Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

OsservatoreSaggiofedechiaraflynnkathleenArianna1921brunobantotsuaf.bfioreoresteiglis380QuartoProvvisorioprolocoserdianaumbericciMilleGaranziePerTesetacuoio.2008zurzololeonardi1937MelissaMelania
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 13/11/2021

Cornuto, mazziato e vaccinato.

Post n°1825 pubblicato il 13 Novembre 2021 da fedechiara
 

Cornuto, mazziato e vaccinato. Indovina chi.
Dovremmo essere così 'cittadini' e innamorati della 'polis' e della 'res publica' da visionare con occhiuta attenzione critica il bilancio dello stato per come esce dagli uffici della Ragioneria.
E scopriremmo che le voci sono tante, milioni di milioni, ma che la mitica Stella di Negroni, in questo caso, non vuol dire 'qualità'. Perché, per dirne una, eroghiamo cifre pazzesche di 'reddito di cittadinanza' a una quantità immensa di pretesi 'aventi diritto' perché sedicenti poveri, ma scopriamo che una banda di rumeni, artisti della truffa, è riuscita a soffiarci cifre straordinarie con le quali avremmo potuto, che so, finanziare l'opzione donna o gli asili nidi sempre carenti o la cenerentola Sanità – che gli è bastata l'onda di tsunami delle asfittiche terapie intensive intasate dal covid per gettare la spugna e dire incurabili tutti gli altri ammalati anche i più gravi.
Ed è sorprendente (e vergognoso) che i giallo-rossi di s-governo continuino a rifilarci questa pretesa 'misura di equità sociale' come necessaria e poverini i poveretti che, senza, chissà come vivrebbero – e non si capisce come mai i 'navigators' non abbiano affatto navigato e i milioni del reddito di cittadinanza sono diventati la cornucopia divina di uno stato che, di contro, va in Europa a chiedere, a debito, i miliardi del Recovery plan.
Ma la nave Italia va, col corredo di cento e cento barchini e barconi che arrembano sulle nostre coste e il Draghi, uomo della provvidenza e tappabuchi istituzionale, non trova di meglio che lanciare l'ennesimo, trito j'accuse all'Europa matrigna che non aiuta gli Stati in affanno migratorio globale.
Mandiamolo al Quirinale, vedi mai che questa maggioranza di infamia politica massima si sfarini, finalmente, sotto il peso della sua insignificanza e riconsegni il testimone al popolo, sempre gabbato, mazziato, cornuto, vaccinato e soggetto all'odioso greenpass della presente dittatura sanitaria.
  • Truffa sul reddito di cittadinanza, i video della festa a suon di banconote dopo gli incassi con i falsi nomi
    VIDEO.REPUBBLICA.IT
    Truffa sul reddito di cittadinanza, i video della festa a suon di banconote dopo gli incassi con i falsi nomi

 
 
 

Nuovi portali per le moderne cattedrali.

Post n°1824 pubblicato il 13 Novembre 2021 da fedechiara
 

E l'arte a nord delle Alpi ha artisti non meno validi dei nostri solo un filo più naifs – con quelle figurine da antichi presepi e mercatini di Natale (torneremo a visitarli dopo gli attentati coi tir e la maledetta pandemia?).
Ricordo l'estasi di quei mattini freddissimi, a Berna, la prima luce adamantina delle albe lavate dai ghiacciai innevati di fresco sui monti, fermo a lungo con solo un caffè in corpo che non dominava i brividi del gelo a osservare i dettagli di quei portali gotici della cattedrale dentro i quali si stipavano i beati e i dannati dell'immaginario medioevale.
Come hanno potuto vivere e prosperare i progenitori schiacciati da quelle ossessive paure infernali e dai 'penitenziagite' dei monaci esaltati dai pulpiti e le guerre di religione - i cui echi lontani giungono fino a noi con gli imbecilli 'allah u akbar' armati di coltelli e kalashnikov?
Pure prosperarono e gestirono commerci fiorenti e diedero l'imprinting architettonico alle belle cittadi ed eressero le meravigliose cattedrali.
E di quelle sculture naives notavo la partizione chiaro/scuro e sinistra/destra (sedere alla destra del Padre) – e la parte oscura e la macchia di buio erano l'inferno della notte sempiterna e del 'pianto e stridor di denti' dei dannati e delle genti che furono malvagie e non sottostarono ai comandamenti divini, ma anche dei pavidi 'che fecero il gran rifiuto' e degli incontinenti e dei golosi e dei peccatori del sesso dai corpi fremebondi, dimentichi della purezza delle anime.
Tutto un armamentario di norme e costrizioni secolari e divieti e 'peccati gravi' ben difficili da evitare nello slalom vitale che facciamo tra lo scivolo dei desideri e i paletti delle norme e delle virtù che ci vanno strette, specie in gioventù, ricchi di testosterone e con gli ormoni alle stelle.
E. d'improvviso, alla svolta del terzo millennio, ecco la severissima Dottrina dei castighi infernali venir meno sotto la spinta e la iattanza peccaminosa dei miliardi di peccatori di ogni risma e della globalizzazione dei messaggi religiosi che si inchinano gli uni agli altri, riconoscendo le reciproche peculiarità storiche e le controverse 'verità'.
E chissà che cosa dicono i confessori dentro ai confessionali a quei fedeli che raccontano, contriti, i peccati della carne 'contro natura' come si diceva una volta. Col rischio concreto di impattare e violare il dettato della legge contro l'omofobia di recente conio.
Forse: 'Chi sono io per giudicare?' - frase memorabile del magistero dell'odierno papa iper permissivo e che conduce la sua Chiesa chissà dove nei meandri di una post modernità priva di certezze? E commineranno le penitenze e gli annessi inviti a non più peccare e ad astenersi e 'vivere insieme con amore come fratelli'?
Forse dovremmo ridisegnare gli antichi portali gotici e mettere in scena, nelle moderne chiese, gli inferni e i paradisi post moderni secondo il verbo di Bergoglio-il-Modernizzatore.
'Todo es amor' e dimentichiamoci le punizioni corporali e i miti maledetti di Sodoma e Gomorra.
Una ardua sfida agli artisti 'fedeli' di tutto il mondo.

  • Potrebbe essere un'immagine raffigurante monumento