Creato da senzaTEmai il 02/02/2006

SENZA ME MAI

A cavallo di un arcobaleno a dondolo, riafferro la mia vita, dopo la delusione che ha fatto crollare tutte le mie convinzioni, che ha messo in discussione la mia persona…ricomincio da me… ricomincio a sorridermi, ricomincio a sognare e, soprattutto, ricomincio ad amarmi… Tenetemi per mano…ed accompagnatemi in questo mio viaggio…

 

 

...un nuovo inizio...

Post n°992 pubblicato il 25 Marzo 2009 da senzaTEmai

Sdraiati sul letto, stretti, le tue gambe intrecciate alle mie! Con una mano mi accarezzi i capelli e dolcemente mi baci la testa. Mi stringo ancor più forte a te, e premo la faccia sul tuo petto, come a volerti entrare ancor più nel profondo. Per un attimo il mio pensiero si allontana e penso a noi…a quanto di unico e magico stiamo costruendo insieme…a quanti passi abbiamo già percorso, stretti l’uno all’altro, con te che mi sorreggevi, ogni volta che inciampavo. Ed ho inciampato spesso. Penso a quanto sia sempre più bella la nostra casa, perché ormai da 6 mesi conviviamo… perché insieme abbiamo comprato dei nuovi mobili, per i tuoi abiti, per i tuoi libri…e prendendoci in giro li abbiamo montati. Penso a quanto sei dolce e disponibile, a quanto tu sia protettivo nei miei confronti, come mai nessuno prima d’ora. Penso alla tua mano che mi cerca nella notte, che mi accarezza, nel silenzio. Penso a quando mi hai chiesto di sposarti, seduti sulla mia moto, in quell’autogrill al ritorno da Genova… al tuo imbarazzo, alla mia strana timidezza. Pensa che ero convinta di non innamorarmi mai più, ed invece…che strani scherzi fa la vita. Sei arrivato tu… Mentre scrivo queste parole mi rendo conto che le sto scrivendo in un luogo che non ci appartiene, in un Blog che non ho creato per te, per noi, per il nostro amore. E lo trovo triste. Tanto. È per questo che ho deciso che il cammino di questo diario si ferma qui. Non perché mi faccia ancora male, ma perché non lo sento più casa mia, casa nostra. Credo che presto inizierò a riempire delle nuove pagine, solo per noi, per il nostro amore… lontano da questo luogo che per me ha rappresentato tanta sofferenza, solitudine…lacrime. Te lo devo, perché ora non soffro più… perché ora sono felice, innamorata e se mi sento così è solo ed unicamente grazie a te. Ti devo delle nuove pagine, in cui tutto è ancora da costruire e non da ricordare con tristezza o da scrivere con un tempo verbale passato. Te lo devo, perché tu sei il mio presente ed il mio futuro. Te lo devo perché ti amo, e non mi fa più paura dirlo. Non sai quante volte  pronunciando queste parole mi pareva avessero uno strano suono, che non corrispondeva esattamente a ciò che vuol dire per me amare…  Ora dico TI AMO, e finalmente il cuore mi si riempie del più bello degli arcobaleni… Qui finisce questo mio viaggio e ne inizia un altro, scusami se ci ho messo così tanto… ma ora ci sei tu a tenermi per mano…e ad accompagnarmi in questo mio viaggio…

 

 
 
 

...cambiare...

Post n°991 pubblicato il 18 Marzo 2009 da senzaTEmai

Ti nasconderai
dentro i sogni miei
ma io non dormiro'
mi dovra' passare
e quanti amori avrai
che cosa gli dirai
e quanto anche dl me
io dovro' cambiare.
amore, non mi provocare
arrivero' fino alla fine dl te
amore, mi dovra' passare
per restare libero, cambiare.
ti nasconderai dentro gli occhi miei
ma io non guardero'
io dovro' cambiare.
amore, che non puo' volare
resterai qui fino alla fine di me?
amore, mi dovra' passare
per diventare libero, cambiare, cambiare.
combattero' con le mie notti bianche
combattero' devo ricominciare a inventare me.
amore, non mi provocare
arrivero' fino alla fine di te.
amore da dimenticare
per diventare libero, cambiare, cambiare
e per non cadere piu', cambiare

 
 
 

...consigili

Post n°990 pubblicato il 12 Marzo 2009 da senzaTEmai

Purtroppo, come tutti voi sapete, non sempre le grandi storie d’amore, anche quelle che durano da anni…che sembravano perfette, oppure che da sempre hanno avuto alti e bassi… hanno un lieto fine. Così, spesso, ci si lascia, e si finisce con lo stare male…molto…e non si sa come comportarsi.  Oggi, una mia amica, mi chiedeva un consiglio. Mi veniva da sorridere che lo chiedesse proprio a me, che sono stata un vero e proprio disastro… Mi diceva che moriva dalla voglia di sentirlo, che mille volte aveva preso il telefono in mano per chiamarlo o per scrivergli un messaggio e mille volte ci aveva rinunciato. Mille volte aveva guardato se aveva ricevuto messaggi, se la suoneria fosse al giusto livello…e c’era rimasta male quando sul display non appariva la famosa bustina. Mi chiedeva come mi ero comportata io, cos’era giusto fare, se doveva rispettare il suo silenzio… o doveva seguire il suo istinto. Mi chiedeva come avevo fatto io a non impazzire. Io non lo so se c’è una regola, e se ci fosse, io l’ho infranta decine e decine di volte. Mi verrebbe da dirle “segui il tuo cuore, se lo ami ancora! Fai di tutto per non perderlo”…perché questa è la cosa giusta da fare, perché questo è quello che io ho fatto, cercando non lasciarlo andare via… Ma cosa ne ho guadagnato poi? Dolore, solo ed unicamente dolore, mischiato con l’annullamento totale della mia persona, con il deprimersi, con il piangersi addosso, con lo smettere di essere me stessa. Dolore per tutte le volte che non mi ha risposto. Dolore per tutte le volte che mi ha ignorata. Dolore per tutte le volte che ha finto che io non esistessi più. Dolore, solo ed unicamente dolore. Quindi sono proprio l’ultima persona in grado di dare dei consigli sensati, freddi, ragionati.   

 

 
 
 

...pensieri...

Post n°989 pubblicato il 04 Marzo 2009 da senzaTEmai
Foto di senzaTEmai

 

 
 
 

...simpatici ricordi...

Post n°988 pubblicato il 16 Febbraio 2009 da senzaTEmai


Gli anni passano… ed in questi mesi, frequentando un social network che noi tutti conosciamo, ne ho avuto ancora una volta conferma. Pare stupido, ma grazie a FB ho ritrovato persone che non vedevo e non sentivo più da anni!!! Compagni delle scuole elementari, medie, liceo… dell’asilo…alcuni ho faticato davvero a riconoscerli… Tra tutti però, ho ritrovato un ragazzo che frequentava il mio liceo… Quando lo conobbi, io ero una primina, e lui, un poco più grande di me, frequentava la terza liceo… Mi ricordo che mi presi una cotta paurosa!! Una cosa esagerata davvero, forse la prima cotta. Fatto sta che facevo gli appostamenti per incontrarlo…ad ogni cambio ora, guarda caso, capitavo nel corridoio davanti alla sua aula… oppure mi iscrivevo ai gruppi di lavoro dove c’era anche lui, o durante la pausa pranzo, dato che al mio liceo si facevano anche tre pomeriggi a settimana, aspettavo per vedere in quale aula/mensa sarebbe andato a pranzare…e poi ci andavo anch’io… Il tutto sempre in maniera molto discreta, senza lasciar trasparire assolutamente nulla. Nei mesi siamo diventati amici, ci si trovava spesso sulle scale esterne a scambiare due chiacchiere… Lui era il classico, come dire, “bello” e dannato... Capelli lunghi fino a metà schiena, occhi blu…suonava in un gruppo Rock…avete presente un po’ tipo Ligabue? Cioè, non è bellissimo, ma è sexy da morire… Ecco, lui era così. Non riuscii mai a dirgli che mi piaceva, che su ogni pagina del mio diario c’era una frase per lui… Lo facevate anche voi?? Che so…TI AMOOOOOOO…(scritto a lettere dubitabili tutte colorate) oppure SEI TROPPO FIGOOOOOO…con tutti i cuoricini che staccavo dal Cioè!! Poi gli lasciavo messaggi anonimi scritti in matita, sul banco…o sulla parete del bagno…! Nei giorni scorsi l’ho trovato su FB, mi è venuto da sorridere vedendo le sue foto attuali…vedendo quanto è cambiato, cresciuto…pensate che abita a nemmeno un km da casa mia, ed in alcune foto ci sono raffigurate zone del bosco proprio dietro la mia abitazione. Ora porta i capelli corti, sta per diventare papà…Mi sarebbe piaciuto scrivergli: ei, ti ricordi quando andavamo al liceo? Bè, io ti morivo dietro!!! Solo il pensiero mi ha messo in imbarazzo come allora… Ma che bei ricordi però, puri, ingenui, quando ancora ero convinta che quello fosse amore…….

 
 
 

...senza senso...

Post n°987 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da senzaTEmai


Le persone ti deludono, lo so, dovrei esserci abituata… Eppure, ogni volta che ci penso, un nodo amaro mi stringe la gola…perché non sai che fare, perché non trovi spiegazioni. Allora tutto quello che hai fatto negli anni, tutto ciò che hai conservato, persino i ricordi…vengono vanificati…in un attimo, in un soffio. Ti ritrovi poi a guardare fuori da una finestra, con lo sguardo perso verso l’orizzonte, e la consapevolezza che le persone che ti hanno ferita, nemmeno si rendono conto che tu, probabilmente, ancora ci soffri. Le persone che ti hanno ferita probabilmente ti hanno rimossa, così, con un colpo di spugna, così, con un gesto, magari il più naturale che esista. A volte, mi capita di chiedermi cosa ci sia nel cuore di queste persone… se quella sensibilità, se quella dolcezza che ti pareva di avere colto…davvero esisteva o se tutto e dico tutto, fosse frutto di semplice fantasia. Sono capace di fingere che gli angoli bui della mia vita siano ormai lontani anni luce dai miei pensieri, dal mio presente, ma in realtà, spesso, qualcosa di recondito, di irrisolto…riaffiora… e non parlo solo di amori finiti, ma di tutte le volte che il mio cuore si è fidato, rimanendo poi deluso ed affranto...dopo avere combattuto per non soccombere all’incredulità. Ogni tanto mi viene da chiedermi se mai troverò la pace che vado cercando, fintanto che non sarò riuscita a perdonare, a dimenticare……….e a lasciare andare.  

 
 
 

Shoah

Post n°986 pubblicato il 27 Gennaio 2009 da senzaTEmai

Per non dimenticare... MAI!!






 
 
 

Post N° 985

Post n°985 pubblicato il 16 Gennaio 2009 da senzaTEmai



Per te...

 
 
 

Post N° 984

Post n°984 pubblicato il 09 Gennaio 2009 da senzaTEmai

Capodanno a Roma… un invito da parte di amici romani, così, inaspettato. Non volevamo andare via…troppe spese in questi mesi… ma alla fine ci siamo detti: si vive una volta sola, e quanto sta accadendo alla nostra amica, ce lo ricorda fin troppo bene. Così ci decidiamo e partiamo… Avevo paura, io Roma l’ho vissuta con gli occhi di colui che mi ha spezzato il cuore, l’ho amata con tutta me stessa, l’ho sognata, respirata…così, come lui me l’aveva fatta conoscere. Non sapevo cosa avrei provato, come mi sarei sentita. Rivivere gli stessi luoghi, con un altro uomo accanto. Era la prima volta, da quando il mio ex mi ha lasciata, che andavo a Roma con il Pirata. E se i ricordi mi avessero sovrastata come già accaduto altre volte? Mentirei se dicessi che questo non è successo. Mentirei se dicessi che ogni cosa vista non mi ricordava qualcosa di lui, qualcosa che avevamo fatto, detto… Cercavo di stringermi ancor più forte al mio Pirata, e lui mi accoglieva a se con la dolcezza di sempre…come per evitare che il passato mi rapisse nuovamente. Questa volta, Roma non è riuscita a trasmettermi la magia di sempre, quell’incanto che provavo ogni volta che scendevo da quel treno. Mentirei se non ammettessi che Roma per me, è solo ed unicamente lui.

 
 
 

Post N° 983

Post n°983 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da senzaTEmai

Cade la neve, mi stringo forte a te, mentre le ore passano. Vorrei rallentassero la loro corsa, per lasciami così, accoccolata tra le tue braccia. In queste ultime settimane ci stiamo vedendo poco, non per colpa tua, tu sei sempre lì, ad aspettarmi…mentre io, tra lavoro ed impegni vari…sono spesso lontana e mi manchi tanto. La sera, quando torno, rimango lì sulla porta della nostra camera, in silenzio, e ti guardo addormentato nel nostro letto… Per un attimo rimango incredula perché io non avrei mai più immaginato di potere essere ancora così felice. Non ci credevo più! Ed invece tu sei la mia più grande felicità! Suona la sveglia…e ti stringo ancor più forte…sono rientrata a casa da poche ore e già devo scappare. Quante ore perse, lontana da te. Cade la neve…mi chiami “amore, che fai per pranzo? Che ne dici se ti raggiungo e pranziamo insieme?”. Ti prego di non metterti in strada, nevica forte, ed io lavoro a 40 km da casa…ma tu niente, non senti ragioni, mi arrabbio, ma sei irremovibile: “ho voglia di stare un po’ con te…arrivo amore”!

 
 
 

Post N° 982

Post n°982 pubblicato il 04 Dicembre 2008 da senzaTEmai

Non so nemmeno io cosa scrivere. Mille domande, emozioni, paure mi pervadono. Ti ho lasciata un venerdì di tre settimane fa che ridevi a crepapelle… e ti ritrovo ora, dopo 3 settimane di coma farmacologico... Un aneurisma ti ha colta così, all’improvviso, in un giorno come un altro. Da sempre si insinuava nel tuo cervello…piano piano…piano piano…e poi, una sera, così, come se nulla fosse, ti ha cambiato la vita, per sempre. Quella vita che hai vissuto fino ad ora sempre con il sorriso sulle labbra, facendoci ridere con le tue battute…contagiandoci tutti con la tua allegria. Quella vita che ti hanno “salvato” dopo 13 ore di intervento. Quella vita che ora, noi tutti, ci chiediamo come sarà. Ti ho rivista ieri sera…perché lì nel reparto dove ti hanno tenuta fino a ieri, noi amici non potevamo entrare. Ma io, ogni sera, ero in quel corridoio aggrappata ad un sottilissimo filo di speranza. Da qualche giorno ti hanno svegliata, perché l’emorragia cerebrale si è riassorbita…e ti hanno spostata in un reparto dove puoi ricevere visite. Dopo il lavoro sono corsa da te… Sono entrata nella tua stanza quasi in punta di piedi, avevo paura…tanta…e ne ho ancora. Sapevo!! Io sapevo! Sapevo che l’aneurisma è stato completamente rimosso, ma i danni riportati sono drammatici! Il tuo corpo è per metà paralizzato, e non riesci più a parlare!!! L’aneurisma ha colpito il centro della parola e l’ischemia che ne è seguita ha compromesso la mobilità della parte destra del corpo. Ora sei lì, chiusa in quel corpo, lucida e vigile, incredula e spaventata!! Sono entrata nella tua camera, mi hai vista, ti sono scese le lacrime dagli occhi!! Io mi sono trattenuta, ma tu non lo sai quante volte ho pianto in questi giorni, quanto ho pregato, quanto ti ho pensata, ogni minuto, ogni istante. Eri ovunque, nei miei sogni, nei miei pensieri, nei miei racconti!!! Ovunque!!! Ora non si sa ancora se il danno che hai riportato sarà permanente,  irreversibile… ci potrebbero volere mesi per capire. Il medico che ti ha operata dice che se mai tornerai a parlare, ci potrebbero volere anche 5/6 MESI prima di riuscire a pronunciare anche solo una parola!!! Io non oso immaginare cos’hai provato al tuo risveglio, e cosa provi adesso!! Tu non ti sei accorta ti niente, sei stata male, e quando ti hanno svegliata, non eri più tu! Io non lo so quanto avrai voluto urlare, quanto sarai stata spaventata. Non lo so!! So solo che ieri sera, nei tuoi occhi, vedevo il terrore!!! Tutto questo è incredibile, ingiusto, ed io non riesco a capirlo! Ti hanno salvato la vita ma a quale prezzo????? Tuo marito, siete sposati da poco più di un anno, la tua famiglia…sono a pezzi!! Noi amici lo siamo, perché tutto questo ci ha colti così impreparati, perché non sappiamo cosa fare, come comportarci, cosa dire!!! Perché hai 30 anni cazzo!!! Ieri sera, davanti al tuo letto, cercavamo di comportarci normalmente, facevamo le solite battute, e tu accennavi un mezzo sorriso e cercavi di consolarci…con i tuoi sguardi, con l’unica mano che riesci a muovere. Quella mano te la tenevo, e la baciavo…e nel mio cuore morivo di dolore!!! Sono così confusa! Ancora non mi pare vero… Vorrei stare ogni attimo con te, farti forza e continuare a sperare insieme!

 
 
 

Post N° 981

Post n°981 pubblicato il 17 Novembre 2008 da senzaTEmai

Basta un attimo… e ti ritrovi in un letto di ospedale, in coma… a soli 30 anni. Appesa ad un filo sottilissimo di vita. Pochi minuti prima stai bene, ridi, scherzi, ti diverti…e poco dopo, qualcosa nel tuo corpo, così tecnologicamente perfetto, si rompe…e si cade giù, in un buco nero, dove apparentemente non c’è più luce, in cui tutto quello che siamo è un corpo inerme in un letto… dinnanzi all’incredulità di chi ci ama…che rimane lì, stordito, senza sapere cosa dire, cosa fare, senza sapere perché sia successo, perché la vita sia così bastarda! E non si sa come andare avanti, quanti giorni ci vorranno, se ne uscirà, se ritornerà ad essere… ma SPERI non puoi fare altro e SPERI che tutto ritorni alla normalità… PREGHI, da quanto tempo non lo facevi più?? PREGHI con rabbia e fiducia, con paura ed amore!!! PREGHI perché il Signore non ce la porti via.

 
 
 

Post N° 980

Post n°980 pubblicato il 11 Novembre 2008 da senzaTEmai

Quanti di noi racchiudono ricordi, emozioni, speranze o parole non dette in un CD. Io lo faccio da sempre…ai vecchi tempi con le cassette… registravo, duplicavo, copiavo… è una cosa che mi è sempre piaciuta fare, ascoltare intere compilation di musica scelta da me! Ma i CD migliori, o peggiori, dipende dai punti di vista, li ho fatti in momenti particolarmente tristi della mia vita. Mi mettevo lì, ed in poco tempo sceglievo le canzoni più disperate che mi venivano in mente e poi le ascoltavo per giorni, settimane, mesi!!! A volte sempre le stesse canzoni si ripetevano per ore ed ore… e quanti pianti, quanti!! Su ogni copertina scrivevo i titoli delle canzoni, gli artisti ed in grande la data, così da non dimenticarla mai! L’ultimo CD del genere che ho fatto, data 7 settembre 2006…l’ho trovato ieri sera, in un cassetto a casa, mentre sistemavo della carte… L’ho preso in mano e sapevo benissimo quando lo avevo fatto come mi sentivo. Sapevo benissimo le canzoni che c’erano sopra: Mille giorni di te e di me, Dancing, Dimentica, Tutto quello che un uomo…ed altre canzoni che per me hanno avuto un grande significato. Mi ricordo quanto ho pianto ascoltandolo. Lo ascoltavo ovunque, passandolo da lettore a lettore…mi addormentavo nel cuore della notte ascoltandolo in cuffia. Lo amavo ed odiavo al contempo. Così ho acceso il lettore, l’ho inserito a tutto volume e con mi grande sorpresa ho riso!!! Riso e cantato, come se nulla fosse, come se i ricordi, legati a quelle canzoni, avessero ora un nuovo colore...ho cantato mentre preparavo la cena, senza più lacrime, senza più lacrime!!     

 
 
 

Post N° 979

Post n°979 pubblicato il 07 Novembre 2008 da senzaTEmai

Guardo dalla finestra, è già buio… Ancora qualche ora, e sarò a casa, tra le tue braccia. Non ho più voglia di lavorare, oggi, è stata una settimana dura, in cui ti ho visto poco, in cui sono stata troppo stanca per stringerti al cuore come avrei voluto. Così metto un po’ di musica, e lascio che la mente navighi, che si liberi da quella concentrazione obbligata, che mi opprime… che mi sopprime. Chissà, forse anche tu, nel tuo ufficio, starai guardando dalla finestra, e pensando a me. Flash del tuo viso dalle mille forme si rincorrono nei miei pensieri, i tuoi occhi immensamente verdi, le tue labbra sulla mia schiena, risate calde ed innamorate…

 
 
 

Post N° 978

Post n°978 pubblicato il 06 Novembre 2008 da senzaTEmai

Quando le storie finiscono, ci si guarda alla spalle e si tirano i bilanci… Molte volte, la domanda che sorge più spontanea, è perché, oltre ad avere chiuso ogni (o quasi) rapporto con il proprio/propria ex, tutto il mondo che lo/la riguardava, che ci riguardava, improvvisamente, non esiste più. Stavo giusto facendo questa riflessione con un amico, questa mattina, mentre venivamo al lavoro…e facevo la stessa riflessione con mia sorella, nei giorni scorsi. Quando una storia finisce, spesso, i parenti del nostro o della nostra ex spariscono, gli amici che avevamo in comune si dileguano o capita che rimangano vicini a coloro/colei che amavamo, dimenticandosi di noi, come se non fossimo mai esistiti…eppure, fino a poco tempo prima, si usciva sovente insieme, si era affiatati. A me, fortunatamente non è successo, come sapete ho ancora un ottimo rapporto con i genitori del mio ex, e guai se così non fosse. Alla fine loro cosa centrano se le cose tra noi non sono andate bene? Non è certo stata colpa loro. E perché dovrei privarmi di avere nella mia vita delle così belle persone che mi vogliono bene? Ci tenevo a quel rapporto, ed ho fatto di tutto per mantenerlo. Su come si sia comportato lui con la mia famiglia, invece, stendiamo un velo pietoso. Non so, mi viene da pensare che chi lascia si sente in colpa, oppure chi si è comportato male in un rapporto si vergogna, o ancora si preferisce tagliare completamente i ponti con il passato… Io personalmente lo trovo triste ed ingiusto…specialmente se avevamo vicine persone che ci hanno voluto veramente bene.  

 
 
 

Post N° 977

Post n°977 pubblicato il 28 Ottobre 2008 da senzaTEmai

Mi viene da dire : « Siamo proprio in Italia »… Sabato scorso, con tutta la famiglia, siamo andati all’Acquario di Genova. Immagino che molti di voi ci saranno stati. All’ingresso, un Signore, ci pregava di stare in silenzio, perché una troupe televisiva stava girando un documentario davanti ad una vasca. Ma mi chiedo: come diavolo fai a fare stare zitti interi gruppi di persone, con bambini al seguito, di sabato mattina? Impossibile! A parte questo piccolo particolare e la ressa che c’era, la cosa che più mi ha sorpresa, è stata la mancanza di controllo…e l’ignoranza della gente –ovviamente-. Mentre sei davanti alle vasche, una voce, da un altoparlante, ripete continuamente “si prega i Signori visitatori di non utilizzare il flash perché i pesci si spaventano” … lo ripetono fino alla nausea… Eppure, decine e decine di persone si ostinavano a scattare le foto con il flash, incuranti delle regole! Si piazzavano davanti al pesce interessato e gli scaricavano addosso decine e decine di foto! E già la cosa mi faceva montare la rabbia. Ma voi pensate che c’erano forse delle “guardie” a controllare che nessuno usasse il flash? Tipo una guardia davanti ad ogni vasca? Niente, zero, in tutto l’acquario non si è visto uno del personale addetto ai controlli. Ad un certo punto mia mamma si è sentita male, non sapevamo a chi rivolgerci, se c’era un servizio medico, niente, zero di zero!! Eppure sto acquario ne macina di soldi è?! Ad un certo punto mi sono chiesta: ma se un pazzo entra e con non so quale attrezzo spacca una vasca? Che succede qui dentro? Un disastro!! Non so, ma alla fine della gita, ero contenta che fosse finita.

 
 
 

Post N° 976

Post n°976 pubblicato il 09 Ottobre 2008 da senzaTEmai

Buongiorno a tutti amici miei ! Come state ? Io sempre piuttosto incasinata… ma fortunatamente tutto procede al meglio… Mi stavo chiedendo chi di voi è iscritto su www.facebook.com, lì c’è tutto un mondo che non avevo mai visto ed ho scoperto che compagni di classe ed amici che non vedo e sento da secoli hanno un loro profilo lì. Qualcuno di voi è iscritto? In caso ci possiamo scambiare un paio di msg in pvt… sempre se vi va ovviamente di farmi sapere il vostro nome completo per inserirvi tra gli amici. Mi farebbe molto piacerebbe. Sia chiaro che una volta che ci siamo scambiati i nomi potremo anche avere accesso a dati privati e foto di ognuno di noi. Con qualcuno di voi ci scriviamo però da anni, e credo che ci si possa fidare. Vi ringrazio comunque per la vicinanza che mi fate sentire, anche se non sono molto presente…vi penso molto.  

 
 
 

Post N° 975

Post n°975 pubblicato il 03 Ottobre 2008 da senzaTEmai

Scusatemi ! Dico davvero… Mi sento dannatamente in colpa, per non riuscire a passare a salutarvi, a leggervi…a commentarvi. Giuro che lo vorrei, mi mancate tanto, ma è un periodo davvero incasinato per me…sono presa da mille impegni, sia lavorativi che non. Vorrei sapere come sta ognuno di voi, cosa fate, se ci sono novità, se la vita vi sta sorridendo. Vi penso tutte e tutti con nostalgia… Mi manca leggere di voi, delle vostre avventure, dei vostri sorrisi o lacrime. Vi prego, se passate di qui, lasciatemi detto come state, se ci sono novità! Spero di trovare al più presto del tempo per correre da voi. Vi porto sempre nel cuore…   

 
 
 

Post N° 974

Post n°974 pubblicato il 30 Settembre 2008 da senzaTEmai

Le vacanze sono finite, ad al ritorno mi sono portata un po’ di tristezza. Non legata al posto, peraltro davvero meraviglioso, un vero paradiso terreste, dalle acque cristalline, dai panorami che ti lasciano increduli… Ogni volta che il mio sguardo si perdeva nell’immensità di quelle distese di mare, ripetevo a me stessa che non basterebbe una vita ad abituarsi a certe meraviglie…mi ripetevo che l’uomo è davvero stupido nelle sue forme di distruzione. Ogni giorno, per due settimane di fila, quando aprivo le persiane della camera, era sempre un’emozione enorme. La mia tristezza maggiore però, sta nel fatto che la vita è tornata inesorabilmente alla normalità…che per riabbracciare nuovamente il mio Pirata, devo attendere ogni giorno almeno 12 ore. È incredibile quanto sia stato magnifico non lasciarsi mai, per 2 settimane di fila, fare tutto insieme, e sentire che mi mancava qualcosa quando la sua mano non era stretta nella mia. Quando ieri sera siamo tornati dal lavoro, ci siamo abbracciati fortissimo, baciati a lungo, come se non ci vedessimo da mesi.  Non appena ho sentito la sua moto arrivare, sono corsa in garage e per poco non gli strappo il casco dalla testa...abbiamo trascorso la serata appiccicati, a coccolarci e ci siamo addormentati abbracciati stretti, come se qualcuno ci potesse separare. Ed ora, in questo preciso momento, mi manca da morire. Faccio il conto alla rovescia di quante ore mi separano ancora da lui, questa sera lo vedrò veramente tardi. Dentro di me, nel mio cuore, c’è una distesa di emozioni infinita, che è tornata a farmi vibrare come mai più avrei sperato, che mi gonfia di gioia e speranza e non mi fa più paura.  

 
 
 

Post N° 973

Post n°973 pubblicato il 09 Settembre 2008 da senzaTEmai

Quasi ferie... -3

 
 
 
Successivi »
 
PAROLE... IN MUSICA






 
immagine
 
immagine
 

 

 

I MIEI BLOG AMICI

- Erising...il primo giorno di primavera
- ELYRAV
- L'arca di Nina
- DIRE O NON DIRE...
- Parole...Dal cuore
- La dolce Marika...
- Le farei tante carezze...
- Missimissi...la dolcezza infinita
- Luna...anima fragile
- Tenera Pulce...
- Carissimo ... GIL
- SWEET...Furetta
- AlbaDiUnNuovoGiorno
- Il diario di Luna...
- SPETTA CHE ARRIVO: che ridere
- SIMPATICA LUCKY
- DOMANI CAPIRAI
- Puxxola
- Trisha
- Volpe Nera
- EMY...sarà, si vedrà.
- NON ESISTO PIU'
- Manxos: ci penserò
- Under61: una volta ero solo..
- ALLA: mamma single...
- AMUCCIA: le mie prigioni
- ROBY.blog
- Okki1983verdi: IMpeRFetta UMana
- TEOCLIDE E L'AULIN...
- MAISTATASOLA...
- UNA NUOVA ALBA
- Angelorosso...
- SOLE E LUNA
- Pastorello's World
- Zio Mario
- Patrizia e le sue sensazioni
- PleaseNoSexCity&Age
- Nuvole...la mia vicina di casa
- Elipesaro81: solo io
- LIDIA
- VIOLENZA SULLE DONNE
- MOLLUSCHINA...
- viola dei pensieri
- CICOTITA
- Girasole...
- Elasticely
- MERAVIGLIAS: la vie en rose
- Andy: confusa e infelice
- Marypoppins: un poco di zucchero
- Sweet Dreams
- Sonnygirl76: pensieri e parole
- Brubus
- Stefy744: e io rinascer&ograve
- SCRI79 How to be an alien
- Orpheus: LE PAROLE DEL CUORE
- ranocchio67
- Ero solo per gioco
- Palla di Sole...di nuovo al via!
- BAOBAB72...
- twigghi9: IL CALORE DEL CUORE
- LE DOLCIEMOZIONI di dolcesensuale
- Stella che parla...
- GRILLO PARLANTE
- Tatina1984: Il mio diario
- Manuel
- Maicoccole
- Sognatrice...
- Alessandra...Bambolina Sempre
- IL LAGO DEI CIGNI
- Jonathandy...Musica e .....
- La vita è bella
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sir_simonhesse_ffire.57carlagelsomini58andrea702015aceto.massimopantaleoefrancamau011064serratoreroccoSilver.KnightSerenadariogffservizichiarapertini82MELANIA200
 

FACEBOOK

 
 
immagine
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 106
 
 
web tracker
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova