Creato da beppenovara il 16/02/2007

Mina 1958 - 2011

Il tempo non passa mai con la musica della più grande cantante italiana

AREA PERSONALE

 

LA FOTO

 

TV SORRISI E CANZONI

 
SORRISI E CANZONI N°44 DEL 2002

 

IL CD DELLA SETTIMANA

MINACELENTANO (1998)

Acqua e sale
Brivido felino
Io non volevo
Specchi riflessi
Dolce fuoco dell'amore
Che t'aggia di'
Io ho te
Dolly
Sempre sempre sempre
Messaggio d'amore 

 

TUTTA MINA IN LINK

- Introduzione al blog
- 1959
- 1960
- 1961
- 1962-1963-1964
- 1965
- 1966 prima parte
- 1966 seconda parte
- 1967
- Sito ufficiale di Mina
- Mina Fan Club
- 1967 Sabato Sera
- Delirio spagnolo
- 1968
- 1968 Canzonissima
- 1969
- 1970 prima parte
- 1970 seconda parte
- 1971 prima parte
- 1971 seconda parte
- 1972 prima parte
- 1972 seconda parte
- 1972 terza parte
- 1972 La più imitata
- 1973 prima parte
- 1973 seconda parte
- 1974 prima parte
- 1974 Milleluci - presentazione
- 1974 Milleluci 1a puntata
- 1974 Milleluci 2a puntata
- 1974 Milleluci 3a puntata
- 1974 Milleluci 4a puntata
- 1974 Milleluci 5a puntata
- 1974 Milleluci 6a puntata
- 1974 Milleluci 7a puntata
- 1974 Milleluci 8a puntata
- Lo sconquasso universale
- 1974 Milleluci conclusioni
- 1974 Filo diretto con la Carrà
- 1975 prima parte
- 1975 seconda parte
- 1975 terza parte
- 1975 Curiosità
- 1976 prima parte
- 1976 seconda parte
- 1976 terza parte
- 1976 Curiosità
- 1977 prima parte
- 1977 seconda parte
- 1977 Curiosità
- Link foto
- 1978 prima parte
- 1978 seconda parte
- 1978 terza parte
- 1978 quarta parte
- 1978 L'intervista a Radio Taranto
- 1978 Curiosità e conclusioni
- Il sito di Rita Madaro: l'intervistatrice di Mina
- 1979 Nascita di una copertina
- 1979 Attila
- 1979 I singoli
- 1980 Singolo
- 1980 Kyrie
- Scuola di recitazione Dedalo - Milano
- 1981 I singoli
- 1981 Salomè
- 1982 Singolo
- 1982 Italiana
- 1982 Curiosità 1
- 1982 Curiosità 2
- 1983 Singolo
- 1983 Mina 25
- 1983 In spagnolo
- 1984 Intervista a Bernardini del 1991
- 1984 I singoli
- 1984 Catene
- 1984 La copertina di Catene
- Lo stupro della verità
- 1984 Sogno
- 1985 Singolo
- 1985 Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula
- 1985 Mina, Dracula e la copertina
- 1986 Singolo
- 1986 Sì buana
- 1986 L'Africa di Sì buana
- Sanremo, la musica è finita
- 1987 Proprio come sei
- 1987 Rane Supreme
- 1987 Titolo e copertina
- 1988 Oggi ti amo di più
- 1988 Ridi Pagliaccio
- 1989 Uiallalla
- 1990 Ti conosco mascherina
- 1991 Caterpillar
- 1992 Singolo
- 1992 Sorelle Lumiére
- 1992 Curiosità
- 1993 Mina racconta i Beatles per NOI
- 1993 Lochness
- 1994 Mazzini canta Battisti
 

FACEBOOK

 
 

 

« Quale Mina sei?1987 - Dai Girini alle R... »

1987- Rane Supreme

Post n°228 pubblicato il 07 Marzo 2008 da beppenovara

Con Rane Supreme la qualità vola non alta ma altissima!. Dopo gli anni di evergreen ispirati ai decenni di Trent’anni della nostra storia che si conclude con Sì buana, il 1987 permette a Mina di decidere secondo una logica e un gusto del tutto personale non più legati a uno spazio temporale preciso.
Si parte con un brano recentissimo Careless whisper in cui Mina dà sfoggio di grande vocalità, seguita da una elettrizzante versione “heavy” di Nessun dolore: è sentendo questa versione del successo di Battisti (così come La verità in Catene) che penso “E se rifacesse sotto questa stessa chiave dura altri successi italiani che si prestano a questo gioco?”. Lanciamo il sassolino…
Un vecchio successo, già interpretato da Mina negli anni ’60 in italiano, è Gloria che potrebbe far parte anche di Plurale, tale è la bellezza dell’arrangiamento; forte, carnale, passionale e latina in una versione mozzafiato di Luna lunera, che anche in quella coda finale tutta musica e coro è piena, ricca di sfumature e coinvolgente fino all’ultima nota. Scrivimi, tirata a lucido e interpretata in modo suadente (ricordo che usai la frase “Una frase, un rigo appena” per chiedere un autografo a Mina…). Il repertorio anglosassone chiude il primo volume: la tenera My cherie amour di Steve Wonder, la famosissima hit di Elton John Sorry seems to be the hardest word, intensa, carica e commovente; la misconosciuta You make me feel brand new degli Stylistics, cantata in duetto con Lele Cerri e ripresa più recentemente dai Simply Red che ne hanno dato una bellissima versione.
Il secondo volume brilla per la qualità altissima dei brani: Massimiliano Pani crea dei piccoli gioielli, che personalmente amo molto, e a ciò si accompagna una buona proposta da parte di altri autori e musicisti. Si parte con Proprio come sei, di cui abbiamo già avuto modo di parlare nel post precedente, cui segue una scanzonata Mappamondo: anche questa canzone, per arrangiamento e costruzione musicale, avrebbe potuto brillare in un Plurale anni ’80. Poi non se ne fece nulla ma pare fosse anche la più papabile come sigla finale del Fantastico di Adriano Celentano. Per avere te, meravigliosa bossa-nova di Carlo Pes su testo di Giorgio Calabrese, è lieve e adorabile, cantata in modo preciso, perfetto. Un gioiello non troppo noto, sul tema della dipendenza amorosa, che meriterebbe maggior luce. Salto nella contemporaneità con Ma chi è quello lì: una Mina divertita e giocosa, ci regala un momento rap ormai entrato nel repertorio di canzoni culinarie (insieme a Ma che bontà del 1977). La canzone fu sigla della trasmissione “Cucina Gambarotta” e fu creato un divertente videoclip con protagonista una solare Monica Vitti. Ritorno al romanticismo con Mi manchi tu, un testo bellissimo al servizio di una musicalità mai banale e perfettamente costruita. Con Serpenti si toccano livelli altissimi: personalmente è una delle canzoni che preferisco in assoluto, non solo di Mina, ma nella totalità delle mie predilezioni musicali: 3 minuti e 24 secondi di passionalità, disperazione, liricità. Una perfezione concentrata nei tempi giusti, una marea di sensazioni suggellata da immagini cupe ma originali che si susseguono fino all’ultimo fiato finale nell’amarezza del “nemico strisciante che ormai ride di me”. Alberto Radius regala una bellissima Tu vuoi lei, storia di una logorante gelosia che trova un momento topico nel ritornello orientaleggiante sul “momento più bello, più dolce che c’è”.
Altro momento di altissima qualità è Tu con me, dove i toni bassi dell’inizio descrivono un momento di  disillusione amorosa, lasciando poi il campo a una voce soffiata e più acuta per ripercorrere il ricordo tenero e felice, mentre il momento finale, rassicurante e deciso, urla la felicità della presenza vera e concreta (“Tu sei con me stasera”). Certo su di me di Massimiliano Pani su testo di Alberto De Martini, è un’altra prova di alta classe: i pensieri amari che contrastano con le piccole illusioni dopo un amore finito danno modo a Mina di darne un’interpretazione varia, precisa e con le intenzioni giuste e mai sopra le righe. L’album si conclude con la gustosa Legittime curiosità: il tema della gelosia giocato su toni più scherzosi e leggeri, incentrato su una serie di domande a catena.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

QUESTA CANZONE (2011)

Video realizzato da Mauro Balletti

 

MINA: COME S E IO FOSSI LI'(2010)

 Il video realizzato da Fernando: come sempre il migliore!

 

 

MINA: LA CLESSIDRA (2010)

 

STO LEGGENDO:

 

FILM E DVD. IN QUESTI GIORNI HO VISTO...


 

PROPRIETA' FOTO

Le foto contenute in questo blog sono il frutto della fatica e della proprietà intellettuale di persone che fanno di questa arte un lavoro serio e rispettabile. Mi tengo ovviamente a disposizione di queste persone per eliminare le immagini usate, qualora la pubblicazione possa arrecare loro danno o fastidio.

Grazie, in ordine alfabetico, a Anna (per lo scanner), Andrea "Raffles306", ClaudioNA, Fabio, FedericoB, Francesco (Fortunato), MarioB,  MadameX e Maxbg per le foto.
E un grazie particolare a Loris per i preziosi suggerimenti iniziali.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Palermo4jerry742009dobermaaniz7hzvcavenati71dariodatarantoseb.midologiovanni.strazzullo3altamuraantonioludovico.galenoUgo.rosaridlsimonegino.daviddiarcadia70gcoformag
 

VISITE

free counter

 
 

ULTIMI COMMENTI

Insisto:ne fanno un segreto dell'intervista 78 a Mina...
Inviato da: melinat
il 06/07/2011 alle 17:49
 
è uscito in contemporanea mondiale il CD Elena Ravelli: 50...
Inviato da: Simone
il 06/05/2011 alle 08:40
 
Ringrazio lei, maestro Bacchetta, della sua visita in...
Inviato da: beppenovara
il 28/03/2011 alle 21:10
 
Ringrazio l'autore della recensione per i lusinghieri...
Inviato da: Victor Bach
il 21/03/2011 alle 18:22
 
....ma le parole del testo chi le ha scritte????? STUPENDE
Inviato da: angela
il 13/11/2010 alle 09:51
 
 

FONTI

Le importanti fonti che mi permettono di portare avanti questo blog sono:

Paolo Belluso, Flavio Merkel: “Unicamente Mina” Gammalibri, 1983
Alberto Imparato: "MINA IN TV"
Loris Biazzetti, Antonio Bianchi: Le fanzine del Mina Fans Club
Fernando Fratarcangeli: "Mina talk", 2005
Romi Padovano: "I mille volti di una voce", 1998
Mina Disegnata Fotografata
TV Sorrisi e Canzoni

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31