Diavoletto in cielo

Solo diavolate... niente di che...

 

MI PIACE QUESTO VIDEO

JORGE ARAGAO E JORGE VERCILIO

Vander lee - Dove Dio Possa sentirmi

 

AREA PERSONALE

 

 

LE MIE LETTURE

Autrice di "Libri come urla che gridanotutto quello che tacciamo, e di cui nel nostro silenzio diventiamo complici".

 

TAG

 

RISPETTO X LE PERSONE

Sprecare acqua e cibo

è vergognoso nei

confronti di queste

persone

immagine

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

"RUBATI" DAGLI ALTRI BLOG

immagineimmagine

 

I MIEI BLOG AMICI

- accussì - Marquez31
- Versi Poeta Sorrentino
- 6 Gennaio 1984 - Speranzadivina
- Writer - falco58dgl
- I love shopping - Desy579
- Myosotis - Sab65
- Vox Populi Vox Dei
- Viola
- lo sguardo altrove
- Notizie dal fronte
- Inchiostro
- estinzione
- LE PAROLE DEL CUORE - Orpheus07
- ANGELO DIMENTICATO
- A Room of One's Own
- Tempo da perdere?
- Per me
- cuore di pietra
- parole sparse - marix_1
- Acqua per le Papere -AcquaPerLePapere
- STUPENDE CREATURE
- naufragointerra - Arimatec
- Cenerentolasiribella
- Brasil - sss70bra
- Liberta - Walvis
- DOMANICAPIRAI
- Rime zoppe - LInguaRomana
- Vieneme nzuonn -jobvg
- BLOG PENNA CALAMAIO
- LIBERO DI RICODARE - Nero990
- storia-mito
- LIBERI DI CREARE - FreeSpirits.c
- La nebbia gialla
- alter ego
- Comunicare
- THATS MY SPACE...Winzippola
- casalingapercaso
- LECCESE 100% - uomo_no_limits
- Vis Rationis - Gae e Gio
- Otherwiseness - otherwise1
- Il Cantastorie
- RACCONTI DI ROMA
- Ma..baster&agrave; 1 vita? - OniceO
- RiflessiDigitali - Lauro
- occhipersonetendenze - ALMA SOLARO
- POR LA CARRETERA - Donna di strada
- Altri mondi - ERICSAN
- Fra Le Mie Righe - ALessandra
- Abbandonare Tara - Odio via col vento
- Pietro Sergi
- Arte allo zenzero - Bruno.diari
- Blade Runner
- Bad side of my mind - Eccelso
- DIAVOLATE..... Diavoletto timido
- scrittori
- LA PERSONA SPECIALE - Giuda -
- Tra le mie parole...
- la luna e i fal&ograve; - Stellacadente
- Alla sera - ME STESSO
- Eternal Flames V2
- LA COMMEDIA UMANA - Pablo Gonzales
- LA COLPA DI SCRIVERE -
- Comitive di Roma - Roma2031
- Natodaunmousedemente -
- Merenderi...
- Blog Magazine
- Gira si la v&ograve;i gira - LANZARDA
- Erba del vicino -oxygenetic
- La riva dei pensieri - Sardegna
- ROMA PER ME - Trastevere DOC
- Funambola
- La poesia dellamoreSALVO
- EMOZIONI DEL CUORE - Orpheus...
- MONDO POETICO PabloGonzalez
- osservatorio politic - GIAMPI
- parliamoci Roberto
- No STRESSSS - Bra1970
- geek - dajolina
- MARCO PICCOLO - psicologiaforense
- bigbabol - pucci
- il mio spazio sonietta 1976
- LAquilone Rosa
- unsoffiodivento
- in giro per roma Fabbry
- Sdoppiamo CupidoPAOLO
- NO FOLLIA NO PARTY!!EsmeraldaAma
- Divide et impera.
- non solo GOMORRA-Marquez
- IL_VIAGGIODI_DESY
- Spirito Libero49
- Semplicemente...Io GIOIA58
- Andando Per Via DONNADISTRADA
- Senza titolo - cupidoDigilander
- Questioni di corna - Pierino la peste
- A te...OTELLO2007
- infinito . ferrarioretta
- VALET E ADRIATIKUT - Alma
- Il tuo papa separato
- Vita da separato
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

MUSICA BRASILEIRA&ITALIANA

Fiorella Mannoia e

Chico Buarque de Hollanda

 

immagine

Bethania canta Vinicius de Moraes

 immagine

 

FIORELLA MANNOIA "ONDA TROPICAL"

immagine

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mdiavolettoincieloomb.ranina.monamourKahirmax_6_66j6sett96gianor1psicologiaforensebal_zacdialogoimperfettoWIDE_REDjobvgDONNADISTRADA
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

2008 - DONNE ASSASSINATE

  268 donne assassinate nel solo Stato di Pernambuco nel Nord Est brasiliano, da Gennaio  fino ad oggi per morte violenta, cioè, assasinate dai suoi mariti, compagni, fidanzati... Nel Nord Est brasiliano è il "contenitore" più grande del Brasile per numero di "machos" che non "perdonano" essere lasciati e allora l'unica uscita per questi "grandi uomini" è quella du uccidere freddamente le loro donne... É una strage che non si ferma nel Nord Est brasiliano... sembra che tutto fa parte del quotidiano...
 

PENSIAMO UN PO AGLI ALTRI???

 

HAITI

Post n°140 pubblicato il 15 Gennaio 2010 da diavolettoincielo

AIUTARE  I  BAMBINI  IN HAITI

UNICEF

SOS  ITALIA

 

 

 
 
 

IL GHETTO CHE L'ITALIA NON PUO' PERMETTERSI

Post n°139 pubblicato il 09 Gennaio 2010 da diavolettoincielo

Bellissimo articolo di Romano Prodi, senza demagogia, ragionando su quello che rappresenta il CITTADINO EXTRACOMUNITARIO o STRANIERO nella VOSTRA Italia... Ma, i cittadini extracomunitari, sono, a prescindere tutti delinquenti? Secondo Romano Prodi e secondo tutti gli stranieri, INCLUSA ME, cittadina EXTRACOMNUNITARIA con CITTADINANZA ITALIANA, tutti meritano l'INTEGRAZIONE, e meritano una chance di dimostrare che NON TUTTI SONO DELINQUENTI... Con la Nuova legge il governo italiano ha tolto il diritto del cittadino italiano (cittadinanza acquisita o no) di portare in Italia i propri cari parenti se questi non stiano dentro il SECONDO GRADO di parentela, cosa che ritengo INGIUSTA, perché, se un CITTADINO ITALIANO porta qui un caro parente, lo porta consapevole di che NON VIENE PER DELINQUERE, lo porta perché lui vuole restare a lavorare, a contribuire per la crescita del Paese ITALIA e diventare uno di NOI... Invece, hanno tagliato questa possibilità... Secondo il mio parere di CITTADINA ITALIANA hanno fatto male. Secondo voi è meglio fare restare in territorio ITALIANO soltanto quei piccoli spacciatori che circondano le stazioni (specialmente la Stazione Termini di Roma), o che gironzolano nei borghi nascosti a distribuire la droga o a stuprare le vostre donne??? o avere persone IN REGOLA che in qualche modo, come ha ben detto da Prodi, vogliono soltanto un’opportunità per vivere in questo Paese? Distinguere i DELINQUENTI da PERSONE PER BENE non è così difficile, basta volerlo. L’integrazione è possibile, molto possibile se si vuole un’integrazione, sennò, l’Italia diventerà terra di nessuno, di persone non gradite, piena di delinquenti come la terra che io ho lasciato (il Brasile), per venire a vivere qui alla ricerca di una vita degna, dove i diritti e il rispetto umano esistevano (e voglio augurarmi che ancora esista). Trattare il diverso come criminoso, non dargli l’opportunità di diventare un qualcuno, questo si è da criminosi e razzisti di prima categoria. Speriamo che l’Italia continui ad essere una terra equa, libera e rispettosa dei diritti di tutti, dico TUTTI GLI ESSERI UMANI.

 

Rosarno, Romano Prodi: il ghetto che l'Italia non può permettersi

 

 
 
 

B U O N N A T A L E A TUTTI AMICI BLOGHISTI!!!

Post n°138 pubblicato il 23 Dicembre 2009 da diavolettoincielo

 
 
 

SI PUO FARE S-E-M-P-R-E- DI PIU'

Post n°137 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da diavolettoincielo

 
 
 

FIRMA LA PETIZIONE

Post n°136 pubblicato il 16 Novembre 2009 da diavolettoincielo

AMICI MIEI...
Il mio blog è poco frequentato, ma le poche persone che mi visitano sono più che sufficienti, sono care persone per me.Vorrei fare un appello a queste poche persone vere e belle che mi hanno aggiunto e che ho aggiunto nei miei BLOG AMICI, che firmassero questa petizione...  Non so se varrà qualcosa, ma dicono di si,. che le firme raggiunte un certo numero, sono inviate agli organi competenti... É un tentativo di coscientizzare le teste del potere che è ora di fare qualcosa per queste persone. Pensare che mentre stou scrivendo questo post e poi mentre tu lo stai leggendo qui, due bambini muoiono di fame cronica nel mondo... É terribile pensare che 17 MILA BAMBINI (loro sono le vittime) moriranno oggi di FAME E SETE... Firma questa petizione, non ti costa Nulla ed è il minimo che puoi fare in questo momento. Anche nel nostro piccolo, possiamo dare un contributo, FIRMANDO LA PETIZIONE, non ti stanno chiedendo soldi, SOLO UNA FIRMA..

FIRMA LA PETIZIONE

 
 
 

IL CATTIVO UMORE LASCIA LE PERSONE PIU’ INTELLIGENTI e ANCHE LA TRISTEZZA PUO’ DARE BENEFICI ALLA MEMORIA…

Post n°135 pubblicato il 04 Novembre 2009 da diavolettoincielo

   

Sfogliando oggi un giornale brasiliano, ho letto questa strana notizia basata su uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Australasian Science. Secondo il ricercatore Joseph Forgas, professore responsabile di questo studio, la tristezza e il cattivo umore di una persona possono migliorare la sua capacità di giudicare differenti fatti e può essere benefico anche per l’attività della memoria. 

Lo studio, basato su dei test, manipolavano o incoraggiavano i partecipanti, usando film e ricordi, tanto positivi come negativi.

Secondo il professore Joseph Forgas, lo stato d’animo positivo è benefico per la creatività, flessibilità e il senso di cooperazione. Invece il cattivo umore lasciano le persone più attenzione e focate, oltre a facilitare il pensiero alla prudenza, aumentando il processare delle informazioni nel cervello e anche la capacità di argomentazione.

 

Bhoooo… sarà cosi???

 

 
 
 

Gli uomini perdono la funzione cerebrale davanti ad uma bella donna

Post n°134 pubblicato il 24 Ottobre 2009 da diavolettoincielo

Uno studio fatto dall’Univresità di Radboud,(Olanda), e pubblicato nel Journal of Experimental Social Psychology suggerisceche gli uomini “perdono la testa” quando sono davanti ad uma bella donna.  Secondo i scienziati, il pubblico mascolino usa una percentuale così grande della sua funzione cerebrale o delle sue risorse cognitive per impressionare la donna che diventano incapaci di realizzare altri compiti, anche i più semplici.
La ricerca fatta con volontari eterosessuali che dovevano sillabare un gruppo di lettere il più veloce possibile. Subito dopo il test, dovevano rimanere 7 minuti, in media, conversando con una donna bella e attraente e dovevano ripetere lo stesso test davanti a loro.
Secondo gli scienziati, quanto più cercavano di impressionare la compagna, piu scarsa era la puntualizzazione e la rapidità cui dovevano sviluppare il test, arrivando alla percentuale di 30% a meno nella puntualizzazione. Secondo i scienziati di questa ricerca, è possibile affermare che gli uomini presentano un forte calo cognitivo quando sono in presenza di una bella donna.

Lo stesso test è stato fatto con il pubblico femminile, però, le donne NON presentarono nessun calo nella puntualizzazione, né nella velocità delle risposte date al momento del test.

MIO COMMENTO: Devo dire che, anche se hanno fatto tutte queste sperimentazioni con i nostri cari uomini, quest’atitudine maschile è una cosa normalissima. Il maschio è stato e sarà sempre un pianeta a se. A voglia voler cambiare la loro mentalità, la loro sensibilità, anche se esistono uomini con i quali si puo stabilire un buon rapporto e un buon dialogo nel campo dell’amicizia, solo nel campo dell’amicizia. La vita insieme però è tutta un’altra cosa. Ma questo vale tanto per gli uomini come per le donne.  Siamo tutti pianeti a se. Ma una domanda resta alla fine: Noi raggioniamo così freddamente davanti ad un bell'uomo oppure riusciamo a dare la giusta misura alle due cose? mahhh!!!

 
 
 

QUI...

Post n°133 pubblicato il 10 Ottobre 2009 da diavolettoincielo

VORREI ESSERE QUI IN QUESTO MOMENTO... NE AVREI PROPRIO IL BISOGNO... SOLITUDINE, PENSARE A LUNGO, VALUTARE... VORREI ESSERE QUI...


 

 
 
 

RIO DE JANEIRO (BRASIL),.. la città più felice del mondo????

Post n°132 pubblicato il 06 Settembre 2009 da diavolettoincielo

 Purtroppo la città del Rio di Janeiro sta inclusa in questa triste classifica: Esse la città più felice del mondo. Ma si poteva aggiungere pure, Recife, Fortaleza e Maceiò (che sono il centro dell’allegria e mete specialmente del turismo sessuale da parte di un numero impensabile di turisti stranieri, che ricercano prestazioni sessuali di bambini e adolescenti) . Non soltanto Rio, ma penso che tutte le città brasiliane possono essere considerate le piu felici del mondo… insomma il Brasile dovrebbe essere considerato IL PAESE PIU FELICE DEL MONDO… il brasiliano in se, nella sua miserabilità e povertà, è un popolo accomodato, rassegnato, non lotta per la migliora della sua condizione sociale. Al brasiliano in generale, (fuori alcune zone piu coscientizzate), basta un tuffo al mare, un baretto per una birra la sera, ubbriccarsi tutto il fine settimana in riva al mare, l’attesa del carnevale, una chiacchierata bevendo un’acqua di cocco, una passeggiata ai shopping, anche se solo per guardare le vetrine… questo è sufficiente per la loro felicità… il vivere la giornata, senza pianificazioni, senza guardare al futuro, senza mettere soldi da parte, comprando a rate… Il brasiliano è così, è uno che vive ogni secondo come se fosse l’ultimo… sfidando le 24 ore del giorno per sapere se ritorna vivo o no a casa… per conto della grande violenza che è presente in tutte le grandi città… forse questo si chiama Felicità???  Purtroppo il brasiliano  non è un  popolo che si ferma a pensare nella rivendicazione dei suoi diritti. Possono pure pretenderlo, o possono pure pensare ad una cosa chiamata DIRITTO, ma questo succede solo quando escono alla ricerca di un lavoro, e non lo trovano, o quando  vogliono comprare qualcosa e non hanno i soldi per farlo… allora il pensiero per qualche secondo dice: perché non lo posso fare? Ma è cosa di 1 secondo, non riescono a ragionare tanto a lungo…

             A me, come brasiliana, dispiace vedere il Rio de Janeiro e una qualsiasi città brasiliana inclusa in una classifica così assurda e stupida. Aspettare il carnevale, cucire i loro costume per la sfilata nel sambodromo, vivere alla giornata una vita inutile, non credo sia motivo per essere considerata la città più felice del mondo. I brasiliani nascondono dietro la faccia ridente e degli atteggiamenti felici, una grande tristezza e un senso di non realizzazione incredibile.  Chi ha la possibilità di uscire da quella giungla, da quel mondo, lo fa volentieri… l’unica cosa che mi dispiace è che anche se vivono fuori dal Brasile una vita diversa, più responsabile, più cosciente, più sicura, più programmata, e diciamo con un futuro più aperto, i brasiliani, stanno sempre a innalzare dentro di loro stessi quel nazionalismo che è difficile togliersi di dosso. È un sentimento che rimane impregnato come una seconda pelle. Sono pochi i brasiliani che sono andati via dal Brasile e che sono riusciti ad integrarsi nel nuovo Paese, a togliersi la seconda pelle del nazionalismo. Io sono una di queste. Sono riuscita a togliermi la mia seconda pelle, quella del nazionalismo già quando ho messo piede dentro l’aereo e ne sono fiera, perché riesco così a vedere senza veli i veri problemi brasiliani e dei brasiliani specialmente. Molti brasiliani che vivono in Italia e in altri Paese stranieri hanno sempre quella nostalgia (saudade) permanente… e di questo se ne devono liberare… non si sa come, comunque devono liberarsene, sennò, è meglio che se ne ritornino in Brasile e continuino a vivere la loro vita inutile e alla giornata.

Questo non è uno sfogo, è semplicemente una constatazione di ci, come brasiliana, può capire veramente chi sono i brasiliani e com’è il Brasile.

 

 
 
 

VACANZEEEEEEE

Post n°131 pubblicato il 31 Luglio 2009 da diavolettoincielo

Mi godo le meritate vacanze!!!

Grazie a chi mi ha visitato durante questo anno.

Buone vacanze a tutti!!! 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: diavolettoincielo
Data di creazione: 11/02/2007