Di Tutto e DDE'PPiU'

cerco, trovo, scrivo...

 

Dai! qualche giorno a piedi non fa male a nessuno su!

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Mosquito72
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 48
Prov: CS
 

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

KAPA O PANGO

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Mosquito72andyl13sasa6722follidancandelabrispentim_angilsemprepazzamalesani.pasqualiniivangodinobal_zacninokenya1psicologiaforensestrong_passionEconomy0dani.longod
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

FACEBOOK

 
 

 
Contatore per siti
 
 
Votaci su Net-Parade.it
 

PREMIO IMPRONTA ASSEGNATOMI DA W LA CUOCA

 

QUESTO DA CRISTALLINAOK... GRASSIE :)

 

PREMIO DI CRISTALLINAOK !!!

 

 

« Messaggio #184Messaggio #186 »

Quel 6 ottobre a Watkins Glen

Post n°185 pubblicato il 05 Ottobre 2008 da Mosquito72
 

Dal titolo del post sembra che sia la rievocazione di una battaglia della guerra di secessione americana ma non è così.
Vi racconto una storia di sport di 35 anni fa, avevo un anno nel 1973, siamo nel mondo della follia e della velocità, quello della formula 1 di quegli anni, molto più spericolata e spettacole ma meno sicura della formula 1 attuale.
Siamo al 6 ottobre, alla fine di una stagione esaltante dove viene incoronato, con qualche gara d'anticipo, lo scozzese Jackie Stewart, che bissa il titolo mondiale conquistato nel 1971. Pilota della Tyrrel-Ford che si è contesa con la Lotus della coppia formata dal campione uscente Emerson Fittipaldi e dal giovane promettente svedese Ronnie Peterson il titolo del 1973.
Compagno di squadra di Stewart è Francois Cevert (qui nella foto), pilota francese di grande talento, un volto da inserire tra Alain Delon e Jean Paul Belmondo come se fosse un attore bellissimo. Di lui si racconta di un flirt con Brigitte Bardot mentre era fidanzato con un'altra modella. Uno che piace insomma. Dal punto di vista sportivo tante soddisfazioni nelle categorie minori, 46 gran premi alle spalle, una bella vittoria conquistata su questo circuito due anni fa e poco più di una decina di podi conquistati. Il ventinovenne pilota parigino però ha tutte le carte in regola per giocarsi il secondo posto nella classifica mondiale. Nella gara precedente del 23 settembre in Canada, circuito di Mosport ha rimediato una brutta botta alla caviglia in un incidente con il sudafricano Jody Scheckter (si quello che vincerà il mondiale nel '79 con la Ferrari). A parte il pesante bendaggio da portare alla caviglia, arriva dall'Inghilterra una nuova vettura per lui visto che la monoposto utilizzata in Canada ha l'avantreno irreparabilmente distrutto...
Eccoci qui al 6 ottobre, siamo alle prove del Gran Premio degli Stati Uniti. Si corre a Watkins Glen ed è il giorno delle prove per delineare la griglia di partenza dell'ultima corsa della stagione. Cevert si contende la pole position con il pilota della Lotus Ronnie Peterson, entrambi due piedi a pestare l'acceleratore, temerari fino alla fine...
Francois Cevert, avendo a disposizione una vettura completamente nuova ed un telaio più veloce si lancia, per la conquista del giro più veloce per partire davanti a tutti.
Si arriva alla cosiddetta "Esse" (qui descritta nella foto ed indicata alla curva n°2) e invece di curvare la macchina si schianta sulle barriere metalliche ad oltre 200 km orari...
Cevert rimane dentro le lamiere, straziato, una delle ruote anteriori ha sfondato persino il casco nell'impatto, causando la morte improvvisa del pilota francese... ad accorgersi subito dell'incidente gravissimo, sono i piloti Jody Scheckter (con il quale aveva litigato alla corsa precedente per via dell'incidente) e il brasiliano Carlos Pace, amicissimo di Cevert. Nella foto a fianco la fine dell'incidente della Tyrrell-Ford del pilota francese. Appena arrivati accorgono che non c'è più nulla da fare assieme ai commissari di gara... Non sarà nemmeno estratto dalle lamiere mentre la carcassa della macchina viene riportata ai box della squadra. La tragedia colpisce molto il mondo delle quattro ruote e Jackie Stewart, suo compagno di squadra, che decide di abbandonare il mondo delle corse non partecipando nemmeno alla gara. Sepolto a Parigi, Francois Cevert lascia un grande vuoto nella formula 1, non solo perchè era un grande pilota, ma soprattutto per essere una persona estroversa, divertente, simpatica e anche quel bel ragazzo che tanto piaceva... Negli anni successivi altri piloti hanno perso la vita in corsa o durante le prove di un gran prix. La scomparsa di Cevert, una delle cupe e più tragiche della storia, resta ancora avvolta nel mistero. Non si è mai riusciti ad appurare se le cause furono di un malfunzionamento del mezzo meccanico o di un errore o, addirittura, di un malore del pilota, sta di fatto che la macchina non aggredì la curva ma andò dritta contro i guard rail...
Personalmente lo voglio ricordare con questa fotografia qui a fianco, col suo sorriso dai mille significati, un pò sbarazzino, un pò da playboy, un pò da "bastardo dentro" che piace, qua immortalato in compagnia della sua ragazza Anne "Nanou" Van Malderen nei box della Tyrrell-Ford, squadra che dopo quel controverso 1973, con il titolo mondiale conquistato e la perdita di un pilota formidabile iniziò un declino terminato nel 1998, con l'acquisizione della squadra da parte della "BAR".
Mi fermo qui... una buon inizio di settimana e...

a tutti!!!!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/dituttoeddeppiu/trackback.php?msg=5584081

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
LeRagazze82
LeRagazze82 il 06/10/08 alle 10:29 via WEB
Buon inissssssssio di settimana Mos!!!!!Baciottoli O.G.
 
 
Mosquito72
Mosquito72 il 06/10/08 alle 15:13 via WEB
Buona settimana anche a te e a tutta la banda :)))
 
mauricemann
mauricemann il 06/10/08 alle 14:01 via WEB
Diversi anni fa ricordo che la formula uno era uno sport-spettacolo adesso è il più soporifero degli eventi. Non so se sono state le regole, la tecnologia oppure i piloti ad aver sconvolto questo sport.. oppure è stato il business?? Ciao Mos. Complimenti per il tuo report
 
 
Mosquito72
Mosquito72 il 06/10/08 alle 15:18 via WEB
Grazie per i complimenti... attualmente è diventata più sicura e con mezzi più affidabili, in più l'aerodinamica è migliorata favorendo le traiettorie, in pratica x essere piloti oggi bisogna essere meno pazzi e con un martello sull'acceleratore di quelli del passato e più abili gestori del mezzo. Per quanto possa sembrare strano il businness è sempre stato elevato x sponsor e partnership ma ha avuto un'incidenza minore sulla spettacolarità. ciao Mau
 
   
Mosquito72
Mosquito72 il 06/10/08 alle 23:24 via WEB
Aggiungo tra l'altro, che ho avuto la fortuna di vedere in cassetta alcuni GP di quegli anni... e mi colpì moltissimo la sua combattività... se lui e Ronnie Peterson avrebbero avuto più fortuna la storia della formula1 sarebbe stata toltamente riscritta :)
 
Economy0
Economy0 il 06/10/08 alle 23:46 via WEB
..CIAOOOO...devi sapere che la mia cara Direttrice..e migliore amica.. è una fans ossessionata di Formula 1 .. puntualmente il lunedì dopo il Gran Premio mi tocca sempre commentare con lei la gara... di conseguenza devo essere sempre preparata...Senti .. facciamo un patto.. io ti faccio una torta tutta le domeniche e tu in cambio mi fai il riassunto delle gare..non c'è nessuno che le descriva meglio di te.. guarda questo post...buona notte... bacioni Giusy
 
 
Mosquito72
Mosquito72 il 07/10/08 alle 08:21 via WEB
Prendi la questione da un altro punto di vista... ci sono rimasti solo 3 gran premi poi 4 mesi di pausa dai... cmq... accetto il patto :)))
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Stefano il 13/02/12 alle 17:03 via WEB
Bello quello che avete scritto ma ci sono molte cose sbagliate..... primo l'incidente é avvenuto alla curva numero 3 secondo non aveva il viso sfigurato dalla gomma e terzo é soterrato non a parigi ma a Vaudelnay, Maine-Et-Loire, Paesi della Loira, Francia ci sono stato ........ Sono 25 anni che seguo la sua storia
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Mosquito72
Data di creazione: 06/09/2007
 

TAG

 

 

PER ASCOLTARE UN PÒ DI MUSICA CLICCA QUI :)


 

LUI CI FA RIDERE TANTO TANTO!

 

NO ALLA PEDOFILIA!!!!!

KA MATE!

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie per questo ricordo di mia sorella, tanto breve...
Inviato da: Giancarlo De Palo
il 03/05/2012 alle 23:34
 
Bello quello che avete scritto ma ci sono molte cose...
Inviato da: Stefano
il 13/02/2012 alle 17:03
 
Buona Pasqua, serenità. Diana
Inviato da: semprepazza
il 22/04/2011 alle 10:25
 
BEH bUON fERRAGOSTO! :-p
Inviato da: Amrita13
il 13/08/2010 alle 22:36
 
Compleanno? Augurissimi. ^__^
Inviato da: semprepazza
il 05/08/2010 alle 21:20
 
 
  Registra il tuo sito nei motori di ricerca