillusi e disperati, sperando di riuscire a mettere insieme i soldi per il pranzo o per la cena.

Risultati immagini per bagno _nda marina 2 forte dei marmi

 
 
 

Previsioni del tempo

Post n°942 pubblicato il 09 Giugno 2016 da CiaoGi_57
 
Tag: vacanze

Ho dato un'occhiata a quello che si prevede sia il tempo metereologico per i prossimi giorni, in particolar modo in quel della Versilia, che da domani pomeriggio sarà la mia  (e pure di Conan) temporanea residenza per una settimana.

Peggio di così: in tutta la settimana la pioggia darà tregua solo per una giornata, la temperatura massima oscillerà intorno ai 20 gradi.... l'ideale davvero per una vacanza al mare!!!!!!!

Credo che sarà opportuno rivedere un po' quello che avevo previsto mettere in valigia: al posto dei costumi e infradito, impermeabili e stivali da pioggia; invece dei teli da spiaggia e creme solari, ombrelli e sciarpine.............

Bello ehhhhhh...........

 
 
 

E... niente di che....

Post n°941 pubblicato il 06 Giugno 2016 da CiaoGi_57
 

... appunto, niente di che, non è successo nulla che valga la pena di essere raccontata... oddio, ecco, magari ci sarebbe il fatto che Conan ha sostituito il vecchio televisore, quello che non andava d'accordo con i decoder e dopo qualche settimana li terminava (è arrivato ad ucciderne quattro, l'ultimo, prima di essere collegato ha chiesto pietà, ma non è stato ascoltato ed ha fatto la fine, brutta, di tutti gli altri. Dicevo, è andato da Mediaword per comprarsi un rasoio nuovo, che il suo si era "svampato" e lui erano tre giorni che andava in giro "bello e tenebroso" mode on, peccato che oramai la sua barba sia canuta e al terzo giorno sembrava un vecchio homeless. Quindi, dicevamo si è rassegnato, visto che io non pensavo minimamente a portargliene a casa uno nuovo, ad andarselo a comprare, e dato che ogni volta che c'è un campionato di calcio internazionale, o le Olimpiadi in vista, nelle grandi catene mettono in offerta i televisori, ne ha approfittato e ne ha preso uno nuovo, schermo piatto, 28", caruccio, molto basic, come ha sprezzantemente sentenziato la Creatura ('sti giovani smart che al televisore vorrebbero far fare anche il caffè, che io invece avrei la segreta speranza che qualcuno inventasse un televisore che stira le camicie, le magliette, le lenzuola e tutto il resto, vabbè, secondo me chiedo troppo). Comunque, per farla breve, l'ha portato a casa, l'ha sballato, posizionato, dopo aver fatto sparire il vecchio piccolo assassino di decoder, collegato, poi mi ha messo il telecomando in mano e mi ha detto: "ora programmalo, che io non c'ho pazienza!!!". Ha portato il maxi che era lì da due settimane sul tavolo del salone, dove è rimasto da mercoledì a ieri mattina (domenica) e l'ha portato via solo perchè con quello sopra diventava difficile preparare la tavola per il consueto pranzo domenicale con la famiglia, ed è andato a fare la doccia.

A quel punto ho pensato che un bel diluvio ci stava, visto e considerato che tra il momento in cui appare la necessità di un nuovo elettrodomestico e l'acquisto o la riparazione dello stesso, passano svariate settimane, e invece questa volta di settimane ne sono passate solo un paio...e infatti...... Ahooooo, ammomenti si allaga pure il Louvre, che, caspiterina, mi sarebbe pure dispiaciuto se fossero andate distrutte pregevoli opere d'arte!!!!!!! C'era lo zuavo che faceva gli scongiuri e sono sicura che ci ha pure mandato un paio di maledizioni, con 'sta smania di nuovi acquisti così improvvisi e poco ponderati.

Che poi a dirla come va detta non è proprio sempre così, per la lavatrice, ogni volta che mi si rompe, lui è sempre tempestivo a procurarmene una nuova, che già lo sa che lavatrice rotta e moglie inca@@ata sono un binomio indissolubile e pericoloso, molto pericoloso, che non c'è cosa che mi faccia innervosire come il cesto della biancheria da lavare pieno, senza la possibilità di svuotarlo, e io non mi innervosisco facilmente. A dire la verità non è davvero più così, ora ho imparato a sbottare e rimbeccare, alzare la voce e pretendere, che poi mi si ascolti è un altro discorso, però gli sguardi meravigliati e sconvolti di chi non è mai stato abituato a vedermi perdere la calma, non hanno prezzo...... per tutto il resto c'è Mastercard, anzi no, lui ha la Visa!!!!!!!!

 
 
 

provvisori e definitivi

Post n°940 pubblicato il 27 Maggio 2016 da CiaoGi_57
 

In casa mia vige la regola del provvisorio che diventa definitivo, mi spiego meglio: che a tutti piacerebbe avere una casa sempre in ordine con ogni cosa al proprio posto, i vari lavori di manutenzione iniziati e terminati senza soluzione di continuità........ ecco, qua non è dato averli e meno che mai pretenderli che potrebbe essere che una a caso incorra nel delitto di lesa maestà.

Che poi io non sono una di quelle che rompono l'anima perchè le cose vengano fatte.. per carità, mi rendo conto che il tempo è quello che è, che il consorte ha una marea di impegni e che quando non è impegnato vorrebbe rilassarsi e non avere la moglie che gli rode i calcagni per farlo correre a fare quel che lei vorrebbe (che si lamenti pure ehhh!!!).

Fattosta che nel lontano agosto di cinque anni fa, forse erano sei, manco me lo ricordo più, il frigorifero di casa ha esalato l'ultimo respiro, ed essendo appunto agosto si è presentata la necessità piuttosto urgente di sostituirlo e sono riuscita a convincere il consorte a comprare quello dei miei sogni: una bestia alta, grande e grossa che ci ha costretti a rivoluzionare un po' l'architettura della cucina, eliminare qualche mobiletto che ha trovato la giusta collocazione nel porticato e la porta di comunicazione tra la cucina e il salone..... ecco la porta, appunto, che è rimasta "provvisoriamente" appoggiata ad un muro in attesa di decidere cosa farne....e lì è rimasta per cinque lunghi anni fino al Natale scorso, quando, in vista del pranzo che avevo organizzato con tutta la famiglia, per la prima volta dopo tanti anni riunita a casa nostra, ha deciso che lì la porta non ci poteva più stare e l'ha portata via (dove non mi è dato sapere).

Ora è successo che il televisore collocato sul mobile della cucina (un piccolo 14") ha decretato che con il decoder che gli era stato collegato non ci andava più d'accordo e ha deciso di terminarlo, e così Conan dal magazzino ha portato un televisore che aveva comprato per un cliente che poi non l'aveva più voluto...... ecco, quello di prima, che comunque sta ancora lì sul mobile, era un 14"..... questo è una bestia da 48"!!!!! si vede bene ehhhhhh, pure le scritte scritte in piccolo sotto gli spot pubblicitari le riesco a leggere senza occhiali...... però oggettivamente è un pelino ingombrante, mi occupa uno spazio che era destinato ad altro, ma non è questo il problema, basta saperlo e una si organizza. Quello che invece non so se questo schermo immane resterà con noi fino alla fine dei suoi, o dei miei (che qua basta un attimo e son tutti lì a fare la condoglianze e a scrivere necrologi) giorni.

Questa mattina, visto che Conan e io eravamo soli in cucina, mi sono azzardata a chiedere se lo dovevo considerare di stanza perenne o se aveva intenzione di portarlo via e quando....... non lo avessi mai detto!!!!!! E' partito con un pippone del tempo che lui non ha, che ha mille cose da fare e a cui pensare, che il televisore è l'ultimo dei problemi, che deve vedere, che deve valutare, che ancora non ha deciso.... era ancora lì che si lamentava che io chiudevo la porta e me ne andavo in ufficio.

Che tanto ormai ho capito che quello resterà lì ancora per un lungo, lunghissimo tempo e quindi su quel mobile ora ho un decoder fulminato, un televisore piccino che è inutilizzabile e uno schermo immane che occupa tutto il resto del mobile, bello è bello ehhh, per carità, ma un tantinello "invasivo", mi copre perfino la finestra, che vabbè per quel che serve che tanto io devo tenere la luce accesa perennemente dopo che la mia vicina ha pensato bene di alzare casa sua di due piani, togliendomi definitivamente ogni parvenza di luce naturale. Però i programmi si vedono bene ehhhhh....... caspita se si vedono!!!!!!!

 
 
 

Non so più che pensare

Post n°939 pubblicato il 26 Maggio 2016 da CiaoGi_57
 
Tag: ferie

E continua la saga sulle ferie sì, ferie no, ferie forse......

ora siamo al capitolo ferie sìforse

che ieri mi ha chiamato la mia amica, sempre quella che spinge per andare, che deve portare in ferie il marito che è stressato, ma secondo me lo vuole un po' alla volta allontanare dal lavoro e farlo smettere e lasciare la gestione dell'azienda in mano alla figlia, e direi che, dato che lei ha 69 anni e il marito 71, forse forse sarebbe anche giusto.

Però, però..... e vuoi che non ci sia un però!!!!!!! Che io mi sono stufata veramente di prendere decisioni che poi vengono regolarmente contestate dal gentile consorte, o addirittura annullate, come è successo recentemente, che io, dai programmi fatti, in questi giorni avrei dovuto essere a farmi rosolare le chiappe sulle spiagge di Ibiza.

E quindi ieri sera ho affrontato a muso duro il consorte appunto e gli ho detto di mettersi d'accordo lui con la nostra amica sulle date e sui luoghi (lei voleva andare a Forte dei Marmi, ma quello gliel'ho bocciato io: che lì paghi, a carissimo prezzo, pure l'aria che respiri, che io sono una semplice impiegata e certi prezzi non me li posso permettere, e poi è anche una questione di principio). Comunque, tanto per farla breve si dovrebbe partire venerdì 10 giugno e rientrare il venerdì successivo.... che io non capivo perchè di venerdì (di solito si parte di sabato) e così è saltato fuori che noi dovremmo rientrare di venerdì perchè......... figliolina deve andare ad un concerto a Milano, parte il venerdì pomeriggio, eppoi, già che è in giro si fa il fine settimana sul Lago di Garda!!!!!! e papino suo la deve sostituire in negozio!!!!!!!

Così io devo fare le corse per fare e finire le fatture entro il giovedì sera (che non ce la farò mai!!!!!), preparare le valigie di notte (con il risultato che lascierò indietro quello che mi serve e prenderò quello di cui potrei fare a meno), lasciare le consegne per la cucciola a mio figlio, lasciare la casa con un minimo di parvenza d'ordine...... sempre di corsa, così se non sono stressata per il lavoro, mi stresso per andare in ferie........ con il nervoso del pensiero che tutto quello che faccio, lo faccio a causa di una persona che se fosse per me non frequenterei nemmeno in chiesa (cambio orario della messa).

Lo so che ci sono problemi ben più grandi, e che l'importante è stare bene, però dover regolare la mia vita sui problemi e i capricci di una donna che ormai dovrebbe essere matura,ma che si comporta da adolescente, è durissima.

 
 
 

Call center e opposizioni

Post n°938 pubblicato il 24 Maggio 2016 da CiaoGi_57
 

Quello dei call center è diventato un motivo di grave stress per papi, che sempre messo sull'avviso dalle sue figlie sui pericoli che corrono sul filo del telefono, come quello di farsi appioppare un contratto a qualche utenza indesiderata, dopo i pericoli di aprire la porta di casa agli sconosciuti o lasciarsi avvicinare per strada da altri sconosciuti......... insomma forse noi esageriamo un po', ma visti i sempre più numerosi tentativi di truffe dalle più fantasiose alle più verosimili ai danni dei nostri anziani, che lasciano strascichi psicologici anche gravissimi nei soggetti più fragili (non sono rari gli episodi di suicidio a seguito di truffe), io e mia sorella non ci stanchiamo mai di tenere papi aggiornato sulle ultime novità in merito.

Il telefono suona in continuazione: operatori telefonici, gas, energia, sky e chi piùne ha più ne metta, lui si è inventato la figura del badante, quando sente che dall'altra parte c'è un call center risponde "io sono il badante, mi dispiace, ma non posso fare nulla". Però vive sempre nel timore di fare qualche sbaglio e di attivare senza volerlo qualche contratto, che sicuramente il 99% degli operatori si comporta in modo corretto, ma basta quell'1% che invece è in cerca del "pollo" per far succedere il patatrac....... e allora che fare??????

Ne avevo già sentito parlare tempo fa, poi l'altro giorno ancora e ora l'ho fatto: ho iscritto il suo numero al Registro Pubblico delle Opposizioni in maniera che compaia negli elenchi delle utenze che non si possono chiamare, tempo 15 giorni e le chiamate indesiderate  dovrebbero cessare, almeno sulla linea fissa... ora devo studiare come fare per il cellulare.

 
 
 

Stanca

Post n°937 pubblicato il 20 Maggio 2016 da CiaoGi_57
 

"sono sfinita"

"si vede hai davvero l'aria stanca, che cosa hai fatto per ridurti così?"

"niente di che, ho lavorato, preparato il pranzo, riassettato la cucina, stirato ennemila camicie, magliette, andata a fare la spesa, un salto da papi, poi sono rientrata, ho preparato la cena......nulla di diverso dal solito, ma ora sono veramente sfinita....."

Poi ci ripenso, che magari non è solo quello che ho fatto nella giornata, ma quello che ho fatto durante tutta la settimana, e considerando come è andata la domenica, ho accumulato anche la stanchezza della settimana precedente. Se poi considero anche il tempo metereologicamente inteso..... che qua al mattino c'è il sole e ti vesti di conseguenza, abiti leggeri, sandali.... poi alle due si scatena l'uragano e le temperature precipitano, il mattino dopo è freddo e ti bardi con stivaletti, calze e felpe pesanti, poi al pomeriggio la temperatura sale e tu bolli....... forse anche quello contribuisce........ mahhhhh!!!!!

Sta di fatto che mi sembra di avere duecento anni, (se mi guardo allo specchio li dimostro tutti, altro che topolona), mi fanno male tutte le articolazioni, son due mesi che ho un mal di testa intermittente...... na' ciofeca!!!!!!!!!!

 
 
 

Di domenica, pranzi e bricolage

Post n°936 pubblicato il 16 Maggio 2016 da CiaoGi_57

Ieri, domenica........ papi a pranzo, la Creatura e la morosa invece se ne sono andati a fare una grigliata con gli amici e quindi da programma eravamo solo noi tre.

Mi alzo alle otto, dopo che comunque la Cucciola alle sette era arrivata un po' trafelata in camera con l'abbaio sommesso e rauco che a quell'ora del mattino vuol dire: "senti un po' mami, fammi uscire in fretta in fretta che mi scappa forte forte e se non ti sbrighi subito subito non so se la trattengo e potrei pure fartela qua ai piedi del letto!!!!!! sallo!!!!!" Quindi modalità "zombi on" scendo per le scale le apro la porta che da sul giardino, aspetto che abbia fatto, che sia rientrata, biscottino e poi torno a letto, sempre in modalità zombie, che sono andata a letto alle due e "gna posso fa'!!!"

Comunque come dicevo alle otto mi sono alzata: ho fatto mangiare la cucciola, mi sono fatta un caffè, e poi ho cominciato a fare mente locale sul menù: tagliatelle fatte con le mie sante manine con il ragù (comunque preparati il giorno prima) coniglio con pomodorini capperi e olive, quaglie al forno, patatine arrosto, e una bella torta salata con spinaci, ricotta e qualche cubetto di pancetta; fragole, ciambellone fatto in casa.........

Vabbè dai Gi, mettiti all'opera!!!!!!! e mentre son lì già con i formelli a pieno regime, all'alba delle dieci e un quarto scende pure Conan che storce il naso per gli odori di cucina..... E che ci posso fa', mentre cucini l'odore di quello che sta sul fuoco odora, e capisco che magari appena svegli il coniglio che sta rosolando non sia il massimo, ma più che tenere porta aperta, aspiratore in funzione.......

Però s'è gustato una bella fetta di ciambellone appena sfornato.........

Poi succede l'imprevisto, nel riporre il sacchetto dei biscotti nel cassettone dove tengo tutto l'ambaradan della colazione, si accorge che non scorre come deve nella guida.... prova e riprova e se ne esce con le fatidiche parole: "ora te lo sistemo!!!" detto fatto, va a prendere un attrezzo, comincia ad armeggiare e dopo tre minuti parte con una giaculatoria che se qualcuno lassù l'ha sentito......... insomma ha rotto un pezzo della guida.........

E quindi, dopo aver "scancherato" ben bene, decide di andarsene a prendere il pezzo nel vicino leroy marlen, lasciandomi due cassettoni a terra in cucina, mentre io sto cucinando la qualunque, costringendomi a fare gimcane pericolose soprattutto per i miei stinchi, che porca paletta, sempre quelli ci vanno di mezzo.

Torna Conan e comincia ad armeggiare con tutti i suoi attrezzi, nel frattempo il tempo passa appunto e si avvicina sempre più l'ora di pranzo e si allontana sempre di più la speranza di avere una cucina agibile in tempi brevi.... poi si è sbagliato a prendere le viti e torna di nuovo da leroy per cambiarle...........

Bene o male io riesco a portare avanti le mie attività culinarie, arriva papi, arriva l'ora di mettersi a tavola, le tagliatelle sono pronte e aspettano solo di essere messe nei piatti. Ma in una domenica in cui qualche cosa è già andato storto, può essere che non capiti qualche cosa per rovinartela del tutto?????????

E infatti, suona il telefono e........ è figliolina che si autoinvita a pranzo!!!!!! panico!!!!!!! 

"guarda che io non ho nulla di pronto che possa mangiare lei con tutte le sue allergie, sono tutte cose che non mangia!!!!!!"

"ora, dopo la cura che ha fatto prescritta da quel medico di cui ti ho parlato, non è più allergica e può mangiare tutto!!!!"

Tengo per me le considerazioni su allergie che si curano dopo un mese di dieta, che mi è sempre balenato il sospetto che tutte le sue allergie fossero nella testa. però obbietto che è l'una e dieci, le tagliatelle sono pronte, che si dia una mossa, sennò mi va in malora tutto.

"sì, sì, dieci minuti ed è qua"

Da dire che abita a un chilometro da casa nostra, e per fare un chilometro, in auto, bastano tre minuti...e infatti lei arriva dopo quaranta minuti, che già io ero bordò dalla rabbia.........

Comunque vabbè, bene o male abbiamo mangiato, che poi alla fine mi interessava che papi stesse bene, che gli piacesse quello che avevo cucinato.

Finiamo di pranzare con lui che mi rimbrotta un po' che dice che lo faccio mangiare troppo, prendiamo il caffè, poi gli dico di fare un riposino sul divano che io sistemo i piatti e poi gli faccio il pedicure (che le mie competenze in fatto di piedi sono passate da mami a lui e ogni due settimane controllo che i piedi siano a posto, gli riduco un callo che gli cresce, sistemo le unghie)

Gimcana in cucina per evitare i cassetti che sono ancora appoggiati a terra, riempio e faccio partire la lavastoviglie, lavo a mano quello che non sono riuscita a mettere dentro, pulisco fornello e lavello, vado a prendere i miei attrezzi e vado da papi che sta sonnecchiando sul divano, gli sistemo i piedi, gli rimetto calze e scarpe, poi andiamo in giardino che gli ho promesso delle rose da mettere da mammà. In tutto questo Conan e figliolina sono spariti (caso mai mi fosse venuta l'idea di farmi dare una mano a sistemare), ricompaiono miracolosamente mentre papi se ne sta andando, e a quel punto spero vivamente che pure lei se ne vada così Conan finisce di sistemarmi 'sti benendetti cassettoni e io riesco a terminare di rassettare la cucina e magari rilassarmi un attimo......... macchè, ancora non se ne va..... e allora io prendo la mia fida lavapavimenti e comincio a pulire il pavimento nel salone, e visto che a quel punto lei non può certo svaccarsi sul divano, la cucina è inagibile, toglie il disturbo e finalmente se ne va. Conan ricomincia a lavorare dietro a 'sti cassetti, gli chiedo quanto ci vorrà ancora... "un'ora" mi dice......... vabbè, intanto che aspetto mi metto a stirare, l'ora trascorre ma io continuo a sentire giù di sotto che Conan usa il trapano, poi, se casomai mi fosse venuta la voglia di andare a fare un giretto, improvvisamente il cielo diventa nero, ma quando dico nero non è un eufemismo per dire che si scurisce, no diventa proprio nero e di lì a cinque minuti si scatena l'inferno. Controllo dove sia la cucciola che è fuori sotto la pensilina davanti alla porta della cucina, è riparata e sta sonnecchiando, quando arrivo alza la testa, guarda il temporale che ormai si sta scatenando, mi riguarda con l'aria di chi mi sta interrogando: "devo avere paura mami o hai tutto sotto controllo???" io le sorrido e lei si rimette a dormire. almeno non ho un cane che ha paura dei botti e dei temporali!!!!!!

Conan finisce di sistemarmi i cassetti che son quasi le sette, e visto che c'è controlla anche tutti gli altri, regola un paio di sportelli e poi lo caccio dalla cucina, sistemo le cose che avevo preventivamente tolto, pulisco e lavo il pavimento, vuoto e lavo il serbatoio della lavapavimenti, ripongo ogni cosa, mi guardo in giro, sospiro, ed è ora di preparare la cena!!!!!!!!!!

Ci credete che finito di cenare, risistemata nuovamente la cucina, portato fuori il bidone dell'umido, fatta la doccia, appoggiata sul divano "un attimo solo" mi sono addormentata e mi sono svegliata alle undici e mezza quando ha suonato il telefono?

Vi lascio indovinare chi era che chiamava a quell'ora!!!!!!!

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: CiaoGi_57
Data di creazione: 14/02/2009
 

GRAZIE SIR

m

 

DOPO IL PRIMO BICCHIERE

n

 

QUALCUNO VUOLE UN CAFFÈ?????!?!!?!!

 

 

FUORI COME UN BALCONE!!!!!!

 

LA GIOCONDA CON LAIFON

 

 

 

UN ALTRO REGALO DEL MIO AMICO PRECICCHIO

n

 

DAGLI AMICI SI ACCETTA QUESTO ED ALTRO

m

 

TAGLIO CORTO!!!!!!