Community
 
cassetta2
   
 
Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 10
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 85
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Nullafacenti

Contatore siti
 

Ultimi commenti

:-D
Inviato da: LaFemmina
il 27/08/2014 alle 18:42
 
Ahahahaha ..... Sei grande!:)
Inviato da: maps.14
il 27/08/2014 alle 11:20
 
Io che sono un fanatico del Nulla, invece, sto tentando...
Inviato da: PRONTALFREDO
il 26/08/2014 alle 23:27
 
Condivido in pieno i commenti delle persone che mi hanno...
Inviato da: giramondo595
il 26/08/2014 alle 11:52
 
Il fanatismo si puˇ sconfiggere con una buona istruzione,...
Inviato da: maps.14
il 26/08/2014 alle 11:48
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

malware_jinxcassetta2Verainvisibilelascrivanadelego.in.teLaFemminablumannaroduca_ombralaura561RudyComaps.14lost4mostofitallyeahEMMEGRACEPRONTALFREDOmilena_norte
 
 

.B.S.R.

il mio blog aderisce al codice di autoregolamentazione che definisce e pone le regole per la responsabilitÓ sociale. Essere socialmente responsabili significa andare di propria volontÓ oltre il semplice rispetto delle norme, investendo nel rispetto degli altri, dell'ambiente e della community. Significa adottare una linea editoriale che pur perseguendo gli obiettivi personali non offende chi la pensa in maniera differente, e rispetta i temi sociali ed ambientali.
 

 

« ||^||||K||e||y|| »

||"||

Post n°3103 pubblicato il 05 Maggio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

 

Alcuni anni fa, politici e ambientalisti dei Paesi Bassi pensavano di aver trovato il modo migliore per produrre energia sostenibile: alimentare i generatori con biocarburanti, in particolare l’olio di palma. Le loro speranze si sono trasformate in “un incubo ambientale”, dice il New York Times: L’accresciuta richiesta di olio di palma da parte dell’Europa ha portato all’abbattimento di vaste aree di foresta pluviale nel Sud-Est asiatico e all’uso eccessivo di fertilizzanti chimici. Le piantagioni sono state create prosciugando e dando alle fiamme torbiere, che hanno liberato nell’atmosfera “enormi quantità” di gas di carbonio. Di conseguenza, dice il Times, l’Indonesia è balzata rapidamente al terzo posto nel mondo per emissioni di carbonio, le quali, secondo gli scienziati, sono responsabili del riscaldamento globale.

Shot: Lonato

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog