Creato da annaxxxxx il 03/03/2009

DASEIN

Sono al mondo per esistere. Finora ho solo vissuto, non mi sembra poco...

 

Du bist ein wahrer Lichtkämpfer

 

 

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

 

Mein Herz schlägt links (2 3 4)

Post n°130 pubblicato il 02 Dicembre 2012 da annaxxxxx

Sei mai stata nel fuoco ? Sei mai stata di fuoco ? Se non ti è capitato non puoi sapere cosa significa bruciare. Hai mai provato a spegnere un incendio ? Non puoi arrestarlo da sola, non senza mezzi adatti. Dopo il suo passaggio niente è più come prima, tutto si trasforma. Se lo lasci andare farà quello che sa meglio fare, lascialo libero solo se poi sai come fermarlo, altrimenti verrai trasformata in cenere anche tu.

 

Si dice "il cuore ha ragioni che la ragione non comprende", ed è certamente vero. Ma la vita vissuta non autorizza questa separazione tutta razionale fra ragione e sentimento, esiste un tertium datur che sta sopra e attorno quei due che si credono i soli indiscussi protagonisti: il corpo, senza il quale ogni discorso che avanzi pretese di comprendere o definire non ha gambe su cui reggersi. Se ci si tuffa dal trampolino ci si può aspettare di precipitare verso il basso; questo può capitare se si spegne la luce della razionalità e ci si lascia cadere nella spirale dei sensi. Ma cadere non è termine adatto, sottintende un basso dei sensi quasi contrapposto all’alto della ragione, mentre lo spazio in cui si muovono è semplicemente pluridimensionale. Stanno in posti diversi, separati ma comunicanti, con una zona grigia condivisa da entrambi. Hanno però leggi e maniere di esprimersi diversi, funzionano in modo disomogeneo e soprattutto con scopi a volte inconciliabili. Le radici dell’albero sono animali, la loro essenza è sopravvivenza e appagamento, i sensi apparterrebbero di diritto a questa sfera, con le stesse radici. Fanno il loro dovere quando mi portano a fare il salto pericoloso sull’abisso. Altro non so. 

 
 
 

11.11.11

Post n°129 pubblicato il 18 Novembre 2012 da annaxxxxx

"Wohin gehst du ? Hier ist nichts mehr frei: das ist mein Land ! Mein Land vertrieben, mein Land vertreiben, mein Land vergessen ! Nirgends kann ich bleiben."


 
 
 

SuperMarch

Post n°128 pubblicato il 22 Novembre 2011 da annaxxxxx

Lacci e lacciuoli che imprigionavano la nostra stanca economia hanno finalmente trovato il Supereroe che tutto scioglie e libera. Ciò che finora è passato sotto il presuntuoso nome di Diritto del Lavoro è finalmente smascherato come il vero intoppo del meccanismo perfetto. Il mercato basta a se stesso, il sindacato un inutile fardello, i diritti di chi lavora insostenibili pretese. Era ora ! Ad Maiora !

  

"Ich brauche Zeit
kein Heroin, kein Alkohol, kein Nikotin. Brauch keine Hilfe, kein Koffein
doch Dynamit und Terpentin. Ich brauche Öl für Gasolin, explosiv wie Kerosin
mit viel Oktan und frei von Blei... einen Kraftstoff wie Benzin.
Willst du dich von etwas trennen dann musst du es verbrennen. Willst du es nie wieder sehen lass es schwimmen in Benzin. Ich brauch Benzin..."

 
 
 

Pressione bassa

Post n°127 pubblicato il 25 Luglio 2011 da annaxxxxx

[…] Mi fa male la democrazia – questa democrazia – che è l’unica che io conosca. Mi fa male la prima repubblica, la seconda, la terza, la quarta. Mi fanno male i partiti, più che altro TUTTI!

 

[…] questo ignobile carosello. Questo grande, libero mercato delle facce. Facce che lasciano intendere di sapere tutto e non dicono niente, facce che non sanno niente e dicono di tutto, facce suadenti e cordiali col sorriso di plastica, facce esperte, competenti, che crollano al primo congiuntivo. Facce compiaciute, vanitose, che si auto incensano come vecchie baldracche. Facce da galera che non sopportano la galera e si danno malati, facce che dietro le belle frasi hanno un passato vergognoso da nascondere. Facce che ti aggrediscono con un delirio di sputi e di idiozie. Facce megalomani da Ducetti dilettanti, facce ciniche da scuola di partito, allenate ai sotterfugi e ai colpi bassi. Facce che hanno sempre la risposta pronta e non trovi mai il tempo di mandarle a fare in culo. Facce che straboccano solidarietà, facce da mafiosi che combattono la mafia, facce da servi intellettuali, da servi gallonati, facce da SERVI e basta. Facce scolpite nella pietra che con grande autorevolezza sparano cazzate. Non c’è una faccia - neanche UNA - che abbia dentro il segno di un qualsiasi ideale, una faccia che ricordi il coraggio, il rigore... No, c’è solo l’egoismo incontrollato, il denaro, la vita più schifosa dentro queste facce impotenti assetate di potere, facce che ogni giorno assaltano la mia faccia, in balìa di tutti questi NESSUNO.

-

Giorgio, la tua faccia era indubbiamente una cosa importante. Anche quando da lontano era impossibile vederla sapevo com’era: gli occhi mobili, a volte incerti, a volte infuocati; il naso prominente ti dava una certa aria arcigna e un po’ insinuante; la bocca indifesa, morbidamente larga, a tratti sarcastica; una massa di capelli da vecchio clown che ogni tanto ti aggiustavi con mosse nervose. Sapevi tenere perfettamente la scena dall’inizio alla fine dello spettacolo e non ci sono dubbi sul fatto che gli occhi degli spettatori erano incollati su di te. Eppure sul palco non facevi grandi cose, ma avevi quella tua personale, magnifica maniera di essere Personaggio.

 
 
 

Murdered by numbers

Post n°126 pubblicato il 20 Giugno 2011 da annaxxxxx

Titolo alternativo: "c’ho ragione e i fatti mi cosano"

 

Gli aventi diritto al voto sono circa 50.340.000, di cui il 57%  ha votato ai recenti referendum. Questa percentuale corrisponde a 28.700.000 elettori, dei quali il 95% ha votato SI. Quindi 27.250.000 (circa) si sono espressi chiaramente in modo contrario agli indirizzi e alle politiche di governo, rappresentando di fatto più del 54 % del corpo elettorale italiano. Si può facilmente e approssimativamente desumere che il 43% dei non votanti non stia tout court dalla parte del governo e salomonicamente lo divideremo in due, assegnandone metà ai partiti di governo e sommando il resto al 54 % di cui sopra. 54 e 21,5 %  dà come risultato 75,5 % degli aventi diritto al voto in Italia, pari a circa 37.750.000 persone. Ne deriva, per logica, che finora questo Paese è stato governato da una minoranza (di ladri) che non toccava il 25 % del totale, rigorosamente composto da servi e lacchè. In sintesi siamo stati e rimaniamo  - per ora - sotto la Dittatura di una minoranza.

 
 
 

La Metamorfosi

Post n°125 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da annaxxxxx

 

Quando una mattina Gregor Samsa si svegliò dopo sogni inquietanti, si trovò nel suo letto trasformato in un mostruoso insetto.

 
 
 

Sfiduciata

Post n°124 pubblicato il 14 Dicembre 2010 da annaxxxxx

La democrazia, quasi  come l'anarchia, presuppone la condivisione e il rispetto delle regole, senza le quali si risolve facilmente in oligarchia o persino in dittatura. Noi siamo già scivolati dalla prima alla seconda, non voglio pensare quale sia la terza che ci aspetta.

Bisogna sapersela meritare e guadagnare la democrazia, non è roba per gli italani di oggi. Qualcuno diceva che Libertà è Partecipazione, mentre oggi la maggioranza crede che Libertà sia Spartizione. Ogni tanto sogno un governo aristocratico, nel senso letterale greco-antico di governo dei migliori, fanculando così allegramente ogni traccia di politicamente corretto del quale, come diceva Rocco Barbaro, me ne fotto.

 
 
 

Feuersturm in Madison Square Garden

Post n°123 pubblicato il 11 Dicembre 2010 da annaxxxxx

Heute

Hier kommt das wahre Feuer! Amerika, verbeugt dich vor die Ramms+ein Macht !

Nel Paese di tutte le libertà poche sono le speranze di essere veramente liberi. Decadente ogni suono che da esso proviene, libertà di cartapesta e verde carta marcia. Ora, America, ora davvero hai un'occasione di accendere da benzina profumata la fiaccola della Libertà. Cogli al volo, se ancora puoi.

 
 
 

Preparate para el Espectáculo mas impactante y explosivo

Post n°122 pubblicato il 24 Novembre 2010 da annaxxxxx

y luego

November 27, Buenos Aires
November 30, Sao Paulo
December 3, Bogota

December 6, Mexico city

"La banda mas esperada, una ilusión hecha realidad. Un continente en llamas!"

 
 
 

Nostalgia

Post n°121 pubblicato il 26 Ottobre 2010 da annaxxxxx

Splendido sole sulla mia valle, verde giardino della mia salute e del mio riposo, fresca fonte della mia sete, pane gustoso della mia fame, vento leggero sulla mia calura, raggio di luna sul mio sonno tranquillo. "Durstiger und hungriger wird das Herz: und so währet der Liebe Genuß von Ewigkeit zu Ewigkeit. Hätten die Nüchternen einmal gekostet, alles verließen sie, und setzten sich zu uns an den Tisch der Sehnsucht, der nie leer wird. Wo gehen wir hin ? Immer nach Hause."

 
 
 
Successivi »
 

... WENN DER GEDANKE FREI MACHT

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

sei uno splendore più unico che raro.. <3 ich liebe dich
Inviato da: latynloko
il 28/06/2015 alle 00:00
 
Versuch's mal mit...
Inviato da: cmwlupus
il 17/02/2013 alle 19:47
 
Quanto è bello questo trafiletto lo so solo io. Grazie.
Inviato da: Rosecestlavie
il 01/02/2013 alle 17:44
 
Feuerwehr ! Feuerwehr! Das Ein verbrennt.
Inviato da: andrew_mehrtens
il 14/12/2012 alle 13:53
 
Uhhhhh der Körper ging in Flammen auf... "ich bin...
Inviato da: annaxxxxx
il 06/12/2012 alle 14:46