Creato da eric.trigance il 02/05/2008
Collezionista dei momenti

 

Anna

Post n°2887 pubblicato il 13 Dicembre 2017 da eric.trigance
 

In una Sicilia diventata un'immensa rovina, una tredicenne cocciuta e coraggiosa parte alla ricerca del fratellino rapito. Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un'isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela. E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono piú, dovrà inventarne di nuove. Con Anna Niccolò Ammaniti ha scritto il suo romanzo piú struggente. Una luce che si accende nel buio e allarga il suo raggio per rivelare le incertezze, gli slanci del cuore e la potenza incontrollabile della vita. Perché, come scopre Anna, la «vita non ci appartiene, ci attraversa».

A leggere con estrema urgenza !

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Addio Johnny !

Post n°2886 pubblicato il 07 Dicembre 2017 da eric.trigance
 
Tag: Musica

Ieri un Grande se n'è andato vià : Johnny Hallyday, la leggenda del Rock francese è morto. Aveva 74 anni. La Francia è in lutto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Black Friday

Post n°2885 pubblicato il 23 Novembre 2017 da eric.trigance
 

Sarà Black Friday anche in North Korea !

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alessia Andrea Mucci

Post n°2884 pubblicato il 21 Novembre 2017 da eric.trigance
 

"C’è una bellezza del corpo e c’è una bellezza dell’Anima.
La bellezza del corpo è ordinaria e transitoria: oggi c’è, domani forse no.
E la bellezza del corpo è più negli occhi di chi guarda che nell’oggetto in sè: la stessa persona può apparire bella a qualcuno e brutta a qualcun altro.
Ma la bellezza dell’Anima è qualcosa d’interiore, non è negli occhi dell’osservatore, perchè non può essere vista, può solo essere sentita.
Non è una bellezza che può essere distrutta, nemmeno la morte può toccarla, è eterna." (Osho) 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A leggere !

Post n°2883 pubblicato il 20 Novembre 2017 da eric.trigance
 

In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato "la Fortezza", Beatrice e Alfredo sono per tutti "i gemelli". I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un'amicizia ruvida come l'intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un'amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent'anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

Questo libro mi è molto piaciuto per la sua storia, il suo ambiente e la sua scrittura. Ne sono ancora tutto sconvolto. Mi ha fatto pensare a "Acciaio" di Silvia Avallone per la storia ed a "l'amica geniale" di Elena Ferrante per l'ambiente.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Contatta l'autore

Nickname: eric.trigance
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etą: 58
Prov: EE
 

 

Ultime visite al Blog

massimocoppaigubmanuela.mazzottieric.trigancelucre611peppino.loiaconotekilalcuore_selvaggio2chiarasanyIltuocognatinoolgy120annamatrigianotecnovisualmariomorenonina.monamour
 

 
 

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
La mia Stella
Un grande Grazie a Miriam