Musa Silente

Memento Audere Semper

 

 

Ssseee

Post n°84 pubblicato il 09 Gennaio 2014 da Lady_Blu_Pantera

Se......fossi così fortunata da incontrare la Lampada di Aladino esprimerei un unico desiderio, tornare nel settembre 1995 (momento in cui mi trovai ad un bivio), non prenderei più quella strada ma intraprenderei un altro percorso, forse con il senno di ora le cose sarebbero andate diversamente, e non mi sentirei svuotata di tutto come se il mio percorso non fosse servito a nulla.

Purtroppo non è così, non incontrerò la lampada di Aladino, ma dovrò far tesoro del tempo che mi resta.

Lady Blu Pantera

 
 
 

Preso dal blog di MiSpezzoMannMiPiego fai così anche tu che leggi

Post n°83 pubblicato il 24 Luglio 2013 da Lady_Blu_Pantera

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore. Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming - Il predatore crea situazioni allo scopo di formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail. Non tutte le persone che conosci on line sono sincere. Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia. Per favore, copia e incolla questo post ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore.
 
 

 
 
 

20 Maggio 2012 un anno dopo

Post n°82 pubblicato il 21 Maggio 2013 da Lady_Blu_Pantera

 

20 Maggio

(Un anno dopo)

 

Nitido è il ricordo di quella notte

Come se fosse ora.

20 maggio 2012 0re 04,03,57  ’20 secondi lunghi come l’eternità.

 

Un silenzio assoluto regnava,

neppure il verso degli animali notturni si sentiva, tutto taceva

il sonno era presente e pochi erano vigili

buia era la notte la più buia.

 

Una vibrazione assordante, potente, cupa si faceva strada

come se arrivasse da un lontano immaginario,

ma invece era lì nelle viscere della terra

in quella notte tenebrosa penetrando in ogni cosa,

rompendo quel profondo e sacro sonno

un’angoscia immensa si impossessava dei corpi

paralizzandoli nei letti.

 

Quel frastuono lugubre e profondo entrava nelle orecchie,

gli occhi sgranati e sbarrati nei visi sbigottiti,

supini nei giacigli,

inermi, ma vivi e svegli a subire

quelle penetrati cupe vibrazioni assordanti.

 

Trema la terra con violenza immane, la paura si fa strada negli intelletti,

le menti strette in una morsa,

non c’è più la ragione paralizzati da quelle emozioni

che permeavano profonde e violente

invadendo ogni singolo individuo.

 

Una mano immaginaria stringe le laringi e il respiro si fa corto

Come un pugno ben sferzato nel ventre,

il cuore martella i suoi colpi disordinato,

il corpo in preda al terrore rimane immobile e incapace

di eseguire  qualsiasi movimento.

 

Poi d’incanto tutto si ferma,

ma la paura l’angoscia rimane per sempre

incisa nella vita con un solco profondo

che mai più si rimarginerà.

 

Lady Blu Pantera

 

 
 
 

Silenzio.....assenso

Post n°81 pubblicato il 25 Febbraio 2013 da Lady_Blu_Pantera

E’ uno schifo veramente uno schifo, sono arrabbiata con gli italiani, ma dico come si fa come si fa a non andare a votare, solo un circa 57% degli aventi diritto hanno votato, e allora non lamentatevi se poi le cose vanno male, adesso in questo preciso momento l’Italia ha una bisogno enorme di una svolta per cui sarebbe opportuno dire la nostra, abbiamo questo diritto bhe allora sfruttiamolo…..non è non andando che ci ribelliamo a tutto ciò, non andare significa silenzio assenso di ciò che fanno gli altri, ma allora Italiani SVEGLIATEVIIIIIIIII e andate, è un diritto ma anche un grande dovere, e anche un grande rispetto verso tutte quelle persone che hanno combattuto per questa democrazia per renderci un popolo libero nell’espressione soprattutto di voto, e  soprattutto per quelle donne che hanno lottato che son morte per dare a noi adesso questo diritto, per ciui Italiani ANDATE le urne sono ancora aperte …….io esprimo qui il mio dissenso verso tutte quelle persone che alla fine se ne fregano e non sono andate e non andranno, e poi magari si lamentano perché le cose non funzionano……………………..

Lady Blu Pantera

 
 
 

Una mano....per sostegno

Post n°80 pubblicato il 11 Settembre 2012 da Lady_Blu_Pantera

Circa un anno fa ho conosciuto virtualmente un uomo,  si è presentato come una bellissima persona e soprattutto corretta, un uomo che lavora in mezzo al deserto dirigente in un campo dove estraggono il petrolio, lontano da ogni villaggio con zero possibilità di comunicazione con il mondo esterno, come chiuso in una prigione, tre mesi di lavoro 24 ore al giorno e 20 giorni di ferie nella sua Italia, un lavoro fatto così lontano da tutto e tutti circondato solo da operai di quel pozzo di nazionalità diverse e tanta sabbia colline di sabbia gialla.

Quest’uomo sentendo la necessità di comunicare con il resto del mondo si è iscritto alla Community di Libero Digiland e ……..ci siamo conosciuti. La nostra amicizia giorno per giorno si è approfondita portandoci all’esigenza di conoscerci. Ogni giorno ci si sentiva, nei momenti in cui lui poteva collegarsi, il giorno di natale gli ho fatto compagnia e anche il primo dell’anno facendolo sentire partecipe al resto del mondo e tutte le sere mi telefonava.

A febbraio le prime ferie di 20 gg con la promessa da parte di lui di venire nella mia terra a trovarmi, in Italia la nostra lontananza chilometrica è tantissima circa 1200 km., ma lui promette di venire prendere un aereo e venire con la scusa di andare nella sede della sua vita in una città vicino alla mia, io felicissima attendo questo momento, si la voglia di conoscerci è enorme, almeno credo.

Parte per l’Italia e……………..aspetto aspetto aspetto ma…..nulla di nulla nessun contatto da parte sua, vedo che a volte entra in community, ma nessun messaggio. Trascorrono i venti giorni e si rifà vivo, ma…..non per venirmi a trovare ma dal luogo del suo lavoro, era tornato nel deserto e non era venuto su da me, mi arrabbio tantissimo e ne dico di tutti i colori, bhe presa per i fondelli una volta ma………gli do altra possibilità. Intanto scarico Skype così possiamo comunicare meglio e più velocemente, e sentirci anche telefonicamente alla sera, la nostra amicizia si approfondisce ulteriormente. A maggio dovrebbe ritornare in Italia e promette ancora una volta di venire a trovarmi ma……….alla fine di aprile gli arriva una notizia devastante, sua madre viene ricoverata all’ospedale d’urgenza e parte per l’italia in fretta e furia con la promessa ancora una volta che sarebbe venuto. Passano i giorni ma non sento notizie, tutto tace che dire non mi arrabbio perchè so che ha problemi con la mamma e la mamma è sempre la mamma e aspetto con pazienza un suo messaggio, ma nulla di nulla nemmeno una mail un sms nulla. Nel frattempo così per caso lo cerco su FB e………trovo un suo profilo, bhe nulla di strano avere un profilo su FB, c’è l’hanno quasi tutti…..per cui non ci faccio caso più di tanto solo una cosa mi aveva fatto pensare che…….avendomi detto che non aveva altri profili da nessuna parte, ma forse l’aveva creato mentre era a casa e si annoiava chissà, ma mi sono ripromessa di chiederglielo. Trascorsi i venti gg canonici rientra nel suo campo in mezzo al deserto mi cerca e si scusa dicendo che è stato molto impegnato con la madre ammalata, e che comunque si era ripresa e l’avevano dimessa dall’ospedale per cui lui era tornato al lavoro senza aver avuto la possibilità di andare nella sede della sua ditta.

Pochi giorni dopo gli faccio la fatidica domanda se avesse un profilo sui FB, e lui prontamente mi risponde di no, mmmmaaa come dico io bugiardo io l’ho visto il che questo lo fa arrabbiare, col PC faccio una foto al suo profilo e gli invio il tutto,. Lui nega nega di aver fatto lui quel profilo, ed è proprio il suo perché aveva la stessa foto del profilo di Skype, per cui se non era stato lui…….gli avevano fatto un bel………. scherzetto. Bene, lui che fa………lo dice alla moglie e gira pari pari la mia mail con la foto del profilo di FB così chè si legge pure il mio nome e cognome…….da lì nasce un putiferio immane, la moglie si arrabbia un casino e chiede a lui spiegazioni di chi sono io.

La moglie si arrabbia a tal punto che non lo vuole più sentire e cice che se ne andrà e chederà la separazione, gli nega addirittura di fargli sentire i figli. A questo punto quest’uomo entra nel panico più assoluto, si ritrova a 4000 km. di distanza in mezzo al deserto, in mezzo a queste persone con le quali ha solo rapporti di lavoro, dal momento che esce dal suo ufficio quando si spengono i PC alla sera, non ha più contatti con il mondo esterno, la moglie gli nega la voce dei figli e lo massacra di parolacce e assurdità, ha anche scoperto il profilo in una chatt, vero è stato beccato in fragrante ma…..avventarsi così con un uomo che non ha possibilità di replica che nn ha nessuno con cui sfogarsi……..ma nn voglio mettere lingua su questo, stà di fatto che durante il giorno che riusciamo a sentirci tramite Skype si sfoga con me e vuole suicidarsi, mi racconta che alla sera si fa del male come penitenza alla mancanza che ha avuto verso la moglie. Io sinceramente rimango quasi annientata da tanta sofferenza di quest’uomo che Lei non vuole ascoltare, non vuole chiarire con lui e gli getta solo fango addosso. Nel mentre riesco ad entrare nella mail della moglie e……leggo con questi miei occhi tutta la sua cattiveria nei confronti di lui, cose pesanti cattive che denotano un rancore atavico, come se fosse scoppiata una pentola a pressione dopo aver finito l’acqua e lasciata comunque sul fuoco. Mamma mia mai visto tanto disprezzo, e mi riprometto di stare vicino a quest’uomo, di tendergli una mano, e così da quel famoso 17/18 maggio ogni giorno sette su sette rimanevo in contatto con lui attraverso Skype, e lui scriveva scriveva raccontava e io incoraggiavo lo ascoltavo, ogni tanto una sgridatine appunto xkè voleva farla finita, mi disse che si era comperato una pistola e voleva spararsi, lo supplicavo di non farlo lo supplicavo di cercare di pensare ad altro, gli dicevo che lo avrei aspettato il giorno dopo in chatt, e così pian piano dal 17/18 maggio sino al 27 luglio la mia presenza è stata assidua, e faticosa, continuavo a leggere la mail che sua moglie gli mandava e continuavo a pensare che comunque uno spiraglio bisogna lasciarlo aperto e dare una possibilità di spiegazione che se vogliamo c’era ed era pure logica, lui si è trovato là nel deserto lontano da tutto e tutti, da sua moglie dai suoi figli, dalla famiglia sono anni che fa questo mestiere e…..come se fosse in prigione, la moglie poi pareva che nn lo contattasse quasi mai via Skype, ma come.-…se io avessi un marito sempre così lontano per lavoro…..starei tutte le sere a comunicare visivamente con lui assieme ai nostri figli, bhe quest’uomo ad un certo punto ha avuto questa necessità di comunicare con il resto del mondo e si è iscritto a quella community dove appunto ci siamo conosciuti, ma sempre e solo virtualmente. Nel frattempo lui mi chiese di chiudergli il profilo mi fornì la PW, e così feci entrai e……..insomma lessi tutti i messaggi scritti ad altre donne oltre a me, e mi fece un po male, ma…….decisi comunque di no abbandonarlo chiusi il profilo cancellai foto messaggi tutto. Io a questa persona mi ci sono affezionata, e gli sono stata vicina in ogni momento sapeva di poter contare su una voce amica, sapeva che c’ero ed io ero contenta di poter essere utile di essere di sostegno, e l’ho fatto col cuore, ma con un cuore sincero senza voler nulla in cambio. Bhe poi il 27 lui è partito per l’Italia finalmente le agognate ferie e la possibilità di chiarire con sua moglie, il che mi faceva un gran piacere, ma gli ho chiesto per favore di mandarmi qualche mail anche fugaci con solo scritto ciao stò bene. Ma da allora nulla di nulla, ne un messaggio ne uno scritto nulla, questo mi fa male e mi fa riflettere molto sul comportamento umano e di quanto a volte sia meschino, fin che una persona ti serve la usi poi…..te ne freghi questo è bruttissimo, io nn voglio nulla in cambio ma solo sapere come stà, tutto qui, son contenta di aver dato una mano ad una persona in difficoltà e non voglio gratificazioni o il tappeto rosso no, vorrei solo dare un messaggio con questo post, un forte messaggio, vorrei che ogni persona si guardi dentro e non dimentichi chi gli ha dato una mano chi l’ha sostenuto chi l’ha incoraggiato se noi avessimo un po di riconoscenza verso questo tipo di persone forse il mondo girerebbe meglio……

Comunque io ho deciso che questa persona non la voglio mai più sentire, anche se so che ho dato tutto col cuore so anche che mi ha usato per un suo solo fine a senso unico e questo non và bene, mi sono cancellata da Skype e chiuso ogni contatto, questo per salvaguardare comunque me, io davvero quasi ci stavo perdendo un po la testa ma…sono riuscita a non andare oltre a quello che era un sentimento di amicizia.

Lady Blu Pantera

 
 
 

La cattiveria.........

Post n°79 pubblicato il 30 Luglio 2012 da Lady_Blu_Pantera

La cattiveria non ha limiti ne confini

Ad essere troppo buoni anche con chi più ti stà vicino chi è sangue del tuo sangue chi è nato dagli stessi genitori......si rischia di prenderlo....nel......e purtroppo tocca sempre a me. son troppo buona.....o cogliona????????

Oggi và così.......mi sento fallita e mi fanno sentire fallita se hai un piede nella fossa zacchete altro che mano pedata.....si può ricominciare a 51 anni???????? come se niente fosse, gettare tutto alle spalle mollare tutto e tutti e riiniziare una nuova vita??????? si può????????? sono spiaccicata a terra


 

 
 
 

Losapevate che........

Post n°78 pubblicato il 20 Luglio 2012 da Lady_Blu_Pantera

Alzi la mano chi sapeva che presso i Comuni è possibile firmare per un Referendum abrogativo parziale sulla legge per le indennità parlamentari (Art. 2 L. 31/10/1965, n. 1261).

Si tratta di un referendum, si, l’ennesimo referendum che però ha un fine più che nobile: il taglio degli stipendi della casta politica. La raccolta firme si concluderà il 30 luglio 2012 (termine per la presentazione al Comitato promotore 31/07/2012).

Cosa occorre fare? Nulla di più semplice: recarsi presso il proprio Comune ed andare a firmare. Provate però a domandarvi come mai questa notizia non è passata sui giornali. Non è che per caso c’è un forte connubio tra i finanziamenti elargiti alla carta stampata e la casta politica? Meditate gente.

Intanto, con qualsiasi mezzo, DIFFONDETE LA NOTIZIA!!!!! Voglio proprio vedere se anche stavolta la passano liscia. E poi dopo fate un salto in Comune. Ci vogliono 500.000 firme altrimenti avremo perso l’ennesima buona occasione per dare un duro colpo alla casta. Ma attenzione, la notizia è poco nota e quindi dovete DIFFONDERLA!!!!

Non possiamo continuare a lamentarci sempre di tutto e poi lasciare che le cose vadano come vadano. Io penso che dobbiamo essere coerenti in primis con noi stessi. E voi che ne pensate?

Scadenza 30 luglio 2012

Firmiamo!!

 
 
 

Per un......amico

Post n°77 pubblicato il 27 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

Ti ho cosnosciuto

allegro frizzante simpatico e giocoso,

è nata un'amicizia un coinvolgimento.

 

Abbiamo giocato, riso scherzato,

coinvolti nei nostri momenti più belli,

creando sintonia.

 

Poi sei caduto,

pesantemente al suolo,

e la tua anima morta annientata,

dal dolore dell'abbandono.

 

Ti ho teso le mani entrambe,

ti ho aiutato a rialzarti,

sostenendoti come se il mio corpo,

la mia mente fosse un bastone

su cui appoggiarsi,

solido e sincero.

 

Ti ho mostrato una via,

una via da percorrere,

se vuoi impervia difficle,

ma sicura.

 

Sempre per mano ti ho accompagnato,

per un pezzo del tuo cammino,

felice di essere stata di sostegno,

e di esserti stata accanto,

cammimnando con te

passo dopo passo.

 

Ora vedo e sento,

che puoi camminare da solo,

ti sei rialzato,

riprendendo la coscieza di Te,

 

Lascio che il tuo cammino si compia,

nella maniera più

giusta che sia,

non servo più la mia missione è finita,

e come un soffio di aria fresca, sono arrivata,

e ora me ne vado via.

La brezza arriva.........e se ne và.

 

Lady Blu Pantera

 
 
 

solidarietà

Post n°76 pubblicato il 23 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

QUESTO POST CHE SCRIVERO' L'HO PRESO DALLA CARA AMICA CILLI74_1 CHE CON LE UNGHIE E CON I DENTI STA' LOTTANDO, BENE LA SEGUIRO' IN QUESTA BATTAGLIA

http://blog.libero.it/IOFIAMMA/commenti.php?msgid=11401274&id=313549#comments

CHI SA E PUO' E VOLTA LE SPALLE NON MERITA DI ESSERE UN CITTADINO ITALIANO...

DAL COMMENTO DI LADYBLUPANTERA AL MIO POST DEL 19 GIUGNO 2012

" Buongiorno a tutti, ciò che dice il tuo amico è verissimo cara Dani, quella mattina, quella famosa mattina del 20 maggio, un mio carissimo amico dopo la tremenda scossa si è collegato al sito nazionale INGV e c'era srtitto 6.2 scala Ricther, le radio parlavano dello stesso grado di intensità, e addirittura anche dall'America era stato registrato lo stesso grado...

Poi chissa perchè magicamente è calato a 5.9... Chissa perchè...

Lo sappiamo il perchè, così non pagano... Semplice no!

E anche le scosse del 29 maggio alle 9.00 di mattina e alle 13.00 stessa cosa, e anche quella della sera del 3 giugno alle 21.00,  tutte sopra il 6° grado altro che storie...

Altra cosa: un mio cliente della forestale è assegnato al campo di profughi di Scortichino vicino a Bondeno, ci sono parecchi sfollati nelle tende che poveretti adesso con stò caldo, qui non si scherza mica, 42° ieri pomeriggio e l'umidità elevatissima, d'altronde siamo in una Palude bonificata, arrostiscono come polli in forno, beh parlavano dell'invio di condizionatori... Ma fino a qualche giorno fà nemmeno l'ombra... Parlavano di container ma ancora non esiste un piano per spianare la zona per posizionarli e preparare le fognature e quant'altro serva, ancora di tutto ciò nn ci sono direttive, vero siamo in giugno ma l'inverno è già alle porte e serve tempo per pianificare...

La chiesa di legno... Queste cose mi raggelano il sangue, io son fortunata che nn ho subito danni, ma... Che dire... Nel momento del bisogno lo stato abbandona i propri cittadini...

Anche qui, nella mia città, parecchie persone hanno subito danni grossi, non se ne parla molto ma ci sono persone che son sfollate, e che ho sentito dire? Anche qui pare che il sindaco non voglia fare un campo di tende al Parco urbano perche è degradante per la vista.

Robe da non credere, purtroppo vere, ma in che mondo viviamo??? In un mondo dove i nostri governati pensano  solo al loro tornaconto, a posto loro a posto tutti, qui cari miei bisogna solo rimboccarsi le maniche ed arrangiarsi tanto...

Se aspettiamo loro diventiamo canuti e siamo ancora messi così... Aiutati che non sarai aiutato questo penso...

Io sinceramente è un periodo che mi sento annientata e svuotata di tutto vedendo quanto schifo c'è in giro, e sinceramente la voglia di reagire ma parlo per me è pochissima... Veramente quasi nulla...Sono caduta col sedere per terra e faccio molta fatica a rialzarmi...

Un abbraccio e scusate lo sfogo... Lady "

 

CHI LEGGENDO DELLA DISPERAZIONE DI ALTRI CITTADINI ITALIANI COME NOI E CON LA PAROLA " POVERINI " LIQUIDA IL PROBLEMA, NON MERITA DI ESSERE UN CITTADINO ITALIANO...

CHI LEGGE, SA E NON SENTE DENTRO SMUOVERSI LA RABBIA PER ALTRI COME NOI CHE ARROSTISCONO AL CALDO NON MERITA DI ESSERE UN CITTADINO ITALIANO...

QUI NON SI CHIEDONO I MIRACOLI SI CHIEDE DI ESSERE OPERATIVI... OPERATIVI NON VUOL DIRE SCENDERE IN PIAZZA E FARE LA GUERRA... A CHI E' SOTTO UNA TENDA NON GLIENE FREGA NIENTE SE A 500 KM DI DISTANZA SI MANIFESTA... A LORO SERVE AIUTO, OSPITALITA', CONDIVISIONE, UN PO' DI TRANQUILLITA', AIUTI MATERIALI... TUTTO QUELLO CHE SERVIREBBE A NOI SE CI FOSSE CAPITATA UNA SCIAGURA SIMILI... PENSIAMOCI...

SIAMO TUTTI PROVATI DALLE RECENTI RIFORME ECONOMICHE CHE CI SALASSANO E CI IMPOVERISCONO SEMPRE DI PIU' MA C'E' CHI ANCORA PUO' DONARE E NON CON LE DONAZIONI CHE ARRICCHISCONO LE CASSE DI BANCHE, SUPERMERCATI E AGENZIE TELEFONICHE...

DONIAMO DIETTAMENTE SUI CONTI DEI COMUNI TERREMOTATI BAIPASSANDO LA BUROCRAZIA CHE CI SI PRENDE LE SPESE SULLE DONAZIONI,O INVIAMO AIUTI DIRETTAMENTE A CHI CONOSCIAMO O A CHI CONOSCE QUALCHE NOSTRO AMICO...

ORDINIAMO PARMIGIANO DIRETTAMENTE DA LI' A COSTI MINIMI...

DONIAMO IL 5 PER MILLE ( QUELLO NON CI COSTA NIENTE )...

CREIAMO UNA RETE UMANA DI SOLIDARIETA' CHE SIA EFFICIENTE... NON CHIUDIAMO GLI OCCHI... NON SIAMO NATI CIECHI E NEMMENO SORDI...

Daniela

 

VI SEGNALO UNA INIZIATIVA DELLA CGIL SCUOLA PER REPERIRE INSEGNANTI VOLONTARI PER I BAMBINI DELLE ZONE TERREMOTATE DURANTE IL PERIODO ESTIVO

( ringrazio hangryforyou per avermi segnalato l'iniziativa )

 

http://www.cgil.it/Tematiche/Documento.aspx?ARG=&TAB=0&ID=19297

 

VI SEGNALO I CODICI IBAN PER FARE DONAZINI  DIRETTAMENTE AI COMUNI DELLE ZONE TERREMOTATE ( I COMUNI SONO INNUMEREVOLI, VI SEGNALO I PIU' DISASTRATI... LA CERNITA E' STATA FATTA CON L'AIUTO DEI MIEI AMICI DI NOVI DI MODENA E CARPI MA ENTRO DOMANI PUBBLICHERO' UN BOX CON UNA LISTA PIU' DETTAGLIATA DEI COMUNI. IL REPERIMENTO DEI CODICI IBAN E' STATA FATTA DA CHI CONDIVIDE CON ME LA VITA... GRAZIE)

 

COMUNE DI MIRANDOLA

codice IBAN IT87N0503466850000000005050,

con causale "terremoto maggio 2012"

 

COMUNE DI FINALE EMILIA

Bonifico Bancario codice IBAN IT82E0611566750000000133314, codice 

 

  con causale " terremoto maggio 2012 "


COMUNE DI NOVI DI MODENA

Bonifico bancario codice IBAN  (UNICREDITBANCA AGENZIA DI NOVI DI MODENA)

 IT 38 N 02008 66903 000100560218

con casuale " terremoto maggio 2012 "

Si informa che tutte le donazioni ed i contributi in denaro che perverranno tramite versamento sul c/c dedicato verranno utilizzati per il ripristino dei servizi ai cittadini. In particolare le priorità di intervento riguardano la riapertura dell’anno scolastico a settembre comprese le attività che caratterizzavano l’offerta formativa. L’Amministrazione Comunale formalmente si impegna a rendicontare in modo analitico, mediante pubblicazione sul proprio sito internet, l’utilizzo delle donazioni ricevute.


COMUNE DI MEDOLLA 

(BANCA POPOLARE DI VERONA GRUPPO BANCO POPOLARE FILIALE DI MEDOLLA)


Bonifico bancario codice IBAN IT 72 J 05034 66840 000000030364

con causale " terremoto maggio 2012 "

 

PROVINCIA DI MANTOVA 

 

"PROVINCIA DI MANTOVA PER IL TERREMOTO" Presso: BANCA POPOLARE DI SONDRIO Succursale di Mantova, C.so Vittorio Emanuele II, 154, 46100 Mantova (MN) causale TERREMOTO IBAN: IT57 D 05696 11500 000016003X47

 

PROVINCIA DI MODENA

Filiale Unicredit di via Emilia Santo Stefano 18/e con le seguenti coordinate Iban: IT 12 I 02008 12800 000100658213.

causale "Terremoto Emilia 2012"

 

 "MARSALA PER L'EMILIA"

 Dal 18 Giugno al 3 Luglio, c/o l'Ente Mostra, Pinacoteca del Carmine di Marsala, si potrà manifestare la propria solidarietà acquistando opere d'arte ad offerta libera, a partire da una base minima stabilita per ogni opera. Il ricavato sarà interamente devoluto ad una famiglia particolarmente disagiata, del comune di Mirandola, a seguito del disastroso sisma che ha colpito la bella Emilia.

 Non esitate a contattarmi...grazie!

 Gli Artisti che non l'hanno ancora fatto...possono donare le proprie opere consegnandole ai custodi del Museo del Carmine, dopo aver compilato un modulo.

 Orari apertura Mostra: 10.00 - 13.00 e 17.00 - 19.00

 
 
 

e ancora

Post n°75 pubblicato il 23 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

 

 

 

ecco quest'articolo parla di 6° scala Richter nn di 5.9

preso da " Il messaggerio"

 

Terremoto in Emilia, sette morti e 3.000 sfollati.

 Feriti, crolli e danni enormiTrema tutto il Nord est.

Deceduti 4 operai e 3 donne, grave un pompiere.

 Alle 15 altro sisma. Monti rientra dagli Usa (Poteva restarci)

FERRARA - La terra trema nel Nord Est:

 alle 4.04 una scossa di terremoto di magnitudo 6 ha sconvolto l'Emilia Romagna.

Alle 15.18 un nuovo sisma di magnitudo 5.1: è

 crollata la Torre dell'Orologio a Finale e un vigile del fuoco è rimasto ferito.

Il bilancio è di sette morti, almeno 50 feriti e 3.000 sfollati.

I danni maggiori a Sant'Agostino e Finale Emilia.

Quattro operai,una donna tedesca di 37 anni,

un'anziana ultracentenaria e un'altra anziana

che era stata colpita da ictus subito dopo la scossa

 le vittime del tremendo terremoto. 

Il premier Monti, che ha anticipato il suo rientro dagli Usa,

 martedì decreterà lo stato di calamità naturale.

Il Pontefice ha pregato per le vittime,

mentre il presidente della Repubblica Napolitano

si è complimentato con chi ha gestito l'emergenza.

La notizia del terremoto ha fatto il giro del mondo,

ripresa dai maggiori quotidiani e televisioni straniere.

Ingenti i danni ai monumenti. «Trenta secondi di terrore»

il racconto di una testimone.

 

altro articolo preso da

"La Repubblica"IL TERREMOTOLa terra trema nell'Italia del Nord
Sette morti e decine di feriti in Emilia
Il sisma di magnitudo 6

ha fatto tremare molte zone del Nord Italia.

Sotto le macerie rimangono quattro operai.

Un'ultracentenaria investita dai calcinacci.

Un'altra donna stroncata da un malore.

I centri più colpiti nel Ferrarese e nel Modenese.

Danni a chiese e monumenti.

Serie di scosse di assestamento, la più forte di intensità 5.1.

Monti rientra in anticipo dagli Usa (Poteva restarci)

ROMA - Come il terremoto dell'Aquila. Anche se,

fortunatamente, le conseguenza sono molto meno gravi. 

Una scossa di magnitudo 6 fa tremare alle 4.05 tutto il Nord Italia,

seminando morte e distruzione in Emilia: l

'epicentro del sisma viene individuato a 36 chilometri a nord di Bologna 1

tra le province di Modena e Ferrara. Finale Emilia, nel Modenese 2,

e Sant'Agostino, nel Ferrarese 3, sono i centri più colpiti.

Sotto le macerie rimangono quattro operai e un'ultracentenaria,

mentre una cittadina tedesca di 37 anni e una donna di 86 anni muoiono per un malore legato ai crolli. Almeno 50 i feriti.

Alla prima scossa - avvertita anche in

Lombardia 4, Liguria 5, Toscana 6, Triveneto 7 -

ne seguono molte altre, un'ottantina.

La più forte, di intensità pari a 5.1, nel primo pomeriggio.

Migliaia di persone rimangono per strada.

Secondo le prime stime della Protezione civile,

 gli sfollati sono 3.000, all'incirca 2.500 nel Modenese e 500 nel Ferrarese

 

 


 
 
 

FERRARA LA MIA CITTA'

Post n°74 pubblicato il 23 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

Terremoto Emilia, nel 1993: "Forte sisma colpirà Ferrara"

Si intitolava “Ferrara e Terremoti”, e nonostante fu accolto dallo scetticismo generale, lanciò l'allarme per futuri forti eventi tellurici. Uno studio datato e che purtroppo si è verificato a distanza di 9 anni. Se non poteva essere previsto, però lo studio cancella un dogma: Ferrara è zona altamente sismica.

 

 

FERRARA – Si intitolava “Ferrara e Terremoti”, e nonostante fu accolto nello scetticismo generale,  l'allarme per futuri forti eventi tellurici fu lanciato. Era il 12 Febbraio 1993, e durante un convegno nel capolugo romagnolo alcuni geologi della provincia lanciarono l'allarme: l'Emilia è zona fortemente sismica, e non possono essere esclusi forti terremoti in futuro. Quelle frasi, a distanzia di 19 anni, risuonano oggi come una profezia. Una drammatica e lungimirante previsione quella lanciata dall'Associazione dei Geologi della provincia, caduta però nel vuoto. Certo è difficile fare un collegamento diretto di tipo causa-effetto da quanto dichiarato nel '93 e i due grossi eventi sisismici che hanno raso al suolo le provincie emiliane. Ma le scosse di magnitudo 6,0 dello scorso 20 maggio e quella di 5,8 registrata oggi non sono da considerarsi certamente degli eventi anomali. I due movimenti tellurici, infatti, sono avvenuti in una zona in silenzio sismico da 500 anni. Una parentesi di quiete tra due periodi sismici che hanno agitato la geo-conformazione territoriale emiliana. E proprio questa fu la tesi del convegno che di fatto giustificò l'allarmismo. Due i concetti base: la significativa cronologia storica degli eventi sismici del passato e la preoccupante attività della struttura profonda del sottosuolo di Ferrara. Al tempo, infatti, si sostenne che la dorsale ferrarese fosse tutt'altro che sopita; ma “anzi era da considerarsi(dorsale, ndr) attiva a tutti gli effetti. Un monito bello e buono quello che si legge nelle 24 pagine della relazione esposta nel '93, e che ora è consultabile sul sito de l'Espresso.

Tra le righe della relazione, citiamo testuale, una vera e propria profezia: “la possibilità che si verifichi un evento sismico di grossa portata non è del tutto remota” si legge. Nella documentazione, che riporta anche dei dati che riportavano dei movimenti sospetti nei due anni precedenti alla scrittura, si avvallava la certezza che il sottosuolo ferrarese fosse in fermento. Un dato poco rassicurante e poteva essere ricondotto sostanzialmente al ciclo tellurico della zona: il 2000 come il 1500. Gli impercettibili movimenti del terreno, infatti, se da un alto non erano minimamente paragonabili ai grossi eventi sismici del 1500, potevano però essere paragonati allo sciame sismico che contornò gli eventi del 16esimo secolo. “Alle 7.00 p.m. del 17 Novembre 1570 – si legge - si verificò il culmine di un periodo sismico preceduto da altre grosse scosse e che terminò solo alla fine del 1574, il cui principale epicentro fu la città di Ferrara. La scossa del Novembre 1570 fu la più intensa e raggiunse il nono grado della scala Mercalli”. Sfuggiamo dall'equivoco: i terremoti non possono essere previsti. Ma gli allarmismi possono certamente essere presi più sul serio. Soprattutto se finalizzati a sfatare i tabù che vogliono la zona non essere ritenuta altamente sismica.

 

 
 
 

e ancora..........notizie nefaste

Post n°73 pubblicato il 09 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

 

 

 

Terremoto Emilia inaspettato? «Noto dal 2007 possibilità sisma di 6.2 a Mirandola»L'accusa: «Potenzialità conosciuta ma sottovalutata. Come nella pianura Padana. Ora attenti a Mantova e Verona»

La mappa di Carminati e CamuffoLa mappa di Carminati e Camuffo
MILANO - «Se fossero stati un po’ più attenti alle esperienze sismiche del passato forse sarebbe andata meglio». Lo dice Dario Camuffo, che assieme a Eugenio Carminati in un articolo apparso sulla rivista scientifica Global and Planetary Change, pubblicato nel febbraio 2007, aveva pubblicato una mappa in cui proprio a Mirandola indicato la possibilità di un terremoto di magnitudo 6.2 della scala Richter. Nella stessa carta vengono indicate anche altre zone: per Mantova, ad esempio, la magnitudo è 5.9 e nel Veronese 6.5. Lo studio aveva tutt’altro scopo: valutare gli effetti della sismicità sulla subsidenza nell’area veneziana, ma inevitabilmente prendeva in considerazione un’area più vasta, comprendente tra l’altro la zona interessata dal terremoto in Emilia.

 

CONOSCENZE SOTTOVALUTATE - Camuffo è climatologo del Cnr, Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima di Padova; Carminati è sismologo presso il dipartimento di scienze della Terra dell’Università La Sapienza di Roma. La cosa di cui entrambi si stupiscono è come possa essere stato considerato inaspettato un terremoto che dal punto di vista storico-scientifico non era così improbabile. «La mappa del 2007 l’ho costruita sostanzialmente sulla base di informazioni disponibili dalla comunità scientifica e dal mondo intero» dice Carminati, «pubblicate sul sito dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia). Si vedono le faglie conosciute che potrebbero dare terremoti in Italia. Tra queste c’è la faglia di Ferrara e la faglia di Mirandola. L’ultimo grande terremoto dell'area è del 1570, e il tempo di ricorrenza è molto ampio: vuol dire che magari un terremoto arriva dopo 250 anni e un’altra volta dopo 500 anni. Mi ha sorpreso però sentire dire che la pianura Padana è poco compresa nelle aree potenzialmente sismiche», continua Carminati. «In realtà la sorgente sismica era conosciuta bene e anche la potenzialità sismica dei terremoti. Queste conoscenze sono state sottovalutate». E aggiunge: «Per me non era una novità. La zona è stata inserita tra le zone a pericolosità medio-bassa a partire dalla fine degli anni Novanta, ed è vero che quello che è accaduto è un terremoto di magnitudo media».

LA CARTA DELLA PERICOLOSITÀ - La carta di pericolosità sismica dà informazioni sulla probabilità che avvenga un evento entro un dato periodo di tempo, ma è solo un approccio statistico. È come dire: la probabilità che venga colpito da un fulmine è molto bassa, ma se succede mi ammazza. La probabilità che arrivasse un terremoto nella zona di Mirandola era bassa, però quando è arrivato era della magnitudo aspettata: intorno a 6. E crea danni, come purtroppo si è avverato.

LIQUEFAZIONE SABBIE - Tra gli effetti che hanno più impressionato è stata la fuoriuscita di fango e sabbia dalle fratture nel suolo. «È il fenomeno della liquefazione delle sabbie», spiega Carminati. «I sedimenti della pianura Padana sono molto ricchi d’acqua. Quando sono scossi da un terremoto, i granelli di sabbia si compattano e riducono i vuoti. Ma se negli interstizi c’è acqua, questa viene espulsa velocemente creando vulcanetti di fango e avviene la compattazione del suolo».

RISCHIO ANCHE IN PIANURA - Il rischio dell’area padana deve essere tenuto nella giusta considerazione. «Non si poteva prima - e a maggior ragione non si può oggi - considerare la zona come non sismica», prosegue il sismologo. «Le persone, per esempio del Ferrarese, erano totalmente ignare delle pericolosità sismica di questa zona. Ormai è tardi, ma si sarebbero dovute informare le popolazioni di questo rischio. «Il nostro articolo è del 2007, ma è basato su conoscenze risapute e pubblicate da anni», aggiunge Camuffo. «Chi aveva la responsabilità e la conoscenza di queste informazioni doveva svegliarsi un po’ prima. La mappa merita ancora di essere diffusa e meditata a salvaguardia di persone e cose, perché vi sono ancora zone a rischio non adeguatamente comprese».

MANTOVA - Infatti, come si può notare nella comparazione delle immagini tra la carta ufficiale del rischio sismico e quella di Camuffo e Carminati, l'area di Mantova è inserita nella zona a rischio bassissimo o nullo. Mentre i due studiosi riportano la possibilità di un sisma fino a 5.9, che in una città rinascimentale produrrebbe danni devastanti nel patrimonio artistico.

Massimo Spampani

 

 

 
 
 

Distruzione

Post n°72 pubblicato il 02 Giugno 2012 da Lady_Blu_Pantera

Oggi sono andata a Casumaro a trovare degli amici, eravamo in una decina alcuni anche di San Felice sul Panaro, di Finale Emilia, abbiamo pranzato assieme nel girdino della nostra amica di Casumaro, abbiamo chiacchierato riso e ci siamo raccontati, che bella gente anche se toccati dal sisma fuori di casa con ll'armadio nella macchina e la tenda in giardino affrontano il tutto con dignità e senza disperazione, pronti a rimboccarsi le maniche, che gioia stare con loro mi hanno incoraggiato loro.....io abito più verso est, loro nell'epicentro, è stata una giornata bellissima mi hanno regalato un sorriro, io non ho perso nulla solo tanta paura, loro molto più di me, mi hanno riempito il cuore di calore umano, ho toccato con mano il loro dramma.

Poi io e mio marito ce ne siamo ritornati verso casa ma prima ci siamo avvicinati un pochettino ai paesi della mia provincia a vedere a documentarci, non è stata curiosità la mia ma un momento di riflessione vedere le macerie capannoni distrutti, mi da da pensare qualnto l'uomo sia avolte  stupido nel costruire, da quanto quest'evento sia imprevedibile e arriva quando meno te lo aspetti e noi.......e noi invece spesso siamo superficiali e ricorriamo le cose stupide futili.....

La Chiesa di Mirabello

 

Una fabbrica di Mirabello

 

Il recinto di un'abitazione di Sant'Agostino

 

Il campanile di Sant'Agostino

 

Una fabbrica di Sant'Agostino

 

Altro non abbiamo visto non si poteva passare le strade sono chiuse e transennate, i paesi vuoti San Carlo vuota e stà srpfondando nella melma, qui nel lontano passato erano paludi il PO la terra vuole la sua rivincita, si ribella alla natura nefasta dell'uomo. trema e continua a tremare in continuazione senza sosta. Le tapparelle delle abitazioni erano chiuse come se fossero paesi abbandonati, sono paesi abbandonati, ho sentito dentro di me un grande vuoto, una grande sofferenza e disperazione, ma con grande dignità.

Abbraccio con la mente tutte queste persone che son state più sfortunate di me.

Lady Blu Pantera

 
 
 

bell'articolo

Post n°71 pubblicato il 30 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

Terremoto/ Salvatore Barba, sismologo Ingv, ad Affari: "Placca adriatica contro le Alpi, allarme non ascoltato"


"Almeno dal 2009 la Pianura Padana era stata indicata come una delle regioni più a rischio d'Italia. Servono prevenzione e corretta comunicazione"
Mercoledì, 30 maggio 2012 - 11:24:00
terremoto twitter 6Guarda la gallery

"Sotto la Pianura Padana ci sono faglie note, che sono lì da centinaia di migliaia di anni e che si spostano. Le carte sismiche già indicavano il rischio, ma nessuno lo ha ascoltato finché non è successa la tragedia. Serve più attenzione sui rischi naturali". Così Salvatore Barba, sismologo dell'Ingv, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, spiega ad Affaritaliani.it le dinamiche del sisma infinito che ha colpito l'Emilia Romagna.

Che cosa sta succedendo sotto la Pianura Padana?
"Ci sono faglie note, che sono lì da centinaia di migliaia di anni, che si muovono verso nord. E' l'Appennino che si sposta, creando faglie compressive sotto la pianura. Altre faglie si trovano anche al piede delle Alpi, e queste si spostano invece verso sud. Di faglie sotto i sedimenti padani ce ne sono diverse, centinaia di chilometri. Questi terremoti avvengono perché c'è sforzo nella crosta attorno ad esse".

Come è posizionata la placca adriatica?
"C'è un lembo che parte dal Friuli, passa dal lago di Garda e prosegue sotto la Lombardia, scende sotto l'Appennino e sotto liguria, continua lungo la dorsale ferrarese e arriva al mare ad Ancona. Infine scende verso la Puglia. Tutte le zone intorno a questa faglia sono sismiche, con terremoti possibili sia dal lato tirrenico che da quello adriatico. Questa placca spinge verso nord e va a collidere con le Alpi".

Come mai finora la Pianura Padana veniva considerata area non a rischio o comunque a basso rischio?

"Queste non sono mai state faglie "silenziose". Hanno sempre causato terremoti dall'epoca storica fino a quella recente. Negli ultimi mesi, precisamente dal luglio 2011, c'è stata una serie di terremoti abbastanza forti sparsi nella Pianura Padana, che non hanno creato danni. I terremoti nella zona di Ferrara sono cominciati a fine 2009. Se andiamo più indietro, anche a inizio secolo ci sono stati terremoti. Nel Cinquecento la città è stata evacuata per quattro anni".

E allora come mai questo "errore di valutazione"?
terremoto che verrà 3Guarda la gallery
"Dipende da come la stampa e l'opinione pubblica prendono le informazioni divulgate. Noi nel 2009, in collaborazione con la "Le scienze" (vedi gallery a lato) facemmo una mappa in cui l'Emilia Romagna aveva una probabilità tra il 55 e il 65% di terremoto forte, una delle regioni italiana con la probabilita più alta. Il problema è che, finché non c'è il dramma, non ci si chiede che cosa possa succedere in Italia. Opinione pubblica, mass media e politica recepiscono l'allarme solo 'dopo'. I giornali dovrebbero tenere delle rubriche periodiche fisse sui rischi naturali, per tenere alta l'attenzione".

Le carte sismiche andrebbero riviste, come dice qualcuno?
"Tutto si può migliorare. Certo, oggi rispetto a tre anni fa le rifaremmo più precise. Ma ci sono cose che sappiamo da vent'anni e che ancora non sono entrate nella testa delle persone. Vuol dire che un problema di comunicazione c'è".

Ci sono altre zone, come la Pianura Padana, non adeguatamente allertate?
"In tutta Italia, direi, manca l'allerta adeguata. Ogni territorio ha le sue caratteristiche e solo il Parlamento può fare le verifiche necessarie. C'è in corso un0indagine conoscitiva sullo stato della sicurezza sismica in Italia, che è cominciato alcuni mesi fa e che terminerà ad ottobre. A questo proposito oggi si riunisce la Commissione alla Camera: questi sono i casi in cui verificare quanto la risposta degli enti locali sia adeguata alla pericolosità reale. A sensazione, ripeto, nessuna regione è realmente adeguata. Serve un'imposizione della politica, anche se le cose imposte dall'alto non sempre funzionano. E' importante che anche i territori si muovano dal basso. Per esempio, tutti abbiamo ormai chiaro il sistema di sicurezza delle automobili: cinture, airbag, revisione periodica, controllo della pressione delle gomme. C'è stata una campagna pubblicitaria che ha sensibilizzato i cittadini. Bisogna fare lo stesso con i rischi sismici".

Come proseguirà lo sciame sismico in Emilia?
"Purtroppo non si può dire. La situazione è imprevedibile. Potrebbe finire oggi oppure durare altri mesi. Abbiamo esempi di sequenze che durano molto a lungo. In Irpinia ci furono after-choc fino a tre anni dopo, a L'Aquila un anno e mezzo dopo, in Friuli mesi dopo. La situazione è così variabile che l'unica cosa possibile da fare è pianificare una lunga gestione della crisi e poi, nel caso non siano necessari, evitare gli interventi previsti".

E nelle altre regioni d'Italia?
"Ci sono aree in cui c'è molta energia accumulata: Puglia, Calabria, Sicilia, Campania, Basilicata, Abruzzo. Anche Veneto. Ma non è possibile fare previsioni con precisione. Bisogna prendere subito provvedimenti per la prevenzione".

Maria Carla Rota

ecco quanto

 
 
 

20 Maggio 2012 ore 04.04

Post n°70 pubblicato il 20 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

20 Maggio 2012 ore 04.04

 

 

Ore 04.04 mio marito di soprassalto si sveglia mi chiamma “LAURRRAAAA LLLLAAAUURRRRAAAA IL TERREMOTOOOOOO”

Mi alzo di scatto mi gira la testa non capisco più nulla…….mia filgia urla ha paura entra nel panico la scossa è terribile fortissima mai sentito una cosa del genere, magnitudo 6.0 epicentro nella mia zona………..

Cerco di non entrare nel panico, vado sutto al trave di una porta, ma poi in bagno mi vesto ci vestiamo prendo la borsa e scappiamo fuori, siamo salvi….

Cerco di telefonare all’altra mia figlia, a mia madre mio padre, mia sorella ma i cellulari non funzionano, poi finalmente ci sentiamo, noi tre corriamo da mia madre che pure lei entrata nel panico, abita dove lavoro un grande negozio di proprietà della nostra famiglia, e arrivo, piange mio padre invece nn è timoroso ma si vestono e andiamo nel piazzale, raduniamo lì le macchine.

Corro a prendere mia cognata e i suoi cani stà bene e ritorniamo nel piazzale nel mentre arriva mia sorella con il bimbo e il compagno, bene ci siamo tutti quanti, l’altra mia figlia al sicuro nella macchina del suo moroso stà bene ma ha una paura fottuta.

Siamo tutti nel piazzale, lo stabile non ha subito danni e nemmeno la mia casa, alcune cose rotte ma non importa, vendo cose delicate ma danni quasi nulli, telefoniamo alla nostra commessa che abita ancora più vicino all’epicentro, stà bene e con lei tutta la famiglia.

Dal piazzale vedo l’est e il sole che sorge faccio alcune foto di questo giorno memorabile, bene, anche oggi ho visto il solo e sono grata alla vita di avermi dato questa possibilità di vedere il sorgere del sole……domani potrei non esserci più.


 
 
 

bbeelliissiimmooo MI SENMTO.....VIZIATA

Post n°69 pubblicato il 19 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

 

 
 
 

Il Regalo di un amico.....bellissimo

Post n°68 pubblicato il 19 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

 

 
 
 

C'è chi stà.......bene

Post n°67 pubblicato il 13 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

HAHAHAHAHAHAAAHA guardando il mio gatto che dorme.......penso che ci sia anche chi stà bene al mondo....Lui

 
 
 

Sono Stanca

Post n°66 pubblicato il 02 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

Sono stanca

 

Lady Blu Pantera

Scusate per questo mio sfogo

Lady Blu Pantera

 

 
 
 

Campana di vetro

Post n°65 pubblicato il 01 Maggio 2012 da Lady_Blu_Pantera

Campana di vetro 

Lady Blu Pantera

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Lady_Blu_Pantera
Data di creazione: 12/10/2011
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ehevasesaaaldoniclachriLady_Blu_Panteravolami_nel_cuore33devipiacermi_tantovoglio.cicciotte.femlov3r5feeling_loveDiscreto_attendentesolafrancesco1967cerco_amante9tambo66cortesi.flavia
 

DA IL DANNO.... LOUS MALLE

C'è un filo rosso che unisce chi non si è mai conosciuto,che ci lega a qualcuno che forse incontreremo domani.

C'è un filo rosso che guida e incrocia i nostri destini e ci porta ad amare a prima vista lo sconosciuto che è nella nostra vita da sempre! "

(da Il Danno di Louis Malle)

 

TRAMONTO O ALBA?????

 

GANDHI

" Non già nel seguire il sentiero battuto ma nel trovare a tentoni la propria strada, seguirla coraggiosamente, consiste la vera libertà "

GANDHI

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

UN CUORE......IL MIO

 

È.....SINCERO

 

PANTERA

 

 

 

EVANESCENZA

 

UNA......FIAMMELLA

 

COME....UNA GOCCIA.......NEL MARE

 

VOLARE

 

LADY

 

 

 

 

BLU

 

PANTERA