Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelisa.dagli_occhi_blucintoliantoniolaboratoriotvghito71LUPOGATTO222tempestadamore_1967Stratocoversvecchietto0Signorina_Golightlymichele.procewhiskynsodaReCassettaIIcassetta2
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 09/12/2020

Flashmob del Movimento Orgoglio partite iva venerdì 11 dicembre „ Partite iva in protesta: organizzato un flashmob davanti all'A

Post n°27385 pubblicato il 09 Dicembre 2020 da forddisseche

Flashmob del Movimento Orgoglio partite iva venerdì 11 dicembre
Partite iva in protesta: organizzato un flashmob davanti all'Agenzia delle entrate

Il Comitato pisano del Movimento Orgoglio partite iva manifesterà venerdì 11 dicembre in Galleria Gerace, davanti agli uffici dell'Agenzia delle entrate

  

Potrebbe interessarti: https://www.pisatoday.it/cronaca/protesta-movimento-orgoglio-partite-iva-agenzia-entrate-pisa-11-dicembre-2020.html

 
 
 

Ceglie Messapica, nonna Palma compie 105 anni con telegramma di Mattarella e benedizione di papa Francesco L'unico rammarico: no

Post n°27384 pubblicato il 09 Dicembre 2020 da forddisseche

Ceglie Messapica, nonna Palma compie 105 anni con telegramma di Mattarella e benedizione di papa FrancescoL'unico rammarico: non poter festeggiare insieme a tutti a causa del Covid

Ceglie Messapica,  nonna Palma compie 105 anni e riceve telegramma di Mattarella e benedizione di papa Francesco

Nonna Palma spegne le candeline e taglia la torta per i suoi 105 anni

CEGLIE MESSAPICA - Nonna Palma è un vero prodigio della natura. Ben 5 anni fa, anche con un bel articolo de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, festeggiò i suoi 100 anni ed ora che venerdì 4 ne ha compiuti 105, ha chiamato nuovamente la redazione per condividere la gioia del bellissimo traguardo. Infatti, anche se in tempi di Covid -19 nonna Palma non ha potuto riunire a casa tutta sua la sua famiglia, ha voluto comunque festeggiare l’importante evento con una grande torta e le tradizionali candeline. Per lei i compleanni rappresenta un inno alla vita che la induce soprattutto a ringraziare Dio, per questa grande opportunità. Così, nonostante l’età continua a regalare emozioni Palma Caroli che, in 105 anni di esistenza, ha gioito, ma anche sofferto tanto soprattutto per la morte di 3 dei 4 figli che lei continua sempre a portare nel suo cuore come se il tempo avesse trovato un luogo dove fermarsi per godere di una rara fede silenziosa.

«Non ci speravo - dice nonna Palma- ma la vita mi è stata donata da Dio ed io non potevo che custodirla». Una vita, dunque, dedita in particolare alla famiglia anche attraverso il prezioso aiuto che ha dato al marito nel lavoro, un commerciante proprietario di un frantoio scomparso alcuni anni fa. Tanti sono stati gli auguri che Palma Caroli ha ricevuto per il suoi 105 anni. Ricordiamo che 5 anni fa ha ricevuto la speciale benedizione di Papa Francesco ed i telegrammi di auguri del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del direttore dell’Ufficio di Segreteria dello stesso presidente Simone Guerrini. Auguri, insomma, che le hanno portato davvero fortuna.

 
 
 

Mercati settimanali sospesi causa COVID in diversi centri del Foggiano, proteste "La grave crisi economica

Post n°27383 pubblicato il 09 Dicembre 2020 da forddisseche

Mercati settimanali sospesi causa COVID in diversi centri del Foggiano, proteste

"La grave crisi economica che sta attraversando il comparto commerciale pugliese, dovuto all’emergenza epidemiologica Covid-19, ha colpito maggiormente il settore delle aree pubbliche"

AUTORE

Foggia, 09 dicembre 2020. Un tavolo di confronto per affrontare le problematiche relative alla chiusura dei mercati settimanali a causa dell’emergenza COVID che tanti disagi e conseguenze sta provocando anche in provincia di Foggia. E’ quanto chiede il direttore regionale dell’Anva Confesercenti, Salvatore Sanghez, al Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, al presidente del Consiglio regionale, Loredana Capone, all’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, al presidente nazionale Anci, Antonio De Caro, e al presidente dell’Anci Puglia, Domenico De Nitto.
Antonio Decaro rieletto sindaco di Bari

Questo il testo della richiesta del Direttore Sanghez: “La grave crisi economica che sta attraversando il comparto commerciale pugliese, dovuto all’emergenza epidemiologica Covid-19, ha colpito maggiormente il settore delle aree pubbliche. Infatti, malgrado i vari DPCM che consentivano l’apertura dei mercati e le linee guida regionali approvate dalla S.V. molti Comuni, in particolar modo nelle provincie BAT e Foggia, hanno sospeso lo svolgimento dei mercati settimanali. Tali provvedimenti, in contrasto con la normativa nazionale e regionale, stanno creando notevoli problemi alla categoria che, non potendo svolgere la propria attività lavorativa e non avendo ulteriori fonti di reddito a causa della classificazione di rischio con la quale è inquadrata la Regione Puglia arancione/gialla, viene profondamente danneggiata sino a ridurla ad uno stato di grave indigenza. Al fine di affrontare il problema, si invitano le S.V. ad attivare un tavolo di confronto che affronti tali problematiche”.

 
 
 

Ambulanti: “Piemontese ha detto: ‘Regione ha già stanziato 20 milioni per ristoratori, e a noi?”

Post n°27382 pubblicato il 09 Dicembre 2020 da forddisseche

Ambulanti: “Piemontese ha detto: ‘Regione ha già stanziato 20 milioni per ristoratori, e a noi?”

Dopo le proteste dei ristoratori per essere stati fermati per sette giorni a causa della zona arancione in alcune città della Bat e del foggiano politici e rappresentanti istituzionali si affrettano a spegnere il fuoco della mobilitazione affermando che i ristori per i ristoratori sono già pronti

AUTORE

PUBBLICATO IL

CATEGORIE

Foggia, 09 dicembre 2020. Dopo le proteste dei ristoratori per essere stati fermati per sette giorni a causa della zona arancione in alcune città della Bat e del foggiano politici e rappresentanti istituzionali si affrettano a spegnere il fuoco della mobilitazione affermando che i ristori per i ristoratori sono già pronti. Affermazioni di questo genere non potevano non suscitare la reazione di quelle categorie, quali gli Ambulanti, che sono ferme dal mese di novembre per quanto riguarda feste e fiere e stanno subendo la chiusura dei mercati in alcune città della Regione, anche addirittura in quelle città classificate zona gialla. Specie nel foggiano e nel barese sono numerosi i comuni che, con ordinanze sindacali, mantengono ancora oggi chiusi i mercati, causando un danno irreparabile a migliaia di ambulanti.

A tal proposito tuona il Coordinatore nazionale CasAmbulanti, l’andriese Savino Montaruli, il quale dichiara: “leggo con stupore le dichiarazioni di autorevoli rappresentanti politici ed istituzionali i quali affermano che i ristori per i ristoratori sono già pronti a ristorare la chiusura dei sette giorni. Il vice presidente ed assessore al bilancio della Regione Puglia Piemontese ha annunciato che la Regione Puglia ha già messo a disposizione 20 milioni di euro da destinare ai ristori per titolari di bar, ristoranti e pizzerie mentre il sindaco di Foggia, Franco Landella chiede al Presidente della Regione Michele Emiliano misure straordinarie, affermando che “se si scelgono misure restrittive bisogna anticipare i contributi alle famiglie che hanno attività commerciali come ristoranti e pizzerie”.

L’ASSESSORE RAFFAELE PIEMONTESE

Quante belle parole mai spese per gli Ambulanti fermati proprio dai sindaci che oggi si mostrano salvatori della mangiatoia. Voglio ricordare a costoro, molti dei quali novelli e di fresca nomina ai più alti scranni della privilegiata politica locale e regionale – continua Montaruli – che gli Ambulanti, i ventimila ambulanti di Puglia, del barese, del foggiano e della Bat, stanno aspettando da almeno otto mesi che si concretizzino le promesse della Regione Puglia e del Governo sui ristori che non sono mai arrivati. Altro che sette giorni. I fieristi sono fermi dal mese di novembre 2019 e molti mercati sospesi da tempo. Quei personaggi che oggi si ergono a salvatori dei ristoratori non li abbiamo né visti né sentiti, neppure per sbaglio o per errore. Ebbene, sappiano lor signori che i fondi destinati agli Ambulanti non si toccano e che quei fondi li vogliamo subito, immediatamente. A tal proposito stiamo concertando con le Questure ed i Commissariati azioni di protesta e di contestazione affinché i ristori arrivino subito agli Ambulanti evitando giochetti a causa dei quali abbiamo già subito tantissimo e non siamo più disposti a subire. Meglio essere chiari: se i ristoratori sono stati autorizzati a bloccare le strade, i nostri furgoni sono già in moto” – ha concluso il leader sindacale pugliese Montaruli.

Andria, 9 dicembre 2020 – Ufficio di Presidenza CasAmbulanti

 
 
 

VIESTE – Ordinanza del Sindaco: lezioni scolastiche “in presenza” sospese fino al 22 dicembre Il Dic 3, 2020 694

Post n°27381 pubblicato il 09 Dicembre 2020 da forddisseche

VIESTE – Ordinanza del Sindaco: lezioni scolastiche “in presenza” sospese fino al 22 dicembre 

 
694
 

Lezioni scolastiche “in presenza” ancora sospese in tutte le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, di Vieste, da domani, venerdì 4 dicembre, a martedì 22 dicembre. Lo stabilisce una ordinanza, n. 186, firmata stamane dal sindaco, Giuseppe Nobiletti.

Il provvedimento, che richiama l’ordinanza n. 183 del 19 novembre scorso,  si è reso necessario, è scritto nelle motivazioni del dispositivo “atteso  il perdurare della curva epidemiologica corroborante una intensificazione della diffusione attuale e potenziale del virus Covid19 che vede esposte al rischio contagi le attività scolastiche e comparabili svolgentesi “in presenza”, nonché una non preoccupante pressione sulle strutture e sugli apparati di assistenza sanitaria di emergenza-urgenza nell’ambito della Provincia di Foggia, ormai prossimi alla saturazione”.  Pertanto, evidenzia il sindaco nel provvedimento, “ritenuto necessario incrementare tutte le azioni idonee ad evitare la diffusione del Covid19, mediante l’applicazione di ulteriori misure restrittive volte a sospendere lo svolgimento “in presenza” dell’attività scolastica locale di ogni ordine e grado” e “accertata la necessità di ricorrere al potere contingibile e urgente allo scopo di contrastare la diffusione dell’emergenza epidemiologica, adottando misure efficaci di contenimento della propagazione del virus Covid 19, a tutela della salute della popolazione”, ordina “a decorrere dalla giornata di venerdì 4 dicembre e fino alla data di martedì 22 dicembre compreso,  ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid19, la sospensione dell’attività didattica definita “in presenza” per tutti gli ordini di scuola pubblica e privata e per tutti gli alunni (anche BES), nido e Centro Diurno per disabili”. La sospendione esclude le categorie di alunni con Bes (Bisogni educativi speciali), per i quali risulti più funzionale l’apprendimento in modalità definita “in presenza”.