Creato da xraggiodisolex82x il 04/10/2009

Io, funambola

in bilico tra la voglia di tornar bambina e la paura di essere grande

 

 

Quando il Destino ti spinge ad aprire gli occhi ...

Post n°319 pubblicato il 17 Febbraio 2011 da xraggiodisolex82x
 

... ti capita di avere tra le mani un telefono che non è il tuo ...
di sbirciare tra i messaggi, anche se non si dovrebbe ...
leggere e notare che qualcuno di questi si riferisce a te ...
e rimanere delusa di una persona che consideravi una sorella ...

Difficile far finta di nulla quando passi le ore della giornata a stretto contatto ...
Difficile dimenticare d'aver letto ...

Così si rompe un filo e tutti i giorni trascorsi insieme rotolano via e si spargono sul pavimento come le perle di una collana, e tra le perle si frappone una distanza incolmabile.
A guardarle bene, però, ti accorgi che, no, non si trattava di perle, ma di sferette di plastica, e ti chiedi come hai fatto a non notarle subito ...
E' un grave errore che non commetterò più!
E' un costante ricominciare ...
E' un costante ripartire ...
E' un costare ricostruire muri ...

La rabbia è troppa, la delusione pure ...

 
 
 

Io e te ...

... e diventiamo NOI appena ti vedo uscire dagli arrivi.

Ti corro incontro e so bene che i miei occhi sorridono di gioia, perché prendi il mio viso tra le mani e mi baci.
Mi sembra impossibile averti così vicino, toccarti, e fermarmi dieci volte, prima di arrivare all'autobus, per baciarti.
Mi sembra di volare con te, mano nella mano...

Ci si riabitua a vedersi, a baciarsi, a ridere e scherzare e a fare l'amore.
Ma, ogni volta che ci vediamo, il tempo trascorre velocemente.
Odio le partenze. Soprattutto se a partire sei tu.
Dopo quasi tre giorni trascorsi insieme, distaccarmi da te è difficile.
Ti vedo partire, salgo in macchina e guido fino a casa con gli occhi gonfi di lacrime, gridando "Perché?! Perché?!".
Già! Perché deve essere tutto così difficile?!!

Tu sei andato via ma il mio cuore è partito insieme a te.
E i miei pensieri pure, sono con te... e per te.

E adesso non mi resta che aspettare e sperare che queste quattro settimane passino in fretta, che arrivi nuovamente quel momento in cui la tristezza, che inonda il mio cuore quando tu non sei con me, venga spazzata via dalla gioia di poterti riabbracciare.

Quattro, solo quattro settimane!


"... e aspetto il giorno, 
quello che dico io, 
dove ogni tuo passo 
si confonde col mio ..." 
M. Mengoni

 

 
 
 

Three months ...

Non scrivo da tanto tempo qui.
E, mi sembra opportuno lasciare qualche segno...

 

Sono al letto, da sola, ma, quel che è peggio, con la febbre...
Nonostante questo, mi sento bene
Ci sono tante cose, oggi, da ricordare, da cucire su un foglio bianco. 
Tante emozioni, tanti battiti di cuore. 
Una la più frequente: quella sensazione elettrostatica che mi pervase il corpo quel giorno di tre mesi fa, quando lo vidi uscire dagli arrivi dell'aeroporto.
Un bacio sulla guancia e un "come è andato il volo?", sciolsero il ghiaccio, provocando dentro di me una vibrazione inarrestabile. 
Una sensazione questa che ancora oggi, puntualmente, ritorna al solo pensiero.
Per quanto in quell'istante, fossimo l'una accanto all'altro, senza sfiorarci, avevo l'impressione di sentirlo già dentro, come se le nostre ossa si mischiassero e le nostre membra si fondessero in un corpo solo.
Mi bastò un solo tocco, semplicemente che mi prendesse per mano, che si girasse verso di me per baciarmi, per farmi sentire in Paradiso. Sentii l'Amore scorrere nelle vene, pulsare forte il cuore e pensai: "E' lui!"
Lo scrutavo con la coda degli occhi e rubavo ogni immagine, la strappavo di mano al mondo per racchiuderla dentro i miei cassetti.
- Cosa c'è? - mi chiese.
- Sono felice! Risposi.
Anch'io! Ribatté.
Camminare mano nella mano, sulla "mia" spiaggia, visitare castelli o posti a lui sconosciuti, era un tumulto di emozioni; era come se calpestassi quella sabbia o vedessi quei luoghi, per la prima volta, tutto con gli occhi nuovi dell'Amore.
Sono stati i tre giorni più belli della mia vita. 
Fare l'amore per la prima volta è stato semplicemente divino. 
Ho racchiuso quei giorni, per tutti gli altri che passerò senza di lui, dentro un barattolo di marmellata. Ogni tanto, mi basta riaprirlo per sentirne di nuovo l'odore.
Ne sono seguiti altri - per nulla banali né scontati -  e, sono certa, ce ne saranno ancora di giorni belli da vivere insieme, ma l'emozione di quegl'attimi sono sicura che non la dimenticherò mai.
Piano piano ci stiamo amalgamando alle abitudini dell'altro/a, facendole diventare le nostre.
Durante la sua assenza e la nostra lontananza, mi nutro della sua quotidianità.
Immagino le espressioni del suo volto e la faccia che farebbe nel vedermi intenta a viverlo. 
Che sono strana, lo so... assetata di un amore che sembra una favola, talmente bella che mi sembra quasi impossibile. Ma tutto mi risulta più semplice e reale se provo ad immedesimarmi in lui, cercando di sentirlo dentro e sforzandomi di guardare il mondo con i suoi occhi, come se il suo sguardo fosse in grado di rassicurarmi.
Mi fa sentire speciale. Ma la paura che tutto questo questo possa finire è sempre dietro l'angolo. 
La paura di non bastargli, di non riuscire a completarlo, talvolta, mi fa impazzire. 
Sono paure che dovrei non avere, perché il sentimento che, piano piano, stiamo costruendo sembra come pezzi di un puzzle che s'incastrano perfettamente.
Effettivamente, non vale la pena crogiolarmi nel terrore che un giorno, forse, non potremmo più appartenerci.
E' tutto tempo che tolgo a lui e al suo Amore.
Invece, io voglio viverlo!
Voglio viverlo fino in fondo!
Mancano pochi giorni, ormai, per riabbracciarlo di nuovo. Intanto, nell'attesa osservo il cielo dalla finestra.
Mi soffermo a guardare le nuvole che corrono veloci. 
La lontananza fa male, ma, quando posso, me ne sto col naso all'insù: la consapevolezza di essere sotto lo stesso cielo mi da' l'impressione di averlo sempre accanto. Quasi mi sfiorasse il viso con la punta delle dita.
Pensierosa saltello da una nuvola all'altra, cercando di immaginare il momento in cui uscirà nuovamente dagli arrivi e gli andrò incontro.
Allora sorrido, perché pensarlo mi riempie il cuore.
E lui mi riempie la vita.

 

A new day has come 
"... Where it was dark now there's light 
Where there was pain now there's joy 
Where there was weakness, I found my strength 
All in [your] eyes ..."

 

 
 
 

Auguri!

Post n°316 pubblicato il 01 Gennaio 2011 da xraggiodisolex82x
 

"Tossosi" Auguri di Buon Anno!
Tanti germi per tutti...

Per gli auguri in 64 lingue diverse ho delegato Papa Benedetto XVI

 
 
 

Buon anno!

Post n°315 pubblicato il 30 Dicembre 2010 da xraggiodisolex82x
 

Dunque, vediamo un po'... 

Il bilancio di fine anno, a parte la morte improvvisa, a febbraio, di una mia zia, non può che essere positivo. 
Nonostante la maggior parte dell'anno sia trascorsa senza che accadessero eventi particolari, gli ultimi due mesi l'hanno compensato.
Volevo del tempo per me e me lo sono preso, e allo stesso tempo, inaspettatamente, sono stata capace, nonostante le sofferenze degli anni passati, di dedicarlo alla persona che è entrata a far parte della mia vita. 
Ho riso e sorriso tanto. Mi sono tolta un po' di sfizi. Mi sono arrabbiata, qualche volta, ma per motivi futili e a ripensarci mi scappa da ridere. Ho meditato su alcune idee che, credo, potranno incidere sul mio futuro. Penso d'aver fatto al meglio il mio dovere, lavorativamente parlando. Mentre credo d'aver trascurato le relazioni d'amicizia nella prima parte dell'anno, recuperando al meglio nella seconda.
Per il prossimo anno, però, non voglio fare grandi progetti, voglio vivere, giorno dopo giorno, quello che di più bello la vita mi sta regalando, godendo delle piccole cose, come i bambini, anche se l'età non è più quella. 
...

E a voi, a tutti voi che mi avete tenuto compagnia, vecchi/e e nuovi amici/che ...
A tutti voi che avete letto i miei pensieri, assecondandoli e rendendoli vivi con la vostra preziosa presenza ...
A tutti voi che ho conosciuto al di fuori del semplice blog e a voi che non ho mai visto, ma che siete così presenti nello scorrere dei miei giorni ...
A tutti voi che siete virtuali ma anche così reali ... 

auguro un 2011 ricco di Gioie, Sorrisi e Amore

E a te... a te che riempi le mie giornate con la tua costante presenza ...
a te che mi doni l'Amore più bello e dolce del mondo, come mai nessuno ha fatto ...
a te che mi completi in tutti i sensi ... 


auguro un anno pieno di noi e della bellezza del nostro Amore! T.a.

 
 
 

Ci sono...

... sì che ci sono, per gli amici che sono rimasti...

E voglio portarvi a conoscenza di alcuni avvenimenti, di determinati sentimenti e di emozioni, che potrebbero disorientarvi, non avendo aggiornato passo dopo passo questo posto... 

...

E' una settimana che sono andata via da Bologna ed i pensieri vanno, inevitabilmente, ai giorni trascorsi insieme a mon amour e a quest'altri senza di lui.
Il ritorno sull'aereo è stato caretterizzato da nubi e turbolenze, metereologiche ed emotive.
Ho avuto la sensazione che siano successe più cose in quei quattro giorni, che negli ultimi due mesi.

La cosa che più mi fa impressione è che un viaggio può unire e allo stesso modo separare.
Non posso negare che i giorni trascorsi insieme a lui siano stati stupendi. Ho passato momenti che rivivrei mille volte e mille altre ancora, senza stancarmi mai. 
Momenti in cui avrei voluto rimanere lì per sempre.
Non si può spiegare, né etichettare la "bellezza dell'amore" che hanno sprigionato. E' come se fosse sospesa in una dimensione senza pesi e senza misure, nella quale il valore di ogni attimo, di ogni bacio, di ogni gesto, sorriso o parola è indecifrabile. Se queste cose avessero un valore, sarebbe così etereo ed inafferrabile da noi umani.
Mentre ripenso a quei giorni, si sovrappongono immagini di noi in silenzio, dei nostri occhi che parlano mentre mangiamo; di baci rubati, di scatti improvvisi e di passeggiate, mano nella mano, per la città tutta addobbata... 
Ad un certo punto, mi astraggo dal mondo, accantono i ricordi solo per un attimo ed ogni pensiero sparisce, lasciando il posto ad un groviglio di emozioni indescrivibili.
Poi, purtroppo, arrivano anche quei momenti. Momenti d'improvviso sconforto, perché mi manca più dell'aria.
Perché l'aria, automaticamente, entra ed esce dai polmoni anche senza tanto impegno, mentre la sua mancanza entra fin dentro le ossa e sembra non voler uscire e annullare le gioie appena vissute.
Eppure non è così. 
Lo sconforto arriva sì. Ma così come arriva, in un attimo va via, perché accanto ho una persona meravigliosa, capace di prendermi per mano e riportare dentro di me un nuovo equilibrio e quella sensazione di smisurata stabilità e protezione.
Così, mi sento diversa, guardo alla lontananza - il mio nemico - da un'altra prospettiva e mi sento nuova.
Ogni giorno aspetto che sia un nuovo giorno.
Ed ogni giorno, aspettando di incrociare nuovamente il tuo sguardo e sentire il calore del tuo abbraccio, mi fai meravigliare. 
Mi fai credere, sperare. 
Mi fai amare!

"...There's no love like your love, and no other could give more love. 
There's nowhere unless you're there, all the time, all the way..." 
(Bryan Adams)

 
 
 

Essere siciliani

Post n°313 pubblicato il 10 Novembre 2010 da xraggiodisolex82x
 

Tanto tempo fa, mi è arrivata una mail che, esclusivamente per ridere, posto qui di seguito.

[e devo dire che non sbaglia un colpo!]

 

Sei siciliano se, pur non avendo un lavoro e un soldo in tasca, offri il caffè al bar ai tuoi amici

Sei siciliano se, pur non avendo un lavoro scorazzi in giro con il macchinone

Sei siciliano se trovi un secondo del tuo tempo per un sorriso

Sei siciliano se quando incontri fuori dalla Sicilia un tuo concittandino, che prima non avevi mai cag**o in città, ci parli come se usciste insieme da una vita

Sei siciliano quando ti lamenti sempre della tua città e quando sei fuori la vanti come se fosse il paese delle meraviglie

Sei siciliano se ami in modo passionale

Sei siciliano se dai una moneta all'uscita della metropolitana alla vecchina di 75 anni seduta sulle scale a -3 °C

Sei siciliano se sei gelossissimo delle persone per te importanti

Sei siciliano quannu parri cu tutti

Sei siciliano se ti fermi con la macchina a chiaccherare con gli amici, mentre dietro si forma una coda di 500 m che suona, e poi ti arrabbi dicendo: "miii, pi minutu"

Sei siciliano quando non ti tiri indietro a una detta "curnutu" da un un automobilista del nord

Sei siciliano se "cannaluvari" (carnevale) non è solo un nome per indicare una ricorrenza, ma anche un aggettivo per meglio identificare una persona stupida

Sei siciliano se vai a comprare il pane, parcheggiando in doppia fila

Sei siciliano quando dici di non essere permaloso e ti incazzi ad ogni appunto che ti fanno

Sei siciliano quando vivi fuori e dici: "io ca nun ci muoru!"

Sei siciliano quando vivi al nord e, almeno una volta al giorno, hai nostalgia della tua Terra e della sua gente

Sei siciliano se, pur vivendo al nord da più di 5 anni, non perdi una virgola del tuo meraviglioso accento (e tutti ti cugghiunienu!)

Sei siciliano se i tuoi parenti hanno iniziato a prepararti il corredo del matrimonio da quando sei nata

Sei siciliano se, vivendo al nord, almeno una volta al mese ricevi un pacco dalla mamma con tutte le prelibatezze sicule.

Sei siciliano se dici che studi a rrroma e fai la dddoccia tutti i ggiorni

Sei siciliano se hai almeno un album dei Tinturia, ovviamente masterizzato

Sei siciliano quando a Milano cerchi l'arancino, i cannoli e u pani che panelli

Sei siciliano se quando non mangi arancini, cannoli o cassata per un mese, hai una crisi d'astinenza

Sei siciliano se per te gli arancini sono le arancine!

Sei siciliano se per te Francesco è Cicco, Antonio e 'ntoniu, Antonino è Ninu, Domenico è Minicu, Giuseppe è Peppi, Giovanni è Ghiuvanni, Vincenzo è 'nzinu e Leonardo è Nardo.

Sei siciliano se per fare 100 m prendi la macchina

Sei siciliano se mangi le teste di turco pur non essendo un cannibale

Sei siciliano quando in una situazione di pericolo esclami: "matri!!!"

Sei siciliano se passi col rosso pensando che il semaforo sia solo un consiglio

Sei siciliano se la tua colazione estiva è a base di granita e briosche

Sei siciliano se appena ci sono due nuvole in cielo... "minchia che tempo di merda!"

Sei siciliano se uno che si rompe la gamba, cadendo dalle scale, diventa uno che ... è stato buttato giù dalle scale dalla sorella del suo migliore amico che era stato tradito dalla ragazza per colpa sua ed era entrato in depressione, e non si  è rotto solo una gamba, ma anche un braccio, due costole, il naso e ha la faccia tutta "sgrifata"

Sei siciliano se per dire "mannaggia a te", la prima cosa che ti viene in mente è "Ti manciassiru i cani"

Sei siciliano se per te "ho la pelle d'oca" è "m'arrizzunu i carni"

Sei siciliano se, arrivando dal nord a Villa S. Giovanni, appena vedi la Sicilia ti si stampa sul viso un sorrisone a 64 denti

Sei siciliano se non hai mai utilizzato il servizio bus-navetta

Sei siciliano se giochi a baccarà già per il ponte dei morti

Sei siciliano se sai cosa sono i stigghioli

Sei siciliano se pensi che qualsiasi malanno si possa curare con la manna

Sei siciliano se, quando ti danno del terrone, per te è un complimento

Sei siciliano se in ogni frase, pronunci quasi sempre l'intercalare "va" o "ava"

Sei siciliano se una cosa è ap-pisa, ma non si trova in Toscana!

Sei un vero siciliano se ti incazzi a morte quando, per colpa di 4 str***, gli altri dicono Sicilia=mafia

Sei siciliano se, per ogni frase di queste che hai letto, dici: "veeeeru è!!"

 


Si potrebbe continuare all'infinito perché noi siciliani abbiamo mille sfaccettature e modi di fare conosciuti in tutto il mondo...

 

 

 
 
 

E questo è ciò che voglio io

Voglio vivere la Vita con te al mio fianco;
Voglio che guidi i miei passi;
voglio che stringi le mie mani quando sono in difficoltà, sicché da pensare che con te posso superare ogni ostacolo;
voglio ascoltare il tuo silenzio, percepire quello che vuoi dirmi coi tuoi occhi;
voglio che riempi l'altra mia metà;
voglio sentirmi libera di volare con te;
voglio sentirmi libera di amarti;
voglio ascoltare il tuo cuore, carpirne le emozioni per le quali batte;
voglio Viverti, voglio Viverci;
Voglio NOI!



"...Tu non sai che oramai non credevo più, 
al ritorno di quel mondo romantico, che ispiri tu… 
[...]
Tu non puoi sapere, 
non sai, 
tu non puoi sapere quanta vita in più, mi dai… 
[...]
Se potessi resettare il cuore, 
azzerarne le memorie, 
troppo grevi per me.. 
cancellarne i segni di ogni errore, 
ripulirlo dalle scorie, 
da ogni macchia che c’è, 
io vorrei ritrovare qui dentro me, 
l’innocenza primitiva dell’anima, 
per darla a te.. 
Quanto ti vorrei, quanto ti vorrei tu
non lo sai quanto sognare che ancora mi fai. 
Fammi illudere, 
fammi credere ancora un po’ 
a un ideale d’amore che ho..."

 
 
 

Comunicazione di servizio...

Post n°310 pubblicato il 13 Ottobre 2010 da xraggiodisolex82x
 
Tag: assenze

 

Chiedo venia per la mia incostante presenza...

Prometto che a breve farò un giro tra i miei blog amici! 

 

 
 
 

PUPS

L'abitudine

Tu, per quello che mi dai 
Quell’emozione in più 
Ad ogni tua parola 

Tu, probabilmente, tu 
Sei stata fino a qui 
Per troppo tempo sola, 
Fino a convincerti, come me 
Che si può stare da soli. 

Perché la solitudine 
Che non sorride mai 
Diventa l’abitudine 
E non la scelta che tu fai 

Ma ora che son qui 
Il vento cambierà 
E semberà più facile 
Il tempo che verrà 

La vita può soprenderti 
In tutto quel che fa 
E dove non lo immagini 
Incontri la felicità 

E sono qui con te 
E non ti lascerò 
Ti chiedo di fermarti qui 
E stare insieme a te 
E stare insieme a te 

Sì, adesso ci sei tu 
Nei sogni e nelle idee 
Nell’immaginazione… 
Tu, che sei vicino a me, 
Così vicino a me 
Che sei parte di me 
Cosi dentro di te 
Come una sensasione 
Sei le parole e la musica 
Per una nuova canzone… 

Perché la solitudine 
Non si riprenderà 
La voglia di sorridere 
Ora no… 
E la felicità 
Se ci sei… 
Per quello che tu sai 
e lo sai… 
Per quello che mi dai 
anche tu… 
Per un amore semplice 
Ma grande più che mai 

E non è un’abitudine 
Il bene che mi fai 
Anche tu 
E l’allegria di viverti 
Finchè vuoi… 
Di averti accanto più che mai! 

E adesso siamo noi 
Io e te 
Ci siamo solo noi 
Solo noi 

Sicuri di non perderci 
Di non lasciarci mai… 
Un’altra solitudine 
Non ci riprenderà 
E tu non te ne andrai… 
Mai

Andrea Bocelli feat. Helena Hellwing

 

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: xraggiodisolex82x
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 35
Prov: EE
 

CHI SONO?

Detto tra noi? Non l'ho mica capito! Ah, sì! Una sicula gemelli, ascendente scorpione, lunatica e sconclusionata; fidanzata con un bolognese detto "TheRooster". Una che vuole sempre avere ragione, ma che poi, effettivamente, ce l'ha; una sempre più convinta nel continuare quel processo truffaldino di diventare avvocato. Una che critica tutto, ma che può cambiare idea nel giro di un minuto. In ogni caso, contraddirmi non è consigliabile, meglio assecondarmi. 

lucy I'm funambolist sunray

 

blog testa nel muro

 

 

 

charlie e lucy

 

RAGGIODISOLE

nella sua classica versione

funambolesca

Raggiodisole funamboloso

 

ME SECONDO LA FANTASIA CREATIVA DEL MIO AMICO

 

LEGGO...

Postmortem

Postmortem

- Patricia Cornwell -

visita la mia libreria su aNobii.com

Leggo

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

COPYRIGHT IMMAGINI E CITAZIONI

Le immagini e/o citazioni di questo blog hanno origine diversa: Alcuni sono personali; altri di autori conosciuti il cuo nome verrà riportato nel post o linkato qualora possibile; altri ancora prelevati dal web in quanto ritenuti pubblici e/o anonimi e di conseguenza ad uso di chiunque.
Se gli autori, per qualsiasi motivo, ritenessero leso qualche diritto, è sufficiente comunicarlo nella posta dei messaggi sul profilo e le immagini saranno subito rimosse.
Grazie.