Creato da mdd_m il 09/06/2007
La Campania è la nostra terra, è le nostre radici ma è anche i nostri veleni:CONTRO L'INDIFFERENZA

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

GRAZIE A JOIYCE

 

LETTURE UTILI

 

« Rifiuti: 15 arresti in CampaniaCOMUNICATO STAMPA - CO.RE.RI »

COMUNICATO STAMPA - CO.RE.RI


16 giugno 2009 - Coordinamento Regionale Rifiuti

Brucia rifiuti non a norma, probabilmente anche quelli speciali pericolosi
(che molto spesso sono stati abusivamente "infilati", con la compiacenza
di chi doveva controllare, nelle oramai famose ecoballe campane); non ha
nessuna delle autorizzazioni previste dalla normativa comunitaria
(né
l'AIA, l'Autorizzazione integrata ambientale, concessa "legislativamente"
in deroga, senza consultare la popolazione interessata, né una vera e
propria VIA, Valutazione d'Impatto Ambientale); funziona da quasi tre mesi
in "esercizio provvisorio" senza scadenza e senza collaudo
e senza tutti i
necessari sistemi di monitoraggio dei fumi; produce ceneri pericolose che
al momento non sappiamo dove vengano smaltite. D'altro canto gli unici
dati disponibili sulle concentrazioni di inquinanti nell'aria, rilevate
nei primi due mesi di funzionamento dell'inceneritore dalle centraline
ARPAC di Acerra e San Felice a Cancello, dicono che su 60 giorni di
funzionamento (teorici, visto che diversi sono stati in questi mesi i
giorni di fermo dell'impianto) ci sono stati ben 17 sforamenti.


Comitati e associazioni ambientaliste campane già da anni denunciano
l'inadeguatezza e la pericolosità dell'impianto di Acerra, ma oggi, dopo
meno di tre mesi dalla farsesca inaugurazione in pompa magna, il dato è
lampante.

Per questo il CO.RE.Ri (Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania),
dopo il ricorso straordinario al Capo dello Stato contro le ordinanze che,
in deroga al parere VIA del 2005, hanno illegittimamente autorizzato la
combustione di qualsiasi tipo di rifiuto, in luogo del CDR, ha deciso di
rivolgersi anche alla magistratura penale
affinché faccia luce, una volta
per tutte, sulle responsabilità di chi ostinatamente ha voluto la
realizzazione di quell'impianto, nonostante sapesse che era del tutto
incompatibile con la realtà del territorio acerrano, sproporzionato,
obsoleto, pericoloso per la salute della popolazione; questo al solo scopo
di lucrare parassitariamente sui finanziamenti pubblici CIP6, concessi nel
1992 dal governo italiano, in violazione della normativa europea
, a chi
dovrebbe produrre energia bruciando rifiuti, generando di fatto una
distorsione del libero mercato che ha penalizzato il riciclo dei rifiuti e
ha boicottato la raccolta differenziata.

Stamattina, dunque, tramite lo Studio legale Adinolfi di Caserta, punto di
riferimento ormai irrinunciabile in Campania per le azioni giudiziarie a
difesa dell'ambiente, è stato depositato presso la Procura della
Repubblica di Napoli l'esposto che diversi cittadini campani hanno
sottoscritto a nome del CO.RE.Ri.


Ci aspettiamo che la magistratura napoletana tutta, lasciando da parte le
preoccupazioni sull'impatto politico dell'emergenza rifiuti, sappia
trovare la serenità necessaria per accertare le responsabilità fino ai più
alti livelli di governo disponendo, nel frattempo, il sequestro preventivo
dell'impianto.

CO.RE.Ri. - Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania
Sito: www.rifiuticampania.org
Email: contatti@rifiuticampania.org
Tel: 334-6224313

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ecologico/trackback.php?msg=7238278

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

SEZIONE VIDEO

* ALLARME CIBO AVVELENATO- 12° PUNTATA di "EXIT" su LA7

* IL CANCRO DI NAPOLI, LA7 16/12/07

* REPORTAGE CONTROCORRENTE SKY TG24 RIFIUTI UMANI

* VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA AD ACERRA, CONTAMINAZIONE DA DIOSSINA: ANALISI DI 9 CAMPIONI INDIVIDUALI AD ACERRA E NOLA


QUARTO E PIANURA:LA NAPOLI CHE PROTESTA CIVILMENTE

  
I SITI PROPOSTI DAL GEOLOGO DE' MEDICI E IGNORATI DAL COMMISSARIATO


*IN QUESTA PAGINA I VIDEO DA TAVERNA DEL RE: IL PRESIDIO, LA PROTESTA, ECOBALLI E TAMMORRE, ALEX ZANOTELLI

 Emergenza rifiuti - Tavola rotonda
*I VIDEO DELLA TAVOLA ROTONDA SULLA EMERGENZA RIFIUTI IN CAMPANIA
SVOLTASI IL 23 OTTOBRE 2007




DISCARICA LO UTTARO: RACCONTO PER IMMAGINI


AMICI DI BEPPE GRILLO NAPOLI:MANIFESTAZIONE NAZIONALE 19 MAGGIO


SERRE: CARICA DELLA POLIZIA


CASERTA, CAPITALE DELL'IMMONDIZIA


LO SPAZZATOUR


BEPPE GRILLO AD ACERRA,4GIUGNO2007


INTERVISTA A PAUL CONNET

MARCO TRAVAGLIO, ANNO ZERO 21.02.08


INTERVISTA A WALTER GANAPINI

 

COLONNA SONORA

 

QUANTI SIAMO?

 
























 
 

Ultime visite al Blog

vignetorossoangelostraordinariosavydegiuanna70giubba2007joiycesimonacangianohellodgl5nicolettanicolantonello.fiorefreemmroberto.raovalentinasperatistefaniasimoneStranaMente76
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
immagine
 

 
"Si possono fare contemporaneamente azioni contraddittorie, in un unico refrigerante respiro; sono contro l'azione;per la contraddizione continua e anche per l'affermazione, non sono nè favorevole nè contrario e non do spiegazioni perchè detesto il buonsenso."
Tristan Tzara



 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom