Petre & Palore

Una parola una pietra in un fiume gelido.Un'altra pietra.Dovrei avere più pietre per passare dall'altra parte

 

 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

una storia narra di un grande signore che chiese ad un...
Inviato da: PerturbabiIe
il 11/01/2016 alle 14:03
 
Ho camminato sotto il bosco improvvisa si aprì la Grande...
Inviato da: alfazulu31
il 23/12/2013 alle 17:56
 
anche i tuoi auguri lo sono ;)
Inviato da: ladymiss00
il 30/11/2013 alle 20:04
 
grazie
Inviato da: ladymiss00
il 30/11/2013 alle 19:57
 
Splendide pennellate...:-))) per un giorno così speciale....
Inviato da: lightdew
il 29/11/2013 alle 09:13
 
 

LA PERFEZIONE È TERRIBILE...

"Pensa. Ne sei capace. Sopratutto non devi fuggire nel sonno-dimenticare i dettagli - ignorare i problemi - costruire barriere fra te e il mondo e le allegre ragazze brillanti - ti prego, pensa, svegliati.

 

Sylvia Plath

 

TAG

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

« dalle parti dell'arte

18 ottobre

Post n°53 pubblicato il 24 Febbraio 2014 da ladymiss00

 

"Ma lui ci lasciava. Se ne andava lontano, in altri luoghi, altri posti, altri angoli a noi sconosciuti. Leggeva disteso sul divano e a un certo punto distoglieva gli occhi dalla pagina: era il momento in cui cominciava a pensare, a immaginare qualcosa. Allora intuivo che nella persona a me nota come mio padre c'era un altro mondo ancora, completamente diverso, a me irraggiungibile; indovinavo che lui stava sognando un'altra vita, e questo mi turbava. (...) Questa non è la somiglianza della mano, del braccio, del polso, o del neo sulla schiena. A farmi rabbrividire è un fatto: la morte di ogni uomo comincia con quella di suo padre." (Orthan Pamuk, "Altri colori")

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/Tarantulae/trackback.php?msg=12665908

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> Turismo musicale su BLOGGO NOTES
Ricevuto in data 06/03/14 @ 10:22
Ieri sera sono andato a Fusignano (RA) al Teatro Moderno ad ascoltare i Viale Mazzini. 374 km per...

 
Commenti al Post:
PerturbabiIe
PerturbabiIe il 11/01/16 alle 14:03 via WEB
una storia narra di un grande signore che chiese ad un monaco zen, maestro di calligrafia, di scrivere una frase di buon augurio per la sua famiglia...
quando aprì la carta di riso, restò così male che voleva far uccidere quel monaco che si era preso gioco di lui. infatti lesse:
"vi auguro che vi muoia prima il nonno, poi il padre, poi che muoiate voi, poi il figlio e dopo di lui il nipote"
dicono che sopravvivere ai propri figli sia il dolore più grande...
infatti, quando ci muore un coniuge si è vedovi
quando ci muore un genitore, si è orfani...
quando ci muore un figlio si è .....
(non esiste la parola in nessuna lingua del mondo)

ciao
:)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: ladymiss00
Data di creazione: 22/12/2011