Blog
Un blog creato da MareMatta il 05/05/2007

MareMatta

si potrebbe stare ore a guardare quel mare, e quel cielo, e tutto quanto, ma non si potrebbe trovare nulla di quel colore. nulla che si possa "vedere"

 
 

  

Perché ieri eri così polverosa di vento

e oggi anche più seccata,

siamo tra noi...

Non ti abbandoni il senso

di sapere più dell'al di là

che di questo mondo,

nulla curerà le tue radici

nella terra,

il cuore non si sbronza, non fiorisce,

solo batte.

Non saranno i petali che metti

nell'armadio a salvarti,

le mani screpolate, o un passo

falso, forse l'ombra

dove qualcuno poggi le sue ossa animali;

è estate, ti trovi,

e si riposi.

Chi aveva detto poi,

che c'era tanto vento?

("Madonna col ventaglio" da SENSO DI FACILITA' - Valerio Nardoni)




ARCHIVIO

Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009

 

 

SONO ANCHE QUI

AREA PERSONALE

 

NEL NULLA

Finalmente libera

Lieve la corrente mi culla

Non ho meta

Onde sfumate

Movimento pigro

Labbra bagnate

Rubo la luce

Le mie mani leggere



Vorrei rimanere qui

per sentire il mio corpo

per respirare il mio respiro

un soffio mi attraversa

e lenta mi adagio



Sospesa nel nulla

t.

La culla del vento


(foto: Barbara on the moon)


31 agosto 2007

Ombra, la barca

come l'io più profondo

Andiamo di bolina

      Umida brezza di mare
Tira tira la scotta! Aggancia...

      Soffio di vento
Guarda come si gonfia la randa...

      Profumo di pescatore
Pronta a virare? ora io sgancio la scotta del genoa, tu pronta a tirare, siediti lì
attenta
vai ora! tira, forza, tira!
guarda ora... tieni il timone...
      cerca la culla del mare
spostiamo la randa...ecco ora! guarda! le vele si spiegano una a destra una a sinistra...Vedi? non sembrano le ali di una farfalla?     
      socchiudo gli occhi
      mi offro al vento
      lieve mi accarezza il viso
      gioca con i miei capelli
      mi rapisce il sussurro prepotente delle onde

      mi perdo nell’immensità del blu racchiusa fra le ali del cielo

      Sento sulle labbra baci di sale

sono nella culla del mare

t.

 

V


V come....

Ventre

Verde

Vittoria

Volo

Verità

Valore

Viaggio

Vaniglia

Viso

Vecchio

Vuoto

Vergine

Vacanza

Verbo

Vagabondo

Voce

Vela

Vento

Vulture

V come...Vita

 

immagine

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 46
 

FERMATE IL MONDO!

 tutto gira vorticosamente
veloce
il tempo passa
volti
emozioni
dolore...
sorrisi...
luce
colori

dopo la consapevolezza della morte
                    la consapevolezza della vita

           la vita!
           mi è scoppiata fra le mani
           il mare più verde
           il cielo più azzurro
           i sapori....più intensi....
           tutto amplificato...
                                 tutto gira
                                 e io sono qui
                                 ferma
                                 con i miei pezzi
                                 in attesa
                                 che qualcosa accada
le ali cucite
i piedi inchiodati
l'anima in gabbia
la voglia di volaRe
                mentre continuo a stringere....
                               stringo
                           i miei pezzi

         FERMATE IL MONDO


  V O G L I O   S C E N D E R E !

Vorrei fuggire via

da me

ma ovunque andassi

io ci sarei

dietro le mie mani

davanti ai miei occhi

dentro le mie lacrime

non esiste un luogo

dove io non ci sia

outils webmaster Visitor Map


 

Messaggi di Dicembre 2007

anno vecchio

Post n°196 pubblicato il 27 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: t.


(Foto: Johannes Barthelmes)

E' finito un anno.

Un altro anno.

E' tempo di

rispolverare memorie antiche

archiviare nuovi insuccessi

ricordare le piccole conquiste

accettare vecchie cicatrici

apprezzare i miglioramenti

affidarsi, ancora, alla speranza

perdonare i miei errori

comprendere quelli degli altri

desiderare ancora ancora ancora e ancora

e sognare.

Continuerò a sognare. 

Ma continuerò a ricordare che, a volte, la realizzazione dei propri sogni significa la distruzione di quelli degli altri....

t.

 Buon anno!        


Non riuscirò a passare a salutare i miei bloggher amici nè a rispondere a messaggi e commenti. Lascio qui, ora, un abbraccio e un bacio a ciscuno di loro, col cuore. Tanti auguri amici miei, ci vediamo l'anno prossimo! Tam

 
 
 

Post N° 195

Post n°195 pubblicato il 23 Dicembre 2007 da MareMatta















 
 
 

Basta poco.....

Post n°194 pubblicato il 23 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: t.



...un raggio di sole che illumina  lo sguardo...

...l'immagine di un volto che ricorda un desiderio...

...la brezza marina che bagna la pelle...

...un sorriso che saluta la vita.

t.

(ma anche delle scarpe comode hanno un loro perchè :)

 
 
 

spirito natalizio

Post n°193 pubblicato il 20 Dicembre 2007 da MareMatta
 


NATALE

Il piccolo Gesù si alzò dalla mangiatoia e vedendo tutte quelle pecore, disse: "Tanto non dormo".

("Nuovi momenti catartici" Flavio Oreglio)


 

 
 
 

asimmetria

Post n°192 pubblicato il 19 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: t.


(Foto: Baciar)

Sono una donna asimmetrica.
Ho un linfedema alla gamba sinistra. Quindi la gamba sinistra è, a seconda dei giorni,  dello scirocco della tramontana,  di quanto sono grassa o magra,  da quanto mi curo o mi trascuro, più gonfia o molto più gonfia dell'altra.
anche la caviglia sinistra è più voluminosa della destra.
e il piede sinistro più tondo dell'altro.
La gamba sinistra ornata di cicatrici belle e brutte.
la gamba destra liscia come una pesca.
Quando mi trucco vedo un occhio impercettibilmente diverso dall'altro.
Ho la riga ai capelli di lato.
Un seno più piccolo (!) dell'altro.
Il mignolo della mano destra è rotto.
Quello della mano sinistra no. 

Ho un po' di astigmatismo miopico distribuito equamente ad entrambi gli occhi. Sono andata a ritirare gli gli occhiali da sole nuovi da Alfredo, l'ottico. Tutta contenta appena arrivata a casa sono corsa davanti allo specchio ad ammirarmi un po' (ma proprio un poco).  Cavolo, sono un pò storti sul viso. Torno dall'ottico.
- Alfredo sistemami gli occhiali guarda vedi sono storti.
- Ok, dammi qua.............. prova ora
- No Alfredo, non ci siamo vedi? qua stanno più su e qui più giù.
- Dammi qua................................. prova ora
- Niente Alfredo, ancora. Dai, guarda, sono asimmetrici, ma non lo vedi?
- .............
- .............
- tam non sono gli occhiali......
- ....?
- ....è la faccia...
- ....
- ....
- ....fanculo alfredo!

 
 
 

Tra chiaro e oscuro

Post n°191 pubblicato il 18 Dicembre 2007 da MareMatta
 


(Foto: Mark Tucker)



Tra chiaro e oscuro c'è un velo sottile
Tra buio e notte il velo si assottiglia.
Tra notte e nulla il velo è quasi impalpabile.
La nostra mente fa corporeo anche il nulla.
Ma è allora
che cominciano i grandi rovesciamenti,
la furiosa passione per il tangibile,
non quello elefantiaco, mostruoso
che nessuna mano può chiudere in sè,
ma la minugia, il fuscello che neppure
il più ostinato bricoleur può scorgere.
Il Leviatano uccide, non può crescere oltre
e scoppia,
ma quello che ci resta sotto le unghie
anche se usciamo appena dalla manicure,
quello è ancora la prova che siamo polvere
e torneremo polvere e tutto questo
è polvere di vita, il meglio e il tutto.


("Tra chiaro e oscuro" Eugenio Montale. Diario del '72)



 
 
 

caso

Post n°190 pubblicato il 16 Dicembre 2007 da MareMatta
 

  
(Foto: Podorka)



"       Ma non è invece giusto il contrario, che un avvenimento  è tanto più significativo e privilegiato quanti più casi fortuiti intervengono a determinarlo?
         Soltanto il caso può apparirci come un messaggio. Ciò che avviene per necessità, ciò che è atteso, che si ripete ogni giorno, tutto ciò è muto. Soltanto il caso ci parla. Cerchiamo di leggervi dentro come gli zingari leggono le immagini formate dai fondi di caffè in una tazzina.
        (...) Non certo la necessità, bensì il caso è pieno di magia. Se l'amore deve essere indimenticabile, fin dal primo istante devono posarsi su di esso le coincidenze, come gli uccelli sulle spalle di Francesco D'Assisi."

("L'insostenibile leggerezza dell'essere" Milan Kundera)
   

                        Le coincidenze sempre mi sorprendono, mi agitano, mi eccitano, mi fanno fermare a pensare.  Il caso è  frutto del caos del mondo, una meteora sparata che mi colpisce senza mira?  O è  piuttosto un  messaggio che l'universo lancia come un sassolino alla finestra della mia vita, come un soffio nei capelli che mi fa voltare all'improvviso, come scoprire che la mia strada si è incrociata per un momento con un'altra.
                        Un pensiero si incrocia con un viso,  un sogno si colora all'improvviso della tinta di un incontro, parole che si fondono dietro un ulivo, desideri che si materializzano nella chimera di un altro.
                       
La sincronicità delle coincidenze assume i toni della seduzione  nella mia anima fuori tempo, in una vita perfettamente spalmata sulla normalità.

t.

 
 
 

spirito natalizio

Post n°189 pubblicato il 14 Dicembre 2007 da MareMatta
 

Buon fine settimana!

 
 
 

tempo

Post n°188 pubblicato il 13 Dicembre 2007 da MareMatta
 


(Foto:Jean Jacques André)

          Il tempo vola sempre più rapidamente, come se superando i quarant'anni tutto si contraesse intorno a lei. sarà un effetto della relatività generale? Sì, forse sì: la massa delle esperienze è inversamente proporzionale all'energia che rimane per viverle, perciò se l'orologio biologico si avvia verso la mezzanotte perdendo colpi a ciascun nuovo scatto di lancetta, è naturale avere questa sensazione che il tempo soggettivo acceleri e lo spazio concesso si riduca.


("La bruttina stagionata" Carmen Covito)

 
 
 

without

Post n°187 pubblicato il 13 Dicembre 2007 da MareMatta


(Foto: Torsten Brandt)




Love me without fear

Trust me without questioning

Need me without demanding

Want me without restrictions

Accept me without change

Desire me without inhibitions



(Dick Sutphen)

 
 
 

finchè il mare non ti fluisce nelle vene

Post n°186 pubblicato il 11 Dicembre 2007 da MareMatta
 


(Foto: Nikola Borissov)

Non gode il mondo al modo giusto…
finché non diventi intimo di quel nulla ombroso da cui è stato creato il mondo…
finché il mare non ti fluisce nelle vene,
finché non ti vesti di cieli e non ti incoroni di stell
e…


Thomas Traherne

 
 
 

Spirito natalizio...

Post n°185 pubblicato il 10 Dicembre 2007 da MareMatta
 

(Se proprio vuoi leggere clicca sull'immagine :)

 
 
 

Domani

Post n°184 pubblicato il 09 Dicembre 2007 da MareMatta
 

Apro la finestra. Ho bisogno d'aria. L'aria che mi graffia, l'aria che mi strozza, l'aria che si arrampica, aria che fatica a raggiungere i polmoni. . Mi verrebbe di infilare la mano in gola e spingerla in fondo. Ma non ho la forza.  Sento perle di sudore sul viso,  alcune si impigliano nelle ciglia...si potrebbe pensare che siano lacrime. Ma io non ho il permesso di piangere. E' altamente sconsigliabile ammalarsi di cancro perchè si perde il diritto di piangere.
Forte.
Devo essere forte. E morire. Non riesco a muovere il volto. Forse per il vento freddo che mi picchia, sembra  voglia entrare tutto dalla finestra aperta.  Mi schiaffeggia il viso, anche i rivoli di sudore che scendono lungo il collo e sulla schiena tremano. Apro lentamente la bocca, spero che il vento riesca ad attraversare la gola e  raggiungere i polmoni, sgonfi come palloncini bucati. Sento sbattere alcune porte, una voce mi esorta a chiudere i battenti. Non mi muovo. Non ne sono capace, ci provo. Ma è uno sforzo troppo grande, ho energie solo per stringere quel filo sottile che costringe la mia testa e impedisce ai miei pezzi di esplodere.  La camicia si è incollata al corpo ormai madido di sudore. Non sento più il mio corpo. La faccia del medico parla chiaro, gli sguardi dei parenti parlano chiaro, le bugie che mi hanno detto parlano chiaro,  le statistiche parlano chiaro, e lei, lei che me lo ha detto nel modo che avevamo stabilito, parla chiaro.
Morirò.
Ma io non voglio morire. Ho ancora tante cose da fare. Grandi e piccole cose. Cose importanti e cose inutili. Non voglio sapere che morirò. Non voglio sapere che non avrò più tempo. Che non potrò dire domani. Che non udrò i miei figli ridere. Che non potrò  attraversare l'arcobaleno.  Non posso aspettare la morte. Morire un po' ogni giorno. Fino a quando comincerò a soffrire dolori atroci che mi faranno ingoiare la lingua. Fino a quando i polmoni si riempiranno di liquido e sarà sempre più difficile respirare. Fino a quando perderò la sensibilità dello sfintere e mi riempirò di merda fino al collo e non sarò in grado di lavarmi da sola.  Fino a quando sentirò la vita sfuggirmi piano lentamente inesorabilmente senza che possa far nulla per trattenerla. Morirò ogni giorno un po'. Che tempo è quello dell'attesa? E' un tempo nullo.  Un tempo in cui non avrò il tempo di abituarmi all'idea che morirò. Come farò senza il mondo? E come farà il (mio piccolo) mondo senza me? Loro come faranno senza me? Il terrore lascia il posto al dolore. Tutto il dolore che proveranno i miei figli per tutta la vita, ogni volta che mi cercheranno nei sogni, ogni volta che urleranno dove sei? perchè te ne sei andata? Abbiamo bisogno di te e tu non ci sei, tutto il dolore diluito in due vite per due vite intere, è tutto il mio dolore adesso. Concentrato in un unico immenso dolore che mi devasta. Vacillo.

Sento pietre di freddo entrare nelle ossa.
Non posso aspettare la morte. Guardo giù. Il vuoto mi chiama. Sono 4 piani...basteranno a spezzare l'attesa. Mi butto. Muoio perchè non voglio morire.
Madre di Dio, aiutami a non aspettare.
Aiutami ad aspettare.
Aiutami.
Chiudo la finestra. Pietre nelle ossa. Pietre nella pelle. Pietre nelle vene.  Mi volto a fatica. Indosso la maschera. Sono forte. Non è nulla. Aspetterò domani.

(25-10- 2004. Ospedali Riuniti di Foggia )

Giù la maschera. Finalmente ho urlato. Ora posso dimenticare.

La statistica non è una scienza esatta. 
E io  non sono morta di cancro. Il melanoma non è più nel mio corpo. Fuori, oggi,  anche dalla mia anima. 

t.

 
 
 

rosso

Post n°183 pubblicato il 06 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: rosso


(Foto: Graca Loureiro)



                                     

i rossi sono in via d'estinzione...


                                                     ...........................


                                                                    
                                                                            .....mi sento molto panda


(con i cerchi in lega però)


                                                 

 
 
 

Post N° 182

Post n°182 pubblicato il 06 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: t.




                 Si balla

                            sempre

                                           in

                                                   uno

                                                              sguardo




 
 
 

D come...

Post n°181 pubblicato il 03 Dicembre 2007 da MareMatta
 
Tag: t.


(Foto:  Daniel Ladwig)

Dicembre

Desiderare

Demonio

Disegno

Daccapo

Dannazione

Dialogo

Disordine

Davvero

Delusione

Davanti

Donare

Debole

Decolletè

Dubbio

Danza

Dimenticare

Dietro

Decidere

Dolce

Dimagrire

Dare

Divino

Domanda

Droga

Donna

D come... Domani

 
 
 

cosa?

Post n°180 pubblicato il 01 Dicembre 2007 da MareMatta
 

          
(foto:  ALTphotos/Marta Laura)     


      La sigaretta è il tipo perfetto di un piacere perfetto. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più?

("Il ritratto di Dorian Gray" Oscar Wilde)



(Foto: Alin Ciortea)

  

La risposta sorge spontanea.....



 
 
 
 

Niente come il mare
mi fa sentire ovunque
e in nessun posto senza confini

Niente come immergermi nel silenzio del mare
mi fa sentire leggera e libera

Finalmente rilassata in una dimensione
senza tempo e senza pensieri

Niente come l’orizzonte del mare
mi fa guardare lontano e vedere così vicino

Come nel palmo della mano            
                                                          t. 

 

 

                     In questo profondo silenzio

                      ascolterò la voce del mare

immagine 

 

 

TAG

 
 


Non gode il mondo al modo giusto…
finché non diventi intimo di quel nulla ombroso da cui è stato creato il mondo…
finché il mare non ti fluisce nelle vene,
finché non ti vesti di cieli e non ti incoroni di stell
e…
(Thomas Traherne)

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tekilalstudio.varrialedironza.andreabepmuzdomenic.giulianipaolabalsamo1956cristianoangelina.61volpoca0menta_mentevigileurbano1954Aurora_stlezionidipiano6PerturbabiIelorenzo.dionigiass.grazie
 

ULTIMI COMMENTI

Quel sorriso...indimenticabile! Carlo
Inviato da: cosca0
il 26/04/2011 alle 12:09
 
Ora comprendo...e onestamente mi pento ma già ho chiesto...
Inviato da: Giusy
il 26/01/2011 alle 14:04
 
davvero?? per cosa... ti manca marematta. anche a me, mi...
Inviato da: MareMatta
il 15/10/2010 alle 13:49
 
...che peccato... :(
Inviato da: AbrahamVanElsing
il 11/10/2010 alle 22:31
 
Ciao tesoro...ti lascio un bacio infinito!!!
Inviato da: Cindyli
il 24/06/2010 alle 00:03
 
 

PREMIO D ECI E LODE

------------------------------------------

Ho ricevuto questo attestato di gradimenento da Cindyli con questa motivazione: "per il suo modo di essere totate e la straordinaria capacità di creare parallelismi tra ironia e intensità di pensiero--->- @ -<---    da eroico.aviere con questa motivazione (?): "Minchia...stavo dimenticando di ringraziare Marematta: ma la cosa incredibile è che non se ne sarebbe accorta nemmeno lei!"   --->- @ -<---   da florinera con questa motivazione: "ha la forza del mare nella sua lotta. e` ironica ed intelligente. una donna del Sud."   --->- @ -<---  e  da  belloedannato76    

 
 da paolavolpoca con questa motivazione: "perchè LEI per averlo sarebbe disposta anche a pagare. Perchè nella vita sono i bassi che mettono in rilevnza gli altri Perchè in fondo è solo il primo Quadrimestre Perchè l'armatura da cavalieressa, per quanto stretta, la fa bella un figurino
Con i poteri di cui sono investita CONFERISCO l'ambito
Riconoscimento QUACCIOEMEZZO alla semper cavalieressa Marematta"

I MIEI PREMI SONO A FONDO PAGINA

 

--------------------------------------

--------------------------------------

Come Away With Me

http://www.youtube.com/watch?v=aBKcKQHZXks

immagine

Come away with me in the night
Come away with me
And I will write you a song

Come away with me on a bus
Come away where they cant tempt us
With their lies

I want to walk with you
On a cloudy day
In fields where the yellow grass grows
knee-high
So wont you try to come

Come away with me and we'll kiss
On a mountaintop
Come away with me
And i'll never stop loving you

And I want to wake up with the rain
Falling on a tin roof
While I'm safe there in your arms
So all I ask is for you
To come away with me in the night
Come away with me

Norah Jones

 

 

Chiudo gli occhi

Il mondo è fuori

Vedo il tuo viso

Sento il tuo odore

Le tue mani nelle mie

La pelle brucia

E il tuo sguardo azzurro

Si riempie di me...

mi specchio nei tuoi occhi

Mai così bella

Cosi amata

Desiderata

Non ti ho avuto mai

Eppur

Sei mio

E io

Tua

 
 

 


Ti ho spogliato mille volte
attraverso i miei pensieri
ti ho baciato mille volte
immaginando le tue labbra
ho ascoltato la tua voce mille volte
mentre sognavo di passare
le mani nei tuoi capelli

E sarà sempre così
con il desiderio che arde
più della ragione
e il corpo che chiede
e non vuole spiegazioni
vuole che sia
un attimo infinito
...io con te...




Le tue braccia intorno a me

Le mie mani con te

stringimi

un brivido caldo

percorre il mio corpo

Un intima morsa

fa aderire l'anima e la pelle

Un'unica cosa

un fremito

un sospiro

un respiro

Stringimi

seguo la scia delle tue carezze

le mie braccia intorno a te

le tue mani con me

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova