Creato da cassetta2 il 07/11/2003
L'importante è lasciarsi dietro un segno, un qualcosa per farsi ricordare, non importa che sia scritto per sempre su un libro di storia o solo un giorno su un ascensore...
 

Contatta l'autore

Nickname: cassetta2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 14
Prov: VI
 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 102
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Nullafacenti

Contatore siti
 

Ultimi commenti

Vabbè ma quello c'è 360 giorni all'anno
Inviato da: jigendaisuke
il 24/11/2017 alle 14:58
 
Questione di ore
Inviato da: jigendaisuke
il 23/11/2017 alle 15:01
 
Si comincia così e si finisce col cercare gli occhiali...
Inviato da: jigendaisuke
il 22/11/2017 alle 15:50
 
Così non l'hai visto nemmeno mezzo vuoto.
Inviato da: jigendaisuke
il 21/11/2017 alle 15:26
 
Ben conosciuto qui a Genova, anche se mi ha sempre lasciato...
Inviato da: jigendaisuke
il 20/11/2017 alle 16:13
 
 

Messaggi del 20/05/2012

||T||

Post n°3117 pubblicato il 20 Maggio 2012 da cassetta2
Foto di cassetta2

 

I terremoti si sono rivelati nell'ultimo decennio le calamità che fanno più vittime, dice l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di strategie internazionali per la riduzione dei disastri, che ha sede a Ginevra, in Svizzera. Di tutte le persone morte a causa di calamità nel succitato arco di tempo, quasi il 60 per cento ha perso la vita in un terremoto. Questo fenomeno naturale continua a rappresentare un serio pericolo, visto che 8 delle 10 città più popolose del mondo sorgono su linee di faglia soggette a sismi. Negli ultimi dieci anni oltre 780.000 persone sono morte a causa di 3.852 eventi classificati come calamità.

Shot: Susegana