Creato da beppenovara il 16/02/2007

Mina 1958 - 2011

Il tempo non passa mai con la musica della più grande cantante italiana

AREA PERSONALE

 

LA FOTO

 

TV SORRISI E CANZONI

 
SORRISI E CANZONI N°44 DEL 2002

 

IL CD DELLA SETTIMANA

MINACELENTANO (1998)

Acqua e sale
Brivido felino
Io non volevo
Specchi riflessi
Dolce fuoco dell'amore
Che t'aggia di'
Io ho te
Dolly
Sempre sempre sempre
Messaggio d'amore 

 

TUTTA MINA IN LINK

- Introduzione al blog
- 1959
- 1960
- 1961
- 1962-1963-1964
- 1965
- 1966 prima parte
- 1966 seconda parte
- 1967
- Sito ufficiale di Mina
- Mina Fan Club
- 1967 Sabato Sera
- Delirio spagnolo
- 1968
- 1968 Canzonissima
- 1969
- 1970 prima parte
- 1970 seconda parte
- 1971 prima parte
- 1971 seconda parte
- 1972 prima parte
- 1972 seconda parte
- 1972 terza parte
- 1972 La più imitata
- 1973 prima parte
- 1973 seconda parte
- 1974 prima parte
- 1974 Milleluci - presentazione
- 1974 Milleluci 1a puntata
- 1974 Milleluci 2a puntata
- 1974 Milleluci 3a puntata
- 1974 Milleluci 4a puntata
- 1974 Milleluci 5a puntata
- 1974 Milleluci 6a puntata
- 1974 Milleluci 7a puntata
- 1974 Milleluci 8a puntata
- Lo sconquasso universale
- 1974 Milleluci conclusioni
- 1974 Filo diretto con la Carrà
- 1975 prima parte
- 1975 seconda parte
- 1975 terza parte
- 1975 Curiosità
- 1976 prima parte
- 1976 seconda parte
- 1976 terza parte
- 1976 Curiosità
- 1977 prima parte
- 1977 seconda parte
- 1977 Curiosità
- Link foto
- 1978 prima parte
- 1978 seconda parte
- 1978 terza parte
- 1978 quarta parte
- 1978 L'intervista a Radio Taranto
- 1978 Curiosità e conclusioni
- Il sito di Rita Madaro: l'intervistatrice di Mina
- 1979 Nascita di una copertina
- 1979 Attila
- 1979 I singoli
- 1980 Singolo
- 1980 Kyrie
- Scuola di recitazione Dedalo - Milano
- 1981 I singoli
- 1981 Salomè
- 1982 Singolo
- 1982 Italiana
- 1982 Curiosità 1
- 1982 Curiosità 2
- 1983 Singolo
- 1983 Mina 25
- 1983 In spagnolo
- 1984 Intervista a Bernardini del 1991
- 1984 I singoli
- 1984 Catene
- 1984 La copertina di Catene
- Lo stupro della verità
- 1984 Sogno
- 1985 Singolo
- 1985 Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula
- 1985 Mina, Dracula e la copertina
- 1986 Singolo
- 1986 Sì buana
- 1986 L'Africa di Sì buana
- Sanremo, la musica è finita
- 1987 Proprio come sei
- 1987 Rane Supreme
- 1987 Titolo e copertina
- 1988 Oggi ti amo di più
- 1988 Ridi Pagliaccio
- 1989 Uiallalla
- 1990 Ti conosco mascherina
- 1991 Caterpillar
- 1992 Singolo
- 1992 Sorelle Lumiére
- 1992 Curiosità
- 1993 Mina racconta i Beatles per NOI
- 1993 Lochness
- 1994 Mazzini canta Battisti
 

FACEBOOK

 
 

 

« 1980 - Il singoloLA FABBRICA DEI 45 GIRI ... »

1980 - L'album

Post n°177 pubblicato il 16 Novembre 2007 da beppenovara

Nel maggio del 1980, poco prima di iniziare le registrazioni alla “Basilica”, Mina confidò a Gherardo Gentili: “Francamente non so più che cosa cantare. Credo di aver dato fondo a tutte le combinazioni possibili…” e ancora nel febbraio del 1981, ad album uscito, a Ranuccio Bastoni, in un’intervista pubblicata su Oggi: “Kyrie è una bella parola, dal suono pieno, vibrante. Da noi, a Cremona, come intercalare, si usa dire “Oh Signur!”. Beh, Kyrie è la stessa cosa. Mi ricorda quelle mattinate fredde, alla domenica, in chiesa con la mamma, il fumo dell’incenso, il coro. E su tutti i suoni si levava forte questo Kyrie. Secco. Un’esclamazione e un’invocazione.”

Queste due frasi testimoniano un po’ lo spirito aleggiante intorno a “Kyrie”: grande incertezza su un repertorio da proporre e che necessitava di nuovi spunti e stimoli, e la scelta successiva di sondare “nuovi territori musicali” in modo preciso, diretto tanto da fare esclamare qualcosa di simile (ognuno a proprio uso e consumo) all’ascoltatore che si accosta a questo doppio album.

Musica, il brano d’apertura, esprime in maniera esemplare l’aria di ricerca e rinnovamento: uso del synthetizer, la voce di Mina che si sdoppia all’interno di una generale atmosfera rarefatta e quasi spaziale. Questa atmosfera impalpabile si scontra con la ruvidezza di You keep me hangin’ on: la voce di Mina che diventa di "carta vetrata" per rendere la canzone eccessiva e diretta.

Con Quatt’ore ‘e tiempo abbiamo uno dei pochi momenti più classici e tradizionali: una sequenza di immagini che si insegue nel ritmo quasi danzante della melodia. Dramma napoletano lontano dai soliti schemi melodici partenopei, la canzone è una libera trasposizione della celebre “Pietà Signor” composta nel ‘700 da Alessandro Stradella. Chi sarà è il primo impatto con Simonluca, il golden boy di questo album: nata in una notte sola, brilla per la semplicità e la chiarezza dei versi.

Voglio stare bene: canzone alla “Queen” (ricordiamo Bohemian Rhapsody? ma sì ricordiamola!): canzone follemente gustosa, con inizio dal sapore drammatico e continui cambi di tonalità. Bellissimo gioiello targato Shel Shapiro è I know: un ritornello potente e carico, tutto costruito per una voce, quella di Mina, in gran forma. Segue Tra napoli e un bicchiere dove le voci di Mina e Simonluca giocano in infiniti intreccie scale di tono ben riusciti. Il primo volume chiude con Capisco di Massimiliano Pani.

Una canzone che ho sempre amato è Fermerò qualcuno: impostazione vocale drammatica, senso di solitudine che pervade ogni riga del testo, arrangiamento sontuoso e coinvolgente. E passando dal sapore reggae dell’incisiva L’amore è bestia, l’amore è poeta si arriva a una perla di Kyrie, il remake di She’s leaving home molto più sontuosa e meno melensa dell’originale: il suo arrangiamento colpì così favorevolmente gli stessi Paul McCartney e John Lennon tanto che mandarono un telegramma di congratulazioni al Maestro Mario Robbiani.

Qualcosa in più è un altro momento topico dell’album: la sua struttura in crescendo e il suo testo visionario ed esasperato sono sublimi.

Con Colori invece entriamo in territorio blues: testo bellissimo che sprizza carnalità sanguigna da tutti i pori, arrangiamento deciso che dà al testo un’atmosfera adeguata e ben definita. L’esagerazione è caratteristica imprescindibile di Bambola gonfiabile: violentemente rock, cantata in modo sguaiato, che alla fine è l’unico modo per interpretare un brano così forte. Mina perfetta. Il doppio finisce con due brani di grande spessore: le mani d’oro di Bruno Lauzi, firmano la bellissima Radio su musica di Beppe Cantarelli che arrangia: testo incentrato sulla gelosia, che tocca toni e atmosfere a tratti struggenti, regalate da una base d’archi favolosa e dal suono magico del flicorno. Buonanotte buonanotte: la dolcezza dei versi e la sontuosità del primo arrangiamento di Massimiliano Pani, concludono un album ricco ed appassionante.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

QUESTA CANZONE (2011)

Video realizzato da Mauro Balletti

 

MINA: COME S E IO FOSSI LI'(2010)

 Il video realizzato da Fernando: come sempre il migliore!

 

 

MINA: LA CLESSIDRA (2010)

 

STO LEGGENDO:

 

FILM E DVD. IN QUESTI GIORNI HO VISTO...


 

PROPRIETA' FOTO

Le foto contenute in questo blog sono il frutto della fatica e della proprietà intellettuale di persone che fanno di questa arte un lavoro serio e rispettabile. Mi tengo ovviamente a disposizione di queste persone per eliminare le immagini usate, qualora la pubblicazione possa arrecare loro danno o fastidio.

Grazie, in ordine alfabetico, a Anna (per lo scanner), Andrea "Raffles306", ClaudioNA, Fabio, FedericoB, Francesco (Fortunato), MarioB,  MadameX e Maxbg per le foto.
E un grazie particolare a Loris per i preziosi suggerimenti iniziali.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

jerry742009dariodatarantoKing.s_Pubnonsonosolomassaggimarziodgl13sudpacificoisp.spinelligiannipiciuccorossivenusemiliograzianiarmandoarpajaAdmin_giuborgiannimadaroecotrattamentibalmon
 

VISITE

free counter

 
 

ULTIMI COMMENTI

Insisto:ne fanno un segreto dell'intervista 78 a Mina...
Inviato da: melinat
il 06/07/2011 alle 17:49
 
è uscito in contemporanea mondiale il CD Elena Ravelli: 50...
Inviato da: Simone
il 06/05/2011 alle 08:40
 
Ringrazio lei, maestro Bacchetta, della sua visita in...
Inviato da: beppenovara
il 28/03/2011 alle 21:10
 
Ringrazio l'autore della recensione per i lusinghieri...
Inviato da: Victor Bach
il 21/03/2011 alle 18:22
 
....ma le parole del testo chi le ha scritte????? STUPENDE
Inviato da: angela
il 13/11/2010 alle 09:51
 
 

FONTI

Le importanti fonti che mi permettono di portare avanti questo blog sono:

Paolo Belluso, Flavio Merkel: “Unicamente Mina” Gammalibri, 1983
Alberto Imparato: "MINA IN TV"
Loris Biazzetti, Antonio Bianchi: Le fanzine del Mina Fans Club
Fernando Fratarcangeli: "Mina talk", 2005
Romi Padovano: "I mille volti di una voce", 1998
Mina Disegnata Fotografata
TV Sorrisi e Canzoni

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31