Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiarasacchi12021952prefazione09virginio.fustinonif.llimassasalvatomartinorovera.lucaPaolo31974edocostruzionigymgymnancyperry4145florisilviaangel_lyONGAM_IV
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Il mondo salvato dagli i...Qualcosa è cambiato. »

Misteri e piagnistei

Post n°1499 pubblicato il 03 Febbraio 2021 da fedechiara
 

2 febbraio 2014  · Misteri e piagnistei

Ci sono i ' misteri di Parigi' però anche Venezia non scherza. Vedi il caso di quel cadavere di una ragazza iraniana trovato a galleggiare ignudo e con solo una collana indosso in un canale del Lido.
Un thriller degno dei romanzi di quell'inglese che vive in città e pretende di non essere tradotta in italiano per tema di querele o minacce, chissà.
Ma a frequentare un'emeroteca e spulciare le pagine di 'nera' fai scoperte che non credevi: che una modica quantità di morti ammazzati e di scippi e furti nelle case e nei negozi è entrata a far parte della 'normalità' cittadina e mina alla base la credenza che Venezia sia un'isola felice e niente di troppo spiacevole ti può accadere oltre allo stiparti come una sardina dentro i vaporetti e ricevere spintoni nelle calli stracolme dei carnevali e delle caldissime estati.
Leggenda metropolitana, quella della 'città felice', ribadita anche da un aristocratico un po' troppo sicuro di sé intervistato in un film-doc su Venezia: 'Veniceland', che alimenta il filone dei piagnistei inutili - tanto non si cambierà un filo nella trama del tessuto di questa città fittissima di turisti e grandi navi e nessun Mosè a salvarla dalle acque e nessuna 'buona amministrazione' che proponga idee condivisibili per il futuro.
E tra i 'misteri' di Venezia c'è l'evidenza dei troppi negozi passati di mano e gestiti da cinesi e bengalesi e sempre vuoti. Che, se passate per il mercato di Rialto, i fruttivendoli di colore non battono chiodo e restano aperti anche il pomeriggio, invano, e le domeniche.
Un commercio di pura sussistenza? Eppure comprano le licenze e pagano affitti non proprio miserabili - e i malevoli insinuano che siano attività di facciata e si azzarda perfino la parola 'mafia' che riciclerebbe i propri capitali sporchi per loro tramite.
E basterebbe un'indagine mirata della Guardia di Finanza per spegnere i 'boatos' e le malevole supposizioni, ma gli ispettori devono avere molto a caro la 'privacy' delle persone e delle aziende e da quelle caserme e uffici non si cava un ragno dal buco, né si trova un giornalista degno di questo nome che avvii un'inchiesta approfondita in merito, e restiamo con l'amaro in bocca per il fatto che chi ha ceduto le licenze lo ha fatto perché non si sopravviveva alla crisi dei consumi, ma quei dessi di colore e con gli occhi a mandorla invece si - e sarebbe istruttivo imparare da loro, se solo ce lo insegnassero e svelassero i loro 'misteri'.
E misterioso del pari è quel che succederà in via Piave, il nostro bronx metropolitano – dove i beni e gli immobili sequestrati a un boss cinese pare verranno risanati dal Comune e verrà avviato un piano di recupero e di nuova residenza. Suppongo di immigrazione, perché temo non sarà facile trovare gente indigena che si commetta in amorose convivenze in un quartiere ormai a maggioranza melting pot del più vario e diverso.
Chi vivrà vedrà, cari lettori – ed è certo che molto di quanto siete abituati a vedere nel resto del tempo che vi resta da vivere cambierà ulteriormente e in fretta. Fatevene una ragione.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=15340523

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
misteropagano
misteropagano il 04/02/21 alle 09:57 via WEB
.-Qualcosa è cambiato. Un enigma almeno è risolto:) Non solo. Penso che siamo in un tempo già distopico,(forse ogni nuova epoca lo è) solo che come tutte le epoche di transizione abbiamo i piedi in due tempi diversi e contigui, e non vediamo la differenza completamente ma ne soffriamo. Non possiamo arrestarlo. Almeno "denunciarlo" ciò però non sembra essere nelle priorità delle inchieste, poche risorse e molto occupate alle mafie di casa nostra. Si reitera, in questo mondo evoluto, l'appropriazione illegale della cosa che gli stessi codici di legge rimettono legale... piangiamo. Un saluto
 
fedechiara
fedechiara il 04/02/21 alle 10:56 via WEB
Un sincero grazie per i tuoi suggerimenti tecnici. Sono apparsi un sacco di commenti, come puoi vedere. Avanzi uno sprizz - non appena finirà la pandemia. :-)
 
 
misteropagano
misteropagano il 04/02/21 alle 11:42 via WEB
Con piacere:)Uno sprizz veneziano... Ottimo, e noto che anche il timore di avere interventi pesanti è stato scongiurato, forse il blocco non è stato così inutile. Buon proseguimento M
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.