Creato da Cartman72 il 10/08/2007

1a canzone al giorno

La mia canzone oggi è......

 

Messaggi di Novembre 2021

Lungo i bordi di Rebibbia

Foto di Cartman72

Ieri passo.... Rimanda rimanda alla fine ho mancato il post.... Oggi recupero con un brano dalla colonna sonora della serie TV a cartoni anumati "Strappare lungo i bordi" in onda su Netflix e idetata, scritta e disegnata da quel gran genio di Zerocalcare che dà anche la voce a tutti i personaggi tranne all'armadillo (versione visiva della sua coscienza e doppiata da un Valerio Mastandrea da oscar del doppiaggio). La canzone si intitola "Strappati lungo i bordi" di Giancane che ha musicato anche alcuni video di Zerocalcare su Youtube durante la quarantena. Buon ascolto!

Strappati lungo i bordi (Giancane)

[Strofa 1]
Te lo ricordi qualche anno fa
Quant'eravamo soli?
Sempre rinchiusi dentro ad un garage
E tutto il mondo fuori

[Pre-Ritornello]
Ma adesso che è cambiato tutto
Cambi tu e la tua città
Ma adesso che è cambiato tutto
Anche la musica

[Ritornello]
Qui sembra tutto giusto
È tutto giusto
E a me piuttosto
Mi sembra tutto giusto
È tutto giusto
Il mio disgusto

[Strofa 2]
Me lo ricordo qualche anno fa
Quant'eravate sordi
E noi cresciuti in cattività
Strappati lungo i bordi

[Pre-Ritornello]
Ma adesso che è cambiato tutto
Cambio io e questa città
Ma adesso che abbiamo ammazzato
Anche la musica

[Ritornello]
Qui sembra tutto giusto
È tutto giusto
E a me piuttosto
Mi sembra tutto giusto
È tutto giusto
Il mio disgusto

[Post-ritornello]
E sono giorni che non sogno più
Sarà che forse sto crescendo anch'io
Distruggo un'altra sigaretta
Mentre tutto intorno scorre
Solo io rimango immobile

[Pre-ritornello]
Ma sembra tutto giusto
È tutto giusto
Ed io piuttosto, Oh
Credo sia tutto giusto
È tutto giusto il mio disgusto

[Ritornello]
Qui sembra tutto giusto
È tutto giusto
E a me piuttosto
Mi sembra tutto giusto
È tutto giusto
Il mio disgusto

[Outro]
Qui sembra tutto giusto
Il mio disgusto (X5)

Il mio disgusto, il mio disgusto, il mio disgusto
Mi sembra giusto
Il mio disgusto, il mio disgusto
Mi sembra giusto

 
 
 

Mina e Adriano nn perdono niente

Foto di Cartman72

Immagino che "qualcuno" aspettasse questo post da 3-4 giorni. Eccolo.... Nuovo album di duetti e nuovo singolo per la super coppia Mina e Adriano Celentano a 25 anni di distanza dal primo che fece un notevole botto di successo. Il nuovo lavoro si intitola "MinaCelentano - The Complete Recordings" ed è uscito venerdì scorso insieme al primo singolo "Niente è andato perso" che è la nostra canzone del giorno. Buona domenica!!!

Niente è andato perso (Mina e Adriano Celentano)

Fermo in piedi, fra il vento e un traffico
non mi vedi, i passanti ci nascondono
poi davanti a me col tuo sorriso di sempre
io a mani vuote la mia faccia solamente
però sembra ieri ma il tempo scivola
cosa vedi? E sulla tavola le fotografie
dei nostri giorni ribelli
sono un ricordo impigliato fra i capelli
che fai, come dici
ci vuol mestiere a diventare felici

e adesso ridi e ridi a piccoli sorsi
sui miei discorsi

Ma non lo vedi che c'è uno spazio così grande
che dura il tempo di un istante
c'è tutto e niente è andato perso
guardami adesso, sì
e non mi dire: "È passato" e che non resta niente
pochi frammenti solamente
ho l'impressione di uno sguardo
parlami adesso, sì

Chiudi gli occhi è un tempo barbarico
cade il cielo a fiocchi e un vento gelido
intorno la città sospesa è quasi deserta
la tua bellezza qui è la sola cosa certa però
prendi le utopie durano un palpito
mentre le bugie cambiano d'abito
ancora mi confonde questa calma apparente
dimmi che cosa abbiamo scelto veramente ma dai

come dici, che a volte la paura d'esser felici
poi con il sorriso che risale il silenzio e ferma il tempo

Ma non lo vedi che c'è uno spazio così grande
che dura il tempo di un istante
c'è tutto e niente è andato perso
guardami adesso, sì
e non mi dire: "È passato" e che non resta niente
pochi frammenti solamente
ho l'impressione di uno sguardo
parlami adesso, sì

Per mille volte raccontarci pensieri
in questa notte come in tante di ieri
quando ridendo mi dirai come sempre
ma non lo vedi che c'è

Ma non lo vedi che c'è uno spazio così grande
che dura il tempo di un istante
c'è tutto e niente è andato perso
guardami adesso, sì
e non mi dire: "È passato" e che non resta niente
pochi frammenti solamente
ho l'impressione di uno sguardo
parlami adesso, sì

Ma non lo vedi che c'è uno spazio così grande
che dura il tempo di un istante
c'è tutto e niente è andato perso
guardami adesso, sì
e non mi dire: "È passato" e che non resta niente
pochi frammenti solamente
ho l'impressione di uno sguardo
parlami adesso, sì

 
 
 

Che notte per Tonino

Post n°5153 pubblicato il 27 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Ricorrono in questi giorni i 100 anni dalla nascita di Fred Buscaglione e ho scoperto che Tonino Carotone ha omaggiato il cantante con un album dal titolo "Whisky facile" ed ha fatto uscire il singolo "Che notte" che ho scelto come canzone del giorno. Visto che ritorno Vincent? Buon ascolto!!!

Che notte (Tonino Carotone)

Che notte,
che notte, quella notte!
Se ci penso, mi sento
le ossa rotte.

Bè, m'aspettava quella bionda
che fa il pieno al Roxy Bar,
l'amichetta tutta curve
del capoccia Billy Kar.

Che nebbia,
che nebbia, quella notte!
Mi cercavano
tre auto poliziotte.

Ma per un appuntamento,
se c'è zucchero da far,
quando esiste l'argomento,
lo sapete, sò rischiar.

Ci vado, la vedo,
è lei,
ma dalla nebbia
ne spuntano altri sei.

Buck la Peste, Jack Bidone,
coi fratelli Bolivar,
mentre, sotto ad un lampione,
se la spassa Billy Kar.

Che botte,
che botte, quella notte!
Mi ricordo di
sei mascelle rotte.

Hò un sinistro da un quintale
ed il destro, vi dirò,
solo un altro ce l'hà uguale,
ma l'hò messo a KO.

Li stendo, li conto,
son sei,
poi li riconto,
perchè non si sa mai.

Ed intanto, quella matta
s'avvicina e sai che fà?
Mi sistema la cravatta
mormorandomi "Si vá?"

Che baci,
che baci quella notte!
Sono un duro,
ma facile alle cotte.

Mi son preso un'imbarcata,
per la bionda platinée,
pensa un pò, che in un'annata
m'hà ridotto sul pavé.

Ah, che nebbia!
Che botte!
Che baci!
Che cotte!

Ragazzi,
che notte, quella notte!

 
 
 

Sapore di Fedez...

Post n°5152 pubblicato il 26 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Esce oggi "Disumano" il nuovo album di Fedez. Ed è uscito oggi "Sapore" il nuovo singolo estratto dall'album con il featuring di Tedua ennesimo rapper italiano per la gioia di Paolone. Chissà se sarà un weekend di novità. Certo... se poi qualcuno contesta i Queen, Tedua è il minimo che gli possa toccare...

Sapore (Fedez feat. Tedua)

No, era un po’ accelerato, ma era a cento perché mi sa che ero allenato
E ho camminato fino alla spiaggia, sono andato in spiaggia
Lui stava passando
E quando ho visto che vomitavo ho preso cinque gocce

Tu lo sai
La gelosia come ci fotte
E dove vai?
Come ti bruci questa notte?
Io non ho più l’età
Per restare fuori da un locale
Sai che non amo mai
E se amo è un odio amatoriale
Dove vai? (Dove vai? Dove vai? Dove—)
La gelosia come mi fotte

Ah, ah, Milano, che brutto cielo
Che fai, respiri davvero?
Dio, lo sai che non ci credo
E poi ci siamo lasciati
Fottuti е rivisti
E poi ci siamo baciati nei posti più tristi
Io ho ancora addosso il tuo sapore
Mi lasci semprе un buon
Sapore

Mi lasci sempre un buon
Mi lasci sempre un buon

Tu sei la sorgente, il mio sogno ricorrente (Uoh)
Vedi oltre l’orizzonte della mente (Yeah)
Nei paesaggi tropicali
Tra le dune e i deserti
Nei tuoi immensi rompicapi
Ti lancerai come in cielo un deltaplano
Mi lascerai chiuso dentro al becco di un pellicano (Ah)
Nelle pupille, papille gustative (Yeah)
Tu sei come un fiore, tu sei la mia fine (Uoh)
Quando mangio, bevo, sento solo il tuo sapore (Sai)
E non si leva col sapone (Mai)
Fa le scintille ciò che voglio dire
Qua sono parole, qua sono precise
Lasciami addosso il sapore come le commesse
Al reparto profumi de La Rinascente

Ah, ah, Milano, che brutto cielo
Che fai, respiri davvero?
Dio, lo sai che non ci credo
E poi ci siamo lasciati
Fottuti e rivisti
E poi ci siamo baciati nei posti più tristi
Io ho ancora addosso il tuo sapore
Mi lasci sempre un buon
Sapore
Mi lasci sempre un buon
Mi lasci sempre un buon
Mi lasci sempre un buon

 
 
 

Il martello dei Queen

Foto di Cartman72

Ieri sera in occasione del trentennale della morte ho rivisto con piacere il film Bohemian Rhapsody sulla vita di Freddie Mercury dall'inizio della carriera nei Queen fino alla mitica esibizione al Live Aid di Bob Geldof nel 1985. La canzone di oggi ovviamente è loro. Ho scelto "Hammer to Fall" dall'album "The Works" del 1984 ed è una delle canzoni che i Queen cantarono sul palco di Wembley in quello che probabilmente è stato il più grande concerto della storia. Vi metto il video ufficiale e quello dell'esibizione live. Buon ascolto anche a voi e buona visione.

Hammer to fall (Queen)

Here we stand or here we fall
History won’t care at all
Make the bed, light the light
Lady Mercy won’t be home tonight

You don’t waste no time at all
Don’t hear the bell but you answer the call
It comes to you as to us all
We’re just waiting
For the hammer to fall

Oh ev’ry night and every day
A little piece of you is falling away
But lift your face the Western Way
Build your muscles as your body decays

Toe your line and play their game
Let the anaesthetic cover it all
Till one day they call your name
You know it’s time for the hammer to fall

Rich or poor or famous
For your truth it’s all the same (oh no, oh no)
Lock your door the rain is pouring
Through your window pane (oh no)
Baby now your struggle’s all in vain

For we who grew up tall and proud
In the shadow of the mushroom cloud
Convinced our voices can’t be heard
We just wanna scream it louder and louder and louder

What the hell we fighting for?
Just surrender and it won’t hurt at all
Just got time to say your prayers
While you’re waiting for the hammer to hammer to fall

It’s gonna fall
Hammer
You know
Hammer to fall
While you’re waiting for the hammer to fall

Give it to me one more time

 
 
 

La seta di Elisa

Post n°5150 pubblicato il 24 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

E' uscito da poche ore "Seta" il nuovo singolo di Elisa a due anni dall'ultimo album di inediti. In questi due anni Elisa poi ha partecipato a diversi featuring ma stavolta torna in proprio. Il nuovo album è previsto per il 2022 quindi... altra possibile candidata al Festival. L'elenco si allunga.... Intanto l'antipasto. Buon ascolto!

Seta (Elisa)

Dove andiamo questa sera
non lo hai letto il fondo del caffè
dentro il buio c’è la seta
e nei sogni quello che non c’è
ho lo stesso profumo che ho messo quella volta
quando ancora la notte era lunga, era più lenta
quanti giri facciamo prima di una coerenza
io sospesa, qui in bilico il cuore di chi aspetta

Quando entro nel tuo mondo crolla il pavimento
vedo frantumarsi ogni momento
non ti so spiegare quello che sento
quello che sento

Quante parole mastico
alzo la radio al massimo
scalzi ballare è un classico
e cantare male
anche l’argento si ossida
come perla in un’ostrica
ma un bacio è corrente elettrica
un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta

Dove andiamo questa sera
ti ho cercato ma non so perché
forse è vero faccio confusione
non hai colpe
ogni piccola mia insicurezza si fa grande
le parole d’amore leggere come le bolle
e intrecciarsi le mani per dirsele più forte
più forte

Quando entro nel tuo mondo crolla il pavimento
vedo frantumarsi ogni momento
non ti so spiegare quello che sento
quello che sento

Quante parole mastico
alzo la radio al massimo
scalzi ballare è un classico
e cantare male
anche l’argento si ossida
come perla in un’ostrica
ma un bacio è corrente elettrica
un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta

Quante parole mastico
alzo la radio al massimo
scalzi ballare è un classico
e cantare male
anche l’argento si ossida
come perla in un’ostrica
ma un bacio è corrente elettrica
un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta
seta
è un filo di rame che diventa seta

 
 
 

In cucina con Fabrizio

Foto di Cartman72

Lunedì ho visto la prima puntata della serie TV "Blanca" su Rai Uno. Ad un certo punto la protagonista cita una canzone di Fabrizio De Andrè recutandone un verso. L'ho cercata e ho scoperto che si intitola "A cimma" (piatto tipico ligure) dall'album "Le Nuvole" del 1990. La canzone è stata scritta dallo stesso De Andrè con Mauro Pagani e Ivano Fossati in dialetto ligure anche se nell'episodio la citazione è "tradotta" in italiano. Non conoscendola ho colto l'occasione per sceglierla come canzone del giorno. Buon ascolto.

A cimma (Fabrizio De Andrè)

Ti t'adesciâe 'nsce l'éndegu du matin
Ch'á luxe a l'à 'n pé 'n tèra e l'átrù i mà
Ti t'ammiâe a ou spégiu de 'n tianin
Ou çé ou s'amnià a ou spegiu dâ ruzà

Ti mettiâe ou brûggu réddenu'nte 'n cantùn
Che se d'â cappa a sgûggia 'n cuxin-a á stria
A xeûa de cuntà 'e págge che ghe sun
'A çimma a l'è za pinn-a a l'è za cûxia

Çé serén tèra scûa
Carne ténia nu fâte néigra
Nu turnâ dûa

Bell'oueggé strapunta de tûttu bun
Prima de battezálu 'ntou prebuggiun
Cun dui aguggiuîn dritu 'n púnta de pé
Da súrvia 'n zû fitu ti 'a punziggè

Àia de lûn-a végia de ciaêu de négia
Ch'ou cégu ou pèrde 'a testa l'âse ou senté
Oudú de mà miscióu de pèrsa légia
Cos'âtru fâ cos'âtru dàghe a ou çé

Çé serén tèra scûa
Carne ténia nu fâte néigra
Nu turnâ dûa
E 'nt'ou núme de Maria
Tûtti diaì de sta pûgnatta
Anène via

Poi vegnan a pigiàtela i câmé
Te lascian tûttu ou fûmmu dou toêu mesté
Tucca a ou fantin à prima coutelà
Mangè mangè nu séi chi ve mangià

Çé serén tèra scûa
Carne ténia nu fâte néigra
Nu turnâ dûa
E 'nt'ou núme de Maria
Tûtti diaì de sta pûgnatta
Anène via

 
 
 

Il boom di Lorenzo

Post n°5148 pubblicato il 22 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Ad oltre due anni dall'ultimo singolo e in occasione della presentazione del prossimo tour sulle spiagge italiane dal titolo "Jova Beach Party 2022" dopo il successo di quello del 2019 nuovo singolo a sorpresa per Jovanotti che ha fatto uscire "Il boom" probabile antipasto di un album sul quale sta lavorando e canzone che apre questa setttimana. Buon ascolto!!

Il boom (Jovanotti)

Leggendo Tacito non mi capacito
Mentre mi musico come uno stoico
Accetto il carico di un mondo panico
Ma incomprensibile visto da qui
Visto da questa stanza
Non c’è abbastanza distanza
Visto da qui, da questa stiva
Non colgo la prospettiva
È piatto
Il mondo certe volte sembra piatto
Magari c’ha ragione qualche matto
Che dice che i potenti ci controllano
È tutto un grande buco di una serratura
Fa paura, ma ora non pensarci
E muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom.

Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
E muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom
Boom, boom boom boom
L’amore si può fare anche su Zoom, Zoom.

Boom ecologico
Boom tecnologico
Boom economico
Boom autoerotico.

Ma è meglio dal vero, giuro
Calore, profumo, chiaro, scuro
Toccarsi la pеlle, arrivare alle stеlle
Cadere, rialzarsi, sentirsi ribelle
Belle
Stasera siamo tutti stelle
Stasera siamo tutti stelle
E più c’è buio, più si brilla
Anfetamina e camomilla
Leggendo Nietzsche, quello che dice
In superficie a molti non piace
Ma Zarathustra parla e ci illustra
Che è tutta nostra questa giostra
Giù il gettone, giù il gettone
Giù il gettone, giù il gettone
È tondo
Magari non perfetto però tondo
Il mondo non è piatto per niente
Non dare retta a certa gente
Scatena la sua forza, la natura fa paura
Ma ora non pensarci
E muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom.
Muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom.

Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
E muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom
Boom, boom boom boom
L’amore si può fare anche su Zoom, Zoom.

La vita mia somiglia a quella di Leo Bloom
Con l’auto elettrica non fai brum brum
Ma sshh, ci attendo un mondo silenzioso
Spaziale ma non spazioso
Forse spassoso, spesso palloso
Spiato, spietato, spaventoso
Vince chi è più falloso
Il mio nuovo nome è coso
Come? Coso! Come? Coso!
Come? Coso! Come?

Muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom.

Forse spassoso, spesso palloso
Spiato, spietato, spaventoso
Vince chi è più falloso
Il mio nuovo nome è coso
Come? Come?
Come? Come?

Muoviti seguendo il boom, boom
Muoviti seguendo il boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom
Boom, boom, boom, boom

 
 
 

Un Baglioni d'oro

Foto di Cartman72

Il 4 dicembre, alla prossima edizione dello Zecchino d'Oro, parteciperà anche, dopo oltre 50 anni di carriera, Claudio Baglioni. Claudione nostro è infatti l'autore della musica della canzone "Ci sarà un po' di voi" cantata dalla piccola Veronica, su testo di Maria Francesca Polli (e anche il fatto che Claudio metta la musica su untesto non suo non è poi usualissimo soprattutto dopo la fine del sodalizio con Coggio dopo i primissimi album). E questa è proprio la canzone del giorno.

Ci sarà un po' di voi (Veronica)

Quante sono le domande,
soprattutto a questa età, ma tu mamma
che sei grande certe cose le sai già
A metà di un girotondo, io di colpo crescerò
Tu Mi ascolti, Sorridendo
poi mi abbracci, Ma che pensi non lo so
Quando giro con i tuoi tacchi
per sembrare uguale a te
Quando tu ti asciughi gli occhi
per non far vedere a me
dopo un'altra ninna nanna

L'hai notato pure tu, son più alta di una spalla
ti somiglio sempre più
Ci sarà, Ci sarà, Ci sarà anche poi,
Ci sarà Sempre un po' di voi
Su ogni viso, negli occhi, e nel cuore vivrà
la bellezza di mamma e papà
La pazienza e i sacrifici, le risposte ai miei perché
sentirò le vostre voci, sussurrare dentro me,
in un gesto, in un sorriso, c'è anche un po' di te papà
Se per finta metto il muso, sotto i baffi ridi già
ogni tua birichinata, l'hai insegnata pure a me
tra di noi, basta un'occhiata, per capire al volo che
Ci sarà, ci sarà, ci sarà anche poi, ci sarà sempre un po' di voi
il domani che aspetto ogni giorno verrà,
ma per oggi chi lo sa che si fa
Un disegno da finire, e ci siamo tutti e tre
con l'azzurro ho fatto il mare, giallo, il sole,
con il rosso ho scritto che ci sarà dentro me, dentro noi,
ci sarà sempre un po' di voi

Su ogni viso, negli occhi, e nel cuore vivrà un messaggio
di mamma e papà
Metti sempre tanto amore, dentro tutto ciò che fai
Quando userò il mio cuore, ci sarà anche un po' di voi
Più che mai, che prima e poi, più che mai e prima o poi
ci sarà un po' di voi, - un po' di voi,
un po' di voi.

 
 
 

Il salvavita degli U2

Post n°5146 pubblicato il 20 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Tornano gli U2 e tornano con un nuovo singolo che farà parte della colonna sonora del film a cartoni animati "Sing 2". Il nuovo brano di Bono Vox & C. si intitola "Your song saved my life" ed è il nuovo inedito a due anni di diostanza dall'ultimo singolo della band irlandese. Buon ascolto!!

Your song saved my life (U2)

[Verse 1:]
Was a Monday morning
‘bout a quarter past four
You were busy dreaming
So what did you wake up for

[Pre-Chorus:]
Are you a stranger in your own life
What are you hiding behind those eyes
Is no one looking for you there

[Chorus:]
You know your song saved my life
I don’t sing it, just so I can get by
Won’t you hear me when I tell you, darlin’
I sing it to survive

[Verse 2:]
You’re looking for a miracle
The kind that science can’t explain
The man you carry in your heart
Is only comfortable when he’s in pain

[Pre-Chorus:]
Are you a stranger in your own life
What are you hiding behind those eyеs
Can anyone find you there
Or just mе

[Chorus:]
You know your song saved my life
I don’t sing it, just so I can get by
Won’t you hear me when I tell you, darlin’
I sing it to survive

Your song saved my life
The worst and the best days of my life
I was broken, now I’m open, your love keeps me alive
It keeps me alive

Your song saved my life
The worst and the best days of my life
Your song saved my life
Song saved my, song saved my

Your song saved my life
Your song got me through tonight
Your song saved my life
Song saved my, song saved my life

 
 
 

Festa!!!

Post n°5145 pubblicato il 19 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Oggi abbiamo festeggiato i tre anni del mio nipotino Samuele. Sembra incredibile ma è il primo compleanno che riesco a festeggiare con lui e famiglia. I primi due per motivi di lavoro me li sono persi. E' stata una bella serata e vedere i bambini giocare felici è sempre una cosa bellissima. Ho scelto "Festa" come canzone del giorno, un brano della Carrà del 1977 credo scritto da Boncompagni che ha avuto successo sia in Italia che nella versione spagnola. Buon ascolto!

Festa (Raffaella Carrà)

Da questa sera cambia la mia vita
(da questa sera, da questa sera)
Non voglio fare piú l'abbandonata
(non voglio fare, non voglio fare)
Quante lacrime buttate via
Quante notti con la nostalgia
Lui diceva che era colpa mia
Soffocavo la sua libertá
Gli dicevo: senza di te, cosa farei? Senza di te.

Ed ho capito che non si deve dire mai la veritá
Se.... Un giorno ti scoprissi innamorata
No..... Non devi dirlo mai , tienilo per te.
Gli dicevo: senza di te, cosa farei? Senza di te.
Ed ho capito che non si deve dire mai la veritá
Ecco ! Perché faccio questa festa senza di te.
Festa! Ma che bella, ma che bella, questa festa
Ma che bella, ma che bella, questa festa
Questa festa, questa festa, senza te.

Da questa sera sono piú contenta
(da questa sera, da questa sera)
É ritornato chi aspettavo tanto
(é ritornato, é ritornato)
Non sembrava piú ne pure lui
Uno sguardo che non conoscevo
E mi ha detto che era colpa sua
Al diavolo la libertá

E mi ha detto: senza di te, cosa farei?, senza di te

Ed ho capito che non si deve dire mai la veritá
Se...... un giorno ti scoprissi innamorata
No..... Non devi dirlo mai , tienilo per te.
E mi ha detto: senza di te, cosa farei? Senza di te.
Ed ho capito che non si deve dire mai la veritá
Ecco ! Perché faccio questa festa insieme a te.
Festa! Ma che bella, ma che bella, questa festa
Ma che bella, ma che bella, questa festa
Questa festa, questa festa, insieme a te.

Se...... un giorno ti scoprissi innamorata
No...... non devi dirlo mai , tienilo per te.
E mi ha detto: senza di te, cosa farei? Senza di te.
Ed ho capito che non si deve dire mai la veritá
Ecco ! Perché faccio questa festa insieme a te.
Festa! Ma che bella, ma che bella, questa festa
Ma che bella, ma che bella, questa festa
Questa festa, questa festa, insieme a te.
Festa! Ma che bella, ma che bella, questa festa
Ma che bella, ma che bella, questa festa
Questa festa, questa festa, insieme a te.......

Ole!

 
 
 

Auguri Samuele e Anna!

Post n°5144 pubblicato il 18 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Oggi è il compleanno dei mi nipoti Samuele e Anna. Non sapendo i gusti musicali di nessuno dei due considerando che samu ha solo tre anni metto una canzone da.... zio. Dallo Zecchino d'Oro del 2005 con il testo di Francesco Salvi e la voce del piccolo Alexie Zhigalkovich ecco a voi "Lo zio bè" ma soprattutto ecco a voi tutti i miei migliori auguri. Buon compleanno Samu e Anna!!

Lo zio bè (Alexie Zhigalkovich)

La domenica si va con la mamma ed il papà
A trovare lo zio Pino che ha una fattoria
Son felice sai perché, lui fa ridere per tre
Ogni cosa che io chiedo mi risponde sempre bé!

Ciao come stai? Bé
Che cosa fai? Bé
Quanti anni hai? Bé bé
Oggi dove vai? Bé

Ciao come stai? Bé
Che cosa fai? Bé
Quanti anni hai? Bé bé
Oggi dove vai? Bé
Ma chissà perché dice sempre bé!
Bé bé bé bé!

Nella mini fattoria c’è lo zio e c’è la zia
E una capra intelligente che non tace mai
Ha la barba e il pizzettino e mi sembra lo zio Pino
Lui le parla seriamente e lei risponde sempre bé

Dzie kaza roham
Tam ×yta stoham
Dzie kaza nahoju
Tam ×yta kapoju

Dzie kaza roham Bé
Tam ×yta stoham Bé
Dzie kaza nahoju Bé bé
Tam ×yta kapoju Bé
Ora so perché lo zio Pino dice bé!

Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Ora sai perché dice sempre bé!
Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Ora sai perché dice sempre bé!

Lunedì la scuola c’è, io rispondo sempre bé
Come fanno zio e zia nella fattoria
Ma il maestro non ci sta, dice che così non va
Questa volta mi perdona ma alla prossima son guai!

Zio come fai? Bé
A che scuola vai? Bé
Sempre tu dirai Bé bé
Ma non ti boccian mai Bé
Zio come fai? Bé
A che scuola vai? Bé
Sempre tu dirai Bé bé
Ma non ti boccian mai Bé
Voglio andare anch’io alla scuola dello zio!!!

Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Ciao come stai? Bé
Che cosa fai? Bé
Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Quanti anni hai? Bé
Oggi dove vi? Bé
Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Zio come fai? Bé
A che scuola vai? Bé
Canta la capra, la capra canta, canta la capra la capra canta
Sempre tu dirai? Bé
Ma non ti boccian mai? Bé
Voglio andare anch’io alla scuola dello zio!

Ora sai perché io lo chiamo zio bé!
Ora sai perché
Io lo chiamo zio bé! Bé!

 
 
 

La fiducia negli Stadio

Post n°5143 pubblicato il 17 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Dal mio file con le canzoni pubblicate e da pubblicare ho pescato una canzone che ci fa rimanere in Emilia Romagna. Da Correggio a Bologna ritroviamo gli Stadio di Gaetano Curreri con la canzone "Puoi fidarti di me" dall'omonimo album del 1989. Il brano è stato scritto da Luca Carboni ai testi e lo stesso Curreri per la musica. Garanzia assoluta. Buon ascolto!!

Puoi fidarti di me (Stadio)

Lo so che fino ad oggi non sapevi
se fidarti di me
lasciami molte cose tua
fidarti di me.

Ora sai quanto sono importanti la parole ora che
"puoi fidarti di me"
te l'ho detto con il cuore
"puoi fidarti di me".

Puoi dirmi i tuoi pensieri i sogni la malinconia
senza averepaura di essere banale
ne' di sentirti un uomo piccolo piccolo cosi'
le gioie e le paure sai si possono anche raccontare.

E sai se mi hai capito d'ora in poi mi userai
tu puoi fidarti di me
sveglirmi nel cuore della notte
puoi fidarti di me.

Puoi dirmi i desideri le ansie e le tue malattie
senza aver paura di essere banale
ne' di sentirti un uomo piccolo piccolo cosi'
alle gioie alle paure ai sogni si puo' partecipare.

Ora sai quanto sono importanti la parole
"puoi fidarti di me"
e sai se mi hai capito d'ora in poi
"puoi fidarti di me"
"puoi fidarti di me"...

 
 
 

Un souvenir per Luciano

Post n°5142 pubblicato il 16 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

E niente. Coming soon ieri sera perché ero davvero scarico di idee... Le novità che ci sono mi danno pensiero e non avevo sottomano il mio file. Mi sono preso qualche ora e ho deciso che per due giorni almeno mi sarei buttato su roba sicura. Per oggi (ieri) ho scelto un brano di Ligabue del 1991 dall'album "Lambrusco coltelli rose & pop corn" dal titolo "Sarà un bel souvenir". Un gran bel pezzo.... Buon ascolto in ritardo e a tra poco.

Sarà un bel souvenir (Ligabue)

Non è proprio liscia,
non va così liscia
per noi che chiediamo che or’è,
e c’è un’altra strada
e c’è un’altra luna
un altro bar che chiude
e un’altra voglia di fortuna.
E allora, bambina,
c’è poco da dire
se non che mi troverai qua:
cambiato per niente,
ma neanche scontento,
fottuto dal dovere
pensare di dover avere.

Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà
solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia,
una canzone fra i denti.
Ma ci sarà un souvenir
che ci commuoverà
fino a farci contenti.
Tieniti il tuo souvenir
da mettere poi via
ridicendoti “avanti”.

Se tutto va in fretta
sarò una saetta
e tu lo sarai insieme a me
peccato soltanto
che ci sarà il tempo
in cui dovremo dire
“adesso è giusto riposare”.

Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà
solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia,
una canzone fra i denti.
Un souvenir formato Tir
a 120 all’ora
ma arriva lì
spazzando via
qualsiasi altra cosa.

Sarà un bel souvenir
il nostro souvenir
sarà di quasi tutti i colori.
Sarà un bel souvenir
sarà lo specchio di
riflessi chiari e riflessi scuri

 
 
 

L'idea degli ABBA

Post n°5141 pubblicato il 15 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Nuovo singolo per gli ABBA dall'album "VOYAGE" uscito lo scorso 5 novembre e che ha visto il loro ritorno sulla scena musicale mondiale dopo quarant'anni. Il nuovo estratto si intitola "Just a notion" ed è "quasi" inedito. Inciso nel 1978 per l'album "Voulez-vous" non ha trovato posto nell'LP e in una raccolta del 1004 ne sono stati pubblicati solo 90 secondi di demo. Adesso trova posto nella discografia ufficiale del gruppo e anche su qyesto blog. Buon ascolto!

Just a notion (ABBA)

Just a notion, that’s all
Just a funny feeling deep inside (A-ha-ha)
That you’re out there waiting
You’re not sure I’m alone
And you wonder if I’m occupied (A-ha-ha)
So you’re hesitating

Just a notion
That you’ll be walking up to me in a while
And you’ll smile and say hello
And we’ll be dancing through the night
Knowing everything from there on must be right
Just a notion
But somehow, I know I’m not wrong
There’s something happening that I just can’t explain
If I try, it’s all in vain

Because it’s just a notion, that’s all
Just a feeling that you’re watching me (A-ha-ha)
Every move I’m making
Am I reading your mind?
‘Cause it’s almost like you’re touching me (A-ha-ha)
Therе is no mistaking

Just a notion
That you’ll be walking up to me in a while
And you’ll smilе and say hello
And we’ll be dancing through the night
Knowing everything from there on must be right
Just a notion
But somehow, I know I’m not wrong
It is our destiny, there’s nothing we can do
And tonight is very special, it’s a night for me and you

A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha (I, I think it’s more than a notion)
A-ha-ha (In a moment, that dream is about to come true)
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha
A-ha-ha

 
 
 

Sangiovanni e Madame... persi nel buio

Post n°5140 pubblicato il 14 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Oggi esagero. Nuovo singolo per Sangiovanni che in questo brano si avvale della collaborazione di Madame. In due fanno circa quarant'anni e sono le nuove leve della musica italiana di successo. Onestamente non mi fanno impazzire a partire proprio dalla voce e dallo stile ma visto il seguito che hanno da soli immagino il botto che possano fare insieme. Intanto provate voi ad ascoltarli. Il brano si intitola "Perso nel buio". Buon ascolto e buona domenica!

Perso nel buio (Sangiovanni e Madame)

[Sangiovanni]
Vedo la rabbia
Nei tuoi occhi quando mi guardi
A volte è meglio
Lasciarsi andare per volersi bene
Ti ho salutata dal treno con la mano, piangevi
Piangevo pure io
Ora piove dal cielo sul vetro, non credo
Che io possa dirti addio, che io possa dirti addio

[Sangiovanni]
Sono perso nel buio
E non trovo la luce
Sono dentro ad un loop
Nei pensieri miei ci sei sempre tu
Sono perso nel buio
E non trovo la luce
Sono dentro ad un loop
Nei pensieri miei ci sei sempre tu, ci sei sеmpre tu

[Madame]
Ma quanto tempo perdi a pеnsare a chi devi essere?
È solo un gioco a perdere lo zelo di chi sei
Fanno a gara per bruciarti e poi giocare con la cenere
Sono bambini in spiaggia con i castelli di sabbia
E io non voglio giustamente solo esistere per te
Essere la tua ragione di vita
Ti presterei le ali per fuggire ai temporali
E ritrovare un’uscita
Forse sei solo in quella parte del mondo di chi forse in fondo
Non aveva torto e non gli han dato ragione
Di chi non ha un contorno, ma infiniti colori
Di chi non dà un ascolto perché ha troppo rumore

[Madame]
Questo è tutto ciò
Che voglio amare di te

[Sangiovanni]
Sono perso nel buio
E non trovo la luce
Sono dentro ad un loop
Nei pensieri miei ci sei sempre tu
Sono perso nel buio
E non trovo la luce
Sono dentro ad un loop
Nei pensieri miei ci sei sempre tu, ci sei sempre tu

[Madame]
E se ti perdi nel buio
E non trovi la luce
Vieni a chiedermi aiuto
Sono sempre qui, sono qui con te
E quando fuori fa buio
Segui sempre la luna
Esci fuori dal loop
Io son sempre qui, qui vicino a te, qui vicino a te

 
 
 

Francesco e gli uomini

Post n°5139 pubblicato il 13 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

La canzone di oggi non so se è il nuovo singolo di Francesco Bianconi. Mi spiego meglio. Si intitola "Certi uomini" ed è estratta dall'album solista "Forever" uscito lo scorso anno. L'ho letto in un articolo su Soundblog di ieri ma preparando il post ho scoperto che il video ufficiale è dello scorso anno... Mah.... Comunque sia è la canzone di oggi. Buon sabato.

Certi uomini (Francesco Bianconi)

Certi uomini vivono per i soldi
Certi bastardi per il potere
I ragazzi vivono per vivere
Le anime sante per trasmigrare
Gli idealisti vivono per un’immagine
I drogati per la droga
Certi uomini vivono per la fede
I naviganti vivono per il mare
Giovanna D’Arco visse solo per bruciare
Certi miei amici non sanno dove andare
I cantanti ucciderebbero per apparire
In un programma in televisione
Dove i discografici morti della Warner, della Universal e della Sony
Poi gli pubblicano la canzone
Io so che son venuto dalla fi*a e so che lì voglio tornare
Per avere l’illusione e l’impressione di inventare
Un tempo buono, un fiore rosso, una preghiera contro il male
Per dimenticare ogni mio giorno ed ogni notte della storia
Ed il dolore di arrivare alla tua fica
Per scordare i tuoi problemi, i tuoi vestiti
Le tue borse e il mio tremare
Per dimenticare tutto ciò che alla tua fi*a fa contorno
I tuoi stivali, il tuo ragazzo, il tuo mascara, le parole
Perché io vivo come fossi un animale
Perché io vivo perché sono un animale
Mi è capitato di scrivere lettere di rabbia
Di essere a mio agio dentro un sogno o un’allucinazione
E con Gianluca ridiamo sempre e ci innamoriamo
Prima di perderci alla stazione
C’è una pulsione, un atomo opaco che muove il cosmo
E non è detto che sia morale
Cancella il sangue e ogni segno di distinzione
Tra la procreazione e la Guerra Mondiale
Io so che son venuto dalla fica e so che lì voglio tornare
Per avere l’illusione e l’impressione di inventare
Un tempo buono, un altro figlio, una preghiera contro il male
Per dimenticare ogni sconfitta e ogni vittoria
Il lungo viaggio ed il dolore di arrivare alla tua fi*a
Per scordare le tue angosce, i tuoi vestiti
Le tue borse, il tuo tremare
Per dimenticare tutto ciò che alla tua fica gira intorno
I tuoi stivali, i tuoi amici, il tuo mascara, le paure
Perché io vivo perché ho voglia di morire
Perché io vivo perché ho voglia di morire

 
 
 

Lo sguardo di Noemi

Post n°5138 pubblicato il 12 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

Partiamo per un altro weekend di novità. Nuovo singolo per Noemi dall'album "Metamorfosi". Dopo l'ottimn riscontro di "Makumba" uno dei tormentoni più ascoltati e trasmessi la scorsa estate il nuovo estratto si intitola "Guardare giù". Buon ascolto e buon venerdì!

Guardare giù (Noemi)

Forse non ho mai capito se la tua è paura solo di rischiare
Se mangiare lacrime col pane ti fa stare male e non lo vuoi più
non lo vuoi più

Camminare per le strade coi lampioni accesi sopra al cuore,
Respirare polvere e catrame, farsi male, non parlare più

Forse un po’ sui tuoi ‘Boh’ ci penserò
non finirò l’ossigeno perché
non sai che

Sono anche capace di restare con le gambe a penzoloni e di guardare giù
Anche se poi soffro di vertigini per te e guarda non mi importa, importa, importa
Di stare su una corda ferma e di guardare giù

Sarei anche capace di mandare indietro il tempo
e riprovare a riaggiustare tutti quanti gli ingranaggi arrugginiti che son rotti da un po’, rotti da un po’
Camminerò duemila metri sopra al mare in bilico su questa corda irregolare
Ed ho paura di cadere e farmi male ma…

Non sai che
Sono anche capace di restare con le gambe a penzoloni e di guardare giù
Anche se poi soffro di vertigini per te guarda non mi importa, importa, importa
Di stare su una corda ferma e di guardare giù

Ottimo, passano cambiano le stagioni nell’Antartico se poi ci sfioriamo per un attimo

E mi troverò duemila metri sopra questo mare in bilico su questa corda irregolare
ed ho paura di cadere e farmi male ma…

Non sai che
Sono anche capace di restare con le gambe a penzoloni e di guardare giù
Anche se poi soffro di vertigini per te
E guarda non mi importa, importa, importa
Di stare su una corda ferma e di guardare giù

 
 
 

Il professor Gabbani

Foto di Cartman72

Stasera ho visto la prima puntata della fiction "Un professore" con Alessandro Gassmann e Claudia Pandolfi su Rai Uno. La sigla è il nuovo singolo di Francesco Gabbani dal titolo "Spazio tempo" che ho scelto come canzone del giorno. Ad un primo ascolto mi è sembrata migliore delle sue ultime produzioni. Buon ascolto!

Spazio tempo (Francesco Gabbani)

Nella confusione
Miliardi di persone
Solo un’occasione quaggiù
Tra l’azzurro e il buco nell’ozono
Tra john Lennon, Paul e Yoko Ono
Il passato non dimentica
Il futuro fa ginnastica
Si prepara tutti i giorni per te
Canta un po’ Albachiara e un po’ My Way
Schiaccio il tasto rec e il tasto play

E poi così
Tu sei qui
Natale in un qualsiasi lunedì
Houdini
Che toglie le catene al mondo
E in fondo un inganno non è

È solo una follia
Un salto nel vento
Un’ora nello spazio
Un punto nel tempo

È un giorno che va via
Un appuntamento
Un battito perpetuo
Che dura un momento

Nei millenni tutti gli anni
Aspettando primavera
Un Platone, un Botticelli d’emblée
La maieutica del fai da te
Vuoi morire, vivere con me

E poi così
Il tuo ritorno
Eclissi in un qualsiasi mezzogiorno
Mi trasformo
Cercando luce in fondo al mondo
E insieme un inganno non c’è

È solo una follia
Un salto nel vento
Un’ora nello spazio
Un punto nel tempo
È un giorno che va via
Un appuntamento
Un battito perpetuo
Che dura un momento

Ma il momento per fermare il tempo
non è mai
E capirò se capirai
che è per sempre

 
 
 

Il cavalcavia di Ed

Post n°5136 pubblicato il 10 Novembre 2021 da Cartman72
 
Foto di Cartman72

E ieri... Perso... Ve lo dico.... Non è facile... Le novità sono davvero insostenibili.... Sul vecchio ormai ho dato dato e ridato.... Ma non mollo. Ogni tanto capita che non trovo il pezzo poi gli eventi mi distraggono e... passa la mezzanotte. E va beh... Voi non avete idea nei siti delle novità che nomi leggo... E quelli che vi aspettano a breve... Brrrrr.... O mi suggerite qualcosa o... Dovete sopportare... Intanto gioco d'anticipo. Venerdì esce il nuovo singolo di Ed Sheeran dall'album "=" ( si dice equal...). Si intitola "Overpass Graffiti" ma io ve lo faccio sentire oggi. Buon ascolto.

Overpass Graffiti (Ed Sheeran)

This is a dark parade
Another rough patch to rain on, to rain on
I know your friends may say
This is a cause for celebration, hip-hip-hooray, love
Photographs in sepia tones
It’s so still, the fire’s barely fighting the cold, alone
There are times when I can feel your ghost
Just when I’m almost letting you go
The cards were stacked against us both

I will always love you for what it’s worth
We’ll never fade like graffiti on the overpass
And I know time may change the way you think of us
But I’ll remember the way we were, you were the first full stop
Love that will never leave
Baby, you will never be lost on me

This is a goddamn shame
I never wanted to break it, or leave us tainted
Know I should walk away
But I just can’t replace us, or even erase us
The car was stuck, the engine stalled
And both of us got caught out in the snow, alone
There were times when I forget the lows
And think the highs were all that we’d ever known
The cards were stacked against us both

I will always love you for what it’s worth
We’ll never fade like graffiti on the overpass
And I know time may change the way you think of us
But I’ll remember the way we were, you were the first full stop
Love that will never leave
Baby, you will never be lost on me

Lost on me
Baby, you will never be lost on me
Lost on me

Well, I will always love you for what it’s worth
We’ll never fade like graffiti on the overpass
And I know time may change the way you think of us
But I’ll remember the way we were, you were the first full stop
Love that will never leave
Baby, you will never be lost on me

Yeah, yeah, yeah
Yeah, yeah, yeah
Lost on me
Ooh, graffiti on the overpass

 
 
 

LIBERO GOLD USER

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Cartman72
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 49
Prov: FI
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

amici.futuroieriCartman72EremoDelCuorelab79MAGNETHIKAstellalpina19570leone26070cips7nomadi50cartman1972club2000srlgiospe2020exiettoQuartoProvvisorio
 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom