Creato da beppenovara il 16/02/2007

Mina 1958 - 2011

Il tempo non passa mai con la musica della più grande cantante italiana

AREA PERSONALE

 

LA FOTO

 

TV SORRISI E CANZONI

 
SORRISI E CANZONI N°44 DEL 2002

 

IL CD DELLA SETTIMANA

MINACELENTANO (1998)

Acqua e sale
Brivido felino
Io non volevo
Specchi riflessi
Dolce fuoco dell'amore
Che t'aggia di'
Io ho te
Dolly
Sempre sempre sempre
Messaggio d'amore 

 

TUTTA MINA IN LINK

- Introduzione al blog
- 1959
- 1960
- 1961
- 1962-1963-1964
- 1965
- 1966 prima parte
- 1966 seconda parte
- 1967
- Sito ufficiale di Mina
- Mina Fan Club
- 1967 Sabato Sera
- Delirio spagnolo
- 1968
- 1968 Canzonissima
- 1969
- 1970 prima parte
- 1970 seconda parte
- 1971 prima parte
- 1971 seconda parte
- 1972 prima parte
- 1972 seconda parte
- 1972 terza parte
- 1972 La più imitata
- 1973 prima parte
- 1973 seconda parte
- 1974 prima parte
- 1974 Milleluci - presentazione
- 1974 Milleluci 1a puntata
- 1974 Milleluci 2a puntata
- 1974 Milleluci 3a puntata
- 1974 Milleluci 4a puntata
- 1974 Milleluci 5a puntata
- 1974 Milleluci 6a puntata
- 1974 Milleluci 7a puntata
- 1974 Milleluci 8a puntata
- Lo sconquasso universale
- 1974 Milleluci conclusioni
- 1974 Filo diretto con la Carrà
- 1975 prima parte
- 1975 seconda parte
- 1975 terza parte
- 1975 Curiosità
- 1976 prima parte
- 1976 seconda parte
- 1976 terza parte
- 1976 Curiosità
- 1977 prima parte
- 1977 seconda parte
- 1977 Curiosità
- Link foto
- 1978 prima parte
- 1978 seconda parte
- 1978 terza parte
- 1978 quarta parte
- 1978 L'intervista a Radio Taranto
- 1978 Curiosità e conclusioni
- Il sito di Rita Madaro: l'intervistatrice di Mina
- 1979 Nascita di una copertina
- 1979 Attila
- 1979 I singoli
- 1980 Singolo
- 1980 Kyrie
- Scuola di recitazione Dedalo - Milano
- 1981 I singoli
- 1981 Salomè
- 1982 Singolo
- 1982 Italiana
- 1982 Curiosità 1
- 1982 Curiosità 2
- 1983 Singolo
- 1983 Mina 25
- 1983 In spagnolo
- 1984 Intervista a Bernardini del 1991
- 1984 I singoli
- 1984 Catene
- 1984 La copertina di Catene
- Lo stupro della verità
- 1984 Sogno
- 1985 Singolo
- 1985 Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula
- 1985 Mina, Dracula e la copertina
- 1986 Singolo
- 1986 Sì buana
- 1986 L'Africa di Sì buana
- Sanremo, la musica è finita
- 1987 Proprio come sei
- 1987 Rane Supreme
- 1987 Titolo e copertina
- 1988 Oggi ti amo di più
- 1988 Ridi Pagliaccio
- 1989 Uiallalla
- 1990 Ti conosco mascherina
- 1991 Caterpillar
- 1992 Singolo
- 1992 Sorelle Lumiére
- 1992 Curiosità
- 1993 Mina racconta i Beatles per NOI
- 1993 Lochness
- 1994 Mazzini canta Battisti
 

FACEBOOK

 
 

 

« 1994 - Mazzini canta Battisti1994 - Pubblicità promoz... »

1994 - Canarino Mannaro

Post n°275 pubblicato il 24 Giugno 2008 da beppenovara

CANARINO MANNARO nasce sotto una buona stella: nonostante la feroce polemica di quell’anno sui costi proibitivi dei cd (e sul Corriere della Sera si era portato ad esempio proprio un doppio cd come quello di Mina che veniva a costare 72.000 lire) l’annuale abbuffata di canzoni mazziniane riceve un buon riscontro sia radiofonico che commerciale. Merito anche della bella Mina settecentesca in copertina, con parruccona che imprigiona un glabro modello che dondola sull’altalena.

Il volume di inediti parte con un’atmosfera da occasioni importanti: la grande orchestra torna finalmente a suonare per un pezzo celeberrimo, Che m’importa del mondo, che diventa anche un magnifico omaggio alla collega Rita Pavone. Mina poi tocca il mondo di Vasco Rossi e l’incontro non poteva essere migliore: in Va bene, va bene così i sussurri, il parlato, il ritornello sui toni alti, sono perfetti. Speriamo presto in una rispolverata sul repertorio del cantautore emiliano… Con Wave invece Mina ritorna alle atmosfere brasiliane (il brano è di Tom Jobim) attraverso una versione che, da rigorosa allieva, ha ripreso da Sinatra. Raffinata, elegante interpretazione condita dal suono rilassante e avvolgente del flauto.

C’è poi spazio per il cantautorato italiano di diversa estrazione per i prossimi brani: si parte con la stupefacente Oro di Mango, in cui toni bassi e ritmo incalzante ne fanno un gioiellino, cui viene legata La canzone del sole dove gli Audio 2 possono finalmente giocare sui toni di Lucio Battisti. Da Sanremo del 1968 Mina ripesca Il posto mio della coppia "grande grande grande" Tony Renis e Alberto Testa. Si scende poi nella Napoli di Pino Daniele: una spolverata di favoloso jazz per Je so’ pazzo con una Mina che gioca, si diverte regalando, insieme ai musicisti, un momento di puro respiro. L’altro lato di Napoli è ‘Na voce, ‘na chitarra (e ‘o poco ‘e luna): Mina, Danilo Rea, Ellade Bandini, Massimo Moriconi giocano, scherzano e provano questa tenerissima rima partenopea...e Carmine Di (God bless him!) registra tutto. Preziosa, sensuale, soffiata parte Mina con Crazy che si sviluppa in tutto la sua potenziale ricchezza, con tanto di due regalini: la citazione di “Someone to watch over me” di Gershwing e una bellissima coda “old style”. Altro omaggio ad un’altra collega è Rosso, di Raffaella Carrà e ripresa a quei tempi dalle ragazzine di Non è la RAI. Mina qui è atomica, caricatissima, stupendamente esagerata e divertita. Uno di quei casi in cui l’originale è un pallido ricordo. Chiude il volume di cover Come together dei Beatles che si rivela un modo originale e non banale di presentare i musicisti che accompagnano la Nostra.

Il secondo volume si apre con altrettanta delicatezza: in Noi l’atmosfera romantica e sospesa, l’aura bucolica dei paesaggi descritti, le voci di Mina e Massimo Lopez che si incrociano compongono un bel quadretto. Mina riprende poi un pezzo scritto da Massimiliano Pani, Fosse vero,  originariamente inserito nel suo secondo album “Storie per cani sciolti”, passando poi a Rotola la vita, canzone orecchiabile, grande successo radiofonico che Mina condivide giustamente con gli Audio 2. Ingresso pomposo e altisonante per la deliziosa e divertente Tu dimmi che città, dove una Mina dalla voce bamboleggiante, in attesa di entrare dal dentista, si diverte a scrutare gli annunci pornografici di un giornale: immagini colorite e divertenti…ahimè vere… Gli Audio 2 regalano poi una canzone melodrammatica affrontata da Mina con intensità e pathos, Non è niente. Ed ecco la canzone che fu scelta come singolo lancio dell’album: Amore in duetto con Riccardo Cocciante. Una canzone bellissima, ben cantata da entrambi e che ha avuto la possibilità di essere ascoltata in terra iberica (con la versione spagnola dell’album di Cocciante di quell’anno “Un uomo felice” e con l’album “Nostalgias” di Mina del 1998). La canzone non è un inedito, ma è stata splendidamente rispolverata e tirata a lucido con l’interpretazione di entrambi i cantanti che rinnovano così una felice collaborazione ed amicizia. In onda è una deliziosa canzone usata come sigla del programma di Vincenzo Mollica, “Prisma”: allegra, scanzonata, in un crescendo di immagini quotidiane. Il suo verso “…meno male che resiste la musica” verrà poi usato dalla stessa Mina per dare il titolo al programma radiofonico che condusse su Radio Monte Carlo. Momenti alti per la liricissima Tornerai qui da me, seguita dalla leggerissima e piacevole Continuando, con la sua deliziosa sequenza di gerundi. E infine chiude l’album la perla di Impagliatori d’aquile, drammatica, tinta di toni scuri e tragici, la voce piena di Mina solo per questa canzone farei un monumento a Lele Cerri. E a Mina, ovviamente.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

QUESTA CANZONE (2011)

Video realizzato da Mauro Balletti

 

MINA: COME S E IO FOSSI LI'(2010)

 Il video realizzato da Fernando: come sempre il migliore!

 

 

MINA: LA CLESSIDRA (2010)

 

STO LEGGENDO:

 

FILM E DVD. IN QUESTI GIORNI HO VISTO...


 

PROPRIETA' FOTO

Le foto contenute in questo blog sono il frutto della fatica e della proprietà intellettuale di persone che fanno di questa arte un lavoro serio e rispettabile. Mi tengo ovviamente a disposizione di queste persone per eliminare le immagini usate, qualora la pubblicazione possa arrecare loro danno o fastidio.

Grazie, in ordine alfabetico, a Anna (per lo scanner), Andrea "Raffles306", ClaudioNA, Fabio, FedericoB, Francesco (Fortunato), MarioB,  MadameX e Maxbg per le foto.
E un grazie particolare a Loris per i preziosi suggerimenti iniziali.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ds.ennioferraraPalermo4jerry742009dobermaaniz7hzvcavenati71dariodatarantoseb.midologiovanni.strazzullo3altamuraantonioludovico.galenoUgo.rosaridlsimonegino.daviddiarcadia70g
 

VISITE

free counter

 
 

ULTIMI COMMENTI

Insisto:ne fanno un segreto dell'intervista 78 a Mina...
Inviato da: melinat
il 06/07/2011 alle 17:49
 
è uscito in contemporanea mondiale il CD Elena Ravelli: 50...
Inviato da: Simone
il 06/05/2011 alle 08:40
 
Ringrazio lei, maestro Bacchetta, della sua visita in...
Inviato da: beppenovara
il 28/03/2011 alle 21:10
 
Ringrazio l'autore della recensione per i lusinghieri...
Inviato da: Victor Bach
il 21/03/2011 alle 18:22
 
....ma le parole del testo chi le ha scritte????? STUPENDE
Inviato da: angela
il 13/11/2010 alle 09:51
 
 

FONTI

Le importanti fonti che mi permettono di portare avanti questo blog sono:

Paolo Belluso, Flavio Merkel: “Unicamente Mina” Gammalibri, 1983
Alberto Imparato: "MINA IN TV"
Loris Biazzetti, Antonio Bianchi: Le fanzine del Mina Fans Club
Fernando Fratarcangeli: "Mina talk", 2005
Romi Padovano: "I mille volti di una voce", 1998
Mina Disegnata Fotografata
TV Sorrisi e Canzoni

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31