Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Et: 13
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 102
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Nullafacenti

Contatore siti
 

Ultimi commenti

Forse!
Inviato da: ITALIANOinATTESA
il 22/10/2017 alle 16:51
 
Ah ah ah buona questa!
Inviato da: jigendaisuke
il 22/10/2017 alle 00:24
 
Insomma, finisce a torte in faccia. Apprezzabile il murales...
Inviato da: jigendaisuke
il 20/10/2017 alle 23:45
 
B anche Superman nella vita di tutti i giorni non fa...
Inviato da: jigendaisuke
il 19/10/2017 alle 12:30
 
...come diventato diffidente libero, avevo dimenticato la...
Inviato da: Marilynlaselvaggia
il 18/10/2017 alle 18:20
 
 

 

« ¤ >>¤ >> »

Turismo musicale

Post n°4204 pubblicato il 10 Giugno 2015 da cassetta2
Foto di cassetta2

Ieri sera sono andato ai Giardini del Cubo Unipol ad ascoltare il repertorio di Fabio Concato, riproposto in chiave jazz, con gli arrangiamenti di Paolo Di Sabatino (piano), Marco Siniscalco (basso) e Glauco Di Sabatino (batteria).
Audio della serata qui: parte 1 e parte 2.

Shot: Bologna

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog