Creato da pantouffle2011 il 28/09/2011

JAMBOREE

dove parlo, sparlo e soprattutto sproloquio

 

 

« La calata di FerragostoVolevo la bocca a cuore »

Se partire è un po’ morire, anche tornare è una bella badilata sui denti.

Post n°222 pubblicato il 23 Agosto 2013 da pantouffle2011
 

 

Mentre sei in vacanza pensi ma che bello, quando torno vedrai come sarò serena, con una mente fresca lucida e leggera, che mi permetterà di vedere tutto con occhi diversi e di prendere le giuste distanze dai pensieri di sempre.

E per pensarlo non è che devi fare necessariamente fare grandi cose, o andare nel paradiso dei Cosacchi e dei Calmucchi.

Funziona anche se la cosa più avventurosa che ti capita mentre sei via è che non c’è campo. O se scopri che t’han chiuso la gelateria all’angolo dove andavi sempre nel ‘96. Per dire.

Perché sei in vacanza e tutto ti sembra possibile.

Soprattutto se sei come me, e non hai grandi pretese: nel senso, da una vacanza non pretendi nulla che vada oltre i bisogni primari. Mangiare, rilassarti, dormire.

Troppo poco dice uno. Troppo tanto, verrebbe invece da dire a me. Un lusso a dire poco.

Perché normalmente mangiare non mangio (vietatissimo al lavoro, pena licenziamento e deportazione immediata nel ferale mondo dei disoccupati), dormire non dormo perché l’insonnia m’ammazza da anni, di conseguenza son rilassata come una gallina cui stanno tirando il collo.

Ovvio allora che se metto insieme colazione pranzo e cena, mi faccio una pennica come si deve, magari con chi dico io, son felice al mondo. E già mi sento principessa. E ritemprata. E pronta ad affrontare i draghi.

E quando I Problemi Di Sempre mi hanno accolto sul gradino di casa, senza darmi nemmeno il tempo di appoggiare il trolley, io ho fatto un bel respiro, ho contato fino a 10. Poi a 20. Alla fine ho attinto a tutte le mie energie positive accumulate in 3 settimane e ho avuto la reazione tipica di una persona matura e pronta ad assumersi delle responsabilità: ho tentato di nascondere la testa nella valigia affogando in quello che restava della mia biancheria pulita.

Perché io la posso raccontare come voglio, ma non sono pronta a rituffarmi nella vita di tutti i giorni. Perché sono stufa di colleghi magheggioni, capufficio ingombranti e di una quotidianità che mi consuma.

E sono in balia dei cattivi pensieri, a dire il vero pensieri ben poco cristiani, sulla vita e su tutti. Perché si viaggia anche stando fermi, che credete. E che viaggi.

Peccato non ti portino da nessuna parte.

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: pantouffle2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 107
Prov: EE
 

 

ULTIMO FILM VISTO

 

 

ULTIMO LIBRO LETTO

 

 

 

 

 

MA QUANTI SIAMO?

tracker

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 136
 

ULTIME VISITE AL BLOG

volim_t_ealberto9la.cozzacassetta2martin.talesmaristella750fedechiaranatalydgl7Lilli1982dglardizzoia.nataliaaniram1959mauriziocamagnasibillixAVV_PORFIRIORUBIROSA
 

ULTIMI COMMENTI

Qualquadra non cosa.
Inviato da: cassetta2
il 13/05/2020 alle 18:04
 
TAnti auguri ovunque tu sei..... :-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2020 alle 10:19
 
...eeeeeeeeeeee NON ciiiiiiiiiii seiiiiiiiiii...
Inviato da: alberto9
il 14/04/2019 alle 10:33
 
:-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2019 alle 13:04
 
Un anno di assenza. Anche se tu non mi pensi, di certo tu...
Inviato da: camnisi1943
il 19/06/2016 alle 22:14
 
 
 

Gentile omaggio di Alberto9 :-)

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

"Giochiamo a nascondino?"

"Okay, ma se ti trovo ti bacio."

"Va bene. Se non mi trovi sono dietro la porta."