Community
 
gratiasalav...
Sito
Foto
   
 
Creato da gratiasalavida il 09/09/2007

Rubra domus

Paole parole parole

 

 

In dispari

Post n°2195 pubblicato il 23 Luglio 2014 da gratiasalavida

In dispari...

 
 
 

Il vento

Post n°2194 pubblicato il 23 Luglio 2014 da gratiasalavida
 

Asciutti

gli occhi

delle donne.

Le gonne, scure,

il vento le dipana in pianto

anch'esso

asciutto

come il canto

di una estate morta.

L'albero

della vita

ha perso

foglie.

Non le raccoglie

il vento.

Non evoca

la brezza

che la sorte

spezzata

da un addio.

Dove dimora

terra

senza

Pace

l'estate

si consuma presto:

in mormorio

di vento

asciutto.

 
 
 

In dispari...

Post n°2193 pubblicato il 13 Luglio 2014 da gratiasalavida

In dispari...

 
 
 

Give Peace a chance

Post n°2192 pubblicato il 13 Luglio 2014 da gratiasalavida

Presumo che amassero la vita.

Anzi, ne sono certa.

Tutti i ragazzi poco più che adolescenti amano la vita, e quei quattro ragazzi, di cui ho impressi nel ricordo gli occhi vispi e i sorrisi da bambini appena appena cresciuti, molto probabilmente la amavano.

Probabilmente erano innamorati.

O forse no.

Forse ancora non avevano conosciuto la ragazza che ti fa battere forte il cuore, la cui sola vista ti mozza il respiro.

Probabilmente erano cresciuti in fretta.

Vivere in un'area dove la guerra è perenne non ti permette di crogiolarti a lungo nella inconsapevolezza dell'infanzia.

Probabilmente erano cresciuti in fretta, ma senza perdere quella freschezza  di sguardo, quella luce viva negli occhi che rende gli adolescenti di tutto il mondo bellissimi.

Bellissimi anche quando magari non sono belli nelle fattezze.

Quei quattro ragazzi erano belli. Anzi bellissimi.

E probabilmente cercavano di vivere la loro vita nel migliore dei modi possibili, come sempre si cerca di fare quando la vita è sul punto di sbocciare e offrire i doni più preziosi.

Gli adolescenti vivono sempre nell'aspettativa dei doni preziosi che la vita tiene in serbo per loro, anche quando si ha la consapevolezza di vivere in un'area di guerra.

Credo che il fatto di vivere in un'area dove la guerra è perenne, anzi, amplifichi

l'amore per la vita e le aspettative sulla vita.

Un dono reso ancora più prezioso dall'incalzare della morte.

Gli adolescenti non pensano mai alla morte.

Avranno avuto, quei quattro ragazzi, i loro momenti di malinconia, di fragilità, di paura,

di incertezza.

Perché l'adolescenza è un'età in cui la luce piena è venata talora di ombre.

Tanto più in un'area ove le ombre lunghe della guerra rischiano, in ogni momento, di dilagare nel campo del possibile e dell'auspicabile, che è il campo aperto ove si spiegano e si dilatano i sogni a occhi aperti degli adolescenti.

Quattro ragazzi bellissimi.

Non ho scritto tre israeliani e un palestinese.

Ho scritto "quattro ragazzi".

Sono convinta  che se si fossero potuti incontrare in un campo neutro, il campo aperto

del possibile e dell'impossibile, ove si spiegano e si dilatano i sogni a occhi aperti degli

adolescenti, di tutti gli adolescenti della terra, se si fossero potuti incontrare, si

sarebbero piaciuti.

Sarebbero andati insieme, tutti e quattro, in cerca di ragazze.

Avrebbero gioocato insieme a calcio, o a ping pong.

Avrebbero ascoltato la stessa musica, magari.

E avrebbero ballato insieme, fino a stordirsi.

Fino a notte fonda.

E magari si sarebbero innamorati tutti e quattro della stessa ragazza.

E si sarebbero picchiati, come spesso accade tra gli adolescenti, quando si picchiano

per rivalità in amore.

E poi avrebbero dimenticato il motivo per cui si erano picchiati.

E sarebbero andati a bere una birra insieme.

Come spesso capita, tra gli adolescenti.

Presumo, anzi, ne sono certa, che quei quattro ragazzi amassero tenacemente la vita.

Sono stati uccisi, quei quattro ragazzi, in nome di una guerra perenne.

Chi li ha uccisi non ha avuto alcun riguardo per la loro età, per i loro visi freschi di

ragazzini appena sbocciati all'adolescenza, per i loro sentimenti.

Chi li ha uccisi, da una parte e dall'altra, voleva un pretesto per costringere una

guerra perenne a impennarsi in una parabiola ascendente.

Se quei ragazzi avessero saputo di morire per diventare il pretesto utile a incrudelire

una guerra già fin troppo crudele, credo sarebbero morti due volte.

L'amarezza, li avrebbe uccisi, prima ancora che la mano dei carnefici.

Pace.

Una parola forte.

Una parola forte che sicuramente trovava accoglienza nelle pieghe segrete dei sogni

più reconditi di quei quattro ragazzi.

Nel campo aperto dei sogni, anche l'impossibile trova accoglienza.

Nel campo aperto dei sogni, ne sono certa, trovava accoglienza anche il sogno

impossibile di una pace possibile.

Quei quattro ragazzi sono morti, massacrati da mani guidate da menti che hanno

perso la capacità di sognare.

Quando si guarda alla realtà con occhi resi opachi dalla incapacità di sognare, la realtà

diviene un ambito ristretto, così miserabilmente ristretto da sembrare un budello.

In un budello non ci sono orizzonti da guardare.

In un budello si diventa ciechi.

Mi piacerebbe.

Mi piacerebbe che ai morti fosse concesso di parlare.

Quei quattro ragazzi non ci sono più.

La guerra, invece, c'è ancora e vive una fase di espansione.

E quei ragazzi, divenuti pretesto per incrudelire la guerra, sono morti due volte.

Perché, ne sono certa, se ai morti fosse concesso di parlare, quei quattro ragazzi

morti proferirebbero

una sola parola.

Pace.

 

 
 
 

In dispari...

Post n°2191 pubblicato il 03 Luglio 2014 da gratiasalavida

In dispari...

 
 
 
Successivi »
 

NOTA DELL'AUTRICE DEL BLOG

Tutti i testi qui pubblicati

sono esclusivo frutto della mia creatività. Cinzia M.

Tutti i diritti sono riservati.

Ho scorto su You Tube un canale intitolato Rubra Domus.

Non ha a che fare con me, che sono unicamente l'autrice

di questo blog e dei testi che vi sono quotidianamente

inseriti.

Cinzia M.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Libra.Menteziryabbaramon0red67agoscardellestellebelladinotte16daniela19712011gratiasalavidaje_est_un_autreQuaaaludeprocino995MarquisDeLaPhoenixdocilenellanottegiovannazadra
 

ULTIMI COMMENTI

Belle parole Cinzia...ciao buon pomeriggio
Inviato da: red67ag
il 23/07/2014 alle 13:33
 
Per chiunque mi abbia inviato dei messaggi: non riesco a...
Inviato da: gratiasalavida
il 23/07/2014 alle 09:06
 
Vedo molta assuefazione a queste tragedie Cinzia...in altri...
Inviato da: red67ag
il 14/07/2014 alle 15:29
 
Come sempre sai andare in fondo alle cose ma non basta a...
Inviato da: lorifu
il 13/07/2014 alle 18:37
 
:-)
Inviato da: gratiasalavida
il 13/07/2014 alle 16:39
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom