Creato da pantouffle2011 il 28/09/2011

JAMBOREE

dove parlo, sparlo e soprattutto sproloquio

 

 

« Era meglio se andavo al mareLa vita, l’amore e le vacche »

Pensieri da spiaggia

Post n°214 pubblicato il 16 Giugno 2013 da pantouffle2011
 

Spiaggia da primi caldi, affollatissima. Un ragazzino di 10 anni che ti alza un ghibli ogni volta che si muove. Papà insofferente ma che non muove un dito, mamma che di dita ne muove fin troppe ma per spalmarsi la crema e la gente intorno sempre più irritata.

Mi avvicino all’acqua; vicino a me una giovane mamma e una bambina sui 3 anni. La donna ha lo sguardo spento, come di una che tra gravidanza e tutto sarà stanca almeno dal 2009.

Guardo Paola, la bagnina. 32 anni, due convivenze sbagliate alle spalle e 2 figli da tirar su da sola. In pratica ha sempre a che fare con le vite altrui: sul lavoro le salva, a casa le cresce.

 “Quando vengo qui mi riposo - mi ha detto oggi trascinando a riva un surf perso da un bagnante inesperto. – Nessuno che mi tormenti per mangiare il gelato alle 10 di mattina, che mi appiccichi la marmellata nei capelli… e fino ad oggi nessuno mi ha nemmeno mai chiesto di tirargli su le mutande dopo che è stato in bagno.”

Io rido, tanto lo so che scherza. Se c’è una persona innamorata dei propri figli è proprio lei, Paola. Perché gli amori passano, ma è con i suoi bambini che il sole sorge e tramonta ogni giorno.

Ma un pensiero mi attraversa comunque la mente: penso quanto debba essere difficile fare la madre. Figuriamoci la brava madre. Perché non esiste un unico modo per esserlo, delle regole ben precise cui attenersi. Ma solo un ginepraio di eventi in mezzo a cui districarsi cercando di non pensare a quando a tua figlia 15enne, accusata di aver tolto le tonsille al cuginetto 11enne con le cesoie da giardino, risponderà che l’ha fatto perché ha avuto una cattiva madre. Che poi saresti tu.

E penso anche che per i padri sia più facile essere migliori di quelli delle generazioni precedenti: già spingere un passeggino è un passo avanti da paura.

Ma per le donne no, non è così. Le mamme d’oggi non potranno mai competere con chi ha attraversato una guerra, con le regine delle confetture fatte in casa o con chi ha sfornato figli tra una giornata nei campi e l’altra. Per quanto ci provino, per quanto si sforzino, ne usciranno sempre con le ossa rotte.

E penso che il progresso su questo sia ancora parecchio perfettibile.

Ciao guys.

 


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/JAMBOREE/trackback.php?msg=12150291

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
putt0
putt0 il 16/06/13 alle 23:43 via WEB
rimango sempre piacevolmente con espressione di stupore ... quando ... dal volgere di momenti quotidiani si colgono profonde riflessioni. E ... questa ne solleva di considerazioni quasi una marea ... ma, per come è stata espressa ritengo che sia più appropriato non svilire il sospeso aereo, che fà intravedere ed intendere, con parole ... ( a parte quelle che ho scritto eh!eh! ) ..... sempre ammirevole !!!! :-) Marco
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:06 via WEB
Sull’essere genitore credo che si potrebbero scrivere libri e libri, e ancora che ne sarebbero da dire. Ma forse le parole non servono nemmeno, forse è una cosa che va affrontata e basta. Per il resto grazie, sei sempre troppo gentile con me. :-)
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 17/06/13 alle 05:49 via WEB
hai perfettamente ragione, però......
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:06 via WEB
E quel però starebbe per…?
 
   
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 17/06/13 alle 21:39 via WEB
per farti rosicare un po'....
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:40 via WEB
Ahahahah... e ci sei riuscito :-)))) Ma sarai perfido...
 
     
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 17/06/13 alle 22:16 via WEB
a volte mi chiedo se sono più bello, più intelligente o più simpatico, ma poi mi rendo conto che non possiedo nessuna di queste qualità, tu mi chiami perfido io rispondo un po' stronzo!
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 18/06/13 alle 15:38 via WEB
Non buttarti giù adesso... E poi magari sei uno stronzo simpatico... :-)))
 
     
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 20/06/13 alle 23:00 via WEB
simpatico a chi? ocio modera le parole altrimenti m'offendo!
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 01/07/13 alle 19:59 via WEB
:-)))))
 
loscrittoremascherat
loscrittoremascherat il 17/06/13 alle 08:56 via WEB
Io sono d'accordo con te :) Io che sono tripapà però qualche difficoltà a volte la incontro eh :)))))
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:07 via WEB
Tripapà mi piace. Bravo Scrittore :-)) A proposito… tanti auguri a te… tanti auguri a te… tanti auguri Pierpaolino, tanti auguri a te :))) (Anche se in anticipo vanno bene lo stesso? :))
 
   
loscrittoremascherat
loscrittoremascherat il 18/06/13 alle 09:43 via WEB
vanno sempre bene :))) certo che 44 ed anche anticipati eh :)))))
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 18/06/13 alle 21:12 via WEB
Ma smettila... ne dimostri 34 se va bene...
 
     
loscrittoremascherat
loscrittoremascherat il 18/06/13 alle 22:05 via WEB
Grazie pantouffle ma 34 non ci crede nessuno :))))))))
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 19/06/13 alle 16:48 via WEB
Conosco certi 34enni che non reggerebbero il confronto con te credimi :-)
 
     
loscrittoremascherat
loscrittoremascherat il 19/06/13 alle 17:25 via WEB
e poi che cavolo devo anche stare a contestare un complimento così bello... me lo prendo e mi pavoneggio pure :)))))
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 19/06/13 alle 20:40 via WEB
Meno male... Ci manca anche che debba insistere per farti un complimento :-)))))
 
     
loscrittoremascherat
loscrittoremascherat il 20/06/13 alle 11:09 via WEB
grazie comunque :) grazie davvero.
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 20/06/13 alle 20:38 via WEB
E' un piacere :-)
 
fosco6
fosco6 il 17/06/13 alle 12:23 via WEB
Oggi è molto più difficile allevare bambini perchè ci sono miriadi di attenzioni che noi non avevamo (ma siamo sopravvissuti lo stesso) e tanti imput esterni (o pseudo-interni: vedi PC) che contrastano a volte con l'educazione che vorremmo impartirgli.
Se per le mamme, che devono spesso dividersi tra famiglia e lavoro, è una lotta continua, non credo però che per i Papà sia più facile, come tu affermi, più facile delle mamme sicuramente, ma non più facile rispetto al passato, quando il Padre non discuteva, ma ordinava soltanto e tutti si doveva obbedire, se non per la paura delle punizioni, per l'autorevolezza che derivava dall'essere il capo-famiglia indiscusso.
Oggi bisogna dialogare, essere tolleranti, modulare premi e punizioni con cautela, entrare nella psicologia dei figli, fargli capire le cose senza imporle...e soprattutto non entrare in contrasto con il modo di educare della propria compagna, o cmq. non davanti ai figli.
Per contro, sono sempre più convinto che l'esempio che noi diamo lascerà in loro una specie di terreno fertile su cui crescere e orientare il proprio futuro...Non sempre questo naturalmente è sufficiente, ma è un buon deterrente per la vita che dovranno costruire...
Se con i nostri comportamenti gli abbiamo insegnato, l'onestà, il rispetto per gli altri, la tolleranza, la determinazione nelle loro scelte, i valori fondamentali, l'importanza dei sentimenti, ecc. ecc., ci sono buone probabilità che i figli crescano sani, noi comunque avremo molti meno motivi per colpevolizzarci.<br Bel post, come sempre del resto, quando un po'più quando un po'meno rimani sempre comunque su alti livelli.
Oggi come ieri fa caldo, ma i tuoi scritti sono come una ventata di aria fresca e pulita:-)))).
Ciaooooooooooooo!
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:08 via WEB
Non credo che fare il padre sia più facile adesso in senso assoluto; penso semplicemente che nel confronto con i padri delle generazioni precedenti siano avvantaggiati rispetto alle donne. Credo che noi tutti abbiamo ricordi di padri (o nonni) assenti, lontani anni luce anche se vicini fisicamente. Fosse anche solo per questo, i genitori di oggi escono vincenti dal confronto. Poi è chiaro che non basta essere accessibili affettivamente per essere dei bravi genitori, ma è sicuramente un buon punto da cui partire, non credi? (Grazie, grazie, grazie. Gentilissimo come sempre. Grazie ancora:-)
 
nahan
nahan il 17/06/13 alle 13:31 via WEB
I tempi cambiano, i modi pure... ma resta ciò che mi disse tempo fa una signora intelligente (e che condivido ovvio): allevar figli è il mestiere più creativo che esista!
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:08 via WEB
Mi sa che la signora aveva ragione. E probabilmente parlava anche a ragione veduta :-)))
 
retrogustoamaro1
retrogustoamaro1 il 17/06/13 alle 15:05 via WEB
Ci vorrebbero pagine per dirti come mi sento a volte...ho deciso di non fare paragoni con mia madre e la sua...ho deciso di darmi una direzione da seguire e anche se spesso vorrei fare un passo indietro o magari una piccola deviazione io proprio non ci riesco.I figli ci fanno sorridere nei momenti più terribili e ci fanno piangere senza aver ricevuto uno schiaffo...ma noi siamo sempre lì e per sempre.Io non so se sono una brava madre e con questo non voglio incolpare la società o stronzate simili,io ''mi limito'' ad amarli e loro fanno lo stesso con me,cresciamo insieme e io non faccio altro che mettere a loro disposizione la mia esperienza(quelle buone ovviamente).Sono mediamente isterica e da quando sono nati soffro di attacchi di lucidità che mi permettono di prendere decisioni cosi razionali che mi spavento da sola(io che mi ritenevo un'impulsiva).Li amo,ci amano e questo conta.Siamo una famiglia sana.Una famiglia normale dove i genitori si rispettano e i figli si rispettano.A Napoli si dice ''100 figli non sono buoni per una madre...ma una madre lo è per 100 figli''.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 17/06/13 alle 21:09 via WEB
Non so cosa siano esattamente le “brave madri” e sinceramente non so nemmeno se esistano. Ma se così fosse, direi che il fatto che qualcuna possa dire “siamo una famiglia sana” ci si avvicini parecchio. Detto questo, sappi che “da quando sono nati soffro di attacchi di lucidità” mi ha fatto ridere parecchio. Ciao Annina, non cambiare mai mi raccomando :-)*
 
meninasallospecchio
meninasallospecchio il 17/06/13 alle 22:34 via WEB
Non credo affatto che siamo madri peggiori di quelle che ci hanno preceduto, anzi. Siamo più consapevoli dei nostri errori, questo sì, ma il mondo è pieno di persone di tutte le età (quasi tutte donne) che lamentano di aver avuto una pessima madre.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 18/06/13 alle 21:11 via WEB
Il mondo è pieno di persone di tutte le età che lamentano di aver avuto una pessima madre: vero. Verissimo. Ma pensi davvero che le figlie di domani la penseranno diversamente? Io non credo. E certo non sarà un’attenuante il fatto che le mamme di oggi abbiano mille impegni in più, si districhino fra equilibri inimmaginabili 50 anni fa e paghino a caro prezzo l’indipendenza economica. Criticare i genitori fa parte del processo di crescita, e i criteri di valutazione subiscono l’influsso di mille variabili, spesso poco oggettive. Quello che volevo dire, comunque, è che se dobbiamo giudicare in base alla sola dedizione a casa e famiglia, è chiaro che le donne d’altri tempi risultano vincitrici, perché non si dedicavano ad altro. Nascevano per quello, spesso non volevano altro che quello. Ma adesso che per fortuna il genere femminile è un po’ cambiato, non è che le cose siano più facili, anzi. Ecco perché dico che mi auguro un progresso più umano, perché adesso come adesso la donna ha semplicemente più cose da fare. Tutto qua. :-)
 
   
arw3n63
arw3n63 il 19/06/13 alle 18:45 via WEB
Ci si lamenta sempre e forse ci si lamenta più oggi che ieri dei propri genitori, perchè hai tempi c'era un grande rispetto per tutti anziani compresi che oggi non esiste più. mica vero che una volta le donne dovevano badare solo alla famiglia e sfornar figli, dici poco mettere al mondo 7-8 figli che era la media dei tempi in cui è nata mia madre e mia suocera? E che dire delle ragazzine fin da piccole dovevano essere utili in famiglia e lavorare altro che oggi, le bambine di oggi sono fortunate da un lato. Le donne una volta, almeno quelle che venivano da umili origini, lavoravano non solo a sfornar figli e badare ad una casa semplice, piccola ed umile, ma in campagna. Mia madre per portarti un esempio ha sempre lavorato, mi raccontava che è nata grande, in tempo di guerra e con la mamma sotto i bombardamenti doveva stare in casa perchè 8 bocche da sfamare dovevano mangiare, doveva girare la polenta. Oggi si direbbe incosciente! Eppure...senza contare in piedi e fino all'ultimo mese e poi appena cresciuti un po' i figli, mia nonna doveva lavorare ogni giorno in campagna come un uomo, oltre le sue incombenze. Quindi non so se siamo alla fine più fortunate noi della nostra generazione. I padri be' i padri erano impegnati a lavorare comunque il rispetto, l'affetto e la presenza c'era, solo che una volta in certe zone vigeva la famiglia composta da un capofamiglia, capostipite i suoi figli e le mogli, nuore, quindi in una famiglia si era in tanti ma c'erano più donne a darsi una mano con i figli e le faccende, oggi le donne sono sole, le famiglie sono composte al massimo da 3 elementi, l'aiuto o ti viene dal padre dei figli, il marito convivente oppure ti devi arrangiare, ma per fortuna non è poi così tutto catastrofico, non tutti i figli vengono su male. Non tutte le mamme hanno lo sguardo spento, magari stanche sì ma è normale ma anche felici se il figlio è stato tanto atteso ed è una scelta :-) Ciao. Scusami il post lunghissimo.
 
     
arw3n63
arw3n63 il 19/06/13 alle 18:46 via WEB
Hai ai ai senz'H :-)
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 19/06/13 alle 21:01 via WEB
Non mi pare di aver detto che le mamme di oggi sono più fortunate: anzi, ho detto esattamente il contrario. Ho detto semplicemente che nonostante gli sforzi, non potranno competere con quelle delle generazioni precedenti, per tutti i motivi che hai elencato anche tu. Ma non vuol dire che abbiano una vita facile: la bagnina non ce l’ha di sicuro, ed è solo un esempio. Gli uomini, al contrario, non essendo mai stati coinvolti nel lato pratico della gestione familiare, solo a lavare i piatti una volta nella vita fanno bella figura. E sicuramente vale la pena essere genitori, ci mancherebbe altro. (Non scusarti, è sempre un piacere averti qui:-)
 
alfa_maschio
alfa_maschio il 19/06/13 alle 07:18 via WEB
non ci sono più le stagioni, chissà dove andremo a finire ;)) non mi riconosco in quello che leggo, amo come sai rendere popolare il presente, come riesci a narrare il quotidiano, non ci prova nessuno, tu me lo sai offrire, brava !!
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 19/06/13 alle 16:50 via WEB
Sei molto gentile e ti ringrazio, ma a me sembra che Libero sia pieno di blog che parlano del quotidiano... (Grazie davvero :-)
 
b_t_h
b_t_h il 20/06/13 alle 07:31 via WEB
..altro che pensieri da spiaggia! Il mio unico pensiero sul bagnasciuga è controllare lo stato dell'abbronzatura! :) ah, dimenticavo.. io sono un'amantissima della vita campeggiante! XD
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 20/06/13 alle 20:36 via WEB
Ahahahah... allora ti presento Gianluca. Contenta? :-)))))
 
   
b_t_h
b_t_h il 21/06/13 alle 10:01 via WEB
a patto che non mi svegli con telefonate di prima mattina, divento alquanto irascibile in tal caso.. =D
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 01/07/13 alle 19:59 via WEB
Eh no… se accetti devi prendere il pacchetto intero, telefonate mattutine comprese. Hai già cambiato idea? :-)))))
 
joandgl4
joandgl4 il 20/06/13 alle 11:33 via WEB
Difficilissimo il mestiere di moglie e madre...comprendo bene il disagio, anche se ho una figlia ormai adulta e lontana e facciamo a turno a darci consigli per affrontare le difficoltà della vita...ma è giusto cosi... Se torni al mare, salutamelo...quest'anno purtroppo per me non posso andarci per motivi di salute (niente sole)...ma durante questa estate tanto desiderata ed attesa cercherò di scappare al mare alla sera...tutte le volte che potrò...un saluto Jo
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 20/06/13 alle 20:44 via WEB
Te lo saluto con molto piacere allora, e prenderò almeno un’ora di sole in più solo per te. Contenta? Ciao Jo, a presto
 
Marion20
Marion20 il 21/06/13 alle 01:15 via WEB
Diciamo che nelle generazioni della guerra e dell'immediato dopoguerra non c'era per le donne il dualismo, a volte lacerante, mamma-lavoratrice. Oggi invece questo dualismo in molti casi è realtà, anche se come sappiamo l'occupazione femminile in Italia è sottopagata ed è molto meno presente rispetto agli altri paesi europei. Il confronto risulta ostico proprio per questo motivo; di fatto si scontrano la donna che è sempre stata a casa e la donna che pur allevando i figli non rinuncia (anche per necessità economica) al posto di lavoro. Il problema è questo: la realtà di oggi è molto diversa, e quindi sono necessarie strategie educative diverse se non nei valori nella forma in cui essi vengono inculcati. Questo ci dovrebbe far eliminare alla base il discorso del confronto: non si possono confrontare due realtà così diverse, almeno secondo me. Ciao Marion
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 01/07/13 alle 20:04 via WEB
Vero, verissimo: i confronti sono inutili e spesso inutilmente crudeli. Quello che è paradossale è che sono quasi sempre le donne a fare confronti. Tanto per cambiare.
 
grey.owl1952
grey.owl1952 il 21/06/13 alle 10:20 via WEB
La svogliatezza dipende dalla relazione che la donna deve sopportare tra casa, lavoro e divertimento al mare.Dipende anche dal compagno che ha al suo fianco.Se lui è un menefreghista,all'ora bisogna compredere quella donna/mamma.Se poi hai delle relazioni negative con il tuo compagno,be!!!dolcissima bagnina prima di prendere una decisione pensaci 3 mila volte prima di dirti cosa ho mai fatto.Per quanto riguarda il resto non ci sono più le donne temperate come una volta.Come esperienza ho conosciuto,quì a Trieste una persona di 90 anni che ballava la Tarantella ed andava su per il Carso a raccogliere la legna.Mia madre che è mancata a 86 anni era una furetta..(Nata in campagna,ossia contadina)Ma fino all'ultimo si faceva tre piani di scale con le spotte della spesa.Grazie della tua sbirciatina al mio blog..un saluto Walther
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 01/07/13 alle 20:10 via WEB
Era quello che dicevo: la donna di oggi non può reggere al confronto con quelle di una volta, per energie, resistenza etc. ma soprattutto per i risultati raggiunti. Il dramma è che la vita delle donne di oggi non è diventata più facile, tutt’altro: ecco perché penso che ci sia qualcosa che non va.
 
basketballcoach
basketballcoach il 29/06/13 alle 23:51 via WEB
sei una donna e vedi il mondo giustamente con gli occhi di una donna e gli occhi di una donna vedono tante verita' ma qualcuna se la perdono in spiaggia come alla macchina del caffe' . la donna deve mettersi sullo stesso piano dell'uomo non solo quando le fa comodo . un esempio su tutti e' la parita' di diritti e doveri delle madri e dei padri nei confronti dei figli all'atto della separazione . sei interessante , buona estate .
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 01/07/13 alle 20:17 via WEB
Sulla parità tra sessi (o sulla sua assenza) potremmo parlare per ore. Ma la verità è che non potremmo mai considerarci al pari degli uomini se noi per prime non ci convinceremo che sia così. Fino ad allora sono solo chiacchiere. (Verità perse in spiaggia o alla macchina del caffè..? Cosa intendi?)
 
basketballcoach
basketballcoach il 02/07/13 alle 00:30 via WEB
macchina del caffe e spiaggia e' il riferimento a quanto ho letto ... volevo solo dirti che quello che tu scrivi e' interessante ed acuto ma e' sempre la verita' vista con gli occhi di una donna . io penso come te che ci voglia l'eguaglianza ma questa si raggiunge anche e per me soprattutto attraverso la rinuncia di privilegi illegittimi come ad esempio quelli spesso presenti nelle cause di separazione .
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: pantouffle2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 107
Prov: EE
 

 

ULTIMO FILM VISTO

 

 

ULTIMO LIBRO LETTO

 

 

 

 

 

MA QUANTI SIAMO?

tracker

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 136
 

ULTIME VISITE AL BLOG

volim_t_ealberto9la.cozzacassetta2martin.talesmaristella750fedechiaranatalydgl7Lilli1982dglardizzoia.nataliaaniram1959mauriziocamagnasibillixAVV_PORFIRIORUBIROSA
 

ULTIMI COMMENTI

Qualquadra non cosa.
Inviato da: cassetta2
il 13/05/2020 alle 18:04
 
TAnti auguri ovunque tu sei..... :-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2020 alle 10:19
 
...eeeeeeeeeeee NON ciiiiiiiiiii seiiiiiiiiii...
Inviato da: alberto9
il 14/04/2019 alle 10:33
 
:-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2019 alle 13:04
 
Un anno di assenza. Anche se tu non mi pensi, di certo tu...
Inviato da: camnisi1943
il 19/06/2016 alle 22:14
 
 
 

Gentile omaggio di Alberto9 :-)

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

"Giochiamo a nascondino?"

"Okay, ma se ti trovo ti bacio."

"Va bene. Se non mi trovi sono dietro la porta."